PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / Parma-Sassuolo con Mr. Douglas Abdell & Anibal

douglas museo del parma targa(Mauro “Morosky” Moroni, video e foto dal Museo del Parma di Chiara Bergamaschi) – Già nell’articolo precedente, dopo la partecipazione  in diretta a Calcio e Calcio su 12 Tv Parma, avevo descritto questa piccola-grande favola che, per quanto mi riguarda, in questo mondo, non solo sportivo, mi riconcilia con la positività e con quei valori, spesso dispersi, che la nostra quotidianità ci propone, a volte anche no! Decisamente è stato un fine settimana intenso di emozioni: l’arrivo in città dell’amico scultore (cittadino americano residente in Spagna) nonché lettore di StadioTardini.it, Mister Douglas (fortunato di essere un Tifoso Gialloblu”) col figlio Anibal Antonioha rappresentato un bel momento di amicizia, di sport e di stima reciproca tra due “vecchietti” con molte passioni in comune, il Parma Calcio, l’eno-gastronomia, insomma la buona cucina, ma pure quella della “buona cuGina”, una di quelle passioni che bisogna prendere sempre con la giusta moderazione, sia per non crmorosky douglas foto chiara bergamaschieare assuefazione-dipendenza, sia per non alterare troppo il nostro equilibrio psico-fisico che, ad una certa età, potrebbe poi provocare effetti collaterali (alcuni dei quali molto piacevoli ma, altri, anche dannosi!)Un breve tour a Collecchio, l’allenamento della squadra, la suddetta  partecipazione a Calcio & Calcio e, naturalmente, la gara Parma-Sassuolo, all’ora di pranzo al Tardini: un tour sportivo al quale tenevo molto e che, credo sia stato molto gradito pure dagli ospiti-amici (miei e del Parma Calcio): grazie ad Anibal e Douglas per la loro gradita visita e per la magnifica targa (un’opera in bronzo che è stata omaggiata dall’autore alla Società, destinazione Museo del Parma Calcio all’interno dello Stadio: a tal proposito, ancora un ringraziamento a tutti coloro che, con la loro fattiva grande disponibilità, hanno aderito a questa mia iniziativa che voleva dare lustro e spazio a questo signore, americano, con radici “pramzane”,  tifoso, artista, e grande appassionato del mondo Parma Calcio, pertanto saluto ancora, con affetto e simpatia, tutti coloro che hanno collaborato al progetto: Parma Calcio (Luca Carra, Giuseppe Squarcia, Museo del Parma), Tv Parma (Giuseppe Milano, Francesca Mercadanti e  Valter Perotti alla regia).

Gara e prestazione 2-1 *

Per quanto mi concerne, temevo questa gara, non ad agosto, ma proprio ora: in questo spazio temporale. Ebbene, la partita di domenica scorsa mi è piaciuta molto, mi ha dato emozioni, ho visto un Parma propositivo, NON CATENACCIARO, un Parma che ha giocato a calcio, bene e con intensità: in conferenza stampa ho sentito gente che parlava di numeri, possesso palla, tiri in porta, corner; io ribadisco solo una cosa: fino al 36′, momento del rigore, il Sassuolo non aveva mai tirato in porta e, se vogliamo dirla tutta, nel secondo tempo, ricordo un tiro di Matri e un’altra occasione salvata sulla riga di porta da Bruno Alves (credo che giochi con noi, quindi, ha fatto una buona opera missionaria). Personalmente ritengo di aver visto una grande prima frazione del Parma: ha subito e rischiato pochissimo e, posso altresì affermare che, ha sbagliato parecchie occasioni, sia sullo 0-0, sia sull’1-0 e pure sul 2-0, anzi, PUNTO. Poi, gli altri possono dire scrivere ed affermare ciò che vogliono. Domenica i nostri hanno dominato questa partita e squadra avversaria. Punto e basta. Accetto anche contradditorio…
Tra i migliori: Inglese, Gervinho, Siligardi, Barillà e Scozzarella: sarebbero in tanti da menzionare, Bruno Alves, Gagliolo, non che la prestazione di Grassi, grinta, corsa, abnegazione e lavoro molto oscuro, ma proficuo, utile e redditizio.

previsioni morosky dopo parma sassuolo

* Risultati del 13° turno, 24-25-26 novembre *

 1-0 Udinese-Roma (Sabato 24/11 ore 15.00)
2-0 Juventus-Spal (ore 18.00)
3-0 Inter-Frosinone (20.30)
2-1 Parma-Sassuolo (Domenica 25/11 ore 12.30)
0-0 Bologna-Fiorentina (ore 15.00)
3-2 Empoli-Atalanta
0-0 Napoli-Chievo
1-1 Lazio-Milan (ore 18.00)
1-1 Genoa-Sampdoria (ore 20.30)
0-0 Cagliari-Torino (Lunedì 26/11 ore 20.30)

Il Borsino *
borsino dopo sassuolo

Marcatori Paerma *

5 gol – Gervinho
3 gol – Inglese
1 gol – Barillà, Dimarco, Rigoni, Siligardi, Ceravolo, Bruno Alves

Situazione cartellini gialli *

4 Bruno Alves
3 Stulac, Gagliolo
2 Iacoponi, Gobbi,
1 Rigoni, Dimarco, Siligardi, Sepe, Deiola, Barillà, Inglese, Bastoni

** Barillà ( 5 ammonizioni, un turno di squalifica 04/11)

** Stulac ( espulso, un turno di squalifica 10/11)

Anteprima Mercato di Gennaio by Morosky *

Tra poco più di un mese, in concomitanza con la sosta invernale del campionato, si aprirà la seconda “finestra” di mercato, quello cosiddetto di riparazione: un mercato che, nonostante gli addetti ai lavori considerino secondario, di fatto, serve a limare, sfoltire, consentire di  giocare agli elementi non ritenuti consoni al progetto e, soprattutto, riempire gli eventuali vuoti di organico creatisi in corso d’opera.

Premesso che, in questo momento, nonostante la classifica sia discreta, c’è sempre da migliorare anche in ottica futura, andando ad iniziare il lavoro per il campionato successivo, pertanto, sulla base di questi concetti io ritengo che ci sia da intervenire in tutti i settori, compatibilmente con le risorse finanziarie che saranno a disposizione dell’ Ufficio Acquisti, ergo: Daniele Faggiano.

PORTIERI: Il reparto mi sembra ben coperto, ci sarà solo da rinnovare il prestito di Sepe o, addirittura, per quanto possibile, pensare al suo acquisto definitivo (e qui apro e chiudo subito la parentesi portiere dicendo che i tanto rimpianti – potenziali acquisti estiviViviano e Sportiello, a questo scugnizzo napoletano, gli fanno un baffo, indipendentemente da dove giocano ora, per la serie, morto un papa se ne fa un altro, cà niscciuno è fesso).

DIFENSORI: Ad oggi, il reparto mi sembra bene assortito, ma considerando:

  • l’età di Bruno Alves (ottimo come rendimento) e di Gobbi (un po’ più in difficoltà rispetto al collega di reparto), contrattualizzati per un solo anno
  • i prestiti dei giovani Under 21 Bastoni – Dimarco (Inter) e Sierralta (Udinese): pure questi bisognerebbe cercare di rinnovarli se non sarà possibile acquisirli a titolo definitivo (giusto per iniziare a metter su casa, in proprio): pure qui, come sopra, chi non è voluto venire (per non so quali motivi) a Parma in estate (Silvestre) non è stato certo rimpianto né ci è mancato più di tanto viste le prestazioni dei nostri e quella delle loro squadre!
  • alla luce di quanto sopra, comunque, servirebbero due esterni di ruolo, sia a destra che a sinistra (questi sono alcuni dei miei preferiti: Donati, Zampano, Masina, Darmian,Zappacosta, Spinazzola)

CENTROCAMPISTI: in questo reparto bisognerà vedere quali sono i piani della società rispetto ai due giocatori attualmente fuori lista: Dezi, di proprietà, (contratto fino al 2021) e Gianni Munari (35 anni con contratto scadente a  giugno ’19 ): dopo aver sciolto questi nodi, è evidente che si possono fare due riflessioni sui rimanenti giocatori facenti parte del gruppetto; a destra stanno giocando Rigoni (34 primavere,  un anno di contratto) e Deiola  (in prestito dal Cagliari), al centro abbiamo Stulac (ottimo impatto nella massima serie) e Scozzarella mentre, a sinistra, di ruolo c’è il solo Barillà (gran campionato il suo): alla luce di quanto sopra io ritengo che voglia inserito un buon centrocampista completo, esperto ed in grado di coprire tutti e tre i ruoli nel mezzo (se “butto” lì alcuni nomi, non impressionatevi, sono esempi di tipo di giocatore che potrebbe servire (seppur con caratteristiche diverse) per il nostro reparto: Kessie, Magnanelli, Barella, Zaniolo, Locatelli, Romulo)

ATTACCANTI: Questo è forse il reparto nel quale bisognerà intervenire maggiormente (considerando prestiti, “doppioni” e gente che non si è integrata):

  • a destra attualmente abbiamo Siligardi, Biabiany, Sprocati e Ciciretti (gli ultimi due in prestito)
  • al centro ci sono Ceravolo, Calaiò (operativo dal 1 gennaio), Da Cruz (under) e Inglese (in prestito)
  • a sinistra, Di Gaudio e Gervinho (entrambi da confermare in toto)

La mia analisi finale magari non piacerà ma, io ritengo che si debbano effettuare scelte, seppur dolorose anche economicamente, ma necessarie a riequilibrare un reparto che vede attualmente 9 elementi per soli 3 posti: parto dal fatto che il 4-3-3 del Mister rimarrà tale anche in futuro, quindi, 8 difensori, 6 centrocampisti e 6 attaccanti, 3 portieri e siamo a 23, tre barra quattro giovani apprendisti serviranno a completare la rosa. 

Tornando al reparto offensivo io opterei per queste scelte (del tutto personali, niente contro nessuno, ma solo pratico realismo dato da ciò che si è visto, o non visto, in campo):

  • via Sprocati, Ciciretti e Ceravolo, tre over (in Serie B hanno tutti un buon mercato e non sarebbe difficile trovar loro una collocazione, ingaggio permettendo): al posto di costoro bisognerebbe trovare uno/due soli giocatori polivalenti, forti, di Serie A: così, su due piedi, mi verrebbero in mente Joao Pedro (Cagliari), Sansone (Villareal), ma questa merce, quella degli attaccanti, costa parecchio quindi, pure qui, come negli altri reparti, si è condizionati dalle risorse economiche a disposizione, pertanto, acquisti mirati, assolutamente da non sbagliare.

In ultima analisi faccio il punto delle attuali criticità (cerco sempre il pelo nell’uovo, ma questo solo per migliorare le cose e non per spirito di contraddizione né per presunta iper-dose di “saputelleria” ):

  • posizione societaria legata alla vicenda “ipotetica battaglia legale con la Hope Group ” cinese (sinceramente ho i miei giustificati timori in merito a questa vicenda, decisamente, non del tutto chiara)
  • situazione economico-patrimoniale da sistemare con annunciato aumento di capitale in modo da riequilibrare lo sbilancio finanziario legato ai “mancati introiti” da parte del ex socio di maggioranza di cui sopra)
  • ultimare alla grande il girone d’andata rimanendo possibilmente in linea coi risultati pervenuti andando a mantenere e/o migliorare la classifica attuale
  • impostare un buon mercato, soddisfacente, migliorativo, senza grandi pretese né grandi nomi, ma gente giovane, seria, motivata disponibile a impegno, sacrificio anche per riuscire ad esplodere definitivamente oppure per riscattare magari anni o prestazioni poco soddisfacenti: in fondo, questa piazza, seppur esigente non che abituata ad aver visto giocare e passare grandi campioni, ha tutte le caratteristiche per fare maturare o rivitalizzare giocatori che devono ritrovare il loro smalto migliore parola di Paerma Voladora !

morosky fidanzata cinesePer ultimo, prima di chiudere, visto che avevamo la Presidenza e maggioranza cinese, io avevo già messo le mani avanti e mi ero “fidanzato” in casa (mia) con la graziosa signorina in foto: poi, a seguito del ribaltone societario, dopo aver indetto un CdA straordinario, io e lei soli, abbiamo deciso di dare seguito a questo nostro fidanzamento nonostante le modificate situazioni societarie: e, come nelle favole a lieto fine, l’amore trionfa sempre e vissero (beh, non era proprio questo il verbo, ma ..ci siamo capiti…) felici e contenti.

Cordialmente,

Mauro “Morosky” Moroni

Stadio Tardini

Stadio Tardini

36 pensieri riguardo “PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / Parma-Sassuolo con Mr. Douglas Abdell & Anibal

  • 28 Novembre 2018 in 21:39
    Permalink

    Morosky caro, forse non hai capito una cosa.
    Io di LUPO o di Lorenz non ho niente anzi mi sono anche simpatici pur non conoscendoli ma il mio scopo è quello di stigarli, provocando e facendogli uscire il peggio di sé.
    Se uno abbocca all’amo non posso far finta di niente.
    È questo un diversivo un gioco quello di provocare che debbo fare pagato profumatamente come tu sai dalla,S.I.P.
    ( Società Italiana Provocatori) per ravvivare il sito.
    D’altra parte se non provocò vengo.licenziato e il reddito di cittadinanza non lo voglio, voglio lavorare.
    Toglimi una curiosità.
    Col sennò di poi dopo che,Ghirardi ci aveva tradito e ci aveva fatto fallire, ti rammento., sempre COL SENNO DI POI, sapendo la cavalcata che avremmo fatto dalla D alla A ed ora,sesti in classifica, avresti preferito fallire o rimanere sotto le sue ali sulfuree?
    Mi piacerebbe sapere la tua opinione.
    Ciao.

  • 29 Novembre 2018 in 09:19
    Permalink

    Direttore il libro di Lucarelli sarà in vendita anche on line sul sito e-shop o è necessario recarsi fisicamente allo store?Su Amazon non l’ho ancora visto. Grazie mille

    • 29 Novembre 2018 in 10:37
      Permalink

      Dovrebbe essere in vendita on line dalla prossima settimana…

      • 29 Novembre 2018 in 16:20
        Permalink

        A me sembra di aver letto che sarà in vendita pure con la GdP di domani al prezzo di 9,90 oltre quello del quotidiano …
        ma non ricordo dove l’ho letto !!

  • 29 Novembre 2018 in 10:22
    Permalink

    Sul web si leggono già tante cannonate in ottica mercato.
    Io penso che la squadra stia andando benone, oltre le piu rosee aspettattive, per cui confermerei il piu possibile la rosa attuale e non ha senso che i tifosi invochino acquisti quando non c’è bisogno di spendere. Se capita l’occasione magari un terzino per il resto Faggiano credo debba fare l’unica cosa che non gli è riuscita nell’ultima sessione estiva, ovvero piazzare gli esuberi per ridurre i costi. Chiaramente se volesse andarsene qualcuno dei giocatori utilizzati (che ne so magari Ceravolo) allora andrebbe rimpiazzato.

  • 29 Novembre 2018 in 10:23
    Permalink

    Nè l’uno nè l’altro ma, COL SENNO DI POI NON SI PUO’ ragionare e nemmeno tornare indietro:

    io credo che, tra il 2014 e il 2015, si siano verificati fatti e situazioni tali da essere dimenticati e sepolti: Parma, squadra, città e tifosi, ha vissuto sicuramente la pagina + brutta della sua vita calcistica;
    presidenti con la p minuscola che andavano e venivano, fallimento sportivo, fallimento economico e badilate di cacca sul nome Parma.

    Detto questo, una volta spazzato via il marciume, una volta avutosi l’epilogo finale ( dentro un tribunale ), una volta passata la tempesta, grazie ai nuovi soci, i famosi 7 parmigiani, è ritornato il sereno: partendo dalle ceneri, giorno per giorno, dalla SERIE D, LEGA NAZIONALE DILETTANTI ……questa NUOVA SOCIETA’ , nuovo inizio, ha ridato lustro al calcio, al Parma, a Parma ed ai suoi tifosi:
    sicuramente non ringrazio Ghirardi, giammai ….
    io ringrazio i nuovi che hanno aperto la pagina nuova del calcio creando questo buon PARMA CALCIO 1913 ….che ha scalato tre categorie, tre promozioni, seppur nel mezzo di parecchie difficoltà oggettive, di assetto societario, economiche, di scelte di collaboratori ( non solo calciatori ma, allenatori, staff, dirigenti ).

    Oggi siamo al 6° posto, la squadra sta facendo bene, la società si sta ri sistemando dopo la fugace apparizione e allontanamento di Lizhang: dovranno ancora lavorare per riequilibrare quella situazione economica che pare sia stata ” inadempiente” e quindi, da ex socio di minoranza, hanno dovuto immettere denaro laddove l’altro socio non ha mantenuto gli accordi previsti.
    PUNTO, si è girato pagina, nuova maggioranza, nuovo Presidente, nuovo CdA, ci saranno nuovi sforzi economici per riportare l’equilibrio finanziario ( non conosco le cifre nè quelli ceh sono tutti i mancati adempimenti ) ma sono convinto che con tempo e piccoli passi costanti si faranno le cose fatte per bene.

    Ghirardi non lo ringrazio certamente !! NOn l’ho mai nominato molto nè offeso post….semplicemente mi rifiuto di pensarlo come una persona corretta e neppure degna di stima…
    lo lascio nel suo brodo .
    moro

  • 29 Novembre 2018 in 11:30
    Permalink

    Morosky, il mio era solo un ringraziamento a Ghirardi in modo velenoso come a dirgli
    ” Da quando ti sei tolto dalle palle ora si vive”
    Era detto in modo sarcastico.
    Dipendesse da me a inizio città metterei un cartello con quella scritta che si mette fuori dalle vetrine dei supermercati per i cani
    “Qui non posso entrare.”
    Ecco Ghirardi non dovrebbe mai più entrare a Parma.
    Dovrebbe essergli vetato l’ingresso alla città magari mettendogli un braccialetto elettronico per essere sicuro che non entri.
    Ovviamente sul braccialetto scherzo ma se venisse a Parma dovrebbe essere espulso come indesiderato ospite.
    Con questo ribadisco ancora che grazie al fallimento abbiamo vissuto anni stratosferici e vincenti e di cui sono fiero per cui se uno mi dicesse
    ” Preferiresti essere fallito partendo con i MAGNIFICI 7 nei dilettanti o preferiresti invece partire ancora dalla,A con Ghirardi” non avrei dubbi
    Preferirei partire dalla D e vivere campionati che mai mi sarei sognato in vita mia di seguire ma senza ovviamente Ghirardi e il suo compagno di.merende Leonardi.
    Ovvio con il sennò di poi.
    All’epoca era ovvio avrei preferito che rimanesse Ghirardi ma potendo vedere il futuro…….
    Prima avevamo Leonardi, ora Faggiano ma se non si falliva col.cavolo l’avremmo avuto per cui la dirò in modo diverso
    “Grazie Ghirardi per esserti tolto dalle palle e ora vaffa….”

  • 29 Novembre 2018 in 13:27
    Permalink

    Man this is F…… Boring …talking about this past bad news …. really I do not understand why …. no c’e’ niente di dire ?…di avere vivo una stupidagiane ….. del pasato …
    Velo …you made your point with this theme ….
    Basta …..

  • 29 Novembre 2018 in 14:07
    Permalink

    Chissà se a questo giro Zampa riuscirà a rimanere ancora a piede libero o se qualche giudice a Berlino finalmente lo ingabbierà. Cmq c’è poco sa scherzare su Ghirardi & C. In mano a gente come il cinese (l’uomo d’affari internazionale che manco spiaccica una parola in inglese) avremmo rifatto la stessa fine dopo 36 mesi.

  • 29 Novembre 2018 in 15:10
    Permalink

    Concordo con Morosky sui movimenti in attacco, anche se io Ceravolo lo terrei (a meno che non sia lui a volersene andare) e, nel caso Ceravolo fosse ceduto, si potrebbe valutare Calaiò come alternativa a Inglese. Sinceramente non saprei dire se sia sufficiente, però questo dipende anche dai soldi disponibili da investire.
    Insieme a questi manderei anche in prestito Da Cruz, che è diventato un mistero.
    Oltre alla situazione della punta centrale, poi prenderei un under polivalente tipo Da Cruz che non vada a pesare sulla lista.

    Con i due posti over liberati io integrerei Dezi, che a mio parere è da valorizzare, e Munari, più che altro per l’esperienza che può apportare al gruppo. Si potrebbe eventualmente pensare di terminare il prestito di Deiola, se fosse necessario un posto over, e sostituire anche lui con un under tipo Mauri.

    In difesa effettivamente si potrebbe prendere un esterno, però rientrerà anche Di Marco, quindi forse non è così necessario.

    A mio parere, se si arriverà con circa 30 punti alla sosta, si potrebbe anche pensare più a giovani o giocatori da prendere a luglio per sostituire i giocatori non di proprietà. A meno che le intenzioni non siano di provare ad andare in europa (sempre in caso di classifica favorevole, che non è scontata) ed, in quel caso, i ragionamenti da fare sarebbero sicuramente altri.

  • 29 Novembre 2018 in 15:45
    Permalink

    Da Cruz oltre a essere un bidone non ha nemmeno l testa del professionista. Va allontanato il prima possibile.

  • 29 Novembre 2018 in 15:55
    Permalink

    secondo me un rubapalloni ad alta intensità in mezzo …è quello che ci occorre come il pane, rubare palla per servire gervinho è di vitale importanza in questa squadra ( uno come aquah per dirne uno)poi tutto il resto si può vedere e valutare ma ….il rubapalloni ci solo per questo e venderei gli esuberi…ah ! se si potesse rinnovare il prestito di bastoni sarebbe una gran cosa! è veramente un bel prospetto !

    • 30 Novembre 2018 in 11:31
      Permalink

      D’accordissimo con te Filippo1968: RUBAPALLONI andrebbe bene, uno tipo Barillà ma con caratteristiche tecniche superiori e che possa anche giocare in mezzo …diciamo pure quel centrocampista COMPLETO che si ipotizzava pure dagli anni scorsi e che qualche nostro lettore ( ironizzando sull’ex DS Minotti ) diceva che …stavamo ancora aspettando …dalla Serie D ….
      Merce rara, costa tanto e con grossi ingaggi, non so quanto abbordabili per il Parma …
      ..
      così come per la punta: o si compera, riscattandolo, Inglese, oppure, a giugnop, saremo da capo..così come per tutti i prestiti giovani …( Bastoni, Sepe, Grassi )…
      IL PUNTO E’ SOLO ECONOMICO….

  • 29 Novembre 2018 in 16:10
    Permalink

    Secondo me in attacco teniamo Inglese, Gervinho, Siligardi, Biabiany e uno tra Di Gaudio e Ciciretti; via Sprocati, Ceravolo, Calaiò e Baraye, prenderemo Shick della Roma in prestito semestrale.

    • 29 Novembre 2018 in 16:56
      Permalink

      Io terrei assolutamente Di Gaudio, a meno che Ciciretti non resusciti in queste partite.
      Per quello che riguarda Schick, secondo me avrebbe senso solo se vogliamo puntare in alto, oppure se facciamo tipo prestito di un anno e mezzo, con possibilità di guadagnare sulla valorizzazione.
      Altrimenti non mi sembra che valga la pena prendere altri giocatori in prestito.

      • 29 Novembre 2018 in 18:20
        Permalink

        Ah certo sono d’accordo… così sarebbe il massimo…

  • 29 Novembre 2018 in 16:25
    Permalink

    A mio avviso ( voci di seconda mano da bar dello sport, giusto per non fare drizzare i capelli al Direttore ) arriverà qualcun altro della nidiata del Napoli ..poi vi dico chi …

    • 29 Novembre 2018 in 16:27
      Permalink

      Dai sparalo adesso che sono di buon umore…

      I capelli mi si drizzavano una volta, adesso sono rapato. Mi si drizza la barba…

    • 29 Novembre 2018 in 17:39
      Permalink

      Ounas? Luperto?

  • 29 Novembre 2018 in 18:22
    Permalink

    E per quel che riguarda il connubio di Morosky… galeotta fu là carciofi…

    • 29 Novembre 2018 in 18:24
      Permalink

      Carciofa

      • 29 Novembre 2018 in 20:05
        Permalink

        Si, di fatto, eravamo nella tana speciale della “carciofa” che, a Parma, tutti conoscono ed apprezzano da molti anni…
        …qui mi fermo e chiudo la parentesi …
        Forza Parma.Calcio 1913 a fianco di una tifosa acquisita ….by China ma….niente involtini primavera o robe similari: qui vige, a casa mia, la cucina pramszana, alcune variazioni sul tema ma …niente robe troppo strane …..sebbene io sia perfettamente in grado di apprezzare anche le varie specialità, italiane ma pure di altre tradizioni culinarie …

  • 29 Novembre 2018 in 18:24
    Permalink

    Esatto…ho sentito il nome di entrambi…ma pure quello di laurini della Viola ….lupetto me lo ricordo l’ anno scorso nell’ Empoli ..difensore molto forte. Credo pure under 21

    • 29 Novembre 2018 in 18:53
      Permalink

      L’altra sera all’Astra, a margine della Anteprima di Un giorno all’improvviso, ho rivisto il noto caratterista parmigiano Andrea Giorgi che mi ha ricordato un suo vecchio cavallo di battaglia di fine estate, che avrei dovuto riportare prima, ma che mi sono sempre scordato di inserire, secondo cui il Parma si sarebbe salvato acquistando due calciatori a uo avviso di sicuro affidamento: CASSATA e TREMOLADA. Passati quattro mesi da allora, lui è sempre convinto, benché non stiano facendo sfarceli nei rispettivi club di appartenenza, che possano essere due giocatori utili alla causa. Tanto è vero che ha chiesto un parere al DS Faggiano che se l’è cavata liquidandolo con un classico “Sono buoni giocatori”… Voi che ne dite?

    • 30 Novembre 2018 in 10:20
      Permalink

      Con Giovinco a Gennaio ….stiamo parlando di Euroliga ..
      Mai dire mai …Parma Magico …pieno di sopresse per fare i Tifosi super felice ….
      Straje’

  • 29 Novembre 2018 in 19:19
    Permalink

    Tremolada lo ricordo alla Ternana, dove spiccava in quella squadra poi retrocessa, non credo possa rappresentare un valore aggiunto in una squadra di serie A. Cassata non so chi sia. Li lascerei entrambi dove sono. Se poi direttori e procuratori devono fare qualche giochetto è un altro paio di maniche…

  • 30 Novembre 2018 in 00:44
    Permalink

    È pelato Majo?
    Non riesco a immaginarlo
    Ora,deve sostituire la foto
    Pelato.non riesco a immaginarlo.

  • 30 Novembre 2018 in 08:49
    Permalink

    Inutile tergiversare con giocatori così
    SIAMO NON SALVI ma
    SALVISSIMI
    Il problema immenso sarà il n prossimo anno
    quando Gervinho anche se è sotto contratto
    per altri due anni se ne andrà al prossimo
    offerente.
    Se ne andrà e con lui anche Inglese e Bastoni
    Sostituire due come Gervinho e Inglese
    sarà impossibile ma Faggiano sempre che
    non se ne vada pure lui, ci ha,abituato
    all’impossibile, ai miracoli per cui….vediamo un po’.

  • 30 Novembre 2018 in 10:12
    Permalink

    Direttore grazie di aver compreso che rifiutandomi di acquistare la Gdp, cosi come la Rosea sono interessato all’acquisto del libro (i cui proventi vanno per altro in beneficenza) stand alone.
    Oggi però leggo una buona notizia:
    https://www.parmalive.com/news/crespo-verso-l-argentina-lo-aspetta-la-panchina-del-banfield-145870

    Saperlo a 8.000 km impegnato con quella squadretta e non in giro a catar su pidocchi e far danni mi mette tranquillo.

    Per quanto riguarda il mercato avendo una sola competizione e dovendo salvarci il prima possibile la cosa migliore è sicuramente sfoltire tutta la gente palesemente inadeguata, i vari Cicirotto, Belva, Sprocati, Da Cruz, Dezi e prendere due/tre figure. Un esterno basso sinistro, un centrocampista di fisico e una punta. Tre profili diciamo che in A possano dire la loro senza pretendere la luna.

    • 30 Novembre 2018 in 11:41
      Permalink

      Il libro si può acquistare indipendentemente dalla GdP, è totalmente disgiunto !!
      Fidati Davide
      moro

  • 30 Novembre 2018 in 11:32
    Permalink

    ALEggenda, l’ultima bandiera : acquistato il libro di Lucarelli, confermo, 9.90 IN EDICOLA, proprio da oggi ….

  • 30 Novembre 2018 in 11:40
    Permalink

    La formazione di domenica ????

    SEPE
    IACOPONI BRUNO ALVES BASTONI GAGLIOLO
    GRASSI STULAC BARILLA’
    SILIGARDI INGLESE GERVINHO

    credo che, considerato la gara in trasferta ed il centrocampo molto muscolare del Milan ( KESSIE e BAKAIOKO ) , potrebbe rientrare STULAC ( al posto di Scozzarella che, cmnq, ha giocato benissimo ) ….per il resto, forse, potrebbe rifiatare SILIGARDI
    ( pure lui ha fatto molto bene ) e giocare BIABIANY che da + affidamento nella fase difensiva ( da quella parte potrebbe esserci LAXALT )

    …ad ogni modo siamo in un buon periodo fisico, si sta vedendo giocare al calcio e, se non mollano in grinta, impegno, concentrazione e PRESSING ALTO …stiamo facendo bene ..
    speriamo si conservino tutti così…
    moro

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI