CARMINA PARMA, di Luca Savarese / VANTAGGIO, ILLUSIONE E POI I DUE GANCI DA KO DI MONCINI: IL TEMA E’ ANDATO MALE, MA LA MATURITA’ NON E’ ANCORA FINITA…

luca savarese cesena(Luca Savarese) – Roberto D’Aversa sembra un prof che guarda i suoi allievi, nel minutaggio infinito che precede lo scritto di maturità. Si Cesena-Parma si può leggere anche come il tema, primo scritto, poi la versione, alias la gara col Bari quindi la terza prova, lo Spezia. Poi chissà, l’esame serie A potrebbe già finire qua o forse aver bisogno degli orali play off. Il ritmo non è da subito alto è vorticoso: le occasioni arrivano, a getto continuo. Sembra una giostra a chi segna per primo. Ci prova Ceravolo, fuori. Poi ecco Laribi, che spara addosso a Frattali. Poi tiro di Ceravolo di prima intenzione, alto. Poi contropiede fulmineo romagnolo, palla che si spegne sul fondo. La gara, invece, è accesissima. Castori in tuta, D’Aversa che dismette immediatamente la giacca e rimane in camicia e maglioncino, si sbracciano come toreri nelle rispettive aree tecniche.

cesena parma savarese 1In campo i tori bianconeri e gialloblù si studiano ma non si colpiscono, si sbattono tanto ma non si feriscono, dimostrando due collettivi caricati a mille per la battaglia. Ceravolo, è molto mobile: il suo mancino crea spesso momenti d’inventiva ad una gara tra clave affilate.
La posta in gioco, i risultati delle altre, in alto vista Parma ed in basso, per il Cesena, ha creato un mix di concentrazione ed adrenalina che sul campo sintetico dell’Orogel Stadium, la fanno da padrone. Fulignati, chiamato in causa con una certa frequenza, si affida spesso a poco sicure respinte coi pugni. Dezi, su una ripartenza quando è da poco passata la mezzora, può essere letale, ma il suo destro appena fuori area, dalla destra, dimostra di non esserlo. Il Cesena sembra un leone, uscito dalla gabbia di calcoli e paure, appena può, va per sbranare. Fourneau di Roma è vigile attento, al 42’ mostra due gialli e prende la targa di Suagher e Ciciretti. Donkor, dietro intanto, sulla destra, sbroglia e imposta manco fosse Thuram.

cesena parma sava ingresso campoAnche nel secondo tempo il copione rimane il medesimo: squadre abbottonate fino all’ultima asola della camicia. Chi sbaglia per primo,paga. Chi ha una giocata in canna, deve tirarla fuori ora. Questa arriva, puntuale come un’ispirazione, sulla cabeza di Fabio Ceravolo che gira in rete un corner di Ciciretti e trova la deviazione in porta di Fedele. Siamo al 13’ ed il Parma ha trovato il vantaggio, il Cesena ha pagato cara la sua prima vera disattenzione. Castori corre ai ripari: toglie Jallow, dinamico ma impreciso davanti e butta dentro Moncini, che sovente ha tolto da queste parti le castagne dal fuoco. Il Parma, dopo l’incidente di percorso di Vercelli di sette giorni fa, con la Ternana ha ritrovato subito il successo ed oggi, in trasferta, ha provato ad usare la testa e di testa Ceravolo ha bucato Fulignati. “Salta con noi che torniamo in Serie A”. Questo, il disco che i Boys hanno messo su appena il gioco è ripreso, dopo che Ceravolo ha trovato la rete. Seconda marcatura consecutiva per il bomber calabrese. Insigne, sostituisce un ispiratissimo Ciciretti, al quale, è mancata solo la gioia del gol. Mentre Dalmonte rileva, in campo romagnolo, Fedele. Frediani per Di Gaudio è il secondo cambio crociato. Castori però vuole giocarsela fino alla fine: Chiricò per Perticone è una dichiarazione d’intenti, offensivi. Il gol, ha sbloccato il Parma e messo confusione al Cesena, che ha perso l’ intraprendenza del primo tempo. Continua il festival dei cambi, quelli crociati terminano con l’ingresso di Calaiò per Ceravolo. Il Parma, però, ha due palle per chiudere la pratica ma non le sfrutta, le sciupa. Il Cesena, ha il merito di non sfilacciarsi. Così al tramonto della gara Moncini colpisce il Parma di destro, sfruttando un “Vado io non vai tu”della difesa crociata. Fourneau dà sei minuti di recupero. Il clima in campo e sugli spalti è bollente. Nella tribuna centrale per sedare un principio di rissa devono addirittura intervenire i carabinieri. Il cavalluccio mostra di avere mille vite. Moncini lo capisce, e ne mette una in porta. Il Parma è un pugile che prende un gancio all’ultimo istante, dentro un ring infuocato. Brutta gestione delle energie psicofisiche della squadra di D’Aversa che hanno buttato via tre punti non d’oro, di più. Diversamente da Vercelli, dove i piemontesi avevano punito un Parma stanco, i crociati al Manuzzi si sono improvvisamente addormentati perdendo di vista la realtà e facendosi schiacciare dallo sforzo emozionale del Cesena, che con la freschezza di Moncini, ha assestato due ganci ed in rapida successione ad un Parma forse troppo sicuro che sarebbe bastato il gol del vantaggio per volare. Il tema è andato male, ma la maturità, non è ancora finita. Ora sotto con la versione, si chiama Bari, non si può sbagliare. Luca Savarese (I video amatoriali dagli spalti sotto soni di Chiara Bergamaschi)

14 pensieri riguardo “CARMINA PARMA, di Luca Savarese / VANTAGGIO, ILLUSIONE E POI I DUE GANCI DA KO DI MONCINI: IL TEMA E’ ANDATO MALE, MA LA MATURITA’ NON E’ ANCORA FINITA…

  • 7 Maggio 2018 in 00:34
    Permalink

    Se ne riparla ai playoff ma alla maturità ci siamo lontani come le pesche a gennaio, al di là dei cambi demenziali manca qualcosa dalle sopracciglia in su e tanto dalla cintola in giù

  • 7 Maggio 2018 in 01:02
    Permalink

    Con questa partita D’Aversa ha gettato la maschera.
    NON È DA PARMA.
    Non ho capito per quale motivo ha messo in squadra
    Frediani e Imsigne quando invece per difendere
    la serie,A che era praticamente nostra ci voleva un
    difensore e un centrocampista

    Se non si vincerà ai play off
    la colpa e solo di D’Aversa che
    NON E DA PARMA.
    Il Venezia in 3 partite ci ha
    recuperato 6 punti.

    D’Aversa è un perdente nato.
    Ma che senso ha sostituire
    un attaccante con un altro
    attaccante se poi questo lo si
    fa giocare da difensore?
    Ma porca nestia. allora
    inserisci direttamente
    un difensore o no?

    Non si può perdere sempre con.le piccole
    Vedi punto persi con
    Cesena 3 punti fuori
    Vercelli. 3 punti fuori
    Cremonese 3 punti fuoro
    Entella. 3 punti fuori
    Brescia 6 punti ( 3 in casa e tre fuori)
    tanto per citarne qualcuna
    SONO 18 PUNTI
    Fate voi……
    Con le piccole D’Aversa non sa motivare i giocatori
    Questa è la sacrosanta verità e poi
    NON
    C’È
    GIOCO.
    NON C’È MAI STATO

  • 7 Maggio 2018 in 07:55
    Permalink

    È finita, dai. Ci siamo illusi solamente perché Frosinone e Palermo era scoppiate. Ora recuperiamo energie fisiche e mentali per i playoffs.

    • 7 Maggio 2018 in 13:19
      Permalink

      Luca io
      a questa squadra
      a questo tecnico
      a questo preparatore atletico
      NON CREDO.
      Preparati
      ARRIVEREMO QUINTI
      Siamo alla frutta.
      Se andiamo in A
      PROMETTO
      Mi ritiro in convento
      e divento un frate di clausura.
      Ma non hai visto che cambi
      ha fatto D’Aversa?
      UNA FOLLIA
      Ma con lui pensi di andare in A?
      MA VA……….

  • 7 Maggio 2018 in 08:05
    Permalink

    Ci vuole del coraggio a riguardare la partita ..ho dormito poco….ebbene ho riguardato gli ultimi 25 e con più lucidità confermo , partita buttata, almeno 1 cambio grossolanamente errato, Calaio non doveva entrare (spero D’aversa non si senta obbligato a dare il contentino a certi giocatori )ma un rinforzo centrale , in più non ha gestito bene una palla che una quindi doppiamente inutile, eppoi basta essere molli in difesa sugli esterni …e’ successo a Vercelli protagonista Gazzola in occasione del cross x il gol , è successo ieri per il cross di Donkor (lui si che è tignoso e bravo) libero come il vento eppoi ankora Gazzola molle che concede 1 metro al giocatore cesenate che può così centrare per Monchini (ma chi e?) ….goal !
    Bisogna sbranare sbavare, semplicemente marcare come dio comanda invece….se non si applica questa massima non si va in SERIE A…

  • 7 Maggio 2018 in 08:23
    Permalink

    La stagione non e’ finita, ci sono i play-offs da disputare. Dalle ultime due sconfitte esterne c’è molto da imparare sia per il tecnico che per i giocatori. Speriamo lo facciano, sia pure in extremis, perche’ non si può perseverare nell’affrontare avversari senza metterci la grinta adeguata all’occasione ed a vanificare opportunità gestendo ripartenze in modo pessimo. Ieri per come si era messa la partita riuscire a perdere e’ stata una vera e propria impresa dove le colpe del Parma sono state di gran lunga superiori ai meriti del Cesena. Cesena che ha giocato come si fa in B, picchiando e correndo…per vanificare i loro piani bastava usare la testa e gestire il vantaggio

  • 7 Maggio 2018 in 09:25
    Permalink

    Abbiamo perso la testa…….

  • 7 Maggio 2018 in 11:42
    Permalink

    Vergogna società giocatori e allenatore…. non meritate questi tifosi…..

    • 7 Maggio 2018 in 12:17
      Permalink

      Io invece mi vergogno di certi commenti

  • 7 Maggio 2018 in 13:10
    Permalink

    In molti giocatori del Parma per me manca
    la grinta ed anche l’autostima in quanto
    NON CREDONO A LORO STESSI.
    Quante volte l’ho detto che nel Parma manca
    UNO PSICOLOGO
    Non si possono prendere due gol del genere
    in rapida successione come ieri.
    NON STA NÉ IN CIELO NÉ IN TERRA.
    È come fare una maratona olimpica
    essere in testa e a 10 metri dal traguardo fermarsi
    in quanto le forze vengono a mancare.
    Stringi i denti e butta il cuore oltre l’ostacolo.
    NOI NON LO ABBIAMO FATTO PURTROPPO.
    Ci siamo cagati addosso dalla paura.
    Questa è mancanza di personalità.
    Quanti punti abbiamo buttato via con squadre
    derise e umiliate da tutti che con
    noi sembravano fenomeni?
    MAMMA MIA.
    CI VORREBBE IL……PALLOTTOLIERE.

  • 7 Maggio 2018 in 17:14
    Permalink

    Ma quanto disfattismo….io sono ancora ottimista…fa tì…

    La società sta facendo di tutto per portarci in serie A,

    purtroppo le partite sono fatte di episodi,

    a volte a nostro vantaggio e a volte a nostro svantaggio..

    Col Bari sarà una passeggiata e ancora di più con lo Spezia.

  • 7 Maggio 2018 in 21:59
    Permalink

    Chicco anziché dire mi vergogno di certi commenti perché non esponi una tesi che avvalori la tua…non vergogna.
    Le critiche positive o negative vanno esaminate in base al colpo d’occhio del tifoso .
    A chi gli va sempre bene tutto può darsi che il Parma gli stia bene anke in SERIE C…a me no !

  • 7 Maggio 2018 in 22:43
    Permalink

    Bravo Gian Marco, io penso che questi giocatori abbiano deluso in lungo e in largo, dove si vuole andare con 12 sconfitte molte delle quali con squadre che hanno le palle e noi no… poi mi tocca sentire Faggiano dire che noi siamo l’unica s aurea che gioca la palla dalla difesa, e mi viene a far credere che il Cesena ieri non ha giocato…, e noi abbiamo giocato??? Ma per favore liberiamoci di questa gente….

  • 8 Maggio 2018 in 09:16
    Permalink

    ma chicco intendeva i commenti di faggiano ,orsu’ gente arrivateci

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI