CARMINA BUFFON di Luca Savarese / AD OCCHI CHIUSI, UN ATTIMO, SEDUTO…

Buffon europa(Luca Savarese) – Per uno che è sempre entrato dentro, è molto difficile uscire, per l’ultima vez. L’ultimo è un aggettivo terribilmente difficile da accostare alle cose dei grandi. Vorremmo che fossero sempre prime: i primi sguardi, la prima volta che ha giocato lì, i primi boati. Poi, quando c’è di mezzo l’amore, bé, allora l’ultimo, si sposta sempre un po’ più in là… Gigi, cresciuto e fattosi le ossa e la grinta con la maglia del Parma, per lui in gialloblù crociato – dal 1995 al 2001 – 168 partite e 159 gol subiti, le famose tre Coppe in cento giorni hanno avuto lui fra i pali, un po’ più in là ha spostato, nei suoi anni bianconeri, tanti palloni, bloccandoli, facendoli sentire il palmo dei suoi guanti, la prontezza dei suoi riflessi, benedetti. Ma anche un portiere forte come lui non può respingere il tiro dell’ultimo giorno di scuola all’accademia juventina. Così il suo canto del cigno gli ha fatto gol, forse quello più dolce da subire. Appena uscito, attorno al diciassettesimo del secondo tempo, per un attimo, si è fermato il tempo, Cronos ha lasciato volentieri spazio a Kairos, al momento favorevole. Lo Stadium, se li è ricordati tutti i suoi momenti favorevoli, quando la paura dribblava la difesa, ma lui ci metteva la mano, vigile di giorno, veglia nella notte. A briglia sciolte fuori dal campo, ma legato a quello spazio tra quei due pali come un custode alla sua sedia. Lui appena uscito, si è seduto un attimo in panchina e poi ha chiuso gli occhi: le partite più belle, si addio buffongiocano al buio. Poi ha voluto toccare, dopo aver toccato palloni e parastinchi altrui, la gente, i volti di chi ha sempre contemplato il suo volto. Sono state carezze e sciarpe, lacrime e montagne di magliette numero 1. Nel 2006 il folle volo: a luglio alza la Coppa del Mondo, ad agosto le stesse mani iniziano il campionato di serie B. Solo se scendi a far compagnia alla polvere potrai essere celebrato a lungo sull’altare. Gli addii che fanno più male, sono quelli di chi ti ha fatto più bene. Del Piero docet. Da quel Parma-Milan del novembre 95 a questo Juve-Verona del maggio 2018: da una parata coraggiosa ad Eranio costringendo il Milan di Capello che poi vinse lo scudetto allo zero a zero a Juve-Verona, con la vendemmia dei 7 gianluigi buffonscudetti di fila sulle spalle. E con il grappolo dei 4 prima che lo Stadium fosse. Il tutto così, mentre da bambino guardava il portiere camerunense Thomas N’Kono e pensava: un giorno sarò come lui. Un sacco di giorni dopo eccolo, reattivo e propositivo, fresco e felino. E quanti bambini a desiderare: un giorno sarò come Buffon. Anche i portieri, prima di volare, desiderano. Gigi si nasce, Buffon si diventa. Grazie dei tuoi tuffi, dei tuoi rinvii, della tua umanità, dei tuoi balzi, della tua voce alzata e della tua faccia messa, dei tuoi passi indietro. Luca Savarese

43 pensieri riguardo “CARMINA BUFFON di Luca Savarese / AD OCCHI CHIUSI, UN ATTIMO, SEDUTO…

  • 22 Maggio 2018 in 09:53
    Permalink

    Siamo nelle mani di Faggiano
    O ci compra giocatori magari non
    di nome ma bravi bravi e poi ancora bravi
    o in alternativa ci deve comprare
    un….pallottoliere.
    A buon intenditor
    poche parole…

    La squadra per la A va cambiata
    purtroppo in molti elementi
    e lo dovremo fare con il
    cuore che ci sanguina
    dal dolore perché questi
    giocatori ci sono entrati
    nel cuore ma rinforzarci
    senza pensare al cuore
    è doveroso per non
    rimpiombare come Benevento
    e Verona subito in serie B
    SED LEX DURA LEX

  • 22 Maggio 2018 in 10:26
    Permalink

    LA SCELTA GIUSTA.

    Magari il Gigi nazionale se ascolta il cuore può fare la scelta giusta:
    tornare al Parma, come capitano o come dirigente basta che sia con noi.
    Sappiamo che il tuo cuore è a Parma.
    Ti aspettiamo.http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_heart.gif

  • 22 Maggio 2018 in 11:59
    Permalink

    C’è già qualcuno che sogna la Champions….ha ha…

    se ci salviamo quest’anno è già tanto…

    Noi parmigiani viviamo proprio sulla luna…..

    • 23 Maggio 2018 in 13:13
      Permalink

      Caro Ludovico il Moro ,
      piu o meno sto dacordo con Te …
      Un salvazione bene …’piano piano va lontano ”
      Il Mio Figlio Anibal …piensa gia Euroliga …
      Lui ha 18 anni …semmpre tifoso di Parma …
      Mai dire mai …..
      Forsa Paerma

  • 22 Maggio 2018 in 14:19
    Permalink

    Calcisticamente parlando, è finito da tempo. Basta vedere i gol presi dove rimane sempre fermo sulla linea di porta. Per me dovrebbe ritirarsi del tutto.

  • 22 Maggio 2018 in 15:49
    Permalink

    Buffon lontano da Parma. Non scherziamo dai la. A parte che non verrebbe mai, ma non ci deve nemmeno pensare…

  • 22 Maggio 2018 in 16:08
    Permalink

    Se non smette continua solo per la champions e/o un contratto molto piu ricco di quello che, anche volendo, potremmo proporre noi.
    La risalita è stata talmente rapida da far dimenticare come mai siamo finiti in d.
    L’entusiasmo di per se è una cosa positiva ma ci vorrebbe un po di equilibrio perchè passiamo da chi invoca acquisti milionari a chi vorrebbe confermare quasi tutta la rosa senza considerare il baratro che separa a e b

  • 22 Maggio 2018 in 16:40
    Permalink

    Sapete perché il nostro presidente
    cinese Lizang quando si è accorto
    che avevamo conquistato la serieA
    si è messo a piangere come un bambino?
    Lo ha confidato lui a Faggiano
    Pensava ai tanti milioni che avrebbe
    dovuto sborsare per mantenere
    la categoria
    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yahoo.gif

    • 23 Maggio 2018 in 13:39
      Permalink

      oppure piangeva di gioia, pensando ai milioni che incasserà con I diritti tv, che in A sono enormemente di più di quelli della serie B. Se non sbaglio ho sentito parlare di circa 30 milioni per le neopromosse…

      • 23 Maggio 2018 in 14:30
        Permalink

        Magari Lukfur….
        le lachrime di gioa per Paerma sono i migliore ..
        ” Money talks and bullshit walks ” Money well used to rienforse the team well spent will help to give good results …
        Forsa Paerma

        • 23 Maggio 2018 in 16:45
          Permalink

          with 30 millions you can strengthen the team a lot…. I am confident mr. Faggiano will make the proper engagements ….

          • 23 Maggio 2018 in 23:09
            Permalink

            Forza Faggiano e Parma Calcio 1913 …
            Sono Winners They bring results without so much blah , blah blah
            http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

  • 22 Maggio 2018 in 21:56
    Permalink

    Quanti pochi commenti.
    State per caso andando in letargo?
    Vergogna tifosi
    “ad minchiam”

  • 22 Maggio 2018 in 22:00
    Permalink

    Meglio Frattali

  • 23 Maggio 2018 in 00:35
    Permalink

    Spiace che angella vada a telereggio

  • 23 Maggio 2018 in 01:21
    Permalink

    Ma davvero va a telereggio???motivo???

  • 23 Maggio 2018 in 08:06
    Permalink

    Gli danno più soldi

  • 23 Maggio 2018 in 16:12
    Permalink

    Buffon si o no poco importa.
    uno esperto ultra trentenne nel caso Frattali non abbia la categoria o comunque a fargli da chiocciola lo prenderei. Mirante per esempio.
    Ciciretti invece dovrebbe rimanere perché un anno di A prima di andare a Napoli penso sia condiviso da tutte le parti.
    stesso discorso per Dezi migliorato decisamente durante la stagione.
    Una punta giovane Pinamonti (o Cerri?) serve per giocarsela con Ceravolo. Calaiò deve rimanere sapendo che sarà , vista anche l’ età, la seconda o terza scelta.
    Poi almeno 2 di categoria in difesa e 2 centrocampo servono.

    per le uscite non voglio parlare perché è il momento di gioire e non di sminuire o bocciare nessuno della rosa.

    grazie ragazzi!
    Faggianone The Best!!!!

  • 23 Maggio 2018 in 16:24
    Permalink

    e per il grande Capitano che veda lui. non possiamo chiedergli niente se non rimanere nella società (dirigente o allenatore giovanili visto l’ esempio incredibile dato).
    GRANDE!

  • 23 Maggio 2018 in 20:12
    Permalink

    Ciao Albano, che veda e decida lui, con famiglia e società, mi sembra ovvio ma, ALE, THE LEGEND …non farà mai l’allenatore delle giovanili: questo è solo il mio punto di vista perché, lui, con oltre 20 anni di calcio professionistico GIOCATO, ha un bagaglio umano, di esperienze vissute, calcistiche e non, da portare in dote, CON GRANDE CERTEZZA, in prima squadra: il ruolo lo deciderà lui, NON , SICURAMENTE, DI SECONDO PIANO: senza nulla togliere al settore giovanile ( nel quale abbiamo un grande conoscitore-manager calcistico, Sig PIAZZI ) ..egli potrà trovare terra fertile tra campo-squadra e società-team tecnico; non credo che faccia l’allenatore ma, lui, per le esperienze di cui sopra, UOMO E CALCIATORE, SIMBOLO E BANDIERA PARMIGIANA, ACCERTATA, VERA E CONCRETA, si troverà il ruolo giusto per lavorare e seguire, giorno per giorno, QUESTA MAGICA REALTA’ CHE, con l’ingresso dei SEVEN PRAMSZAN PIOCIONS, ha dato il via ( grazie MARCO FERRARI ) a questa fantastica storia, reale, vissuta, terrena, concreta, forse anche fortunata ma,,,,REALIZZATA IN SOLI 3 CAMPIONATI 3 ..
    io c’ero e ci sarò..
    GRAZIE ALE, GRAZIE MARCO, GRAZIE Nuovo Inizio, grazie PPC, grazie Frambo, grazie Curva Nord, grazie Boys, Danè, Tribuna Est, Tribuna Petitot, grazie a tutti i Parma Clubs, Collecchio,Sala e Fidenza in primis, coi loro “giganteschi presidenti”, …grazie, ancora …A TUTTI VOI
    moro

  • 23 Maggio 2018 in 22:03
    Permalink

    Vuoi commenti? ecco….
    Portiere / Ci vuole un portiere fisicamente potente ed esplosivo per risolvere le mischie in area.
    Io farei 3 / 4 acquisti dalla A ed il resto i migliori della B a secondo dei ruoli più necessari.
    Butto lì ‘…dalla A
    Portiere X
    ACERBI (Sassuolo)…infallibile centrale di difesa
    SANDRO (Benevento)gran classe
    DIABATE ‘ (Benevento) o CERRI ..Ci vuole una torre in area quando serve.
    Dalla B
    FALZERANO (Venezia)tecnica e corsa infinita
    KOUAME (Cittadella) per me il nuovo Biabiany
    Henderson (Bari) gran lottatore centrocampo
    BEGHETTO (Frosinone) gran crossatore e corsa
    Di CARMINE (Perugia) si integrerebbe bene con la belva.
    Sono alcuni nomi tanto per fare un fantamercato senza magari straspendere…piu magari 2 talenti da scoprire da nord Europa.
    Ci vuole poi un gioco .
    Tocca a voi….

  • 23 Maggio 2018 in 23:11
    Permalink

    Il prossimo mercato sara’ decisivo per il futuro del Parma perche’ non sara’ semplice allestire un organico tecnicamente in grado di garantire una tranquilla salvezza dovendo allo stesso tempo creare un nucleo di giocatori di proprieta’ con un eta’ media che consenta di pianificare un ciclo. Il ricorso a prestiti secchi probabilmente verra’ estremamente limitato. Tanti dei giocatori in rosa hanno poca o nessuna esperienza di Serie A, pertanto le loro motivazioni saranno altissime. D’Aversa e’ un allenatore che sa preparare bene la fase difensiva, e questo e’ un buon punto di partenza. Meglio pochi acquisti di giocatori affermati di qualita’ e l’ingaggio di giovani emergenti dalla B o leghe minori.
    Senza trascurare il rientro dei giocatori attualmente in prestito, che potrebbero essere utilizzati quali specialisti in situazioni tattiche particolari in spezzoni di partita.

  • 24 Maggio 2018 in 10:49
    Permalink

    Rientro dei giocatori in prestito?
    Ma ce lo vedete Nocciolini in serie A? Lescano? Galuppini? per cortesia….

    • 24 Maggio 2018 in 11:44
      Permalink

      Grosso, Pieri, Bazzani, Liverani, Baiocco, Bucchi…Torricelli alla Juve diventarono validi giocatori di serie A dopo essere stati scovati nelle serie minori. Il primo ci ha fatto persino vincere un mondiale.
      Questo per dimostrare che se si fa scouting mirato si possono fare ottimi affari. E dalle notizie di questi giorni la società lo sta facendo. Hai tirato in ballo Nocciolini, quindi ti faccio un esempio di quello che intendevo. Sarebbe un perfetto specialista da utilizzare in spezzoni di partita quando devi difendere un risultato.
      20 minuti, un quarto d’ora finale a pressare alto. Avercelo avuto a Cesena…
      Negli sport professionistici americani il ricorso a specialisti a seconda delle situazioni è una realtà consolidata da tempo.
      Ci sono atleti bravi a fare solo una cosa o due, e quando la situazione lo impone si ricorre a loro.
      Ci sono lanciatori che hanno poca autonomia, ma lanciano proiettili…nel baseball li usano per chiudere le partite.

      • 24 Maggio 2018 in 13:16
        Permalink

        Anche in casa nostra abbiamo avuto Minotti, Apolloni, Melli etc… giocatori da serie A che hanno anche vestito la maglia della nazionale. Ma Nocciolini è tutt’altra cosa, con tutto il rispetto per la persona… Non credo che Nocciolini sia da serie A. Già lo abbiamo vito ed in serie B stentava molto. Anche come specialista come dici tu. La sua dimensione è la C. Per questo ruolo c’è già Calaiò, ha classe, è da serie A e può tornare utile come specialista per gli ultimi 20 minuti. Adesso servono giovani motivate. I “vecchietti” tipo Calaiò, Munari, Di Cesare etc… possono fare gli specialist, entrare negli ultimi 20 minuti e dare il loro contributo….

        • 24 Maggio 2018 in 14:46
          Permalink

          I nostri giocatori che citi arrivarono in Serie A facendo parte di un gruppo coeso che Scala plasmo’ e rafforzo’ a perfezionamento di un ben preciso percorso tecnico che il Presidente Ceresini iniziò dopo la retrocessione in C nell’85. L’esempio che ti facevo riguarda giocatori che non erano riusciti ad esprimere il loro potenziale, che però era notevole, e non erano emersi ad alto livello. Ti porto un altro esempio diretto. Guidolin nel campionato nel quale alleno’ il Parma in Serie A a volte utilizzò con ottimo risultati Morrone quale cambio tattico esclusivamente per portare pressing alto. Per fare questo occorre avere un gran fiato ed essere veloci. Non lo si può fare efficacemente per tutta una partita. Ma farlo bene nei finali quando si difende un risultato è fondamentale. Sono casi dove il fisico è più importante della tecnica

  • 24 Maggio 2018 in 10:52
    Permalink

    Donadoni lascia Bologna, punterei sul gruppo, affamato di serie A e motivato, unito. Proporrei di non spendere tanto in giocatori, la rosa la abbiamo, solo qualche rinforzo, volto a svecchiare ed impostare il future. Lavorare anche per confermare I prestiti di Sierralta e Ciciretti, inserendo anche l’opzione per l’ eventuale acquisto.
    Servirebbe esperienza in panchina pertanto vedrei bene un tandem di allenatori, D?Aversa 2 o 3 anni in tandem con Donadoni o Guidolin, entrambi seri preparati ed esperti. Impara, fa esperienza, poi se la gioca da solo…

  • 24 Maggio 2018 in 14:02
    Permalink

    presto presto in uscita il mio …calcio mercato …
    ..
    devo dire che qui sopra ho letto un paio di nomi molto interessanti da parte di Gian Marco ( Falzerano, Henderson e Di Carmine piacciono pure a me….ma sono tutti impegnati, per ora, nei play off e, due di loro, secondo me, vanno in Serie A col Bari )..

    SANDRO non lo conosco

    KOUAME’ mi piace ma non lo prendono

    DIABATE non lo conosco …

    BEGHETTO non so se per la A possa andar bene ma ha 24 anni e non è male

    FALZERANO 27 anni è molto bravo..ha solo giocato in serie C

    DI CARMINE mi piace molto ma ha 31 anni e la serie A..mai vista…

    questi nominativi però ..sono stuzzicanti ed accessibili …bene

  • 24 Maggio 2018 in 14:49
    Permalink

    La vera forza di questa squadra è Il gruppo, molto unito, che ha sopperito anche ad un mister inesperto (diciamola così, D’Aversa poco mi convince), che pertanto non smonterei e toccherei poco.
    Lavorare sui rinnovi dei prestiti di Sierralta (che a me piace tantissimo) e di Ciciretti, inserendo magari l’opzione per l’acquisto.
    Un paio di giovani promettenti in difesa, un apio di ritocchi al centrocampo, uno o due in attacco…. “Vecchietti” e senatori pronti a subentrare dalla panchina e a galvanizzare I giovani….

  • 24 Maggio 2018 in 14:51
    Permalink

    Scommettiamo che il capitano farà 350? giocherà la prima in A (simbolicamente, magari 20 minuti) e poi il ritiro, con standing ovation del Tardini al momento della sostituzione. Speriamo quindi di giocare in casa la prima

    • 24 Maggio 2018 in 20:31
      Permalink

      La prima è quasi un must che, UNA NEO-PROMOSSA, andrà in trasferta, probabilmente in casa di una big…in versione di AGNELLO VITTIMA SACRIFICALE …
      non rammento quante volte, alla prima di campionato ( con ritorno quasi sempre il giorno dell’epifania ) siamo andati a casa Juve …e giù delle rosate di gol..
      anche 6..7 una volta….
      minchia che brutta giorneda ,,,,tevez era imprendibile

  • 24 Maggio 2018 in 15:32
    Permalink

    diabate ha segnato parecchio sulle presenze fatte.
    visto il fisico potrebbe essere buono.
    in B non giocherà di sicuro. il cartellino poi pare dei turchi.

    altre varie:
    si parla anche di Brugman che da quel po’ che ho visto non pare male.

    Matri lasciamolo dove sta per favore.

  • 24 Maggio 2018 in 17:50
    Permalink

    Si ho fatto il nome di Diabate o Cerri perché un granatiere serve come il pane in A.
    D’accordo su Brugman ma il sogno e’ Sandro ma sembra ci siano altre squadre….cmq il Benevento nonché sia retrocesso a gennaio ha portato giocatori interessanti e con De zerbi hanno dimostrato di valere la A come Djuricic Sagna Diabate’ Sandro…anke Cataldi ex Lazio e’ interessante davvero .visto le cessioni di Ceravolo e (Ciciretti )magari intavolano trattative x un paio di questi …
    Portatemi ACERBI !!!!! Ormai sarà stufo di ceramiche e vorra del Parmigiano…!!!!

    • 24 Maggio 2018 in 18:45
      Permalink

      Io francamente lascerei perdere il benevento, il novara e tutti quelli del gruppo “amici di sportitalia”
      Avrei anche scritto eviterei ulteriori lescanate ma le stanno perfezionando già

  • 24 Maggio 2018 in 18:32
    Permalink

    Per la difesa:
    Varnier
    Per il centrocampo:
    Kragl
    Per l’attacco:
    Cerri, se acquistato. No prestito secco
    Marsura
    Galano

  • 24 Maggio 2018 in 20:31
    Permalink

    Scala,,pessimo presidente, fu invece un allenatore ideale per il Parma. Una personalità alla quale D’Aversa non può confrontarsi, quantomeno a mio modestissimo giudizio.
    Secondo me Scala plasmava i giocatori mentre D’Aversa ha bisogno di giocatori già plasmati. Vediamolo comunque all’opera poichè nessuno può obiettare che ne abbia ora pieno diritto.

  • 24 Maggio 2018 in 20:37
    Permalink

    Vedo che alcuni dei nomi usciti ..rientrano pure nel mio prox articolo..
    io ho cercato di fare un ampio giro sul parco giocatori papabili ma ciò dipende ANCHE da cose che io non posso conoscere, PREZZO, FATTIBILITA’ DELL’OPERAZIONE, volontaà delle tre parti avverse, società, giocatore e procuratore ,,
    costo e ingaggio sono fondamentali..naturalmente …
    ..spero che esca preso ..magari stanotte vero Direttore ??

    • 24 Maggio 2018 in 23:33
      Permalink

      I agree with you Douglas. Cerri is a very promising player and Faggiano should try to sign him. Maybe Juventus is willing to accept a good offer

      • 25 Maggio 2018 in 10:01
        Permalink

        Also …I hope Ancelotti ….leaves Ciciretti with us on loan ( being that Ciciretti is not the profile player that Carlitos usually likes ) with an option to buy at a fixed price .

  • 25 Maggio 2018 in 20:19
    Permalink

    Figa, parlate come Vettel!

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI