COPPA ITALIA: PARMA-PISA 0-1 (FINALE), CRONACA LIVE DI ILARIA MAZZONI E TABELLINO (VIDEO)

Tutto pronto per questo primo impegno ufficiale dei crociati che dovranno affrontare, nel terzo turno eliminatorio della Coppa Italia, il Pisa.

Toscani che scendono in campo con: Campani, Birindelli, Brignani, Zammarini, Moscardelli, Di Quinzio, Lisi, Izzillo, Masucci, Gucher e De Vitis. Allenatore: Luca D’Angelo.

I gialloblù schierati da Roberto D’Aversa sono, invece: Sepe, Iacoponi, Dimarco, Stulac, Ceravolo, Barillà, Gobbi, Galano, Di Gaudio, Gagliolo e Rigoni.

01′ Decreta l’inizio del match l’arbitro della gara, il Signor Marco Serra

04′ In avanti il Parma che prova a sfondare la difesa crociata che, però, si chiude bene

07′ calcio d’angolo per la squadra ospite, nulla di fatto: il pallone esce dalla parte opposta del campo. Sarà rimessa laterale ancora per i toscani

08′ entra pericolosamente in area crociata il Pisa, per fortuna la conclusione a rete di Brignani non riesce ad impensierire l’estremo difensore del Parma

11′ si rende pericoloso il Parma

13′ cerca di affondare il Parma nella sua prima vera azione offensiva guidata da Capitan Moscardelli. Il tentativo non va a buon fine e può ripartire in contropiede il Pisa, nulla di fatto, la difesa crociata si chiude bene

14′ Parma che prende coraggio e trova una potenziale occasione da rete sarà, però, solo calcio d’angolo per i crociati.

17′ buona azione in avanti per il Pisa che si spinge in avanti. Vengono, però fermati da un’efficace intervento crociato

20′ tenta di impostare il gioco la squadra allenata di D’Aversa che ora si propone con più costanza in zona d’attacco; ci prova ora con un tiro dal limite; pallone prontamente stoppato dall’estremo difensore dei toscani

23′ ci prova con un tiro dalla distanza il Pisa attraverso i piedi di Brignani; tiro che non impensierisce Sepe che andrà quindi a rimettere in gioco il pallone

31′ trova la rete del vantaggio il Pisa che ora conduce il match

36′ in avanti il Parma che ora si trova in svantaggio di una rete a zero; calcio d’angolo per i crociati che sarà battuto dalla sinistra, il pallone entra in area ma gioco fermo: fallo in attacco

44′ calcio d’angolo per i crociati che in questi minuti finali assediano i toscani; corner battuto, però, malamente e pallone che finisce direttamente sul fondo

46′ imposta l’azione crociata Di Marco, fermato, però, da un difensore avversario, c’è il tempo per un’azione per il Pisa che si limita, però, a gestire il pallone nell’attesa del fischio finale

47′ termina il primo tempo del match; squadre che rientrano negli spogliatoi con il risultato a favore dei toscani che conducono per una rete a zero

Squadre che tornano in campo per affrontare il secondo tempo di questo incontro, sarà il Parma a calciare il pallone di inizio

49′ Iacoponi cerca immediatamente di avanzare, ma il pallone torna tra i piedi dei toscani, ma l’estremo difensore avversario, pressato dall’azione del Parma, decide di lanciare il pallone a lato; palla che, quindi, torna tra i piedi dei gialloblù

52′ prova un tiro Ceravolo, il tentativo si rivela, però, debole ed inefficace

53′ primo cambio per il Pisa: esce De Vitis che lascia il posto a Meroni

54′ prova a partire Moscardelli che viene fermato dalla difesa crociata che si può, ora, spingere in attacco. Pallone che giunge, però, tra le braccia del portiere toscano

55′ grande occasione per il Pisa che stava per trovare la rete del doppio vantaggio

56’calcio d’angolo per i crociati; sul pallone Stulac, pallone verso il limite dell’area ma tiro che innesca il contropiede del Pisa, tentativo che, fortunatamente, non trova la via della rete

57′ ancora Pisa, gran tiro che sfiora la rete ed illude, per un istante, i supporter toscani di aver trovato il doppio vantaggio

60’tenta l’ingresso in area di rigore la squadra di casa; calcio d’angolo che si rivela infruttuoso, cerca di ripartire il Pisa ma fischia un fallo il direttore di gara sarà, quindi, l’estremo difensore pisano a rimettere il pallone in gioco

61′ cambio per Roberto D’Aversa; entra Da Cruz che rileva Di Gaudio

62′ ci riprova nuovamente il Pisa che cerca la rete con una rovesciata di Moscardelli che, fortunatamente, non trova lo specchio della porta, riparte quindi in avanti il Parma

65′ prova Galano ad ispirare l’azione offensiva del Parma, ancora, però, nulla di fatto

68′ secondo cambio per i crociati: Biabiany al posto di DiMarco

69′ bella punizione per i crociati il pallone, però, sfiora solamente il palo e finisce sul fondo; Parma che continua ad inseguire il pareggio

71′ grande occasione per i gialloblù; il pallone danza davanti al portiere toscano ma nessun attaccante del Parma riesce ad insaccare il pallone in rete. Sarà corner. Battuto immediatamente, nulla di fatto

73′ cambio per il Pisa: fuori Masucci per Cuppone

74′ Cambio anche per il Parma che sostituisce Galano con Baraye

75′ corner per il Parma, colpo di testa di Gobbi che non trova, però, la porta

76′ Parma in avanti ora con la coppia Biabiany-Baraye che non riesce, però, ad infilarsi in area

78′ riparte il Pisa fermato fallosamente dai crociati; calcio di punizione di Zammarini che, per poco, non trova la porta; reattivo Sepe che devia in calcio d’angolo negando la doppietta all’attaccante avversario

81′ bell’occasione per il Parma che colpisce di testa con Baraye ma non riesce ad agguantare il pareggio

83′ Biabiany tenta di mettere un pallone in area ma quello che doveva essere, presumibilmente, un cross finisce per diventare un tiro, troppo debole, però, per impensierire il portiere avversario che accoglie il pallone tra le braccia

84′ punizione da metà campo per il Pisa

87′ Parma sfortunato: a seguito di un’azione offensiva il pallone balla sulla linea della porta toscana senza, però, purtroppo, entrare in rete

90′ il direttore di gara ha decretato il tempo supplementare: sono cinque i minuti a disposizione del Parma per cercare di guadagnare il pareggio e, quindi, i tempi supplementari

91′ nel primo minuto supplementare ci prova con un colpo di testa Da Cruz: pallone fuori, rimessa dal fondo; riparte il Pisa cercando un tiro dalla grandissima distanza con Moscardelli che non inquadra decisamente la porta difesa da Sepe

93′ ultimi minuti di speranza crociata, in avanti ora con Da Cruz il suo tiro è ribattuto dalla difesa pisana

94′ ancora una volta goal del pareggio sfiorato dal Parma, i tifosi del Pisa iniziano a gioire nell’attesa del triplice fischio

95′ Pisa che espugna il Tardini eliminando dalla competizione la squadra crociata. Appuntamento a Domenica prossima quando il Parma dovrà affrontare l’Udinese nella sua prima gara di questa stagione

PARMA-PISA 0-1 – IL TABELLINO

Marcatori: 29′ Zammarini,

PARMA – Sepe, Iacoponi (Cap.), Dimarco (25′ st Biabiany), Stulac, Ceravolo, Barillà, Gobbi (V. Cap.), Galano (32′ st Baraye), Di Gaudio (17′ st Da Cruz), Gagliolo, Rigoni. All.: D’Aversa
A disposizione: Frattali, Bagheria, Scavone, Di Maggio, Scaglia, Carriero

PISA – Campani, Birindelli, Brignani, Zammarini, Moscardelli (Cap.), Di Quinzio, Lisi, Izzillo (17′ st Verna), Masucci (30′ st Cuppone), Gucher, De Vitis (6′ st Meroni). All.: D’Angelo
A disposizione: Gori, Cardelli, Cernigoi, Bechini, Nacci, Giani, Negro.

Arbitro: Sig. Marco Serra di Torino

Assistenti: Sigg. Sergio Ranghetti di Chiari ed Alessandro Lo Cicero di Brescia

IV Ufficiale: Sig. Niccolò Baroni di Firenze

Ammonito: Gagliolo

Recupero: 2’+5’

Calci d’angolo: 8-3.

Spettatori: 5.497 per un incasso complessivo di 36.250 Euro

DAL CANALE  YOU TUBE DI STADIOTARDINI.IT IL VIDEO DELL’INGRESSO IN CAMPO DELLE SQUADRE

 IL VIDEO DELL’ESULTANZA DEI TIFOSI PISANI DOPO LA RETE CHE HA FRUTTATO AI TOSCANI IL PASSAGGIO DEL TURNO

47 pensieri riguardo “COPPA ITALIA: PARMA-PISA 0-1 (FINALE), CRONACA LIVE DI ILARIA MAZZONI E TABELLINO (VIDEO)

  • 12 Agosto 2018 in 20:33
    Permalink

    Forza ragazzi!

  • 12 Agosto 2018 in 20:50
    Permalink

    Forza Crociati Gialloblu

  • 12 Agosto 2018 in 20:58
    Permalink

    Qualcuno che sta seguendo la partita può confermare quanto stanno scrivendo qui? Giusto per capire se stiamo soffrendo in casa una squadra di C.

    • 12 Agosto 2018 in 21:22
      Permalink

      Confermo, siamo imbarazzanti

    • 12 Agosto 2018 in 21:31
      Permalink

      Si stiamo soffrendo, sono allo stadio

  • 12 Agosto 2018 in 21:01
    Permalink

    Stiamo giocando da cani e
    dicendo questo……chiedo scusa ai cani.
    Attaccanti da brivido

  • 12 Agosto 2018 in 21:07
    Permalink

    Sempre e solo forza Parma. Abbiamo fatto tre promozioni. Ci salveremo perché ci chiamiamo Parma sono coglioni gli altri a spendere.

  • 12 Agosto 2018 in 21:15
    Permalink

    E domenica arriva l’udinese.
    Mamma mia ci vorrà il…..pallottoliere

  • 12 Agosto 2018 in 21:18
    Permalink

    Il problema non è solo spendere, ma avere un ds che sta lavorando per il trapani e che non conosce un solo calciatore da lanciare in giro per il mondo. Quello ha indebitato la società , non ha mai venduto un solo calciatore e non trova un solo prospetto. Quest’anno i nodi verranno al pettine

  • 12 Agosto 2018 in 21:24
    Permalink

    Dei nuovi arrivati
    TUTTI PENOSI

  • 12 Agosto 2018 in 21:32
    Permalink

    Squadra imbarazzante, ma la colpa non è di chi è in campo e ne tantomeno di chi sta conducendo il mercato, purtroppo senza tirar fuori il grano e non chissà in quale quantità è complicato, a noi tifosi spetta appunto tifare a prescindere ma resta il fatto che con questa squadra si farà un campionato indecente purtroppo e non sarà l’ultima settimana a cambiare completamente la squadra a meno di 5 acquisti di livello assoluto. Stiamo per affrontare la serie A e non ci si salva con il “tutti uniti” e “stiamo vicini”, noi il frosinone e l’Empoli siamo nettamente inferiori alle altre.

  • 12 Agosto 2018 in 21:36
    Permalink

    Una volta le neopromosse compravano uno straniero di seconda fascia da lanciare..manco quello. Prendiamo Cassano. Sul serio. Se non ho i soldi per andare al ristorante non faccio lo schizzinoso. Comunque meglio fare una bella figuraccia oggi così il Cinese si scanta e caccia due spicci. Meglio perdere oggi che domenica e almeno si chiarisce a che livello siamo. Da media serie B (Benevento e Brescia sono più forti).

  • 12 Agosto 2018 in 21:39
    Permalink

    No dai ditemi che siamo su
    SCHERZI A PARTE.
    Una squadra di serie A NON
    può giocare così.
    I nuovi sono peggiore dei vecchi
    Tutti da 4 e dando 4 a tutti
    regalo quattro voti a ogni giocatore
    perché sono.ottimistein da
    ZZZEEEEEERRRRROOOO

    • 12 Agosto 2018 in 21:46
      Permalink

      Per me giocavamo meglio l’anno scorso. Almeno avevamo la migliore difesa della B. Quest’anno sembra peggiorata anche quella

  • 12 Agosto 2018 in 21:48
    Permalink

    Ma il mister visto che i nuovi non vanno cosa aspetta a fare i cambi?

  • 12 Agosto 2018 in 21:56
    Permalink

    Però se il Pisa è questo quest’anno vince a mani basse il suo Girone

    • 12 Agosto 2018 in 22:09
      Permalink

      Ma il Pisa arriverà a metà classifica.
      Siamo noi che siamo PESSIMI
      Attualmente il SALSOMAGGIORE
      è piu forte del Parma.

  • 12 Agosto 2018 in 21:56
    Permalink

    Non ce li ha i cambi poveretto. Non iniziamo a dare addosso al mister che non c’entra nulla. Neanche Klopp potrebbe fare di più senza soldi e senza squadra.

    • 12 Agosto 2018 in 22:13
      Permalink

      Anche lui come molti altri non è da serie A…. Non diamogli addosso se in 3 anni non è mai riuscito a dare un gioco a questa squadra!

    • 12 Agosto 2018 in 22:47
      Permalink

      Mezza squadra infortunato come l’anno scorso.
      Ci vuole o BALOTELLI o CASSANO
      bisogna sganciare cinesi.
      altrimenti prima d’iniziare il campionato
      SIAMO GIA’
      RETRO……”CESSI”

  • 12 Agosto 2018 in 21:59
    Permalink

    Mamma mia il Pisa sembra il REAL MADRID
    e noi la….FIDENTINA

    • 12 Agosto 2018 in 22:09
      Permalink

      VELENOSO FAI PENA….
      VERGOGNATI PENOSO.

      • 12 Agosto 2018 in 22:21
        Permalink

        Nicola a me sembra che fa pena il Parma.
        Tifoso si ma non COGLIONE.
        Siamo in serie A NON in serie C.

  • 12 Agosto 2018 in 22:03
    Permalink

    Partita deprimente! che roba ragass

  • 12 Agosto 2018 in 22:23
    Permalink

    Ragazzi siamo questi, o ci sta bene o ci sta bene. Non vanno bene i commenti troppo negativi vedi ( Davide,pasquale,Luca,assioma) ma nemmeno i troppi ottimistici tipo stadiotardini che oggi a qualcuno ha risposto dicendo ci sentiamo dopo la partita, forse troppo convinto di passare.

  • 12 Agosto 2018 in 22:26
    Permalink

    Ho sempre difeso tutti, ma oggi il Pisa sembrava il Real. Qualcosa non va e abbiamo solo una settimana per rimediare.

  • 12 Agosto 2018 in 22:27
    Permalink

    A 1 settimana dall’inizio del campionato secondo tutti gli addetti ai lavori siamo spacciati.
    Dopo la figuraccia di oggi, sarà ancora più difficile farsi prestare giocatori bravi.

  • 12 Agosto 2018 in 22:28
    Permalink

    Siamo a posto così. Mancano solo 5 giorni al campionato e giochiamo don Baraye e Da Cruz. Non oso pensare le figuracce che ci aspettano.

    • 13 Agosto 2018 in 01:03
      Permalink

      più che prendersela con i singoli (Baraye e Da Cruz) il problema è che la squadra messa in campo ieri NON aveva un minimo accenno di GIOCO.
      diversamente,
      con una squadra ben organizzata, dove tutti si muovono con automatismi e all’unisono, ben vengano i Baraye e Da Cruz e tutti gli altri..

  • 12 Agosto 2018 in 22:30
    Permalink

    In effetti, anche a voler restare ottimisti, partita scandalosa. Tiferemo lo stesso anche se rimanesse questa rosa, ma penso che i primi a essere preoccupati saranno dirigenti e società, eccetto quelli cinesi, che si hanno fatto investimenti, ma non tali da poter competere adeguatamente in questa categoria. LIZHANG FATTI SENTIRE

  • 12 Agosto 2018 in 22:35
    Permalink

    E non parlate di sfortuna o date colpa alla allenatore …che la società si faccia un esame di coscienza…

  • 12 Agosto 2018 in 22:37
    Permalink

    Comunque meglio oggi una figuraccia che in canpionato. Oltretutto negli ultimi 3 anni sempre fuori al primo turno!
    Chi ben comincia … il nostro obbiettivo rimane il 17 posto, certamente bisogna fare qualche acquisto.
    Forza Parma

  • 12 Agosto 2018 in 22:42
    Permalink

    Ragazzi, siamo dei salami.
    Chi ben comincia…… è a lla fine dell’opera. Quanto ci manca Ferrari for president.
    SOLITA FIGURACCIA . CHISSA QUANTO RIDONO I TANTI NOSTRI NEMICI…

  • 12 Agosto 2018 in 22:43
    Permalink

    Andivlatorintalcul, brut cornaciò che an sì etor

  • 12 Agosto 2018 in 22:45
    Permalink

    speriamo che questa partita serva almeno per arrivare a qualche giocatore utile alla causa …faggiano fai qualcosa servono rinforzi stando nel budget? ok ….però facciamoli arrivare in fretta

  • 12 Agosto 2018 in 22:45
    Permalink

    Calcio d’agosto, figa mia non ti conosco. Questo è il vostro vivido motto

  • 12 Agosto 2018 in 23:06
    Permalink

    Un anno fa alcuni tifosi creduloni del Parma andavano in TV a dire che con questi proprietari saremmo andati in Champions in pochi anni. Nessuno che guardasse a questi cinesi come si doveva ovvero al Granada, alla squadra presa in Belgio o a quella cinese. Signori ma una società che fattura 70 mln di euro può investire in 4 squadre di calcio? E la domanda successiva è perché i parmigiani hanno venduto a questi? Ma noi a Parma siamo così. Beceri creduloni. Vediamo cosa arriva ( gratis in questi giorni perché i cinesi hanno messo quel budget e non tirano fuori un centesimo) e speriamo di salvarci. Se andrà male, faremo come il Granada.

  • 12 Agosto 2018 in 23:17
    Permalink

    MOROSKY adesso aspetto il tuo prologo …con questa squadra a ottobre siamo già retrocessi..

  • 12 Agosto 2018 in 23:36
    Permalink

    Il video di Grossi fa venire il latte alle ginocchia.

  • 12 Agosto 2018 in 23:39
    Permalink

    io non ho mai visto nessuno che promosso in serie A non mette un minimo dico un minimo di budjet per gli acquisti solo il parma calcio 1913 , ormai ci hanno sgamato tutti dal il corriere dello sport che ci da unico 5 al ns calcio mercato e parla di assenza di budjet passi per altri addetti ai lavori che ridono ormai delle ns mosse di mercato passi per i bookmakers che ci quotano a 25 ovvero ormai retrocessi …………per fortuna che

  • 12 Agosto 2018 in 23:43
    Permalink

    il comportamento dei miei concittadini non lo approvo cosi rovineranno presto tutti gli sforzi dei soci prmigiani non mi ci riconosco nell attegiamento dei soci cinesi quasi mi fanno vergognare della mia mata terra, non me lo aspettavo una roba del genere se non avevano la forza di prendere il parma potevano starsne a casa

  • 12 Agosto 2018 in 23:52
    Permalink

    torneremo torneremo in serie B torneremo torneremo in serie b serie b serieb serie b ,,,,,,,,…………..prendiamola sul ridere perche’ non ci rimangono neppure gli occhi per piangere che umiliazione vedere il cinematografaffaro vincere con il pisa a parma povero lucarelli

  • 13 Agosto 2018 in 00:05
    Permalink

    TUTTO BENE ? SIIIIIIIIIIII UNA BEATA MAZZA ……ma come fanno alcuni a difendere toglietevi o popolino il prosiutto fagli occhi

  • 13 Agosto 2018 in 00:06
    Permalink

    Ci sentiamo dopo la partita?http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif

  • 13 Agosto 2018 in 00:16
    Permalink

    Finché qualcuno dei giornalai sotto libretto non avrà il coraggio di scrivere la realtà delle cose, avremo sempre la sensazione di avere in squadra dei fenomeni…basta guardare l’acquisto di Gobbi,
    over da un pó ed esaltato da noi tifosi.
    Ma chissenefrega se è uomo spogliatoio o che sia amico del capitano è balordo punto!

  • 13 Agosto 2018 in 02:45
    Permalink

    Non ha senso far la scalata dalla D alla A in soli 3 anni e poi metter su una squadra da retrocessione. Mi auguro che i 7 prendano coscienza che con il cinese non si va da nessun parte, anzi si va dritti in B, questo è uno che non ha assolutamente le capacità economiche per mantenere una squadra nella massima serie.

  • 13 Agosto 2018 in 06:43
    Permalink

    Mi dite sinceramente un giocatore di serie A visto ieri sera??

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI