LA RIFORMA DELLA RESPONSABILITA’ OGGETTIVA E DELL’AFFLITTIVITA’ DELLA SANZIONE SECONDO IL NUOVO CODICE DI GIUSTIZIA SPORTIVA, nota divulgativa dell’avvocato Paolo Malvisi

slide paolo malvisiPaolo Malvisi (*) – Con la pubblicazione del Comunicato Ufficiale n. 139A è entrato in vigore il nuovo Codice di Giustizia FIGC, già approvato dal Consiglio Federale nella riunione del 30 maggio scorso e ratificato dalla Giunta del CONI nella riunione dell’11 Giugno 2019.
Il nuovo Codice di giustizia sportiva disciplina le fattispecie dei comportamenti rilevanti sul piano disciplinare e regola l’ordinamento processuale sportivo nonché lo svolgimento dei procedimenti innanzi agli organi del sistema della giustizia sportiva della FIGC e si applica alle società, ai dirigenti, agli atleti, ai tecnici, agli ufficiali di gara e ad ogni altro soggetto che svolga attività di carattere agonistico, tecnico, organizzativo, decisionale o comunque rilevante per l’ordinamento
federale.

Il Codice si applica, inoltre, ai soci e non soci cui è riconducibile, direttamente o indirettamente, il controllo delle società, alle persone comunque addette a servizi delle società stesse e a coloro che svolgono qualsiasi attività all’interno o nell’interesse di una società o comunque rilevanti per l’ordinamento federale. Per tutto quanto non previsto dal Codice, si applicano le disposizioni del Codice CONI.

In particolare, due sono le riforme fondamentali adottate.

Intanto la riforma del principio della c.d. “responsabilità oggettiva”. Gli addetti ai lavori hanno spesso ribadito il tema della rigidità del diritto sportivo che, in modo singolare rispetto a tutti gli altri settori della giustizia, puniva anche chi non aveva alcuna colpa per una determinata fattispecie, non consentendo in alcun modo di evitare la responsabilità per illeciti commessi da terzi sui quali non aveva alcun controllo; si è così attenuata, alleggerendola, la posizione di quelle società che effettivamente si attivano, anche senza successo, per evitare che i propri tifosi commettano degli illeciti dei quali la società stessa è chiamata a rispondere proprio in virtù del meccanismo della
responsabilità oggettiva; modifica del codice che premia le società che dimostrino di essersi dotate di un modello organizzativo idoneo ed efficiente. Si riallinea, pertanto, il codice di giustizia sportiva con quello civile che, nei casi di responsabilità per fatto altrui, prevede un’inversione dell’onere della prova, magari severo e restrittivo, ma comunque che consenta di premiare gli sforzi di chi agisce per evitare l’illecito altrui, evitandogli di sottostare ad eventuali “ricatti” da parte della propria tifoseria.

Altro tema di rilievo affrontato nel Nuovo Codice è quello relativo al principio di c.d. “afflittività della sanzione” che tanto ha fatto discutere in relazione ai casi di Cesena, Parma e Chievo, alla luce della circostanza che, in relazione al problema della stagione in cui doveva essere scontata la relativa sanzione, i giudici avevano risposto con soluzioni diametralmente opposte mostrando che la relativa norma si prestava ad una “discrezionalità” che sfociava nell’arbitrarietà e quindi nella assenza di certezza (fattispecie identiche talora sanzionate in modo diametralmente opposto).

Con il nuovo codice la FIGC ha deciso di affrontare meglio le problematiche sulla regolarità contabile e gestionale delle società, scegliendo di gestire con più attenzione e più celerità i relativi procedimenti, disponendo un rito abbreviato per quelli sorti su denuncia della COVISOC, proprio perché le irregolarità contabili sono il primo passo verso quei fallimenti noti alle cronache recenti.

Allo stesso modo dell’annunciato giro di vite per le licenze nazionali sono le sanzioni alle società inadempienti al pagamento degli emolumenti dei propri calciatori, con l’esclusione di chi si è reso colpevole del mancato pagamento per un periodo di due bimestri ed il divieto di tesseramento di calciatori; sempre nella stessa ottica, per evitare il trascinarsi di situazioni che a lungo andare
possono minare la regolarità dei campionati, il nuovo Codice ha diminuito il numero di rinunce a disputare la gara (passato da 4 a 2) necessarie per determinare l’esclusione di una squadra dal campionato (recente il caso del Pro Piacenza).

Sempre nell’ottica di velocizzare il procedimento dinanzi alla propria giustizia, il nuovo Codice prevede la costituzione di una Sezione speciale del Tribunale Federale e della Corte Federale D’Appello per le controversie in materia di ammissione ed esclusione dalle competizioni, con i relativi procedimenti sottoposti ad un rito abbreviato da definirsi entro 30 giorni, proprio per evitare il ripetersi delle annose vicende del luglio scorso. Paolo Malvisi (*)

(*) Membro dell’AIAS, Associazione Italiana Avvocati dello Sport 

Stadio Tardini

Stadio Tardini

17 pensieri riguardo “LA RIFORMA DELLA RESPONSABILITA’ OGGETTIVA E DELL’AFFLITTIVITA’ DELLA SANZIONE SECONDO IL NUOVO CODICE DI GIUSTIZIA SPORTIVA, nota divulgativa dell’avvocato Paolo Malvisi

  • 28 Giugno 2019 in 07:01
    Permalink

    I miei più sinceri complimenti al prof. Malvisi,
    Ha uno stile originale ed entusiasmante, mai noioso e, nel leggerlo, ci si diverte imparando. Mi ha proprio colpito. Sa, in un marasma mediatico fatto di innumerevoli proposte on line, è facile dire sempre le stesse cose trite e ritrite, usare le stesse espressioni dette e ridette, ed anche le testate più seguite, a ben guardare, sono quello dove il lavoro di approfondimento lascia spesso il tempo che trova, a vantaggio di un cumulo di informazioni trangugiate e mal presentate. Il Nostro Malvisi, va invece con coraggio in un’altra direzione, e questo sentiero alternativo cattura, anche per la delicatezza, con il quale viene tracciato.

    • 28 Giugno 2019 in 22:01
      Permalink

      http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gifè facile dire sempre le stesse cose trite e ritrite, usare le stesse espressioni dette e ridette ”
      E anche Click Bait e Click Bit …. Trolling ….Fake Negative News ….che fa paura ai Tifosi ,,,, ecc. ecc.
      Straje’

  • 28 Giugno 2019 in 08:02
    Permalink

    Aspettiamo il commento di Anna Farnerani…

  • 28 Giugno 2019 in 09:30
    Permalink

    illeciti dei tifosi ok, e quelli dei tesserati?

  • 28 Giugno 2019 in 20:21
    Permalink

    Inutile che vi agitiate, Anna è la meglio di tutti. Top. Non so chi sia ma è geniale. Lei e Boni sono meglio di voi caragnoni vari. Me compreso naturalmente.

  • 29 Giugno 2019 in 10:23
    Permalink

    Grazie della spiegazione. Mi sembrano delle modifiche migliorative http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

  • 30 Giugno 2019 in 03:19
    Permalink

    Intanto Caputo è andato al Sassuolo

  • 30 Giugno 2019 in 10:31
    Permalink

    Faggiano in un mese e mezzo non ha ancora chiuso un’operazione che sia una a parte quel ridicolo giochino con l’Inter Brazao Adorante. Non ha chiuso un acquisto tutti pocci poi finiti nel nulla e non ha ancora chiuso una cessione e ad oggi andiamo in ritiro come temevo senza squadra e con ancora i soliti noti Ceravolo Dezi Machin etc.. Alla fine Balotelli non arriverà come Caputo due anni fa e si troverà il 30 agosto a prender un ripiego come era stato Ceravolo mentre i vari Genoa, Sassuolo hanno preso i vari obiettivi. Faggiano è come un mio amico che ci provava con 100 fighe perché diceva che così aveva più scelta fino all’ultimo poi non concludeva mai e andava avanti a docce fredde.

    • 30 Giugno 2019 in 13:06
      Permalink

      Avessi scritto io quegli insulti su Faggiano
      scritti da Davide sarei stato addirittura denunciato
      altro che cestinato.
      Scommetto che se scrivesse chiunque
      ( non io ovviamente) una bestemmia
      sarebbe pubblicata.
      Basta dirlo che che vi sto sulle palle e me ne vado.
      Ditelo una buona volta.

      • 30 Giugno 2019 in 15:04
        Permalink

        🤙

    • 30 Giugno 2019 in 18:02
      Permalink

      Credo…in la liberta di expresión..pero Davide..
      pero questo post é troppo… Big Dani ha fatto tutto che poteva fare con tutti I problemi che abbiamo avuto..che noi conosciamo…Espero con tutto il respeto una clarificazione de tu parte…
      Cordialmente
      Strajé …

  • 30 Giugno 2019 in 10:55
    Permalink

    Ah se fossi tu DS del Parma 1913!
    Glielo faresti vedere a quell’inconcludente di Fasà.
    Che media hai con le fighe?
    Mandrillo!

  • 1 Luglio 2019 in 08:39
    Permalink

    Oggi inizia il calciomercato
    Per l’8 Luglio quanti calciatori avrà d’Aversa che poi giocheranno titolari (o riserve) nel prossimo campionato?

  • 3 Luglio 2019 in 21:21
    Permalink

    San Faggiano si gioca la sua credibilità
    sul centravanti.
    In questo frangente si vedra’ lo spessore
    tecnico di quest DIRETTORE SPORTIVO
    Io ho fiducia lui
    MASSIMA FIDUCIA.
    So che non si accontenterà del
    solito Stephinsky da 4 gol astagione
    ma ci porterà qualcosa
    di succolento che possa farci sognare
    una salvezza non tribolata.
    Scamorze, vecchie glorie scarti di società
    svernatori scommesse eclatanti
    e affini so che non li porterà.
    So anche che non aspetterà l’ultimo
    minuto dell’ultimo giorno di mercato
    per acquistare un signor centravanti.
    Sa che tirando troppo la corda, si
    rischia di prenderla….dove non
    batte il sole…
    Quindi fiducia nel SANTO VIVENTE

  • 3 Luglio 2019 in 21:47
    Permalink

    Vele, ti passo un segreto: Davide è un agente dell’UPI! Un doppiogiochista che agisce per indurre la gente a pensare il contrario di ciò che sembrerebbe essere il senso col quale il dottorino scrive, insomma, un uomo immagine in testacoda degli industriali. Non si spiegherebbe in altro modo questa plateale sfacciataggine a colpi di sciabola (rusnida).
    Forse lo pagano proprio in tomacche e cachet (nel senso di pillole), in asfalto, mattoni ed appendici aerodinamiche…
    Dovrebbe però essere più efficace cambiando qualche volta il disco o, per essere moderni fino a des an fa, la chiavetta USB

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI