IL COLUMNIST di Luca Russo / MARIO BALOTELLI, SUGGESTIONE ESTIVA, O PIETRA MILIARE DEL PROGRAMMA TRIENNALE DEL PARMA?

balotelli gazz sport

il columnist luca russo(Luca Russo) – Mario Balotelli al Parma? Suggestione estiva o possibile regalo che può arrivarci in dono dall’imminente sessione di calciomercato? Lo scopriremo solo alla fine delle trattative e delle operazioni di compravendita. Intanto se ne parla. O meglio ne parla La Gazzetta dello Sport in un articolo apparso questa mattina, martedì 18 Giugno 2019, sulle pagine del sito internet della Rosea. Al momento i contorni della situazione sono i seguenti: SuperMario è in scadenza di contratto con l’Olympique Marsiglia, per cui essendo prossimo allo svincolarsi dalla società francese, può arrivare a parametro zero, il che costituisce un indubbio vantaggio per i club che manifestassero l’intenzione e l’ambizione di assicurarsene le prestazioni; l’unico freno ai desideri delle pretendenti potrebbe essere rappresentato dall’ingaggio richiesto dall’ex centravanti di Inter e Milan, ovvero 4 milioni, al balotelli bodoni 01 06 2019netto dell’eventuale commissione da corrispondere a Mino Raiola, suo agente. Una cifra da top player, indubbiamente alta e che in linea teorica dovrebbe scremare, e sensibilmente, la lista di potenziali aspiranti al talento dell’attaccante nato a Palermo e cresciuto a Brescia. Il Parma, secondo quanto riportato da Gazzetta.it, pare ci stia pensando. Il calciatore, di recente, come documentato in esclusiva da StadioTardini.it, è stato ospite al Bodoni – su invito della Fondazione Pizzarotti – e dinnanzi a quella platea disse che Parma sarebbe un onore. Del resto, i buoni rapporti tra Faggiano e Raiola dovrebbero se non favorire il buon esito dell’operazione, quantomeno permettere al club Crociato e all’entourage del giocatore di sedersi a un tavolo e balotelli fuoriseriediscutere di un suo possibile trasferimento all’ombra del Battistero. Poi che dal ragionare davanti a un caffè – o a una birra visto il rapido incedere della bella stagione – si passi velocemente alle firme, ce ne passa, ovviamente: le vie del calciomercato sono infinite e quasi mai prive di traffico, rallentamenti, ostacoli o deviazioni repentine. Quindi, certi spifferi vanno comunque presi con le dovute pinze. Anche perché il caldo fa male… Per quanto mi riguarda, però, a livello di opinione, l’arrivo di Balotelli alla nostra corte una sua logica potrebbe anche avercela. Anzi, eccome se ce l’ha! Storicamente Parma è una piazza che offre delle seconde possibilità, seconde vite calcistiche e in assoluto è conosciuta per la sua capacità di rigenerare calciatori che altrove si sono un po’ persi: Domenico Morfeo si è imposto a Bergamo, poi si è smarrito nel lungo girovagare tra Firenze, morfeo-domenico.jpgCagliari, Verona e Milano, infine si è ritrovato a Parma, a suon di assist, gol ed esultanze memorabili (tipo quella al Granillo di Reggio Calabria nell’anno della salvezza conquistata dopo lo spareggio col Bologna, di cui proprio oggi ricorre l’anniversario); Giovinco, dopo due stagioni deludenti alla Juventus, è rinato a Parma prima di far ritorno tra le fila dei bianconeri e impreziosire la sua bacheca con qualche scudetto; il talento di Cassano è fiorito al Bari, è cresciuto alla Roma, è appassito al Real Madrid, si è rinvigorito alla Sampdoria, si è afflosciato nuovamente al Milan e all’Inter, poi è arrivato al Parma e anche FantAntonio qua da noi ha conosciuto una seconda giovinezza. Insomma, se è vero che Balotelli, per le sue doti tecniche e fisiche (un po’ meno per quelle comportamentali), converrebbe al Parma che punta al consolidamento nella massima serie, è altrettanto vero che anche Parma – piazza nella quale si può lavorare con una certa tranquillità e sicuramente senza le pressioni tipiche di altre realtà – converrebbe a Balotelli che vuole riconquistare la fiducia di Roberto Mancini, riprendersi il posto in Nazionale e guadagnarsi la convocazione all’Europeo itinerante del prossimo anno. Quando la convenienza è reciproca, le parti in gioco si vengono incontro, le pretese si smussano e in porto in un modo o nell’altro ci si arriva. Di certo c’è che l’attuale proprietà ha i mezzi economici per intavolare e sostenere un affare di tali proporzioni, al di là come noi nessuno mai foto di chiara bergamaschidelle infondate accuse di piocioneria che le vengono rivolte un giorno sì e l’altro pure da chi non si è ancora accorto dei milioni e milioni (veri e non fasulli) bruciati sull’altare della mission “Come noi nessuno mai”. Non saremmo di fronte al cosiddetto passo più lungo della gamba, perché le gambe di cui disponiamo, contrariamente a ciò che in tanti immotivatamente credono, ci potrebbero consentire (almeno in qualche individualità che però, sinora, con la scusa di non essere un “imprenditore calcistico”, tipo Amadei che passa senza remore dal Modena alla Reggiana, si è nascosta nel condominio, dividendo per sette o giù di lì quanto invece spenderebbe se fosse single) anche passi (ben ragionati) di questo tipo. C’è forse il rischio della ghirardata o leonardata, cioè di un’operazione fatta per non sembrare inferiori al sempre rimpianto Tanzi? L’attuale società non ha certo da ingraziarsi la piazza, sebbene qualche unità sia delusa cragnotti-tanzi.jpgmario balotelli parmadalle peripezie finali dell’ultima stagione, ma costoro che si lamentano del brodo grasso mica hanno capito che la trascorsa è stata una stagione da baciarsi i gomiti, ché il duro pane della salvezza mica lo abbiamo masticato… Comunque mi sembrerebbe eccessivo spendere 4 milioni di euro solo per riconquistare la benevolenza di uno sparuto gruppo di tifosi (che già definirli tali mi pare poco corretto… Ci potrebbero essere mille altre modi, e decisamente meno esosi, per ricucire il rapporto con chi si è posto ai confini della comunità Crociata con giudizi e critiche sovente inaccettabili. Quindi, per me, se il Parma dovesse prendere Balotelli, lo farebbe esclusivamente per dare una continuità ragionata al proprio progetto sportivo avviato appena 4 anni fa e rilanciato poche settimane fa con un ulteriore progetto triennale che si basa sui rinnovi, magari non so quanto popolari, di Faggiano e D’Aversa. Insomma, secondo me i 7 vogliono fare sul serio, e sempre sul serio qui han fatto.  Luca Russo

21 pensieri riguardo “IL COLUMNIST di Luca Russo / MARIO BALOTELLI, SUGGESTIONE ESTIVA, O PIETRA MILIARE DEL PROGRAMMA TRIENNALE DEL PARMA?

  • 18 Giugno 2019 in 16:07
    Permalink

    Non vogliamo Balotelli. Meglio Ceravolo, Baraye e Nocciolini che lottano di più e giocano per la squadra. Discorso che sta andando in onda nei bar del Castelletto/Inzani.

  • 18 Giugno 2019 in 16:11
    Permalink

    Ho letto di questo interessamento del parma e della situazione del giocatore ben descritta nell’articolo.. sono sincero, al di là dell’aspetto economico non saprei dire se lo prenderei, tanti pro e contro, difficile esporsi anche perchè non è possibile ipotizzare quelle che potrebbero essere le alternative. Di sicuro col mancato riscatto di inglese serve una punta forte

    • 18 Giugno 2019 in 16:59
      Permalink

      Questo Parma, la struttura dirigenziale che ne è a capo e lo staff tecnico sarebbero in grado di mettere in riga Balotelli da un punto di vista comportamentale. Quando sul finire della passata stagione siamo stati in cattive acque, lo spogliatoio non si è mai spaccato e da parte societaria non è mai venuta fuori una dichiarazione che potesse destabilizzare l’ambiente. In termini di stile e capacità di governo, l’attuale proprietà, a mio avviso, è già da Champions League.

      • 18 Giugno 2019 in 17:41
        Permalink

        Proprio perchè sembra essere un gruppo serio c’è da pensarci ancor piu attentamente..
        Altro spunto di riflessione che prescinde dal discorso comportamentale: ha senso mettere nello spogliatoio un giocatore che prende 4 quando gli altri guadagnano molto meno?

  • 18 Giugno 2019 in 16:38
    Permalink

    io dico solo che baciarci i gomiti non basterebbe. Ci sarebbe da baciare i gomiti di qualche industrialone dell’UPI (che notoriamente avendo le braccia corte non hanno i gomiti avendo la mano direttamente attaccata all’omero). Avendo avuto Ceravolo & C. se mai fosse possibile vedere un giocatore di questa caratura tecnica e soprattutto fisica sarebbe una cosa meravigliosa.

  • 18 Giugno 2019 in 16:49
    Permalink

    Meglio Petagna…. no balotelli

  • 18 Giugno 2019 in 16:54
    Permalink

    L’anno scorso girava la storia di MATRI.

    Quest’anno BALLOTTELLI……..mo basta….

    Restiamo nella nostra dimensione: CERAVOLO e VACCA.

  • 18 Giugno 2019 in 17:37
    Permalink

    Di fatti giocatori da B/C come tanti tifosi che preferiscono giocate sopraffine di Ceravolo o Di Gaudio .
    Per fortuna dopo un grazie sentito non torneranno perché o torniamo in B con certi giocatori oppure Balo o non Balo ci vogliono giocatori che facciamo la differenza, e se viene con la giusta rabbia, perché no?

  • 18 Giugno 2019 in 17:45
    Permalink

    Balotelli esterno o Balotelli sostituto di Inglese?

    • 18 Giugno 2019 in 22:10
      Permalink

      Già corre poco da punta..

  • 18 Giugno 2019 in 18:00
    Permalink

    Balotelli tutta la vita

  • 18 Giugno 2019 in 18:22
    Permalink

    ” Per quanto mi riguarda, però, a livello di opinione, l’arrivo di Balotelli alla nostra corte una sua logica potrebbe anche avercela. Anzi, eccome se ce l’ha! Storicamente Parma è una piazza che offre delle seconde possibilità, seconde vite calcistiche e in assoluto è conosciuta per la sua capacità di rigenerare calciatori che altrove si sono un po’ persi:”
    Bravo Luca Russo ….
    Dico Io possiamo sognare ….
    Straje’

  • 18 Giugno 2019 in 18:55
    Permalink

    Iniziare il calciomercato con Balotelli sarebbe eccelso. Lui ha bisogno di sentirsi importante per rendere al meglio. Personalmente non credo sia fattibile, perché con gli 8 milioni lordi dell’ingaggio più le commissioni si arriverebbe quasi alla cifra investita lo scorso anno. Se poi contiamo che servono almeno 5 innesti dal rendimento garantito, la vedo difficile. Il grande problema attuale sono i tanti calciatori da piazzare e sinceramente non capisco perché si punti ancora gente come Kanoute, che poi non giocherà mai, diventando un peso economico ulteriore e gestionale. Queste sono le tipiche operazioni alla Leonardi. Piazziamo in B ed in lega Pro gli esuberi e pensiamo alla prima squadra.

  • 18 Giugno 2019 in 20:36
    Permalink

    Il problema è solo uno.
    Balotelli è il Dottor Jekyll o Mister Hide?
    Certo se si prende BALOTELLI come Dottor Jekyll
    la serie A è in cassaforte ma se si prende BALOTELLI
    come Mister Hide presumo uno tsunami.
    Ecco perché, se si dovesse prendere BALO, il contratto
    le multe e tutto quello che concerne una testa
    calda come la sua dovranno trovare nero su bianco
    in bella evidenza.
    Bisognerà fargli un contratto particolareggiato.
    Il fatto che per 4 milioni non lo voglia nessuno
    fa molto pensare.
    Balotelli sa far gruppo?
    Sa accettare una sostituzione?
    Saprà accettare di fare la,riserva?
    Farà lo svernatore?
    Sarà uno sciupa spogliatoio?
    Certo che se Balotelli fosse il Dottor Jekyll…. BINGO.

  • 18 Giugno 2019 in 20:48
    Permalink

    Balotelli è un piantagrane, stia dov’è, divi non ne vogliamo

  • 18 Giugno 2019 in 22:18
    Permalink

    otto milioni ( perche i 4 sono netti) il parma non puo’ permetterseli. a prescindere dal giocatore. stando ai giornali il parma vorrebbe abate o laurini, masina dal watford, rog , ounas radu paloschi karamoh e altri giocatori con cui non bastano 50 milioni. qui con 4/5 per riscattare sepe e 8 balotelli tasse comprese siamo gia a meta budget e mancano 22 giocatori con 12 /13 milioni disponibili. parliamo di societa’ in vendita a chiunque voglia comprare. credo sia solo parlare per dare aria ai denti. felice di sbagliarmi pero’

  • 18 Giugno 2019 in 22:41
    Permalink

    Mi dispiace, ma io di Balotelli non mi fido più. Troppo chance bruciate dopo i continui “questa volta cambio davvero”.

  • 18 Giugno 2019 in 22:57
    Permalink

    Vero meglio Ceravolo con lui si vincono le partite

  • 18 Giugno 2019 in 23:49
    Permalink

    Chi non vuole Balotelli si merita quello del Chievo con la S , che non mi ricordo neanche il nome.

  • 19 Giugno 2019 in 06:40
    Permalink

    Il thc va preso con moderazione

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI