SPORT SCIENCE E DEVELOPMENT INDIVIDUAL PROGRAM: LE NUOVE AREE TRASVERSALI DELLE GIOVANILI AL SERVIZIO DEGLI STAFF TECNICI (VIDEO)

GIOVANILI aree

gazzetta di parma giovanili 28 07 2019(www.parmacalcio1913.com) – La Gazzetta di Parma di Domenica 28 Luglio 2019, in un articolo di Michele Deroma dal titolo: “Giovanili, il Parma rinnova la sua organizzazione” riferisce della implementazione e creazione di nuove aree trasversali all’interno del Settore Giovanile del Parma al servizio dell’area tecnica (cioè i singoli staff dell’Agonistica e dell’Attività di base). Le novità erano state illustrate dal Direttore Sportivo della cantera Crociata Luca Piazzi in occasione della Presentazione della Stagione 2019-20 del Settore Giovanile del Parma Calcio 1913, la terza sotto la sua responsabilità.  “Siamo partiti anche in questo terzo anno con l’idea di crescere: noi pensiamo che il nostro debba essere un percorso nel quale ogni anno ci sia da migliorarsi. Abbiamo aggiunto qualche nuova area ed implementato delle altre che io ritengo ci serviranno in futuro per migliorare la gestione e lo sviluppo dei nostri giocatori. L’attenzione, in questo momento, l’abbiamo posta soprattutto sull’aspetto ambientale e sulla gestione del giocatore per cercare di formarlo nel migliore dei modi. Negli anni scorsi avevamo puntato molto sulla metodologia, e direi che ora su questo siamo a buon punto perché ci abbiamo lavorato tanto, mentre ora, la nostra area di miglioramento verte nel riuscire a far identificare i ragazzi nel nostro progetto, farli crescere dal punto di vista psicologico, creando delle squadre di giocatori dominanti.”

Tra le nuove create c’è l’ “Area Sport Science”, affidata a Domenico Gualtieri.

piazzi gualtieri presentazione“Ho lavorato al Settore Giovanile del Milan per 14 anni, portando avanti, nel frattempo, anche altri tipi di attività: ho insegnato all’Università Statale di Milano, nella facoltà di Scienze Motorie, e questo mi ha portato nel tempo a cambiare approccio ed idee sul modo di fare formazione ai giovani calciatori. Cercheremo di portare avanti questo progetto di Sviluppo del Settore Giovanile: io tenterò di dare il mio contributo. C’è l’idea, ad esempio, di sviluppare l’area di video.analisi e un’altra di nutrizione sul Settore Giovanile, in collaborazione con la Prima Squadra. C’è una idea, in generale, di tentare un approccio anche scientifico, come fonte di informazioni. Il calcio, sicuramente, non è una scienza esatta e questo lo sappiamo tutti: di scientifico, però, si può portare l’approccio, cioè un modo di osservare le cose, di ricercare informazioni che poi debbono essere interpretate all’interno di un contesto situazionale che di fatto le cambia costantemente, per cui non avremo mai risposte definitive su niente, ma attraverso questo approccio di tipo scientifico, cerchiamo di avere informazioni”.
“Io penso che Domenico Gualtieri – ha specificato Luca Piazzisia soprattutto un collante tra le varie aree: è una persona che ha una grande esperienza e grandi conoscenze per cui può aiutarci a mettere in connessione tutte quante le aree della nostra area tecnica e d questo possiamo trarne veramente giovamento”.

All’interno dell’Area Psico-Pedagogica, di cui è responsabile il confermato Gianni De Nittis, si è aggiunta la figura professionale del Mental Coach, Matteo Piraccini, esclusivamente per la Primavera e l’Under 17.

Matteo Piraccini Mental Coach Parma Calcio 1913“La mia figura sarà quella di supporto per i tecnici e per gli staff del Settore Giovanile, in particolare di Primavera e Under 17: il mio lavoro sarà dietro le quinte, perché non bisogna essere troppo invadenti nei lavori degli allenatori, perché spesso si rischia di incrociare idee e pensieri, magari utilizzando male una figura come la mia. Il mio compito sarà quello di aiutare i giocatori, motivarli, seguirli dal punto di vista mentale e per fare questo utilizzerò diverse tecniche ed esercizi. Una cosa molto importante che assieme al Direttore abbiamo pensato è quella di utilizzare la mia figura anche come aiuto per le varie problematiche che possono sorgere durante la settimana, durante la partita, durante gli allenamenti: il giocatore deve avere una figura extra-allenatore per sfogarsi, per dire se c’è qualcosa che non va, o qualsiasi cosa lo possa disturbare a livello mentale e motivazionale che possa farlo rendere meno di quel che potrebbe rendere effettivamente in campo. Tre anni fa ho fatto una esperienza importante alla Lazio, dove ho affiancato il mental coach presente in quel momento durante il mio percorso accademico eseguito a Roma; successivamente, nei due anni a venire, ho deciso di staccarmi da lui e seguire un discorso personale, occupandomi di giocatori singoli, sempre di Serie A e Serie B, extra società. ho quindi improntato una cosa molto personale con giocatori singoli, per differenziare un po’ il lavoro e per capire le varie dinamiche diverse che potevano incontrarsi rispetto al seguire una squadra intera. E questo mi è servito molto per crescere e per formarmi.  Nomi? Nella passata stagione ho avito contatti importanti con Zaniolo e De Paoli in Serie A, e per la B, tre giocatori del Benevento, Ricci, Bandinelli e Bonaiuto; Salzano a Livorno, Dall’Oglio a Brescia, insomma svariate collaborazioni…”

luca piazzi settore giovanile presentazione“Noi pensiamo che un intervento individualizzato serva soprattutto in Primavera ed Under 17, per le altre aree – argomenta Piazzi –  lavoreremo per creare attenzione a queste tematiche negli allenatori, per cui sarà proprio un lavoro di formazione sui tecnici per quanto riguarda l’ambientamento e l’adattamento dal punto di vista sia scolastico che sportivo dei ragazzi da fuori sede.
Nelle due stagioni precedenti ci siamo accorti che nel prendere giocatori fuori sede serve un’attenzione particolare, anche se serve parimenti attenzione anche sui giocatori locali, perché noi pensiamo che possano essere le risorse più importanti per noi: riuscire a sviluppare giocatori locali, creando con loro dei gruppi forti, dovrebbe essere quell’imprinting che poi ci consente di lavorare bene anche per quelli che arrivano dopo da fuori; però noi sappiamo bene che un giocatore che viene selezionato ed arriva all’età di 15 anni a Parma, iniziando un percorso, può avere dei problemi di ambientamento, perché spesso cambiano tantissime cose della loro vita e non sempre riescono ad adattarsi velocemente a questo processo. Tanti giocatori si perdono se nella fase cruciale non c’è l’attenzione giusta o non c’è la capacità di farli ambientare bene per farli rendere al meglio. Nel calcio, ahimè, si è costretti a prendere delle decisioni molto presto e alle volte non hai il tempo di aspettare lo sviluppo e la crescita di un giocatore e quindi va a finire che tanti talenti si perdono in questa maniera. Noi, in questo momento, attuando un sistema di gestione loro anche fuori dalla parte di allenamento, cerchiamo di aiutarli per quanto riguarda la scuola, l’ambientamento, e tutta la loro attività extra calcistica, pensando così di favorire così contestualmente la loro crescita di giocatori. Per questo abbiamo organizzato una serie di interventi che ci consentono di migliorare questo percorso”.

nicolò balestra match analist settore giovanile parma calcio 1913Novità anche nell’Area Analisi con l’arrivo del nuovo responsabile Nicolò Balestra: “Il mio sarà un lavoro non semplice, anche se ci concentreremo, come da accordi col Direttore, soprattutto sull’Agonistica, quindi Primavera, Under 17, 16 e 15. Io fondamentalmente ho una estrazione dilettantistica; vengo dal Pallavicino, che è una realtà locale: ho fatto l’allenatore sul campo, conseguendo il patentino, ho fatto un corso a Coverciano di match-analisi, il primo, e questa, per me, è la prima chiamata importante, e spero di fare bene. Il mio obiettivo è proprio quello di essere di supporto il più possibile ai vari staff tecnici”.

Luca Piazzi e l’Area Scouting: “La nostra Area Scouting è divisa in tre settori: quello Localeche riteniamo più importante, grazie alla quale dovremmo riuscire a formare i nuclei delle nostre squadre, che poi proseguiranno il loro percorso, speriamo fino in prima squadra; all’età di 15 anni noi sappiamo che si possono inserire i primi giocatori provenienti da altre regioni d’Italia, per esempio noi quest’anno, nell’Under 15, abbiamo inserito 6 giocatori, il nostro obiettivo sarebbe inserirne meno per avere gruppi più forti sotto; però nell’Under 14 e Under 13 va fatta un’attività di scouting importante nel resto d’Italia per riuscire a capire quali giocatori portare per completare le squadre. Successivamente l’ultimo step è quello dei 16 anni, dove puoi inserire anche dei giocatori stranieri: noi quest’anno abbiamo inserito dei calciatori stranieri credo molto interessanti nell’Under 17 e in Primavera, che speriamo di vedere, nei prossimi anni, in Prima Squadra. Per far questo, dunque, oltre alla Locale, di cui è Responsabile Andrea Monica, abbiamo un’Area Scouting Nazionale, di cui è responsabile, come l’anno scorso, Alessandro Bellavista, e una Internazionale, affidata a Giuseppe Maiorana, collaboratore che aveva lavorato in precedenza assieme a me”.

gabetta area development individualIl lavoro trasversale inter-gruppo per la crescita non solo delle squadre, ma anche dei singoli calciatori trova la sua massima espressione nella neonata Area Development Individual Program la cui responsabilità è stata affidata a Claudio Gabetta, che si avvarrà della collaborazione di Francesco Ruopolo per gli attaccanti, Cornelio Donati per i Difensori e Marco Mirri per le palle inattive. Il lavoro individuale specifico non sarà dunque più solo specifico per i portieri (responsabile di Area il confermato Michele De Bernardin), ma allargato anche ad altri ruoli e specialità.
“Questi aspetti facevano già parte del nostro Programma Formativo – ha affermato Claudio Gabettada quest’anno inizieremo a svilupparli con degli allenatori specializzati e specialisti: credo che anche queste siano claudio gabetta presentazione development individualaree che vadano integrate con il lavoro della squadra: noi abbiamo un’idea diversa da quella comune, nel senso che il nostro impegno è rivolto al miglioramento individuale integrato con gli altri aspetti dell’allenamento tecnico. La nostra idea è quella di poter avere degli occhi in più e delle persone in più che curano da vicino determinati aspetti, che possono andare dall’allenamento particolare, specializzato, all’area video dove riuscire ad analizzare insieme ai ragazzi stessi determinate situazioni di gioco. In sostanza il nostro progetto si propone di portare avanti qualcosa già presente, sviluppandolo. Inizieremo con grande serenità e volontà di integrare il lavoro, partecipando alla crescita dei nostri ragazzi, perché il nostro obiettivo comune è quello di migliorarli. Nel migliorare i ragazzi, oltre l’aspetto globale, c’è anche un aspetto individuale, che di pari passo deve crescere per far sì che il nostro ragazzo continui in questa evoluzione tecnico-tattica-fisica-psicologica, un po’ di tutti gli aspetti. C’è l’attenzione della Società di sviluppare anche queste aree specifiche. Siamo contenti di provare, di iniziare un percorso, per vedere dove ci porterà, ma siamo convinti che anche questo sarà veramente formativo per i nostri ragazzi, per far sì che al di là di quello che poi potrà essere un risultato di squadra, ci siano dei risultati individuali che riportino il Parma ad avere in prima squadra tanti ragazzi formati dal proprio Settore Giovanile”.
“Questa è la mia prima esperienza –
ha ammesso Francesco Ruopolo – ringrazio il direttore per questa possibilità francesco ruopolo con gabriele majoe Michele De Bernardin che mi ha messo in contatto con lui: cercherò di portare quella che è stata la mia esperienza sul campo ai ragazzi, cercando di far capire loro determinate sfumature, che spesso nei Settori Giovanili vengono tralasciate e che si scoprono, magari, allenandosi con i più grandi, giocando contro giocatori più smaliziati: io cercherò di dare qualcosa in più sotto l’aspetto dei movimenti più utili, ma sempre inerenti lo stile di gioco della squadra. Collaborerò con la Primavera, Under 17, Under 16 e Under 15: ognuna avrà la sua caratteristica in base al tipo di gioco che l’allenatore vorrà dare, quindi dovrò cercare di essere bravo a far capire determinati movimento che possono essere più utili alla squadra per migliorarsi e poter esser già pronti, ad esempio per la Primavera, qualora ci dovesse essere una chiamata in Prima Squadra per non farsi trovare fuori luogo.”
michele de bernardini presentazione“Come area portieri – 
ha detto il responsabile Michele De Bernardin – siamo veramente contenti dei nostri successi, se così vogliamo chiamarli anche se è solo un inizio, cioè le recenti chiamate in azzurro di Edoardo Corvi e di Filippo Rinaldi, oltre alla partecipazione ai ritiri estivi della prima squadra dello stesso Corvi. La nostra area è molto coesa e, come spesso dico io, pedala forte. Da quest’anno saremo anche due in più: abbiamo integrato due figura, una per l’attività agonistica e una per l’attività di base, oltre ad altre due persone per l’Academy: abbiamo cercato di integrare per creare un gruppo ancora più importante che dia continuità e qualità al lavoro. Sono ragazzi giovani di Parma, quindi cercheremo di farli crescere. Sono soddisfazioni, le nostre, che condividiamo con tutti. Per antonomasia il ruolo del portiere è quello che va un po’ più sullo specifico, però noi, a contrario, vogliamo che il portiere si integri il più possibile con la squadra”.

Ecco la composizione di tutte le Aree al Servizio dell’Area Tecnica del Settore Giovanile del Parma Calcio 1913 per la Stagione Sportiva 2019-20:

AREA ORGANIZZATIVA:
Segretario Generale: Giovanni Manzani
Area Segreteria: Costanza Peracca, Gianni Carlo Sella

AREA SCOUTING:
Responsabile Scouting Territoriale: Andrea Monica
Responsabile Scouting Nazionale: Alessandro Bellavista
Responsabile Scouting Internazionale: Giuseppe Maiorana

AREA SPORT SCIENCE:
Responsabile: Domenico Gualtieri

AREA ANALISI:
Responsabile: Nicolò Balestra

AREA PSICO-PEDAGOGICA:
Responsabile: Gianni De Nittis

AREA SCUOLA & AREA AMBIENTE:
Tutor rapporti scolastici calciatori fuori sede: Danilo Frigeri
Lezioni di sostegno & corso di italiano: Renzo Balzarini

AREA PORTIERI:
Responsabile: Michele De Bernardin
Under 16 e Under15: Paolo Gerotti e Lorenzo Bettati
Under 14, Under 13 e Under 12: Alessandro Pedretti ed Alessandro Pegorari
Under 11 e Under 10: Davide Antonelli
Academy: Alessandro Corradi

AREA DEVELOPMENT INDIVIDUAL PROGRAM:
Responsabile: Claudio Gabetta
Attaccanti: Francesco Ruopolo
Difensori: Cornelio Donati
Palle Inattive: Marco Mirri

AREA ALIMENTAZIONE:
Responsabile: Tindaro Bongiovanni

AREA MEDICA:
Coordinatore: Giulio Pasta
Responsabile: Francesco Pogliacomi
Medici di Campo: Alessandro Nosenzo, Daniele Casalini
Medici: Alberto Longhi, Umberto Ferrari, Carlotta Artoni, Alessio Paladino, Emanuele Ciccarone, Alice Garzia, Danila Oldani
Responsabile Gestione Fisioterapisti: Michele Morat
Fisioterapisti: Enrico Zecchinato, Edoardo Basili, Aynen Mekni, Pierfrancesco Maffia, Emma Barbieri, Matteo Lagasi
Collaboratori: Edoardo Magoga, Emanuele Fidanzio
Osteopati: Davide Federici, Matteo Salati
Responsabile Recupero Infortuni: Giuseppe Guardino
Collaboratore: Antonio Di Latte

AREA MAGAZZINO:
Magazzinieri: Mirco Lori, Fabio Affanni

AREA ACADEMY:
Responsabile: Gianluca Baschieri
Project Manager: Gioele Caravello

AREA COMUNICAZIONE:
Responsabile: Gabriele Majo

Le conclusioni del Direttore Sportivo Luca Piazzi:
piazzi conclusione presentazione
“Questa riorganizzazione con l’implementazione di alcune aree e la creazione di nuove fa parte di un processo di crescita del club. La Società mi ha comunicato l’anno scorso che l’attenzione vorrebbero rivolgerla sul Settore Giovanile, perché i club come il Parma dovrebbero riuscire ad aumentare il proprio fatturato cercando di fare delle plusvalenze e per fare delle plusvalenze serve avere un Settore Giovanile importante, oltre a quello che è il mercato della Prima Squadra. Se vediamo le società che possono più o meno avere il target iniziale del Parma attuale – tipo l’Atalanta – si nota come loro la svolta l’abbiano avuta nel momento in cui il loro Settore Giovanile ha iniziato a poter far mercato con dei giocatori importanti, poi, magari, possono avere avuto un anno magico come è stato l’anno scorso, però, mediamente, agendo così sono riusciti, volendo dare dei numeri, a passare dai 60 ai 100 milioni di euro di fatturato, e noi sappiamo benissimo che adesso come adesso le entrate nel mondo del calcio sono fondamentalmente due, cioè i diritti tv e le plusvalenze, Noi abbiamo proprio bisogno di queste, per cui quello che stiamo facendo è proprio in funzione di questa esigenza. Dobbiamo riuscire a creare dei giocatori per la prima squadra, o che abbattano dei costi della Prima Squadra, o che migliorino, l’altro aspetto, quello delle eventuali cessioni che generino delle plusvalenze. Quindi questa nostra nuova organizzazione fa parte della progettualità che il Parma ha per il futuro.”

VIDEO DAL CANALE UFFICIALE YOU TUBE DEL PARMA CALCIO 1913 SETTORE GIOVANILE

ISCRIVITI (CLICCA QUI) AL NUOVO CANALE UFFICIALE YOU TUBE PARMA CALCIO SETTORE GIOVANILE E CLICCA SULLA CAMPANELLINA PER RICEVERE IN TEMPO REALE LE NOTIFICHE DEI VIDEO CARICATI DI TUTTE LE SQUADRE DEL VIVAIO CROCIATO

INTRODUZIONE DEL DIRETTORE SPORTIVO DELLE GIOVANILI LUCA PIAZZI

PRESENTAZIONE DOMENICO GUALTIERI, RESPONSABILE AREA SPORT SCIENCE 

PRESENTAZIONE AREA DEVELOPMENT INDIVIDUAL PROGRAM – CON INTERVENTI DEL RESPONSABILE CLAUDIO GABETTA E DELL’ALLENATORE DEGLI ATTACCANTI FRANCESCO RUOPOLO – E DELL’AREA PORTIERI, COL RESPONSABILE MICHELE DE BERNARDIN

PRESENTAZIONE MATTEO PIRACCINI, MENTAL COACH PRIMAVERA E UNDER 17

PRESENTAZIONE AREA ANALISI (NICOLO’ BALESTRA) E AREA SCOUTING

LE CONCLUSIONI DEL DIRETTORE SPORTIVO DELLE GIOVANILI LUCA PIAZZI

PRESENTAZIONE SETTORE GIOVANILE 2019-20

Dalla diretta streamong in collaborazione con COACH 6100

Riprese di Franco Ricci

VIDEO DAL CANALE UFFICIALE YOU TUBE DEL PARMA CALCIO 1913 SETTORE GIOVANILE

ISCRIVITI (CLICCA QUI) AL NUOVO CANALE UFFICIALE YOU TUBE PARMA CALCIO SETTORE GIOVANILE E CLICCA SULLA CAMPANELLINA PER RICEVERE IN TEMPO REALE LE NOTIFICHE DEI VIDEO CARICATI DI TUTTE LE SQUADRE DEL VIVAIO CROCIATO

Stadio Tardini

Stadio Tardini

3 pensieri riguardo “SPORT SCIENCE E DEVELOPMENT INDIVIDUAL PROGRAM: LE NUOVE AREE TRASVERSALI DELLE GIOVANILI AL SERVIZIO DEGLI STAFF TECNICI (VIDEO)

  • 30 Luglio 2019 in 15:58
    Permalink

    “SPORT SCIENCE E DEVELOPMENT INDIVIDUAL PROGRAM”
    eh vacocà. al ga da esor un lavor important dabò con tuti chil paroli foresteri lì!

  • 31 Luglio 2019 in 14:08
    Permalink

    no ma, avete notato postura e look del Direttore ?
    Quel vezzo GIALLO ( scarpe ) BLU ( tipo divisa sociale ) con seduta frivola e leggiadra sulla scrivania …
    conferenza ON AIR, tutt in pè cmè i fenicotteri ..!!!

    grande direttore …sei mitico !!

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI