PARMA-FIORENTINA 1-0 (FINALE). IL GOL DI SCOZZARELLA SALVA I CROCIATI, HIGHLIGHTS, TABELLINO E DIRETTA LIVE A CURA DI ANDREA BELLETTI

PARMA-FIORENTINA 1-0, CLICCA QUI PER VEDERE GLI HIGHLIGHTS

parma fiorentina serie a 19 05 2019

PARMA-FIORENTINA 1-0 – IL TABELLINO

Marcatori: 34′ st Scozzarella

PARMA – Sepe, Iacoponi, Stulac (23′ st Scozzarella), Ceravolo, Barillà, Gazzola, Gervinho (cap.) (8′ st Grassi), Gagliolo, Kucka, Sprocati (39′ st Dimarco), Bastoni. All. D’Aversa
A disposizione: Frattali, Brazao, Machin, Gobbi, Siligardi, Dezi, Biabiany.

FIORENTINA – Lafont, Biraghi, Milenkovic, Ceccherini, Gerson, Simeone (24′ st Muriel), Mirallas (27′ pt Dabo) (38′ st Vlahovic), Veretout, Benassi, Chiesa (cap.), V. Hugo. All. Montella
A disposizione: Terracciano, Brancolini, Norgaard, Hancko, Montiel, Pezzella, Fernandes, Vlahovic, Antzoulas, Ferrarini.

Arbitro: Sig. Piero Giacomelli di Trieste

Assistenti: Sigg. Ciro Carbone e Damiano Di Iorio 

IV Ufficiale: Sig. Antonio Rapuano di Rimini

V.A.R: Sig. Maurizio Mariani di Aprilia 

A.V.A.R.: Sig. Dario Cecconi di Empoli

Ammonito: Benassi

Calci d’angolo: 3-7

Recupero: 2’+4’

Spettatori: 17.333 (12.959 abbonati, 4.374 paganti di cui 760 ospiti) per un incasso di 150.950,82 Euro.

LA DIRETTA LIVE DI ANDREA BELLETTI

Ultima gara di questo campionato che vede come scenario quello del Tardini, crociati che cercheranno di ottenere i tre punti che gli permetterebbero di riconfermarsi nella massima serie contro la Viola. Entrambe le squadre non hanno ancora matematicamente raggiunto la zona salvezza, si preannuncia, quindi, una gara ad alta tensione.

Tutto è pronto, gialloblù che prima di iniziare questo cruciale match si recano sotto la Curva Nord ad applaudire i propri tifosi che, di rimando, restituiscono calorosamente l’applauso sperando di infondere nei propri calciatori la grinta necessaria.

Le squadre sono schierate sul terreno di gioco, Parma che attaccherà, nel corso di questi primi quarantacinque minuti, da sinistra verso destra.

01′ l’arbitro ha dato inizio alla gara, il primo pallone è gestito dalla squadra ospite, il Parma si chiude bene ma il gioco rimane tra i piedi dei calciatori viola

02′ primo pallone amministrato dalla formazione di casa che avanza, sostenuto dall’impeto del pubblico del Tardini, verso la porta viola con Kucka che viene, però, chiuso bene dalla squadra di Montella che può quindi ripartire in attacco

03′ intervento falloso all’altezza del centrocampo su Barillà quando i crociati stavano provando ad imbastire la propria azione offensiva. Dopo aver battuto la punizione, però, i crociati perdono il possesso palla

05′ Parma arrestato all’altezza del centrocampo, questa volta l’intervento irregolare è stato commesso su Kucka

06′ contropiede della Fiorentina, il cross all’interno dell’area crociata è per Chiesa ma il giovane attaccante della viola si fa cogliere impreparato e non riesce ad effettuare la deviazione vincente in quella che è stata sicuramente un’occasione più che ghiotta per portarsi in vantaggio. Brivido per i crociati che, in questa occasione, si dimostrano fortunati

08′ Kucka prova ad aggredire il pallone a centrocampo ma commette fallo, sarà, pertanto, calcio di punizione per la Fiorentina

09′ ottimo contropiede del Parma avviato da Ceravolo; i crociati giungono poi alla conclusione con il proprio numero 27, Gervinho, che, però, riesce a colpire solo il palo, il pubblico si infiamma e incita la squadra di D’Aversa che, in questi minuti, sta dimostrando determinazione e lucidità. Il pallone è stato deviato: calcio d’angolo per i crociati dalla destra

13′ Ceravolo prova a scendere lungo la fascia sinistra commettendo infine fallo

14′ ci prova la Fiorentina dalla grande distanza, ma il tiro di Biraghi termina abbondantemente sopra la traversa della porta presidiata da Sepe; rimessa dal fondo per i gialloblù

15′ prova a cercare il varco giusto Gervinho ma si chiude bene la difesa toscana impedendo all’attaccate crociato di partire in velocità, Parma che rimane, in ogni modo, in fase offensiva e usufruisce di una rimessa laterale a seguito della quale i crociati riescono a tirare in porta, la conclusione è troppo centrale e non riesce a spiazzare Lafont

18′ calcio di punizione per la squadra di Montella che infine commette essa stessa fallo in attacco

20′ calcio di punizione per i crociati, Stulac prova a mettere il pallone in mezzo che però è intercettato dalla squadra avversaria che riparte così in contropiede ma Simeone, per fortuna dei gialloblù, getta al vento un’occasione d’oro

21′ fallo commesso da Biraghi su Ceravolo. Il Parma guadagna un calcio di punizione, sul pallone sempre Stulac, la posizione è defilata. Il pallone entra in area e viene deviato dal colpo di testa di Gagliolo, nulla da fare ma il Tardini esplode, cercando di supportare l’avanzata gialloblù

23′ tiro dalla grande distanza di Stulac, conclusione che non riesce ad impensierire la difesa toscana

24′ calcio d’angolo dalla destra per la viola, ma i calciatori di Montella vengono fermati dall’intervento del direttore di gara che ravvisa un fallo d’attacco nell’area crociata

25′ gioco momentaneamente sospeso per permettere alla Fiorentina di prestare le cure necessarie a Mirallas che si è fermato dopo aver tentato uno scatto verso la porta difesa da Sepe. Il calciatore non sembra in grado di proseguire la partita viene infatti prontamente sostituito da: Dabo

29′ Chiesa protesta per un presunto calcio d’angolo non assegnato alla propria squadra. Per l’arbitro, invece, è rimessa dal fondo sarà quindi Sepe a rimettere la palla in gioco

32′ calcio di punizione per la squadra ospite da distanza siderale, pallone che termina direttamente dietro le spalle di Sepe

35′ calcio di punizione per la squadra di D’Aversa, sul pallone Stulac che prova direttamente la conclusione in porta. Il tiro è potente ma non preciso sorvola, quindi, la traversa per poi depositarsi al di la della porta della Fiorentina

37′ occasione viola con Simeone che con il suo sinistro dalla media distanza impensierisce i tifosi crociati. Pallone che, fortunatamente, non si insacca in rete. Rimessa dal fondo per i gialloblù

38′ calcio d’angolo per il Parma dopo che i crociati avevano provato a pressare l’avversaria nella propria area di rigore. Sul pallone, dalla destra, va Sprocati a battere il corner. La palla è deviata dal colpo di testa di Gagliolo ed impatta contro la traversa della Viola. Crociati che non sono decisamente assistiti dalla dea bendata

42′ la Fiorentina accende la propria gara e sbaglia quello che sembrava un goal già fatto con Chiesa; sarà calcio di punizione per gli ospiti dalla destra

43′ contropiede gialloblù, avanza Gervinho che viene infine arrestato. Rimessa laterale nella propria metà campo per i padroni di casa

44′ momento di impeto viola che infatti riescono a giungere ancora alla conclusione con Simeone, il numero 9 non centra di poco la porta di Sepe

45′ comunicato il tempo di recupero: sono 2 i minuti da giocare ancora

46′ calcio di punizione per il Parma quando sta per terminare questa prima frazione di gioco. Tutto il Tardini incita i propri calciatori ma nulla di fatto: l’arbitro decreta che si può tornare negli spogliatoi

Nessuna delle due formazioni è riuscita, per ora, a prevalere sull’avversaria, anche se la partita si è dimostrata viva e vivace. D’altronde la posta in palio, per entrambe le contendenti, è alta; il premio sono tre punti fondamentali verso la meta della salvezza.

SECONDO TEMPO

1′ Chiesa fa sfilare la sfera eludendo l’intervento di Gagliolo, effettua un tiro cross che scavalca Sepe e si stampa contro l’incrocio dei pali

7′ Sostituzione Parma, esce Gervinho entra Grassi

10′ Parma che subisce il forcing viola ma che lotta sostenuto dal tifo infuocato del Tardini

11′ Ora il Tardini è veramente una bolgia dopo la notizia del pareggio del Torino ad Empoli

21′ Cross di Grassi per la testa di Kucka solito stacco imperioso del centrocampista crociato, solo un atletico intervento di un difensore gigliato gli nega la gioia del gol

21′ Sostituzione Parma esce Stulac entra Scozzarella

23′ Sostituzione Fiorentina esce Simeone entra Muriel

25′ Dribbling di Chiesa sullo stretto diagonale potente, Sepe è ben piazzato

29′ Inserimento in velocità di Sprocati, cade a terra ostacolato da un difensore l’arbitro lascia correre

32′ Conclusione di Muriel deviata sfila a lato.

33′ Cross dalla sinistra la sfera arriva all’accorrente Milenkovic che trova il tempo giusto ma la palla colpisce il palo

34′ GOL DEL PARMA Da calcio piazzato, dalla tre quarti, il piede fatato di Matteo Scozzarella disegna una traiettoria beffarda che si infila all’incrocio dei pali e fa esplodere il Tardini

37′ Sostituzione Parma esce Sprocati entra Di Marco

40′ Ora la tensione si taglia a fette D’Aversa passa alla difesa a 5 per difendere un risultato importantissimo

45′ 4 minuti di recupero

49′ Fischio finale: E’ SALVEZZA!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

45 pensieri riguardo “PARMA-FIORENTINA 1-0 (FINALE). IL GOL DI SCOZZARELLA SALVA I CROCIATI, HIGHLIGHTS, TABELLINO E DIRETTA LIVE A CURA DI ANDREA BELLETTI

  • 19 Maggio 2019 in 15:02
    Permalink

    Vamos ragazzi…. Possiamo farlo…siete Parma
    💪⚽️
    Strajé

  • 19 Maggio 2019 in 15:02
    Permalink

    Affidiamoci alla Vergine Maria [cit.]

  • 19 Maggio 2019 in 15:35
    Permalink

    Azzzzzzzzz…… Empoli in vantaggio!!!! Qui tocca darsi una bella svegliataaaaaa…. il pari non basta….

  • 19 Maggio 2019 in 15:48
    Permalink

    Sfiga, passività, incapacità tattica. Non so più a che santo votarmi. Intanto vantaggio Empoli.

  • 19 Maggio 2019 in 16:08
    Permalink

    Speriamo solo nel torino…. se pareggia…. è fatta….http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_negative.gif

  • 19 Maggio 2019 in 16:18
    Permalink

    Iago Falque come Fabianooooooo!!!!!

  • 19 Maggio 2019 in 16:29
    Permalink

    È l’Empoli ha fatto pure il terzo gol…. tocca davvero tirare fuori gli attributi e vincere

  • 19 Maggio 2019 in 16:44
    Permalink

    Un autogol…. l’ultimo colpo di culo ci ha salvato il culo

  • 19 Maggio 2019 in 16:56
    Permalink

    Ce l’abbiamo fatta! Non ci credevo più. Ora rivoluzione totale.

    • 19 Maggio 2019 in 19:07
      Permalink

      Ora come avevi promesso levati dai maroni e cambia sito tu e tutte le cornacchie come te. Sono sempre stato e sempre sarò con il mister che anche oggi ha dimostrato quanto è valido senza praticamente squadra. Bravo bravo e ancora bravo

      • 20 Maggio 2019 in 15:10
        Permalink

        tfoso

        lele buongiorno, premetto che io non sono un intenditore di calcio volevo sole che LEI mi confermasse che la varie promozioni partendo dalla partita con il pordenone passando per la spezia ed infine questultima sono dovute alla bravura di daversa grazie

  • 19 Maggio 2019 in 16:57
    Permalink

    Grande Parma….
    Grazie Mister Giicatori….Parma Calcio 1913…Societa,,
    Siete proprio Mágico,,,,
    💛💙….Forever…
    Strajé

  • 19 Maggio 2019 in 16:57
    Permalink

    D’aversAAAAAA che culo!!!
    solo così potevamo vincere!!!
    E ANDIAMOOOOOOOOOOO GRANDI TUTTI!!!
    ma dio santo che paura

  • 19 Maggio 2019 in 17:01
    Permalink

    No, ora vanno a cagare tutte le oche morte, i biscottisti, i pessimisti, i lamentosi, i pavidi e anche i ragionieri tremebondi.

    • 19 Maggio 2019 in 17:09
      Permalink

      ahaha concordo

    • 19 Maggio 2019 in 17:27
      Permalink

      Oggi D’Aversa ha impostato bene la partita, la squadra e’ stata ordinata ed alla fine, dopo un periodo nel quale ha latitato, la fortuna e’ stata dalla nostra parte. La salvezza e’ un grande risultato ed ora la società può iniziare a pianificare la prossima stagione

  • 19 Maggio 2019 in 17:13
    Permalink

    Seeeeeeeee!!!godo!!SERIE A!!

  • 19 Maggio 2019 in 17:18
    Permalink

    VELENOSO….
    PER CORTESIA FINO AL PROSSIMO CAMPIONATO SMETTI DI SCRIVERE,
    DI COGLIONATE DEL TIPO IO L’AVEVO DETTO NON PROVARLE SCRIVERE!!!!

  • 19 Maggio 2019 in 17:23
    Permalink

    Come noi nessuno mAi!!!!
    Salvi con una botta di culo pazzesca, ma orgoglioso perché nessuno ci ha regalato nulla, tutti i nostri punti sono conquistati con fatica ed impegno.
    Sempre e solo forza Parma

  • 19 Maggio 2019 in 17:31
    Permalink

    IO NON HO ALTRE PAROLE…di nessun genere

    SONO SOLO FELICE….SALVEZZA ,,

    CUORE, PASSIONE, ….

    ognuno ha i propri meriti …

    GODIAMOCI QUESTO GRANDE RISULTATO…

    non roviniamo la festa

    gioiamo…godiamo….

  • 19 Maggio 2019 in 17:38
    Permalink

    Alleluja.
    Abbiamo avuto un culo della Madonna ma
    con cuore e abnegazione c’è l’abbiamo fatta.
    Ora ci vuole un nuovo tecnico, nuovi
    giocatori e un nuovo preparatore
    atletico.
    Ora i soldi ci sono. non c!è NEMNENO
    più la scusa dei pipen.
    Dentro giocatori di categoria
    E…..Bravi davvero ragazzi

    • 19 Maggio 2019 in 18:04
      Permalink

      tais-toi. Tu bavarde comme un perroquet de tout et de rien.
      Il faut seulement attendre…..

  • 19 Maggio 2019 in 17:39
    Permalink

    Bravissimi tutti ..festeggiamo stasera ma da domani ..un bel repulisti grazie! 🤗

  • 19 Maggio 2019 in 17:45
    Permalink

    ,,,DIRETTORE PERCHè GERVINHO CAPITANO?

  • 19 Maggio 2019 in 17:51
    Permalink

    Aveva ragione Mauro Morosky ..
    Il Gran Profeta ….

    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

    Straje’

  • 19 Maggio 2019 in 18:08
    Permalink

    Velenoso e già montato sul carro dei vincitori..l Empoli non la ferma neanche la Juve adesso
    …FORZA PARMA !!!

  • 19 Maggio 2019 in 18:16
    Permalink

    ANDATE A FARE IN CULO TUTTI!!!DIRETTORE COME SI FA A CERCARE I VECCHI POST SUL SITO?AVREI DEI SASSOLINI DA TOGLIERMI…

    • 19 Maggio 2019 in 19:11
      Permalink

      Bravo anche io voglio togliermi dei sassolini. Velenoso, Luca e tutti i cornacchioni. Fuori dai maroniiiiii

  • 19 Maggio 2019 in 18:20
    Permalink

    Qui c’ È da fare un grosso mea culpa…grande d Aversa!!!lui lo sapeva!!!quando ha tolto Gervinho e messo grassi sono impazzito…però lui lo sapeva…era la mossa giusta, difendere ad oltranza e aspettare che si facessero gol da soli, voto 10 lungimirante 😅😆

  • 19 Maggio 2019 in 18:25
    Permalink

    Godiamoci questa vittoria che vale una stagione, ancora più bella perchè maledettamente sofferta.
    FORZA PARMA GRAZIEEEE!!!

  • 19 Maggio 2019 in 18:34
    Permalink

    oggi ho perso 10 anni di vita….

  • 19 Maggio 2019 in 18:47
    Permalink

    Dove siete Davide, Benni, Jdm & c. (Vele purtroppo non si stacca, al ga miga reputasiò)
    Oche morte, siv restè sensa fiè?
    Non è caccia all’uomo ma è caccia ai cornaciò.
    Sono anni che fracassate le balle coi vostri pianti a becco aperto

  • 19 Maggio 2019 in 19:01
    Permalink

    E alla fine tutti vissero felici e contenti. Dopo Frosinone e Chievo non ci credevo più.
    Il campionato da tragedia diventa commedia (per la cronaca la prima comincia bene e finisce male, la seconda comincia male e finisce bene).
    Come promesso ho tifato per 95 minuti e sono contento. Dopo il 3-1 dell’Empoli mi sono detto”ci vuole un mezzo miracolo”.
    Salvi grazie a una punizione di Scozzarella, deviata da Ceravolo sulla schiena di un difensore. Si commenta da sè. Ma va bene così.
    Oggi non scrivo niente altro, ci sarà tempo nei prossimi giorni di fare le dovute considerazioni.

    W il Parma.

  • 19 Maggio 2019 in 19:09
    Permalink

    Finalmente è finito un campionato anomalo come spesso accade quando è protagonista il Parma. Basta vedere il Lecce quest’anno in Serie B placidamente promosso con 66 punti (anche se con qualche partita in meno) mentre noi l’anno scorso con 72 siamo incappati in una girandola di emozioni con il Frosinone parimenti a 72 e il Palermo a 71.

    Quest’anno, a parte i problemi TECNICI della rosa per fortuna evidenziati dal girone di ritorno, la storia si è ripetuta.
    In modo anomalo Empoli e Bologna hanno avuto nelle ultime settimane una marcia trionfale da Champions statisticamente improbabile ma così è stato altrimenti il Parma, con le medie salvezze degli anni scorsi, sarebbe stato salvo almeno 3 settimane fa.

    Ho assistito attonito a “tifosi” che facevano la gara a sbeffeggiare la propria squadra su queste pagine virtuali, dove, come negli altri ambiti della vita sociale, abbondano gli esperti tuttologi, non solo DS e allenatori, ma anche virologi se si pone il problema dell’obbligatorietà delle vaccinazioni, tutti con la seconda laurea di ingegneria se crolla un ponte.

    Tra l’altro una società che negli ultimi 4 anni ha raggiunto tutti gli obiettivi che si era posta; da matricola è a 2 punti dal 10° posto, in un campionato dove squadre come FIORENTINA e GENOA, con fatturati ed esperienza non paragonabili ai nostri, sono ancora lì a chiedersi come finire questo incubo.

    Leggo di una gran voglia di rivoluzione e tabula rasa (ma con i soldi degli altri possibilmente), senza nessun rispetto per chi ha lavorato in questo anno e nei precedenti. Io oggi ho visto D’aversa uscire dal campo piangendo e asciugando le lacrime al figlio che lo abbracciava. D’Aversa ha sbagliato tante cose, soprattutto a mio parere nel costringere la squadra ad aspettare sempre, ad avere percentuali di possesso palla ridicoli non solo contro Juve, Napoli e Inter, ma anche in casa con la Spal o a Frosinone. Anche lui si è cullato nei troppi elogi dell’inizio, è stato vittima dell’inesperienza, ma non merita, come nessun altro nella società, tutte quelle inspiegabili offese, di cui mi vergogno come tifoso da 40 anni (cit. jdm).

    Ha ragione il Direttore, probabilmente ci aspetteranno altri campionati di sofferenza, perchè non siamo più nell’olimpo delle 7 sorelle degli anni 90, ma semplicemente nel mucchio dei disperati.

    Quanto prima capiremo questa realtà e dimenticheremo il nostro pedigree, tanto prima costruiremo un ambiente più fecondo.

    • 19 Maggio 2019 in 19:15
      Permalink

      Commento perfetto.

    • 19 Maggio 2019 in 20:46
      Permalink

      Concordo su tutto e sarei stato anche meno diplomatico…
      P. S. Il Lecce ha giocato 36 partite noi 42…

  • 19 Maggio 2019 in 19:19
    Permalink

    Guarda che in serie B quest’anno c’erano meno partite……

  • 19 Maggio 2019 in 19:21
    Permalink

    Dimenticavo Gaio…

    • 19 Maggio 2019 in 21:08
      Permalink

      Allora stai più attento.

  • 19 Maggio 2019 in 19:32
    Permalink

    Grazie ragazzi, grazie mister e grazie direttore: una salvezza bella, sofferta e per niente scontata. A inizio anno le agenzie di scommesse ci davano come i principali favoriti per la retrocessione. Oggi siamo salvi, al termine di un’annata segnata dagli infortuni e in cui nessuno ci ha regalato niente. Grazie soprattutto alla società: quattro anni fa il calcio a Parma era morto e oggi festeggiamo la permanenza in serie A, dopo tre promozioni di fila. Grazie anche a chi è sempre stato a fianco della squadra e ci ha sempre creduto. Grazie anche a criticoni, gufi e professoroni, perché portate bene: sono quattro anni che scrivete commenti disfattisti e spesso offensivi… sono quattro anni che a fine stagione godiamo!
    FORZA PARMA SEMPRE E BUONI FESTEGGIAMENTI A TUTTI! COME NOI NESSUNO MAI.

  • 19 Maggio 2019 in 20:01
    Permalink

    Dimenticavo anche Luca tra i nador

  • 19 Maggio 2019 in 20:11
    Permalink

    contento per la sAlvezzA rAggiuntA.

    resto con i piedi per terra, perchè oggi era un’attimo un risultato opposto, l’empoli ha stravinto, la fiorentina ci ha creato alcune periocoli e non è stata fortunata, e a noi va bene così anche vincere con un autogol..

    godiamo questo traguardo raggiunto,
    poi penseremo a come migliorare le lacune viste quest’anno.

    resteremo sempre una squadra che ogni anno avrà come obiettivo primario la salvezza (e ci sarà da soffrire per ottenerla), ma arrivarci magari con qualche giornata d’anticipo, con bei fraseggi e bel gioco, con un’andamento più lineare tra andata e ritorno, con meno infortuni, con qualche giovane da lanciare e valorizzare permettendoci l’autosostentamento.
    questi saranno i nostri prossimi traguardi.
    per migliorare e crescere.

    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI