PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / Ore 18: aperiZENA con Pin e Prandelli

mauro morosky moroni luca(Mauro Morosky Moroni) – Ritrovarsi alla 26^ giornata, 7^ di ritorno, con 30 punti, al 12° posto e con un più che discreto margine sulla terzultima (+ 12), mi dà una tranquilla serenità per l’evolversi del campionato; si potrebbe ipotizzare che, forse, si poteva anche fare meglio (l’appetito vien mangiando) ma io mi accontento, soprattutto alla luce di come giocano gli altri e da cosa emerge dalle altre partite: credetemi, Atalanta-Fiorentina (doppio confronto, sia di Coppa che di campionato) e Napoli-Juventus, sono partite da incorniciare, da mostrare nelle scuole calcio, ma pure a qualche allenatore, sia delle giovanili che delle prime squadre.
Lasciando pur perdere le prime due della classe (disponibilità economiche, parco giocatori, solidità in tutto), io vi dico che , soprattutto Atalanta, ma pure Fiorentina, giocano che è una meraviglia: i ragazzi del “Gasp”, da perfetti sconosciuti (e tutti gli anni vendono i migliori), se si esclude il “papu” Gomez e Ilicic, sono uno spettacolo da veder giocare, sia come tecnica che come ritmi e schemi!
Noi siamo un’altra realtà e bisogna saper accettare le enormi differenze, tecniche, concettuali, di gioco, di impostazione  e di mentalità, sia da parte del tecnico che da parte della società, la quale (Atalanta), tutti gli anni, sforna 20enni da lanciare in Serie A, sia per la propria rosa e sia per rimpinguare le casse sociali (uno stralcio, così a memoria, relativo agli ultimi 2/3 anni: Conti, Caldara, Petagna, Zappacosta, Spinazzola, Mancini, Grassi, Bastoni, Capone, Kessie , Gagliardini, Baselli, Gosens, De Roon, Freuler, Castagne, Pasalic, Barrow).

Sarebbe un errato pretendere il poter competere con organizzazioni che lavorano col settore giovanile da oltre 30 anni, con direttori sportivi, tecnici e allenatori che insegnano a giocare a calcio, che allenano i piedi, ma soprattutto le teste, la mentalità e aiutano a crescere i ragazzi per diventare uomini-calciatori: tutto questo comporta una lunga ed attenta programmazione, pianificata, capillare e, a questi risultati si può arrivare solamente nel medio lungo periodo, con pazienza, attenzione e metodo scrupoloso, selezionando e costruendo giorno per giorno.

Io auspico sempre nel ringiovanimento della rosa, nel ricercare giocatori di proprietà e, per quanto possibile, ridurre al minimo i prestiti, ma per fare questo serve una società solida, che sia in grado di costruire e programmare (anche facendo errori di valutazione), di guardare avanti, tutto questo, dopo aver raggiunto la salvezza, naturalmente!

Qui rilancio pure un tema già dibattuto e molto caro a Davide, A testA AltA, a testa alta significa non voltarsi più indietro, non pensare più al fallimento, ad Arzignano, alle tre promozioni,  agli spareggi, ai tribunali e a tutto ciò che è stato superato nel triennio ultimo scorso, punto, punto a capo!

Siamo in Serie A, ci salveremo e ricominceremo ancora dalla Serie A: c’è però da ricordarsi che dobbiamo dividere il campionato in quelle famose tre fasce, zone lussuose, zone periferiche e zone pericolanti; molto facile, basta soffermarsi sull’attuale classifica, molto realistica e veritiera per tutte 20 le contendenti: la prima fascia contempla la crema della serie A, dallo scudetto alla qualificazione per le Coppe Europee:

1) JUVENTUS
2) NAPOLI
3) MILAN
4) INTER
5) ROMA
6) LAZIO
7) TORINO
8) ATALANTA

La seconda fascia comprende coloro che stazionano, abitualmente, nella terra di mezzo, tra gli altolocati e coloro che lottano per la salvezza, SAMPDORIA, FIORENTINA, SASSUOLO mentre, nella terza fascia, si barcamenano coloro che lottano per non retrocedere (in mezzo a costoro ci sono anche squadre che, abitualmente, stazionano nel gruppo mediano precedente,  GENOA e CAGLIARI ) quali, PARMA, GENOA, CAGLIARI, UDINESE, SPAL, EMPOLI, BOLOGNA, FROSINONE e CHIEVO.

Tutto questo lungo preambolo vorrei che servisse per stemperare i troppo facili entusiasmi o le esagerate pretese di voler raggiungere obiettivi, per ora, non raggiungibili: non è retorica ma cerchiamo di analizzare, con spirito critico,  lo stato di fatto delle cose, indipendentemente dalla posizione in classifica o dai nomi dei Soci Fondatori e proprietari:

  • Società e squadra neo promossa
  • Management e Staff Tecnico “giovane”, alle prime esperienze di alto livello
  • Budget “limitatoche, sicuramente, non consente di effettuare nemmeno contatti per operazioni ed acquisto di calciatori di elevato spessore (nell’ambito di questo discorso si tenga presente dell’esborso certo, nel triennio scorso, di ben 40 milioni di euro per arrivare al bilancio del 31/12/2018 in pareggio senza avere debiti di nessun genere, citazione da fonte societaria!) 
  • Qui si è scritto e letto di tutto:

critiche alla Società (per me fuori luogo e difficilmente motivabili)

critiche al Direttore Sportivo (ci possono stare)

critiche allo Staff Tecnico (allenatore, preparatore atletico, area sanitaria) e , pure qui, ci possono stare

critiche al gioco: questo è un tema a me molto caro, ma per sviscerarlo, per analizzare al meglio il perché di un certo tipo di gioco, è evidente che il tutto passa da due capisaldi: allenatore e giocatori a disposizione.

Si diceva prima di Società, Squadra, Management e Staff giovani, con poca esperienza ai massimi livelli; nulla di male in questo, tutti sono partiti dal basso, tutti o quasi hanno dovuto far gavetta, partendo dalle piccole squadre, dalle categorie inferiori e chi pure dalle giovanili; sono perfettamente convinto che, per sviluppare tematiche di gioco importanti, piacevoli ma pure redditizie, belle a vedersi ma concrete, non si può prescindere dai primattori in campo, i giocatori: subito dopo serve un mister adeguato con idee pragmatiche, con la capacità di riuscire ad ottenere il meglio da ogni singolo  e, di conseguenza, dalla squadra, ma tutto questo, è e sarà sempre condizionato dal risultato, della singola gara, del periodo e di quello che sarà a fine campionato.

La prima cosa che mi viene in mente (per un allenatore moderno), è pure il sapersi adattare ed adeguarsi, al meglio, al cospetto dei giocatori che ha  evidentemente, alla Juve, Napoli, Inter e Milan, questo non succede in quanto li, si compra, si spende e si spande a seguito di budget molto importanti, cosa che non succede tra le squadre di terza fascia!) ma, mi sembra altrettanto ovvio che, con oltre mezza squadra dell’ex Serie B, non si possa mica pretendere la luna !

Citare dei nomi, effettuare paragoni e/o immaginare situazioni diverse sarebbe facile, pertanto mi limito ad impostare un piccolo giochino di fantasia, “ un per assurdo”, giusto per dare l’idea di come penso io il calcio senza stravolgere l’attuale formazione base (ma, in questo, ricordiamoci sempre che, per acquisire bravi giocatori, servono fiuto, lungimiranza e tempestività, ma soprattutto soldi: so perfettamente che qui il Direttore Majo non sarà completamente d’accordo ma, di fatto è così)

Fanta Formazione Morosky

SEPE

FLORENZI   BRUNO ALVES   BASTONI   KOLAROV

      (Santon)   (Gagliolo)  ( Biraghi )

KUCKA  CIGARINI  POLI

   (Rincon)

GERVINHO  DONNARUMMA  CAPUTO

                                                  (Coda)

Ecco cosa intendo io per impostare una squadra che giochi a calcio, avere giocatori funzionali, capaci di sviluppare calcio,  in grado di dare supporto tecnico in tutte le fasi, e indipendentemente dai nomi buttati li ( alcuni fuori portata per il costo elevato oltre all’ingaggio), servirebbero:

  • 2 terzini di qualità, di corsa e sganciamento tali da saper appoggiare il gioco dei centrocampisti al servizio degli attaccanti in un continuo sovrapporsi per dar man forte nell’andare in zona d’attacco con 5/6 uomini almeno
  • due centrocampisti completi, doppia funzione, che corrano e che sappiano giocare la palla, eccellendo in entrambe le fasi ( non chiedo Modric e Toni Kroos ma due buoni giocatori accessibili)
  • 2 attaccanti che giochino guardando la porta (mai di spalle), uno viene incontro e l’altro va in profondità e/o viceversa, e che sappiano bene integrarsi con un solo obiettivo, fare gol, io, tu, il centrocampista, il difensore, non importa chi ma, fare gol !!

Io dico che i due/tre centrocampisti e 2 dei 3 attaccanti non sono né incedibili né difficoltosi da portare a Parma, si dovrebbero effettuare   alcuni sacrifici, qualcuno retrocederà forse in B e, mano al portafogli, si ribalta la squadra: sicuramente, oltre a nuovi giocatori, dovrebbe cambiare idee anche il mister, nel gioco, nel sistema, nel difendere, nell’attaccare ma, quando hai gente brava, bisogna saperla utilizzare al meglio, punto: Mister Roberto, so che hai gli attributi, so che sei un grande professionista, lavoratore e conoscitore del campo, credimi, in base ai giocatori che ti verranno messi a disposizione, lavora al meglio per comporre una squadra forte, tosta, dura, non dico vincente ma, con le caratteristiche che servono per dare battaglia a tutti, che possa vincere o perdere con tutti, senza timori, remore, complessi di inferiorità: dobbiamo dare battaglia a tutti col massimo di noi stessi, in campo, in allenamento, con gli attributi che ha mostrato l’immagine del “cholo” Simeone, con la grinta dei meno forti tecnicamente ma, con la forza dei duri, di coloro che non mollano mai….io ci credo, provaci anche tu Mister Roberto!

A volte io mi chiedo, ma cosa ci fanno Brugman, Donnarumma, Mancuso e Coda in Serie B ? E cosa ci fanno Ceravolo, Dezi e Sprocati in Serie A ?

Qui so che mi attirerò delle antipatie ma, spesso, mi vien da pensare che, tra Direttori Sportivi, procuratori e “prestigiatori, illusionisti, faccendieri”, spesso, si va a segnare il destino di tanti calciatori che, magari, meriterebbero almeno una chance: qui lo scrivo e qui lo confermo!

* Le gare del 27° Turno, 8^ di ritorno *

4-1 Juventus-Udinese (Venerdì 08/03 ore 20.30)
Parma-Genoa (Sabato 09/03 ore 18.00)
Chievo-Milan (ore 20.30)
Bologna-Cagliari (Domenica 10/03 ore 12.30)
Frosinone-Torino (ore 15)
Inter-Spal
Sampdoria-Atalanta
Sassuolo-Napoli (ore 18.00)
Fiorentina-Lazio (ore 20.30)
Roma-Empoli lLunedì 10/03 ore 20.30)

***0-0 Lazio-Udinese  ( da recuperare )***

Borsino, previsioni e percorso salvezza *

perorso pericolanti 7-16

La concretezza ed il realismo, giorno dopo giorno, come sempre,  mi fanno guardare alle gare delle avversarie per questa auspicata salvezza: partendo dall’alto, in ordine di partite da disputarsi, direi che Udinese, Chievo, Frosinone, Spal ed Empoli, sulla carta, potrebbero perdere; Bologna-Cagliari è un confronto diretto mentre, alla luce di quanto sopra, mal che vada, Parma e Genoa si potrebbero dividere un punto a testa, senza farsi male reciprocamente.

Gli addetti ai lavori possono dichiarare ciò che gli pare (spesso sono discorsi di facciata per infiammare la piazza o per tenere su le carte) ma nessuno mi toglie il pensiero che, piuttosto di rischiare, ci si accontenta del punto, credetemi, soprattutto alla luce del fatto che la posta in palio, oltre alla salvezza, è rappresentata da circa 50 milioni di euro (diritti Tv e accessori vari).

Oggi, essendo particolarmente in vena di pronostici, ho immesso i dati delle prossime gare nel mio prospetto e, dopo la 16 giornata di ritorno, quando mancheranno solo 3 gare (per noi Bologna, FIORENTINA e Roma), la classifica “potrebbe” essere così delineata:

12) 40 PARMA

13) 39 Cagliari

14) 36 Genoa

15) 29 Spal  (NAPOLI, Udinese, MILAN)

16) 28 Empoli  (Sampdoria, TORINO, INTER)

17) 28 Bologna  (PARMA, Lazio, NAPOLI)

18) 27 Udinese *  (Frosinone, SPAL, Cagliari) (*una gara in meno)

19) 19 Frosinone  (UDINESE, Milan, CHIEVO)

20) 13 Chievo        (Inter, SAMPDORIA, Frosinone)

La quota salvezza, quasi certa e matematica, dovrebbe assestarsi sui 36 punti ma, visto le ultime 3 gare delle pericolanti, a quota 34/35 ci si salva lo stesso!!!

I marcatori* ( 28 gol )

9 gol – Gervinho
8 gol – Inglese
3 gol – Bruno Alves
2 gol – Barillà, Rigoni
1 gol – Dimarco, Siligardi, Ceravolo, Kucka

*situazione cart. gialli*

4 Barillà, Scozzarella, Biabiany, Rigoni, Iacoponi,  ( 5 in diffida )
3 Stulac
2 Gobbi, Siligardi, Bastoni, Kucka
1 Dimarco, Sepe, Inglese, Gervinho

  • Situazione infortunati *

Probabili assenti, Stulac e Barillà, in forse, Scozzarella e Ceravolo

Formazione Morosky *

Per oggi casi sono due: o ci accontentiamo di pareggiare (e ci riusciremmo con buonissime probabilità), oppure giochiamo per vincere! Se fosse questa seconda ipotesi quella reale e concreta, io cambierei qualcosa, anche tenendo conto che, per vincere, bisognerà osare quindi, se dobbiamo osare ecco quanto gradirei:

SEPE

GAZZOLA   BRUNO ALVES   BASTONI   DIMARCO

KUCKA   Scozzarella ??  RIGONI  ( Machin ??)

SILIGARDI   INGLESE   GERVINHO

Probabile assenza di Barillà e Scozzarella con ballottaggio di 3 uomini per due posti a centrocampo;  tre novità,  in difesa, col rientro di Bastoni al centro , Dimarco a sinistra e Gazzola a destra : se si vuole giocare per vincere bisogna spingere sulle fasce, andando al costante raddoppio dei nostri esterni avanzati mentre, se ci si accontenta del punticino, gli altri prenderanno il gioco in mano e ci metteranno nella nostra metà campo, come sempre succede, sia in casa che in trasferta: a voi ed al Mister la scelta migliore anche se questa so che potrebbe essere rischiosa, dipende da ciò che si vuole ottenere: pure il Genoa non disprezzerà il punto-pareggio e si farebbe, in due, un ulteriore passo avanti: altrimenti aspettiamoci la solita partita moscia, nell’incapacità di costruire azioni offensive e con una difesa che è diventata troppo “ballerina e bucaiola”!!

 * Gli avversari, Genoa *

Ritornati su una panchina italiana dalla 15^ giornata (dopo Ballardini e Juric), la coppia Prandelli & Pin ha caratterizzato una delle pagine più belle del Parma inizio anni 2000, squadra giovane, campioni in crescita, proprio un bel periodo calcistico dalle parti del Petitot: voglio ricordare e salutare Cesare e Gabriele come due bravi allenatori, due uomini seri e, soprattutto, galantuomini, persone posate, umili, educate e competenti nel mondo del calcio.

Ritornano da avversari ma so con certezza che verranno salutati ed applauditi anche con i colori che vestono oggi: 4-3-3 il sistema tattico con il seguente schieramento base:

RADU

BIRASCHI  ROMERO  ZUKANOVIC  CRISCITO

LERAGER  RADOVANOVIC  BESSA

LAZOVIC  KOUAME  SANABRIA

Tra gli altri, fanno parte della rosa anche: Marchetti, Pereira, Gunter, Pezzella, Lakicevic, Mazzitelli, Sturaro, Veloso, Hiljemark, Lapadula, Pandev e Favilli.

I numeri dicono 26 partite, 30 punti, 7 vittorie, 9 pareggi e 10 sconfitte, 32 gol siglati e 41 subiti; in trasferta, dopo 12 gare, 9 punti, frutto di 2 vittorie, 3 pareggi e 7 sconfitte, 15 fatti e 26 subiti: tabellino decisamente negativo in trasferta ( vittorie ad Empoli e Frosinone ) con oltre due gol subiti per partita.

Nonostante il mio previsto pareggio (sempre 1 punticino è), questa sarebbe una gara da vincere per tornare alla vittoria casalinga (che latita dal 25/11 scorso, 2-1 contro il Sassuolo ) e chiudere, definitivamente, il discorso salvezza / campionato; non sarà facile anche considerando che, pure col Frosinone, domenica scorsa, hanno finito l’incontro sullo 0-0 ma, ogni gara, come sempre, ha la sua storia: so che gli addetti ai lavori dicono di non fare calcoli ma, considerando che dopo si andrà a casa Lazio, ci sarà la sosta nazionali e poi arriverà l’Atalanta, questa di sabato prossimo sarebbe importantissimo vincerla per poi, tra un mese circa, presentarsi a Frosinone e permettersi di gestire la gara, per loro vitale e da ultima spiaggia, per noi, solo da non perdere .

Dalla Bibbia secondo Faggiano, preghiamo:

  • Nel primo mistero gaudioso si contempla la Salvezza
  • Nel secondo mistero gaudioso si contempla il Calciomercato
  • Nel terzo mistero gaudioso si contempla la ri-Nascita della squadra
  • Nel quarto mistero gaudioso si contempla la Presentazione della Lista alla Lega
  • Nel quinto mistero gaudioso si contempla il Ritrovamento di qualche presidente truffaldino in galera
  • Nel primo mistero luminoso si contempla il Battesimo di D’Aversa in Serie A
  • Nel secondo mistero luminoso si contemplano le Nozze di Guazzo a Lentigione
  • Nel terzo mistero luminoso si contempla l’Annuncio del Trapani in Serie B (evvai “ciccio corapinho”)
  • Nel quarto mistero luminoso si contempla la Trasfigurazione di due terzini coi piedi di marmo in “Cancelo e Kolarov”
  • Nel quinto mistero luminoso si contempla l’Istituzione di un gioco degno di tal nome, dell’abbandono del difensivismo ad oltranza ma pure della continuazione del contropiede ( Arma Letale 1 )

Andate in pace, amen !

P.s: Visto che siamo “piccoli, umili e poverelli” ci dobbiamo anche attaccare al fatto che, la Lazio, prossima futura avversaria (domenica 17 Marzo a Roma), ha ben 6 calciatori in diffida: Luca Leivas, Immobile, Badely, Lulic, Radu e Luis Alberto e, se tanto mi da tanto, nella prox gara in trasferta a Firenze, qualcuno potrebbe rimanerci dentro! Magari! E, credetemi non è antisportività, è solo realtà senza tante ipocrisie sulla tastiera, forse poco diplomatica, ma tutto fa brodo !!!

Vi saluto cordialmente,

Mauro “Morosky” Moroni

Stadio Tardini

Stadio Tardini

10 pensieri riguardo “PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / Ore 18: aperiZENA con Pin e Prandelli

  • 9 Marzo 2019 in 11:15
    Permalink

    Va bene salvarsi, ma anche concludere il campionato in maniera dignitosa e finalmente vincere in casa.

  • 9 Marzo 2019 in 11:59
    Permalink

    Direi che arrivato il momento di tornare a vincere e fare punti in casa. Ormai i 3 punti mancano da tanto tempo. Non sono così convinto che giochi scozzarella comunque. Detto questo punto e spero molto in di Marco. Oltretutto ho capito (se non sbaglio) che il Parma su di lui ha un diritto di recompera. Può essere un ulteriore acquisto in questo finale di campionato.

  • 9 Marzo 2019 in 14:18
    Permalink

    Si, sono d’accordo con te circa Dimarco, non sarà Marcelo né Kolarov ma, è un ragazzo-calciatore che mi piace ….
    veramente e mi farebbe piacere fosse riscattato…
    un piccolo giovane tassello da inserire …
    ..
    squadra piccola, neo promossa, mezzi economici modesto-andanti e , quindi, piccoli passi, in tutto …

  • 9 Marzo 2019 in 14:27
    Permalink

    Mauro, la morale dopo i tuoi personalissimi Comandamenti, è questa: “sbagliare è umano, perseverare è diabolico”, e tu sai a chi mi riferisco, al nostro staff tecnico, che pur che giovani siano, i nostri tempi non possono ne aspettarli, ne tantomeno permettersi di sbagliare qualsiasi mossa, pena la perdita di denaro o di categoria.
    Ma il mio intervento di oggi è questo:
    Abbiamo una grana irrisolta con il cinese per quanto riguarda la “COMMAND POST” del Parma Calcio.
    Da fonti credibili, sappiamo che i crediti e il mercato sono fermi in attesa che il Tribunale si pronunci sulla questione.
    Ora dico, che squadra mettere in piedi per il prossimo campionato?
    Se non possiamo acquistare nessuno, e con tanti giocatori che se ne vanno, il progetto Parma 1913 va in fumo?
    Abbiamo solamente i soldi di Sky e della Lega, bastano?
    Era davvero necessario farci un nemico in casa, che alla fin fine dell’opera un po’ di danè li aveva messi o no?
    A te la risposta…..

    • 9 Marzo 2019 in 19:42
      Permalink

      Sugli argomenti “seri” prego non propalare “fake news” in quanto quanto riportato dalle supposte fonti credibili citate da giorgio massari non c’è alcun reale riscontro, del resto come dimostrato ampiamente all’ultimo mercato.

      Adesso c’è un campionato da finire nel migliore dei modi, Alla costruzione della squadra dell’anno prossimo ci penseranno a tempo debito e comunque esiste una proprietà molto solida che non ha certo problemi di soldi. Quindi stop.

  • 9 Marzo 2019 in 14:57
    Permalink

    Dezi non ha mai giocato, Sprocati ha giocato pochissimo e Ceravolo ha sempre giocato fuori ruolo.
    Non saranno dei fuoriclasse, ma è difficile giudicarli.
    I giocatori che citi della B sono effettivamente da prendere.
    Dalla B si sarebbe dovuto assolutamente prendere Kragl, che è molto forte e conclude bene a rete.

  • 9 Marzo 2019 in 18:26
    Permalink

    Strano ma vero, per motivi di salute, sono collegato a Sky 251, diretta home Morosky dal Tardini: …dopo 23 minuti , poca roba, poco gioco e ..sempre per quanto mi riguaRDA
    PAREGGIO ANNUNCIATO

    as semtima pu terdi ..

  • 9 Marzo 2019 in 20:51
    Permalink

    Meno male che non ci prendo mai e… di conseguenza ema vens ..
    parma-genoa , von a szero …
    33 points …e andivla thor tutt in tal …missisipi.. oklaoma city

  • 9 Marzo 2019 in 21:10
    Permalink

    Morò, a che servono due terzini di gamba se il mister gli ordina sistematicamente di non avanzare????

  • 11 Marzo 2019 in 11:20
    Permalink

    Giusta riflessione però, se si vuole giocare al gioco del calcio , devono giocare i MIGLIORI:

    io avevo POSTATO DIMARCO e mi pare che sia stato tra i miglori in campo…sono già contento per lui…!!

    Secondo, i giocatori devono giocare nel proprio ruolo..PUNTO E BASTA …
    per il futuro vorrei vedere i CENTRALI FARE I CENTRALI e, per chi ha gamba e piede educato…
    LA FASCIA E’ IL TERRITORIO GIUSTO, su e szo cmè na volta…

    quando si criticava Trapattoni di essere un difensivista ( ha vinto pure lui qualcosina ) …
    ..mi scappa da ridere se leggo la formazione ….
    abbiamo finito la gara con

    IACOPONI BRUNO ALVES SIERRALTA BASTONI E GAGLIOLO

    5 marcatori centrali..
    Trapattoni era un dilettante al confronto..
    eh si..!!!

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI