D’AVERSA: “L’IMPEGNO E’ STATO MASSIMO, MA CI VUOLE MAGGIORE DETERMINAZIONE” (VIDEO)

d'aversa dopo pisa parma(Ilaria Mazzoni) – Mister Roberto D’Aversa aveva già messo in conto di avere problemi sul piano fisico, come aveva accennato nella conferenza pre-partita, che possono portare a vivere serate come quella che ha vissuto stasera il Parma. Insomma, sul piano fisico era consapevole che sarebbero stati superiori ai suoi ragazzi, il rammarico nasce per non avere avuto una reazione efficace anche se l’impregno, assicura, è stato il massimo per tutti, bisognerà ancora lavorare per migliorare. Una condizione fisica non ottimale, influenzata dall’ultima settimana di lavoro che ha preceduto l’incontro e che è stata carica di lavoro, questo, però, precisa, non significa che questo gruppo non abbia carattere.Alcuni giocatori, poi, essendo arrivati da poco, devono ancora entrare perfettamente nel meccanismo di gioco collettivo, anche se questo, afferma il tecnico, non deve e non vuole essere assolutamente un alibi; infatti, afferma, bisognava fare di più contro una squadra di categoria inferiore che ha certamente dato tutto stasera al Tardini per poter portare a casa il massimo risultato e che, alla fine, è riuscita a conquistare il passaggio di turno a nostro discapito. Per quanto riguarda Biabiany afferma di averlo inserito per le sue caratteristiche di spingere la squadra in fase offensiva e tentare di recuperare la gara, sorridendo, asserisce di volerlo utilizzare il meno possibile in campionato, ovviamente se il suo impiego significa per il Parma la necessità di recuperare il risultato.Nessun commento sul mercato, aperto ancora per questa settimana che ci divide dall’inizio della nuova stagione; saranno la società e il direttore sportivo, a prendere le decisioni adeguate, manca ancora qualcosa ma non spetta lui questo compito, il suo sarà quello di allenare i giocatori che avrà a disposizione, ricordando, conclude, che è concesso perdere, è il modo con cui lo si fa che cambia, però, le carte in tavola. Insomma, ci vorrà più determinazione, a partire dalla prossima Domenica, quando il Parma dovrà affrontare il suo primo incontro nella stagione del ritorno dei crociati nella massima serie. Ilaria Mazzoni

DAL CANALE UFFICIALE YOU TUBE DEL PARMA CALCIO 1913 IL VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA DI MISTER ROBERTO D’AVERSA DOPO PARMA-PISA 0-1

17 pensieri riguardo “D’AVERSA: “L’IMPEGNO E’ STATO MASSIMO, MA CI VUOLE MAGGIORE DETERMINAZIONE” (VIDEO)

  • 12 Agosto 2018 in 23:35
    Permalink

    e magari anche qulche acquisto che la scoieta’ non ti ha aftto non avendo ….. o se volgiamo definiamolo budjet zero o come lvolete ma cambia poco ………….ad adesso soldi investiti per la seriue A = 0 batteremo il record del benevento ma per favore non diamo colpe ea d vaersa e faggiano loro il loro compito lo fanno poi ………….sappiamo di chi e’ la colpa

    • 13 Agosto 2018 in 07:23
      Permalink

      Non so se te ne sei accorto, ma abbiamo giocato, e male contro il Pisa (il Pisa che ha fatto l’organico per la serie C) e non l’Inter. In questa partita non ci voleva l’organico da A ma una sana partita dove tutti giocano al meglio. Se il tecnico dice che manca determinazione sta dicendo che lui non sa moitvare i giocatori, e che D’Aversa manca sotto questo aspetto lo sanno anche i muri. Si, servono giocatori buoni per la A, ma anche se spendessimo 3 miliardi di euro con l’attuale mister non credo vedremmo i risultati aspettati.

  • 12 Agosto 2018 in 23:48
    Permalink

    oltre alla determinazione forse ci vorrebbero anche i soldi ……….ahahahah povero d vaersa tutto il mio appoggio deve essere veramente brutto lavorare in una societa’ì del genere

  • 12 Agosto 2018 in 23:54
    Permalink

    niente per passare il primo turno di coppa italia contro una squadra di serie c ci vuole solo una squadra di serie c piu’ forte

  • 13 Agosto 2018 in 00:01
    Permalink

    Faggiano prende calciatori dal Matera e li gira al trapani CX ed

  • 13 Agosto 2018 in 00:08
    Permalink

    Ci avrebbe fatto comodo Nocciolini e forse anche Corapi per i nostalgici.

  • 13 Agosto 2018 in 00:10
    Permalink

    facile puntare al mercato, chiedendo rinforzi.
    nulla di più sbagliato.

    stasera avevamo di fronte il PISA (serie C).
    non NAPOLI, JUVE, MILAN, INTER, LAZIO, ATALANTA, ecc

    vedete dei FENOMENI qui?

    Campani; Birindelli, De Vitis (51′ Meroni), Brignani; Zammarini, Izzillo (62′ Verna), Gucher, Di Quinzio, Lisi; Moscardelli, Masucci (76′ Cuppone).
    Allenatore: D’Angelo

    nel Parma,
    un mix di esperienza con giocatori si serie A e B:

    Sepe; Iacoponi, Gagliolo, Gobbi, Dimarco (71′ Biabiany); Rigoni, Stulac, Barillà; Galano (79′ Baraye), Ceravolo, Di Gaudio (65′ Da Cruz).
    Allenatore: D’Aversa

    la maglia nera (maglia di coppa),
    NON ci ha portato bene.
    al tardini hanno vinto i gialloblu-neri del PISA.

    quindi?
    non sono un D’aversiano, e non voglio partire già dalla prima gara attaccando il mister per il NON gioco,
    però…
    puur con gli indisponibili…
    con i giocatori messi in campo questo Pisa era battibile,
    bastava avere un minimo di ordine in campo, un minimo di schemi e gioco. cosa che non vedo da anni con questo mister. certe cose però vanno ammesse.

    puntiamo SOLO sulle individualità?
    allora ben vengano i Cassano e i Balotelli….
    ma se puntiamo a questa rosa, allora occore TROVARE velocemente LA QUADRA, perchè per raccogliere punti salvezza occorre una SQUADRA che GIOCHI, UNITA, COMPATTA, e sappia SOFFRIRE.

    stasera al PISA concesse 8 chiare occasioni da gol.
    per nostra fortuna NON sfruttate.
    per noi solo 3 occasioni.

    poi molte imprecisioni, e molti errori di confusione tattica, abbiamo bisogno che il Mister TROVI LA QUADRA altrimenti sarà un avvio di campionato MOLTO difficile.

    ho visto MOLTI giocatori NON in condizione.
    forse la preparazione?!? (solita storia)
    forse lo stress della sentenza?!?
    non lo sò…

    ma…

    DIAMOCI UNA MOSSA.

    peccato perchè avanzare in Coppa Italia serviva a dare minuti ai giocatori meno impiegati in campionato…

    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif

  • 13 Agosto 2018 in 00:12
    Permalink

    I cinesi del Pavia hanno promesso il mondo e sono scappati facendo fallire la società, quelli del Milan inutile parlarne, quello arrivati nei primi anni duemila al sud, tutti scappati e falliti, quelli dell’INter che hanno emesso bond della squadra di calcio e fanno solo prestiti , non è chiaro che questi soggetti asiatici vogliono portare a casa soldi e non metterne? Il governo ha imposto alle società cinesi grosse limitazioni agli investimenti all’estero nel calcio ma per questi non è un grosso problema visto che non hanno soldi da investire , E soprattutto quando il presidente ti dimostra tutto l’interesse che ha messo questo qui, dovresti già capire che non avrai grandi gioie. Ricordatevi che questo è il primo anno di gestione cinese e se perfino la Gazzetta di Parma che sappiamo a chi appartiene, pubblica articoli come quello di ieri….

    • 13 Agosto 2018 in 09:23
      Permalink

      Cosa dicono dalla Gazzetta??

    • 13 Agosto 2018 in 09:55
      Permalink

      Bisognerebbe anche considerare che la Cina ha quasi due miliardi di persone, quindi dire i cinesi sono il male per il calcio è come dire che tutti gli italiani sono mafiosi.

      Secondo punto: tutti dicono che la società dovrebbe essere ripresa in mano dagli imprenditori locali, perchè il cinese è piocione. Ma dato che il presidente Lizhang è stato scelto proprio da questi imprenditori, che stupidi non sono, bisognerebbe anche dargli un po’ di fiducia.

      Ultimo punto: l’idea di questa proprietà è creare un gruppo solido che si possa autogestire con inserimenti di liquidità minimi (nessuno ha detto che non verranno fatti). A mio personale parere, questo concetto di societài dà più fiducia rispetto a trovare uno stupido che sperperi tutti i suoi soldi in una squadra di calcio. Infatti, quando lo stupido si stanca di metterci i soldi bisogna trovare un altro stupido e, visto che non siamo nè il Milan nè l’Inter, il rischio di rimanere in braghe di tela è alto.

      Quindi, probabilmente ci sarà da soffrire quest’anno, però non si può avere tutto e subito…

  • 13 Agosto 2018 in 00:23
    Permalink

    UMILTA’ VERA
    (di un VERO MAESTRO DI CALCIO)

    Esordio con vittoria in Premier League per Maurizio Sarri, che con il suo Chelsea vince 3-0 sul campo dell’Huddersfield grazie ai gol di Kanté, Jorginho (su rigore) e Pedro. La squadra, PER AMMISSIONE DELLO STESSO ALLENATORE, non ha ancora assimilato del tutto i suoi concetti e le sue idee di gioco, ma l’atteggiamento soddisfa Sarri: “Oggi abbiamo vinto più per qualità dei singoli che per il livello di organizzazione tattica che abbiamo raggiunto. Sono soddisfatto per il fatto che la squadra ha saputo soffrire contro una squadra fisica, in una partita sporca. Alla lunga siamo venuti fuori con personalità. Tre mesi sono sufficienti per plasmare una nuova squadra? Spero e penso di sì, al Napoli sono bastati. Qui forse il percorso sarà un po’ più lungo: alcuni giocatori sono arrivati una settimana fa dopo il Mondiale, altri dal mercato due giorni fa. Il percorso vero comincia in questo momento e bisogna fare in modo che tre mesi siano sufficienti”.

    QUI SI VEDE TRACCIA DI UN PROGETTO TATTICO, CON SCHEMI ORGANIZZAZIONE ED AUTOMATISMI.

    se ricordate il Parma di Scala era una macchina perfetta, tutti sapevano cosa fare, una squadra unita e compatta, così abbiamo sbalordito tutti in serie A.

    io sono per cercare il risultato con il GIOCO,
    e non con le individualità.

    questa la strada da seguire se il nostro profilo è quello di non esagerare con gli investimenti e le pazze operazioni di mercato. organizzazione GIOCO e valorizzazione di tutti i giocatori in rosa.

    però… SVEGLIA !!!

  • 13 Agosto 2018 in 08:41
    Permalink

    Questa rosa è inadatta ad affrontare un campionato di serie A e in questi pochi giorni sul mercato si dovrà fare tanto se vogliamo provare a salvarci.

    Dopo la.promozione dalla società sono stati fatti tanti proclami dicendo che salvare la categoria sarebbe stato fondamentale, ma sono state solo parole.

    Però ieri abbiamo giovlcato contro una sqiadra di serie C! Quindi ci sono amche altri problemi.

    Credo sia legittimo per un tifoso essere preoccupato.

  • 13 Agosto 2018 in 09:32
    Permalink

    SavoMilosevic stai paragondano il Chelsea al Parma?
    E’ come paragonare la Belen alla Mazzamauro….
    Stessa roba….

    Noi dovremmo iniziare a seguire il progetto Atalanta…..
    ma per fare tutto ciò agvol la moneta liquida….
    Ci vuole un Team tecnico ad alti livelli
    (osservatori, preparatori ecc).
    mica take away e via discorrendo……..

    GLI AIUTI SONO FINITI…..

    GLI AIUTI SONO FINITI….STOP…..

  • 13 Agosto 2018 in 10:37
    Permalink

    Non ci sono scuse per ieri. Anche con una condizione non ottimale non puoi perdere male contro una squadra di Lega Pro. Speriamo che almeno questo sia servito alla società per aprire gli occhi.

  • 13 Agosto 2018 in 10:42
    Permalink

    Gli unici che sono rimasti in serie B e C come mentalità sono certi tifosi. Dovremo lottare ogni partita. i fischi non servono. quest anno bisogna stringersi tutti insieme e soffrire. svegliatevi !

  • 13 Agosto 2018 in 13:31
    Permalink

    e’ colpa dell’ego village e della sua musica a tutto volume

    buah buah buah

    • 13 Agosto 2018 in 16:40
      Permalink

      jdm e le holograms

      Ma provi sempre un’emozione quando canti una canzone?

      Nador..dì qualcosa di costruttivo una volta invece di prendere per il culo la gente

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI