PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / Indigestione di casoncelli & polenta taragna, con morbida “roseda” di gol (1-3)

Oh come gioca bene il Parma, oh come gioca bene il Parma,

oh come gioca bene il Parma, oh come gioca bene il Parma

e, chi si contenta godeeeeee….!!!

dinoEdizione Straordinaria: a seguito della contemporanea assenza di Biabiany e Inglese è finalmente arrivato il momento del fortunato esordio per “Dino”, il “ragazzo” di San Lazzaro cresciuto nella Virtus e passato subito nel  vivaio dei Crociati dove ha svolto tutta la trafila nelle formazioni giovanili per poi arrivare in prima squadra.
Scusa Majo, scusa Majo, incredibile al Tardini, primo gol in Serie A per “Dino”: direttamente dal rinvio lunghissimo di Sepe, pallone che sfiora la mongolfiera, arriva in area avversaria e il nostro “long man” colpisce di testa (in rovesciata) insaccando, imparabilmente, all’incrocio dei pali alla destra del portiere Gollini (certo che, con un cognome così, metterlo proprio in porta si doveva?).

E, anche per oggi, la pagina del burlesque è terminata!

Tumorosky gemello 2tto molto semplice da analizzare, ingredienti: prendi 1 portiere qualsiasi, 7 che corrono e giocano bene insieme, “su e szò”, a tutto campo, poi aggiungi, un super panzer “scarrozzato” davanti (tipo big locomotiva velocissima), uno tecnico, tutto genio e fantasia sinistrorsa (che ha giocato solo nel secondo tempo) ed infine un piccolo, mini fuoriclasse che addomestica pallone ed avversari: loro sono Zapata, Ilicic ed il Papu Gomez guidati in panchina da uno coi capelli bianchi (Giampiero “Gasp” Gasperini) che, di giocatori, ne ha lanciati parecchi (dalle giovanili in prima squadra), tutto questo a tiratura industriale, ogni anno due o tre e, scusatemi se è poco!
La mia analisi della partita è questa, silenziosa e concisa, mapure molto ammirata dal tipo di calcio che gioca la Dea Gasp Band (e qui, l’erba del vicino, non c’entra proprio nulla, chilor i szughon ben e an ghè gnenta da boffer , costoro giocano bene e non c’è nulla da dire!). Però il nostro Mister ha detto che è un risultato bugiardo, io invece dico che Ceravolo (così come “soquanti” altri) non è un giocatore da Serie A ed i fatti lo hanno già dimostrato.

* I risultati del 10° turno, 29^ Giornata di Ritorno (meno 9) *

0-3 Chievo-Cagliari (Venerdì 29/03 ore 20.30)
2-0 Udinese-Genoa (Sabato 30/03 ore 15.00)
1-0 Juventus-Empoli (ore 18.00)
1-0 Sampdoria-Milan (ore 20.30)
1-3 ParmaAtalanta (Domenica 31/03 ore 12.30)
1-1 Fiorentina-Torino (ore 15.00)
0-1 Frosinone-Spal
1-4 Roma-Napoli
2-1 Bologna-Sassuolo (ore 18.00)
0-1 Inter-Lazio (ore 20.30)

* Gara da recuperare: Lazio-Udinese *

Oh come gioca bene il Parma, oh come gioca bene il Parma,

oh come gioca bene il Parma, oh come gioca bene il Parma

e, chi si contenta godeeeeee….!!!

percorso pericolanti dopo atalanta

* Borsino e “corsa per la salvezza”  *

borsino dopo parma atalanta

Alla fine del girone d’andata ecco il tabellino del Parma:

19 gare
25 punti (media 1,31 / gara)
7 vittorie
4 pareggi
8 sconfitte
17 gol siglati
23 gol subiti
media gol siglati 0,89/gara
media gol subiti 1,21/gara

Nelle prime 10 giornate di ritorno abbiamo conseguito il seguente score:

8 punti (media 0,88 / gara)
2 vittorie
2 pareggi
6 sconfitte
14 gol siglati
24 gol subiti
media gol siglati 1,4 / gara
media gol subiti 2,4 / gara

La semplice lettura dei numeri: in metà partite abbiamo subito gli stessi gol anche se abbiamo segnato qualcosa in più, ergo, molto semplice: blindare la difesa e continuare a segnare!

Punti salvezza ?

0 ATALANTA
1  >>> Frosinone
1  TORINO
1  >>>Sassuolo
?? MILAN
3  >>>Chievo
1  SAMPDORIA
1  >>>Bologna
1  FIORENTINA
0  >>>Roma

I Marcatori* (31 gol)

10 gol Gervinho
08 gol – Inglese
03 gol – Bruno Alves
02 gol – Barillà, Rigoni, Kucka
01 gol – Dimarco, Siligardi, Ceravolo, Sprocati

Situazione cartellini gialli *

4 Barillà, Biabiany, Rigoni, Iacoponi,  (4 in diffida)
3 Stulac, Inglese
2 Gobbi, Siligardi, Bastoni, Kucka, Bruno Alves
1 Dimarco, Sepe, Gervinho, Scozzarella

E mercordì as va a Frosinone…

Cordialmente,

Mauro “Morosky” Moroni

Stadio Tardini

Stadio Tardini

48 pensieri riguardo “PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / Indigestione di casoncelli & polenta taragna, con morbida “roseda” di gol (1-3)

  • 1 Aprile 2019 in 14:11
    Permalink

    Il nostro obiettivo deve essere festeggiare la salvezza MATEMATICA in casa contro la Sampdoria. Mercoledì viste le assenze dobbiamo accontentarci di un punto, ma dobbiamo prendercelo a tutti i costi. Possiamo pareggiare anche in casa con il Torino. Poi, considerato che l’Empoli farà circa 10 punti ci basterebbe una vittoria nelle quattro successive. Non voglio assolutamente dovermi andare a giocare qualcosa a Bologna alla terzultima.

    • 1 Aprile 2019 in 14:41
      Permalink

      Per fare questo basterebbe appunto seguire quel filotto magro e stringato ( ma utilitaristico ) che ho disegnato io …

      se non si passa a Frosinone bisognerà necessariamente PASSARE A CHIEVO….
      poi, punto qui punto la….si rappezza la baracca ..giusto ??

      • 1 Aprile 2019 in 21:59
        Permalink

        io sto con te….siamo calati vistosamente ma……il tesoretto dei 33 punti ha un valore pazzesco attualmente, e aggiungo se si passa a Frosinone e il napoli batte l empoli a 36 punti è praticamente fatta e 2 punti di qua e di là li raccattiamo sicuro
        tutti dimenticano che siamo in linea con le aspettative del campionato ad inizio stagione

  • 1 Aprile 2019 in 14:35
    Permalink

    Frosinone è un match ball, se si vince siamo salvi (anche xké visto il calendario nessuna delle ultime dovrebbe fare punti), se si pareggia si muove la classifica e si rimanda ad altra gara x i tre punti (con però sempre meno partite a disposizione), se si perde c’è un rischio contraccolpo psicologico che sarebbe meglio evitare.
    A mio avviso non è impossibile la presenza di Gervinho, non ha subito un vero e proprio infortunio, si è solo fermato precauzionalmente.
    La partita è alla nostra portata e loro devono necessariamente rischiare xké un pareggio equivarrebbe ad una sconfitta.
    Sempre e solo forza Parma

  • 1 Aprile 2019 in 14:44
    Permalink

    L’Atalanta gioca bene, ha troppa più qualità del Parma. Ed a questo unisce grande fisicità.
    Noi, come al solito, non riusciamo ad avere possesso palla e subiamo sempre perché, a parte la prima mezz’ora, non siamo stati aggressivi.
    Il catenaccio ha prodotto risultati quando è stato fatto bene, adesso evidentemente non abbiamo la condizione fisica per riuscire a farlo bene. Così gli avversari arrivano negli ultimi 30 metri senza sforzi particolari ed hanno buon gioco a tenere due giocatori veloci per vanificare le poche opportunità che scaturiscono, il più delle volte per caso, di lanciare Gervinho.
    Non abbiamo un piano B. ( non fate battute )
    Sarebbe il caso di dare spazio a giocatori freschi a centrocampo

  • 1 Aprile 2019 in 14:54
    Permalink

    Ma l’Empoli, per fare 10 punti, dovrà pedalare forte..

    ZERO NAPOLI
    ????? >> Udinese
    ZERO >> Atalanta
    SPAL
    ????? Bologna
    FIORENTINA
    ????? sampdoria
    TORINO
    ZERO Inter

    se fanno 10 punti noi dovremo farne 3
    ogni gara dovremo fare la corsa sulla loro marcia
    il Bologna, per ora, si è tirato fuori ed il ns riferimento sono i toscani …ma, pure l UDINESE ha un calendario difficilissimo

    • 1 Aprile 2019 in 15:49
      Permalink

      Io ho fatto un calcolo super ottimistico per loro analizzando i loro impegni da qui alla fine e a dir la verità erano usciti 9 punti, poi per prevenire cornacchioni vari ho arrotondato a 10. Ammettiamo pure che ne facciano 12 visto che nelle ultime giornate succedono sempre cose strane (e non comandato molto che pareggiassero a Torino)…a noi ne basterebbero 4 da fare il prima possibile. Festeggiare la matematica salvezza a con tre giornate di anticipo sarebbe un successo incredibile da aggiungere al come noi nessuno mai, perché se nessuno può dire di aver fatto la scalata dalla D alla A, quasi nessuno può dire di essersi salvato dopo una scalata dalla C alla A , penso a Carpi, Benevento, Crotone, il primo Frosinone etc…anzi adesso su due piedi non mi viene in mente problema nessuno. È incredibile che qualcuno faccia fatica a comprendere l’oggettività di questo dato. Se questa squadra si salvasse all’ultimo minuto dell’ultima giornata, in una città normale meriterebbe una parata a pullman scoperto con migliaia di tifosi in delirio.

      • 1 Aprile 2019 in 15:51
        Permalink

        Qualche parola è finita dentro un po’ a caso a causa della scrittura intuitiva del cellulare, ma credo che il messaggio si capisca.

  • 1 Aprile 2019 in 14:55
    Permalink

    Amori e inganni.
    ISPIRATO a una squadra di calcio, che nella prima parte del campionato ha stupito, ma che nella seconda è con il Chievo e il Frosinone la peggiore del Campionato, e ha deluso i suoi tifosi.
    Questo articolo potrà riuscire e a portare luce e scoprire i “petegulezz” che circolano nella squadra e nell’ambiente Parma….?
    Atleti o quaquaraqua’?
    L’arrivo di un nuovo comandante al timone Parma di un’uomo molto ben inserito nella Parma bene, ma a digiuno di spifferi e di pissipissi del pianeta calcio.
    Già, perchè il traguardo è li “a du pas”, ma sembra lontano, alla stregua dei fatti pare irragiungibile.
    Complice i tantissimi infortuni che hanno caratterizzato le stagioni di D’Aversa con la squadra.
    Di chi la colpa? dello staff tecnico, dei medici, della scarsissima preparazione, o delle castronerie dell’allenatore?
    La scelta giusta sarebbe la cacciata dell’allenatore, ma sono convinto che occorre salvare il salvabile, cioè la serie A, cioè fare muro, costi quello che costi, anche a mettere Lucarelli in panca accanto all’allenatore, ma il tutto non sarà facile, soprattutto se come penso torniamo a casa mercoledì da Frosinone a mani vuote.
    Avete capito bene amici e nemici, a mani vuote, siamo senza attaccanti, la difesa che prende sberle continue, non c’è più la testa giusta, per poter andare avanti.
    LO SPOGLIATOIO in rivolta?
    Certo le colpe sono di tutti, con una squadra cme l’Atalanta ci può stare di perdere, ma il possesso palla è di 70% a 30%, per loro, COME SEMPRE IN QUESTO CAMPIONATO, ma dov’è il gioco?
    Perchè si rinnova il contratto a D’Aversa, e intanto quelle dietro a noi corrono, capperi se corrono, o no?
    Magari ci vorrebbe un integratore che fornisce ai nostri eroi e al loro cervello i nutrienti necessari a mantenere vigile la memoria: se si retrocede in tanti pagheranno le conseguenze, ma il nostro amore per il Parma Calcio non finirà mai.
    E adesso dico a tutti dirigenti e squadra:
    GIU’ LA MASCHERA, perchè tuti mentono dai giornalisti molto soft con i signorini, ai conduttori di trasmissioni in maschera.
    A movimentare ancora di più le acque, sarà l’entrata in scena del processo con il “cinese”
    Chi ha paura di dire la verità? CHI HA PAURA DI BUTTARE I PUGNI SUL TAVOLO? Presidente si svegli è l’ora.
    Le offro un caffè per un confronto a quattrocchi.

    • 1 Aprile 2019 in 16:55
      Permalink

      Grande GIORGIO…. concordo in toto anche se, per ora, il PROBLEMA è ristretto tra spogliatoio e campo: nel momento in cui finisce la campagna acquisti e si va in ritiro …chi c é c è ..
      Gli allenatori non contesteranno mai DS e società quindi , dopo, si devono bere tutte le grane …infortuni imprevedibili, giocatori non idoneità e quanto altro …ancora una volta, e lo sottineo con piacere, AVEVA RAGIONE DAVIDE ( mi riferisco ai dati emersi dal campo )
      segue

    • 1 Aprile 2019 in 17:33
      Permalink

      Condivido Giorgio Massari 😇 😇 😇
      Il Bologna ne prese quattro in casa
      dal Frosinone, cambio’ l’allenatore
      con la loro mentalità perdente
      MOTIVANDOLI e i Felsinei
      praticamente già in B
      andarono a vincere in casa dell’Inter.
      SALVANDOSI perché il Bologna col
      nuovo allenatore ha sfoderato le palle
      che con Inzaghi non aveva e la sua
      salvezza e sicura al 100%
      Se perdiamo a Frosinone e col Torino
      U 😈
      R 😈
      G 😈
      E 😈
      URGENTISSOMO
      cambio allenatore dando per scontato
      che il prossimo anno il preparatore
      atletico e il suo staff non vengano confermati.
      Sarebbe da pazzoidi riconfermarli
      Con Carminati al tempo di Tanzi non c’era
      MAI UN INFORTUNIO.
      Con loro sembra di essere nella guerra 15-18
      in un ospedale da campo. 😈 😈 😈 😈
      Anche un profano
      capisce che la
      preparazione atletica
      è a livello amatoriale
      Chi dice che siamo salvi
      NON CAPISCE UN CAZZO.
      Sul Bologna a 15 minuti dalla fine
      vincevamo con la Spal 2-0 e a 15
      minuti dalla fine avevamo 17 punti di
      vantaggio sul Bologna è ora
      ne abbiamo SOLO 6.
      Il Bologna un’altra squadra che ci supererà.
      Q 🕒
      U 🕒
      I. 🕒
      N 🕒
      D 🕒
      I 🕒
      una buona volta ascoltatemi
      MAGNIFICI 7.
      ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡
      SE dovessimo perdere sia con
      il Frosinone e si in 🏡 casa
      con il Torino
      NON FACCIAMO IL SUPER ERRORE
      di non esonerare D’Aversa.
      Sarebbe la fine e serie B
      SICURA.
      …E 😈
      …..S 😈
      ……..O 😈
      ………..N 😈
      …………..E 😈
      ……………..R 😈
      ………………..I 😈
      ………………….A 😈
      ……………………M 😈
      ………………………O 😈
      …………………………L
      …………………………..O
      perché perdendo sia a Frosinone dove hanno vinto tutti con goleade e sia in casa col Torino significherebbe che la squadra
      non lo segue più. 😈 😈 😈 😈 😈 😈 😈
      Notate, da un po’ di tempo D’Aversa durante la
      partita se ne sta seduto in.panchina e non sta fuori
      mentre i Mister avversari sono sempre fuori.
      Piccoli segnali inconsci di vergogna
      verso di noi causa il suo gioco orribile
      e stando nascosto in panchina è come
      ammettere che non sa più cosa fare,
      che non sa c più che ♓ pesci pigliare
      Nel girone di andata si diceva
      Il gioco non c’e ma ci sono i punti.
      Ora non c’è gioco è nemmeno punti
      per cui….😈 😈 😈 😈 😈 😈 😈 😈 😈 😈 😈 😈 😈 😈 😈

  • 1 Aprile 2019 in 15:37
    Permalink

    Ma ci rendiamo conto che bastava non piocionare e prendere una punta qualsiasi (Ceravolo è una barzelletta, lo era già in B), oltre ad un Hetemaj del menga per essere già tranquilli?Se è da settembre che Gervinho e Inglese si fanno male di contionuo COME SI E’ POTUTO PENSARE CHE NON SALTASSERO MAI PARTITE DA GENNAIO A MAGGIO??????????L’alternativa adesso sono 5 milioni contro 50.

  • 1 Aprile 2019 in 16:25
    Permalink

    Per gli amanti delle statistiche:
    – La classifica dei soli primi tempi ci vede ancora secondi con 47 punti dietro la Juve, significa che con i nostri secondi tempi da INCUBO abbiamo perso ben 14 punti
    – Nel girone di ritorno abbiamo totalizzato solo 8 punti (media da retrocessione secca!) segnando 14 reti ma subendone ben 24, peggior difesa con la media di 3 gol subiti a partita!
    – Siamo la squadra che tira di meno in serie A con soli 204 tiri
    – Siamo secondi per i fuorigioco (incredibile!!! Non facciamo nulla e quel poco lo sbagliamo pure!)
    – Siamo al 18mo posto per gli assist ed al 20mo per i cross, come pure per i calci d’angolo
    – Al 14mo posto per kilometri percorsi (quindi si corre poco, perchè non si reggono i secondi tempi?)
    Premettendo che non credo la salvezza sia in discussione grazie al bottino accumulato (fortunosamente) nel girone di andata) ci avviamo a concludere mestamente il campionato in 16ma posizione (mia previsione personale).
    Il che purtroppo, se da un lato conferma la categoria anche per l’anno prossimo, dall’altro significa un cospicuo mancato introito per l’anno prossimo.
    Infatti la 16ma posizione differisce molto dalla 10ma o 11ma in termini di ripartizione di diritti TV (maggior fonte di introito per ogni club) e di importo di contratti di sponsorizzazione che si possono strappare.
    A quelli che pensano che Daversa sia solo giovane ed inesperto ed ha solo bisogno di crescere faccio notare che gioca allo stesso modo fin dalla prima partita in serie C e sono più di 100 match che ci propina sempre e solo la stessa sbobba. Dalla C alla A sono solo cambiati gli interpreti, migliorandone le qualità. Calaiò è diventato Inglese, Nocciolini è diventato Gervinho, Lucarelli è diventato Alves, Canini è diventato Bastoni etc…
    E’ stata la società pertanto ad aver investito (al contrario di quello che sontengono i “pocionisti”) e guadagnato le 3 promozioni.
    A titolo di paragone indico Simone Inzaghi, giovane ed intelligente che fa miracoli con la sua Lazio ed adesso si gioca la Champions. Spettacolo puro, e con una società che ha ben altri obiettivi rispetto ai nostri e pertanto ben altre pressioni.
    Chi altro come DAV ha l’occasione di una società tranquilla dove poter sperimentare e crescere senza pressioni addosso? Invece non è cresciuto di una virgola, sempre lo stesso da 100 partite.
    A che serve far giocare Ceravolo fuori ruolo? Ci vuole poco a capire che non è una prima punta ma una seconda, e non è un cetravanti centro-boa come Inglese? Ma pur di giocare a 3 punte si copre di ridicolo… Perchè non si riesce a fare di necessità virtù, adattando il modulo in base ai giocatori disponibili ed alle loro caratteristiche?
    Concludo pertanto che con Daversa non possiamo crescere più, non potendo migliorare la rosa per ovvie ragioni (Gervinho non può diventare Salah, Inglese non può diventare Bale, Gagliolo non può diventare Marcelo etc….), anzi, finito il culo e la sorpresa che ci ha aiutato nella prima parte della stagione ci stiam oassestando sui valori di cui è capace Daversa.
    La rosa è buona, Gervinho, Inglese, Kucka, Alves, Bastoni e DiMarco sono da team medio alto. Gagliolo, Siligardi, Sepe, Rigoni da medio team. Iacoponi, Barillà possono starci in serie A (anche se su fasce basse).
    Vanno solo fatti giocare con degli schemi e devono sapere cosa farne della palla quando gli capita fra i piedi.
    Vedendo le partite infatti si vede benisssimo l’assenza di schemi, soprattutto per il contropiede, quando riconquistiamo palla si viene subito aggrediti, riperdendola subito (controllare le statistiche delle palle perse !!!), mettendo a nudo tutta la mancanza di idee di Daversa.
    I nostri così si deprimono, venendo inoltre sempre aggrediti dagli avversari che con un possesso di palla intorno al 70% ci mettono sotto sempre anche dal punto di vista psicologico, anche essendo spesso passati noi in vantaggio.
    Cominciamo pertanto a pensare non sol oad alcuni giocatori per l’anno prossimo che possano svecchiare e migliorare la rosa, ma ad un miste preparato che dia gioco e personalità alla nostra squadra.
    Qualche nome… Guidolin, donadoni, De Zerbi, Di Francesco

  • 1 Aprile 2019 in 16:39
    Permalink

    Secondo me da qui alla fine facciamo 3 punti, che ci regala la sampdoria…. ditemi voi dove possiamo farne altri… speriamo bastino…

    • 1 Aprile 2019 in 16:59
      Permalink

      E perché la Sampdoria dovrebbe regalarci tre punti?

  • 1 Aprile 2019 in 17:17
    Permalink

    Sulla corsa concordo con Lukfur, così come concordo sul condannare chi dice che 16 è uguale a 11. Balle cinesi (mo mama!!!!). I soldi che si prendono sono diversi e siccome siamo qui a contare gli spilli sarebbe stato opportuno guardare anche a quello. Su Ceravolo mi permetto di dire che neanche Conte sarebbe in grado di proporlo degnamente. La serie A non è cosa per lui, così come non lo è per Gagliolo e Scozzarella e Stulac e Iacoponi. Domani anche lasciando li le gambe non bisogna perdere, anche un punto va bene, poi un punto col Sassuolo e tre a Chievo e che dio ce la mandi buona.

  • 1 Aprile 2019 in 17:36
    Permalink

    Ripeto noi ci salveremo,
    ma la cosa preoccupante è la mancata programmazione
    per il prossimo campionato.
    Vivacchiare coi diritti televisivi è da sprovveduti……
    Esserci portati in casa dei soci inaffidabili è da incoscienti.

  • 1 Aprile 2019 in 18:15
    Permalink

    Moro, sei ancora convinto che ci salviamo? Al momento io non ne sono così tanto sicuro. Ci siamo rilassati talmente tanto che ora rimettere in moto gambe e cervello è molto dura.

  • 1 Aprile 2019 in 18:16
    Permalink

    Purtroppo il nostro problema è di vecchia data, i Magnifici 7 si sono ritrovati a gestire un campionato che non volevano gestire, pensavano di aver venduto bene la maggioranza della società, ma si sono sbagliati. Hanno investito, personalmente non come aziende, più di quanto previsto, il cinese li ha messi in difficoltà, costringendoli ad esborsi non previsti, da lì i mancati acquisti di gennaio (complici il rifiuto di Dezi e Ceravolo a scendere di categoria). Il girone di andata molto fortunato, ha nascosto evidenti problemi di organico e di gioco. Personalmente non ho mai gradito il (non) gioco di D’Aversa e l’ho scritto molte volte anche quando militavamo nelle serie inferiori. Il problema più grosso comunque rimane la società, se non si trova un nuovo socio di maggioranza, munito di solidi argomenti, dovremo fare ancora nozze con i fichi secchi.
    Per ora speriamo di salvarci ( cosa per niente facile), poi chi vivrà vedrà.

  • 1 Aprile 2019 in 19:31
    Permalink

    Io invece penso che sarà molto difficile salvarsi. Ci vorrebbe un miracolo.Ora non abbiamo piu attacco e senza di questo non fai gol. Gervinho e Inglese per il Parma sono come l’aria che si respira. Sono ossigeno puro.Se a questo aggiungi che prendiamo tre gol a partita e che il nostro allenatore mi sembra un pochino scarso, capirete che di punti da qui a fine campionato ne faremo (se ne faremo) pochissimi. Penso che il prossimo anno bisognerà fare piazza pulita di tutti, tenere solo i giocatori più bravi investendo su giovani ma bravi Salverei solo Faggiano e i magnigici 7 come li chiamate voi.Il signor Moroni cosa ne pensa? Condivide le mie idee?

    • 1 Aprile 2019 in 20:21
      Permalink

      IO INVECE PENSO CHE, CON 4, 5 punti, ci si salverà comodi comodi …( allo scopo, leggere la razionale analisi del Linguista, ma l’EMPOLI, come cavolo farà a far 12 punti in nove gare ?? a noi, nel medesimo lasso, ne basteranno 4 …ma scherziamo o i calendari non li guardiamo ?? )

      noi saremo anche in crisi, in emergenza, tutto ciò che volete ma, noi dovremmo perdere sempre e gli altri far punteggio pieno ?? leggete bene le partite nostre e quelle dell Empoli, obbligato a vincere mentre noi, potremo anche pareggiare …

      Detto questo, 9 gare, 5 punti ? ma dai …indipendentemente dagli infortuni, i pareggi li faremo lo stesso ….BASTA NON FARE FOLLIE IN CAMPO , in panchina e nemmeno negli spogliatoi….

      Moroni, solo Moroni, senza Sig,
      Morosky pensa al campionato in corso, da giugno in avanti sarà un problema + complesso che investirà COMPLETAMENTE LA PIANIFICAZIONE SOCIETARIA :

      -PROBLEMATICA CON SOCIO CINESE
      -PROGRAMMAZIONE NUOVO CAMPIONATO
      -CALCIO MERCATO IN BASE A QUANTO SOPRA
      – TANTA CARNE AL FUOCO A BOCCE FERME ..

      IO METTEREI LA MANO SUL FUOCO SU QUESTI RISULTATI ( così come ieri avevo previsto la vittoria dell’Atalanta, indipendentemente dalle mie previsioni di fine dicembre )

      1 Frosinone
      1 TORINO
      ??? Sassuolo
      0 MILAN
      1 Chievo
      1 SAMPDORA
      1 Bologna
      1 FIORENTINA
      0 ROMA

      questo è quanto ed io credo di esser stato molto TIRATO e RISTRETTO NEI PRONOSTICI ….
      poi, in campo, tutto potrà essere e capitare …

      • 1 Aprile 2019 in 23:31
        Permalink

        Ciao Moro,
        Dal tuo pronostico tolgo solo 2 punti. Cmq a 37 ci si dovrebbe salvare. Penso che l’ultima retrocessa chiuderà a 36, nn di più.
        Ta bèn.

  • 1 Aprile 2019 in 19:36
    Permalink

    E quindi?
    Dovremmo ringraziare a vita i 7 big?
    Sono abbonato da 20 anni con trasferte annesse,
    e devo battere le mani come un manichino sempre e comunque?
    Ma siamo seri una buona volta, se ai 7 non interessa più il
    giochetto che tentino quanto meno a venderlo (anche gratis).

  • 1 Aprile 2019 in 20:27
    Permalink

    Io credo anche che rimarremo tra l 11° ed il 13° posto …
    forse ci potrebbe superare il Sassuolo, le altre avranno i loro problemi come tutti quanti noi…

    LEGGERE BENE IL CALENDARIO: Empoli, Udinese e Bologna, per fare punti, dovranno fare versi da GATTI, ogni domenica, perché , per salvarsi saranno solo CONDANNATI A VINCERE ….

    guardare il calendario ragazzi ..GLI ALTRI INCONTRERANNO SQUADRE CHE STANNO LOTTANDO PER L’EUROPA …

    …noi …tutte squadre già appagate o …quasi retrocesse ..

    • 2 Aprile 2019 in 00:13
      Permalink

      Ma che dici Morosky
      😈 😈 😈 😈 😈 😈
      Le altre incontrano squadre
      in lotta per l’Europa mentre
      invece noi non le incontriamo?
      Ma che dici Morosky?
      Noi le incontriamo più di loro.
      😈 😈 😈 😈 😈 😈 😈 😈 😈 😈
      Noi incontreremo
      il MILAN che lotta per l’Europa
      Il TORINO che lotta per l’Europa
      la SAMP. che lotta per l’Europa
      la ROMA che lotta per l’Europa
      ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡
      La verità è che con i primi caldi
      prenderemo batoste epocali
      avendo finito da tempo la ⛽
      dateci col contagocce dal
      preparatore atletico che
      ahimè purtroppo abbiamo
      La difesa è da LEGA PRO
      e l’attacco.titolare
      Biabiany 😈
      Inglese 😈
      Gervinho 😈
      è tutto infortunato
      Mercoledì andiamo a Frosinone
      su un campo, lo Stirpe, violato da tutti.
      I frusinati in casa quest’anno
      non hanno mai vinto. 😈 😈 😈
      Vedrete saremo i primi a lasciarci le penne
      facendo ridere l’Italia intera.

      FROSINONE – PARMA
      è un’anteprima
      per il prossimo anno infatti sara’ il
      prossimo incontro di serie B
      della stagione 2019-2020
      😁 😁 😁 😁 😁 😁 😁 😁

      Vedrete andremo in
      CHAMPIONS LEAGLE.
      Basterà capovolgere la classifica
      e al termine del campionato
      saremo TERZI. 😁 😁 😁 😁 😁
      e saremo in Champions……… senza preliminari

  • 1 Aprile 2019 in 20:47
    Permalink

    Stasera sono scatenato, mi perdoni il Direttore :

    se facessimo un tipo di giochino, per assurdo, non razionale ma, da tenere in buona considerazione :

    proviamo a togliere i punti RUBATI a Milano e Firenze …saremmo a 27 …..
    IO NON AGGIUNGO ALTRO ….
    si vince, si perde, si accetta tutto, nel bene e nel male ma….non mi si venga a fare del vittimismo dal lato Staff Tecnico …

    SI SORRIDA ANCHE QUANDO SI PERDE …
    e ci si abitui ad analizzare a freddo le gare, prima di andare in conferenza stampa a dire cose NON PROPRIO VISTE DAL PUBBLICO DELLO STADIO MA.….solo dalla panchina…di parte

    un piccolo esempio ?

    voto a SEPE…
    gazzetta di parma …5,5
    gazzetta sport ……..7.0

    ….CERAVOLO
    gazz parma …6
    corr sport …. 5

    BASTONI
    gazz parma….5
    gazz rosa …6

    a me non interessa chi ha scritto le pagelle ma…
    questi dati sono oggettivi ? direi di no..
    SONO SOGGETTIVI ed allora…tutto ciò che si dice, noi compresi, ha lo stesso valore di ciò che dichiarano in conferenza stampa gli addetti ai lavori, cavolo..

    IL RISULTATO è UN Po’ BUGIARDO : si, sono ad’accordo, ne potevamo prendere anche di +…4..o 5 …
    vedi la loro azione in area nostra; segna tu, non , prego segna tu, ma no dai, per favore …poi li abbiamo rimpallati ..

    punti di vista ma: chi vede la partita in modo disincantato …NON E’ IPO VEDENTE né, tantomeno, privo di materia grigia…
    e questo, si evince anche dai vostri commenti …da parte mia …non credo + alle cannelle …da parecchio tempo …

  • 1 Aprile 2019 in 21:21
    Permalink

    Prima che qualche opinionista altolocato dica che avremo 3 partite in una settimana ( come se gli altri non dovessero fare così ), ho già sentito quella che ritengo l’ultima fregnaccia:

    si contesta che mercoledì il PARMA sia a FROSINONE, giochi la gara alle 21 e poi debba ritornare a casa…dovendo poi rigiocare nuovamente SABATO contro il TORINO …

    ma le altre non pensate che abbiano lo stesso tipo di problema ?
    chi + chi meno ? giorno + giorno meno ??

    le solite scusanti-balle di circostanza che non servono a nulla

    • 2 Aprile 2019 in 00:22
      Permalink

      Ma Morosky che dici.?
      Le altre hanno ancora ⛽
      NOI NO. e quindi giocare
      contro il Torino dopo 48 ore
      danneggia molto noi, non le
      altre squadre che hanno
      preparatori atletici che noi
      non abbiamo
      Morosky la serie 🅰 scordatela
      SI VA IN B e questo 😈 😈 😈
      comincerai a capirlo dopo la
      gara col Torino…. 😈 😈
      quindi serie 🅰 ⛔

  • 1 Aprile 2019 in 21:43
    Permalink

    Condivido quello che dice la fata Turchina 😇 😇 😇
    Scusa Morosky
    Un punto a ,Frosinone? ⚡ ⚡ ⚡
    Che ottimismo senza attacco e senza difesa
    Un punto col Torino dopo aver giocato 48 pre prima a Frosinone
    e con i tempi di recupero è UTOPIA
    allo stato puro ⚡ ⚡ ⚡
    Un punto col. Chievo ci.puo’ stare 😇
    Un punto a Bologna proprio no. 😈 😈 😈
    I bolognesi cambiando allenatore sono fortissimi
    nettamente superiori a n noi 😈 😈 😈
    Con labSampdoria in.lotta per l’Europa scordati un punto
    Ecco con la,Fiorentina un.punto ci può stare.
    Fuori dalle coppe e con.il.parmigiano Pioli ci può stare 😇 😇 😇
    Mancano due punti
    Uno col Sassuolo se daremo l’anima tirando fuori finalmente le palle l’altro punto dove lo facciamo??
    Ci si salva a 38 punti e noi col punto di Sassuolo siamo a 36 per
    cui si ritorna in B
    Caro Morosky
    NOLENTE 😈 😈 😈 😈 😈
    O
    VOLENTE. 😈 😈 😈 😈 😈
    L’Empoli, dobbiamo fare la gara sull ‘Empoli

  • 1 Aprile 2019 in 23:01
    Permalink

    Presidente dove sei?

  • 2 Aprile 2019 in 09:16
    Permalink

    Caro Mauro anche io la penso come te, ovvero che dovrebbero bastare 4/5 punti, considerando anche il fatto che incontreremo Sassuolo e Chievo, ovvero squadre senza obiettivi, al contrario di Cicciocaputotuttoattaccatodiocheretroceda e il Maestro Andreazzoli che dovranno vedersela con un caldendario oserei dire impossibile. Ti ringrazio per avermi dato atto di aver fin dal 31 gennaio criticato DS e società per il folle NON mercato condotto, quando tutti i soloni sparavano le solite frasi fatte e banalità assortite. Signori ma secondo voi D’Aversa è folle?Se in luogo di Machin e Dezi avesse Rakitic lo terrebbe in panchina?Siamo seri la realtà è che i così detti panchinari sono buoni si e no per una serie B di medio livello. Faggiano a parte Gervinho (Inglese per ma ha cmq deluso e anche molto, non ha fatto nemmeno 10 goal ha segnato di più il terruncello dalla doppia firma cicciocaputo) ha cannato quasi tutto, da Grassi a Stulac, passando per le mancate cessioni di Ceravolo, Dezi, acquisti inutili come Sprocati e Cicirotto, il mancato arrivo di una punta di riserva, il mancato arrivo di un terzino basso, arrivi inutili come Machin e l’altro poveretto della Fiorentina, etc.. Per me se facesse le valige sarebbe una gran cosa. Sul cinese Mauro stai tranquillo, per rompere le palle devi avere soldi e standing e soprattutto essere reale. Il poveretto non ha un soldo bucato (basta che evdi come si veste), pistapociando denari non suoi, non ha nemmeno una mail e a meno che gli avvocatini che l’hanno “assistito” nell’autunno 2016 non tornino ad assisterlo gratis come allora (gli ha piantato un bel chiodo….in stile Carpenedolo) non ha nemmeno un poveretto che gli scriva una lettera visto che non parla alcun idoma adl di fuori del mandarino. Sullo standing internazionale stendiamo un velo pietoso, così come sulla reale consistenza delle sue pseudo società. Sarà invece necessario che i 7 caccino moneta perchè il culo di un girone di andata come quest’anno non capiterà più.

    • 2 Aprile 2019 in 09:45
      Permalink

      Che Faggiano ci abbia capito poco a gennaio è fuori discussione. Gli va però riconosciuto che in effetti certe situazioni contrattuali dovute ad una rapida ascesa dalla C alla A oggettivamente ci sono e non sono facili da risolvere. Piuttosto nutro una certa perplessità sulla pesca strascico di leonardiana memoria nelle serie inferiori, a suo dire per realizzare plusvalenze la cui realizzazione è tutta da verificare…

      • 2 Aprile 2019 in 11:25
        Permalink

        L’acquisto di giocatori nelle categorie inferiori avviene al fine di poterli utilizzare come pedine di scambio per affari con squadre di Serie B. Aldilà delle plusvalenze, non certamente eclatanti, si tratta di giocatori per i quali la B è un passo avanti notevole e che sono ben contenti di arrivarci.
        Abbiamo visto come sia problematico fare accettare trasferimenti in B a giocatori attualmente in organico.
        Con un po’ più di coraggio si potrebbe inserirne qualcuno, magari under, direttamente nella rosa.
        Per la prossima stagione sarà necessario un massiccio rinnovamento ed è bene non trascurare alcuna pista

        • 2 Aprile 2019 in 13:46
          Permalink

          Mah, sarà ma fino ad ora secondo me i vari Pinto, Lescano e compagnia bella sono stati più che altro un ulteriore problema in quanto ad ogni sessione di mercato c’è la grana di doverli sistemare da qualche parte, e a memoria non ricordo nemmeno alcun vantaggio ricavato usandoli come pedine… Oltretutto, ma di questo me ne frega poco, non capisco nemmeno che vantaggio abbiano dei giovani che sono spesso costretti a cambiare squadra ogni sei mesi e con il forte rischio di rimanere fuori rosa alla casa base.

    • 2 Aprile 2019 in 14:35
      Permalink

      Su una solo cosa sono d’accordo, che il culo del girone di andata non si ripeterà più.
      Secondo te Faggiano prende giocatori senza l’avallo del mister? non credo proprio. Anche sprocati si diceva fosse stato un capriccio del mister, ma quanto ha giocato? Ciò la dice lunga sul suo stato confusionale. Inglese poi certamento non è stato una delusione, anzi, troppo ha segnato in rapport alle palle giocabili ricevute! Con il non gioco di DAversa gioca sempre spalle alla porta, da solo in area senza supporto. Guardatele le partite e levate le fette di salame dagli occhi!
      Se vogliamo crescere bisogna cambiare mister, che questo dopo 100 partite ancora gioca allo stesso modo e fa sempre gli stessi cambi

  • 2 Aprile 2019 in 10:33
    Permalink

    In attesa del mio articolo di presentazione della gara contro il Frosinone cerco di fare un pò di refresh anticipato.

    FORMAZIONE: è evidente che ci saranno tanti indisponibili pertanto sarà dura andarla ad azzeccare ma, ci provo lo stesso alla luce di quanto è emerso ieri dal bollettino infortunati post gara; Il dubbio è solo uno, fare la mia o fare quella che penserà D’Aversa ?
    Faccio la mia perchè, dopo aver provato ad abbozzare la sua, mi è venuto un pò di mal di stomaco da MAALOX gigante

    ………………………………..SEPE
    …………..SIERRALTA BRUNO ALVES BASTONI
    GAZZOLA KUCKA SCOZZARELLA BARILLA’ DIMARCO
    ……………………SILIGARDI … SPROCATI
    ..
    se sono tutti abili ed arruolati, contro il 3-5-2 frusinate sarà il classico specchio, uomo contro uomo in mezzo , tanto per tenere l’equilibrio nel reparto nevralgico del campo…

    SIAMO SPUNTATI, tanto vale fare giocare i palleggiatori supportati da questo centrocampo ottimamente coperto, tale da schermare e filtrare al meglio i palloni in modo da aiutare la difesa….( che avra’ davanti CIOFANI e CIANO )..

    LA PARTITA LA FARANNO COMUNQUE LORO quindi dobbiamo giocare oltremodo abbottonati lasciando solo la davanti un uomo veloce ( SPROCATI ?? )….
    OBIETTIVO …portare a casa il PUNTO
    niente altro !!!
    il PUNTO, 33+1 = 34

    • 2 Aprile 2019 in 13:52
      Permalink

      Sono dacordo con questa ” Line Up ” Mauro . ( 3 – 5 – 2 bello )
      ….SEPE
      …………..SIERRALTA BRUNO ALVES BASTONI
      GAZZOLA KUCKA SCOZZARELLA BARILLA’ DIMARCO
      ……………………SILIGARDI … SPROCATI

      Vediamo come va il partito …. mi fa piacere che ha minuti anche
      Schiappacasse …

      Straje’

  • 2 Aprile 2019 in 10:44
    Permalink

    Questa disposizione, oltre che per essere in parità numerica nel mezzo, serve nel momento in cui, per necessità, si debba inserire un attaccante:

    si toglie uno dei due centrali esterni, si arretrano GAZZOLA E DI MARCO e si ritorna a 4 dietro, andando a ripristinare il caro vecchio 4-3-3 o 4-4-2 …..

  • 2 Aprile 2019 in 11:01
    Permalink

    Il mercato di gennaio a parere mio è stato concettualmente ineccepibile: sostituire l’unico titolare divenuto indisponibile e inserire giovani gradualmente pensando anche al futuro. Le cose si sono complicate perchè la squadra nel suo complesso è calata (impensabile reggere il ritmo dell’andata + calendario decisamente piu complicato), ci sono stati diversi infortuni (che per me è l’unico vero problema da risolvere per il futuro) e quindi inserire giovani inesperti ora sarebbe rischioso se non controproducente.
    Formazione per domani anche io opterei per il 352, magari con gagliolo invece che bastoni e schiappacasse al posto di siligardi. Mi aspetto di vedere una squadra desiderosa di vincere, poi se ci salta fuori un punto lo accettiamo.
    E’ una settimana che si parla di inglese gervinho, gervinho e inglese ma spero che chi di dovere pensi piu che altro a non prendere 3 gol a partita, quando faremo 0-0 allora diremo che manca qualità davanti

  • 2 Aprile 2019 in 11:39
    Permalink

    Dare la colpa ai preparatori per i tanti infortuni è da fantascienza.
    Faggiano sapeva benissimo al momento di stipulare contratti
    lo stato fisico dei calciatori.
    Ad esempio Gervinho…..infortuno in Cina con 2 anni di stop,
    a dire il vero FUORI ROSA….(ed è tutto dire)
    HA FATTO MIRACOLI….come Grassi “rotto” e tanti altri.
    Non stiamo a raccontarci balle spaziali….
    Col budjet dichiarato il DS ha potuto/dovuto
    muoversi di conseguenza.

  • 2 Aprile 2019 in 13:29
    Permalink

    Prendere in prestito un Pazzini per avere un’alternativa in caso di ben probabili infortuni a gennaio avendo mandato Munari e di Gaudio era una follia o una spesa folle? Nessuno pensava a Mbappe. E magari un Rispoli per avere un laterale basso? Bastava un po’ di cervello e umiltà

  • 2 Aprile 2019 in 13:30
    Permalink

    Sono d’accordo Ludovico, è una insieme di fattori che si sono concatenati:
    mi è già sorta l’impressione ( a fronte di spifferi di corridoio ) che sia il MIster che non voglia esterni, TERZINI , GIUSTO PER CAPIRCI, che si sgancino perchè prefrisce una linea di marcatori i quali, però, quando oltrepassano l’area sono già nella emme…NON SAPENDO COSA FARE CON LA PALLA TRA I PIEDI, NON ESSENDO CAPACI DI SGANCIARSI CON PROFITTO…andando al cross o, cmnq, all’azione in profondità: per far questo servono la qualità, le caratteristiche adeguate, senza scordarsi la fase difensiva…

    Sul mercato, in generale, sono d’accordo sui tuoi concetti, parliamoci chiaro, nessuno voleva andare via ….
    CERAVOLO, DEZI per primi
    così come i vari BARAYE, CALAIO’, MUNARI, DI GAUDIO..
    ..se il giocatore non vuole andarsene tu non puoi far nulla, ha un contratto e, siccome gli conviene, anche sapendo che non giocherà quasi mai, NON FIRMERA’ a meno che non gli venga offerta pure una buonuscita….

    …tra l’altro, su DEZI, vorrei ricordare la stranezza di agosto,
    PRIMA GARA GIOCA SILIGARDI, in lista provvisoria
    SECONDA GARA, nella successiva LISTA DEFINITIVA, fuori SILIGARDI E DENTRO DEZI: barzellettta o scherzi a parte ?
    dopo qualche partita, PRIMO CAMBIO, PRIMO BONUS, fuori ancora DEZI, DENTRO SILIGARDI

  • 2 Aprile 2019 in 13:41
    Permalink

    oggi, NATURALMENTE, si deve badare a racimolare quei 4/5 punti necessari ….
    fatto questo, SECONDO ME, in società DOVRANNO SGARBUGLIARE UN PO’ LE COSE…tra soci di maggioranza, soci di minoranza………..anche se non sarà semplice…

    POI, SE NON SI VORRANNO FARE FIGURE BARBINE…..BISOGNERA’ CAPIRE COSA E COME DECIDERANNO DI PROCEDERE….
    si effettua l’ennesimo repulisti e si sfrondano, senza cedimenti, gli alberi che non danno frutti…
    ci si ripulisce lo spogliatoio , si rifà la ROSA e si cerca di migliorare la qualità ….
    SERVONO SOLDI E VISIONE AMPIA…
    con i PAGHERO’ non si va molto lontano…
    col denaro cash si porta a casa la merce …
    non si chiede la luna ma un sano gruppo fondato su esperienza e un mix di 25enni pronti e già avvezzi alla categoria…
    ..
    giocatori normali su cui contare …..

  • 2 Aprile 2019 in 13:51
    Permalink

    Guarda Davide, in 5 minuti te la preparo io la rosa sui cui andare a pescare per il prox mercato:

    ZAMPANO, CRESCENZI, CIONEK, SANTON, FARES, PELLEGRINI,

    LUPERTO, BONIFAZI, CEPPITELLI, ROMAGNA

    KURTIC, POLI, RINCON, KRUNIC, KRAGL, BRUGMAN, CIGARINI, IAJALO, VIVIANI

    DONNARUMMA, CAPUTO, CODA, MANCOSU, NESTOROWSKI, LAZZARI, STEPINSKY …

    due per reparto, prendi 8 di questi e migliori la qualità !!!!

    MA TEMO CHE, PER ANDARE A FAR SPESA, SERVANO I SOLDI … con le chiacchiere si compra poco e, con le sole chiacchiere, si mangia sottile …!!!

  • 2 Aprile 2019 in 14:41
    Permalink

    MOROSKY……

    CI VUOLE LA PILA……tutto il resto è noia….

    è inutile stilare una lista se poi non hai un budjet adeguato…

    Ma ti rendi conto che abbiamo ancora Nocciolini, Vacca

    e compani sotto libretto?

  • 2 Aprile 2019 in 15:27
    Permalink

    Coda par piaser…fa fatica in B. Cmq è una barza..Ceravolo è talmente balordo che riesce a rompersi anche non giocando mai.Domani mi dicono che richiameranno Musetti e Facundo Lescano in avanti e Saporetti dietro. Grassi invece nella prossima stagione resterà a Parma a fare da testimonial per i cerotti Cetilar e le Terme di Monticelli Ospedale delle Rose insieme a Inglese e Stulac. Pronto anche il ritorno via Napoli di Cicirotto. Mauro cmq hai ragione. Senza soldi non fai la spesa ma catti su dai cartoni frusti.

  • 3 Aprile 2019 in 20:58
    Permalink

    E autotassatevi no? Invece ed continuer a tirerer di szachet ai Paperoni della cittá che manco vi cagano di striscio. Attivatevi, azionatevi invece ed caragner con la solita gnola!

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI