D’AVERSA: “RAMMARICO, PRIMO TEMPO EQUILIBRATO. CI E’ STATO FATALE UN NOSTRO ERRORE”

(Ilaria Mazzoni) – La sensazione predominante di questo post partita è sicuramente quella del rammarico che nasce dall’aver assistito ad una partita, durante il primo tempo, equilibrata, condita da due occasioni clamorose e di un robertosecondo tempo che, dopo aver vissuto un momento di sofferenza, sembrava essersi assestato in una condizione di equilibrio tra le due formazioni. Poi, prosegue il tecnico crociato, è stato commesso un errore che, per i gialloblù, si è rivelato letale e che ha condannato alla sconfitta il Parma. Dopo la rete, infatti, l’Inter ha preso campo anche se, nel finale, i crociati hanno avuto un moto di orgoglio. C’è forse stato, dopo i primi quarantacinque minuti, un calo fisico? Per D’Aversa molte sono state le energie messe in campo dai suoi giocatori nella prima frazione di gara ma il motivo è stato che si sono scontrati contro una formazione che, per il tecnico, è tra le più forti e preparate fisicamente. Questa elevata fisicità ha messo certamente più in evidenza le differenze tra le due contendenti. Per quanto riguarda gli errori di stasera il tecnico afferma che è stata un pò sofferta la palla in diagonale e le ripartenze nerazzure più che sulla costruzione del gioco. Ilaria Mazzoni

DAL CANALE YOUTUBE UFFICIALE DEL PARMA CALCIO 1913 IL VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA DI MISTER ROBERTO D’AVERSA DOPO PARMA-INTER (0-1)

 

18 pensieri riguardo “D’AVERSA: “RAMMARICO, PRIMO TEMPO EQUILIBRATO. CI E’ STATO FATALE UN NOSTRO ERRORE”

  • 10 Febbraio 2019 in 00:08
    Permalink

    Un’altra sconfitta nei minuti finali. ( vedi Inter Roma Lazio e,altri)
    Se le partite durassero 45 minuti saremmo in lotta per lo scudetto essendo a due punti dalla,Juventus
    In casa invece siamo da retrocessione alla… Chievo.
    Per me non reggiamo 90 minuti e infatti notate
    Negli ultimi 15 minuti le prendiamo da tutti e se non ci fosse San Sepe saremmo per i secondi tempi ultmi dietro anche al Chievo.
    È da inizio campionato che lo dico ma per aver detto la verità sono stato bannato.

  • 10 Febbraio 2019 in 00:16
    Permalink

    Ormai mi sono rassegnato a vedere poche vittorie in casa. Se una squadra è strutturata solo per un certo tipo di gioco è chiaro che fa più fatica tra le mura amiche che in trasferta.

  • 10 Febbraio 2019 in 00:57
    Permalink

    Faccio una domanda. Da abbonato quando vedremo una vittoria in casa?

  • 10 Febbraio 2019 in 01:00
    Permalink

    Aver piocionato sul terzino destro è una delle cause della sconfitta contro una pessima Inter. Mancano 11 punti. In casa non vinciamo da novembre. Dove li andiamo a fare?

    • 10 Febbraio 2019 in 09:28
      Permalink

      L’Inter è stata tutt’altro che pessima anzi ha giocato forse la sua migliore partita di questo campionato, dimostrando di avere giocatori di grandissima qualità che hanno una capacità di palleggio assoluta (x me è inspiegabile un distacco così grosso rispetto alla Juve xké a livello di rosa non è molto inferiore).
      Contro questa Inter il Parma ha fatto la partita che poteva fare giocando come può e come sa, essendo sfortunato con la traversa di Gervinho. Il gol è nato da un errore individuale a centrocampo con Kucka che ha perso ingenuamente un pallone dando il la al contropiede avversario (kucka che peraltro ha fatto una otiima partita al netto di questo errore).
      Il discorso del terzino che senso ha? Cosa vuol dire? Iacoponi ha praticamente annullato Perisic finalista mondiale con la Croazia e tra le prime 5 ali più forti al mondo a piede invertito.
      Personalmente non sono deluso, un po arrabbiato x la sconfitta ma la squadra ha dato il massimo.
      Ora sotto con il Cagliari, facciamo quei 5-6 punti per la salvezza e poi giochiamo partita per partita con serenità cercando di divertirsi e divertire.
      Sempre e solo forza Parma

      • 11 Febbraio 2019 in 02:10
        Permalink

        L’Inter ha fatto la stessa identica partita fatta con il Bologna… Ètor che Bali.

  • 10 Febbraio 2019 in 07:40
    Permalink

    Testa Alta …. Avanti Ragazzi …
    Forza Parma
    Straje’

  • 10 Febbraio 2019 in 08:50
    Permalink

    Onestamente l’Inter ha meritato, nel secondo tempo ci hanno preso a pallonate. Peccato che il gol è un nostro gentile regalo, Kucka era già morto giá da 20 minuti ma in panchina non se ne è accorto nessuno. E stavolta aveva pure fatto lui un cambio per primo, da segnare sul calendario.
    Se è pur vero che in trasferta rendiamo di più e che siamo bravi a ribaltare i pronostici, è anche vero che in casa sta diventando una debacle. I 3 punti buttati con la Spal potremmo doverli rimpiangere parecchio.
    Quota 37,38 è ancora molto lontana, ci sarà da soffrire. La salvezza va conquistata, altro che baggianate di Europa League

  • 10 Febbraio 2019 in 09:39
    Permalink

    Appunto la salvezza va conquistata ed è stato fatto un mercato arrogante come se l’avessimo già in tasca vedi Deiola.

  • 10 Febbraio 2019 in 09:52
    Permalink

    Francamente ieri si poteva fare poco di più… se si vuole cercare sempre il pelo nell’uovo per poter scrivere e passare il tempo
    Ok ma bisogna aprire bene gli occhi e chiudere il libro dei ricordi o delle favole. Questo non è il Parma di Scala, stiamo facendo già i miracoli… i 2 terzini giocavano in C e in B.. solo x dirne una, e di fronte ti ha segnato (solo a 10 dal termine x un regalo) Lautaro che da solo è costato come tutto il Parma…
    Gli schemi ci sono, ma solo Sacchi imponeva il gioco a tutti con una rosa mediocre (ed è ancora la ad insegnare calcio e fare conferenze, libri ecc) gli altri si guadagnano la pagnotta con le scarpate e gli 0-0 se non hai una squadra di livello.
    Oggi più che mai è complicato fare i risultati è l’allenatore con tutti i suoi limiti anche da esordiente (gli altri esordienti il 1 anno di A son quasi tutti esonerati per le imbarcate che prendono il primo anno tranne rari casi) fa quello che può con alcuni grandi giocatori e altri che sono al limite x la A…
    Ieri tifo scarso per la serata che era (ricordi d’altri tempi…) peccato… dov’è la passione??

    Meno chiacchiere a vanvera a casa e più tifo allo stadio!!

    Salvezza a testa alta e dare fastidio a tutti!!!

    Avanti Crociati

    • 10 Febbraio 2019 in 14:07
      Permalink

      GRANDE!!!!
      Crociato71… Parole Sante….

      FORZA PARMA!!!!

    • 11 Febbraio 2019 in 02:14
      Permalink

      Tifo scarso?? Ma eri allo stadio o parli a vanvera?

      • 11 Febbraio 2019 in 16:30
        Permalink

        Parlo a vanvera, dalla nord da almeno 30 anni.

  • 10 Febbraio 2019 in 10:44
    Permalink

    Deiola = Iniesta !!! Dailà !!!

  • 10 Febbraio 2019 in 12:06
    Permalink

    Perdere con l’Inter di ieri sera ci sta tutta, hanno giocato la loro miglior partita della stagione, sono diverse spanne superiori tecnicamente e fisicamente. Se fosse entrato il tiro di Gervinho, stampatosi sulla traversa, forse si sarebbero innervositi e magari disuniti, ma, purtroppo non esiste la controprova. Nel secondo tempo hanno fatto il tiro a segno meritando ampiamente la vittoria. Il rimpianto grandissimo rimane la sconfitta con la Spal, quella era una partita da vincere a tutti i costi. D’ora in avanti le gare saranno tutte difficilissime, è indispensabile non perdere gli scontri diretti cominciando da sabato a Cagliari.
    Sempre Forza Parma

  • 10 Febbraio 2019 in 18:54
    Permalink

    cioccapiatti1

  • 10 Febbraio 2019 in 20:57
    Permalink

    Deiola intanto in panca a S. Siro…. in una squadra che farà mooolta fatica a salvarsi !!! E Davide al crida par Deiola !!! Espertone !!!

  • 11 Febbraio 2019 in 19:46
    Permalink

    Sul centrocampo sabato avevamo in panca: STULAC, Rigoni, Machin,Diakhate ….
    non si dicano eresie, …l’Inter ha meritato ed ha vinto ..
    punto e basta,,
    secondo me..

    accetto pareri, contradditorio ed altro
    moro

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI