PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / Parma = squadra, svegliati e torna in campo!

Si riparte da 13 *

mauro morosky moroni 31 ott 2018(Mauro “Morosky” Moroni) – Premetto che ho già archiviato le due sconfitte, sia perché le avevo previste sia perché, sul risultato definitivo, non ci si fa più nulla, né recriminazioni né pensieri di sorta: abbiamo perso, con demerito in entrambe (non sto nemmeno troppo a pormi domande, perché, a causa di cosa, per colpa di chi: quando si è vinto, tutto bene e, ora che si è perso, accetto le sconfitte in qualsiasi modo esse siano arrivate) quindi, onore ai vincitori; ora però bisogna tornare in carreggiata e VINCERE col Frosinone, ho scritto VINCERE, imperativo, senza tentennamenti anche se non sarà facile, loro saranno pure galvanizzati dalla prima vittoria del campionato, ma hanno solo 5 punti, ne hanno già perse 7 e immagino che si chiuderanno a dismisura cercando di fare loro quel contropiede a noi tanto caro (che piaccia o meno, questa è la nostra tipologia di gioco anche perché, se in mezzo al campo non hai molta qualità, cosa si può pensare di proporre per le punte con degli onesti “giocatori” di gamba, di grinta, di mestiere, ma non di livello tecnico eccelso? Visto che il convento passa questo, teniamoci stretto ciò che abbiamo, usiamolo al meglio e sfruttiamo le caratteristiche dei nostri giocatori, indi, si vada avanti a vele spiegate).

* Serie B come “Bagolon” * 

Senza entrare nei dettagli, ma avete visto cosa sono riusciti a combinare in Serie B? (meno male che ce ne siamo andati alla sveltina da questo manicomio di “pazzi furiosi”) e, a cascata, naturalmente, pure sulla Serie C, tra squadre che hanno fatto ricorso alla Giustizia Sportiva, squadre prima ripescate poi gettate nuovamente a mare, squadre che non hanno ancora giocato, Presidenti e tifosi incavolati: insomma un bel casino grosso dal quale, uscirne, ora sarà molto complicato, tra ulteriori ricorsi al Tar, campionati mozzi, partite da recuperare, punti da togliere, chi gioca dove ancora non si sa e, ormai, siamo a Natale!
Io mi chiedo: ma l’Entella dove dovrà giocare che non ha ancora messo piede in campo? Ma queste robe succedono solo in Italia ? Non siamo capaci di regolamentare promozioni, retrocessioni, penalizzazioni, squalifiche? Al momento di iniziare i campionati, anzi, 15 giorni prima, tutte le beghe burocratiche, sportive e giudiziarie dovrebbero necessariamente essere chiuse, senza se e senza ma, senza ricorsi , appelli, Tar, Tas né ogni altra forma di proroga a quello che deve essere un verdetto univoco, certo e ben definito: pasticcio all’italiana continua!

* Mercato di riparazione *

Sembrerebbe prematuro parlarne, ma siamo al 1° Novembre: un quarto di campionato, ancora due mesi e finisce il girone d’andata, poi inizia la sosta invernale e, con essa, la finestra di mercato; il Parma, come tante squadre, ha bisogno di qualche aggiustamento in corsa, alcuni ritocchi importanti, alcune scelte forse dolorose e difficili, ma necessarie per riorganizzare la rosa, implementare determinati settori e sfoltire, sforbiciando” senza cuore, altri reparti.

  • La porta mi pare ben coperta dagli attuali ragazzi (ma anche il pullman sta apportando il suo buon contributo) e non dovrebbe destare problemi di sorta
  • la difesa necessita di due innesti: due esterni, rispettivamente un destro ed uno sinistro (necessariamente , per effetto dell’infortunio occorso a Dimarco e per poter sostituire ogni tanto Gobbi che, spesso, arranca contro avversari più giovani e veloci)
  • A centrocampo prevedo che uno (se non entrambi) tra Dezi e Munari, in fase di recupero ormai definitivo, verrà re-inserito in lista e qui, sarà giocoforza, far uscire un over, barra due, per lasciare il posto libero! Il settore, che ora è composto da soli 5 elementi (Rigoni, Deiola, Stulac, Scozzarella, Barillà, in attesa del recupero di Grassi) vuole necessariamente potenziato e rinforzato anche per dare respiro a coloro che, fino ad ora, hanno tirato la carretta (leggasi Barillà e Rigoni): personalmente, se dovessi scegliere tra i due, sarebbe il Gianni, per esperienza, stazza fisica e centimetri in quanto, dove non arriva con la corsa, arriva con la testa e la posizione in campo: se proprio volete, per far posto a Munari, taglierei Sprocati, ruolo diverso, ma mi sembra un’eccedenza tra gli esterni, è un prestito e, fino ad oggi, non ha inciso per nulla, non giocando: questo movimento della lista (sarebbe il secondo dopo quello di Siligardi per Dezi) a mio avviso vorrebbe effettuato quanto prima, giusto per non trovarsi col centrocampo sguarnito in quanto mancano ancora due mesi e 9 giornate per chiudere il girone d’andata, attenzione, attenzione!
  • In attacco, da gennaio, potrebbe rientrare Calaiò (sotto contratto fino a Giugno 2019) e, pure qui, qualcun altro dovrebbe lasciare il posto libero (direi che Ciciretti, altro prestito, per quanto mi concerne, potrebbe essere il maggiore indiziato): non ditemi che sarebbe meglio Da Cruz in quanto è un under che nella lista degli over non inficia nulla! Nel caso ci fosse veramente il rientro di Calaiò (o di qualcun altro se venisse deciso diversamente) credo che un altro sacrificato, senza cuore, potrebbe essere Ceravolo che, per la Serie B, a mio avviso, ha un ottimo mercato anche perché noi, in questo momento, dobbiamo ragionare da e per la Serie A. Questi due movimenti in entrata, visto che li abbiamo in casa, curati, allenati e pronti (senza ombra di dubbio), darebbero man (piedi) forte al gruppo, sia per esperienza, sia per applicazione, serietà e dedizione alla causa: il “senza cuore di Faggianiano conio” farebbe rientrare due dei nostri per “tagliare” due prestiti, sempre stipendi da pagare sono, magari, in qualche squadra di Serie B, farebbero bene entrambi e ci sgraveremmo di costi superflui, questo è il mio pensiero. A dir la verità avevo pensato pure a Toni Kroos, Modric e Marcelo (in blocco completo) con Sergio Busquets del Barca a dirigere il traffico in mezzo al campo, ma non facendo la Champions, non so se verrebbero!

Partita recuperata *: Milan-Genoa  2-1   ( 1^ giornata) –  31/10/2018

* Le partite dell’11^ giornata – 02-03-04 Novembre 2018 *

Napoli-Empoli (venerdì 02/11 ore 20.30)
Inter-Genoa (sabato 03/11 ore 15.00)
Fiorentina-Roma (ore 18.00)
Juventus-Cagliari (ore 20.30)
Lazio-Spal (domenica 04/11 ore 12.30)
Chievo-Sassuolo (ore 15.00)
Parma-Frosinone
Sampdoria-Torino
Bologna-Atalanta (ore 18.00)
Udinese-Milan (ore 20.30)

Su quello che potrebbe dire l’undicesima giornata, posto che si dovrà necessariamente tornare alla vittoria, mi sembra un turno ancora favorevole ai Crociati in quanto Empoli, Genoa, Cagliari, Spal, Chievo, Bologna e Udinese avranno delle brutte gatte da pelare, tutto questo, sulla carta, poi, come sempre, è il campo che darà i propri responsi!

L’avversaria: Frosinone *

I laziali (vecchia e cara conoscenza del recente campionato di Serie B) proprio domenica scorsa hanno raccolto la loro prima vittoria andando a matare la Spal a Ferrara (0-3); oggi, dopo 10 giornate, hanno 5 punti, frutto di 1 vittoria, 2 pareggi e ben 7 sconfitte con 09 gol siglati e ben 24 subiti; in trasferta il loro score mi sembrerebbe pessimo con 4 sconfitte e 1 sola vittoria con soli 5 con siglati e 12 subiti: i numeri, spesso impietosi, sono questi (e, visto che qualche gol lo fanno, anche se ne prendono più del doppio, vuoi vedere che finisce 2-1: per nuetar, nosotros, noantri, o no?). La vittoria corsara in casa degli spallini ha temporaneamente salvato la panchina di Moreno Longo, ma se i risultati non continueranno ad arrivare, la vedo dura per il mister piemontese; la squadra, messa in campo col 3-4-1-2 o 3-5-2 solitamente parte con il seguente schieramento base:

SPORTIELLO

GOLDANIGA (Terranova) SALOMON (Capuano)  KRAJNC (Ariaudo)

ZAMPANO (Ciofani M.)   CIBSAH   MAIELLO (Halfreddson)  MOLINARO

CIANO

CIOFANI D.  CAMPBELL (Perica) 

* Marcatori Paerma *

3 gol – Gervinho
2 gol – Inglese
1 gol – Barillà, Dimarco, Rigoni, Siligardi, Ceravolo

Situazione cartellini gialli *

5 Barillà (squalificato)
3  Stulac
Iacoponi, Bruno Alves, Gobbi, Gagliolo
1 Rigoni, Dimarco, Siligardi

* Indisponibili ai box *

  • Dimarco, Sierralta, terapie di recupero dall’infortunio
  • Grassi, Gobbi e Inglese, allenamento personalizzato e terapie
  • Dezi e Munari(fuori lista) parte col gruppo e parte personalizzato

* Formazione Morosky *

Personalmente darei un turno di riposo a Gobbi (per rifiatare, ma comunque a disposizione in panchina) e, di fronte a questa emergenza attaccante centrale, i tre davanti  con Di Gaudio primo subentrante) mi sembrerebbero scontati; tutti si chiedono di Grassi, di Inglese e delle condizioni fisiche di Ciciretti e Biabiany, ma dopo le ultime brevi apparizioni, non mi paiono, nessuno dei due, in grande spolvero: che dire, anche queste criticità condizionano pesantemente le scelte del Mister (che spesso ho contestato, giusto o sbagliato che fosse) e quindi gli si deve dare atto che, in queste condizioni, non ha molte possibilità di scegliere avendo appunto, non disponibile, circa il 25% della rosa.

SEPE

GAZZOLA  IACOPONI  BRUNO ALVES  GAGLIOLO

DEIOLA  STULAC  RIGONI

SILIGARDI  CERAVOLO  GERVINHO

* Il cammino dei Crociati *

percorso parma dopo atalanta

Come sempre la tabella non ha la pretesa di essere il vangelo del calcio applicato, ma solo quella che è la mia opinione, spassionata, in merito alle 10 gare giocate fino ad oggi.

Auspicando di ribaltare il trend negativo delle ultime due pesanti sconfitte (5 reti subite senza siglarne nessuna).

Vi saluto augurandovi buon campionato e partita,

pertanto sempre Forza Parma Calcio 1913!

Cordialmente

Mauro “Morosky” Moroni

Stadio Tardini

Stadio Tardini

33 pensieri riguardo “PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / Parma = squadra, svegliati e torna in campo!

  • 1 Novembre 2018 in 13:04
    Permalink

    Ceravolo va assolutamente ceduto a gennaio. Li voglio bene perchè negli ultimi mesi è stato decisivo per la promozione in A, ma la massima serie non è semplicemente adatta a lui.

  • 1 Novembre 2018 in 14:23
    Permalink

    Bastoni e visto da moltissimi come un fenomeno ed il futuro della nazionale italiana. Spero D’Aversa si svegli e lo faccia giocare.

    • 1 Novembre 2018 in 16:57
      Permalink

      Beh prima di tutto è stato infortunato, poi considerando il rendimento che hanno avuto Gagliolo e Alves la vedo difficile che gli tolga il posto.
      Oltretutto di giovani che sembravano fenomeni ne sono passati tanti, poi bisogna verificare se effettivamente li sono.

    • 2 Novembre 2018 in 17:57
      Permalink

      l’INTER lo ha oagato dall’Atalanta 31,5 milioni di euro e D’Aversa non lo fa giocare.
      POVERO PARMA.
      Un allenatore che mette nonno Gobbi invece di Bastoni
      dimostra che….lasciamo perdere va.

  • 1 Novembre 2018 in 15:09
    Permalink

    Questo sarebbe il nostro “umile e spassionato” pensiero, starebbe a lui dimostrare il contrario …compagni ed avversari permettendo ..
    le occasioni le sta avendo … mi pare

    • 2 Novembre 2018 in 05:14
      Permalink

      Chi? Bastoni? Non mi sembra proprio. Ha giocato 20 minuti fin’ora

    • 2 Novembre 2018 in 16:44
      Permalink

      Ceravolo

      • 2 Novembre 2018 in 19:22
        Permalink

        Ceravolo dovrebbe giocare, salvo le attuali emergenze, come attaccante esterno, il suo ruolo fino a poche stagioni fa. Calaio’ può benissimo essere inserito in lista, ma anche lui non è l’ideale sostituto di Inglese. Ci vuole uno grande e grosso che sappia imporsi fisicamente per riuscire a fare sponda consentendo alla squadra di gestire le ripartenze senza affanno. Non necessariamente un realizzatore, basta che sappia creare spazio per gli esterni

  • 1 Novembre 2018 in 15:19
    Permalink

    Ma, a parte casi eccezionali, situazioni strane o particolari, sfortuna o quant altro, le categorie A, B, C ed inferiori, ci sono proprio per suddividere l giocatori, in base alle loro caratteristiche tecniche, fisiche, umane, caratteriali e di adattamento alle varie fasce di giocatori e livelli.

    … tutti ci possono smentire dimostrando le loro qualità: in fondo è la legge della vita, del mercato, dei meriti, delle capacità e di tutto ciò che concorre a formare il bagaglio umano e professionale di qualsiasi lavoratore, dipendente, libero professionista, artista, collaboratore, ministro ,papa, presidente…
    bla bla bla

  • 1 Novembre 2018 in 15:57
    Permalink

    Credo sia il momento giusto per federe tra i titolari Gazzola e Bastoni al posto di Iacoponi e Gobbi.

  • 1 Novembre 2018 in 16:05
    Permalink

    Si può sapere cosa ha inglese? Quanto ci mette a guarire?

  • 1 Novembre 2018 in 23:03
    Permalink

    Inglese lo vediamo dopo la sosta di metà gennaio. Alla fine ha giocato 3 partite e mezza.Così come Grassi. Che per una botta con ematoma è fuori da Napoli. Diciamo che la mancanza di pecunia costringe sempre ad andare su gente convalescente o cagionevole quindi dobbiamo sempre mettere in conto che quando prendiamo uno è molto facile che si rompa subito.E fino al rientro del Pippein giochiamo con Ceravolo. Mó mamá!

    • 2 Novembre 2018 in 05:12
      Permalink

      Non mi risulta che Grassi o Inglese siano mai stati cagionevoli ne che siamo senza pecunia visto che sono stati i loro prestiti onerosi da 2 e 3 milioni rispettivamente. La smetterei di diffondere inesattezze.

    • 2 Novembre 2018 in 11:24
      Permalink

      No Davide quando Inglese è arrivato al Napoli non era rotto ma sotto le ali dorate del nostro preparatore atletico si è infortunato come da PRASSI CONSOLIDATA NEL TEMPO.

      Grassi e Ciciretti invece li abbiamo presi rotti
      Ciciretti addirittura è un’ospedale ambulante.
      4 ACQUISTI DEL NAPOLI
      INGLESE
      GRASSI
      CICIRETTI
      DEZI

      ABBIAMO 4 GIOCATORI DI PROVENIENZA NAPOLI
      TUTTI ROTTI.
      Se poi consideriamo che se arrivi sano, sotto il nostro preparatore atletico e il suo staff
      NON HAI SCAMPO
      Prima o poi ti rompi e i tempi di recupero
      SOTTO QUESTO PREPARATORE ATLETICO e il suo staff,
      sono il triplo e……BUONANOTTE AI SUONATORI

      A parte questo, domenica giocate pure da schifo ma i 3 punti debbono essere certi altrimenti entriamo in crisi NERA e………………..BUONANOTTE ALLA SERIE A

      SPERO DI ABAGLIARMI, CAVOLO SE SPERO DI SBAGLIARMI
      ma capto sento come un agghiacciante brivido ghiacciato un
      Parma 1- Frosinone 2 E.
      Se così fosse, sarebbe L’INIZIO DELLA FINE

      LO SO, QUESTA COSA disturberà MOLTI DI VOI
      che sanno delle mie doti chiaroveggenti
      ma capto nell’aria questa debacle.
      Ci vediamo a fine partita sperando di aver fatto
      un pronostico del ……..cazzo

  • 2 Novembre 2018 in 11:40
    Permalink

    Ho il terrore che D’aversa durante
    la partita metta in campo
    BIABIANY e CICIRETTI sullo 0-0
    per fargli fare minutaggio
    sarebbe SCONFITTA CERTA.

    Ho il terrore di vedere il Parma
    fare le barricate con il Frosinone
    come se stessimo incontrando il
    BARCELLONA

    Ho il terrore di vedere GERVINHO
    lento come una lumaca d’insalata
    fare il pensionato come a Bergamo

    Ho il terrore di vedere Gagliolo
    fare la solita cazzata domenicale
    nonostante sia stato finora uno
    dei punti di forza della difesa.

    Ho il terrore di non vedere dal Parma
    nemmeno un’occasione da gol
    e se l’abbiamo sbagliarla in modo
    oratoriale.

    CONCLUDENDO
    Ho il errore che il Frosinone
    ce la metta……nel culo

  • 2 Novembre 2018 in 13:00
    Permalink

    Concordo sui 4 giocatori provenienti dal Napoli rotti. Ma lo stesso DiMarco ha sempre avuto problemi fisici. Per non dire dei mitici Garufo e Coly rimasti fuori per un anno per problemi che nessuno ha mai capito.

  • 2 Novembre 2018 in 13:59
    Permalink

    Io aspetto “ Calcio Giocato “ perche c’e troppo negativismo…
    Sembra bambini piagendo troppo…
    Dove ‘ sono I Uomini con due coglioni.,
    Tifosi di Parma,,,,
    Abbiamo una Societa’ di Vincitori,,?
    💪💪💪💪💪💪💪
    El Strajé

  • 2 Novembre 2018 in 17:54
    Permalink

    E anche stavolta inglese non è convocato, speriamo entro Natale. …

  • 2 Novembre 2018 in 18:01
    Permalink

    E ora speriamo nel reglo del Napoli
    Speriamo che l’Empoli perda.

  • 2 Novembre 2018 in 21:14
    Permalink

    Sto guardando Napoli Empoli e mi chiedo come facciamo ad avere più del doppio dei punti dei toscani…. il calcio è strano….

  • 2 Novembre 2018 in 22:03
    Permalink

    Te lo dico io Luca.
    Ti ricordi la finale dei mondiali con la Francia?
    Andammo ai rigori.
    Un rigore loro fini sul palo e andò fuori
    Un rigore nostro andò sul palo ed entrò.
    CAMPIONI DEL MONDO.
    Questo per dirti che il cosiddetto “culo”
    spesso fa la differenza.
    Questo per dirti che noi abbiamo
    finora avuto un culo MOSTRUOSI
    L’Empoli ha invece avuto una sfiga MOSTRUOSA
    Ecco spiegato perché l’Empoli
    pur essendo superiore a noi in tutto
    è a 7 punti da noi
    ma si salverà di sicuro.
    Parola mia

  • 2 Novembre 2018 in 23:54
    Permalink

    Parola tua velenoso. 5-1 il Napoli. 5 goals all’Empoli con la squadra al completo e con impegno non come noi. Questo come lo spieghi. Siamo davvero così scarsi come sostieni da tempo? Ma per piacere…Si vede che non hai mai giocato a calcio se non all’oratorio…e manco lì…

    • 3 Novembre 2018 in 12:26
      Permalink

      Lele non hai visto la partita E SI VEDE
      Due gol segnati nel recupero e su 2-1 arrembaggio Empoli e il Napoli alle corde. Se ieri non c’era Marteens….
      Risultato bugiardissimo.
      Meritava il Napoli ma di misura.
      Se l’Empoli non si salva
      MI FACCIO PRETE.

  • 3 Novembre 2018 in 01:23
    Permalink

    L.’Empoli ne ha beccati 5, bene così

  • 3 Novembre 2018 in 04:44
    Permalink

    Ci e andata bene con la sconfitta dell’Empoli nuovamente. Una vittoria con il Frosinone ci farebbe stare molto tranquilli. Speriamo Ceravolo e Gervinho si sveglino e che Deiola faccia la prestazione della vita.

    • 3 Novembre 2018 in 09:40
      Permalink

      Ma che cavolo scrivi. L’Empoli ha perso a Napoli e ci è andata bene?!?!

      Ma non pensi fosse un risultato scontato?

  • 3 Novembre 2018 in 12:38
    Permalink

    Princess
    Volevo dire che l’Empoli ieri ha giocato molto bene
    ma il calcio è strano, ha preso una goleada.
    Anche tu non hai visto la partita si vede.
    L’Empoli si salva
    MI ci gioco.le PALLE
    In fin dei conti è a a 2 punti dal quarto posto anche se con una partita in piu.
    Per voi l’Empoli è scarso?
    Ma non i ricordate il culo che abbiamo avuto con i pali e il gioco espresso contro di noi?
    Anche la,Juventus con loro ha patito le pene dell’inferno.

  • 3 Novembre 2018 in 14:57
    Permalink

    stai facendo tutto da solo, guarda che io rispondevo ad Alex.

    Colgo l’occasione per informarti che i tuoi commenti li salto sistematicamente, quindi non potrei mai risponderti.

    A meno che, nelle tue svariate forme, tu non sia anche Alex.

    • 3 Novembre 2018 in 15:59
      Permalink

      Princess, come hai fatto a capire che ero anche Alex?

  • 3 Novembre 2018 in 15:27
    Permalink

    e allora? con il suo bel gioco è a 7 punti da noi con una partita in più. Pensa se fossimo noi in quelle condizioni quante cavolate diresti!!! e come te i tuoi adepti che non fanno altro che sparare cavolate contro questo o quell’altro solo per dare aria a quella bocca….. e senza un attimo di umiltà in cui riflettere, guardarsi nello specchio e chiedersi se veramente siete tifosi del Parma o SOLO contestatori senza capo nè coda. E basta parlare male dei preparatori atletici. Che colpa hanno loro se i nuovi giocatori arrivano già infortunati o che, come altri in altre squadre,si infortunano durante le partite? I tempi di recupero non potete certo essere voi a deciderlo o si? Se siete così bravi presentatevi alla società e offrite la vostra disponibilità. Per fortuna abbiamo una GRANDE SOCIETÀ che , fino a questo momento, non ha sbagliato NIENTE. FORZA PARMA. N.B. si accettano sempre critiche o consigli costruttivi utili per migliorarsi…… sempre.

  • 3 Novembre 2018 in 16:00
    Permalink

    Siamo la squadra professionistica con più infortuni.
    Se per te è regolare….

  • 3 Novembre 2018 in 17:29
    Permalink

    Ciama l’Inail…

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI