FROSINONE-PARMA 3-2 (FINALE). HIGHLIGHTS, TABELLINO E CRONACA LIVE DI ANDREA BELLETTI

FROSINONE-PARMA 3-2, CLICCA QUI PER VEDERE GLI HIGHLIGHTS

FROSINONE-PARMA 3-2 – IL TABELLINO

Marcatori: 13′ Pinamonti, 18′ Barillà, 47′ Valzania, 13′ st Ceravolo, 58′ st Ciofani (rig.)

PARMA – Sepe; Iacoponi (cap.), Schiappacasse (9′ st Ceravolo), Sierralta, Barillà, Scozzarella (20′ st Gobbi), Gazzola (34′ st Bastoni), Siligardi, Gagliolo, Kucka, Sprocati. All. D’Aversa
A disposizione: Frattali; Brazao, Dimarco, Stulac, Diakhate, Machin, Rigoni, Dezi

FROSINONE – Sportiello; Paganini, Valzania (34′ st Chibsah), Trotta (39′ st Ciofani), Sammarco (cap.) (27′ st Maiello), Brighenti, Capuano, Salamon, Ciano, Beghetto, Pinamonti. All. Baroni
A disposizione: Bardi, Ghiglione, Molinaro, Simic, Goldaniga, Zampano, Dionisi, Cassata, Krajnc.

Arbitro: Sig. Gianluca Manganiello di Pinerolo

Assistenti: Sigg. Antonino Santoro di Catania e Michele Lombardi di Brescia

IV Ufficiale: Sig. Valerio Marini di Roma 1

V.A.R: Sig. Aleandro Di Paolo di Avezzano 

A.V.A.R.: Sig. Fabrizio Posado di Bari

Ammoniti: Sierralta (P), Brighenti (F), Valzania (F), Gazzola (P), Capuano (F), Ceravolo (P), Gobbi (P).

Calci d’angolo: 3-2.

Recupero: 4’+16’

LA CRONACA LIVE
DI ANDREA BELLETTI

Amici di Stadiotardini eccoci ancora pronti a seguire il Parma in questa importante trasferta in terra ciociara. Partita importantissima quella di stasera per dare nuovo slancio alle speranze di salvezza dei crociati Tante le assenze tra gli uomini di D’Aversa che deve far fronte a numerose defezioni in ogni reparto. Non saranno della contesa infatti Bruno Alves, Gervinho, Inglese e Biabiany. Il Parma si affida ad un tridente atipico con Siligardi, Sprocati e Schiappacasse.

PRIMO TEMPO

4′ Kucka vede il portiere fuori dai pali, tenta il pallonetto, senza profitto

6′ Colpo di testa di Pinamonti, Gagliolo di testa devia in angolo

11′ GOL DEL FROSINONE Palla in mezzo spunta Pinamonti che anticipa tutti e con il ginocchio la mette dentro

14′ Azione fotocopia per il Frosinone stavolta Pinamonti non inquadra la porta

16′ Ciano su punizione provoca un brivido a Sepe con una palla che esce per pochi centimetri

18′ GOL DEL PARMA Palla tesa in area di Gagliolo che incoccia sul fianco di Barillà: Sportiello è spiazzato e la sfera si infila in porta

Partita aperta con occasioni da entrambe le parti ma spezzettata da numerosi interventi fallosi. Il Parma dà ancora l’impressione di essere una squadra in cerca di identità

46′ Altra giocata smagliante di Andrea Pinamonti: girata e palla sulla traversa

46′ GOL DEL FROSINONE Valzania dal vertice sinistro dell’area calcia di potenza e precisione e batte Sepe

47′ Ci prova Sprocati dalla distanza conclusione centrale

SECONDO TEMPO

1′ Kucka dalla distanza, palla in curva

6′ Sostituzione Parma, esce un evanescente Schiappacasse entra Ceravolo

7′ Scontro tra due difensori del Frosinone la sfera arriva a Sierralta che di testa da posizione defilata non inquadra la porta

10′ Cross in area, Salamon colpevolmente lasciato solo calcia come peggio non potrebbe

11′ Sammarco frana in area su Siligardi: è rigore

12′ GOL DEL PARMA Dal dischetto va Ceravolo, botta centrale ed è gol

15′ Sprocati ci prova dal vertice sinistro dell’area ma non riesce ad imprimere potenza

17′ E’ la volta di Siligardi dalla distanza

18′ Buon momento per il Parma con Sprocati che calcia di potenza Sportiello devia in angolo

20′ Sostituzione Parma: esce Scozzarella entra Gobbi

25′ Sostituzione Frosinone esce Sammarco entra Maiello

30′ Occasione per il Parma con Sprocati che corre in una prateria ma anticipa il passaggio e l’azione sfuma

33′ Sostituzione Parma esce Gazzola entra Bastoni

33′ Sostituzione Frosinone esce Valzania entra Chibsah

35′ Sgroppata di Ceravolo che serve un pallone delizioso per Barillà ma la difesa sventa la minaccia

35′ Sostituzione Frosinone esce Trotta entra Ciofani

45′ Cross di Ciano spunta Paganini di testa Sepe

48′ GOL DEL FROSINONE Var infinita per decidere se decretare un rigore al Frosinone o meno dubbio contatto di Gobbi su Paganini, alla fine decreta il rigore e dal dischetto Ciofani non sbagli

 

 

 

 

 

 

 

 

72 pensieri riguardo “FROSINONE-PARMA 3-2 (FINALE). HIGHLIGHTS, TABELLINO E CRONACA LIVE DI ANDREA BELLETTI

  • 3 Aprile 2019 in 21:05
    Permalink

    Lo dico ora a scanso di equivoci, con la vittoria dell’Empoli di questa sera la lotta per la salvezza ci vede messi non benissimo. Stasera bisogna solo vincere. Forza crociati

  • 3 Aprile 2019 in 21:08
    Permalink

    Vamos Ragazzi

  • 3 Aprile 2019 in 21:09
    Permalink

    Ag mancheva etor che l’Empoli al vinsis contra al Napoli! Vaco cá

    • 4 Aprile 2019 in 00:45
      Permalink

      Ma Schiappacasse e Machin c’è li dobbiamo tenere il prossimo anno anche in B? ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ee
      Sarebbe bene mollarli a qualche squadra di C.farebbero così qualche spezzone di partita 😈 😈 😈 😈 😈

  • 3 Aprile 2019 in 21:17
    Permalink

    Signori,

    C’est la fin…..

  • 3 Aprile 2019 in 21:17
    Permalink

    B….di balordi

  • 3 Aprile 2019 in 21:31
    Permalink

    Empoli cambia allenatore, gioca a calcio e batte il Napoli. Udinese cambia allenatore batte Genoa e pareggia a Milano. Bologna idem. Qui igiornalai di tv parma continuano a tranquillizzare i tifosi e a chiedere di fare il nostro mestiere ( non retribuito a differenza del loro) e non si pensa mai di cambiare il futuro mister del Chelsea o dell’Inter secondo l’opinione acuta di L.A. Speriamo che la scelta sia giusta. Primi 15 minuti indegni , poi la solita botta di daversanoculo e si pareggia. Ma stasera dobbiamo vincere. Forza fino in fondo. Ma se si perde, auspico che la società si ricordi di esistere e prenda provvedimenti prima che sia troppo tardi.

    • 4 Aprile 2019 in 00:28
      Permalink

      su TvPr criticarono più volte Andreazzoli che fa giocar bene ma non porta a casa punti. ora forse (dopo le gare con Juventus e Napoli) dovranno ricredersi.

      il Parma ha ingaggio giocatori e mister superiori all’Empoli che NON giustificano i SOLI 5 punti in più dell’Empoli che ha cambiato mister e sprofondata nei bassifondi della classifica… NOI siamo sempre stati tranquilli.. ora invece diventa più complicata.

      NON sono così certo che D’Av sappia replicare nella prossima stagione un girone d’andata come quest’anno, pertanto corriamo ai ripari in tempo.
      ossia
      ADESSO.

  • 3 Aprile 2019 in 21:51
    Permalink

    Sì va in B
    Ve l’avevo detto
    Via urgentemente D’Aversa.
    Prendiamo 3 gol a partita visto Morosky?
    L’avevo detto che si perdeva e
    l’Empoli vinceva.
    A fine,aprile saremo superati
    Unica speranza l’esonero di D’Aversa.
    Visto Morosky?
    Avevo ragione io.
    Se il Parma si salva MI faccio FRATE.

    • 3 Aprile 2019 in 23:11
      Permalink

      VELENOSO,
      SE IL PARMA SI SALVA NON PERMETTERTI PIÙ DI SCRIVERE I TUOI ROMANZI MALEFICI….
      IETTATORE… MAMMA MIA..
      PORTI SFORTUNA…
      PERCHÉ NON SO CHI SEI…. C’È DA STARTI LONTANO….

  • 3 Aprile 2019 in 21:53
    Permalink

    Finita per me. Non siamo capaci di fare punti neanche con il Frosinone.

  • 3 Aprile 2019 in 21:57
    Permalink

    Chissà quali caselle ci proporranno. Per inciso, se tirano fuori le assenze, Gaggiano ha dichiarato a dazn che la rosa è ampia e competitiva e stasera è il momento di dimostrarlo.

    • 4 Aprile 2019 in 00:20
      Permalink

      assenze a parte, dal mercato di Gennaio NON sono arrivati innesti utili alla causa.
      chiunque fa fatica ad inserirsi in una squadra SENZA GIOCO, che detta da TUTTI i commentatori di SKY/DAZN si affida SOLO alle individualità.

      ora SPERIAMO solo NELLE INDIVIDUALITA’ di Schiappacasse, Ceravolo, Siligardi… se sono all’altezza.

  • 3 Aprile 2019 in 22:01
    Permalink

    Paragonare il gioco dell’Empoli a quello del Parma é paragonare la Belen a Vladimir Luxuria….

  • 3 Aprile 2019 in 22:10
    Permalink

    Risultato bugiardo secondo d’aver anche stasera. Per me lui è il più grande allenatore del mondo. Almeno c’è un altro bugiardo in giro. Per non lasciare solo il risultato. Forza mettiamoci i coglioni in questa partita. Non si può essere così remissivi

  • 3 Aprile 2019 in 22:26
    Permalink

    Ah mancheva anca Mario, ah n’era miga abasta ed Benni…

  • 3 Aprile 2019 in 22:59
    Permalink

    Va beh. Meglio di niente. 8 partite e 6 punti su Empoli. Speriamo bastino. Le altre vincono contro quelle che ci danno 4 gol in un tempo. Coincidenze…

    • 3 Aprile 2019 in 23:08
      Permalink

      Ti sbagli i 6 punti sul Bologna che ha una partita in meno, se domani vince arriva a meno 3

  • 3 Aprile 2019 in 23:03
    Permalink

    Ora aspettiamo ancora le lodi di Gianni Barone al gioco di D’Aversa. Abbiamo subito 3 gol pure dal Frosinone. Vi rendete conto?

  • 3 Aprile 2019 in 23:04
    Permalink

    Se Faggiano ha un po’ di dignità dovrebbe dimettersi stasera. Io me ne vado

    • 4 Aprile 2019 in 00:17
      Permalink

      assenze a parte,
      dal mercato di Gennaio NON sono arrivati innesti utili alla causa.

      poi,
      con una squadra SENZA GIOCO detta da TUTTI i commentatori di SKY/DAZN, penso dia DIFFICILE per chiunque INSERIRSI nei meccanismi, nei movimenti e negli schemi CHE, diciamocelo.. NON CI SONO!

      ora SPERIAMO solo NELLE INDIVIDUALITA’.

      http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif

  • 3 Aprile 2019 in 23:05
    Permalink

    Come non detto…

  • 3 Aprile 2019 in 23:07
    Permalink

    Fantastico….. grazie al non gioco del nostro geniale mister abbiamo mantenuto la media di 3 gol subiti a partita.
    DAVERSA ESONERSTO SUBITOOOO!!!! non se ne può più di questo schifo. Dentro Guidolin da domani

  • 3 Aprile 2019 in 23:07
    Permalink

    Vaffanculo gobbi. Ma chi cazzo la portato.

    • 4 Aprile 2019 in 00:14
      Permalink

      Gobbi era comodamente seduto in panchina che si godeva la partita..

      il quesito corretto sarebbe: chi l’ha fatto entrare?

  • 3 Aprile 2019 in 23:08
    Permalink

    Dove pensava che andasse di schiena alla porta

  • 3 Aprile 2019 in 23:09
    Permalink

    Quando ho visto Gobbi entrare in campo ho capito che sarebbe arrivata la catastrofe. Ora cominciamo a cagarci sotto. Speriamo San Gervinho ci metta una Pezza e ci faccia vincere una partita con il culo

  • 3 Aprile 2019 in 23:10
    Permalink

    Se i così detti magnifici 7 vogliono provare a mantenere la categoria penso e non lo avevo mai detto si debba cacciare mister e Faggiano così come si fece dopo il Padova. Come sempre a gennaio avevo ragione e come sempre i professoroni a dire tutto ok siamo salvi mercato di prospettiva in linea con gli obiettivi. Andate tutti a……

  • 3 Aprile 2019 in 23:11
    Permalink

    E’ FINITA. SIAMO IN SERIE B.
    E CI SIAMO VOLUTI ANDARE NOI, VOLONTARIAMENTE.
    PERCHE’ UN RIGORE COSI’ UNO PUO’ ANDARLO A FARE SOLO SE LO VUOLE, VERO SIGNOR GOBBI? IL TUO COGNOME DICE TUTTO.

    DOVETE VERGOGNARVI.

    E il secondo tempo non era nemmeno stato malaccio…
    meritiamo la serie B dove inevitabilmente finiremo, visti anche gli altri risultati.
    Tempo 3 o 4 giornate e saremo tristemente terz’ultimi e daremo la colpa alla sfortuna, ai pianeti disallineati, e a chissà cosa.

    NON VI SOPPORTO PIU’, NON VI SOPPORTO PIU’, NPON VI SOPPORTO PIU’

    D’AVERSA VATTENE FAGGIANO VATTENE
    PRENDIAMO AZZALI DI TV PARMA MA BASTA BASTA BASTA.
    E Gobbi lo mandiamo a giocare in terza categoria. Dove merita di stare.

    Sono leggerissimamente incazzato, oltre che deluso.
    Potevamo godercela almeno un altro anno, almeno uno.
    Prendiamocela solo con noi stessi. Balordi.
    Che meritatamente volano giù, con relativa figura da cioccolatini.

    • 4 Aprile 2019 in 00:48
      Permalink

      Meriteremmo la B a sto punto ma non è detto che ci andiamo… Speriamo che qualcuna faccia peggio di noi… Nella squadra non ci credo più neanche io… Colpa solo e soltanto del cosiddetto capitano della nave che nn sa mai prendersi le sue colpe

  • 3 Aprile 2019 in 23:12
    Permalink

    I soliti tre gol presi in una partita.
    Il solito gol preso a tempo scaduto
    La serie B non è sicura ma
    SICURISSIMA. 😈 😈
    Se sabato non si vince via subito
    DAVERSA se si vuole avere ancora
    una probabilità su mille di salvarsi.
    Abbiamo perso contro una squadra che
    in casa in Europa ha segnato meno gol
    Noi addirittura gliene abbiamo fatti fare,3 😈 😈 😈
    Visto Morosky che avevo visto giusto?

    D’Aversa dimettiti e portato vianche il preparatore atletico.

  • 3 Aprile 2019 in 23:14
    Permalink

    Il Frosinone è veramente scarso ma ha tirato fuori gli attributi…. noi no…. tutti morti …. Non ci sono schemi neanche per il contropiede… i giocatori con la palla non sanno cosa fare e non sanno come muoversi… serve una scossa subito altrimenti da qui alla fine di punti ne faremo uno solo…. via DAversa subito

  • 3 Aprile 2019 in 23:14
    Permalink

    Siamo stati sfortunati. Nulla più. Anzi i tifosi pensino a dove eravamo 3 anni fa e tifiamo sempre. Vale a dire. Se non hai i soldi per andare ai Caraibi a farti sodomizzare, fai l’abbonamento al parma calcio. Lo prendi comunque nel c… società che ha festeggiato la salvezza sei giornate fa e sicuramente non farà nulla, giocatori bolliti più del manzo e le galline a Natale e allenatore che ci ha portato in A con merito e gioco e dunque deve rimanere. Unica soluzione il ritiro. Si dal campionato però.

  • 3 Aprile 2019 in 23:16
    Permalink

    Togliamo il mister… Per lui esiste solo un modulo. Altra partita inguardabile. 2 gol del Frosinone marcati da nessuno il 3 gol fallo di rigore da un vecchio che mi sto chiedendo… Dove guardava???? Comunque 21 tiri Frosinone contro 12. Qualcuno deve aprire gli occhi altro che dove eravamo…. Dove torniamo. Alle prossime 3 pere… Sabato alle 15

  • 3 Aprile 2019 in 23:17
    Permalink

    La colpa è dell’ambiente di merda che gira attorno a questa squadra: va tutto bene, D’Aversa è un grande!, non toccate quel genio di Faggiano che tutti ci invidiano, pensate a dove eravamo tre anni fa! . Bene, ora la corsa è finita ed i nodi vengono al pettine.

  • 3 Aprile 2019 in 23:18
    Permalink

    Eh sì, comincia ad essere preoccupante, questa sera non ne è andata bene una.
    Grazie a Mario, Davide, Domenico, Luca & C: è bello condividere con voi che “lo avevate detto da subito”, Perde il Parma, vincono i cornacchioni che soffiano col loro alito pesante. Prendete un mentino

  • 3 Aprile 2019 in 23:18
    Permalink

    Staccategli la spina!!!!

  • 3 Aprile 2019 in 23:20
    Permalink

    Spero di svegliarmi domani mattina con un esonero. Ma dubito fortemente. La B la vogliamo a tutti i costi.

  • 3 Aprile 2019 in 23:21
    Permalink

    La colpa è anche della società che a gennaio ha preso 2 bidoni come come Schiappacasse e Machin per non spendere.
    Adesso è vero prendono retrocedendo 5 milioni ma ne perdono 50 se rimanevano in A.
    Il.Bologna cambio ‘ l’allenatore e si salverà
    Lo ha fatto l’Empoli e si salverà
    e noi?
    E pensare che durante Parma Spal avevamo 17 punti sulla.quart’ ulltima, ora ne abbiamo 5….
    😈 😈 😈 😈
    Pizzarotti sei solo un presidente di facciata?
    Se non lo sei prendi decisioni drastiche se col Torino non dovessimo vincere.
    L’Empoli con.il nuovo allenatore ha rischiato di mettere sotto
    la Juventus è ha piegato.meritatamente il Napoli SECONDA IN CAMPIONATO.
    Noi abbiamo preso 3 pere dalla penultima 😈 😈 😈 😈

    S
    E
    R
    R
    I
    E

    B sicura.

  • 3 Aprile 2019 in 23:23
    Permalink

    L’allenatore ha le sue colpe come tutti nessuno escluso, ma stasera non c’era propria nulla disponibile, troppe assenze, Siligardi sembrava Messi ed è tutto dire. Anche la Belva ha fatto una buona figura.
    Meritavamo quanto meno il pareggio, la prestazione c’è stata, il gioco poi è sempre il solito ma ormai anche cambiando allenatore non c’è più tempo per modifiche radicali dell’assetto tattico, può venire anche Mourinho che di partite non ne vince con Schiappacasse di punta.
    Quelle dietro hanno fatto un cambio di marcia clamoroso alzando la quota salvezza (domani speriamo che l’Atalanta batta il Bologna per lo meno), di questo passo occorre arrivare a 40 punti ossia cercare almeno due vittore.
    Ora basta, testa bassa lavorare e pensare a vincere partita per partite tutte quelle che restano da qui alla fine senza guardare chi è l’avversario, sperando di recuperare al più presto Alves, Gervi ed Inglese. La ruota della fortuna deve tornare a girare un po a nostro favore perché il rigore di stasera non mi va giù, molto molto molto dubbio, da non dare in una gara come questa a tempo quasi scaduto.
    Poi sono d’accordo anche io che a fine campionato occorrerà fare serie riflessioni su allenatore e direttore sportivo.

    • 3 Aprile 2019 in 23:34
      Permalink

      Vero LG, vero.
      Ma se prendi 3 gol anche a Frosinone che non aveva mai vinto in casa è il segnale che meriti di retrocedere, e così sarà.
      E non lo sopporto. Non lo accetto, perchè c’erano i segnali che andava tutto a rotoli, ci sono da almeno due mesi.
      Ma tutti a dire “4 anni fa eravamo ad Arzignano” e via con quella fola lì… era da tanto tempo che non mi incazzavo così.

      E’ solo una partita… ma se uno tifa Parma questo è davvero inaccettabile.

  • 3 Aprile 2019 in 23:26
    Permalink

    O cambiano allenatore o si va dritti in b

  • 3 Aprile 2019 in 23:27
    Permalink

    Spezzo solo una lancia in favore della Belva… ci ha privato dal primo all’ultimo minuto che è stato in campo…. uno dei pochi che pur giocando senza schemi aveva motivazioni e voglia di combattere… bene anche Sprocati… Schiappacasse sembra sempre più un nomen omen

    • 4 Aprile 2019 in 03:01
      Permalink

      Schiappacasse non e’ una prima punta. A farlo giocare come Inglese lo si espone a brutte figure. Un giocatore con le caratteristiche di Inglese non lo abbiamo in rosa e quando manca lui bisognerebbe giocare in maniera diversa. Cosa possibile, visto che nel secondo tempo lo si è fatto. Giocando largo Ceravolo ha fatto un’ottima partita. Peccato aver aspettato 50 minuti prima di pensarci

  • 3 Aprile 2019 in 23:28
    Permalink

    Mai visto tanto autolesionismo. Si stava conquistando un punto utilissimo, la partita era ormai finita e riusciamo a perderla causando un rigore evitabilissimo.
    Il primo tempo è stato giocato proprio male, è vero che mancavano tre giocatori fondamentali, ma siamo stati sovrastati.
    Nel secondo tempo abbiamo fatto meglio, Ceravolo giocando da attaccante laterale qual è ha fatto vedere che la Serie A la vale tutta. Il Frosinone non riusciva ad essere pericoloso, sembrava fatta. Poi Gobbi ha commesso un fallo incomprensibile per un giocatore della sua esperienza. Ora niente drammi o polemiche, pensiamo al Torino.

    • 4 Aprile 2019 in 00:56
      Permalink

      Quindi chiediamoci perché Ceravolo non ha mai giocato pur meritando la A… Giocavano sempre i soliti e… Si sono rotti…

      • 4 Aprile 2019 in 03:11
        Permalink

        D’Aversa lo ha sempre utilizzato come punta centrale, facendolo giocare come Inglese, anziché nel suo ruolo vero di attaccante laterale. Per forza che il rendimento ne ha risentito. Se lo si fa giocare nella sua posizione naturale riesce a dimostrare quanto vale, ossia di essere uno che in Seria A può giocare a pieno titolo.

  • 3 Aprile 2019 in 23:30
    Permalink

    Là pidocchieria di gennaio rischia di costare davvero molto cara. E comunque non c’è in tutta la serie A una sola squadra col nostro numero di infortuni. Faggiano tra le altre cazzate che fa ha la costante di prendere gente rotta.

    • 4 Aprile 2019 in 00:57
      Permalink

      O abbiamo sempre preparatori non alla altezza

  • 3 Aprile 2019 in 23:31
    Permalink

    Ma scusa Schiappa è stato la bomba di mercato di gennaio quando eravamo già salvi!

  • 3 Aprile 2019 in 23:35
    Permalink

    Sono lievemente in disaccordo …8 partite o 7 se perdessimo pure col Toro sono sufficienti non per trovare gioco o schemi nuovi ma una SCOSSA a tutto l’ambiente perché partita dopo partita questa squadra sta annegando e ancora non hanno capito cosa rischiano. Gli altri corrono il doppio e noi in tutte le riprese perdiamo le partite…di chi è la colpa? Di noi tifosi forse ? Io personalmente sono rassegnato …mai visto un Non gioco così da nessuna squadra al mondo credo…

    • 3 Aprile 2019 in 23:39
      Permalink

      Concordo con te in pieno Marco B.
      Qui si finge di non capire.

  • 3 Aprile 2019 in 23:45
    Permalink

    Via D’ Aversa e alla frutta non ha più il controllo sulla squadra!!!

  • 3 Aprile 2019 in 23:53
    Permalink

    Domani bisogna cambiare mister e ingaggiare Guidolin… ci sono rimaste 8 partite per fare 5 o 6 punti che DAversa non riuscirà più a fare perché non è riuscito in 100 partite a dare uno schema al Parma. A Guidolin servirà di certo un po di tempo per lavorare con la squadra conoscere i giocatori e dare un gioco e qualche schema. Ma occorre agire subito

    • 4 Aprile 2019 in 00:58
      Permalink

      Anni che aspettiamo Guidolin ma non lo ingaggiano mica…

  • 3 Aprile 2019 in 23:53
    Permalink

    Misterrrrrv, questo Parma non può ambire a qualcosa di più ? (x15) (Frase del celebre giornalista parmigiano)
    Il 33 è un numero importante dal punto di vista Cristologico.

  • 3 Aprile 2019 in 23:55
    Permalink

    Allora se D’Aversa non vincerà
    col Torino bisogna cambiarlo.
    Se non lo si fa si va in B
    Se col Torino si perde o si pareggia
    NUOVO ALLENATORE
    E RITIRO.
    È una squadra SENZA PALLE.
    MANGIAPANE A TRADIMENTO 😈 😈 😈 😈
    Vecchie mummie come Gobbi
    Giovani montati come Bastoni ⚡ ⚡
    Una squadra penosa
    V. E. R. G. O. G. N. A

  • 3 Aprile 2019 in 23:58
    Permalink

    Classifica girone ritorno: Parma terz’ultimo con 8 punti, retrocesso. Qualche riflessione andrà fatta, se ci salviamo, per anno prossimo. Il culo e il duo Gervinho Inglese ci hanno tenuti a galla. I tre fattori determinanti non ci sono più e questo è il risultato. Fuori la grana ora.

    • 4 Aprile 2019 in 01:03
      Permalink

      Infatti nn si può dipendere da 2 giocatori…… Quando non sono in palla o sono rotti perdiamo… (ormai sono mesi che la squadra non combina molto di buono…) E i procuratori che erano pronti a cercargli nuove squadre perché il Parma non basta per campioni così.. Ok tutto ma un po’ di rispetto per tifosi e squadra… Magari avremmo evitato anche che qualcuno si montasse la testa. Ohi adesso sono rotti ma è capitato ultimamente che non fossero decisivi…. Sono calati molto a partire dalla seconda parte del campionato

  • 4 Aprile 2019 in 00:12
    Permalink

    ANDREAZZOLI sa far giocare bene le sue squadre.
    tatticamente col suo umilissimo Empoli ha messo sotto scacco il Napoli..
    Napoli che a noi ha rifilato non ricordo più quanti gol…

    SENZA GIOCO è molto difficile sopperire alle assenze.

    OKKIO perchè il Toro è in forma.

    SVEGLIAAA!

  • 4 Aprile 2019 in 00:12
    Permalink

    Il cambio del direttore di orchesta ora è necessario! Non sono mai stato un grande sostenitore di D Aversa ma i risultati li ha avuoi. Ora però ritengo che sia giusto un cambio per non finire la stagione in maniera tragica. La situazione ora è fuori controllo. Società batti un colpo.

  • 4 Aprile 2019 in 00:25
    Permalink

    Sarà un caso ma finché è rimasto
    il cinese, si vinceva si lottava.
    si tiravano fuori le 🍒 palle.
    Con il cinese era una squadra stellare
    Rivelazione del campionato
    Tutti motivati, freccie n campo
    Quasi in Europa Leagle

    Da quando c’è Pizzarotti
    Squadra da vomito ⚡ ⚡ ⚡
    Delusione del campionato.
    Tutti demotivati zombie in campo
    Quasi certi della B 😈 😈

    Voto della squadra con il.cinese 8
    Voto squadra con Pizzarotti 2

    E sabato
    O la va o la spacca.
    Se si vince ” la va”
    Se si perde. la va……..in B.

  • 4 Aprile 2019 in 00:31
    Permalink

    Società fantasma 😈 😈 😈 😈 😈 😈
    Ritiro punitivo non contemplato dalla società
    Preparazione atletica imbarazzante
    Allenatore amatoriale ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡
    Giocatori non di categoria
    Gioco…chimera irraggiungibile
    CHE VERGOGNA.

    D’AVERSA DIMETTITI

    • 4 Aprile 2019 in 20:24
      Permalink

      VELENOSO,
      Scantot!!!!
      Non sei normale….

  • 4 Aprile 2019 in 00:31
    Permalink

    Siamo diventati la barzelletta d’Italia.

  • 4 Aprile 2019 in 00:38
    Permalink

    statisticamente c’e sempre una squadra sorpresa nel girone di andata che poi retrode bene quest anno siamo noi , ma d aversa e la societa’ sono tranquilli d altrode mente bologna e empoli ci rubavano gli obiettivi di mercato in gennaio noi abbiamo preso schiappacasse !!! per cui non lamentiamoci poi ……….i terzin non li hanno presi e quindi …..mentre le altre volano tutte vincono contro le grndi noi perdiamo a frosinone se una squadra o un giocatore e in difficolta ci pensiamo noi a rivitalizzarlo che schifo se ne vadano pure a firenze faggiano e d aversa ahahahah ma cossa vogliono andare ce li dovremo renere ancora noi

  • 4 Aprile 2019 in 08:25
    Permalink

    il presidente festeggiava la salvezza dopo la vittoria con il Genoa (ci sono le foto) e ha detto che il mister deve restare per 10 anni.
    Di che cosa parliamo? Siamo noi che non capiamo un c…o di calcio.

    • 4 Aprile 2019 in 20:22
      Permalink

      Forza parma!!!

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI