GAZZETTA.IT: “PARMA A PROCESSO: DEFERITI CLUB, CALAIO’ E CERAVOLO: ORA A RISCHIO C’E’ LA SERIE A”

gazz deferimento

(da gazzetta.it) – Il Parma è stato deferito per responsabilità oggettiva insieme ai propri tesserati Emanuele Calaiò e Fabio Ceravolo accusati di tentato illecito sportivo in merito alla partita Spezia-Parma dell’ultimo campionato di Serie B. Questa mattina la Procura Federale ha consegnato l’avviso di conclusione delle indagini agli interessati: entro una decina di giorni, il club emiliano e i suoi due tesserati andranno a processo presso il Tribunale Federale (il primo grado della giustizia sportiva). La Procura ha quindi sciolto le riserve, incriminando i due tesserati per tentato illecito sportivo che mette a rischio la promozione in Serie A degli emiliani: ora se il tentativo di illecito sarà accertato, il Parma rischia una penalizzazione in termini di punti che dovrà essere scontata nella stagione in corso e che potrebbe modificare l’ultima classifica del campionato di Serie B.

***

L’ARTICOLO 7 — La Procura Federale, questa mattina, ha deciso di accusare i due tesserati del Parma per tentato illecito sportivo, e per il club è scattata la responsabilità oggettiva, richiamando l’articolo 7 del codice di giustizia sportiva della Figc. Il codice non fa alcuna differenza tra un illecito consumato ed un illecito solo tentato. L’articolo 7 recita: “Il compimento, con qualsiasi mezzo, di atti diretti ad alterare lo svolgimento o il risultato di una gara o di una competizione ovvero ad assicurare a chiunque un vantaggio in classifica costituisce illecito sportivo”.

CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO COMPLETO DI ALESSANDRO CATAPANO SU GAZZETTA.IT

Stadio Tardini

Stadio Tardini

49 pensieri riguardo “GAZZETTA.IT: “PARMA A PROCESSO: DEFERITI CLUB, CALAIO’ E CERAVOLO: ORA A RISCHIO C’E’ LA SERIE A”

  • 20 Giugno 2018 in 11:59
    Permalink

    A questo punto io saluto il calcio per sempre, grazie alla società e ai due fenomeni citati….

    • 20 Giugno 2018 in 12:09
      Permalink

      Società perchè?

  • 20 Giugno 2018 in 12:01
    Permalink

    No comment..ora vediamo la forza della Società. Se tutto è in mano a Paperino Carra siamo fritti.
    Mi piacerebbe sapere da tale Pecoraro perchè il famoso ciao Taglia di Allegri non ha portato a nulla..mentre ste due cazzate qui hanno provocato tutto questo casino.
    Ora Calaiò e Ceravolo devono essere bannati dallo stirone all’enza con effetto immediato per la stupidità, però tutto questo dimostra come MZ abbia forti agganci a Roma.

  • 20 Giugno 2018 in 12:05
    Permalink

    visto la mancata partecipazione al mondiale ci voleva qualcosa per scuotere questi mesi di Giugno e Luglio… confermato che la Gazzetta ha sicuramente l’esclusiva su tutte le notizie della giustizia sportiva.

  • 20 Giugno 2018 in 12:06
    Permalink

    Io col calcio ho chiuso.
    Ci sono cose più importanti nella vita
    che causa il calcio ho sempre trascurato.
    Fortunatamente non.mi sono abbonato.
    Soldi risparmiati.
    Zamparini ha urlato
    la nostra società ha taciuto.
    Ha vinto il “Metodo Zamparini”
    Bisogna prenderne atto.

    • 20 Giugno 2018 in 16:06
      Permalink

      Almeno una buona notizia: Velenoso ha smesso col calcio!

  • 20 Giugno 2018 in 12:08
    Permalink

    Ma ci vuole tanto a capire che è necessario che il Palermo stia in serie A il prossimo anno? Basta leggere l’ultima intervista di Zamparini per farsi un’ idea.E poi il Parma in B rende più interessante la categoria. E tutti felici. Una cosa è certa, anzi due: la prima è che il calcio italiano per me è morto e sepolto, dopo questa colata di merda che si divertono a lanciare su Parma ogni anno. È dai tempi di calciopoli e Lecce-Parma che il Parma viene presa come vittima sacrificale . La seconda è che il palermitano Calaiò può tornarsene nella sua Palermo , perchè neanche mia cugina di 13 anni si sarebbe sognata di mandare un messaggio agli avversari, aldilà dei contenuti. Fossi negli azionisti, ritirerei la squadra. BASTA.

  • 20 Giugno 2018 in 12:09
    Permalink

    Neanche adesso faranno due righe in società…….

  • 20 Giugno 2018 in 12:10
    Permalink

    Anche io, addio. Ora basta prese per il c.. o

  • 20 Giugno 2018 in 12:12
    Permalink

    A processo cosa accade?Ci sarà la possibilità di difendersi oppure emetteranno solo la sentenza?

  • 20 Giugno 2018 in 12:15
    Permalink

    La fine della mia unica passione. A malincuore, non seguirò più nessuna partita, del Parma e non.

    • 20 Giugno 2018 in 12:27
      Permalink

      Prendiamo spunto dalle parole di Simone Delboni, è capibile l’amarezza, la delusione, l’incazzatura e tutto il resto, ma abbandonare il Parma nel momento del bisogno non è proprio il massimo.

      Ricordiamo che finora siamo di fronte a un deferimento che tradotto nella giustizia ordinaria è come il rinvio a giudizio. Il giudizio, appunto, dovrà essere formulato da persona terza (il giudcie sportivo del Tribunale Federale Nazionale) che potrebbe completamente ribaltare la tesi della pubblica accusa (cioè della Procura Federale).

      Insomma: siamo solo all’inizio di un percorso difficile, ma non è certo questo il momento di gettare la spugna.

      Capiamo lo schifo che provano in tanti, in quetso momento, ma il nostro invito oggi, come qualche anno fa, è lo stesso: cercare di essere il più razionali possibile. La lettura dei WhatsApp si presta a interpretazioni svariate: se per noi che abbiamo Parma nel cuore erano solo una cavolata, c’è la procura federale, che ha il dovere di essere sospettosa, che ipotizza un tentativo di aggiustare la gara. Vi è da sperare che il terzo chiamato a giudicare, appunto il giudice sportivo, abbia una visione più simile alla nostra che a quella degli inquirenti.

      Rispondiamo qui anche a Simone T: è evidente che, pur molto sommario, sarà celebrato un processo e dunque oltre all’accusa ci sarà anche la difesa.

      A chi chiede parole o comunicati alla società: anche qui suggeriamo calma e gesso. In questo momento aggiungere elementi che si possano ritorcere contro non è il massimo. Meglio concentrarsi, appunto, sulla difesa, e cercare di saltarci fuori: servono fatti e non parole. E questa società di fatti ne ha fatti parecchi. E va riconosciuto

      • 20 Giugno 2018 in 13:15
        Permalink

        Capisco che la società voglia trattenere i tifosi dalla sua parte, capisco che la società deve tutelare l’accesso alla serie A e le decine di milioni che ne derivano, capisco tutto.
        Ma capite anche voi che abbiamo subito abbastanza, raccontare che Ceravolo è stato deferito perché ha scritto “ci vediamo prossimamente” è un insulto all’intelligenza delle persone, cercare di farci credere sin dall’inizio che quello dello spezia si è preso la briga di andare alla procura federale con quello in mano è sostenere l’insostenibile. Noi (io) tifosi vorremmo una società onesta, e basta. Mi piacerebbe una presa di responsabilità piena piuttosto che prendere in giro i tifosi, sono sicuro che Ceravolo ha scritto qualcosa di ben più interpretabile, sono sicuro perché non può essere altrimenti. Io sono personalmente stanco, anche io l’abbonamento non l’ho ancora rinnovato, non lo farò sia se sarà A che se sarà B, la mia delusione è stata quella di essere stato ancora preso in giro da una proprietà che preferisce difendere Ceravolo piuttosto che il nome della nostra città, giro da tanti anni con tanti altri, in qualsiasi condizione atmosferica e economica, non me lo ha chiesto nessuno e nessuno mi deve niente, tenetevi Ceravolo che è un patrimonio, io vi saluto

  • 20 Giugno 2018 in 12:25
    Permalink

    Ma quel giocatore del Frosinone che chiedeva a quello del Foggia perchè avete segnato?Quello va bene?

  • 20 Giugno 2018 in 12:26
    Permalink

    Credo che Lei direttore, che fa parte della famiglia PARMA possa almeno in sincerità, dire il suo pensiero sulla fine che faremo….credo che i tifosi del parma abbiano pagato già troppo ….. adesso basta abbiamo passato il limite… non posso credere che si possa perdere la serie A per questi due messaggi….. se la società ha nascosto altre verità allora è una doppia pugnalata….saluti

  • 20 Giugno 2018 in 12:35
    Permalink

    come noi nessuno mai !!!! ghe dubi ragass etor ke canelì

    mi auguro ke mi sbaglio ma la frittatella è fatta dai là

    forsa pàrma ( ritorneremo dove più ci compete)

    do el col dal stadio nuovo con centro commerciale !!!!

  • 20 Giugno 2018 in 12:36
    Permalink

    Il deferimento era ormai programmato …
    Anch’io ieri mi sono sfogato ma a mente fredda sono strasicuro che verranno squalificati i giocatori ed una multona al Parma oppure se tolgono punti quest’anno sarà tutto da ridere …richiamano in costume da bagno le squadre a sfidarsi a calcetto sulla sabbia..?
    Vogliono creare un precedente …un avviso ai giocatori di tutti i campionati che nemmeno i saluti si devono mandare fra di loro…
    Piuttosto il mercato ora????
    L’ho già detto ieri cmq finisca hanno rovinato una meravigliosa storia …non sarà più uguale.

  • 20 Giugno 2018 in 12:41
    Permalink

    Quando dissi che se il Palermo avesse perso la finale dei play off saremmo retrocessi a suo favore e,se invece avesse vinto il Palermo l’inchiesta sarebbe stata archiviata TUTTI RIDEVANO.
    Tante cose ho detto e si sono avverate…..purtroppo
    Ora ci sarà il processo.poi ci sarà l’appello ma fidatevi di.me
    NON ABBIAMO SCAMPO.
    Zamparini vuole la A è l’avrà con la prepotenza con l’inganno.
    E ora vengono fermati gli abbonamenti?
    Vengono fermati i lavori allo stadio?
    Viene fermato il mercato?
    Il danno è enorme.
    Volevo rispondere a stadiotardini.it.it
    Non è che uno abbandona il Parma nel momento del bisogno
    UNO ABBANDONA IL CALCIO NON IL PARMA.
    perché questo calcio è
    MARCIO che piu marcio non si può.
    Il Parma rimarrà sempre in noi ma
    quando con metodi mafiosi uno.urla e sbraita e ha sempre ragione anche quando ha torto marcio allora è più forte di te.
    DEVI FUGGIRE.
    La vita è altro.

  • 20 Giugno 2018 in 12:42
    Permalink

    Nella migliore delle ipotesi ossia che si chiuda con un nulla di fatto sarebbe comunque un rilevante danno sul calciomercato e di immagine. Adesso è difficile pianificare la stagione futura.
    Almeno spero che la sentenza ci sia in tempi rapidi.
    Inoltre se ci danno punti di penalizzazione sulla stagione conclusa non possono toglierci il diritto acquisito di fare i play off e ribadisco con quali rose? Inoltre i play off andrebbero rifatti dalle semifinali… per me è tutto impossibile.
    Quanta amarezza…

  • 20 Giugno 2018 in 12:47
    Permalink

    A questo punto mi viene da pensare che il tenore dei messaggi sia diverso rispetto a quello che abbiamo letto in questi giorni…

  • 20 Giugno 2018 in 12:49
    Permalink

    Ché brutte giornate ragazzi, o pieno le b…. Con queste cose ……

  • 20 Giugno 2018 in 12:56
    Permalink

    La società fa bene a non esporsi.
    Si sa quando si arriverà al verdetto?
    Giusto per capire (visto che il rischio retrocessione c’e) se ci si può muovere sul mercato/abbonamenti/messa a norma del tardini.
    Certo che la situazione ha parecchie similitudini con la mancata qualificazione uefa…
    Speruma ben

  • 20 Giugno 2018 in 12:58
    Permalink

    C’e qualcuno che mi sa dire la differenza
    che c’e tra la responsabilità diretta e responsabilità oggettiva.?
    Vi faccio questa domanda perché se dovessimo andare in B per la responsabilita’ oggettiva, con. La responsabilita’ diretta dove andremmo?
    Presumo sempre in B e allora
    che differenza ci sarebbe tra l’illecito diretto
    e quello oggettivo?
    Per il Parma nessuna differenza
    Che calcio.marcio mamma mia.
    Fuggo eccome se fuggo.

  • 20 Giugno 2018 in 13:00
    Permalink

    Deferiti per 2 SMS. Io chiudo qua. Presi per il culo in 3 anni.

    • 20 Giugno 2018 in 13:03
      Permalink

      *2 volte in 3 anni.

  • 20 Giugno 2018 in 13:02
    Permalink

    Io credo che il procuratore federale abbia deciso per il deferimento proprio per non prendersi la responsabilità di archiviare il tutto visto il gran casino fatto da Zamparini.Ma con questo non vuol dire che siamo già condannatin adesso parola al giudice e penso che sia dura per la Procura (e lo sanno anche loro) provare il tentativo di illecito ma almeno così nessuno li attacca. Adesso se poi i messaggi sono quelli delle anticipazioni bisognerà far un buon lavoro con la stampa per cercare di portare l’opinione pubblica e dei giornali dalla nostra parte. Sarà ma io sono fiducioso. Toglierci la Serie A è molto complicato con queste norme e a play off giocati

    • 20 Giugno 2018 in 13:57
      Permalink

      Questa di Andrea m ..mi sembra una replica-osservazione molto razionale:

      il corpo del reato è ridicolo, il movente non sussiste o, quantomeno, sulla base degli sms, mi sembra una barzelletta comicissima…

      la Procura se n’è lavata le mani, ha ponziopilateggiato ma non ha archiviato: ottimo atteggiamento da parte di qualcuno che non ha le palle ….
      ORA, UN GIUDICE, TERZA PERSONA, DOPO AVER ANALIZZATO TUTTE QUESTE STRONZATE, ARIA FRITTA,
      OPTERA’ PER IL poco o NULLA …ANCHE SE …IL SOLITO DANNO D’IMMAGINE MEDIATICA, DI RISVOLTI E STRASCICHI SUL MERCATO E QUANT ALTRO A SEGUIRE…
      saranno un fardello difficile da smaltire da parte della Società
      ..
      IO CREDO CHE, DI FATTO, PER QUESTA POCAGGINE, NESSUNO CI POSSA TOGLIERE LA SERIE A…..

      se Zamparini deve andare in Serie A, ha tempo un anno intero…
      quindi…si arrangi e non rompa le scatole a chi , la Serie A l’ha vinta sul campo ANCHE PER ERRORI DELLE CONTENDENTI…
      Palermo e Frosinone compresi
      quindi, che cas vot da nuetar ?

  • 20 Giugno 2018 in 13:09
    Permalink

    ho chiesto a zamparini perche lei e sempre coci….,…diciamo pittoresco ha avvisato la pretura hanno aèerto un provvedimento contro di me

  • 20 Giugno 2018 in 13:12
    Permalink

    Ceravolo deferito per “TENTATO ILLECITO SPORTIVO ” per aver scritto a un ex compagno ” ci vediamo domenica “…. non c’è da aggiungere altro. Basta questo per chiedere con il mondo del calcio.

  • 20 Giugno 2018 in 13:12
    Permalink

    Bisognerebbe sapere qual è il margine di discrezionalità dell’eve pena. È possibile che venga decretata anche una penalizzazione di 10 punti? Qualcuno può dare una risposta certa?

  • 20 Giugno 2018 in 13:19
    Permalink

    Va bene i titoli sensazionalistici dei giornali o delle tv, però quando si parla di articoli del Codice di Giustizia sportiva occorre anche leggerli.
    Se il deferimento è per responsabilità oggettiva ai sensi dell’art. 7 del CGS, come si legge, il comma che riguarda la responsabilità oggettiva è il comma 4. Che dice:

    4. Se viene accertata la responsabilità oggettiva o presunta della società ai sensi dell’art. 4, comma 5, il fatto è punito, a seconda della sua gravità, con le sanzioni di cui alle lettere g), h), i), l), m) dell’art. 18, comma 1.

    Però deve essere accertata la responsabilità ed il comma 5 dell’art. 4 è questo:

    5. Le società sono presunte responsabili degli illeciti sportivi commessi a loro vantaggio da persone a esse estranee. La responsabilità è esclusa quando risulti o vi sia un ragionevole dubbio che la società non abbia partecipato all’illecito o lo abbia ignorato.

    Se la società ha raccontato la verità, mi diventa difficile pensare a qualcosa di grave, per quanto riguarda invece i due giocatori, mi spiace, ma di loro non me ne frega niente.

  • 20 Giugno 2018 in 13:33
    Permalink

    Sono completamente schifato. 1′ da due ………ecc.ecc.che per una stRon. …hanno rovinato la più bella cosa successa negli ultimi anni al calcio parmense 2′ per una “giustizia” sportiva così palesemente contraria a Parma (forse ci hanno fatto pagare quando, nei primi anni di serie a, abbiamo giocato alla pari e,forse ,meglio di squadre altolocate vincendo coppe che le hanno fatte imbestialire giurandoci eterna vendetta.).(fantascienza?) Eravamo dei paria-schiavi che volevano ergersi al pari dell nobiltà calcistica (ricordate il verso del salame fattoci dalla Sig. ra?). Bene se tutto andrà nel verso sbagliato,se torneremo in serie . (non voglio neanche scriverlo) quale sarebbe secondo voi la protesta più appropriata? Fare una squadra di ragazzini? nessuno più allo stadio? dite la vostra idea. Grazie.

  • 20 Giugno 2018 in 13:36
    Permalink

    Perché non è stata aperta un’inchiesta sullo juventino Orsato che ha falsato il campionato dirigendo da brividi ( voto 2) della gazzetta con quella direzione folle?
    Ad ogni modo Calajo’ a,Parma deve sparire.
    È di Palermo non è che Zamparini….
    Per Zamparini la serie A…val bene una Messa
    La vale specialmente,se a questa Messa ci sono i Re Magi con incenso e mirra ma specialmente ORO.
    A buon intenditor….

  • 20 Giugno 2018 in 13:50
    Permalink

    Tanzi , Ghirardi , Taci , Manenti , Calaiò e Ceravolo

    GRAZIE A TUTTI !!!

  • 20 Giugno 2018 in 13:54
    Permalink

    Ma mi chiedo: per un tentativo di illecito non serve una prova di tentata corruzione o minaccia? Il tentativo di influenzare l’avversario è solo a parole? Mah…

  • 20 Giugno 2018 in 13:58
    Permalink

    Diamoci un taglio. Intanto si,aspetta il processo e poi si giudica. Poi calaio e ceravolo possono aver sbagliato e.non discuto ma.dubito volessero compiere atti diretti a falsare il risultato della partita. Calaio non mipiace. Già l’,anno scorso era stato molto chiacchierato per un presunto counvolgimento in parma -,ancona e già prina a spezia, nonsi parlava bene di lui. Ma è certo che se la squadra è arrivata in A, molti meriti sono suoi. Per inciso , non credo che il deferimento sia avvenuto per quei due sms del cazzo che abbiamo letto. Deve esserci altro.

  • 20 Giugno 2018 in 14:03
    Permalink

    Che La Penna arbitro di Frosinone Palermo sia amico degli Stirpe sembra proprio che sia vero e che lo abbiano designato lui de Roma …..per una partita di una Laziale….
    Rigore non dato poi dato ….ma no protestano troppo…NON lo Do!!!! Palloni scaraventati in campo dai giocatori che equivale a slealta sportiva …ma l’arbitro dice che non ha dovuto interrompere il gioco….NON È VERO…
    1 minuto e 20 secondi da giocare ma lui asserisce che ha fischiato la fine….e Nicchi annuncia “Per noi ha arbitrato bene !
    Come detto prima tutto passa ma deve passare ciò che deve passare ….il Parma DEVE FARSI SENTIRE. STARE ZITTI COME A FIRENZE CONTRO IL PORDENONE …IL RIGORE NON C’ERA…!
    A PALERMO GOL VALIDO NEGATO AL 89 E NESSUNO GRIDA ALLO SCANDALO ! GLI ALTRI TUTTI I SANTI GIORNI RICORDANO IL PARMA COME UN ASSASSINO CHE HA RUBATO ….A STARE ZITTI SI PASSA DA FESSI …leggete i post sulla Rosa miolti ricordano Tanzi Manenti PORDENONE Spezia Gilardino ….dovrei fregarmene ma fa male… e noi…Zitti ? 1 comunicato fatto giorni fa non basta.
    Poi Pecoraro vorra passare la palla ad altri per scrollarsi di dosso la bestia Zamparini ma ormai e’ tutto rovinosamente crollato anche se tutto verrà cancellato.

  • 20 Giugno 2018 in 14:04
    Permalink

    Il deferimento e’ solo un espediente per fare pagare a qualcuno ( il Parma in questo caso ) i costi che ha comportato la messa in moto della giustizia sportiva. La societa’ e’ del tutto estranea a quanto accaduto. Se il contenuto degli sms e’ quello noto al pubblico, quello di Ceravolo e’ di per se’ innocuo…inopportuno fin che si vuole, ma privo di significato. Non ci fossero stati i due di Calaio’, inviati evidentemente senza pensare minimamente a cosa avrebbero potuto scatenare, sarebbe stato inosservato.
    Se nel 2018 i magistrati sportivi pensano che gli illeciti si commettano via WhatsApp in chat pubbliche…beh, siamo messi male, molto male. Ci sono modi per farlo sicuri e banali nella loro ovvieta’. Andra’ a finire con una sanzione pecuniaria alla societa’ per rientrare dalle spese, squalifiche di diversa entita’ ai due tesserati

  • 20 Giugno 2018 in 14:10
    Permalink

    Chiedo scusa proprio ora la società ha replicato con un nuovo comunicato.
    CERTO CHE STO VICINO ALLA SOCIETÀ
    COSÌ COME DEVE GRIDARE ANCORA LA SOCIETÀ.
    E ANCORA PIÙ FORTE !
    COME NOI !

  • 20 Giugno 2018 in 14:24
    Permalink

    Mi prolungo , La società DEVE chiedere tutti i giorni che gli sms vengano pubblicatti la gente deve capire e giudicare… la differenza fra un illecito tentato e la burla, perché non potrebbe essere altrimenti.

  • 20 Giugno 2018 in 14:33
    Permalink

    Il Parma deve immediatamente rendere noti i testi dei messaggi!!!!!

    La procura federale sta passando sotto banco tutte le informazioni alla Gazzetta dello Sport e il Parma si deve difendere sui giornali mostrando i messaggi.
    Il comunicato stampa, per quanto ben fatto, lo leggeremo solo noi tifosi del Parma.

    Se poi sarà multato, ma chissenefreda!

  • 20 Giugno 2018 in 14:34
    Permalink

    Lo sciacallaggio mediatico che stiamo subendo mi sta deprimendo. Ormai non apro neanche più i vari post sui social, per non assistere ai commenti di tutta Italia, che stanno gioendo sulla nostra carcassa. Zamparini avrà quello che vuole. Lo ripeto, bisogna ritirare la squadra. NON SO COSA ABBIAMO FATTO PER MERITARCI TUTTE QUESTE UMILIAZIONI MA SINCERAMENTE NON REGGO PIU’. BASTAAAAAA. FACCIAMOLI CONTENTI E CANCELLIAMO PARMA DAL CALCIO.

  • 20 Giugno 2018 in 14:37
    Permalink

    concordo una volta tanto con velenoso se il palermo andava in serie A probabilmente finiva a tarallucci e vino adesso cambia tutto ………nessuno osa con zamparini che ha chiesto le carte e di adire a rito civile e a smosso pesi grossi della politica italiana si e’ scomodato anche tajani micichecce e tanti altri ……….a questo punto non la vedrei cosi semplice a parte che e’ strano che calajo giocatore esperto che non dovevea neppure giocare si metta a mmandare sms di quel tenore sapendo i regolamenti e da buon palermitano il silenzio dovrebbe essere la regola !! tanto piu che doveva andare a palermo a gennaio …… e ancora piu strano che il compagno che dovrebbe essere un amico porti subito il telefono al direttore dello spezia traete voi le conclusioni ma mi sembrano tutti atteggiamenti strani

  • 20 Giugno 2018 in 15:00
    Permalink

    In questa storia ditemi voi come una società può essere responsabile delle minchiate che due suoi tesserati mandano con SMS. Come poteva il Parma tutelarsi dato che ibmessaggi privati che uno scrive sono tutelati dalla privacy?

  • 20 Giugno 2018 in 15:03
    Permalink

    Be ‘ ma lo sai che la tua teoria Cinese, farebbe fare cassa alla signora in giallo ?

    ….Palermo….serata a tavola …..Zamparini che aspetta il suo giuda…sarebbe una storia perfetta !

    Ma lasciamo che sia una favola per giallisti va’!

  • 20 Giugno 2018 in 15:04
    Permalink

    ZAMPARINI è MEGLIO RESTITUISCA I PRESTITI AVUTI da POPOLARE DI vICENZA e MPS
    Estratto da Corriere.it del 21.1.17
    l debito più grosso della Banca Popolare di Vicenza, 57,8 milioni di euro, è della Monte Mare Grado Srl, società che fa capo a Maurizio Zamparini, imprenditore attivo soprattutto nel campo immobiliare e noto per essere il presidente del Palermo calcio. Il prestito concesso per il progetto immobiliare «Vivere in Laguna» previsto nell’ex Valle Cavarera di Grado e mai andato in porto non è tornato indietro. Il Comune nel 2013 ha bloccato la variante per la realizzazione del villaggio turistico-termale-residenziale e per la Monte Mare Grado è sfumato un affare da 800 milioni di euro.

    Estratto da il giornale.it del 26.11.17
    Tra i clienti che hanno preso soldi dal Monte dei Paschi di Siena…c’ ‘è anche il gruppo di Zamparini, presidente del Palermo calcio, con 60 milioni di debiti.

  • 20 Giugno 2018 in 15:55
    Permalink

    io ho una sensazione strana, quando leggo le dichiarazioni di Zamparini mi sembra che lui voglia il posto del Frosinone non il nostro, questo anche alla luce del fatto che ha presentato ricorso contro l’omologazione del risultato.

  • 20 Giugno 2018 in 16:17
    Permalink

    Non sono per nulla preoccupato…..solo chiacchiere….
    Abbiamo una proprietà (quella parmigiana) che si farà
    rispettare negli uffici competenti….
    Avere 2 soci come il re dei tarallucci e quello del cemento
    non è da poco…
    Per il resto: TUTTI AD ABBONARSI…..

    • 20 Giugno 2018 in 19:30
      Permalink

      Le ultime notizie, se non sbaglio, dicono di deferimento solo a carico di Calaiò e del Parma per responsabilita oggettiva, di Ceravolo non si fa menzione.
      Quindi si tratterà di smontare l’assurda accusa di tentato illecito, solo per i messaggi di Calaiò, penso e credo che non sarà difficile smontare l’accusa di tentato illecito.
      Io sono abbastanza fiducioso.

I commenti sono chiusi.