PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / ARTICOLO SILENZIOSO 1-0: unica cosa positiva oltre alla classifica

morosky trio dell oca morta(Mauro Morosky Moroni) – Contrariamente ai tanti amici (leccakulovic) del Mister, io non mi sto più divertendo nel vedere questo Parma in campo: mi accontento dei punti e della sola classifica, null’altro, mi è passata pure la voglia di scrivere, scrivere cosa ? Il vuoto relativo all’assenza di una anche piccolissima parvenza di gioco??? La difficoltà nel vedere 3 passaggi di fila in una squadra che, se marchi a uomo Gervinho, rimane Inglese da solo in mezzo a due, tre difensori con immane fatica nel fare gol!!

Oggi, su queste pagine nere, raccontamela voi la partita: aspetto che mi diciate cosa è successo tra Parma e Genoa: dei vostri commenti e giudizi mi fido, voglio proprio vedere se ho la vista distorta io, oppure se anche gli altri, imparziali, hanno visto le medesime cose…

percorso pericolanti dopo genoa

* Le gare del 27° turno, 8^ di ritorno *

4-1 Juventus-Udinese (Venerdì 08/03 ore 20.30)
1-0 Parma-Genoa (Sabato 09/03 ore 18.00)
1-2 Chievo-Milan (ore 20.30)
2-0 Bologna-Cagliari (Domenica 10/03 ore 12.30)
1-2 Frosinone-Torino (ore 15)
2-0 Inter-Spal
1-2 Sampdoria-Atalanta
1-1 Sassuolo-Napoli (ore 18.00)
0-0 Fiorentina-Lazio (ore 20.30)
2-1 Roma-Empoli (Lunedì 10/03 ore 20.30)

***Lazio-Udinese  ( da recuperare )***

borsino dopo parma genoa

* I marcatori * (29 gol)

9 gol – Gervinho
8 gol – Inglese
3 gol – Bruno Alves
2 gol – Barillà, Rigoni, Kucka
1 gol – Dimarco, Siligardi, Ceravolo

Situazione cartellini gialli *

5 Scozzarella (squalificato)
4 Barillà, Biabiany, Rigoni, Iacoponi,  (4 in diffida)
3 Stulac
2 Gobbi, Siligardi, Bastoni, Kucka
1 Dimarco, Sepe, Inglese, Gervinho, Bruno Alves

Vi saluto cordialmente,

Mauro “Morosky” Moroni

Stadio Tardini

Stadio Tardini

56 pensieri riguardo “PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / ARTICOLO SILENZIOSO 1-0: unica cosa positiva oltre alla classifica

  • 12 Marzo 2019 in 20:54
    Permalink

    Hai ragione …. si parla di Pioli per l’anno prossimo…

    • 13 Marzo 2019 in 10:27
      Permalink

      a Firenze dicono di lui le stesse cose che gli esteti tifosi del Parma dicono di D’Aversa…

  • 12 Marzo 2019 in 21:46
    Permalink

    Sono abituato a rispettare il rispettare il pensiero altrui, che se diverso dal mio a volte arricchisce pure.
    Allo stesso tempo non ho alcuna remora nel dire che il pensiero espresso dall autore (e non solo da lui) mi lascia molto perplesso, più che accontentarsi c è da rallegrarsi dei risultati ottenuti che non erano e non sono affatto scontati.
    Non c è gioco / giochiamo male? Mah secondo me il gioco c è ed e molto intelligente perché parametrato ai giocatori di cui si dispone. Per come la vedo io i tre passaggi consecutivi che si vedono poco sono riconducibili a limiti della rosa, tecnici e caratteriali, idem alcuni strafalcioni difensivi su certi gol presi.
    Ricordo bene le reazioni della piazza al Parma di donandoni, uno che cercava il risultato attraverso un gioco diciamo propositivo: tic tac tic tac e non si tira in porta, giochiamo solo un tempo etc etc
    il Parma è tornato nel calcio che conta, lasciamo crescere con calma la società senza mortificarne L operato perché per chi ci investe o ci lavora leggere onsentire certe analisi non credo faccia piacere, a me farebbe incazzare. L anno prossimo sarà probabilmente ancora più dura ma con un po’ di pazienza e di buona sorte (che è sempre indispensabile) possiamo diventare una squadra di categoria e toglierci delle soddisfazioni

  • 13 Marzo 2019 in 00:14
    Permalink

    Cosa c’è dire? Ogni partita del Parma potrebbe essere sempre commentata allo stesso modo.

    • 13 Marzo 2019 in 08:05
      Permalink

      Concordo al 100%.
      Si vince troppo spesso grazie al fattore c. Me ne rallegro, ma non può durare all’infinito.

  • 13 Marzo 2019 in 07:30
    Permalink

    Luca pensa a come commentano le partite i tifosi di Chievo Frosinone Bologna Empoli Spal Udinese Cagliari e Genoa. Secondo quello che scrivi sempre sei uguale al gioco del Parma. Dovresti apprezzarlo. Fai sempre gli stessi commenti.

  • 13 Marzo 2019 in 09:04
    Permalink

    In Italia ha fatto più danni Sacchi con ‘sta menata del giuoco che la democrazia cristiana…che do bali…

    • 13 Marzo 2019 in 21:01
      Permalink

      Come paragone è decisamente strampalato. Se per te ricostruire un paese dalle macerie della guerra e portarlo nel G7 è aver fatto danni….a quell’epoca i politici al governo ed all’opposizione sapevano leggere, scrivere e far di conto. E, cosa incredibile oggi, si rispettavano e non erano in campagna elettorale permanente anche se i governi duravano poco.

      • 13 Marzo 2019 in 22:39
        Permalink

        Prendi la battuta per quello che è, non mi metterò certo a fare un dibattito sociopolitico su stadiotardini anche se la tua risposta sarebbe tutt’altro che inattaccabile…ma in questo periodo ne ho già abbastanza con i puristi del bel giuoco…

  • 13 Marzo 2019 in 10:42
    Permalink

    No Morosky non farlo
    Ti prego non farlo.
    😈 😈 😈
    Pensa alla salute.
    E alla salute fortunatamente
    ci hai pensato.
    L’altro giorno non vedendolo più,
    lo sono andato a trovare a casa sua
    Era a letto, era magro, aveva il respiro affannoso
    sembrava ci dovesse lasciare a breve ➕
    Gli ho chiesto
    “Ma che fai, ma che hai
    Cosa ti sta,succedendo?”
    e lui con un filo di voce
    ” Ho deciso di fare lo sciopero della fame
    e guarda che sono deciso, se non.otterro’ quello
    che chiedo porterò questo sciopero fino alle
    estreme conseguenze ”
    Ero perplesso, non sapevo cosa dirgli ero
    basito ma poi ho capito tutto quando lui
    ha continuato a confidarsi con me.
    😈 ” Ho deciso di fare,a oltranza lo
    sciopero della fame perché tu hai lasciato
    il forum e senza i tuoi commenti mi sento
    inutile triste perso spaesato e ho deciso di lasciarmi
    andare non volendo.piu vivere” ⚡ ⚡ ⚡
    A quel punto non avevo alternative,dovevo
    rientrare e gli ho detto
    “Va bene rientro ma tu promettimi e giurati su
    Majo che da oggi sospendi questo cazzo di sciopero?”
    E lui
    “Promesso amico.mio lo giuro su Majo.”
    Subito dopo ha chiamato.la moglie urlandogli
    che lo sciopero era finito e lui aveva una fame
    ciclopica e stava bagnando.dall’acquolina che aveva
    in bocca tutto il cuscino
    La moglie senza fiatare, gli ha
    portato quattro piatto di cappelletti in brodo
    di cappone che ha mangiato anzi ha
    divorato come un.lupo affamato,
    in rapida successione in nemmeno 5 minuti.
    Era affamato povero Cristo
    😈 😈 😈 😈 😈 😈
    Ciao ritrovato Morosky.

  • 13 Marzo 2019 in 11:34
    Permalink

    Riaccogliamo con piacere il nostro amico, ricordandogli che dovrà rispettare, come tutti, le semplici regole dettate dal nostro Direttore e dal rispetto per gli altri lettori.

  • 13 Marzo 2019 in 12:32
    Permalink

    Grazie Velenoso, tutto vero, confermo ma ribadisco anche che, durante il suddetto periodo, di nascosto, mi sono fatto qualche panino di notte ..giusto mentre mia moglie dormiva nelle braccia di Gasbarroni ( Morfeo, essendo sposato pure lui…non aveva tempo )..

    a proposito hai visto come hanno giocato bene sabato scorso ?
    gara perfetta, tattiva costruttiva e palleggio raffinato da parte della squadra ..
    meno male che cìè silvio !!!

  • 13 Marzo 2019 in 12:35
    Permalink

    c’ è …c’ è …è ritornato, + barzellettiere che mai …

    moro

    Ps. grazie Velenoso, mi ha stupito piacevolmente la tua visita…
    ma d’altronde, avendolo giurato su Majo, non potevo fare diversamente,,,
    STADIO.TARDINI. it, senza il PROVOCATORE, PESCATORE, IPNOTIZZATORE di pesci e serpenti, VELENOSO,
    era una minestra senza sale …
    bentornato “vecchietto”
    at salut
    moro

  • 13 Marzo 2019 in 14:33
    Permalink

    Sono contento Morosky di averti salvato la vita.
    😇 😇 😇 😇 😇
    È la prima volta in vita mia che salvo la vita,a qualcuno.
    Sono commosso.
    ❤ ❤ ❤
    Volevo avvisarti ( ma forse lo sai già) e avvisare
    tutti i tifosi che dalla prossima partita interna con
    l’Atalanta fuori dallo stadio vicino a quella bancarella in
    cui vengono venduti gadget del Parma sciarpe ed affini
    ci sarà una nuova bancarella per chi non volesse infettarsi
    andando ai cessi dello stadio e non volesse in alternativa
    mettersi il pannolone.
    Verranno venduti a noleggio al prezzo di 5 euro
    stivali da pescatore per poter entrare nei cessi
    dello stadio perennemente allagati da piscio
    tenendo in questo modo i piedi asciutti.
    Se uno è abbonato pagherà solo 2 euro e mezzo
    con uno sconto del 50 % ⚡ ⚡ ⚡
    😈 😈 😈 😈
    Basta dare patente o carta d’identità all’addetto
    alla riscossione dei denari e poi al termine della partita
    ovviamente questi stivali dovranno essere restituiti.
    Dimenticavo di dire che in dotazione agli. stivali
    vengono dati a noleggio anche una Mascherina
    di ultima generazione per non respirare fumi altamente
    tossici e cancerogeni degli escrementi lasciati a marcire
    sul pavimento dato che gli sciacquoni sono rotti da tempo.
    Da quanto tempo?
    Mi sembra che corresse l’anno……..
    Dimenticavo la Mascherina costa tre euro per
    tutti, anche anche per gli abbonati.
    😈 😈 😈 😈
    Saluti

  • 13 Marzo 2019 in 14:41
    Permalink

    MI SCUSO SIA COI LETTORI CHE COL DIRETTORE ma, visto che la cosa è fresca, preferisco chiarirla a modo mio, scrivendo il mio pensiero ( GIUSTO ? SBAGLIATO ? al di sopra ? al di sotto delle parti ma…semplicemente il mio pensiero: come sempre, per chi ha gli occhi per vedere, lascio a voi giudicare dove sta la verità, ded chi o ded la ??

    Visto che sono stato chiamato in causa, mi sento di ribadire il concetto già espresso (con educazione ed onestà intellettuale ): non mi va più di ripartire da Arzignano ( l’ho pure messo per iscritto ), dalle tre promozioni consecutive, dal fatto di essere neo promossi e pure dal fatto che, tra 4 /5 partite, avremo anche la certezza matematica della salvezza.
    Tutto questo, certamente, va considerato, ha avuto ed avrà sempre pure la mia gratitudine: io sono appassionato del Parma, dalla Serie D in avanti ( prima andavo solo allo stadio con passione ma nulla più di tanto ), io sono appassionato del ParmaCalcio società e della sua squadra: subito dopo la Serie D ho capito che non ci si deve innamorare troppo, né dei giocatori né degli allenatori, loro vanno e vengono e, per la maggior parte di costoro, della città o dei tifosi, essendo dei professionisti, non gli intereressa + di tanto, o giù di li ( di Lucarelli, di Apolloni o Melli non ce ne sono molti, in senso positivo !!! ).
    Non ci si deve innamorare né degli uni né degli altri proprio perché, poi, si deve essere liberi di scrivere ciò che si vede ( e, da ciò che desumo dai commenti, tanti altri hanno visto, non visto e continuano a vedere, non vedere, il gioco del calcio in pochi semplici concetti ) e ciò che si pensa senza per questo aver leso, offeso, criticato nessun intoccabile!!
    Faccio subito una precisazione: il Mister attuale, tra una dichiarazione e l’altra e tra un pensiero tecnico e l’altro, ATTENZIONE, quando si vince elogia i giocatori mentre, al contrario, quando si perde, dice che i medesimi non sono entrati in campo col giusto atteggiamento e con minore fame di vittoria rispetto agli avversari: già questa è un’inesattezza caro Gianni Barone ( che stimo sempre come ottimo giornalista verace ).
    La mia non vuole essere un accusa al Mister, so perfettamente che egli si spende, come pochi, con un certosino lavoro di campo, pignolo, meticoloso, scrupoloso e da grande professionista ( cose già scritte, anche quando si è perso, soprattutto) e, proprio ora che siamo in ricrescita, con la salvezza a pochi punti, voglio esternare la non mia completa soddisfazione per come arriviamo al risultato, alle promozioni e pure al “come noi nessuno mAi”, cose che non ho mai negato.
    Dopo oltre 90 gare di campionato ( escludendo Coppe ed amichevoli quindi ) il gioco di questa squadra non è cambiato di una virgola: se tra queste 90 qualcuno riesce a tirarne fuori 10 ben giocate ( indipendentemente dal risultato ) vorrei proprio vedere: qui si passa da estremi strani, dal fischiare la squadra a Fano e in casa col Mantova ( gare vinte per 1-0 ) mentre poi, dopo un 0-4 contro il Napoli si continua ad applaudire, ma applaudire cosa ? Gente che, allo strapotere tecnico dei campani non ha opposto nemmeno la lotta, la corsa e la grinta ? No, io non fischio ma non plaudo né il Mister né la squadra in queste circostanze !
    Io non sono un giornalista ( ma ci metto la faccia ), non sono la Curva ( splendida e motivatrice ma, pure qui, ci sarebbero delle piccole contraddizioni, vedi Dessena, vedi Guazzo, Dezi, non ultimo Sepe ), sono solo Mauro Moroni, ben sapendo che non ho la ricetta del calcio in tasca, che non sono allenatore e nemmeno Direttore Sportivo: io non ho mai criticato quando andava male e NON SONO MAI SCESO DAL CARRO PARMA ma, devo sentirmi libero di dire ( credo ce ne siano altri, poci o tanti non mi interessa ) che questa squadra non fa impazzire, non gioca a calcio anche se …ha fatto punti e risultati e pertanto, oggi, marzo 2019, dopo Arzignano, bla bla bla, dopo aver ritrovato la Serie A, bla bla bla, dopo la certezza di rimanerci, oggi posso dire che voglio anche vedere giocare a calcio ?
    Non ho mai parlato di Guardiola nè di Sacchi ( che mi stava pure sugli zebedei-colleoni ), non ho parlato di Real, Barcellona o limitrofi, ho sempre accettato il risultato e la classifica ma, SOLO PER QUESTI, ed ora, dopo 16 mesi e mezzo, potrò dire che costoro non giocano a calcio ??
    Certo che lo posso scrivere, mi potranno solo smentire coi risultati ottenuti ma, prima o poi, il fattore non gioco e l’improvvisazione, portano a galla la realtà che, finora, è stata ben coperta da …Arzignano, bla bla bla, 3 prozioni , bla bla bla ….ecc: se appena appena il vento dovesse cambiare ( ovvio, senza risultati intendo ) ne vedreste delle belle !!!
    Mi potranno pure sottolineare ( altra cosa già evidenziata dal sottoscritto ) che si gioca in base agli attori che si hanno a disposizione ma, per quanto alcuni non brillantissimi tecnicamente, siamo in Serie A, professionismo, allenamenti anche due volte al giorno, fondamentali, dai e vai, uno due, sovrapposizioni, cross dal fondo in corsa …e non solo rompere le manovre altrui e “cacciare” la palla avanti per la spizzata ( spesso non serve a nulla perché Inglese, seppur bravo, intorno ha solo difensori ed il vuoto ), palla che spesso, dopo il rinvio di Sepe, torna direttamente ai difensori avversari oppure in fallo laterale ( almeno una volta su due ).
    Non rileggo nemmeno, ortografia, ripetizioni, bla bla bla, il concetto credo che sia chiaro.
    moro

    • 13 Marzo 2019 in 16:09
      Permalink

      Concordo al 100%
      Io il tecnico lo avrei cambiato lo scorso anno dopo la promozione. Sarà bravo, sicuramente non è sfortunato, calcisticamente parlando, ovviamente.

  • 13 Marzo 2019 in 15:50
    Permalink

    noto,con profondo dispiacere, il ritorno di tal velenoso anche se posso finalmente rispondere alla risposta che aveva dato alla mia educata rimostranze nei suoi riguardi. MAI mi sono permesso di dire ad una persona che lo ha visto che sputava in chiesa (?) e dargli dal siochet e dal cuion (che dialetto ha usato?). il ritorno di una persona così mi disgusta e,pertanto,mi cancello da questo sito.

    • 13 Marzo 2019 in 16:36
      Permalink

      questo è uno spazio in cui sono rispettate tutte le opinioni, anche le più stravaganti, ma non quelle offensive e “martellanti”.

      Il mio contributo a questo luogo di discussione è proprio quello di limitare gli eccessi e per questo ho cancellato il messaggio con l’epiteto incriminato.

  • 13 Marzo 2019 in 18:44
    Permalink

    Oggi , visto che sono un filo “aggressivo”, non polemico ma, bastian contrario, non voglio aprire un referendum ma…
    vorrei sapere dai lettori, da coloro che guardano le partite,
    NON PRETENDENDO LA LUNA MA, e mi ripeto, dopo quasi 100 partite, dopo tutto ciò che di positivo hanno portato a casa, CON LA SERIE A IN TASCA e con la salvezza a portata di mano,
    E’ POSSIBILE PRETENDERE DI VEDERE QUESTA SQUADRA GIOCARE A CALCIO ???
    IMPOSTARE, CERCARE LE GIOCATE, VEDERE LA PROFONDITA’ , oppure dobbiamo sempre accontentarci di PALLA LUNGA E PEDALARE oppure aspettare Godot alias Gervinho ???

    Lazio, domenica, metto uno veloce sulla freccia nera ….e il Parma non passa nemmeno la metà campo …
    Inglese, RIPETO, isolato come sempre , e non la vedi mai …
    ..
    piuttosto di continuare a vedere questo …me la gioco uomo contro uomo … RIGOROSAMENTE A UOMO, COME UNA VOLTA….OGNUNO IL SUO, CME’ DA CHIN DRE’

  • 13 Marzo 2019 in 19:11
    Permalink

    A proposito, prima che qualche buontempone me lo rinfacci:

    io, quando voglio vedere buon calcio, guardo le seguenti squadre:

    NAPOLI
    ATALANTA
    FIORENTINA
    SASSUOLO
    … poi, se la dose Serie A non mi basta, vado in modalità DIPENDENTE e guardo LIVERPOOL, BAYeRN, BARCELLONA, MANCHESTER , entrambi e pure REAL MADRID, anche se, ultimamente, non ha brillato molto !!!

    la Reggiana non mi interessa, meglio il Lentigione nel quale GUAZZO c’è….Matteo Guazzo, segna per noi ….

  • 13 Marzo 2019 in 19:30
    Permalink

    40 anni fa, il 70% dei calciatori che giocano ora in serie A e B, non avrebbero nemmeno portato le scarpette ai titolari !!!!
    ..
    il calcio, poi, è cambiato ma , IN PEGGIO, + corsa, + agonismo, + fisicità ma, nel contempo, si abbassava il livello tecnico..
    E QUESTO E’ INDISCUTIBILE ..
    ok, sono cambiati i metodi di allenamento, l’intensità, l’agonismo, la corsa, velocità , resistenza ma, pari pari , E’ SCEMATA LA TECNICA, CERTO, ABBINATA ALA VELOCITA’ DI ESECUZIONE …
    con questo voglio guardare sicuramente al futuro ma, senza per questo , perdere valori e
    qualità..

    POI, PER QUESTO, POSSO ANCHE ESSERE CONTESTATO …ma, ciò nonostante, bisognerebbe guardare avanti, futuro, nazionale ,vivai, ….arricchimento generale …

    MEDITARE PLEASE …forse sbaglio io …
    giudicate voi …
    … poi succedono anche queste situazioni

    ROMA esonera DI FRANCESCO e prende RANIERI, appena licenziato in Inghilterra …
    EMPOLI che si riprende ANDREAZZOLI per esonerare IACHINI …

    e circa D’ANNA, VENTURA, DI CARLO …? Chievo ?

    ..
    poi ce ne sarebbero molteplici di esempi ma ….
    ognuno, a casa propria, si esprime come gli pare…

    alla fine, gli uomini, i calciatori, gli ALLENATORI , persone normali, restano a galla, nonostante le intenperie del momento

    • 13 Marzo 2019 in 21:21
      Permalink

      Va dato merito a D’Aversa di avere ormai, a meno di improbabili cataclismi, raggiunto la salvezza.
      In questi tre anni siamo passati da un 4-3-3 velleitario con il quale, grazie alle qualità dei singoli ed alla buona sorte si sono ottenute due promozioni, ad un catenaccio 2.0 che nel girone d’andata ha funzionato benissimo.
      Per assurdo D’Aversa, che voleva essere propositivo, si è tramutato fin troppo in un fautore dell’attendismo e del contropiede.
      Fossimo nell’hockey su ghiaccio potremmo paragonare il gioco del Parma a quello di una squadra in perenne inferiorità numerica che subisce il power play.
      Le opzioni sono due:
      La società prosegue con D’Aversa e con il suo catenaccio 2.0, è la scelta meno rischiosa.
      Si cambia allenatore e si prova, rischiando in modo calcolato, ad ottenere risultati con il gioco.
      Sia nel primo che nel secondo caso la squadra va ricostruita.
      Non è una decisione facile

  • 13 Marzo 2019 in 19:43
    Permalink

    Morosky la Juventus non gioca un buon calcio?
    Addirittura per te gioca più un buon calcio il Sassuolo della Juventus? ⚡ ⚡ ⚡
    Mi sa che sei fuori controllo non riesco più a controllarli a distanza per cui stasera mangia pesante che debbo venire
    nei tuoi incubi ad erudirti 😈 😈 😈

    • 14 Marzo 2019 in 11:13
      Permalink

      La juve gioca un buon caalcio ma, le squadre che ho citato io, hanno altri giocatori, inferiori, ed altri budget di spesa ..
      NAPOLI
      ATALANTA
      FIORENTINA
      SASSUOLO
      la juve ha due squadre che, se schierate in serie A , forse, arriverebbero prima e seconda …

      …………………………..PERIN
      DE SCIGLIO RUGANI CHIELLINI SPINAZZOLA
      …………….CUADRADO PIANIC MATUIDI
      …………….DIBALA RONALDO KEAN

      …………………………..POLACCO
      CANCELO BARZAGLI ( CACERES ) BONUCCI ALEX SANDRO
      ………….KEDIRA BETANCOUR EMRE CAN
      BERNARDESCHI MANZUKIC DOUGLAS COSTA

      avrò anche dimenticato qualcuno ma ….a livello di organico, puoi togliere BERNARDESCHI e metti DOUGLAS COSTA,
      togli Cuadrado metti DIBALA ….
      a centrocampo e sulla tre quarti sono STRATOSFERICI
      hanno due terzini che fanno le ali …
      e, soprattutto, giocano sempre nella metà campo avversaria ..
      sempre palla tra i piedi, tu corri e non la vedi quasi mai….
      ergo, la loro panchina è forte quasi quanto i primi 15 …..

      giocare bene a calcio è un conto..
      VINCERE è un altra cosa ..
      fare le due cose insieme …si diventa IMPRENDIBILI …
      la differenza sta nel potere economico, nei giocatori ottimi, un paio di fuoriclasse e, soprattutto, di gente capace di trovarne di nuovi, pianificare, organizzare, far giocare, coesistere, migliorare e programmare …
      MAROTTA ( ora all’Inter ) PARATICI e ALLEGRI sono degli ottimi manager ..
      la proprietà deve solo mettere il grano, tacere e lasciare fare il loro mestiere ai professionisti …
      tutto semplice no ??

  • 13 Marzo 2019 in 19:53
    Permalink

    Ritorna lo stupidario

  • 13 Marzo 2019 in 20:27
    Permalink

    VORREI SAPERE DAL VERO INTENDITORE DI CALCIO IL SIG. MOROSKY COSA INTENDE PER BEL CALCIO.

  • 13 Marzo 2019 in 21:30
    Permalink

    Buon calcio = giocare palla a terra, cercare la profondità, verticalizzando, senza fare 30 passaggi ti tic ti toc..nel giro di 5 metri mentre gli altri si ricompattano:

    con 3-4 passaggi filtranti, verticali, sempre palla a terra, si dovrebbe arrivare al tiro..!!

    IO NON MI RITENGO IL VERO INTENDITORE :
    di base, il calcio è anche semplice, TECNICA, VELOCITA’, RESISTENZA, PALLEGGIO, MAI BUTTARLA …

    qui, caro Luca, non siamo ai campetti, è la serie A..

    ci sono fasce, livelli, categorie,

    sto guardando BAYERN-LIVERPOOL …anche questo è bel calcio …
    certo, i valori e la tecnica , AIUTANO MOLTO MA …un collettivo organizzato, allenato e ben messo in campo, spesso, mette in difficoltà….anche squadre + forti ed organizzate ,,,

  • 13 Marzo 2019 in 21:57
    Permalink

    Io sto guardando Barcelona – Lyon …..
    Barca = . Spetaculo …un otro stilo de calcio …
    Tutto fa Brodo ” per i Tifosi di Calcio Mondiale ”
    Straje’

  • 14 Marzo 2019 in 07:13
    Permalink

    Bananalità

  • 14 Marzo 2019 in 10:20
    Permalink

    analisi: due partite, due giocatori
    rubentus 3 – Atleti 0 ( brutta partita ​di Atleti​ … la peggiore della champions ) Cristiano hat trick
    Barca 5 – Lyon 1 , Messi 2 gol e 2 assist
    Il miglior giocatore tra le due partite = Messi
    Straje’

  • 14 Marzo 2019 in 10:54
    Permalink

    “…..l’improvvisazione, portano a galla la realtà che, finora, è stata ben coperta da …Arzignano, bla bla bla, 3 prozioni , bla bla bla ….ecc: se appena appena il vento dovesse cambiare ( ovvio, senza risultati intendo ) ne vedreste delle belle !!!”

    Caro Mauro mi scuso per il ritardo ma tra un pannolone e un barbiere non ho avuto modo di risponderti in modo adeguato. La frase che ho quotato e in generale la sintesi del tuo pensiero le condivido in toto. Come ho scritto più volte sino alla nausea la fola di Arzignano va archiviata e superata, siamo ai massimi livelli del professionismo (e della finanza sportiva) ed è a questo contesto che noi dobbiamo riferirci. Voglio però proporti un’ altra chiave di lettura. A mio parere il tecnico e lo staff hanno fatto e stanno facendo miracoli e non mi sento di rivolgere loro alcuna critica. Hanno cavato il sangue dai sassi, nemmeno dalle rape e il non gioco è banalmente la massimizzazione/conseguenza diretta del materiale tecnico a disposizione (scarsissimo). In difesa non abbiamo a parte di Marco (presitito secco e proveniente dal campionato svizzero) un terzino di ruolo in grado di fludificare, a centrocampo abbiamo due registi bassi (Scozzarella e Stulac) che non avevano mai giocato un minuto in serie A di cui il primo con limiti fisici evidentissimi e due mezze ali (Barillà e Rigoni) da squadra tra il 17/16 posto. Grassi non lo conto nemmeno, così come Cicirottp che non gioca nemmeno nell’Ascoli. A livello di punte Inglese gioca acciaccato da ottobre e l’alternativa a disposizione del Mister è Ceravolo ed evito ogni commento perchè è superfluo. Tutto questo per dire che il povero D’Aversa si è trovato tra le mani una squadra che per 7/11 è la peggiore della serie A. Ha fatto punti e pretendere gioco con questi interpreti penso fosse e sia letteralmente impossibile. Non è stato fatto mercato in estate per colpa del cinese maledetto (quando si diceva che non sarebbe arrivato ai morti e che l’intervista a Cordon sulla Rudarola era da brividi gli espertoni a dire che erano fandonie e che anzi era una gestione oculata) e a gennaio Faggiano forse distratto da sirene romane o fiorentine ha dormito da piedi convinto che ormai fossimo salvi. Sono anche certo che l’anno prossimo o si cambia e si fa finalmente nei tempi giusti e non il 30 agosto un mercato fatto bene o l’anno prossimo si faranno i punti che stiamo facendo nel girone di ritorno. Archiviamo Arzignano, buttiamo nel cesso Crespo, Cordon e la funesta parentesi cinese anzi diciamo chiaro al signor cinese………di stare a casa loro. Gurdiamo avanti, al futuro, allo stadio (basta latrine e pannoloni), ad una crescita costante e sostenibile e non a traccheggiare perchè se traccheggi muori. Altra cosa..attenzione a chi ci si prende in casa. Penso che la vicenda cinese sia servita di lezione…(abbiamo rischiato di tornarci a luglio ad Arzignano ed al derby con la Reggiana).

  • 14 Marzo 2019 in 11:23
    Permalink

    Questo è parlare schietto, così come tu hai sempre fatto da quando ti leggo, a volte, magari accentuando, esagerando un pò..ma, concettulamente hai sempre scritto molto chiaramente.
    appena ho tempo replico, in condivisione …

    COMUNQUE, SZUGHE AL BALON L’E’ NETRA COSA ,,,

  • 14 Marzo 2019 in 11:46
    Permalink

    Prossimi quarti di finale di Champions:

    alcuni soliti noti:
    BARCELLONA
    JUVENTUS

    4 squadre inglesi….

    LIVERPOOL
    MANCHESTER CITY
    MANCHESTER UNITED
    TOTTENHAM

    un ritorno portoghese , PORTO

    e la banda olandese, ragazzini terribili, AJAX …..

    sembra strano ma sono fuori dai soliti noti : REAL MADRID, ATLETICO MADRID, BAYERN E PSG…..che, a livello quarti arrivavano spesso …..

    crisi generazionale ?
    stagione fallimentare ?
    nuovo che avanza ?
    …SPAGNA IN contro tendenza ??

  • 14 Marzo 2019 in 12:47
    Permalink

    Franza o Spagna purchè se magna. Io penso che l’Ajax (il sogno dei piocioni d’Europa poter dire che col vivaio bla bla bla) si sgonfierà come Andreazzoli e Caputo che facevano i bulli in bassa serie si sono sgonfiati in Serie A. A me ha impressionato il City anche da un punto di vista fisico. Ecco una cosa su cui in estate si dovrà lavorare molto è quella..prendere gente grossa, alta, aumentare i kg a centrocampo.

    • 14 Marzo 2019 in 14:20
      Permalink

      Beh, Caputo ne ha fatti pure in Serie A di gol…
      12 con due rigori …
      e sono convinto che se avessero teenuto DONNARUMMA in luogo di LA GUMINA o il recente FARIAS …
      ne avrebbe – avrebbero segnato parecchi di +…

      solo se avesse Rajola procuratore sarebbe in Serie A da 3/4 anni..
      prendiamolo noi cavolo…., anzi, tutti e due

  • 14 Marzo 2019 in 12:53
    Permalink

    E speriamo anche che qualche piocione del territorio cominci a cacciare un pò di pila con le sponsorizzazioni. Bisogna fare un monumento a Cetilar (Pharmanutra) che mentre tutti piocionavano chiedendo sconti adducendo scuse per via del processo Pippein (anche primarie o pseudo tali aziende del nostro pidocchioso territorio) ha messo li un pò di pila a prescindere senza voler fare l’avvoltoio. Le cifre sono però basse per una serie A e li la società deve lavorare sempre in quell’ottica di crescita continua che deve per forza passare da partner di alto livello e non bottegai cinesi che aggiustano l’iphone in stazione a Piacenza.

  • 14 Marzo 2019 in 13:54
    Permalink

    Se fossi.nei magnifici 7 farei follie
    per trattenere INGLESE.
    🍷 🍷 🍷 🍷
    Di calcio ne capirò poco ma a me
    questo giocatore sportivamente
    piace da matti.
    💕 💕 💕 💕

  • 14 Marzo 2019 in 16:26
    Permalink

    Anche a me piace da matti e da lì si capiranno tante cose. Anche perché non è da grande squadra e fisicamente lascia orecchio a desiderare. Volevo sapere però se i pannoloni sono solo per i vecchi e gli stivali per gli altri o se chiunque può avere entrambi

  • 14 Marzo 2019 in 17:40
    Permalink

    Se si tiene Gervinho secondo me un ottimo surrogato di Inglese e relativamente accessibile potrebbe essere Petagna della Spal

    • 14 Marzo 2019 in 18:36
      Permalink

      Per me Gervinho è da vendere, non avrà piu lo stimolo di andare a far la coppa d’africa e per questione anagrafica è un occasione unica per monetizzare e fare plusvalenza

      • 14 Marzo 2019 in 18:57
        Permalink

        Può darsi che tu abbia ragione. Se però si dà via lui bisogna ripensare un po’ tutto in attacco, perché un altro che faccia le sue giocate non lo si trova…diventerebbe indispensabile spostare più avanti il baricentro della squadra e a quel punto a mio avviso si può ripensare anche a un centravanti con caratteristiche diverse da Inglese, uno che faccia meno squadra ma che magari veda più la porta.

  • 14 Marzo 2019 in 20:32
    Permalink

    CAMPAGNA FAVOREVOLE AL MISTER: la città non condivide !!

    Dalle ultime indiscrezioni, la Fiorentina, sotto traccia e a fari spenti, avrebbe contattato in gran segreto Roberto D’Avesa, vincitore del Premio Panchina di Piombo in memoria di Giovanni giuan Trapattoni: in memoria, giusto per ricordarlo, non che sia deceduto, tutt altro ma, in memoria dell’ultima formazione ultra offensiva che è andata a chiudere la gara interna contro il genoa con i seguenti attaccanti:

    IACOPONI, BRUNO ALVES, GAGLIOLO, SIERRALTA, BASTONI e GAZZOLA

    .. TUTTO IL RESTO E’ NOIAAAAAA

  • 14 Marzo 2019 in 20:38
    Permalink

    Lo so benissimo che sembra una presa per il kulovic ma, se queste mosse fossero state effettuate con SPAL, Cagliari ed Empoli, visto che abbiamo dilapidato, …cavolo, almeno SI FACEVANO PUNTI BUONI, 2, 3 in + …non importa ma….cogli l’attimo mister e non cambiare al 87* …magari un quarto d’ora prima … proprio prima che la gallina esca dal pollaio e vada a covare le uova altrove…

    ma a Coverciano, cosa cavolo insegnano ?

    al corso allenatori dei Campetti sono + in difficoltà nelle interviste ma….di tattica ne sanno parecchio….
    attenti al lupo….

    aspetto un buon pareggio a Roma, anche se, a dicembre, ipotizzando il girone di ritorno , misi la sconfitta …ZERO PUNTI, ZERO TITULI …

  • 14 Marzo 2019 in 21:06
    Permalink

    Io no vendo Gervinho , prova di comprare Inglese e come ha detto Il Linguista ” si può ripensare anche a un centravanti con caratteristiche diverse da Inglese ”
    My Opinion
    Straje’

  • 14 Marzo 2019 in 21:37
    Permalink

    Il PARMA, se vuole crescere, deve rimodulare la ROSA:

    PORTIERE: Sepe, purtroppo, è inviso alla tifoseria e questo è un problema , non per me ma, sia per il ragazzo che per la società, fra l altro è pure in prestito

    DIFESA: servono 1 CENTRALE ESPERTO e 2 TERZINI ABILI IN FASE OFFENSIVA

    CENTROCAMPO: servono due mezze ali SUPER TOSTE

    ATTACCO: Gervinho resta, va ? Inglese va, mi sembrerebbe pacifico !! quindi, pure qui, servono 2 attaccanti ..

    poi, si frullano gli ingredienti, si effettua una preparazione codinha, si spremono come i limoni gli atleti e si parte all’arrembaggio ..

  • 15 Marzo 2019 in 08:58
    Permalink

    Per il calcio di D’aversa sia Inglese e sia Gervinho
    sono essenziali ecco perché farei follie per trattenere INGLESE
    che con Gervinho sono il top per il suo gioco è poi terrei pure
    Di Marco e,Bastoni.
    🍷 🍷 🍷
    A noi manca un centrocampo adeguato di gran
    classe e poi la difesa ideale è quella a 3 con i due
    esterni ad aiutare difesa e centrocampo.
    😈 😈 😈 😈
    Alves è bravo ma non è un LUCARELLI detto
    HIGLANDER
    Ha la sua età e ci vuole uno bravo che gli dia
    il cambio molto spesso
    😈 😈 😈
    Le partite si vincono a centrocampo.
    È il centrocampo che filtra per la difesa
    e da’ palle all’attacco.
    Saluti
    👐

  • 15 Marzo 2019 in 09:13
    Permalink

    Caro Mauro, io su Sepe la penso come la tifoseria ignorante, becera ed ottusa. Sarò anch’io ignorante, becero ed ottuso ma se non hai l’intelligenza e la sensibilità per capire che in certe occasioni certe scene è meglio evitarle, vuol dire che non non hai l’intelligenza e la sensibilità per guidare una difesa in serie A. Capisco il richiamo del babà e della tazzulella e’ caffè, però poteva aspettare ilgiorno dopo (lunedì libero) per scendere nella bassa Italia e farsene una bella scorpacciata. Quindi anche io concordo sul guardare altrove e possibilmente non in prestito. Sulla rosa, beh che dire…. dici parole sante. Due terzini (una chimera, un miraggio..ma Faggiano sa se esistono?), due mezze ali e aggiungo pure un regista basso. Evitando se possibile operazioni alla Grassi. L’attacco ad oggi è un rebus come capire cosa ha in testa (?) Bosi sullo Stadio. Non ho nemmeno capito perchè dovremmo dare via Gervinho, così come non ho capito perchè se la Spal ha preso Petagna (neanche per regalo lo vorrei), noi non possiamo trattare col Napoli (a cui abbiamo fatto dei favori immensi tra cui pagare l’ingaggio a rottami come Grasso, Ciciretti, etc.) per provare a trattenere Inglese. Serve senz’altro un’altra punta (sperando che Faggiano riesca a trovare una sistemazione nella bassa serie a Ceravolo) e serve anche lasciare li di prendere gente alla Sprocati. Ma soprattutto serve una visione ed un progetto. Se c’è quello si può anche sbagliare un acquisto, una stagione può uscire più o meno bene, ma non ti metti a rischio di disastri. La mia domanda è. C’è una visione ed un progetto?L’anno scorso c’era la scusa del pippein, del cinese, del cazzein. Quest’anno no. E’ da adesso che bisogna iniziare a mettere giù le basi. E piantarla li con gli affanni e le corse dell’ultimo minuto.

  • 15 Marzo 2019 in 12:35
    Permalink

    Una cosa molto interessante e secondo me sacrosanta è che La FIFA finalmente normerà il sistema prestiti, riducendoli drasticamente e dando a ciascuna squadra un cap massimo. Così si eviteranno scene alla Sepe, robe senza senso come Deiola (preso a settembre e ridato in gennaio), operazioni alla Brazao e via così. Anche perchè il prestito è l’uovo oggi invece della gallina domani, è un qualcosa che non ti da nulla, basti pensare che oggi noi dobbiamo ripensare mezza squadra.

  • 15 Marzo 2019 in 14:54
    Permalink

    Ragazzi,
    ieri sera mi ha chamato Enrico Boni, era un pò che non ci sentivamo e, vi devo confessare che mi ha commosso:
    io non pensavo di aver scatenato questo putiferio semplicemente per avere scritto CHE
    I CROCIATI NON GIOCANO A CALCIO ,,,,
    io non ho mai parlato di bello o brutto gioco ma, PROPRIO, DI ASSENZA DI UN GIOCO ….
    … ribadisco che , dopo quasi un anno e mezzo, il tifoso medio ,DOPO TUTTE LE IMPRESE EFFETTUATE, VOGLIA PRETENDERE QUALCOSINA IN +….SENZA PER QUESTO ASPIRARE ALL’EUROPA ..!!!

    in attesa della seconda parte della pungolatura puntigliosa ho intervistato il Mister e …ne usciranno delle belle !!!!
    qui Morosky, linea a Majo per la pubblicazione…appena gli sarà possibile …al netto dei suoi impegni professionali…

    vi aspetto su queste latitudini …
    moro

  • 15 Marzo 2019 in 14:58
    Permalink

    Sepe. 😇
    Bastoni 😇
    Di Marco 😇
    Kucka 😇
    Scozzarella 😇
    Siligardi 😇
    Gervinho 😇
    Inglese 😇
    e poi come riserve
    Bruno Alves ( data l’eta’) 😈
    Barilla’ 😈
    Rigoni 😈
    Gagliolo 😈
    Iacoponi 😈
    Tutti gli altri via ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡
    Ovviamente per il.prossimo anlno in A.

  • 15 Marzo 2019 in 15:12
    Permalink

    A parziale modifica della formazione crociata, in uscita col nuovo articolo, in base agli aggiornamenti dall’infermeria si potrebbe anche ipotizzare questa formazione :

    ………………………………….SEPE
    ………….IACOPOPONI BRUNO ALVES BASTONI
    .GAZZOLA … SILIGARDI KUCKA RIGONI DIMARCO
    ………………………..INGLESE….GERVINHO

    che, coi medesini interpreti, potrebbe trasformarsi in altro schieramento , a seconda di momenti o fasi di gioco ….

    ………………………………….SEPE
    ……..IACOPOPONI BRUNO ALVES BASTONI DIMARCO.
    . …….GAZZOLA … SILIGARDI KUCKA RIGONI
    ………………………..INGLESE….GERVINHO

    ………………….vogliamo NON PERDERE ?

    + copertura a centrocampo e NO TRE ATTACCANTI …SONO …………………….BEN SUFFICIENTI QUEI 2…..
    ..
    in qualsiasi momento, com quei giocatori in campo si possonon fare tutte le modifche necesssarie a mantere, modificare e/o sbloccare il risultato ….

  • 15 Marzo 2019 in 16:32
    Permalink

    Gagliolo a inizio campionato veniva
    offerto a Mancini come
    FUTURO NAZIONALE 🐯 🐯 🐯
    Ora è panchina fissa. 😈 😈 😈
    Che gli è successo?
    Come mai questa
    metamorfosi
    da 😇 a 😈?

  • 16 Marzo 2019 in 13:24
    Permalink

    MENO MALE CHE HA SENTITO BONI COSI’ VI SIETE SCAMBIATI LE VOSTRE OPINIONI.
    PER INCISO BONI NON NE HA AZZECCATA UNA NEGLI ULTIMI 4 ANNI COMPLIMENTI VIVISSIMI AD ENTRAMBI, (BONI E MOTOSKY)

  • 16 Marzo 2019 in 14:03
    Permalink

    Anche tu ne prendi moltissime LUCA , ma per piacere dai..
    fa al brev …
    ..
    sei sempre mega pessimista, polemico fuori luogo e fin troppo ripetitivo, verrò ai campetti, ti confesserò, e ti darò due piccole pattone nel collo …
    terzinaccio da campetti …

    ciao Luca, scherzo…..salutom SIROCCHI

    moro

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI