PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / Dallo Stadio Atleti Azzurri d’Italia, oltre alla pioggia, la roszeda: 3-0

* Gara e prestazione *

morosky mauro moroni(Mauro “Morosky” Moroni) – Vorrei ricordare cosa dissi dopo la gara di domenica scorsa: a gioco lungo, cioè alla fine dell’anno, i bookmakers vincono, il banco vince sempre nel lungo periodo; la quota relativa alla vittoria dei bergamaschi, venerdì scorso era 1,40 per poi scendere a 1,35 ed infine a 1,30: ergo, se lo quotano loro, spesso ci prendono, nel senso che, al 90%, la quota è sicura (tutto questo, sempre in via teorica e sulla carta); ad ogni modo, dopo la sconfitta interna contro la Lazio, in una di quelle settimane “calde ed impegnative”, iniziata col botto, leggasi, per la prima volta nella storia del calcio il Presidente che “non mangia il panettone”, i Crociati sono tornati in campo ed hanno nuovamente perso: senza se e senza ma, anche se per un’ora avevano “tenuto botta” al possesso palla dell’Atalanta, quest’ultima ha dominato la gara, in lungo ed in largo e, dopo aver sprecato numerose palle gol nel primo tempo, ha maramaldeggiato nella ripresa andando a stravincere una gara senza nessuna ombra di dubbio circa i meriti della contesa stessa: forse il punteggio sembrerà un po’ severo, ma questo è: si fanno e si prendono, come sempre.
Per i Crociati un paio di occasioni per andare in vantaggio, non sfruttate, e poi la debacle: autorete di Gagliolo e due gol subiti, all’interno dell’area piccola, provenienti da palle inattive finalizzate da parte dei difensori bergamaschi, questo, oltre a due traverse colpite!
Poi gli addetti ai lavori mi possono raccontare ciò che vogliono, ma la gara l’ho vista pure io, seppur in televisione, ma credo che non ci siano dubbi su prestazione, meriti e risultato, punto a capo!
Non mi meraviglio, come sempre, oltre a quella che è la mia tabella previsioni, i Crociati hanno perso senza che nessuno possa accampare scuse di sorta: né l’allenatore, né i singoli, è stato fatto troppo poco per motivare scuse, rammarichi o quant’altro, punto : avanti con la prossima, il campionato continua e , domenica prossima, arriverà il Frosinone, capperi suoi!!! 

previsione morosky dopo atalanta parma

* I Risultati della 10^ giornata – 27/28/29 Ottobre *

3-0 Atalanta-Parma (sabato 27/10 ore 15.00)
1-2 Empoli-Juventus (ore 18.00)
1-1 Torino-Fiorentina (ore 20.30)
2-2 Sassuolo-Bologna (domenica 28 ore 12.30)
2-2 Genoa-Udinese (ore 15.00)
2-1 Cagliari-Chievo
0-3 Spal-Frosinone
3-2 Milan-Sampdoria (ore 18.00)
1-1 Napoli-Roma (ore 20.30)
0-0 Lazio-Inter (lunedì ore 20.30)

*da recuperare*: Milan-Genoa ( 1^ giornata) –  31/10

* Borsino e previsioni Morosky *

borsino dopo atalanta

Quinta sconfitta su 10 gare, seconda consecutiva dopo quella con la Lazio in casa: un percorso regolare e comunque positivo per essere una neo promossa, allestita in fretta e furia negli ultimi sgoccioli di mercato, senza troppe possibilità di sbilanciarsi con le spese, ma proprio al limite delle proprie, esigue, possibilità economiche: personalmente sono soddisfatto di questo cammino, abbiamo perso dove era previsto che succedesse, un paio le abbiamo “cannate” in pieno mentre un altro paio le abbiamo portate a casa, forse, oltre i nostri meriti ma, tutto fa brodo, cioè punti, quei punti che, anche se, sotto forma di pareggi, aiutano a migliorare le classifiche: a tal proposito, anche se a monte avevo previsto le ultime due sconfitte, proprio relativamente a queste ultime due gare, prima di quella casalinga con la Lazio avevo scritto che mi sarei accontentato di due punti, due piccoli pareggi e, visto come sono andate le cose, saremmo a 15, molto ben messi oltre tutte le più rosee aspettative: porta pazienza, testa al Frosinone, questa è una delle gare da vincere, tassativamente, per affossare ancora di più, oltre a Chievo e Bologna, una delle concorrenti per non retrocedere.

Circa le altre gare che dire ? Prima vittoria del Frosinone in casa della Spal, dietro perdono ancora Empoli e Chievo, mentre pareggiano Bologna, Udinese, Torino e Genoa: è decisamente una classifica ancora molto positiva, si mantengano le distanze, si vincano le partite alla nostra portata, si adotti un profilo da squadra che deve salvarsi e non si cerchino cose difficili o complicate: sempre piccoli passi con estrema attenzione, ricordiamocelo Parma anche perché abbiamo dietro 6 squadre oltre alle ultime 3 che dire, messe maluccio, è un complimento.

Marcatori Paerma *

3 gol – Gervinho
2 gol – Inglese
1 gol – Barillà, Dimarco, Rigoni, Siligardi, Ceravolo

Situazione cartellini gialli *

5 Barillà (squalifica 1 turno)00
3 Stulac
2 Iacoponi, Bruno Alves, Gobbi, Gagliolo
1 Rigoni, Dimarco, Siligardi 

Indisponibili ai box *:  Dimarco, Sierralta, Grassi, Inglese

Dezi e Munari (fuori lista), Calaiò (squalifica fino al 31/12 oltre a fuori lista)

Ribaltone o zabaione? Riorganizzazione societaria *

Alla luce degli sviluppi pre e post conferenza stampa da parte dei vertici di Nuovo Inizio, anche dopo aver letto ed ascoltato le varie ipotesi, veritiere o meno (di tutti coloro che volevano dire la propria sull’argomento), nel breve termine si riunirà l’Assemblea dei Soci, si andrà a definire il nuovo CdA coi suoi nuovi membri preposti , naturalmente dovrà essere eletto un nuovo Presidente, e, alla luce dei fatti precedenti, credo proprio che sarà “pramszan”, almeno: così pare !

Tutto e di più è già stato detto e scritto ma se  2+2= 5 a me i conti non tornano:

continuo ad avere molte perplessità sulla manovra effettuata: i cinesi hanno immesso 18 milioni di euro ed avevano, dapprima, il 30% per poi arrivare, nella seconda fase, al 60%; a fronte di tutto questo, visto che, da parte dei soci parmigiani, sono stati invocati mancati adempimenti nel corso dell’ultimo periodo, il socio di minoranza ha fatto valere questa clausola “cautelativa” ??? se così si può chiamare, ma e qui ribadisco le mie perplessità, come noi ci siamo tutelati prevenendo questa mancanza, io mi chiedo, ma il gruppo cinese, a fronte delle somme elargite, ci va a “rimettere”, in un colpo solo (in un caldo lunedì autunnale), sia il 30% che la maggioranza, oltre che la Presidenza? E tutto questo senza nemmeno dire 吠吠 (bau)?

Io non credo che le clausole tutelino solo una delle parti. ma entrambe in egual misura, esempio: io sono inadempiente, perdo metà della quota (che avevo acquistato circa 1 anno fa), e questo ci può stare, ma non credo che sia tutto così semplice, facile, scorrevole ed oliato come è stato presentato; i casi sono due (e questa è solo la mia opinione personale): o rientro di parte delle somme versate (rapportate al 30% delle quote perdute) oppure si potrebbero prospettare anche vertenze legali che, si sa quando cominciano, ma non come né quando finiscono: detto questo non ho la pretesa di avere la verità in tasca, tutt’altro, ciò nonostante credo che sia lecito usare la testa per pensare e capire cosa, realmente, sia successo in quest’ultimo periodo: chi avesse elementi migliori, informazioni certe o news concrete sull’argomento parli ora oppure taccia per sempre, qui servono informazioni pulite, verità e non bla bla bla.

Spero proprio di sbagliarmi e di aver pensato in modo errato, ma non credo proprio che Mr. Lizhang (col suo folto entourage), abituato a trattare affari internazionali molto più imponenti nelle cifre (rispetto a quei 18 milioncini) immessi, sia inciampato in quella clausola.

Spero che la Società abbia ben ponderato i passi fatti e che non abbia successive problematiche in questo senso: si dia pure inizio al nuovo assetto societario e si eleggano i nuovi organi, Presidente compreso: chi vivrà vedrà! Un sentito Forza Parma Calcio 1913 non fa mai male, soprattutto in questo frangente semi nebuloso.

cdg come noi nessuno mai

*CdG, come noi nessuno mai* Premesso che il retro della maglietta reca la dicitura Morosky”, propongo un quesito fra i lettori: chi riuscirà ad indovinare il significato dell’acronimo “CdG” potrà scegliere tra uno dei seguenti premi:

  • Pausa caffè con Enrico Boni con le sue ultime bombe dopo il ribaltone delle quote societarie e l’uscita dalla maggioranza da parte del gruppo cinese
  • Invito a cena con Sandro Piovani per disquisire di cucina “pramszana” tra anolini, salumi misti, punta al forno e rosa di parma ( invito da non sottovalutare)
  • Invito per apericena con una delle ragazze partecipanti alle trasmissioni locali dove si parla di calcio, di Parma e di tutto un po’ : nella scelta ci si può sbizzarrire tra Bar Sport, Calcio e Calcio e pure Arena Gialloblu (scelta consigliata senza nulla togliere alle altre protagoniste, belle e preparate)

Anche stavolta, con ironia e buonumore, nonostante la sconfitta e le scottanti tematiche di questi ultimi tempi, ho cercato di sdrammatizzare e di allentare quelle piccole tensioni che, ogni tanto, colgono anche i tifosi: ragazzi, abbiamo ancora una buona classifica e lo ripeto: la prossima gara in casa  sarà una di quelle fondamentali, gara da non sbagliare, ma da vincere assolutamente, su questo non ci piove (anche se, oggi piove forte)

 Cordialmente

Mauro “Morosky” Moroni

Stadio Tardini

Stadio Tardini

27 pensieri riguardo “PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / Dallo Stadio Atleti Azzurri d’Italia, oltre alla pioggia, la roszeda: 3-0

  • 29 Ottobre 2018 in 20:48
    Permalink

    Abbiamo perso con 2 squadre più forti. Solo se perdessimo anche contro il Frosinone ci sarebbe da preoccuparsi.

  • 29 Ottobre 2018 in 22:14
    Permalink

    Bar sport trasmissione inguardabile, Piovani fa dormire

  • 29 Ottobre 2018 in 22:29
    Permalink

    Faggiano ha comunque appena ammesso di aver vissuto grossi problemi societari in estate. Sicuramente il cinese non mandando soldi ha creato parecchi problemi anche non noti. Serva di lezione a non fidarsi del primo pidocchio che si presenta alla porta. In questo caso chi è causa del suo mal pianga se stesso.

    • 29 Ottobre 2018 in 23:43
      Permalink

      “Faggiano ha comunque appena ammesso di aver vissuto grossi problemi societari in estate Sicuramente il cinese non mandando soldi ha creato parecchi problemi anche non noti ”
      Davide …se e’ vero questo realtà’ ..che Io credo di si ….
      Voglio dire che Faggiano e’ ancora più’ grande …
      e dedicato molto più’ che possiamo imaginare ..
      Grazie Faggiano per il lavoro che fai in silenzio ….
      Tutti noi portiamo il croce pero tutti le croce no pesano iguale ..
      Che porta Faggiano pesa moltissimo …
      Forsa Paerma e Tutti che amano nostro scudo … Giallo Blu Crociato

      • 29 Ottobre 2018 in 23:51
        Permalink

        per me faggiano non è grande un cazzo, a parte che mi ricorda quello che qui chiamavano l’ammiraglio, però uno che si è lamentato tutta l’estate e ancora insiste per non aver avuto abbastanza soldi da spendere non può essere considerato un grande

  • 29 Ottobre 2018 in 22:35
    Permalink

    Bravo Mauro ..
    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

  • 30 Ottobre 2018 in 04:00
    Permalink

    Morosky tu che segui gli allenamenti e su internet non si trova una beata mazza, Inglese e Grassi come stanno? Hanno ripreso ad allenarsi? Ti sembra che Bastoni possa giocare la prossima da titolare? Grazie!!

      • 30 Ottobre 2018 in 11:17
        Permalink

        pardon boss ahah

    • 30 Ottobre 2018 in 08:26
      Permalink

      La mia visita a Collecchio risale a martedì scorso, giorno della conferenza stmapa e poi allenamento pomeridiano: Grassi era già in campo col preparatore di recupero ed ha alternato allenamento personalizzato con parte del lavoro col gruppo mentre Inglese era ancora a parte per terapie legate alla dichiatata lombalgia ( leggasi mal di schiena ) .
      Le notizie in mio possesso sono queste, cioè quelle che poi si leggono anche sulla gazzetta: ricordo che, al venerdì, settimanalmente, esce un comunicato ufficiale della società che riguarda la situazione indisponibili che, ad oggi è ancora la solita:

      Dimarco e Sierralta: terapie di recupero
      Grassi e Inglese idem come sopra
      …. vediamo nel pomeriggio che novità ci saranno alla seduta pomeridiana ..poi, appena so qualcosa, aggiorno il bollettino dall’infermeria.
      ciao
      moro

  • 30 Ottobre 2018 in 08:30
    Permalink

    Io, nel caso, preferirei

    Gagliolo a sinistra, Gazzola a destra
    con IACOPONI E ALVES centrali
    DEIOLA a destra e RIGONI in luogo di BARILLA’ squalificato
    …davanti, senza INGLESE, dovrebbe essere
    SILIGARDI CERAVOLO GERVINHO

    …mi sembrerebbe la formazione + assennata ..se così posso esprimermi ..
    moro

    • 30 Ottobre 2018 in 11:26
      Permalink

      Io farei, naturalmente con giocatori al 100%

      Iacoponi Alves Bastoni Gazzola

      Deiola Rigoni Stulac

      Siligardi Ceravolo Gervinho

      Poi Sprocati a me non sembra scarso, a gara in corso può essere utile. Peccato poi che in Primavera non ne abbiamo uno buono perchè sarebbe stata l’occasione di portare qualcuno su.

  • 30 Ottobre 2018 in 09:10
    Permalink

    Ancora senza Inglese e con Ceravolo?Mo mamà ma è un incubo. Sembra di veder giocare uno della beretti in allenamento contro la prima squadra fa quasi tenerezza (se avesse la maglia degli avversari). Però cavolo…prima il versamento muscolare, poi la lombalgia. Certo che Piovani a Faggiano poteva chiedere qualcosa di più anche su Grassi che era uno dei “colpi” del mercato…sicuramente non ha un ematoma come ci è stato detto.

  • 30 Ottobre 2018 in 09:11
    Permalink

    Questo gioco del Parma
    A ME NON PIACE.
    Tutti in difesa e ripartenze
    sperando di fare
    BINGO
    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wacko.gif

    Questo gioco anni 60
    lo potresti anche fare
    Se………………………..
    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wacko.gif

    1) Sapesse il Parma fare le ripartenze
    Non.le sa fare, o meglio. con la Lazio
    è l’Atalanta la ripartenza era
    UN OPTIONAL INARRIVABILE.
    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wacko.gif

    2) Se le ali fossero veloci come
    SPEEDY GONZALES
    Gervinho a Bergamo sembrava
    un pensionato durante una
    partita di coppa dei bar.
    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wacko.gif

    3) Se la difesa fosse granitica
    Le squadre che hanno preso più
    gol di noi sono 4 per cui è ovvio
    che la nostra difesa non è
    GRANITICA ma è un’ armata
    Brancaleone o se preferite una
    BANDA DEL BUCO.
    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wacko.gif

    4) Se la fortuna fosse con noi
    TERRIBILMENTE SFACCIATA
    e allora stare sotto assedio per quasi tutta
    la partita ci può anche stare se hai però
    UNA FORTUNA DELLA MADONNA
    altrimenti invece dei pali questi si
    tramutano in gol, fai rigori. fai autogol
    e fai la figura del cioccolatino.
    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wacko.gif

    5) Se D’Aversa facesse cambi logici.
    Purtroppo dalla Lazio in poi fa cambi
    ALLUCINOGINIhttp://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wacko.gif

    Ecco perché non essendo più audaci
    la fortuna non ci aiuta più infatti
    LA FORTUNA AIUTA SOLO GLI AUDACI
    e a colui che IN PANCHINA dalla paura
    se la fa sotto
    Ogni riferimento a,D’Aversa è
    puramente casuale.
    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wacko.gif

    Se anche domenica col Frosinone
    si gioca ancora col catenaccio anni 60
    nonostante il Frosinone abbia otto
    punti meno di noi prevedo
    UNA DEBACLE EPOCALE
    Non per niente nelle ultime due partite
    i frustrati.hanno fatto 6 gol e noi……zero.
    Non sempre ci sono i pali a salvarci
    e la fortuna ad accoglierci sotto le sue
    ALI DORATE.
    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wacko.gif

  • 30 Ottobre 2018 in 09:38
    Permalink

    Chi fa uso di sonniferi consiglio BAR SPORT…..
    Faggiano: ripete sempre le stesse cose.
    Cose che si sapevano già da tempo….
    anzi già da SUBITO.
    Parlo dei cinesi….dalla prima presentazione….
    Sembrava di essere al circo della Orfei.
    Suvvia…siamo seri….

  • 30 Ottobre 2018 in 10:47
    Permalink

    Non ha scritto nulla di sbagliato, anzi fa bene a evidenziare che i cinesi in qualche modo prenderanno posizione sul ribaltone, magari dando inizio a una lite vera e propria. Speriamo di no, che tutto si risolva amichevolmente, di certo la situazione è diversa da quella descritta dal quotidiano locale, che, dopo non aver domandato nulla, a freddo, il giorno seguente, ha pure titolato che il cinese “lascia”..
    Al tempo stesso però bisogna tener presente che le quote non se le sono riprese sfilandogliele dalla tasca durante parma – lazio, serve un atto notarile e il notaio, a meno che non sia un mapi-notaio, ha il dovere di verificare che ci siano i presupposti, evidentemente la carta ha cantato cinesi inadempienti

  • 30 Ottobre 2018 in 11:36
    Permalink

    Premesso che sono contento del cambio societario e che finchè ci saranno i magnifici 7 difficilmente ci saranno brutti fantasmi, credo che sia logico che nella clausola cautelativa fosse stato previsto che il cinese riavesse indietro i soldi messi, altrimenti l’unica alternativa pausibile è che è il mercato a fare il prezzo (in questo caso il cinese avrebbe avuto più di quanto mise, dato che ora siamo in A!).

    • 30 Ottobre 2018 in 13:41
      Permalink

      Posto che certi argomenti sono riservati e non sono autorizzato a parlarne, però, a quanto mi consta, la clausola non prevede che il Cinese riabbia indietro i soldi messi.
      Però è inutile fare congetture, ipotesi o altro: c’è uno staff di fior fiore di legali che aveva preparato da prima il contratto (clausola inclusa) e poi le pratiche successive per il ritorno in maggioranza dei Magnifici 7. Ora, tranquillini, aspettiamo le prossime puntate, sapendo, comunque, di essere in buone mani. Al momento opportuno se ci saranno sviluppi chi di dovere vi informerà (ovviamente a cose fatte). E la chiudiamo qui, lasciando manovrare i manovratori. Grazie

  • 30 Ottobre 2018 in 14:26
    Permalink

    …………………delle gare in generale …
    Siccome le partite le vediamo pure noi, in tanti , come siamo, riusciremo a discernere tra buona, mediocre o cattiva prestazione, il bello brutto o gioco mancante..
    episodi favorevoli, pali, fortuna, sfortuna ..

    poi, sai, sui cambi, il mister ha molte più possibilità di valutazione rispetto ad ognuno di noi: stato di forma, aspettative per quel frangente, tipo di gioco da opporre all’avversario…miglior copertura della squadra, miglior fase offensiva…( tutto in via ipotetica )

    alla fin fine, ciò che conta maggiormente è anche la statura tecnica dell’avversario, la fisicità in campo, le giocate dei singoli che, tante volte bypassano la coralità e , da un nonnulla tirano fuori la giocata vincente..

    c’è da dire che, senza Inglese e Gervinho, siamo molto limitati in fase offensiva ( Genoa è un caso sporadico ) e, se anche la difesa si mette a fare disattenzioni, dormite collegiali o dei singoli..
    a sema ruvinè ..

  • 30 Ottobre 2018 in 14:30
    Permalink

    Abbiamo un legale tra i MAGNIFICI 7
    NON SO SE MI SPIEGO….

  • 30 Ottobre 2018 in 14:41
    Permalink

    È vero o è una boutade che sulla maglia di Ciciretti non ci sarà più
    CICIRETTI e il numero ma un eloquente
    CICI- ROTTO?

  • 30 Ottobre 2018 in 14:56
    Permalink

    Mi scusi direttore, peró ai tempi del gatto e della volpe si indagava, ci si informava, ci si metteva il naso…
    Ora invece va veramente tutto bene? Davvero dobbiamo stare tranquilli i e chiudere gli occhi a situazioni particolari come quelle che stiamo vivendo? Veramente la stampa locale non puó fare domande al di fuori di quelle previste? Non so, ma la situazione che stiamo vivendo risulta strana ai occhi di tutti tranne che ai nostri

    • 30 Ottobre 2018 in 17:10
      Permalink

      Ai tempi di Ghirardi e Leonardi non ero un dipendente del Parma Calcio e io (non allargherei più di tanto il plurale, perché ero tra i pochi cronisti e nessuno tra i tifosi a farsi domande perché tutti proni ai due), attraverso questo strumento cercavo di svolgere, nel pieno rispetto della deontologia, la mia funzione di giornalista mettendoci il naso (giacché, grazie a mamma natura, o forse solo a mamma, non mi manca).

      Oggi non posso esercitare la stessa funzione di Grillo Parlante per evidenti motivi, ma vedo che di eredi ne ho anche troppi, sebbene non mossi dalla stessa pulizia e serenità d’animo e forse molti ancora scossi per quello che era accaduto allora.

      Per quanto concerne il presente penso che ci sia ben poco da fare da parte dei tifosi se non avere fiducia in chi si è ri-accollato il fardello. La clausola di sicurezza che era stata prevista in sede di cessione della maggioranza delle quote è stata esercitata dai fondatori di Nuovo Inizio che sono gli stessi che fecero rinascere il Parma tre anni fa sulle ceneri del fallimento e che ci hanno accompagnato sin qui e fino a quando (salvo improbabili innamoramenti di qualcuno i loro) non troveranno un nuovo partner cui cedere la maggioranza o tutta la società.

      I Magnifici 7 sappiamo tutti chi sono e cosa hanno fatto: se hanno ritenuto di riprendere il controllo della proprietà (quello gestionale ce l’hanno sempre avuto) è perché hanno ritenuto giusto farlo nei confronti della Comunità (assumendosene di nuovo impegno in prima persona) a fronte di (come dicono loro) inadempienze dei Cinesi.

      Morosky nel suo articolo si chiede come avrà preso lo scherzetto il cinese: la risposta è non lo so. Aspettiamo e vediamo, con la consapevolezza che chi gestisce il Parma ha fior di avvocati che avevano studiato a tavolino la mossa prima, quando partorito il contratto che Lizhang ha firmato, e dopo quando si è trattato di applicare la clausola.

  • 30 Ottobre 2018 in 16:28
    Permalink

    Battutona!

  • 30 Ottobre 2018 in 17:44
    Permalink

    e durante?

  • 30 Ottobre 2018 in 23:20
    Permalink

    Siamo la squadra che ha il possesso palla più deficitario
    Siamo la squadra che ha fatto meno tiri in porta
    Siamo la squadra che ha subito più tiri da fuori area
    Siamo la squadra che ha subito più tiri nello specchio della porta.
    Siamo.la squadra che ha subito più corner
    Siamo.la squadra che ha fatto meno corner
    Siamo la squadra che ha avuto…..PIU ‘ CULO.

    ……….. e da questo si capisce come non siamo ancora ultimi

  • 31 Ottobre 2018 in 11:36
    Permalink

    ……………AGGIORNAMENTO FLASH DA COLLECCHIO
    martedì 30 ottobre ……( la cittadella degli infortunati )

    ……………………….*Indisponibili ai box*…………………………

    •Dimarco, Sierralta , terapie di recupero dall’ infortunio
    •Grassi, Gobbi e Inglese, allenamento personalizzato e terapie
    •Dezi e Munari ,( fuori lista ) parte col gruppo e parte personalizzato

    diciamo che, di costoro, 3 sarebbero titolari, GRASSI, INGLESE e uno dei due tra DIMARCO e GOBBI …
    speriamo di tornare a vedere il GERVINHO che ci aveva abituato alle sfrecciate coast tu coast on the road ( again )..magari, sia per lo spettacolo sia per la concretezza delle sue performances…

    intanto, stasera, ci sarà il recupero della 1^ giornata, MILAN-GENOA …sono li sopra di noi quindi…mal che vada, ci restano davanti ..

    moro

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI