PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / Dalla cucina Toscana: pane raffermo, un punto e ribollita. Dai c’andema…

mauro morosky moroni luca(Mauro “Morosky” Moroni) – Premessa. Dopo il cambio alla Direzione della Gazzetta di Parma (uscente Michele Brambilla, nuovo Direttore Claudio Rinaldi) questo articolo nasce in concomitanza con l’annuncio scritto dell’abbandono di Velenoso: una delle firme – a mio parere – più prestigiose tra i commentatori del sito, un genio incompreso,  forse troppo avanti per noi “piccoli lettori”, un pezzo miliare della storia contemporanea di Stadio.Tardini.it che ha caratterizzato queste nere pagine (versando fiumi e mari di bianco inchiostro) a modo proprio, sempre controcorrente, in continuo conflitto provocatorio per dare uno scossone a questo grigiore (riporto fedelmente le sue parole) cimiteriale. Mi mancherai Vele, mi mancheranno le tue arringhe, il tuo innovativo e polemico “velenoso” stil novo, quei fiumi di parole (i Jalisse ringraziano ancora con grande affetto) che hanno lasciato un lungo solco, vera traccia indelebile del tuo essere pescatore, provocatore, motivatore, ora illuminante-illuminato e, un minuto dopo, tetro-pessimista, bicchiere mezzo vuoto, paure di retrocessione, lo spettro della Serie B: neppure io sono riuscito a capirti e questo mi duole; quasi a farmi sentire co-responsabile, io che ero il tuo allievo prediletto e sul quale avevi investito, forgiandomi, ipnotizzandomi, regalandomi i tuoi preziosi insegnamenti: possa il tuo cuore ripensarci, possa la ragione farti tornare sui tuoi passi, anche per non darla vinta a nessuno, torna a casa Velenosissimo, più che mai, ancor più grintoso e combattivo, ti aspetto, provocatore come non mai e, al tuo via, scateneremo l’inferno (Guido Meda dopo il semaforo rosso che si spegne), come sempre!

Gara e prestazione (3-3) *

Un desiderato (del tutto personale) e previsto pari e patta che sa tanto di brodino per quei “malaticci stagionali” che sono li tra l’uscio e l’assa”, non sapendo di che morte (sportiva) si dovrà “soccombere”: 3-3, tre volte in vantaggio e tre volte rimontati. ma, visto che era il risultato che pronosticavo, pareggio sia: è risaputo che, a me personalmente, il punto piace, serve oggi, serve ora, non bisogna sminuirlo né sottovalutarlo, è sempre il solito discorso, quello dei piccoli passi e, visto che si stava procedendo molto male, ben venga questo PUNTO importante, quota 30 e ancora 12 gare da giocare!

Io ho imparato a conoscere questa squadra, questo ambiente, staff ed allenatore e, alla luce di questa Serie A, oggi come oggi, mi sta bene essere in questa posizione di classifica: mi sono calato nella oggettiva realtà delle cose, mi rendo conto che bisogna saper accettare prestazioni, sconfitte, magagne, ma, nel contempo, anche gioire per il percorso che si è sviluppato; loro, Società e Squadra, hanno scalato montagne e campionati e, da pivelli esordienti (dal vertice ai giocatori, passando per dirigenza e staff, senza nulla togliere alla professionalità di nessuno di costoro), hanno fatto passi da gigante ed hanno contribuito, accompagnandolo, allo straordinario entusiasmo che ha contagiato noi tifosi, da 10.000 a quasi 13.000 (sempre dalla Serie D alla Serie A ), per me, tutto questo è e rimarrà impagabile ed irraggiungibile, ma, da tutto questo, bisogna cercare di andare avanti, oltre, oltre i nostri limiti, piano piano, passo dopo passo e, naturalmente, punto dopo punto.

La gara ha visto un altalenarsi di emozioni, ma non è che abbia offerto quell’entusiasmo e quel gioco che il punteggio farebbe forse pensare, tutt’altro: il risultato, valutando la gara nel suo complesso, mi sembrerebbe giusto: chiaramente, considerando che si è andati in vantaggio per ben tre volte, rimane un po’ di amaro in bocca, un certo rammarico, ma, i gol così come si fanno pure si prendono e, in questo inizio di girone ne sono stati incassati troppi (ben 17, solo nel girone di ritorno, in 7 partite giocate), spesso in rimonta dopo i nostri parziali vantaggi; tutto ciò immagino che sia materia di attenta riflessione e controllo da parte dello Staff per cercare di limitare e migliorare questo trend negativo.

Vorrei sottolineare la grande prova di Sepe (ed ora, coloro che lo hanno criticato aspramente domenica scorsa, cosa dicono? Un passo indietro giusto?), ma pure di Rigoni, Kucka, Siligardi e Gervinho (che la nostra freccia si stia riprendendo ai suoi livelli?): una cosa ancora da evidenziare, questa squadra, ad Empoli, ha fatto la squadra, ha giocato, lottato, corso, segnato e non ha mollato fino al 97° facendo forse tesoro di alcune recenti brutte prestazioni che ne avevano minato certezze, fatto perdere punti in modo banale con classifica che pareva morta e fossilizzata.

Forza Parma, continua a muovere questa classifica, punti e punticini, piccole briciole di salvezza che si avvicina giorno dopo giorno, ne sono convinto! E voi?

* I Risultati del 26° turno, 7^ di Ritorno (meno 12) * 

2-1 Cagliari-Inter (Venerdì 01/03 ore 20.30)
3-3 Empoli-Parma (Sabato 02/03 ore 15.00)
1-0 Milan-Sassuolo (ore 18.00)
3-0 Lazio-Roma (ore 20.30)
3-0 Torino-Chievo (Domenica 03/03 ore 12.30 )
0-0 Genoa-Frosinone (ore 15)
1-2 Spal-Sampdoria
2-1 Udinese-Bologna
3-1 Atalanta-Fiorentina (ore 18.00)
1-2 Napoli-Juventus (ore 20.30)

*** Lazio-Udinese  (turno precedente, da recuperare) ***

Borsino e percorso salvezza *

borsino empoli

La solita disamina post partita vede quanto segue in merito alle nostre antagoniste per la salvezza:

  • notevole passo avanti del Cagliari che si avvicina a 3 lunghezze (27) dai Crociati
  • Chievo che perde la sua 15^gara rimanendo sempre ultimo con soli 10 punti e, io credo, già “condannato” da tempo alla retrocessione, ampiamente prevista ad inizio campionato (praticamente manca solo l’ufficializzazione “matematica” in quanto, anche se vincesse le rimanenti 12 arriverebbe, al massimo, a 34 punti !!!! voi ai miracoli credete ? Io no, non in questo caso!)
  • Genoa e Frosinone impattano: punto buono solo per i liguri coi frusinati che rosicchiano un punto al Bologna portandosi a quota 17.
  • Le sconfitte di Bologna e Spal penalizzano rossoblu e biancazzurri, rilanciano l’Udinese e fanno comodo pure al Parma che, naturalmente, guarda con interesse a cosa succede alle proprie spalle, non tanto per il fatto di aver bisogno delle sconfitte altrui ma, giusto per mantenere un ampio margine (ulteriormente migliorato) rispetto alla terzultima in classifica (appunto Bologna a quota 18)
  • Al di la di queste considerazioni ed osservando le avversarie delle prossime 4 gare, mi sembra proprio che, sempre sulla carta e guardando il coefficiente di difficoltà, mi pare che i Crociati siano coloro che hanno il calendario migliore con solo due importanti difficoltà ( Lazio e ATALANTA, la squadra più in forma del campionato).

Dando per “spacciato” il Chievo, sia come punteggio che come prossime avversarie, tutte le altre avranno le loro gatte da pelare, o con scontri diretti o con avversarie di altissima classifica impegnate per entrare nella zona coppe e quindi, personalmente, sono molto tranquillo circa il futuro proseguio di questo campionato che, comunque, ad oggi, ci vede in ottima posizione, ben lontano dalla “zona nera”dei bassifondi !

percorso pericolanti dopo empoli

* Marcatori Paerma * (28 gol)

9 gol Gervinho
8 gol – Inglese
3 golBruno Alves
2 gol – Barillà, Rigoni
1 gol – Dimarco, Siligardi, Ceravolo, Kucka

* Situazione cartelini gialli *

4 Barillà, Scozzarella, Biabiany, Rigoni, Iacoponi,  (5 in diffida)
3 Stulac
2 Gobbi, Siligardi, Bastoni, Kucka
1 Dimarco, Sepe, Inglese, Gervinho

P.S.: Poi ragazzi, se ci manca un terzino o il sostituto di Inglese, non saprei, così come il fatto di avere una panchina forse non all’altezza dei titolari, imbottita da ragazzini o calciatori considerati di Serie B: per me non è questo il punto, il punto è che se la squadra corre e lotta, ci mette impegno e grinta, tutti i discorsi dello stress o della fatica mentale e psicologica sono robe che fanno solo ridere i polli!

La preoccupazione maggiore, viste le diffide di cui sopra, sarà riuscire a sopperire, tra un po’ e per qualche partita decisiva (GENOA, Frosinone, Chievo e Bologna: da queste gare passerà la nostra salvezza), alle eventuali assenze (3 delle quali molto importanti per questa squadra) che si potrebbero andare ad avvicendare!

Un saluto cordiale,

Mauro “Morosky” Moroni

Stadio Tardini

Stadio Tardini

38 pensieri riguardo “PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / Dalla cucina Toscana: pane raffermo, un punto e ribollita. Dai c’andema…

  • 5 Marzo 2019 in 14:47
    Permalink

    Beh 17 gol in 7 partite e 2 punti in 5 sono numeri che di certo non possono e non devono far fare marce trionfali. Poi si lo sappiamo tutti che tre anni fa eravamo ad Arzignano, i 10.000 in serie D, di là dell’Enza sono falliti, etc. Ma andiamo oltre e proviamo a fare un salto in avanti culturale e lasciamo li con queste tiritere stcchevoli. In Italia ed in Europa non siamo purtroppo negli USA, laddove i campionati sono bloccati, non esistono promozioni e retrocessioni, le franchige sono predeterminate ed i ricavi per un buon 50/60% uguali per tutti. Qui da noi si RETROCEDE. Che vuol dire passare da 45 milioni di ricavi a 15 nel giro di sei mesi (non consideriamo il paracadute tanto amato dal nostro amico al “gabbio domestico” Zamparini). Andanndo oltre la disgrazia retrocessione, a partire dalla prossima stagione i diritti tv per un 15% (non più il 5%), dipenderanno dal piazzamento di ciascuna squadra nell’anno precedente, questo per stimolare le squadre a piantarla li con le squallide seconde parte di stagione quando già più o meno salve alla fine del girone di andata. Per intenderci il 15% è tanta roba e non è più vera la fola che un 17 posto è uguale a un 12 o a un 10. Il 12 becca più ghelle del 17 e il 10 ne becca più del 12. E non si parla di spicci. A cascata i contratti di sponsorizzazione saranno improntati sullo schema dei diritti tv e così via. Perchè dico queste cose barbose e noiose?Perchè il calcio 2019 è basato sulla crescita, continua e costante. Se non cresci e punti a crescere (ovviamente compatibilmente con la tua realtà, le tue dimensioni, etc. etc. etc.) inevitabilmente finisci la corsa. Puntare al 17 posto è l’errore più grosso che si possa fare. Sentire ieri sera Faggiano a Bar Sport vantarsi di aver perso a Cagliari 2 a 1 dopo aver tirato di più nonostante loro avessero speso di più per due giocatori trattati anche da lui l’ho trovato di un provinciale pazzesco. Io spendo poco e mi salvo ciapà lé. Questa è la filosofia dell’accattone che è l’esatto opposto di quello che il calcio attuale ti richiede. Se il Cagliari ha ritenuto quei due giocatori validi e funzionali e futuribili anche da un punto di vista patrimoniale (plusvalenze in acso di future cesisoni), ha fatto benissimo a prenderli e infatti il Cagliari con mercato di gennaio ci ha recuperato 8 punti, altro che dire che il mercato di gennaio non serve. Muriel quanti gol ha fatto????
    Il Ds a livello di uscite verbaliali tra la storia che il mercato di gennaio non serve e quelle di ieri sera sarebbe meglio che cambiasse registro.

  • 5 Marzo 2019 in 15:02
    Permalink

    P.S. con Stulac col mal di Grassi, Scozzarella col mal dal sorag, con Barillà e Rigoni in diffida uno di quei due là del Cagliari o anche uno c’al costa meno sarebbe servito.

  • 5 Marzo 2019 in 16:38
    Permalink

    Veramente se sono 12 le partite che mancano sono 36 i punti in palio: quindi il Chievo potrebbe arrivare a 46 punti … anche se, ovviamente questa è solo aritmetica.

  • 5 Marzo 2019 in 17:54
    Permalink

    Sorry , hai perfettamente ragione : ho cannato di brutto !!!

  • 5 Marzo 2019 in 18:41
    Permalink

    Ma va…. no capisco … uuu Gazz ..,
    Porka cane… per no direr Porko 🤔… se siamo preocupato adesso di Salvazione,,,, ma ma …
    ricordate che é Parma,,,,
    Per favore no vedete in dietro ,,, vedetete avanti,,,
    Sempre…. 💪💪💪💪💪💪
    Cordialmente
    Un Strajé
    Con due coglioni di Tifoso
    Con un amore forte… senza condizione..
    Please read my lips ..
    Parma will surprise,,,
    Trust me ,,,
    Strajé

  • 5 Marzo 2019 in 19:18
    Permalink

    IL CORAGGIO DI GUARDARCI DENTRO.
    Abbiamo avuto in questa lunga Storia del Parma Calcio, dirigenti con la D maiuscola, e anche grandi calciatori che avrebbero potuto essere ancora più grandi se avessero fatto la vita da atleti.
    Non tergiverso, vorrei dire due cose sul nostro Direttore, che forse è arrivato il momento di fare il mea culpa a proposito di mercato. Abbiamo acquistato giocatori rotti, o sopravvalutati e acquistat altri come valore estrinseco, e mai dimostrati di esserlo. Abbiamo tuttora grandi possibilità economiche , ma urge da parte della dirigenza una presa di coscienza di essere tornati nel Paradiso della pelota. DOBBIAMO FARLO proprio ora, perchè se le previsioni che partivano dal fatto che era impossibile che una squadra dal fallimento in 3 anni arrivasse in serie A, si sono sbagliate, vuol dire che siamo di fronte all’impossibile, o no? I sondaggi ci davano perdenti in lotta per non retrocedere, invece con un pò più di grinta e di attenzione potevamo essere molto più in là di oggi. La cosa tragica è che ora ci stupiamo, anzi ci arrabbiamo, siamo avviliti, siamo esterefatti, da certe partite messe bene e poi finite male. E ci chiediamo perchè? GLI ESPERTI dicono che abbiamo troppi infortuni muscolari dall’inizio del campionato a oggi, e è la cosa peggiore che possa capitare a una squadra, specie se neopromossa, ma con tanta storia alle spalle. Altri dicono che non abbiamo i cambi forti in panchina, a volte si ha l’impressione di molto buonismo, di aver tirato i remi in barca, tanto la salvezza è lì a pochi punti, attenzione però perchè le pericolanti mettono cuore e gamba. E per crescere dobbiamo calarci in una nuova realtà, dobbiamo cambiare strategie diventare coraggiosi, imporre la nostra forza che oggi non abbiamo, un gioco, che oggi è un non gioco, avete tutti visto Ronaldo sconsolato in partita contro il Napoli, ma poi nello spogliatoio imbestialito per mancanza di mentalità vincente, di rabbia agonistica, e la colpa ricade su Allegri, che a fine anno se ne andrà, perchè Ronaldo è un vincente, punto e basta, lui vuole sempre vincere. Che cosa conta tutto questo con il nostro Parma? Moltissimo, dobbiamo cambiare mentalità, bisogna scegliere da che parte stare e come starci. VINCENTI O MAMMOLE? Ci vuole coraggio, chi vuol capire capisca.

  • 5 Marzo 2019 in 19:31
    Permalink

    Sorry a Velenoso, ci mancherai, così mi pare di aver letto sull’articolo del Moro.
    Anche se a volte i suoi scritti erano graffianti, ma se il sale manca di sapore come lo possiamo sostituire?
    Il lupo perde il pelo ma non il vizio, aspettiamo il tuo ritorno. Diciamo che sei in ferie giuste, Velenoso………http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif

  • 5 Marzo 2019 in 22:06
    Permalink

    Beh sentendo le parole di Morosky una persona eccezionale, sentendo Massari che vorrebbe anche lui che ritornassi come un acido avete corroso.le mie ferree convinzioni.
    Vi ringrazio veramente di cuore ma
    NON POSSO
    anzi
    NON VOGLIO PIU RIENTRARE.
    L’avevo scritto, nemmeno.il Cristo.in croce mi avrebbe convinto ma non avevo previsto le parole che non mi aspettavo di Morosky che oltretutto ha centrato la mia essenza fotografando come realmente sono e chissà se sul sito avessi altre manifestazioni SINCERE d’affetto chissà…. ma se per assurdo dovessi rientrare
    (NON FRAINTENDETEMI, HO SCRITTO ” SOLO” PER ASSURDO) sarei 😈 peggio di prima, MOLTO PEGGIO, terribilmente PEGGIO è appurato che ora c’è un moderatore come potrei rientrare.?
    Solo dicendo.le cose come stanno sarei sempre censurato perché senza offendere direi IN MODO DEMOCRATICO pane al pane e vino al vino ma il sito è pronto a questo ?
    È volontà al futuro?
    È QUESTO IL PROBLEMA.
    Un caro saluto a Morosky e Massari gli unici due che hanno capito Velenoso ma sono pochi. troppo pochi quelli chi mi vorrebbero sul sito.
    Finora sono solo due, troppo pochi per prendete anche in.tiepida considerazione il mio rientro.
    Certo se ci fosse un mini- plebiscito con altre tre o quattro richieste SINCERE e sottolineo SINCERE a mio favore per rientrare, toccando le corde giuste. chissà….
    Ciao non a tutti ma solo a chi mi ha apprezzarlo negli anni e mi ha capito come ha,fatto Morosky 😇
    Addio senza rancore ma è un addio…. che non sento.piu come prima.
    A buon intenditor….
    VELENOSO.

  • 5 Marzo 2019 in 23:09
    Permalink

    Come ha scritto Douglas bisogna guardare avanti. Alla salvezza mancano pochi punti e le squadre più inguaiate non sembrano nelle condizioni di superarci.
    Occorre pensare a costruire la squadra per la prossima stagione, che sarà diversa a seconda del tipo di gioco che si vorrà adottare.
    Con qualche innesto mirato si può rendere più efficace sia il catenaccio 2.0 che la fase di impostazione

  • 6 Marzo 2019 in 00:27
    Permalink

    Nonostante non vinciamo da oltre un mese, il Bologna ci ha guadagnato solo 2 punti. Questo è positivo, ma in ottica futura dobbiamo darci una svegliata perchè non ci potrà andare sempre bene.

    • 6 Marzo 2019 in 09:32
      Permalink

      Ma cosa vuol dire non ci potrà andare sempre bene?

  • 6 Marzo 2019 in 00:47
    Permalink

    Luca stai più attento e sii più preciso. Il Bologna non ha guadagnato nessun punto. Era ed è a -12

  • 6 Marzo 2019 in 10:56
    Permalink

    Ma come cavolo si fa ad essere così, ciecamente, pessimisti ?

    Osservate il prospetto delle gare relative alle squadre, dal Parma (12) al Bologna (18) :

    nelle prossime 4 gare , ipotizzo che il Parma possa fare dai 3 ai 5 punti ( come potrebbero arrivare non è importante, importante che arrivino ):

    dando per scontato il pari col GENOA, una sconfitta ed un pari tra LAZIO e ATALANTA, rimane la gara, fondamentale, di FROSINONE, potremmo pareggiarla oppure vincerla e, in questo secondo caso i giochi sarebbero fatti.

    nel contempo, le altre , al nostro confronto, hanno un calendario super impegnativo e non vedo come possano fare punteggi maggiori .

    RICORDIAMOCI CHE, CHI STA DIETRO DI 12 PUNTI, nelle 12 gare rimanenti, dovrebbe farne 13 in + di noi !!!!

    Sempre ipotizzando una media di 1 punto / gara per il Parma, si arriverebbe a 42…..
    mentre il Bologna dovrebbe farne, sempre di media, 2 / gara solamente per pareggiare i conti ( con scontro diretto in ballo )

    ..la cara vecchia matematica, quella dei conti della serva, ha ancora il suo grande valore, prima di calcolatrici sofisticate e computer perfetti che non sbagliano mai …ma che, da soli,
    non funzionano !!!!

    Poi se vogliamo criticare chi va in campo, il gioco, l’allenatore, il D.S, il mercato e anche la Società …

    TUTTO PUO’ ESSERE CRITICATO, CONTESTATO, NON GRADITO ma.… per la salvezza state tranquilli, garantisco io,
    anzi, garantisce Morosky, anche avvalorato dal fatto che, in separata sede, mi sono consultato con Velenoso, e, dopo questo piccolo ragionamento matematico, dopo aver immesso tutti i dati nel suo pc, aver analizzato ogni fattore, variante, accadimento, infortunio, gol, pali, Var, autoreti ed errate valutazioni arbitrali ( oltre ad un sacco di gol mangiati ),

    si è giunti al gran verdetto: SALVEZZA SARA’ A FINE APRILE
    senza altri patemi ….

    morosky ( con la preziosa collaborazione di Velenoso, dietro le quinte )

  • 6 Marzo 2019 in 11:29
    Permalink

    Carissimo, speriamo che il Cav. Chiapponi ed il PPC in questi tuoi ottimistici calcoli ci mettano del suo/loro, anche perchè il sudetto Chiapponi deve contrastare con le sue terga il malaugurio espanso a piene mani settimanalme dal corvacione siftòne nero milanista/interista/ancelottiano “opinionista” del lunedì sera a Bar Sport (per chi ha lo stomaco di guardarlo la polemica col povero Grossi sul Var di lunedì sera è stata imbarazzante nei contenuti, nel lessico e nell’arroganza. Fossi stato nel Grossi a fine trasmissione mi sarei fiondato nel salotto di Piovani e spedito l’amico di Ancelotti a Castelvolturno a bere n’a tazzulella e’ cafè).

    • 6 Marzo 2019 in 16:49
      Permalink

      La polemica con Grossi me la sono persa…Certo che anche solo associare il nome dell’unico giornalista parmigiano degno di tale nome (dopo che Majo ha appeso il taccuino al chiodo) agli “opinionisti” di quella trasmissione fa venire gli sgrisori…il Grossi ha troppa classe e compostezza per mettersi a livello di certi personaggi.

  • 6 Marzo 2019 in 14:21
    Permalink

    Ciao Davide,
    PREMESSO CHE NON CREDO ALLA SUPERSTIZIONE MA AI SOLI FATTI, A VOLTE EPISODI, QUINDI NON CREDO PURE AI CORNACCIONI NE’ AI GUFI, nel senso che cerco sempre di vedere le gare con occhio distaccato e neutrale, so benissimo quando abbiamo avuto fortuna e so benissimo quando abbiamo letteralmente buttato via partite già vinte o, almeno, pareggiate.

    detto questo, diciamo pure che qualche partita
    molto FORTUNATA l’abbiamo vinta:

    >>>> inter
    EMPOLI
    parzialmente >>>> genoa
    >>>> fiorentina

    qualche altra, con un pizzico di fortuna, l’abbiamo pareggiata:

    >>>> juve

    d’altro canto, tante altre partite sono state buttate al vento, come punteggio e come gol subiti, per nostri demeriti:

    UDINESE
    >>>> spal
    in parte LAZIO
    SPAL
    >>>> cagliari
    e, ovviamente, l’ultima, empoli

    ….. punti in + ???
    punti in meno ?
    30 punti sono e, come naturale che sia, oggi come oggi li accetto molto volentieri anche se, partita dopo partita, esaminandole una per una, spesso abbiamo recriminato, scialacquato e mollato tante volte nelle seconde frazioni di gioco !!

    Qui, adesso non c’entra il kulovic, ribadisco che , su 12 gare, per recuperarci 12 punti …( vedi conteggi sopra )

    qualcuno dovrebbe marciare con una media scudetto e noi marciare coi passi del gambero …

    26 gare = 30 punti

    12 gare …mi accontento di 10 …..e vedrai che, a 40 …non ci saranno in molte a smazzare le carte …

    certo, quei 10 vogliono fatti, non dal signore che hai citato tu né da PPC ma, solamente dalla squadra in campo , buoni o grami che siano, cioè dagli stessi che hanno fatto i primi 30 …
    se poi dovesse succedere che ce la facciamo nelle braghe da soli, questo non saprei ma, il naso e la matematica mi confortano molto .

    ps. a son ste anca dal barber mo Anedda e Guiotto in gheron miga …

  • 6 Marzo 2019 in 14:38
    Permalink

    realisticamente la salvezza credo sia quasi raggiunta.
    una vittoria con il Genoa avrebbe un impulso positivo per cercare di dar spazio ai giovani nell’ ultima parte di campionato perché metterebbe fine ad un ansia che si è creata in quest’ ultimo periodo causa anche la flessione fisica della squadra. una liberazione insomma.
    ritengo che un pareggio comunque sarebbe un risultato positivo (non dimentichiamo che loro sono una squadra che con il nuovo ct e senza la punta Piatek sta giocando spesso per ottenere quello).

  • 6 Marzo 2019 in 14:51
    Permalink

    Sabato – vista l’abbondanza che abbiamo a centrocampo da agosto – con porcellana Stulac ormai compagno di stanza di Grassi e Scoz che in effetti aveva fin qui giocato anche troppo per i suoi standard, come regista giocherà il povero Pepìn o si riuscirà a recuperare almeno Barillà in modo da evitare al poveretto ex Pescara un’altra grama ed immeritata figura?

  • 6 Marzo 2019 in 16:19
    Permalink

    Ma non è il problema di un centrocampista:

    non giocano STULAC, SCOZZARELLA e BARILLA’ ???
    si potrebbe tranquillamente giocare così

    …………………………….SEPE
    IACOPONI BRUNO ALVES GAGLIOLO DIMARCO
    ……………….GAZZOLA RIGONI KUCKA
    ………….SILIGARDI INGLESE GERVINHO…

    oppure, stesso schieramento con GOBBI dal lato opposto in luogo di GAZZOLA …con RIGONI sempre centrale e Kucka a destra….
    tutto questo se non si vuole rischiare MACHIN o DIAKHATE’ …
    loro, a sinistra avranno CRISCITO, BESSA e forse KOUAME’ …quindi, da quella parte bisognerà essere molto armati e guardinghi ….

  • 6 Marzo 2019 in 17:54
    Permalink

    Bravo Albano “una vittoria con il Genoa avrebbe un impulso positivo per cercare di dar spazio ai giovani ” …Vedo IO … molto …. pero molto importante che giocano questi giovani pensando del futuro ,,…
    Mauro ..podarsi per questo partito …. se non si vuole rischiare MACHIN o DIAKHATE’ …” insoma gia pronto in proximi partiti hanno bisogna minuti ….. speriamo per quelli che anchora …piangiando pensando tuttavia di salvazione ( porko cane ) …dobbiamo gia pensare del futuro …. como ha detto Siber …
    Per favore cari Tifosi di Parma ….. ricordati che e’ Parma e no rompe coglioni de piccolli pensiadori ….( questi che piacciono piangerie adosso ….che hanno bisogna del ” Click Bait ” dei negativi … sappiamo che sono …
    no problem …qui tutto fa brodo …..
    Cordialmente ,
    Vostro Straje’
    P.S. Scusatame per gli sbagi grammatichi …sono rabiato

  • 6 Marzo 2019 in 19:03
    Permalink

    Albano…..podarsi per questo partiti piangiamo……porko cane
    De grandhi ….. quelli che anchora piccoli pensatori…..sappiamo che sono….no problema seguro…. al tiempo
    Vostro Straje’

    • 6 Marzo 2019 in 21:08
      Permalink

      Atenzione Tutti….
      Io no ho scritto questo post… chi puo essere 🤔..
      Speak up my imposter or forever hold your peace..
      Il Strajé vero 🔥

      • 6 Marzo 2019 in 23:49
        Permalink

        Ci scusiamo con Douglas (quello vero) per il fake che non siamo riusciti a “sganare” in tempo, evitando la pubblicazione di un messaggio falso, sia pure dai contenuti innocui, sia pure un po’ perculanti dello straje.
        Abbiamo comunque identificato l’IP del “falsario” che sarà inserito in black list, salvo eventuali ulteriori risvolti di natura legale a tutela della vera identità di Douglas..

        • 7 Marzo 2019 in 00:21
          Permalink

          Grazie Direttore ,
          Douglas ,
          Straje’

          • 7 Marzo 2019 in 12:05
            Permalink

            Ragazzi non c’ho capito nulla, nè dal testo nè a cosa poteva servire un msg del genere ( per me incomprensibile ) , tra l’altro andando ad “usurpare” un altro nick..
            boh ….invece di disquisire del Parma Calcio si vanno a scrivere cose inutili e prive di significato : o era fatto solo per prendere in giro Douglas ???
            Per il suo italiano ?
            Che comunque parla e scrive molto meglio di tanti “italici” che conosco …
            …mah !!!!
            stranezze …
            innocue, non pericolose, non fuori legge, non offensive ma, STRANEZZE …a che pro ???

  • 6 Marzo 2019 in 22:12
    Permalink

    Vi ricordo, tra le altre cose, che il GENOA, NELLE ULTIME SEI GARE ….E’ IMBATTUTO, con 2 vittorie e 4 pareggi …
    anche se in trasferta non ha un buon pedigree, le ultime prestazioni sono state molto positive…
    sempar mej un oss che un baston ..
    poi, se si vuole OSARE, RISCHIANDO, faccia lei …
    io preferisco stare tranquillo, senza rischiare nulla e , cmnq, portare a casa la micca : 1 punto ..e intant .chi ragass i magnen ….
    se piace bene, se non piace, Piacenza
    ….
    veda lei ..

  • 7 Marzo 2019 in 12:13
    Permalink

    SABATO 09/03 ore 18.00 c/o Stadio Tardini,
    di fronte all’edicola, Sede del Gruppo Pensionati Addetti al ParmaCalcio1913 ( assetto societario, calciomercato, plusvalenze, formazioni tipo, controllo cantieri di lavoro in e out dall ENNIO ),
    ……………………………….avrà luogo

    ……………………..APERI ZENA con Prandelli e Pin……………………
    ricco buffet, brindisi d’apertura, saluti del Sindaco , targa ricordo,
    discorso dell’Assessore allo Sport e poi…..tutti in campo per quello che è un
    ……………………..PAREGGIO ANNUNCIATO
    ( un pont pron al fa mel a nisson, un punto ciascuno non fa male a nessuno )

    si scherza ma, miga tant

    moro

  • 7 Marzo 2019 in 12:17
    Permalink

    Sempre scherzando, in modo che non nascano equivoci grossi,
    vi posso dire anche il punteggio: 1-1 max …..2-2 ..

    Dott. Majo e Moderatore, sapete benissimo che sto scherzando, non mi fate arrivare l’Ufficio Indagini della Procura del Pilastrello che, magari, ce ne viene una gamba come con gli sms estivi …!!

    a marc mand ….sto scherzando ….

  • 7 Marzo 2019 in 13:09
    Permalink

    Siamo certi che Terzi e DeCol dello Spezia Calcio non abbiano letto il tuo messaggio e come da regolamento interno non abbiano diligentemente allertato la Procura Federale ottimamente diretta dal Dott. Pecoraro con il supporto del Dott. Catapano giornalista di Urbano Cairo? Occhio perché lo Spezia Calcio (a cui abbiamo prestato un giocatore un mese fa) manda in giro per tutte le sedi delle squadre professionistiche Terzi a verificare l’esegesi dei dialoghi. Anche se poi loro trafficano in minori ma quello è una cosa irrilevante

  • 7 Marzo 2019 in 13:13
    Permalink

    Io punto per il bicchieri pieno …tre punti …como sempre se arriva 1 punto no piango ….
    I Giochi Preziosi facciamo Noi …
    Mangiamo Noi il Pesto a la Genovese ….
    Forsa Paerma ,
    Come sempre ,
    con i piedi per terra per vincere sempre perche I do not know anything else ….Rocco Marciano
    Straje’

  • 7 Marzo 2019 in 16:10
    Permalink

    Ragazzi,
    stavo osservando la copia cartacea della targa regalatami da Douglas in occasione del suo ultimo viaggio a Parma: ebbene, credo proprio che sia da richiamare con un volo immediato per le prossime gare casalinghe….

    era il 25 novembre 2018, gara interna PARMA-Sassuolo finita 2-1..
    uno di fianco all’altro, io, Douglas e Annibal, suo figlio !

    Da quella gara, IN CASA, il Parma non ha + vinto…

    DOUGLAS come back….ti aspetto…se no qui ..non si vince + …

    • 7 Marzo 2019 in 21:55
      Permalink

      Caro Mauro ,
      Questa idea …. devo rispondere di Cuore Giallo Blu Crociato , con amore senza condizione per Il Scudo di Parma Calcio 1913 … In onore di la mia madre Marianna Guernieri Saia di Cassio Parmense . No e’ facile per me viaggiare per ragioni existenziali .. pero Faccio il massimo di realizzare un viaggio a Tardini per vedere con Te e Anibal un partito di Parma in casa . Grazie Mauro per mettereme in questa situazione .
      Straje’

  • 8 Marzo 2019 in 11:49
    Permalink

    Ho visto che il sartino cinese si è diciamo così fatto intervistare da Tuttosport (non so in quale idioma visto che non parla nemmeno inglese). Credo che sarebbe opportuno non prestare nemmeno attenzione a quello che dice……ci stava portando a ritornare ad Arzignano Chiampo per la goia di molti appassionati del calcio pane a salame. Che però ogni sua uscita sia monito per ricordare che Crespo (e consorte) è bene che siano in Argentina a 13.000 km dal Petitot e che sarebbe altresì opportuno non fare più la figura dell’americano di Kansas City che acquista da Totò la Fontana di Trevi pensando di aver fatto l’affare del secolo…

  • 8 Marzo 2019 in 12:03
    Permalink

    My favorite boxers of all time in order of ranking :
    1 . Rocky Marciano
    2 . Mohamed Ali
    3 . Rocky Graziano
    4 . Mike Tyson
    Straje’

  • 8 Marzo 2019 in 14:29
    Permalink

    Premesso che, su queste pagine nere, sta volteggiando
    il fantasma di VELENOSO, sotto le sembianze di un GRANDE FALCO REALE ( che tutto vede e molto dispone ), stanotte, entrando nel mio sonno ( sotto forma di fantasma in sogno ), mi ha ripetutamente IPNOTIZZATO con le seguenti conseguenze a livello di notizie da segnalare:

    PARMA-GENOA , pareggio, probabile 1-1
    LAZIO-PARMA pareggio
    PARMA-ATALANTA sconfitta con due reti di scarto 0-2 …1-3

    dopo la 29 gara avremo 32 punti …con la terzultima a 22
    10 di lunghezza ….

    nelle successive nove gare faremo altri 8/9 punti andando a conquistare una meritata salvezza ….

    A luglio il nuovo allenatore sarà GIOVANNI STROPPA , coadiuvato in panca dal maestro Z. ZEMAN , verranno ceduti 15 giocatori dell’attuale rosa e verranno acquistati, su richiesta del boemo, 12 ragazzi 23/25 enni sconosciuti provenienti dai seguenti campionati

    DANIMARCA
    FINLANDIA
    SCOZIA
    ISLANDA
    NORVEGIA
    SVEZIA
    GERMANIA
    SENEGAL
    COSTA D’AVORIO
    SUDAFRICA…
    …modulo che verrà adottato, 1-10 a fisarmonica, tutti avanti e tutti indietro: alla fine del girone d’andata avremo già siglato 65 gol e subiti 73 ma il pubblico si sarà divertito, avremo 45 punti a ben 20 lunghezze dalla Juve ….
    poi mi sono svegliato, Velenoso era volato via dalla finestra ed io ho iniziato a scrivere …( seriamente )
    moro

  • 8 Marzo 2019 in 18:48
    Permalink

    IL mio ranking de le scuadre piu’ forte e belle de la storia del Calcio Europeo .
    1. Barcellona de Guardiola
    2. Ajax de Cruyff ( quando era giocatore )
    3. Milan di Sacchi
    4. Inter di Helenio Herrera
    P.S. La scuadra ,per me piu’ amato de me e anche fortissimo anni novanta … Parma di Scala , Parma di Malesani
    Cordialmente
    Straje’

  • 8 Marzo 2019 in 20:30
    Permalink

    ORE 20.25 ,
    Io stasera tifo juve, un bel 1-0 contro l Udinese ,
    per poli tifare ATLETICO MADRID la prossima settimana ..
    certo, sono un bastardo dentro…anti scippo, anti rapina, anti juve e, questo, a mano armata, armata Brancaleone 2, Atletico 1 ….all ultimo minuto dei supplementari …giusto per far loro capire quanto sia spiacevole prenderla nel TANGANICA,

    ma questo, SOPRATTIUTTO PE LA MAREA DI TIFOSI CIECHI, ANTI SPORTIVI, E CONTENTI SOLO DI VINCERE, A PRIORI, SENZA NESSUNA VERGOGNA NEL DIFENDERE L’ INDIFENDIBILE :

    moggi ? agricola ? giraudo ? bettega ?

    arbitri con schede svizzere ?

    arbitri chiusi neglki spogliatoi ?

    giocatori delle squadre avversarie ( il turno successivo ) ammoniti per beccare la squalifica ?

    cosa ho dimenticato ?

    LA SPOCCHIA, L’IRRIVERENZA, LA SUPERBIA E TANTE ALTRE COSE NEGATIVE legate alla presidenza, dirigenza, management, addetti ai lavori …ecc ecc
    VERGOGNATEVI PER LA VOSTRA BASSEZZA ..

    IN EUROPA NON SI COMPRA ….FATEVI SU LE MANICHE CON L’ATLETICO PERCHE’, QUELLA SQUADRA LI HA GLI ATTRIBUTI MOSTRATI DA SIMENONE, UNO CHE, HA DUE PALLE COS’….
    datevi da fare ,,,fighetti

    se avete le palle, IN CAMPO, dimostratelo ….per voi
    non per nessun altro ,solo per voi stessi …rubagalline del menga

  • 9 Marzo 2019 in 12:35
    Permalink

    Personalmente estoy de acuerdo con la postura de Mauro , regarding the future result of the Champions match rubentus – Atleti … solo que prefero un resultado 0 a 1 . Now that the other ,questional for coruption and pre-potencia team real mierdil is out …. We shall have a clean slate for the rest of the Champions .
    Io tifo per Barcellona per il triplete …. e Messi , Balon de Oro …
    P.S. ” All is fair in love and war ”
    P.P.S. ” What goes around comes around ”
    Straje’

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI