CATTIVO CITTADINO di Gianni Barone / IL PARMA FUGGE DA BALOTELLI E CERCA INGLESE. MA GERVINHO DA CHE PARTE STA?

gianni barone(Gianni Barone) – “Chi parte sa da che cosa fugge, ma non sa che cosa cerca”, frase-motto di Montaigne resa famosa da Lello Sodano alias Lello Arena, nel film “Ricomincio da tre” di Troisi, non si addice certo al PARMA, che parte per il ritiro pre campionato, ma non fugge da niente, almeno apparentemente, se non dall’idea di aver abbandonato il sogno (per molti), incubo (per pochi me compreso), di Balotelli, ma sa che cosa cerca, per lo meno per l’attacco, cioè ciò che aveva, Inglese, e non del tutto Gervinho, più che mai attratto, lui e la società, dalle sirene turche. Se in un primo momento, si pensava ad un sacrificio di Gervinho, per arrivare a BALOTELLI, e al suo proibitivo e smisurato ingaggio, ora la questione sembra aver mutato i suoi contorni: il PARMA in attacco, se va in porto la trattativa Karamoh dall’ Inter, delle cui doti occorre fidarsi degli esperti, visto che nessuno lo ha mai visto giocare, l’unico obiettivo rimane proprio Inglese, che nessuno sembra volere, alle condizioni economiche poste dal Napoli, detentore del suo cartellino, tranne il PARMA, appunto. E la cosa repubblica karamohstupisce molto: non il fatto che lo rivoglia il PARMA, ma che nessuno sia disposto ad investire su un giocatore, utile come non mai, come Inglese: lo sappiamo che il mercato, non sempre rispecchia i reali valori, ma lasciarsi attrarre sempre e solo dai giocatori bravi tecnicamente e basta come Balotelli o Kean, tanto per citare esempi più vicini, e lasciarsi sfuggire giocatori anche utili, oltre che umili, è diventato un esercizio molto comune agli operatori di mercato. I tifosi, poi, inseguono il nome e si lasciano un po’ abbagliare dalle locandine e dai titoli di giornale e di web, mentre per la costruzione e il relativo equilibrio di una squadra, molto spesso serve la concretezza che certi giocatori alla Inglese (sotto ogni senso), posso tranquillamente garantire. Però se per arrivare al già stracitato ex centravanti  della scorsa stagione, occorre prikuco inglese gervinho parma genoavarsi di Gervinho, altro elemento utile alla causa, fatti alla mano, ecco che qualche perplessità potrebbe anche sorgere visto le incognite doti dell’eventuale sostituto dell’ivoriano, vale a dire Karamoh, peraltro ancora indeciso sul suo futuro lontano dall’Inter. Nel frattempo, come già detto, il PARMA parte per il ritiro, con la rosa ancora largamente incompleta anche negli altri reparti, il mercato è lungo si dice, quindi occorre ancora pazientare per conoscere il vero volto della squadra: vi sono alcune trattative che si stanno per concludere, dopo gli annunci ufficiali, ma mentre andiamo in macchina (non in auto, ma mentre pubblichiamo) non è stata ancora resa nota la lista dei convocati per il ritiro. La qual cosa non stupisce nessuno e nemmeno allarma, però come al solito rallenta il lavoro per tutti, noi compresi, e il ragionare su un qualcosa che verrà, e ancora non c’è, anche in termini di giudizsimone iacoponi pinzoloi e critiche (nell’accezione benevola del termine), risulta, oltre che difficoltoso ed improbo, pure aleatorio. Accontentiamoci dei sicuri Adorante e Demarku, e dei possibili LAURINI e PEZZELLA, che sistemerebbero le corsie laterali lasciando agli ormai fedelissimi e collaudati IACOPONI e GAGLIOLO la possibilità di essere schierati al centro in tandem con il totem ALVES, chiudendo il discorso potenziamento difesa. Poi dopo la quasi certa conferma di Sepe, il discorso portiere si allarga alla possibile partenza di Frattali, con il necessario ricorso all’acquisto di un dodicesimo di garanzia; per il centrocampo, data per certa l’acquisizione di Grassi, i rebus e le incognite sono tante tutte legate alle eventuali cessioni dei vari Stulac, Scozzarella, Dezi, Scavone, date da tutti per certe, con il ricorso all’acquisto di elementi, che al momorosky faggianomento non sono noti a nessuno. Per l’attacco si è detto, dando per scontato anche in questo caso le partenze di Sprocati e Siligardi oltre che di Ceravolo che tutti vogliono, ma che, al momento, nessuno si prende (come certe nubili), ci troviamo nella condizione che i giocatori presenti in ritiro certi di essere nella rosa del prossimo torneo, siano, sì e no,0 una decina. Quindi si parte fuggendo dalle situazione beffarde dell’inizio mercato (Buffon, Balotelli, Ounas, Rog), e si sa che cosa si cerca, ma non sempre chi di preciso, nella speranza che arrivi l’intuizione giusta come nella passata stagione la si era avuta con l’acquisto di Gervinho.  Questa la situazione in una sorta carrellata alla Morosky (ci scusiamo con il buon Mauro per avergli rubato, per una volta, un po’ il mestiere), che spero sia stata gradita un po’ da tutti, direzione del sito compresa, e che accompagni l’inizio, nuovo, di questo capitolo in seria d'aversa abruzzese dell'annoA, lo ribadiamo, finalmente non più da neopromossi. E in attesa delle prime parole di D’Aversa – già incoronato miglior sportivo abruzzese dell’anno – auspichiamo concretezza sotto ogni aspetto, lontani dalle sirene di ieri e di oggi, e sempre più vicini ai discorsi di utilità calcistica di cui sopra. Sempre nel rispetto di tutti, ma soprattutto delle parti e dei ruoli, con possibilità  di dare a tutti la libertà di esprimersi secondo le proprie inclinazioni e la propria indole. Sappiamo che le aspettative dei tifosi sono sempre tante, e che qualcuno già mugugna per un mercato che all’apparenza sembra non essere sfavillante: la squadra, lo sappiamo, non va ricostruita, ma completata, e i prezzi di alcuni elementi, con i relativi ingaggi, in alcuni casi, fuori portata, ma anche non proporzionati al reale valore tecnico, quindi occorre pazientare, e talvolta accontentarsi di quel poco che potrebbe anlello-arena-in-una-scena-di-ricomincio-da-tre-4214che diventare molto, tutti se lo augurano. Interessante sarà anche il precampionato, con la coda del ritiro in AUSTRIA, e con le amichevoli internazionali che fanno sempre bene allo sviluppo della preparazione in vista del campionato. Si parte senza fuggire da niente e cercando la dignità e l’orgoglio per non sfigurare. Lo so: qualcuno obietterà, che si poteva e si doveva far meglio, che si doveva fare come tale squadra o come la tal altra, l’esercito degli scontenti e sempre ben equipaggiato per sferrare il proprio attacco a chi di dovere, noi compresi. I nostalgici di Balotelli sperano in Kean, altro sogno proibito, sotto ogni aspetto, mentre i LELLO SODANO o Montaigne che dir si voglia, di turno sono sempre pronti con i loro motti, a sostenere tesi ed illusioni, sparando cazzate… Gianni Barone

Gianni Barone

Gianni Barone, al secolo Giovanni Battista, nasce a Casale Monferrato (Alessandria) nel 1958 e si trasferisce a Parma nei primi anni 60. Qui matura la sua grande passione per il calcio, prima in qualità di calciatore dilettante fino alla Prima Categoria e poi, di allenatore, direttore sportivo, radio-telecronista, conduttore e opinionista di talk show sportivi. Giornalista pubblicista dal 1990, inizia con Radio Emilia nel 1983, prosegue con Onda Emilia (dal 19849 e Radio Elle (dal 1990). In Tv cura i collegamenti da Parma per "Il Pallone nel 7" (1991-92) di Rete 7 (BO) e collabora con la redazione di Retemilia. Negli anni Novanta effettua telecronache e servizi per il TG sulla squadra Crociata per Teleducato. Dal 2002 al 2008 produce servizi dal Tardini per Telenova di Milano all’interno della trasmissione "Novastadio". Nel 2009 commenta per La7 digitale terrestre e per Dahlia Tv, le partite del Parma Calcio in Serie B. L’attività di telecronista, conduttore e opinionista lo vede nel tempo collaborare anche con San Marino Tv e 7 Gold. Dal 2016 è titolare della rubrica «Cattivo Cittadino» sul quotidiano on line Stadiotardini.It, di cui è vicedirettore esecutivo. Attualmente, per il service Edirinnova, commenta le partite di serie D del Lentigione trasmesse da Telereggio ed è frequentemente ospite di Bar Sport su 12 Tv Parma. Allenatore UEFA B, istruttore qualificato Scuola Calcio, è stato direttore sportivo di settore giovanile alla Langhiranese Val Parma dal 2010 al 2013, e al Juventus Club Parma dal 2014 al 2015. E' autore del libro «Il metodista (Storia della tattica calcistica) edito da Edizioni Progetto Cultura, Collana Sempre Sport (Anno 2006).

12 pensieri riguardo “CATTIVO CITTADINO di Gianni Barone / IL PARMA FUGGE DA BALOTELLI E CERCA INGLESE. MA GERVINHO DA CHE PARTE STA?

  • 8 Luglio 2019 in 13:55
    Permalink

    Ma Faggiano in questi 40 giorni a parte farsi fregare Pinamonti, Caputo, Ounas, Rog, Iturbe cosa ha fatto a parte riprendere due che non voleva nessuno come Sepe e Grassi?

    • 8 Luglio 2019 in 14:41
      Permalink

      Ma che cazzo dici??? Fregato ounas rog iturbe😂😂😂😂, chi è che non voleva sepe e grassi……forse solo ti

  • 8 Luglio 2019 in 15:14
    Permalink

    Ti rispondo io Gianni :

    GERVINHO sta dalla sua, PROPRIA, parte insieme al di lui procuratore…
    come la maggioR parte dei calciatori sta dalla parte DOVE CADONO I SOLDI ….

    dopo …BERGOMI, BARESI, DEL PIERO, MALDINI, COSTACURTA, TOTTI e DE ROSSI ……calciatori, uomini, capitani e BANDIERE VERE …FINO IN FONDO…

    queste ultime non volano +….ma svolazzano dove tirano i venti + generosi e remunerativi ….


    giusto così….farei la stessa cosa ….

  • 8 Luglio 2019 in 16:39
    Permalink

    tutti scrivono gagliolo centrale e ts arriva pezzella quindi sarà cosi, io preferirei gagliolo terzino e un centrale nuovo, discreto. Pezzella tra l’altro in serie a ha tutto da dimostrare
    la situazione di gervinho (e le conseguenti analisi e commenti) inizia a degenerare. Ricordiamoci bene che lo scorso anno è arrivato con l’etichetta sky di giocatore finito per i campionati competitivi e non è che sia stato accolto con particolare entusiasmo. Pur avendo saltato diverse partite per infortunio (personalmente temevo giocasse ancora meno) ha giocato bene per se e per la squadra e pure segnato gol importanti. Detto questo non è un giocatore imprescindibile, soprattutto se motivato solo dall’ingaggio

  • 8 Luglio 2019 in 17:30
    Permalink

    Concordo su Gervinho, al netto di tutto ci ha salvati lui. Prima di mollarlo urge avere sostituto ovvero seconda punta da 10 gol decisivi e coi chiari di luna che ci sono visto che facciamo fatica anche a prendere un Ciano qualsiasi che ci pensino bene prima di mollarlo anche perchè abbiam fatto 41 punti con lui e Inglese. Se si vuole milgiorare o ne prendi due migliori o ti tieni quelli e speri di fare uguale. Tutte le altre sono cannelle.

  • 8 Luglio 2019 in 17:31
    Permalink

    Pezzella mai giocato praticamente in serie A e riserva del già modesto Di Marco nell’under. Altra domanda ma come regista che si fa?

  • 8 Luglio 2019 in 18:31
    Permalink

    Lasciamo stare Balotelli, che ora è pure indagato per quella cazzata nel porto di Napoli. Chi lo voleva sapeva benissimo che il ragazzo non è assolutamente cambiato e mai cambierà.

    Per quanto riguarda Inglese e la punta generale, sbrighiamoci, che non voglio ridurmi come lo scorso agosto a fare la spesa all’ultimo.

  • 8 Luglio 2019 in 20:00
    Permalink

    Gervais l’anno scorso ha acettato uno stipendio basso per i suoi standard per due motivi, uno perché in Europa si aveva la sensazione che arrivasse da una lunga vacanza con spirito vacanziero, due sperava che andando in una squadra europea come titolare fisso potesse ambire alla coppa d’Africa.
    Ora che ha dimostrato di avere ancora la professionalità del campione ed anche i numeri altre squadre lo vogliono, se qualcuno gli offre uno stipendio molto alto chiede al Parma di pareggiarlo o di essere liberato.
    Ha ragione.

  • 9 Luglio 2019 in 07:51
    Permalink

    Daremo giudizi alla fine. Per adesso non è che sono particolarmente entusiasta, ma nemmeno mi aspettavo di vedere Messi a Parma.
    Purtroppo la maggior parte delle squadre di A ha parecchi più soldi di noi, sarà parecchio difficile mettere su una squadra competitiva.
    Ma ripeto: giudichiamo alla fine della campagna acquisti.
    E non è detto che ci si prenda… a volte ci scappano delle belle sorprese.

    • 9 Luglio 2019 in 09:44
      Permalink

      Ha parecchi più soldi di noi o fa finta di averli? Meglio farci un pensierino….

  • 9 Luglio 2019 in 11:40
    Permalink

    Sepe (colombi)
    Laurini (gazzolaAlves (iacoponi) Tonelli (bastoni) Pezzella (gagliolo)
    Grassi (J. Mauri) Rog (Abeid) Kucka (Barillà)
    Ounas (iturbe) inglese (cerri) karamoh (siligardi)

  • 9 Luglio 2019 in 20:04
    Permalink

    Nessun rimpianto per il mancato Balotelli. Intendiamoci bene, giudico il Balo potenzialmente il miglior attacante italiano del decennio. POTENZIALMENTE! I fatti, purtroppo, non lo confermano. È un casinista che avrebbe comportato grossi problemi con pochi gol,magari stupendi ma nessun apporto concreto e costante. La sua storia è questa e questa sarebbe rimasta. Dura lex sed lex

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI