CARMINA ARCIERE / GRAZIE CALAIO’, IN TANTI MOMENTI CI HAI FATTO GODERE… (VIDEO)

Luca Savarese(Luca Savarese) – Quando l’arciere tende la corda, può vedere il mondo intero dentro il suo arco. Quando segue il volo della freccia, questo mondo gli si avvicina, lo accarezza, dandogli la perfetta sensazione di aver compiuto il proprio dovere”. Così Paolo Coelho, fotografa il ruolo e la missione dell’arciere. Parma ha appena salutato il suo, Emanule Calaiò, palermitano, 37 anni, compiuto lo scorso 8 gennaio, 71 partite e 28 frecce del gol con la maglia del Parma. Se Apollo scagliava nella mitologia greca le sue portentose frecce, lui, nel mito pallonaro, scocca le sue. Il ducato, se lo è goduto per tre anni, dal 2016 al 2019. Quando arrivò, la squadra era appena stata promossa in Lega Pro. Più che alle sue frecce, pensò all’ufficio facce (per dirla alla Beppe Viola) che animavano quell’ambiente: consapevoli della brevità del purgatorio si desiderava riportare la squadra ai fasti della sua grandeur. Si, per tagliare quella bistecca di serie C, a volte stopposa e poco tenera, c’era bisogno del coltello giusto: i suoi dardi. Il primo, una rovesciata infuocata, che brucia ancora. Vittima ne fu il Lumezzane: 3 settembre 2016, Parma si accorse che non aveva semplicemente acquistato un giocatore come tanti, ma un valore aggiunto, uno che conoscendo la durezza della categoria aveva scelto di aiutare i Crociati ad affrontarla con piglio e con la cassa delle sorprese, sempre piena.

(Video di Gabriele Majo, dal canale ufficiale YouTube del Parma Calcio 1913)

calaiò golBirra e mastro birraio, al tempo stesso, serviva in caraffe mirabolanti quella miscela che l’attimo prima aveva deciso di preparare. Nettare fine, scalpi eccelsi. Lui era la liaison perfetta tra un passato d’alto bordo ed un’epoca tutta da costruire, che se la vivi con chi ne sa vizi e virtù, allora il tutto, si fa più interessante. Aveva scelto di scendere in C col Napoli, fece la stessa mossa anche col Parma. Ha sceso, dandole il suo sinistro, tante scale, salendo spesso ai piani più alti, quelli dove la terra strizza l’occhio al cielo, dove la fisica suggerirebbe di lasciar perdere, mentre la metafisica del campione sussurra arabeschi gustosi. Paganini non ripeteva, la musica improvvisa di Calaiò invece concede il bis. Vedere l’altra rovesciata, quella al fotofinish della gara al Pordenone per credere… Un caso che il suo cognome Inizia per C e finisce per O, come Crespo, che prese il Parma e lo portò nella sala 100 calaiògiochi di delizie e golazi? Non un caso, forse una coincidenza, di sicuro, una coinci..danza. Quando in Lega Pro con il 18 sulle spalle, lo scorso anno col 9 in B, lo vedevi palla al piede, ti accorgevi di una cosa: la voglia di custodirla e regalarle gelosamente, quasi ne fosse anche il papà, coccole e brividi. Il primo centro in B di rigore, contro la Cremonese, porta la sua firma. E che sassata al Del Duca di Ascoli. Piuttosto che sprecare la palla, ci pensava tre volte; o la buttava dentro, da puntero, o la proteggeva, da boa, o la serviva ai compagni, complici del suo vocabolario di magie. Se Giorgino fece quel gol di testa al Mapei Stadium, a casa delle teste quadre, la palla, gliela aveva servita l’arciere. Frecce dentro il sacco, strali da suggeritore. L’idea di cercare il movimento di Scavone nel decisivo spareggio fiorentino contro l’Alessandria, ai play off, venne a lui. Chi scrive, ebbe al fortuna CalaioFirma1-750x360di gustarlo in quel di Mantova. Stadio Martelli, in calce alla gara tra virgiliani e Parma, finita 2 a 2. Lui era squalificato, lo scorsi tra i banchi della tribuna autorità. Scambiammo due chiacchiere sulle altre gare di giornata, mi concesse una foto. Era avvolto da un’elegante calda sciarpa. Ecco cosa è stato per la recente storia a tinte gialloblù crociate: un’ elegante sciarpa calda, quando faceva molto freddo. Il gol più bello? Senza dubbio quello che non si è visto, il suo calvario per quell’assurda squalifica, vissuto come solo i signori sanno fare, dentro un silenzio pieno di attesa. Prima del suo viaggio verso Salerno, dove le porte dello stadio Arechi hanno già l’acquolina in bocca, dopo che la squalifica a fine dicembre era finita, un commiato magari in campo sarebbe stato come il lieto fine per la calaiò 750x330canzone Non ti scordar mai di me di Giusy Ferreri: previsto e assai gradito. Sia chiaro, per nessun motivo celebrativo, perché nelle faide infinite di A, quando boccheggi, vedi ultimo match con la Spal, uno come lui, col mancino uncino, che rilancia, protegge e magari trova il modo di risolvere la questione, sarebbe stato l’ideale. A volte la felicità non è cercare chissà cosa, è desiderare e rispolverare quello che hai già. Salerno, ti raccomando, trattalo bene. Stanne certa, non ti deluderà. Arciere, si nasce. “Quando l’arciere tende la corda, può vedere il mondo intero dentro il suo arco. Quando segue il volo della freccia, questo mondo gli si avvicina, lo accarezza, dandogli la perfetta sensazione di aver compiuto il proprio dovere”. Grazie di tutto Emanuele e buon viaggio, buone nuove frecce. Luca Savarese

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

IL COMMIATO DI CALAIO’: “GRAZIE PARMA, SEI STATA E SARAI SEMPRE CASA MIA”

 

14 pensieri riguardo “CARMINA ARCIERE / GRAZIE CALAIO’, IN TANTI MOMENTI CI HAI FATTO GODERE… (VIDEO)

  • 2 Febbraio 2019 in 01:15
    Permalink

    Mi pare non sia stato molto contento di partire. Avrebbe voluto giocarsi la sua chance in A.

  • 2 Febbraio 2019 in 08:25
    Permalink

    Saluto Calaiò con rispetto per il calciatore ( anche se l’estate scorsa l’ho bonariamente preso in giro, canzonandolo per l’affaire “Whatsappao “)…

    detto questo, due cose importanti per la nostra quotidianità:

    1) sono molto felice per le convocazioni in Nazionale dei due nostri atleti BASTONI e INGLESE: giustamente, sono meriti loro ma, anche il Parma ha la sua importanza, nell’averli scelti, fatti giocare e dato fiducia, soprattutto al secondo, talento naturale di grande prospettiva futura!!!

    2) nonostante il pronostico sia avverso per ovvi motivi che non sto qui ad elencare, stamani mi sono svegliato pensando che potremmo creare qualche problemino agli juventini e mi spiego meglio: se non dovessero segnare subito, nella prima mezz’ ora intendo, anche considerando che avranno una difesa rabberciata, diciamo pure raffazzonata ( senza nulla togliere a Rugani e Cáceres, i quali non sono certo BONUCCI e CHIELLINI ) …potremmo avere qualche piccolissima chance di portare a casa un risultato positivo.
    Lo so, l’ho scritta grossa ma, proprio qualche giorno fa si sono buscati 3 gol a Bergamo ( estromessi dalla Coppa Italia ) e …se i nostri faranno una partita accorta, concentrati, sul pezzo dal 1° al 98° ….potrebbero compiere l’impresa….

    magari !!!

    Ad ogni modo, io, contrariamente alle parole del Mister,
    PER IL PAREGGIO FIRMEREI SUBITO !!!
    …altro che frasi di circostanza …

    bisogna essere consapevoli di CHI SIAMO e DOVE POSSIAMO ARRIVARE ….incontriamo una formazione super titolata, zeppa di campioni, che ha “semi-steccato” solo due partite, solo due pareggi a fronte di ben 19 vittorie , 59 punti contro 28 …
    e non firma per il pareggio ???
    co sit matt ???

    moro

  • 2 Febbraio 2019 in 08:49
    Permalink

    Grazie di Cuore Giallo Blu Crociato Calaio’…
    Nunca dimentico che hai fatto per Parma Calcio 1913..💛💙
    In boca lupo,,,
    Strajé

  • 2 Febbraio 2019 in 10:53
    Permalink

    Ricordo un commento del super esperto JDM che scriveva che non sapeva neanche battere i corner.

    Bei tempi quando ci allietava con le sue c……e, ora è stato travolto dalle promozioni in serie e ci ha abbandonati, anche se sono sicuro che ci legge.

    Grazie per tutto Calaiò e perdonalo.

  • 2 Febbraio 2019 in 12:57
    Permalink

    eh mandog un sms siochett

  • 2 Febbraio 2019 in 12:59
    Permalink

    me lo ricordero’ come cesati uhuhuhu, baraye come ganz ,mo co vot saver ti babbalano

  • 2 Febbraio 2019 in 13:40
    Permalink

    con la Juve andiamo la e giochiamo senza l’ assillo del risultato.
    se si perde niente drammi e le cornacchie che stiano pure gentilmente in silenzio senza sentenziare sul mercato appena chiuso.
    non è li che si deve far punti.
    se viene di più sarebbe fantastico.
    dovrebbe piovere e credo non sia positivo. sicuramente da subito la ns metà campo si rovinerà parecchio…quindi il secondo tempo sarà durissima perché non sfrutteremo nemmeno le ripartenze.
    forza ragazzi!

  • 2 Febbraio 2019 in 14:08
    Permalink

    ve sinceramente del “non e’ a torino che dobbiamo fare punti” mi sarei anche rotto i coglioni che lo si dica prima o dopo nulla lo osta

  • 2 Febbraio 2019 in 15:32
    Permalink

    idm era solo per mediare con la schiera di pessimisti. chiaro è che si vuol far punti sempre!!!!
    altrimenti se nessuno ci crede D’ Aversa schiererà la primavera. non mi pare mai successo quest’ anno.
    quindi si va a giocarsela!

  • 2 Febbraio 2019 in 16:20
    Permalink

    il pessimismo e’ dato dal fatto che tu giochi con la juve o con l’ancona con questo qui ce li tiriamo tutti in casa dal primo al 9o esimo ,onestamente pretendiamo che la fortuna sia ceka ed anche slovacca nuetor ,ma tant’e

  • 2 Febbraio 2019 in 16:21
    Permalink

    Calaiò non mi mancherai.buona fortuna.

  • 2 Febbraio 2019 in 17:05
    Permalink

    Completiamo la frase : “Non è a Torino con la Juve che DEVI fare punti obbligati”. E’ chiaro che a livello di rosa ci sono nettamente superiori e il pronostico pende decisamente a loro favore.Per portare via punti, dovremmo trovare una Juve sottotono (tutta la Juve, anche chi metterà dentro Acciughina Allegri dalla panchina).

  • 2 Febbraio 2019 in 17:37
    Permalink

    Non grande ma grandissimo Calajo’
    Un grande e non riesco a immaginarlo
    in un’altra squadra.
    Non dovevamo darlo via.
    Ho letto la lettera che ci ha scritto.
    Struggente.
    Un grande uomo
    Un grande giocatore
    Bravo anzi no
    BRAVISSIMO.

  • 2 Febbraio 2019 in 21:37
    Permalink

    Di questo passo, il Parma dovrebbe ingaggiare un nuovo Giacomo Leopardi, pure gobbo (ma non juventino), piuttosto che un attaccante bravo che la butta dentro. Mo Sgnor che roba!

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI