GIUSEPPE BISANTIS, IL 12° UOMO DEL PARMA (IN CABINA): “ORA SI PARLA DI GOL ALLA GERVINHO. UNA VERA PERLA… SPAL AVVERSARIO ORGANIZZATO”

bisantis interviene da san siro(Luca Savarese) – Coincidenze o forse, se queste sono a ritmo di voce e di radio, diventano coinci…danze? Quel che è certo è che Giuseppe Bisantis, voce storica di Tutto il calcio minuto per minuto, sabato scorso, ha raccontato la sua terza gara del Parma in questo campionato con esito felice per i portacolori Crociati. Senza dimenticare quel lieto annuncio dal Benito Stirpe che segnalava il gol del foggiano Floriano, sancendo di fatto la promozione in A per gli emiliani. Al solito sempre molto simpatico e cordiale, lo abbiamo contattato di ritorno a Roma da Torino, dove ha fatto la radiocronaca del monday night di A tra Juve e Chievo.

Giuseppe, ormai sembri essere diventato il dodicesimo uomo non in campo, ma in cabina del Parma. Probabilmente non ci sarà più l’Arciere vicino al Cosenza, ma le tue scoccate vocali contro Inter al Meazza (come già celebrato su queste colonne), Empoli al Tardini e Udinese sabato scorso alla Dacia Arena hanno rinverdito la recente buona tradizione, annunciando altri gol e punti gialloblùcrociati. Ma se Faggiano e le alte sfere chiedessero a Corsini (che ha appena ospitato il presidente Pizzarotti a Radio Anch’io) di farti raccontare le sorti del Parma settimanalmente, la squadra, a quest’ora, si giocherebbe il titolo con Madama?

Credo che la Lega interverrebbe per bloccare questa nomina per la regolarità del Campionato e per fermare questo trend, perché così vincerebbe solo il Parma ed il Campionato non avrebbe più senso… Ovviamente è una striscia quasi record, però adesso non vorrei caricarla troppo: come tutte le serie, sperando il più lontano possibile per i destini Crociati, è destinata a finire. Certo è che sono state tre partite a punteggio pieno per il Parma: sono contento per questa situazione, positiva, che si è creata e diffusa anche tra la tifoseria, ma nello stesso tempo, essendo una coincidenza, prima o poi dovrà pur finire come tutti i magic moment; intanto, però, mi godo questa soddisfazione, una in casa, due fuori: non male come media; se però la cosa dovesse continuare così sarebbe quasi un caso clinico, ed allora mi sottoporrei ad essere analizzato dal punto di vista scientifico…”.

Effetti vocali taumaturgici a parte, venendo alle cose di campo: che Parma hai visto contro l’Udinese? E’ vero che là davanti Inglese e Gervinho fanno faville, ma dietro, ogni tanto, c’è qualche improvviso stato di fermo, vedi il gol di Okaka, vedi diverse occasioni concesse a De Paul?

Si il gol di Okaka è stato un errore: era solo con quattro difensori, più il portiere cinque, lì non dovevi prendere gol. Ho visto però giocatori in crescita come Bastoni, criticato perché entrato in una operazione di mercato complessa con una valutazione forse un po’ troppo alta per la sua vicenda che forse lo ha un po’ coinvolto,  però alla fine a Udine ha fatto una buona partita, esprimendo personalità ed ordine. Dietro qualche smagliatura c’è, ma la formazione è in crescita anche nel reparto arretrato, davanti i due si trovano bene, il gol di Gervinho è una perla, che ho avuto l’onore di poter comunicare. Credo che ora si possa parlare di gol alla Gervinho. Il Parma ha meritato di chiudere in vantaggio il primo tempo, certo poi l’Udinese ha trovato il pari ad inizio ripresa, ha cercato il raddoppio a più riprese e quando stava per trovarlo, il Parma lo ha punito, con la sua freccia. Visti i novanta minuti, credo che il successo del Parma ci potesse stare…”

Hai avuto modo di vedere anche la Spal, prossimo avversario dei ducali al Tardini, avendo raccontato il derby tra spallini e felsinei di domenica: gli uomini di Semplici a che punto sono e come possono mettere in difficoltà quelli di D’Aversa?

E’ stato un primo tempo quasi dominato dal Bologna: la Spal era la squadra che giocava in casa un derby così delicato, non è stato un buon primo tempo per loro, anche a detta di mister Semplici, poi nel secondo tempo, cosa simile a quella successa ad Udine, è venuta fuori la forza d’urto dei padroni di casa, gol di Antenucci annullato dal Var per un ginocchio. Poteva essere questo un segnale negativo specie per una formazione che non va tanto in gol come quella ferrarese, invece hanno mostrato una buona reazione, c’è stato il pareggio di Kurtic, l’occasione clamorosa di Antenucci con il gol della possibile vittoria salvato sulla linea da Danilo. La Spal qui, però, si è fermata, sbagliando, perché il Bologna era andato un po’ in panico a quel punto, poteva insistere di più, se avesse trovato la vittoria sarebbe andata a più 8 sulla terz’ultima, cosa di questi tempi non da poco; è una squadra che fa fatica a vincere, ma comunque ben organizzata, però in questo momento il Parma ha grande entusiasmo, giocherà in casa, ha tutte le carte in regola per far bene”.

Tutto il calcio ha da poco compiuto i suoi primi 59 anni. Lunedì sera, mentre eri allo Juventus Stadium per Juve-Chievo, in compagnia del Poeta del gol Claudio Sala, ad un certo punto hai snocciolato un verso della tua personale e preziosa produzione radiofonica, ricordando quel Venezia-Lazio 2 a 0, sulla panchina dei lagunari sedeva Luciano Spalletti, mentre su quella biancoceleste Erickson, fu prima partita del nuovo Millennio e ti vide al microfono?

Partita in notturna, vigilia dell’Epifania, prima gara del 2000. La squadra veneziana poi retrocedette, dopo Spalletti fu affidata ad Oddo padre, ma non fu in grado di salvarsi. C’ero io quella sera accanto a Riccardo Cucchi, c’era un freddo tremendo ed una metà campo era ghiacciata ed in pessime condizioni, segnarono Ganz e Maniero, poi la Lazio vinse lo scudetto. Quel riferimento è nato ricordando che Sergio Campana, lo storico presidente dell’Assocalciatori voleva impedire le partite d’inverno in notturna oltre la linea del Po: fu una battaglia persa e quella era un esempio di partita che non si doveva giocare, ma poi alla fine, come spesso accade per queste cose, fu regolarmente giocata”. Luca Savarese

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

CARMINA PARMA, di Luca Savarese / E’ IL TARDINI IL LUNA PARK GERVINHO. E BISANTIS SI CONFERMA TALISMANO…

ECCOLO DI NUOVO: DOPO FLORIANO, DIMARCO. BISANTIS, QUANDO INTERVIENE, PORTA BENE AL PARMA… (CLIP)

A TU PER TU CON… GIUSEPPE BISANTIS, AUTORE DELL’ANNUNCIO DA FROSINONE DEL GOL DI FLORIANO: “UN POSTICINO PER LA MIA VOCE NELLA COLONNA SONORA DELLA PROMOZIONE DEL PARMA” – MAZZOCCHI SONG: “DIN… DON…” (VIDEO)

10 pensieri riguardo “GIUSEPPE BISANTIS, IL 12° UOMO DEL PARMA (IN CABINA): “ORA SI PARLA DI GOL ALLA GERVINHO. UNA VERA PERLA… SPAL AVVERSARIO ORGANIZZATO”

  • 23 Gennaio 2019 in 14:42
    Permalink

    Sento delle cose allucinate.
    Tifosi fuori di testa che dopo
    la vittoria a Udine non sono
    più in grado purtroppo
    d’ intendere né di volere.
    All’epoca dei 5 punti di
    penalizzazione quasi tutti
    scrivevano della quasi sicura
    retrocessione poi a inizio
    campionato dopo la vittoria
    a Milano con l’Inter di
    possibile salvezza, poi dopo
    la vittoria di Torino di quasi sicura
    salvezza poi dopo la vittoria a
    Firenze di probabileEuropa Leagle
    e ora dopo la
    vittoria a Udine con il mercato
    che dovrebbe rinforzarci
    ADFIRITTURA di possibile
    Champions leagle.
    Siete tifosi della domenica
    FUORI DI TESTA.
    Volete sapere cosa ne penso io
    che sono misurato e coerente?
    NOI DOBBIAMO CERCARE DI
    FINIRE IL CAMPIONATO NELLA
    PARTE SINISTRA DELLA CLASSIFICA.
    Sarebbe quella la
    NOSTRA,SALVEZZA
    La NOSTRA EUROPA LEAGLE
    La NOSTRA CHAMPIONS
    IL NOSTRO SCUDETTO.
    Chi non ha capito
    l’ICARO PENSIERO
    e vuole volare dove non si puo’
    si vada a fare un buon
    T.S.V.
    Trattamento
    Sanitario
    Volontario.

    • 23 Gennaio 2019 in 15:37
      Permalink

      Vele …credo che LG ha detto bene già .
      …..LG20 gennaio 2019 alle 17:24
      Commento (con un po di ritardo) la partita di Udine. La prova della squadra è stata ottima, riprendendo da dove aveva lasciato, ossia una squadra che sa soffrire, che non ha timore a lasciare la palla agli avversari e che sa aspettare il momento più giusto per colpire e fare male (il Parma tira poco in porta ma quando lo fa ha una percentuale realizzativa molto alta).
      Ovviamente quando la rosa è al completo e vi sono Gervinho ed Inglese in condizione il Parma diventa molto difficile da battere per tutte le squadre, nessuna esclusa, e se viene affrontato con un po di sufficienza (come ha fatto l’Udinese) allora sono dolori.
      Per quanto riguarda i singoli direi Gervinho devastante, Biabiany su ottimi livelli, Inglese ancora non al top (anche se si è sacrificato molto come al solito con un gran lavoro di copertura), Stulac in ripresa anche se non ancora come ad inizio campionato ed infine un pacchetto difensivo solido ed efficace con una nota di merito per Sepe, uno dei migliori portieri della serie A in questo momento.
      Per gli obiettivi ribadisco che il Parma deve pensare ad arrivare più in alto possibile (ottenendo un conseguente beneficio economico nel prossimo campionato per la spartizione dei diritti televisivi) senza però cercare necessariamente la qualificazione in Europa in quanto come ho già scritto ci sono sicuramente almeno 8/9 squadra più attrezzate.
      Per il mercato, sostituito Grassi con Kukca, penso che sia giusto cercare di portare qualche elemento da plusvalenza e costruire la rosa del futuro attorno ad un nucleo portante di veterani, vedremo cosa succederà.
      Sempre e solo forza Parma

  • 23 Gennaio 2019 in 18:16
    Permalink

    Cicero ad Ascoli (dopo 14 presenza e 1 gol in un anno) e Pistapoci Di Gaudio al Verona. Direi la corretta collocazione per i due. Una buona serie B. Ma adesso che Boateng è andato via il Sassuolo non ha il sostituto di Matri e noi come facciamo?

    • 23 Gennaio 2019 in 18:43
      Permalink

      Il profilo di Matri ho già ripetuto fino alla noia che non rientra tra quelli ipotizzabili per il Parma

      Così come non lo era Balotelli

  • 23 Gennaio 2019 in 22:50
    Permalink

    Io ho la massima fiducia in FAGGIANO.
    Son certo che a fine mercato
    CI STROPPICCEREMO GLI OCCHI.
    D’Aversa ha bisogno di un certo tipo di giocatore
    e Faggiano lo sa.
    La permanenza in A ci regalerà
    50 MILIONI
    Non sono noccioline.
    Pizzarotti ha detto che terrebbe
    D’Aversa per10 anni
    Concordo anche per Faggiano.
    ENTRAMBI A VITA.

  • 23 Gennaio 2019 in 23:32
    Permalink

    Il nostro porta fortuna! Grande Bisantis! http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI