ALLE 10 LA PRESENTAZIONE DEL CLUB MANAGER LUCARELLI E ALLE 10.30 DI SECOND E BACK SPONSOR

(www.parmacalcio1913.com) – Il Parma Calcio 1913 comunica che dopo aver indossato la maglia crociata n°6 per 10 stagioni, casacca che è stata ritirata e con la quale ha collezionato 350 presenze (333 delle quali in campionato, record nella storia della società) Alessandro Lucarelli continuerà a far parte del Parma Calcio 1913. È lui infatti il nuovo Club Manager crociato.

Domani, venerdì 3 agosto 2018, alle ore 10 si svolgerà la conferenza stampa durante la quale verrà presentato il suo nuovo ruolo, con la presenza del Direttore Sportivo Daniele Faggiano e del Consigliere d’Amministrazione Pietro Pizzarotti.

In un successivo invito stampa, il Parma Calcio ha inoltre c0municato che, a seguire, alle ore 10:30 si svolgerà invece la presentazione del Second Sponsor e del Back Sponsor che accompagneranno il Parma Calcio nella stagione 2018/19.
Presenti alle due conferenze anche i membri del CdA Giacomo Malmesi e Pietro Pizzarotti, l’Ad Luca Carra e il Ds Daniele Faggiano.

Le due conferenze si terranno nella sala stampa del Centro Sportivo di Collecchio

Stadio Tardini

Stadio Tardini

37 pensieri riguardo “ALLE 10 LA PRESENTAZIONE DEL CLUB MANAGER LUCARELLI E ALLE 10.30 DI SECOND E BACK SPONSOR

  • 2 Agosto 2018 in 17:44
    Permalink

    mi auguro visto l’orario mattutino ke la confrenza stampa

    sia aperta al pubblico crociato

    • 2 Agosto 2018 in 21:35
      Permalink

      Un giocatore in prestito secco dal Napopli? Chi L avrebbe mai detto

      • 2 Agosto 2018 in 22:33
        Permalink

        Eh si,il vero hope group di cui facciamo parte è quello con napoli bari e parma,e noi siamo la terza squadra

      • 2 Agosto 2018 in 23:12
        Permalink

        Va bene cosi’ …prestito secco ..iguale con Ciciretti …fine di curso vediamo …. spero che Ancelotti apoggia Parma con questi discursi … Perche no sembra molto simpatico con Parma
        ( nunca ) DiLaurentis …. quando cera Ferlaino nostra relazione era meglio …. Zola , Cann
        avaro ecc.
        Nostro obgectivo …come vedo Io …la sinistra de la classifica quest anno … Okay ? …cosi abbiamo piu’ soldi per il Bomber ….

        • 2 Agosto 2018 in 23:25
          Permalink

          Si benissimo: sepe ciciretti e grassi, noi li valorizziamo e se va bene ci facciamo 500k euro di 3, non ci paghi neanche l ingaggio di uno
          Speriamo che entro ferragosto faccia anche il mercato per il Parma

  • 2 Agosto 2018 in 21:10
    Permalink

    Vai capitano! La tua esperienza servirà ancora ora che siamo in A.

  • 2 Agosto 2018 in 21:22
    Permalink

    Auguri capitano

      • 3 Agosto 2018 in 10:23
        Permalink

        La domanda completa è Come si fa a spendere 700 + 500 mila euro per un giocatore in prestito secco piuttosto che investire su un acquisto?
        Come fai a costruire le basi di una squadra in questo modo??

        • 3 Agosto 2018 in 10:28
          Permalink

          MAgari sono molto più ridicole quelle formule di riscatto, controriscatto…

          Forse sarebbe bene che il tifoso si limitasse a commentare le qualità dei calciatori, evitando di addentrarsi in meandri a lui sconosciuti.

          • 3 Agosto 2018 in 12:34
            Permalink

            Impossibile direttore,
            pensi che questi si alzano la mattina contestando pure il sorgere del sole.
            Mai una gioia, che vita triste, che vita grama!

        • 3 Agosto 2018 in 11:46
          Permalink

          Sai com’è, notoriamente i giocatori scelgono le squadre non guardando il portafoglio… secondo te come mai ha preferito il Parma alla Spal (dove peraltro ha giocato lo scorso anno)?
          Quindi prima non andava bene xké erano pioccioni, adesso xké pagano troppo di ingaggio.
          Comprare Grassi era impossibile xké il Napoli vuole 18 milioni somma che in Italia la possono spendere forse 7/8 squadre.
          Sempre e solo forza Parma

  • 3 Agosto 2018 in 09:44
    Permalink

    Certo che Faggiano è proprio un incapace..invece di spendere un sacco di soldi, fa arrivare giocatori di categoria con poco esborso…non capisce proprio niente… devi fare sborsare un sacco di soldi alla proprietà Faggio, cosa sono tutti questi arrivi a basso costo! Più spendi più sei bravo!!!! Tanto i soldi non sono mica i tuoi, e Manenti è li alla finestra che aspetta!

    • 3 Agosto 2018 in 10:44
      Permalink

      Esatto! Perchè prendere giocatori di esperienza e che conoscono bene la categoria svincolati, quando si possono buttare dei soldi per dei mezzi giocatori?
      E soprattutto perchè risparmiare soldi su questi giocatori, che poi possono essere investiti su 1 o 2 giocatori di proprietà o su qualche giovane (che sono poi la base di una società sostenibile), quando si possono sperperare su giocatori a caso??
      Io veramente Faggiano non riesco a capirlo…

  • 3 Agosto 2018 in 10:47
    Permalink

    Ma quindi? sponsor presentato? e il capitano che ha detto?

  • 3 Agosto 2018 in 10:55
    Permalink

    Majo, sono tutti ds qui dentro…ormai è chiaro. Sanno come si fa e cosa conviene fare. Faggiano ha le ore contate.
    Trovo molto interessanti le dichiarazioni del nostro vero DS su Balotelli durante la conferenza stampa del capitano. Praticamente non ha smentito la trattativa….sinceramente pensavo smentisse, invece è evidente che qualcosa di vero c’è.

  • 3 Agosto 2018 in 11:07
    Permalink

    “MAgari sono molto più ridicole quelle formule di riscatto, controriscatto…”
    Concordo in pieno. Le formule non contano nulla, serve solo la sostanza, ovvero il giocatore. I riscatti e controriscatti sono mezzi pocci per taroccare i bilanci e la camera di compensazione.

  • 3 Agosto 2018 in 11:24
    Permalink

    per quanto mi riguarda il Faggianone sta operando in modo perfetto.
    la situazione Parma visto il fallimento, la ripartenza in D, la pressione e l’ impresa di aver ottenuto 3 promozioni consecutive, e ora cercare la salvezza farà scuola per diversi manager negli anni futuri (vedi realtà quali Bari, Cesena, e aspettiamo altre…)
    1. acquisto di giocatori da serie minori e loro ricollocazioni in tali (se fra un paio d’ anni anche 1 su 20 si scoprirà talento le casse del Parma gioiranno). non dimentichiamo che anche il settore giovanile è praticamente stato azzerato dopo il fallimento.
    2. tesseramento di svincolati avanti con gli anni ma che hanno sempre fatto bene fino all’ ultima stagione. qui concordo con Capitan Lucarelli che dare la fascia a Bruno Alves potrebbe far ottenere ancora ottime prestazioni dallo stesso.
    3.collaborazioni tramite prestiti di giovani promesse dalle big per farli maturare accollandosi solo l’ ingaggio.

    considerando che i conti della società devono stare a posto ritengo l’ operato eccellente.

    un punto mancante di cui non sono a conoscenza e che non dipende solo da lui è la valorizzazione del settore giovanile che comunque richiede un percorso lungo.
    infine uno sguardo all’ estero va anche dato su campionati non conosciuti e con pretese economiche contenute ma anche qui mettere in piedi una struttura simil/udinese non è semplice e comunque richiede tempo.

    forza Faggianone!

  • 3 Agosto 2018 in 11:32
    Permalink

    Praticamente stiamo perdendo tempo per prendere balotelli a cui non possiamo arrivare, abbiamo confermato i 5 punti di penalizzazione, direi un’ottima conferenza stampa…. il bello che a faggiano gli fai una domanda diretta e ti risponde un’altra cosa……

  • 3 Agosto 2018 in 12:26
    Permalink

    “….non abbiamo un budget straordinario e non è facile fare operazioni” cit. Faggiano

    Ma và che scoperta!Non ci eravamo accorti che il patron non caccia fuori uno yuan manco sotto tortura (cinese).
    E’ da fine maggio che si sa che a disposizione si hanno 4 soldi e con parecchio rudo anche da smaltire.

    • 3 Agosto 2018 in 12:43
      Permalink

      Davide, lesa lì ed ffiacher il bali.

      La gestione virtuosa di una società di calcio non prevede che ci sia qualcuno che cacci fuori degli yuan o dei bor. Chiaro?

      Dalla Cina, con buona pace di tutti, non devono arrivare soldi e 50 milioni ri ricavi per gestire un anno di una società di serie A non è male.

      Il rudo da smaltire, per utilizzare la tua poco felice definizione, fa parte del lavoro del DS, il quale oltre ad essere bravo a saper spendere poco ed ottenere il meglio, deve pure essere altrettanto bravo a ricavare il massimo da quel che ha da vendere, peraltro tutti prodotti, ormai, portati da lui

  • 3 Agosto 2018 in 12:40
    Permalink

    Dal momento che non abbiamo il budget di Juve ed Inter direi che Big Daniele sta operando bene. Mi piacciono gli innesti di Stulac Grassi, DiMarco, Galano.
    Vecchietti tipo Gobbi ed Alves possono portare esperienza e cement nello spogliatoio, ma non di certo giocheranno tutte le 38 partite.
    Bene la riconferma di Ciciretti e Sierralta (giocatore che a me piace tantissimo).
    L’unica operazione che non ho capito è Mazzocchi. Si poteva valorizzarlo di più quest’anno e cederlo con una migliore plusvalenza. A meno che non abbia chiesto lui fortemente di andarsene…
    Balotelli lo vedo difficile, sia per l’ingaggio, sia per la testa che il giocatore non ha. Se dobbiamo spendere, è meglio farlo per Moises Kean.
    Rimane da prendere un difensore due centrocampisti (fra cui suggerisco Mauri) ed una punta di peso (Kean)…

    • 3 Agosto 2018 in 14:28
      Permalink

      Kean è un giocatore dal grande potenziale, ma non è un centravanti classico. Se arrivasse sarebbe un grande colpo, il massimo sarebbe vederlo giocare con Balotelli e Cassano….con un trio di attaccanti come questo la Snai rivedrebbe di sicuro le sue quote circa il piazzamento del Parma

  • 3 Agosto 2018 in 12:46
    Permalink

    Bisogna trovare giocatori come Galano, fortissimo, ma che per una serie di ragioni non sono mai arrivati alla serie A pur avendone il potenziale. Ritengo che Galano sarà una piacevolissima sorpresa in serie A per l’attacco, insieme a Ceravolo e Ciciretti.
    Merita una chance anche Baraye, anche partendo dalla panchina. Il potenziale lo ha, deve solo essere più sicuro di se e non perdersi con la testa durante la stagione.
    Frattali, Di Cesare, Iacoponi, Gagliolo, Scavone, Gazzola, Di Gaudio, Barillà sono tutti giocatori che in A possono starci

    • 3 Agosto 2018 in 13:22
      Permalink

      L’ottimismo è il profumo della vita. Considerando la penalizzazione, dobbiamo fare almeno 43 punti per salvarci, nella migliore delle ipotesi ma ad oggi abbiamo una rosa da 30,se va bene. Via Baraye, Scavone, Di Gaudio, Barillà, Siligardi, Frediani e tutti quelli che non giocavano prima. Dentro un centrale di difesa, un terzino destro, 2 mezzali , un centravanti ed un esterno di attacco al posto di Di Gaudio. Rinnovo la lista di quelli a cui punterei, considerando i nomi usciti : Laurini, Tonelli, Marchisio, Grassi, Sansone, Balotelli. Alla luce del fatto che il budget è quello che è, di questi arriveranno solo Grassi e forse Laurini. Per il resto spetterà a Faggiano fare di necessità virtù. Probabilmente in attacco ci saranno: Ciciretti, Galano, Ceravolo, Biabiany, Di Gaudio ed una punta in prestito giovane o uno alla Matri che fa panchina in una squadra di medio bassa classifica. E che God ce la mandi good.

  • 3 Agosto 2018 in 13:57
    Permalink

    Baraye per favore ma siamo nelle favole?

    • 3 Agosto 2018 in 14:21
      Permalink

      Baraye merita di avere l’occasione di giocare in Serie A, starà a lui sfruttarla al meglio ed esprimersi al massimo. Corsa e tecnica non gli mancano, è un giocatore di proprietà da valorizzare che, giocando dietro ad un centravanti che gli consenta di arrivare al tiro in corsa da posizione centrale, potrebbe sorprendere per rendimento.

  • 3 Agosto 2018 in 14:22
    Permalink

    Vedo che la stragrande maggioranza dei tifosi, aspetta quasi in silenzio la campagna acquisti del mitico Faggiano. Solo i soliti rosiconi abbondano nei commenti, se ci fate caso non li leggete mai dopo una vittoria, solo nei momenti di difficoltà oppure quando si è in attesa di eventi (vedi il calciomercato). State tranquilli tanto finirà come tutti gli anni, voi davate il Parma retrocesso, invece è stato promosso, gli acquisti erano Giocatori finiti venuti a svernare e ci hanno portato in serie A.
    Continuate così noi interverremo e gioiremo a salvezza ottenuta, aspettando di leggervi alla prima difficoltà, speriamo il più tardi possibile!
    Sempre Forza Parma

  • 3 Agosto 2018 in 14:27
    Permalink

    Faggiano con i suoi continui piagnistei ha un po’ rotto le palle. Ero buono anch’io l’anno scorso con la carta di credito illimitata di fare il brillante coi soldi altrui: ora che, come a prima di lui Minotti, è stato posto un budget da rispettare è un continui lamentarsi di questo, finendo così per esser lui stesso la causa di quella depressione nei tifosi che invece vorrebbe tranquillizzare

    • 3 Agosto 2018 in 15:15
      Permalink

      E cosa dovrebbe dire? Abbiamo soldi infiniti da spendere così gli altri invece di abbassare i prezzi li alzano?
      I tifosi se vanno in depressione dovrebbero prendersi un po’ di ferie…

      • 3 Agosto 2018 in 15:36
        Permalink

        Non c’è bisogno che dica che ci sono soldi infiniti, anche perché non è vero, ma neanche prestare il fianco per dire che i soldi sono finiti.

        Sono d’accordo che i tifosi dovrebbero evitare di deprimersi concedendo un minimo di fiducia a chi ha centrato due promozioni consecutive

      • 3 Agosto 2018 in 15:38
        Permalink

        scusa ma non capisco cosa vuoi dire

  • 3 Agosto 2018 in 15:30
    Permalink

    Faggiano ha fatto dichiarazioni gravi x quanto siano vere. Per pararsi il culo sputtana la società è questo non è corretto verso un a proprietà che fino ad ora non ha lesinato in investimenti. Grave d caduta di stile, ha scoperto le carte x un proprio tornaconto. Spero verranno presi provvedimenti

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI