FULVIO CERESINI: “PENALIZZAZIONE SPROPOSITATA E PER DIRLA ALLA FRANCESE… VOMITEVOLE”

FULVIO-CERESINI.jpg(Fulvio Ceresini, dal profilo Facebook) – Questa volta non scrivo da tifoso del Parma, ma da persona che per 25 anni ha vissuto all’interno di questo mondo del calcio e ha visto cose che voi umani………

La FIGC che controlla e organizza il calcio Italiano è attualmente commissariata…….e già questo la dice lunga….
Lo controlla talmente bene che ,tralasciando per pietà i risultati sportivi della nostra Nazionale , negli ultimi
sei anni ha perso ben 38 società,fallite o che non sono riuscite ad iscriversi nei rispettivi campionati e diverse altre seguiranno.

Lo controlla talmente bene da non vedere o meglio facendo finta di non vedere, i bilanci taroccati di innumerevoli società, a tutti i livelli,tecnicamente fallite da anni, che fanno finanza creativa vendendo marchi e facendo plusvalenze fasulle. Vedrete che il piccolo Chievo sarà solo la società più sfigata da sacrificare alla causa del rigore e del rispetto delle regole.

Allora ….cosa si inventano questi solerti governanti del calcio? Cosa pensano di fare mentre il loro mondo marcio sta implodendo,?..decidono di dare un segnale ,che ci sono ,attaccando la società ultima arrivata, la più sana di tutte ,ma che è arrivata forse ai massimi livelli inaspettatamente troppo in fretta e probabilmente a discapito ,di altre di amici degli amici .

Si inventano dal nulla un processo farsa, la tengono in scacco per oltre due mesi e la condannano con una penalizzazione ,
rapportata ai veri illeciti con protagonisti reo confessi,
che risulta spropositata e per dirla alla francese….vomitevole.

La vergogna vi accompagni.
È un mondo difficile e pericoloso.

Fulvio Ceresini (dal profilo Facebook)

Stadio Tardini

Stadio Tardini

13 pensieri riguardo “FULVIO CERESINI: “PENALIZZAZIONE SPROPOSITATA E PER DIRLA ALLA FRANCESE… VOMITEVOLE”

  • 23 Luglio 2018 in 20:35
    Permalink

    condivido del tutto lo spartito del sig. fulvio ceresini

    parole sante e genuine….complimenti e forsa pàrma

  • 23 Luglio 2018 in 20:39
    Permalink

    Grande Presidente buonasera,

    gliela dico breve e, in dialetto ..

    quand ghera so pedar e la Famiglia Ceresini ieren dietar temp..
    pu normel, meno sofistichè, anche se numerosi interessi economici-finanziari giravano già alla grande…
    …ed io rimpiango gli anni 90 di quel Grande Parma …

    … un ringraziamento alla sua famiglia per tutto ciò che ha dato al calcio locale…..

    mauro moroni

    • 24 Luglio 2018 in 10:34
      Permalink

      Ceresini e il suo Parma hanno caratterizzato gli anni 70 e 80.

      Gli anni 90 sono un’altra storia

      Per la precisione

  • 23 Luglio 2018 in 20:45
    Permalink

    concordo in toto con il Sig. Fulvio.

    il calcio in Italia va rifondato a partire dalle istituzioni che lo governano. deve basarsi su valori etici dello sport, bilanci trasparenti e spazio ai giovani e ai giocatori italiani. stadi moderni funzionali e al servizio della collettività.

    purtroppo ne parliamo da anni e non cambia nulla.

    tante volte abbiamo visto applicare “due pesi e due misure”, sia in campo che nelle aule dei tribunali, penalizzando alcune piccole-medie società.

    questa la triste realtà.

    detto questo,
    il Parma ha meritato sul campo la promozione e deve giocare in serie A. se il Parma non è la provata mandante di questi msg non ha colpe e NON dovrà scontare pena con punti di penalizzazione.

    spero inoltre il calendario non sia troppo duro altrimenti recuperare i punti sarà come scalare l’Everest.

    uno sconticino sui punti di penalizzazione ma un calendario dove incontrare le prime 10 dello scorso campionato con trasferte molto proibitive la vedo la vera penalizzazione.

    ovviamente spero non sia così e sia un avvio equilibrato.

    sempre, comunque e ovunque
    FORZA \+/ PARMA

    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif

  • 23 Luglio 2018 in 22:45
    Permalink

    Il Coni dovrebbe intervenire per davvero, altrimenti il Chievo ha tutte le ragioni per fare saltare il tappo…paralizzando campionati e facendo bannare la Figc dalla Fifa, le plusvalenze sono per gran parte artificiose e possono benissimo nascondere accordi sottobanco, se venissero analizzate tutte ci sarebbe da ridere, altro che cazzeggi via WhatsApp…Non ci vuole Ellery Queen per capire che se si vogliono alterare risultati lo scambio di giocatori e le plusvalenze sono il mezzo più sicuro ed inattaccabile

  • 24 Luglio 2018 in 09:21
    Permalink

    CHAPEAU!!

    Grande Fulvio, lo ricordo combattente a Cesena, con quel pirla (ma ce n’era piu di uno…) che faceva il fenomeno dalla panchina…

    Avanti Crociati

  • 24 Luglio 2018 in 10:00
    Permalink

    Vi invito a leggere le dichiarazioni di oggi dell’intercettato.. sono d’accordo su una cosa ossia che la sentenza, per come è scritta, si potrebbe facilmente ribaltare in Appello. Questo vuole per forza risanare il bilancio a spese del Parma, non a caso, ha detto che chiederà 50 milioni di danni al Parma. Fino a quando ci saranno persone così nel calcio italiano, neanche i mondiali ci meritiamo. In tutto ciò, basta fare un giro dei social per capire che abbiamo una reputazione distrutta. SIAMO STATI UMILIATI DA QUESTA VICENDA E DALLA NEGLIGENZA DI CALAIO’. Io non sarei convinto che restiamo in A

    • 24 Luglio 2018 in 11:25
      Permalink

      esatto Pasquale, perché (quasi) tutti leggono solamente i titoli delle testate senza approfondire e puntualmente nei titoloni mettono le ignobili parole dell’intercettato.
      Ora tra l’altro più sorridente visto il dissequestro del milione.
      Poi è tutto corretto: Alyssa, Mapel, la ex iena…. quello è tutto previsto dalla legge vero?

  • 24 Luglio 2018 in 10:31
    Permalink

    Dispiace per la macchia sportiva della penalizzazione, che sarà probabilmente di 3 o 4 punti.

    Ma davvero qualcuno su questo sito o in città dubita che il Parma farà fatica a fare i 41-43 punti per salvarsi?

    La squadra che sta nascendo mi piace molto, soprattutto se adesso si concretizzeranno le indiscrezioni più appetitose.

    Inoltre queste ingiustizie provocano una reazione nei giocatori, contribuendo a cementare il gruppo.

    E non dimentichiamoci del fattore C di d’Aversa

    Forza Parma

    • 24 Luglio 2018 in 11:56
      Permalink

      Io aggiungerei Lucarelli, credo sia un ottimo senatore nello spogliatoio, un valore aggiunto che altre squadre (avvoltoi) non hanno.
      Il mio dubbio è la tenuta della squadra, che dovrà avere una mentalità a lungo raggio fino a fine campionato.
      A mio parere quest’anno quota salvezza a 40/41, non come l’anno scorso purtroppo…

    • 25 Luglio 2018 in 14:55
      Permalink

      sottofondo di violini…..

  • 24 Luglio 2018 in 10:46
    Permalink

    La voglia di inchiappettare il Parma l’hanno sempre avuta, sia prima che dopo il fallimento. Un tesserato del nuovo Parma (risorto sano e pulito) ha però messo a disposizione un appiglio perfetto al quale gli inchiappettatori si possono attaccare per assestare l’inchiappettamento. Ed ecco che il cetriolone calibro -5 è già stato tirato fuori dai pantaloni con l’intento di farlo arrivare secco a destinazione. Ora spetta agli avvocati il compito di fargli cambiare direzione o di renderlo più morbido, di farlo ammosciare. Bisogna aver fiducia nell’avv. Chiacchio scelto non a caso … così il cerchio si chiude anche anal_graficamente.

    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif

    Ciao !!!!

  • 24 Luglio 2018 in 23:21
    Permalink

    Perfetto http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI