IL COLUMNIST di Luca Russo / I NUMERI COMPARATI SANCISCONO CHE IL PARMA PUO’ AVERE AMBIZIONI MAGGIORI DELLA SEMPLICE SALVEZZA

russo 1(Luca Russo) – Dopo un pareggio striminzito contro l’ultima in classifica, è abbastanza complicato parlare di qualcosa che non sia la salvezza o un campionato all’insegna della tranquillità. Anche se il fanalino di coda in questione, ovvero il ChievoVerona, sta attraversando un buon momento sotto il profilo del gioco e della condizione fisica e quindi un pareggio può invitarci a immaginare il bicchiere mezzo pieno. Tuttavia comparando la classifica dopo 15 giornate del campionato in corso con quella della stagione passata, si scopre che il Parma avrebbe buone ragioni per ambire a un piazzamento europeo piuttosto che alla solita salvezza (che sarebbe comunque tanta roba dopo diverse annate di vacche magre e serie minori). I gialloblu hanno 21 punti, sono a +10 sul Bologna terz’ultimo a quota 11, a -1 dal Torino virtualmente in Europa League e ad appena 5 lunghezze dal Milan che al momento occupa l’ultima poltrona con vista sulla Champions. Quindi più vicini ad una clamorosa e parma chievo foto paolo chiesa 1impronosticabile qualificazione all’Europa League (accusata di essere l'”origine” di tutti i mali societari quattro anni fa, ma più che origine forse la goccia che ha fatto traboccare il vaso…) o alla Coppa dalle grandi orecchie che all’urgenza di mettersi in salvo. Facendo traslocare questi 21 punti nella classifica dopo 15 giornate dell’anno scorso, il margine di vantaggio sulla terz’ultima resta di fatto invariato (+11), ma si dilata lo svantaggio sia dalla zona Europa League (da -1 a -6) che da quella Champions (da -5 a -14). Numeri che a occhio e croce qualche indicazione ce la danno: anche quest’anno, come l’anno passato, la quota salvezza dovrebbe collocarsi attorno ai 36/37 punti; ma le quote Europa League e Champions rischiano di abbassarsi sensibilmente. Non è detto che siano necessari i 72 e i 64 punti di maggio 2018. Potrebbero bastarne meno. Motivo per cui il Parma, dovesse toccare e superare presto la soglia dei 35 punti e archiviare agevolmente la pratica salvezza, avrebbe il diritto e il dovere di sognare di replicare l’impresa della stagione 1990/1991: ottenere il pass europeo col costume da neopromossa. Luca Russo (foto di Paolo Chiesa)

11 pensieri riguardo “IL COLUMNIST di Luca Russo / I NUMERI COMPARATI SANCISCONO CHE IL PARMA PUO’ AVERE AMBIZIONI MAGGIORI DELLA SEMPLICE SALVEZZA

  • 13 Dicembre 2018 in 01:26
    Permalink

    Per carità, la squadra deve pensare s tutto tranne che a ste cose, stiamo facendo abbastanza bene propio perché c è umiltà sacrificio e un organizzazione consapevole dei limiti dei singoli. Se arriviamo a 35 abbastanza presto ne parliamo volentieri basta che lo si faccia con lo spirito giusto altrimenti si rischia di non essere mai contenti, non lo scrivo tanto in riferimento all articolo ma a ciò che leggo e sento in giro.
    Ricordiamoci anche che qua non porta molto bene ambire all Europa e che il prossimo anno, a prescindere, bisognera rifare la squadra, sarebbe bello costruirci pian piano una nostra identità, che per tanti motivi non potrà essere quella che ambisce abitualmente alle coppe

  • 13 Dicembre 2018 in 10:21
    Permalink

    Sono completamente d’accordo con GABRIELE: oggi come oggi abbiamo una società seria e solida, un organizzazione cresciuta esponenzialmente partendo dalla gavetta, esiste una struttura aziendale in fase continua di crescita, un rinnovato settore giovanile e un complesso sportivo, eccellente, di proprietà.
    Dopo le 3 promozioni, ci si è calati con umiltà e lavoro nella realtà della Serie A, con mezzi da provinciale neopromossa ma con la consapevolezza del progetto ideato, piccoli passi, grandi sacrifici, serietà e poche chiacchiere: la squadra sta rispondendo positicamente , in senso generale, a tutto ciò che è nuovo e pure difficile; non tutti i buchi riescono con la ciambella, qualche errore di percorso, qualche mancata resa di alcuni giocatori, alcune belle sorprese, tante conferme inaspettate e, quindi, ad ogni sessione di mercato si deve cercare di migliorare il gruppo, sempre senza cuore, nessuno nasce imparato e gli uomini possono essere soggetti a sbagli, errori, cali di forma, scelte errate, sia essi siano dirigenti, staff o calciatori.
    Tra gennaio e luglio/agosto ci saranno parecchi cambiamenti: pure io aspico avere maggiori claciatori di proprietà, meno prestiti e, in generale, uno svecchiamento del gruppo..senza nulla togliere a nessuno ma lavorando sempre in funzione di migliorare..
    poco per volta, giorno dopo giorno …
    oggi e domani dobbiamo pensare alla salvezza, il giorno successivo vedremo di che lana saremo vestiti e dove, razionalmente, potremmo andare a collocarci ..
    moro

  • 13 Dicembre 2018 in 10:30
    Permalink

    Pensiamo a raggiungere la salvezza, è vero che ci sono buoni giocatori ma ci sono anche molti infortuni. Si sente un’armonia che mancava e che fa bene al gruppo. Poi sarebbe bello fare un campionato tranquillo senza preoccuparsi di salvarsi o di raggiungere altri obbiettivi per quelli ci sarà tempo una volta stabilizzati sia come squadra che come gioco.

  • 13 Dicembre 2018 in 12:05
    Permalink

    Concordo pienamente con i commenti inseriti sopra, però devo dare ragione anche a Luca Russo.
    Se si raggiungono presto i 35 punti, non vedo perchè non puntare in alto. Credo sarebbe bello farsi una seconda parte di campionato puntando all’Europa, senza troppe pretese.
    Se poi finissimo decimi poco male ed il buon Faggiano avrebbe il suo tempo per preparare con calma il mercato di luglio.

  • 13 Dicembre 2018 in 13:27
    Permalink

    Parlare di Europa fra un po non lo ritengo negativo, anzi, positivo per dare ulteriori motivazioni ad una squadra che ogni tanto soffre di cali di tensione e questo potrebbe portare sprint quando il traguardo salvezza comincia ad intravedersi.
    Le maggiori entrate dovute alla qualificazione eventuale (speriamo, facendo I debiti scongiuri) o dovute ad un buon piazzamento immediatamente a ridosso della zone UEFA porterebbero maggiori denari nelle nostre casse, utili a luglio-agosto per rinforzre la squadra

  • 13 Dicembre 2018 in 14:05
    Permalink

    Io penso che molte cose si ripetano come,ad esempio,la solita crisi gennaio-febbraio perciò aspettiamo a cantare vittoria. Continuiamo a giocare una partita alla volta e,a piccoli passi, cerchiamo di arrivare ai punti salvezza. Io penso che il girone di ritorno sarà molto più difficile dell’andata pertanto diamoci da fare adesso e cerchiamo di fare più punti possibili. Poi chi vivrà vedrà. Da parte mia non mancherò MAI di gridare FORZA PARMA c’è la dobbiamo fare!!!!!!

  • 13 Dicembre 2018 in 14:12
    Permalink

    Intanto bisogna farli quei 35 punti, per ora siamo a 21 e, non si pensi di fare grosse scorpacciate tra >>> Sampdoria, BOLOGNA, >>>> Fiorentina e ROMA in casa ……
    purtroppo …io immagino 3 punti , i quali , comunque, consentirebbero di girare a 24 ….

    vedremo dai…
    è ovvio che una volta arrivati a quella quota, con in tasca il pass per la salvezza, poi si può sicuramente cercare altro fieno ….
    ma prima…..testa bassa e pedalare …
    moro

    • 13 Dicembre 2018 in 15:48
      Permalink

      Assolutamente d’accordo con te.
      Credo anche che non arriveremo in europa, siamo più da metà classifica a mio parere, però sarebbe divertente giocarsela.

      Oltretutto concordo con basts sul fatto che probabilmente avremo la nostra solita crisi di gennaio, però speriamo di riprenderci poi come l’anno scorso.

  • 13 Dicembre 2018 in 15:11
    Permalink

    Sul tema prestiti a parte Inglese farei notare che tutti i giocatori in prestito sono rotti: Sierralta, Di Marco, Grassi (che sano non era nemmeno un mese fa, un atleta sano non sta fuori due mesi per una botta al polpaccio), Cicirotto, etc. l’elenco è lungo. Come ho già avuto modo di dire spendere poco vuol dire anche prendere gente non solo balorda (che ormai sarebbe quasi secondario), ma pure rotta o fragile o cmq convalescente o sulla via della guarigione mandata dal club di provenienza per sperare in una ipotetica rivalutazione. Chiaro la disgrazia cinese ci ha messo del suo, come tutti sanno se era per quel pidocchio giallo ci saremmo presentati alla serie A con Baraye e Ceravolo di punta, con Coly dietro e Miglietta in mezzo al campo. Ora che ci siamo liberati di quel parassita sfruttiamo le capacità di Faggiano (a proposito bello orovare conferma nella biografia di Lucarelli di quello che qui qualcuno diceva a proposito di Minotti assente e Scala arrogante, prendendo pure dei nomi) per fare finalmente due/tre innesti mirati, veri, sani, pronti liberandoci al contempo di rantumaglie varie.

  • 13 Dicembre 2018 in 17:45
    Permalink

    Ecco la gufata! Stiamo andando bene proprio perchè siamo umili e non ci siamo montati la testa. Guai a pensare ora di potersi qualificare in Europa League.

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI