IN MORTE DI UMBERTO COCCONCELLI / PALLINI RICORDA IL LALLO: “CIAO MIO AMICO-NEMICO AMATISSIMO” E L’EPOPEA DI RADIO EMILIA

gabriele giovane 2(Gmajo) – Lunedì scorso 4 Febbraio 2019 dalle Filippine, ove si era trasferito circa 25 anni fa, è rimbalzata a Parma attorno all’ora di pranzo la notizia della improvvisa scomparsa a 71 anni di Umberto “Lallo” Cocconcelli, di cui già ieri la Gazzetta di Parma ha tracciato un bel ricordo attraverso la penna felice di Gian Luca Zurlini, uno dei talenti usciti dalla fucina giornalistica di Radio Emilia, emittente che lo stesso Lallo aveva fondato a Dicembre 1975 con i fratelli Pallini. A Fabrizio, “amico-nemico” amatissimo del Lallo (nel 1984 ci fu la scissione con la nascita di Onda Emilia), StadioTardini.it ha chiesto di ripercorrere quei tempi gloriosi: il mio e nostro modo di rendere omaggio a chi nel lontano 1978 aveva dato fiducia e un camice bianco a un 14enne cresciuto troppo in fretta (o forse mai diventato adulto e rimasto teen ager dentro) e innamorato della Radio. Grazie Lallo! 

(Fabrizio Pallini) – Ci ha lasciaslide fabrizio pallinito improvvisamente ed inaspettatamente Umberto Cocconcelli per tutti il “Lallo“.Fino a pochi giorni fa dialogava e ricordava con noi su Facebook di un passato straordinario legato al mondo delle radio locali. Ora il Lallo ritroverà l’amico e socio Marcello Pallini, scomparso prematuramente nell’ormai lontano 1978, col quale il 24 Dicembre del 1975 inaugurò l’emittente radiofonica locale Radio Emilia 1.
Nasce tutto in una calda serata estiva del 1974 all’Hash club di viale Mentana a Parma, sottol’occhio vigile e attento di Oddone Cocconcelli “l’avvocato “.

lallo e oddone cocconcelliE’ li che inizia la straordinaria avventura radiofonica dell’emittente di via Zarotto 90, che porterà decine e decine di giovani a vivere un’esperienza affascinante, unica e innovativa nelle stesso tempo. Fondano la società Emilia Press Srl che annovera al suo interno anche Sante Poli, Remo Belletti, Giuliano Turrini e Arnaldo Manfredi. Il loro sogno si realizzerà in pochi mesi. Uniscono le proprie competenze specifiche: tecniche per Marcello e artistiche per Lallo, creando qualcosa di unico ed irripetibile. Aprono  la strada maestra per il mondo dell’etere radiotelevisivo privato italiano.

simona casazza victor poletti xxx lallo cocconcelli range rover montecarloll Lallo e Marcello pensano alla grande. Se è vero che a fregiarsi del titolo di prima radio italiana è Radio Parma è altresì vero che Radio Emilia è la prima a superare l’ambito cittadino grazie alla novità di un ponte radio. Questa innovazione tecnica permette al segnale  dell’emittente di coprire buona parte dell’Italia del Nord e del Centro. Dalla selezione dei primi speakers: Cleto Rossini, Giovanna Torelli, Susanna Corradi, Doriella Camorali, Simona Casazza, Gastone Costa, Stefano Frigeri, Ribi Farina, Claudio Coloretti, e poi Antonella Dolci, Claudio Piola e tanti, tanti altri, ad un palinsesto strutturato alla perfezione dal Prof. Aldo Maglietti.
Sono centinaia e centinaia le telefonate che giornalmente arrivano negli studi dell’emittente parmigiana. In un mondo dove ancora non sono comparse le televisioni private, è un successo strepitoso per l’epoca. Programmi di dediche, quiz, informazione locale e sport . Tanta la musica con i disc jockey dell’epoca tra cui spicca SAM_0951_thumb[1]Robi Bonardi con Ivano Carlini, Romano Masola e Francesco Trezza e più avanti Ennio Tricomi e Pino Caltabiano. Ma la grande intuizione è proprio quella di comprendere che la radio locale non è solo musica, ma anche varietà, informazione e sport in particolare. Le grandi idee: la prima radiocronaca in diretta del Parma Calcio Arezzo-Parma  con Gian Carlo Ceci (senza dimenticare Pino Colombi); i primi servizi scandalistici di Pessina e Martello sotto la direzione di Fabrizio Rizzi; i notiziari locali con Roberto Ghirardi, poi personalizzati grazie a Carlo Drapchind, sottratto a Radio Parma insieme all’allora giovanissimo e già promettente Gabriele Majo; i primi notturni che superano la mezzanotte e che continuano fino al mattino; i quiz a premi; trasmissioni innovative come quelle della redazione sportiva capitanata prima da Gian Carlo Ceci e poi da Ugo Ferri, con già uno straordinario patrimonio umano come: Guido Schittone, Arturo DallaTana, Giampaolo Anghinetti, Lino Pasqualis, Vittorio Campanini, Paolo Paglia, Beppe Negri, Sandro Rizzpietro adrasto ferraguti umberto lallo cocconcellii, Roberto Lurisi, Mauro Barigazzi, Alberto Barigazzi e tantissimi altri. Una formula magica che il Lallo e Marcello inventano segnando un solco indelebile, non solo nella storia della radiofonia privata locale, ma anche in quella nazionale. Si unisce poi al gruppo, per dare un accenno di spensierata follia, l’amico e imprevedibile Dado Simonazzi.
Nasce così una nuova palestra informativa. Tanti giovani si susseguono ai microfoni dell’emittente di via Zarotto facendosi valere a livello giornalistico, sia in ambito locale che nazionale. Radio Emilia diventa anche serbatoio futuro per la Gazzetta di Parma con i vari Paolo Emilio Pacciani, Paolo Grossi, Gianluca Zurlini, lallo e la renault 4 radio emiliaClaudio Rinaldi e per la TV Pietro Adrasto Ferraguti ultimo direttore della radio e mentore degli ultimi anni, per il Lallo Cocconcelli. Ma anche molti professionisti, ormai affermati, devono senz’altro qualcosa a quella indimenticabile e straordinaria opportunità che il Lallo e Marcello diedero loro. Purtroppo le troppe “Gauloises”, tanto amate da Umberto, devono aver scavato nel tempo in profondità. La ferale notizia ci ha lasciato improvvisamente attoniti e orfani di quei messaggi e ricordi periodici  che arrivavano da quel suo nuovo mondo che aveva tanto ricercato.
Il Lallo va a ritrovare l’amico Marcello, dunque, insieme a tanti altri compagni di viaggio come Victor Poletti, Marco Berni, Nick Tagliola coi quale potrà commentare dall’alto il miracolo che due giovani promettenti ragazzi seppero offrire ad una intera comunità, insieme ad un pizzico di spregiudicatezza e di sana follia. Caro Lallo, mio amico e nemico amatissimo, è un breve ricordo per tutti che mi sento di dedicarti di cuore. Fabrizio Pallini

gazzetta di parma ricordo di umberto lallo cocconcelli a cura di gian luca zurlini

Stadio Tardini

Stadio Tardini

One thought on “IN MORTE DI UMBERTO COCCONCELLI / PALLINI RICORDA IL LALLO: “CIAO MIO AMICO-NEMICO AMATISSIMO” E L’EPOPEA DI RADIO EMILIA

  • 6 Febbraio 2019 in 23:51
    Permalink

    R.I.P.

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI