CARMINA PARMA / GERVINHO FA IL CRESPO E I CROCIATI TORNANO A SGAMBETTARE MADAMA

WhatsApp Image 2019-02-03 at 03.23.41TORINO – nostro servizio – Luca Savarese – Il “Libro degli abbracci” è un testo di Eduardo Galeano. Lo Stadium, detto Allianz per motivi di sponsor, abbraccia il suo re: CR7, sponsor di uno stupore continuo, che volentieri abbraccia a sua volta bimbi e grandi. Lo abbraccia CR7, prima di entrare nel cuore dell’Arena, anche il suo amico Bruno Alves. Ma è il Parma ad abbracciare, per primo, la partita. Gervinho sguscia via, Scozzarella tira Perin para. La Juve deve prendere un attimo di misura alla dirompenza del Parma. Quando lo fa, non ci mette poi tanto, è però il Parma a faticare, a starle dietro. Ronaldo, Cancelo, Douglas Costa, parlano la stessa lingua: il portoghese. Ma anche quella tecnica è davvero simile. Costruiscono temi veloci di puro futebol bailado. A Bruno Alves e soci, risulta difficile decifrarli. I Crociati, così, dietro si sentono mancare un po’ il fiato, ma con l’ivoriano e Kucka tengono accesi i fari delle ripartenze. Anche Madama riparte. Ronaldo non da punti di riferimento e scivolando al 36′ trova, servito da Matuidi e con una deviazione di Iacoponi, il gol. La Juve si sblocca e lui fa sembrare per i suoi tutto più facile, tutto più a portata di sogni. WhatsApp Image 2019-02-03 at 03.22.58Il Parma, però, non piomba in nessun incubo. Rimane lì, certo colpito, ma non affondato. Il Var le da una mano annullando un rigore che Giacomelli aveva concesso ai bianconeri: spintonate reciproche tra Iacoponi e Caceres. Un plauso al signor Giacomelli di Vicenza: non è da tutti i giorni fidarsi del giudizio della tecnologia e fare un’errata corrige a un penalty ad uno squadrone come la Juve, e nel suo tempio poi! Chissà cosa sarebbe successo se ci fosse stato l’occhio computerizzato in quell’ Juve-Parma del 96-97 quando fu concesso un rigore a Madama non proprio cristallino? Var(tte la) pesca. Ma menomale che è arrivata ed ora ne godiamo i benefici. Nel secondo tempo non c’è più il motorino Douglas, ma Bernardeschi: più stabile, meno imprevedibile. D’Aversa ha ricaricato i suoi nell’intervallo. Uno che più che le pile scariche viene scarsamente servito dai suoi è Biabiany. La corsia destra, infatti, risulta poco frequentata dai Crociati e molto di più dalle scorribande di Cancelo. L’ingresso di Siligardi per il francese è una carta che scompagina un po’ i piani bianconeri. Uno che invece crea pagine di puro calcio dove come e quando vuole è Cristiano. Il suo WhatsApp Image 2019-02-03 at 03.22.02vangelo di classe, sa solo stupire. Dal vivo, poi, capisci come sia in grado di sprigionare un contagio tecnico, una sorta di taumaturgica benedizione. Prova ne sia la gara di Spinazzola: spesso ne segue le movenze e ne imita,  con quella finta di calciare salvo poi tirare subito indietro il destro, le abitudini. Sole che illumina, raggi che scaldano. Quando però non ci arriva lui, è pronto Rugani, che scaraventa in rete il 2 a 0. Qui quasi tutte le altre formazioni del campionato avrebbero alzato le mani, consegnandosi a stillicidi abnormi. Non il Parma, non questo Parma di D’Aversa, intriso di cazzimma sin dentro i parastinchi, durissimo a morire. Quando Kuco, operoso e diligente, va a mettere in mezzo un pallone sulla destra, nessuna maglia bianconera lo segue. Qui la Juve paga l’assenza contemporanea dei suoi leader della concentrazione Bonucci, Chiellini, Barzagli, mostrando quel pizzico di sufficienza che sul volto di una Signora così avvenente stona come un neo inatteso. Nino Barillà, al solito strenuo WhatsApp Image 2019-02-03 at 03.23.41(1)metalmeccanico delle terre di mezzo, si regala un gol di testa da puntero da strapazzo. Il Parma spaventa una Zebra troppo fiera. Lo Stadium, tuttavia, non si scompone più di tanto e si aggrappa al suo cristianesimo. Preghiera esaudita. CR7 sovrasta come un titano Iacoponi che al confronto pare un lillipuziano: 3 a 1. Questo passivo avrebbe fatto alzare bandiera bianca a tutte le altre 18 compagini del campionato. A tutte, tranne a questo Parma, resiliente e impertinente. Kuco, sembra il poeta del gol Claudio Sala che nella Torino granata sfornava cross che facevano innamorare. Questa volta è rasoterra. Quando Gervinho lo riceve il film di Juve-Parma, come facevano i cartoni infiniti di Holly e Benji, torna indietro di 20 anni: 1999 e quel tacco di Crespo che fece deragliare la Juve di Lippi, facendolo esonerare. Il flashback prende in braccio il presente: tacco, deviazione di Rugani: 3 a 2. Il Parma sgrana il suo rosario della pazza WhatsApp Image 2019-02-03 at 03.22.58(1)remuntada. Adesso anche Ronaldo non sa più che pesci pigliare, lui che va bene tutto, ma non sa ancora moltiplicare i gol. La Juve cincischia, cicala che perde di vista lo spartito della sua giustezza. La formichina Parma trasporta alacremente la sua mollica di pane, che diventa una pagnotta croccante. Mandzukic più che un guerriero fa la figura di un dognaniere disattento e perde una palla in zona bandierina di destra. Kucka, farmaco universale, gliela sdradica di dosso, la da ad Inglese, che a sua volta serve Gervinho. Tiro che buca le mani a Perin. 3 a 3. Qui il presente flirta ancora con il passato. Il confronto va immediato ancora a Crespo e a quel gol definitivo del 9 gennaio 2000 al Tardini. Ecco un gol definitivo 2.0. Gervinho, numero 27, che sommato fa 9 come il numero di Valdanito. Madama rosica, Allegri sbraita. Più che Cristiano qui poterono i cristoni. 2 febbraio 2019, guarda come ti fermo la Juve… Luca Savarese

19 pensieri riguardo “CARMINA PARMA / GERVINHO FA IL CRESPO E I CROCIATI TORNANO A SGAMBETTARE MADAMA

  • 3 Febbraio 2019 in 10:11
    Permalink

    Siamo la bestia nera della Juve… li abbiamo purgati ancora!!
    Il gol di tacco di Gervinho è la continuità di quello di Hernan.
    Però quello di Barilla ha un sapore particolare, giocatore che per certi versi ha fatto fatica in B (almeno nella prima parte) sino a diventare imprescindibile in A e segnare in casa probabilmente della squadra più forte al mondo in questo momento.
    Solo il nostro Parma ci ha abituato a darci queste emozioni, tre promozioni in 3 anni, due derby vinti, promozioni all’ultimo minuto dell’ultima partita e poi pareggiare dando 3 gol in un solo tempo alla Juve.
    Grazie ragazzi per tutto quanto, noi siAmo Parma!!

    • 3 Febbraio 2019 in 11:51
      Permalink

      Barilla’ ha dato un grande esempio quando, dopo aver segnato, ha riportato di corsa la palla a centrocampo dimostrando che la squadra credeva di potere recuperare la partita.
      Comunque la Juventus è ben lontana dall’essere la miglior squadra al mondo. In Italia spadroneggia perché investe molto di più, e più avvedutamente, delle poche concorrenti.
      In Europa non vince da oltre 20 anni

      • 4 Febbraio 2019 in 09:12
        Permalink

        Vorrei sottolineare che non l’ha portata a centrocampo, ma l’ha consegnata direttamente a Ronaldo, come a dirgli: “Dai ragazzino, muoviti che qui dobbiamo farne un altro”.
        Magico Nino

  • 3 Febbraio 2019 in 10:15
    Permalink

    Bellissimo articolo Luca, sul Parma “resiliente ” e “formichina!”….
    Complimenti al mitico Parma, che è riuscito nell’impresa di fermare la Juve di Ronaldo, il quale non ha potuto moltiplicare i gol!!!…

    WE ARE PARMA!… e un caro saluto a Maio!
    Maria Teresa

  • 3 Febbraio 2019 in 10:24
    Permalink

    Non sono d’accordo.
    Gervinho è meglio di Crespo
    Mi debbo ricredere su Kucka
    Lo ammetto diventerà a breve
    fortissimo
    Ieri mi sono piaciuti Gervinho
    inglese e Siligardi.
    Gervinho è strepitoso ma penso
    che in un’altra squadra avrebbe
    difficoltà.
    SONO GLI SCHEMI DI D’AVERSA
    adattissimi a lui che lo esaltano.
    Ho criticato D’Aversa è……HA REAGITO
    Ho criticato Kucka e………..HA REAGITO
    ho criticato la squadra e…..HA REAGITO
    Li ho spronati e abbiamo fatto il primo
    pareggio fuori casa con la,Juventus che vale
    di più della vittoria fatta a San Siro.

    Ecco perché ora salgo
    SUL
    CARRO
    DEI
    VINCITORI.
    CON PIENO anzi PIENISSIMO MERITO

    E adesso sotto con l’INTER.
    Forza Parma

    • 3 Febbraio 2019 in 18:27
      Permalink

      VELENOSO
      SEI RIDICOLO….
      Hai criticato come sempre… Non hai spronato a fare meglio nessuno….
      Pensa prima di scrivere…. Fai più bella figura….

      FORZA PARMA!!!

  • 3 Febbraio 2019 in 10:48
    Permalink

    Unica assieme a Genoa e Atalanta a poter dire di aver fermato i gobbi. Che impresa!

  • 3 Febbraio 2019 in 14:32
    Permalink

    Nella botte piccola c’e il
    GER..VINO buino

  • 3 Febbraio 2019 in 16:02
    Permalink

    Nella botte piccola c’e il
    GER………….VINO buono.

  • 3 Febbraio 2019 in 18:41
    Permalink

    Fermatelo!

  • 3 Febbraio 2019 in 19:06
    Permalink

    Mi ricordo i commenti si pensava che di giocatori da A ne avessimo non più di tre, quattro e Barilla non era quasi mai nominato nemmeno per la panca. GRANDE
    POI GIOCA ANCHE BENE

    • 3 Febbraio 2019 in 20:04
      Permalink

      Grande Barrila’ ….
      Il suo gol ieri …. asisst Kuco …
      se posso fare una analogia …..
      Era come un chirugo …. preciso .. ha visto lo spazio e con su ” inteligente ” testa a buttato dentro ….
      Straje’

  • 3 Febbraio 2019 in 20:07
    Permalink

    Non fate più la corsa sul Bologna per il terzultimo.posto.
    Con il cambio allenatore il Bologna si salva.
    Occhio perché non siamo salvi.
    Occorre vincere con l’Inter è speriamo non cambino
    l’allenatore.
    L’Inter attuale fa veramente SCHIFO.
    ICARDI nel Parma non lo vorrei nemmeno gratis.

  • 3 Febbraio 2019 in 20:20
    Permalink

    L’Inter ha 40 punti è già salva e quindi ha mollato….

  • 3 Febbraio 2019 in 20:21
    Permalink

    Peccato il Bologna ha vinto. E sabato arriverà un Inter arrabbiata. Guardavo la classifica e mi chiedevo. La quota salvezza è a 38/40 mediamente..qualcuno meglio informato di me saprebbe dirmi negli anni passati..le squadre che erano in lotta per la salvezza a quanti punti hanno girato il girone di ritorno? Perché quest anno forse rischia di essere un po’ più alta…

  • 3 Febbraio 2019 in 20:34
    Permalink

    Buonii !!! Velenoso ha una certa età… rispetto per gli anziani !!!

  • 3 Febbraio 2019 in 21:02
    Permalink

    Intanto l’inter ha perso in casa col Bologna, che squadraccia. ….

  • 3 Febbraio 2019 in 21:24
    Permalink

    Nicola pesce striato D.O..C & G.

  • 3 Febbraio 2019 in 21:34
    Permalink

    Ora che non c’e piu, Piatek rischia il Genoa più di tutti poi Udinese Empoli Spal e Cagliari.

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI