D’AVERSA: “BRAVI NONOSTANTE LE DIFFICOLTA’. RAMMARICO PER GLI INFORTUNI DI GERVINHO E DI DIMARCO NONOSTANTE LA GESTIONE OCULATA” (VIDEO)

(Ilaria Mazzoni) – Vittoria sofferta quella od'aversa empolittenuta in campo dai crociati, stasera, afferma il tecnico crociato che aveva richiesto ai propri calciatori di mettere un campo una prestazione in cui fosse chiaramente evidente la forza di volontà di ottenere una vittoria. Nonostante le difficoltà che si sono presentate, uno su tutti il doppio infortunio che l’ha costretto ad un doppio cambio forzato, la sua formazione ha dimostrato di sapere conquistare il bottino pieno. Non può che fare un plauso, quindi, ai suoi ragazzi che stasera hanno dimostrato di sapere scavalcare e superare lo scoglio rappresentato da questi infortuni. Si augura, ovviamente, che sia Gervinho che Dimarco non siano interessati da gravi infortuni e afferma che l’unico rammarico di oggi è legato appunto al solo fatto che entrambi i giocatori erano stati oculatamente gestione, addirittura, aggiunge, l’attaccante ivoriano non era stato preso in considerazione a Napoli proprio per preservare la sua condizione fisica. I punti raccolti, invece, sino ad oggi sono interamente merito dei ragazzi che hanno capito che, indipendentemente dal valore dell’avversaria,devono sempre dimostrare  la giusta forza di volontà. Ma D’Aversa non aveva dubbi; osservando gli allenamenti settimanali gli hanno sempre dimostrato grande senso di gruppo, una dote da non considerare scontata in uno spogliatoio. Un mix di calciatori ben assortiti, continua D’Aversa, l’importante, però, sottolinea, è non sentirsi mai appagati e continuare a lavorare come si sta già facendo. Molto contento della prestazione di Ceravolo, una prova che rispecchia un percorso in crescita evidenziato grazie al costante lavoro in allenamento. Qualche parola anche per Barillà, un pezzo fondamentale della fine dello scorso campionato,sostiene il tecnico, arrivato in crociato con una condizione fisica non ottimale una volta ottenuta è riuscita a rtiargliarsi uno spazio importante in campo. A D’Aversa, però, non piace parlare dei singoli, perchè, spiega, qualcuno potrebbe sentirsi offeso, anche perché per lui, sono stati tutti bravissimi. Nonostante questa premessa gli viene chiesta un’ulteriore valutazione personale: quella del portiere crociato. Sepe, dice il tecnico, era due anni che non giocava, un periodo lungo per il ruolo del portiere, lo conosceva dal Lanciano, ora è riuscito a riprendere le misure corrette, ma su questo, sostiene non aveva alcun dubbio. Ilaria Mazzoni

DAL CANALE UFFICIALE YOU TUBE DEL PARMA CALCIO 1913 IL VIEO DELLA CONFERENZA STAMPA DI MISTER ROBERTO D’AVERSA DOPO PARMA-EMPOLI 1-0

8 pensieri riguardo “D’AVERSA: “BRAVI NONOSTANTE LE DIFFICOLTA’. RAMMARICO PER GLI INFORTUNI DI GERVINHO E DI DIMARCO NONOSTANTE LA GESTIONE OCULATA” (VIDEO)

  • 30 Settembre 2018 in 23:48
    Permalink

    Mister..
    lo sa anche lei che..

    se carpiamo e mettiamo in pratica il gioco dell’Empoli,
    con la rosa che abbiamo (infortuni a parte)..
    infine con il Cul De D’AV..

    possiamo tranquillamente ambire a TORNARE in EUROPA.

    del resto,
    Milan, Samp, Atalanta le abbiamo dietro.
    prossimo obiettivo scavalcare le 2 romane..

    per raggiungere questo traguardo ci manca una cosa sola..
    IL GIOCO.

    ci riusciamo o è pura utopia?

    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wacko.gif

    • 1 Ottobre 2018 in 13:00
      Permalink

      Lo sai che per fare un buon gioco servono centrocampisti di qualità e dribbling? Bene, i nostri sono fuori per infortunio

      • 1 Ottobre 2018 in 20:02
        Permalink

        mmm….
        quindi Barillà, Rigoni, Stulac sarebbero da far accomodare in panchina per far posto a 3 scegliendo tra Munari, Dezi, Scozzarella, Grassi?

        l’Empoli non ha dei fenomeni a centrocampo (Capezzi, Krunic; Zajc, Rasmussen, Bennacer;) ma rispetto a noi sono ben organizzati.

        avessimo noi quel “gioco”…

        http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif

  • 30 Settembre 2018 in 23:50
    Permalink

    Ieri vi avevo detto che il prossimo
    infortunato sarebbe.stato Gervinho.
    A Collecchio ho visto che a Gervinho
    il preparatore atletico gli ha messo
    una mano sulla,spalla.
    Mi so detto
    GERVINHO È FREGATO
    e infatti…..
    Purtroppo il nostro preparatore atletico è
    UNA SCIAGURA

  • 1 Ottobre 2018 in 00:33
    Permalink

    Non è che Gervinho si è un po’ stirato in occasione del gol? Guardate bene l’azione.

  • 1 Ottobre 2018 in 09:51
    Permalink

    D’Aversa ha solo un gran “culo”.

    Paragonarlo a Prandelli, Ancelotti o Sacchi.

    E’ come paragonare la Mazzamauro alla Belen….

    stessa roba….

    Vedi post sui social….di simpatizzanti o ammiratori del mister.

    Un caro saluto all’amico Ampollini,

    (i suoi post fanno semplicemente ridere,

    il suo mestiere è un altro e lo perdono, ma non all’infinito).

    • 1 Ottobre 2018 in 11:18
      Permalink

      Beh la fortuna aiuta gli audaci no?

      Sono d’accordo con te che è utopia paragonarlo ora a quegli allenatori, perchè ha ancora tantissimo da dimostrare. Però il culo può aiutare, non certo fare tutto da solo, e fino a questo momento i risultati sono stati dalla sua.
      Chiaramente aiutato da formazioni forti, però l’anno scorso non eravamo certo i favoriti.

      • 1 Ottobre 2018 in 20:06
        Permalink

        l’anno scorso abbiamo raggiunto l’obiettivo.
        per una lunga serie di motivi.

        ma per la gestione tecnica non siamo stati lineari, anzi… tre periodi di crisi di identità in un campionato non sono pochi…

        comunque, per ora meglio aver culo che essere belli da vedere e non raccogliere nulla (vedi Empoli ieri)…

        però SI DEVE MIGLIORARE.
        specie il MISTER.

        http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif

I commenti sono chiusi.