PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / MANDI-MANDI DI RITORNO DALLA DACIA ARENA

previsioni morosky dopo udinese parma

(Mauro “Morosky” Moroni) – Va beh, oltre ad averlo messo nero su bianco nelle mie previsioni, lo avevo pure confermato in diretta live ad “Arena Gialloblu”, ma al di la del fatto di avere azzeccato il pronostico, sono molto contento per la squadra e per la Società, da Udine si torna vittoriosi, 1-2 (Inglese e Gervinho).

La partita in pillole

* Al 10′ gran percussione (a tutto gas) di Gervinho in centro area, fallo netto e rigore che viene accordato dopo un paio di minuti per la serie “chi di Var ferisce (andata, braccio largo di Grassi e rigore concesso dopo controllo nella stanza dei “var-bottoni”), di Var perisce e, di seguito, aggiungo anche, “na volta pron a cavala al Var” che, per i diversamente parmigiani, significa “una volta ciascuno i favori del Var!“: tutto è Var ciò che finisce Var  e, per ora, siamo a pari con tutti.

* Al 5′ del secondo tempo arriva il pareggio dei padroni di casa con un mezzo pasticcio difensivo nell’area piccola, mia, tua, sua e Okaka ha approfittato del regalo staccando di testa a porta vuota (5 contro 2 se non ricordo male), nador tutt!

* Se devo esser sincero, per 10 minuti-un quarto d’ora, ho temuto che i locali raddoppiassero, ma poi, dopo un corner subito e una successiva errata lettura del loro ultimo uomo (D’Alessandro), palla di Stulac per lo show, coast to coast, della nostra “freccia nera”, imprendibile per tutti ( 6 secondi netti, palla al piede per 60 metri, record all’aperto) e goooooool gooooool gooooool di “sua velocità” Gervinho, tutti in piedi e standing ovation!

* Nel bel mezzo di tutto ciò, 2 gol semi “sgagnati” da parte di Inglese e Biabiany, ma pure 2 pali da parte di De Paul, questo, sia per la cronaca che per la corretta informazione.

Ottimo risultato che ritengo giusto e meritato, dalla Dacia Arena a voi StadioTardini, tiremm innansz !

Calcio giocato

 I risultati del 20° turno, 1^ giornata di ritorno (19-20-21 Gennaio 2019)

3-2 Roma-Torino (Sabato 19/01 ore 15.00)
1-2  Udinese-Parma (ore 18.00)
0-0 Inter-Sassuolo (ore 20.30)
0-5 Frosinone-Atalanta (Domenica 20/01 ore 12.30)
3-3 Fiorentina-Sampdoria (ore 15.00)
1-1 Spal-Bologna
2-2 Cagliari-Empoli (ore 18.00)
2-1 Napoli-Lazio (ore 20.30)
3-0 Juventus-Chievo (Lunedì 21/01 ore 19.00)
0-2 Genoa-Milan (ore 21.00)

Davanti a noi, per ora, non guardo, ma dietro, vediamo come sono messe le avversarie: il Chievo ha perso con la Juve, il Frosinone ha preso “manita” dall’Atalanta ed il Bologna ha pareggiato a Ferrara (perdendo altri due punti da noi) e qui mi fermo alla sola zona delle ultime tre: andiamo avanti signori, si procede, + 14 sulla terz’ultima!.

Circa la salvezza non ho dubbi, ma, sicuramente, non guardo nemmeno oltre, anche perché, certi obiettivi (o traguardi ?), per ora, non sono alla nostra portata, più avanti vedremo!

Momenti di riflex-calcio  tra gare viste, dichiarazioni e sit com

* Roma-Torino, al di la del risultato vi segnalo la particolarità del centrocampo romanista:

  • CRISTANTE: 1995, 186 cm
  • PELLEGRINI Lorenzo: 1996, 186 cm
  • ZANIOLO: 1999, 190 cm

Italiani, giovani, forti e altissimi (vi ricordo che Mancini, qualche mese fa, convocò Zaniolo – il quale non aveva ancora esordito in Serie A – lo stesso giocatore esordì prima in Champions che in Campionato!): tra di loro inserisco Nicolò Barella (1997, solo 172 cm ma è strepitoso) del Cagliari, già in Nazionale!

La piccola recriminazione è che, noi, alcuni giovani molto bravi li abbiamo in squadra, ma sono solo in prestito: Bastoni, Sierralta, Dimarco, ma, se devo esser sincero, pure Stulac non è da meno ed è un ’94, diciamo pure, ancora giovane.

** Ritornando in casa nostra, tratto dalle dichiarazioni del Direttore Sportivo: se fosse per me li terrei tutti! , mi no”, io no, anzi, se deve essere senza cuore, senza cuore sia: attento big Daniele, va bene la diplomazia, ma, con tutto il rispetto, non raccontiamoci favolette troppo edulcorate alle quali non crede nessuno .

*** L’inaspettata convocazione (a sorpresa) di Yves Baraye per Udine mi aveva trovato favorevole, ma, se proprio si fosse voluto creare l’atmosfera (struggente) da libro cuore, almeno lo si doveva portare anche solo in panchina; ma, se lo porti e lo fai andare in tribuna, a mio avviso non ha molto senso: magari avrebbe preferito andare al cinema con la morosa (si può recuperare il piccolo autogol facendolo entrare contro la Spal, dopo sarà tardi !!!), anche se a Bar Sport su 12 Tv Parma ieri sera ha ringraziato comunque per il pensiero: “Sono rimasto sorpreso anch’io per questa convocazione, ma molto contento. Il ritiro con i compagni mi mancava, stare con loro in albergo, chiacchierare. Mi è piaciuto tornare, almeno per una volta. La mia prima in serie A…”

**** Nella gara di Udine, a mio avviso, tra i migliori in campo, oltre a Gervinho, Inglese e Stulac, degli ospiti ho apprezzato molto la gara di Okaka e, soprattutto, di Behrami (a centrocampo erano tutti suoi i palloni così pure come le seconde palle); non la pensa così il nostro quotidiano locale, ma lungi da me far polemica, tutt’altro: infatti, come si può notare, non tutti vediamo allo stesso modo la medesima gara ed è anche questo il bello del calcio (un caro saluto al “Professore”, P.G.  che stimo molto).

***** Ottimi i rientri nel nostro campionato di Okaka (ricordo che è “italiano” nonostante il colore della pelle), Muriel (doppietta) e  aggiungo pure quello di “Kuko” Kucka che ci farà vedere, appena in condizione ottimale, cosa vale!

****** Raggiungono Cr7 in vetta, con 14 gol, sia Quagliarella (doppietta) che Zapata (poker servito al Frosinone): i soliti noti e, a volte, qualche new entry (leggasi Piatek , a quota 13).

Previsione Morosky, Borsino e Rosa in allestimento *

borsino dopo udinese parma

Chi ben comincia (non è il mio caso, chiaramente, ma quello del Parma) è già, abbondantemente, oltre metà dell’opera (28); che dire, la prima di ritorno l’abbiamo azzeccata, vittoria meritata e buona partita del solito Parma che, quando va in vantaggio, poi è difficile da stanare anche perché, con quei due la davanti, quando sono al 100%, qualcosa salta sempre fuori (per informazioni chiedere di Bobby English e “mister 10 secondi netti” Gervinho), avanti così, a metà aprile saremo già salvi!!!

* Marcatori Paerma *

6 gol – Gervinho, Inglese
2 gol – Bruno Alves
1 gol – Barillà, Dimarco, Rigoni, Siligardi, Ceravolo

Situazione cartellini gialli *

4 Gagliolo, Barillà (in diffida)
3 Stulac, Iacoponi
2 Gobbi, Biabiany, Rigoni, Siligardi, Scozzarella
1 Dimarco, Sepe, Deiola, Inglese, Bastoni,

**Barillà (5 ammonizioni, un turno di squalifica 04/11)

**Stulac ( espulso, un turno di squalifica 10/11)

**Bruno Alves  (1 turno squalifica 26/12) 

Con l’auspicio e la speranza di non venire (di) lapidato per blasfemia, anche a seguito del mercato “dirompente” (vedrete, vedrete i botti finali) che sta conducendo, tratto dalla preghiera solenne del Vangelo del Calcio secondo Morosky (primo Velenoso), ecco a voi la cover del “sacro rito” by D.F:

E’ veramente giusto renderti grazie, D.S. Santo,
creatore del mercato e fonte degli acquisti.

Tu non ci lasci soli alla fine del girone d’andata,
ma sei vigile ed operante in mezzo a noi.

Con il tuo braccio potente guidasti
le operazioni dall’Hotel Melià,
oggi accompagni la tua squadra,
risorta e pellegrina,  dalla Serie D alla Serie A,
con la luce e la forza delle tue conoscenze,
per mezzo di Alessio,  tuo “figlioccio” e nostro team manager,
ci guidi, nei sentieri del calcio,
alla gioia perfetta del tuo ego.

Per questi immensi acquisti (sperando che siano sani),
uniti ai prestiti ed agli svincolati,
cantiamo senza fine l’inno della tua gloria:

Santo, Santo, Santo , Daniele subito Santo

Ti glorifichiamo, D.S. Santo:
tu ci sostieni sempre nel nostro campionato
soprattutto in quest’ora in cui Alessio, tuo “figlio”,
ci raduna per il ritiro.

Egli, come ai discepoli di D’Aversa,
ci svela il senso del contropiede e spiega il calcio per noi.

Ti preghiamo, Daniele onnipotente,
manda il tuo segnale su questo calcio e su questo Centro Sportivo,
perché  tuo ”figlio” sia presente in mezzo a noi
con tutta la documentazione.

La vigilia della partita,
mentre cenava con loro,
prese il pallone e rese grazie,
lo lanciò, lo diede ai suoi calciatori, e disse:

Prendete, e correte tutti:
questo è il vostro pallone
offerto in dono per voi (il secondo è per Gervinho, imprendibile) 

Allo stesso modo, riprese il pallone
e rese grazie con l’urlo “ come noi nessuno mAi”,
lo diede nuovamente ai calciatori e disse:

Prendete e giocate tutti:
questo è il vostro pallone
per la prevista e desiderata salvezza
lanciato per voi e per tutti
in remissione dei gol sbagliati

Fate questo in memoria di Guazzo (trasferito al Lentigione)

Mistero del calcio.

Annunziamo il tuo ritorno, Matteo,
proclamiamo la tua risurrezione calcistica
nell’attesa dei tuoi prossimi gol. 

Dopo di che il D.S. (in luogo di pani e pesci) iniziò a moltiplicare esterni d’attacco, mezze punte e centrocampisti (altro che il commentatore Sky, che sta ancora cercando un play centrale) e consegnò la lista al Mister!

 

Saldi, saldi, saldi,

soldi, soldi, soldi,

svincolati di tutto il mondo calcistico,

prestiti secchi, con diritto di riscatto obbligatorio, prestiti con vuoto a perdere, prestiti onerosi, prestiti generosi, prestiti gratuiti,

lungi da noi info.(sfo)rtunati, incerottati, ingessati, barellati e sbarellati, meglio un “uovo Under 27/28” oggi che una “gallina vecchia”  domani

(antico proverbio contadino “ed Besganola”)

 Ultime notizie Ansa  – Usain Bolt, dopo aver visto le ultime prodezze di Gervinho, ha dichiarato: fiii che lavor chilù, al va pu fort che mi, co el a benszina  cola ed la Formula 1?? (che roba costui, va più forte di me, cos’è, a benzina, quella della Formula 1 ?)

Cordialmente,

Mauro “Morosky” Moroni

Stadio Tardini

Stadio Tardini

17 pensieri riguardo “PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / MANDI-MANDI DI RITORNO DALLA DACIA ARENA

  • 22 Gennaio 2019 in 13:15
    Permalink

    Partiamo dale statistiche. Gl iultimi 5 anni la quota salvezza (+1 punto rispetto alla terz’ultima retrocessa) 36, 33, 39, 35 e 33, con una media che si attesta intorno ai 35-36 punti, confermata quest’anno anche dall’andamento delle squadre nei bassifondi della classifica.
    Pertanto anche quest’anno la quota salvezza si attesterà intorno ai 35-36 punti.
    Al momento pertanto I punti che mancano alle squadre coinvolte nella lotta per la retrocessione a -18 giornate dal termine, per raggiungere I 36 punti sono: Udinese: -18, Spal -18, Emoli -19, Bologna -22, Frosinone -26
    Dando ormai per spacciato il Frosinone (anche con I “rinforzi” di gennaio) la lotta per la retrocessione è ben delineata a Bologna Empoli Spal e Udinese…. stop

  • 22 Gennaio 2019 in 13:20
    Permalink

    A questo indirizzo:
    http://1x2stats.com/it/ITA/Serie-A/classifica/primo-tempo/
    potete trovare la classifica della serie A tenendo conto solo dei primi tempi.
    E’ interessante notare: Juventus 39, Inter 36, Parma 35.
    Nei secondi tempi abbiamo perso 7 punti, mentre la juve ne ha guadagnati 19.
    Spunto interessante per un ragionamento su di noi: calo fisico? preparazione? calo mentale?

  • 22 Gennaio 2019 in 13:30
    Permalink

    Ho già scritto un post in passato suggerendo a Big Daniele Usain Bolt. Perchè no? Proviamo ad Ingaggiarlo, sponsor, attrazione mediatica, contratti commerciali (Erreà) ne gioverebbero… e poi in campo finali olimpiche fra velocisti (Bolt, Biabiany, Gervinho… palla al piede non è mica scontato il risultato!!!!)

  • 22 Gennaio 2019 in 13:31
    Permalink

    Caro Moro. Bellissimo articolo. Spero che le tue previsioni vadano in difetto e ti spiego perché.
    – All’andata non abbiamo fatto neanche metà partite con in campo Inglese e Gervy insieme & entrambi in forma.
    – Le prime tre partite abbiamo fatto un solo punto perché molti giocatori erano appena arrivati e non eravamo squadra.
    – Dobbiamo ringraziare tutti per l’impegno ma i nuovi arrivi potrebbero darci quel qualcosina in più.
    – Ora la squadra é conscia dei propri mezzi e non avendo ansie di classifica gioca più serena.
    – Alla fine del campionato ci capiteranno squadre già retrocesse o già salve e se stiamo sul pezzo qualche punto potremmo portarlo via facile.
    Indi poscia per cui vorrei cominciare a smentirti domenica prox con la Spal, anche perché “tanto va la gatta al lardo che gli viene il colesterolo”.

    • 22 Gennaio 2019 in 14:05
      Permalink

      Ciao Gallo,

      spero anch’io di sbagliarmi ma, a metà aprile saremo già salvi però, nelle partite successive alla Spal avremo filo da torcere …spero di sbagliarmi …al di la di tutto condivido le tue tesi ..
      sa me sbagli a rivema a 46 pont….
      mel cla vaga..chi ragasz i magnen

      moro

  • 22 Gennaio 2019 in 13:35
    Permalink

    Una ultima riflessione. Avete visto il confront fra un certo Lasagna ed Inglese? all’apparenza con caratteristiche simili, ma di molto superiore il nostro Bobby in fatto di difendere la palla, recupero palloni in Avanti, tenere alta la squadra.
    Il tutto considerate che ancora non è al top fisicamente… medita Mancini… medita…

    • 22 Gennaio 2019 in 14:28
      Permalink

      Beh penso che con le caratteristiche di Inglese ce ne siano veramente pochi al suo livello in Italia.
      Sicuramente ce ne sono di più bravi con altre caratteristiche, però se Mancini ci vede bene uno con queste caratteristiche nel suo gioco, andrebbe convocato subito.
      Poi il ct della nazionale è lui e non io quindi saprà anche qualcosa più di me immagino.

  • 22 Gennaio 2019 in 14:23
    Permalink

    Cmnq il primo tassello è entrato, i miei preferiti ( conosciuti ) erano, in ordine di sostenibilità: Kurtic, Fofana e Kessie ( lui e il vero prototipo del centrocampista moderno, incursore, tamponatore, codigno, duro come il marmo….) ma noi abbiamo KUCKA..

    ora aspetto Faggiano per gli altri colpi in uscita ma, soprattutto, in entrata …go go go go

  • 22 Gennaio 2019 in 14:29
    Permalink

    Quindi non ne vinciamo più neanche una in casa Moro? Speriamo di no dai…Domenica sarà durissima, spero in una vittoria con gol di ginocchio al 94o…se avverrà, bando ad ogni scaramanzia, pronuncerò la fatidica frase. Poi eventualmente, se tutto va bene, giocando in scioltezza, potremmo anche tornare ad essere una squadra “casalinga “.

    • 22 Gennaio 2019 in 23:00
      Permalink

      Non ho certezze Linguista, mi piace fare pronostici PRIMA, considerando il momento, gli avversari ma, soprattutto, le caratteristiche del Parma:

      mettiamo che ci prenda, facciamo 46 punti e ciao a tutti…pensiamo alle vacanze e Daniele al CALCIOMERCATO ma, siccome è importante impostare già ora la squadra per il prossimo campionato, TENENDO CONTO DEI PRESTITI , non certi di averli ancora, dei vecchietti in profumo di pensione e…DI COLORO CHE SE NE DOVRANNO ANDARE INA LTRE LOCATIONS, credo che sia saggio, giusto e lungimirante, prendersi tempo per cominciare ad imbastire un nuovo gruppo..

      AVETE VISTO IL GOL CHE HA SEGNATO DA CRUZ ??
      UNA PERLA DI GIOCATA !!

      • 23 Gennaio 2019 in 11:16
        Permalink

        Gran gol veramente! Speriamo che trovi un po’ di continuità e magari metta un po’ a posto la testa.

  • 22 Gennaio 2019 in 14:55
    Permalink

    Ciao Moro fino a qui a parte rari casi ci hai ‘preso’ quindi io non faccio contro -pronostici …

    Dico solo che storicamente chi ha fatto 9 vittorie si è salvato negli ultimi 4 5 anni quindi con la SPAL DOBBIAMO vincere e da li iniziare un altro campionato..

    • 22 Gennaio 2019 in 23:08
      Permalink

      Ciao LucaB, non è questione di volerci prendere né di fare pronostici o contro pronostici: come scrivevo sopra, è anche piacevole pensare di programmare ( solamente da tifoso appassionato ) una specie di scaletta settimanale di quelli che potrebbero essere i risultati dei Crociati:
      io so di essere stato tirchio, avario e molto stringato ma, IN CASA , SONO CONVINTO CHE AVREMO + PROBLEMI CHE IN TRASFERTA …
      l’importante, ad ogni buon conto, sarà portare a casa ancora quegli 8-10 punti per iniziare a giocare in scioltezza senza che, il risultato, debba o possa condizionare la prestazione: forse potremmo vedere un calcio migliore e, con esso, un altro tipo di divertimento …
      in tutti i casi, sono perfettamente consapevole che, nei tabellini, negli annali, rimane chi ha vinto e chi è retrocesso, ….gli altri hanno partecipato ..

    • 22 Gennaio 2019 in 15:38
      Permalink

      Dispiace, è stato importante nella prima parte di stagione! E’ stato sostituito con Kucka, direi che ci siamo rafforzati! (considerando anche il fatto che Deiola era in prestito e Kucka è di proprietà, meglio così).

  • 22 Gennaio 2019 in 23:42
    Permalink

    Sottolineo anche la grande partita di Biabiany. Magari è stato impreciso in attacco, ma in difesa si è fatto un mazzo tanto. Meglio lui come terzino che Iacoponi ad un certo punto!

    • 23 Gennaio 2019 in 11:15
      Permalink

      Mi sembra esagerato. Biabiany si potrebbe anche tentare come terzino contro una squadra molto chiusa, però non è un difensore e non ha nè i movimenti nè l’attenzione del difensore.
      E’ un ottimo esterno, perchè ti fa entrambe le fasi bene per 90 minuti correndo come un forsennato. Questo crea chiaramente problemi di lucidità sotto porta, però credo che attualmente sia l’esterno che ci dà più equilibrio, considerando che Gervinho non torna più di tanto.

I commenti sono chiusi.