D’AVERSA: “COMMESSE DISATTENZIONI FATALI. NON ESISTE UN CASO KARAMOH: QUESTO TORMENTONE NON FA BENE A NESSUNO” (VIDEO)

mister roberto d'aversa dopo parma cagliari 15 09 2019(Ilaria Mazzoni) – Roberto D’Aversa, visibilmente insoddisfatto in entrata in sala stampa, afferma di non ricordare di aver mai visto, almeno nella massima serie, una squadra che ha messo in campo una prestazione ottima come quella di oggi del Parma rientrare negli spogliatoi dopo il triplice fischio con un risultato simile. Proprio il tabellino, però, dimostra che è mancato qualcosa sul campo; per esempio, in occasione delle prime due situazioni concesse al Cagliari, su palla inattiva, tra l’altro e che gli hanno consentito di portarsi in avanti. Significa, quindi, prosegue il tecnico, che è mancata un po’ di attenzione. Certe situazioni, prosegue, si possono anticipare, prevenire per questo motivo, soprattutto in questa serie, dove le qualità, per ovvie ragioni, sono maggiori, è indispensabile non concedere nulla. Alla fine queste piccole disattenzioni sono significate la sconfitta. Per D’Aversa il Parma pensava di poter portare a casa il risultato solamente attraverso una bella prestazione ma, alla fine, non ha vinto il duello ma non perché, precisa, la squadra ha peccato di presunzione anche perché assicura che i ragazzi si sono allenati duramente durante la settimana non sottovalutando di certo l’impegno di oggi.Il Cagliari ha fatto di tutto per portarla a casa, i crociati, probabilmente, invece sono leggermente peccati sotto questo aspetto. Gervinho? Poteva sicuramente fare meglio, ma non solo lui, tutti. Certamente, prosegue, resta un campione dalle indubbie qualità che diviene devastante in campo aperto. Non poteva mancare una domanda su Karamoh, un giocatore che rappresenta certamente uno degli investimenti più importanti del Parma in questa stagione, e che oggi non ha trovato posto in campo. Non esiste, afferma D’Aversa “un caso Karamoh”, e questo cercare di montarne uno è una mancanza di rispetto non solo verso il resto del gruppo ma in primis verso il ragazzo stesso. Il tormentone, prosegue, di certo non fa bene al calciatore sempre, conclude, che ci si fidi del proprio giudizio da allenatore. Per quanto riguarda Darmian il tecnico sostiene che non vi poteva esser alcun dubbio sul suo valore tecnico, ma qualche sospetto c’era sulla condizione fisica oggi, però, ha condotto una buona gara mantenendo intensità per tutti i novanta minuti. Qualche dichiarazione sulla VAR? Il crociato afferma di non aver ancora rivisto gli episodi del match ma precisa che comunque è uno strumento valido, questo, a cui, certo, ci si deve abituare ma preferisce aspettare qualche minuto la decisione arbitrale. Uno strumento utile, quindi, ma che non deve creare dipendenza: l’arbitro deve rimanere al centro, in fondo, conclude, è bello anche l’errore umano. In ogni modo, conclude, il risultato di oggi non è in alcun modo dipeso dalle decisioni arbitrali. Ilaria Mazzoni

DAL CANALE UFFICIALE YOU TUBE DEL PARMA CALCIO 1913 IL VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA DI MISTER ROBERTO D’AVERSA DOPO PARMA-CAGLIARI (1-3)

43 pensieri riguardo “D’AVERSA: “COMMESSE DISATTENZIONI FATALI. NON ESISTE UN CASO KARAMOH: QUESTO TORMENTONE NON FA BENE A NESSUNO” (VIDEO)

  • 15 Settembre 2019 in 19:11
    Permalink

    Ma Inglese cos’ha?Sta ancora recuperando dall’infortunio dell’anno scorso?

    • 15 Settembre 2019 in 20:02
      Permalink

      La nostra è una difesa
      DA BRIVIDI
      UNA GRUVIERA
      UN COLABRODO
      SCHEMI DIFENSIVI POI DA LAVANDAIA
      Il Cagliari ha giocato come noi giocavamo l’anno scorso.
      Tutti in difesa e poi via in contropiede con giocatori
      più veloci del nostro Gervinho che oggi anche lui ha
      sbagliato tutto e quando s’è trovato tra i piedi la palla
      del 2-2 ha “CICCATO” davanti al portiere scartandosi da solo
      Sembrava. un giocatore del
      DIPOLAVORO FERROVIARIO DI NOLA.
      L’anno scorso facevamo gol su palle inattive, ora sono
      gli altri che su palle inattive li fanno a noi…con una facilità irrisoria.
      Come rimpiango il gioco è la squadra dell’anno scorso
      Giochiamo sempre da cani come l”anno scorso ma almeno
      l’anno scorso facevamo punti.
      Ora ne facciamo solo con unCULO MOSTRUOSO. ( vedi Udine)
      Se non hai fortuna, con questo gioco. SCONFITTA CERTA

  • 15 Settembre 2019 in 19:11
    Permalink

    gagliolo ha grande volontà, forza e determinazione ma in serie a è come un pesce fuor d’acqua,.. purtroppo manca un centrale di ruolo e se poi ti gira anche male….. della serie la fortuna è cieca ma la sfiga ci vede benissimo..forza parma.

    • 15 Settembre 2019 in 20:59
      Permalink

      Non è un terzino, men che meno titolare. Riserva e nulla più.

  • 15 Settembre 2019 in 19:36
    Permalink

    Inglese al pèr un mort in pè…..

  • 15 Settembre 2019 in 19:44
    Permalink

    Inglese che io ammiro come uomo e.come giocatore
    oggi ha giocato una partita da da schifo.
    Nel vederlo giocare veniva da vomitare.
    Le poche palle toccate le ha sbagliato tutte.
    Forse è stanco forse si è sentito arrivato,
    forse ha problemi personali che noi non
    sappiamo ma oggi è veramente stato penoso
    Una prestazione così umiliante da lui
    MAI ME LA SAREI ASPETTATA.
    Se oggi al Tardini c’era Mancini poteva
    mettere una croce ➕ sulla sua chiamata
    in azzurro

  • 15 Settembre 2019 in 20:17
    Permalink

    Il calcio è bello perché ognuno la vede a modo suo.
    In effetti non ha torto su tutto, le occasioni le abbiamo avute, ma resta un fatto: abbiamo preso 3 pere in casa dal Cagliari e questa sconfitta è grave.

  • 15 Settembre 2019 in 21:10
    Permalink

    Siamo molli spenti assenti spaesati
    Ve l’avevo detto che questi venivano
    con fame. occhi di tigre e avrebbero dato il
    120%
    Noi invece abbiamo dato il 15-28%
    incontrando il Cagliari 2 ( i migliori erano
    tutti infortunati)
    Ovvio che sia finita così.
    È la stessa fola.
    Con le grandi ci esaltano
    con le piccole ci….addormentano.
    CHE SCHIFO.

    • 16 Settembre 2019 in 11:03
      Permalink

      Ci manca l’allenatore, capite si o no? E lo stff di preparatori. Ma siete tutti duri di comprendonio?
      Tra poco lo spogliatoio sarà una polveriera. Aspettate e vedete.

  • 15 Settembre 2019 in 21:16
    Permalink

    Inglese è sopravvalutato. Viene dal Carpi ha giocato nel Chievo , non gli si può chiedere di essere Baggio o Maradona. Gervinho è a fine carriera. Non si può sempre chiedere a questo o quello di essere fenomenale. Oggi la Spal perdeva e semplici ha cambiato modulo. Il Bologna ha cambiato allenatore e si vede che squadra sia. Qui abbiamo solo un problema enorme ma nessuno vuole vederlo. Io aspetto domenica a Roma. Per.inciso credo si perderà ma voglio vedere se anche quest’anno ci sarà la solita rassegnazione iniziale. Se così dovesse essere, spero la società cambi subito prima che sia tardi. Anche se mi rendo conto, si dovrebbe pagare altri due anni e mezzo perché nessuno che tiene alla propria squadra lo ingaggerebbe mai

    • 15 Settembre 2019 in 22:44
      Permalink

      Io sto con Inglese xchè essere la punta di questa squadra, secondo me, è demotivante al massimo: un allenatore in evidente stato confusionale e palesemente nn all’altezza, una manovra che nasce e si sviluppa in maniera totalmente casuale senza movimenti studiati x aprire spazi e mettere l’attaccante in grado di “vedere” la porta, un supporto alke sponde/spizzate nullo o quasi… che deve fare questo ragazzo? Il problema è il mister, ormai è palese ed innegabile; bravissima persona ma allenatore scarso. Sbaglia tutte le mosse, nn ne azzecca una neanche x caso; 2 settimane di allenamenti a porte chiuse e l’unica novità che si è vista è stato barillà in ginocchio dietro alla barriera sui calci di punizione… boooohh.
      È aumentato il possesso palla?.. certo, ci mettiamo 3minuti x uscire dall’area su rimessa dal fondo, mentre con le vecchie regole perdevamo subito palla su rinvio dello statuario ed intassellato Sepe. Dimentichiamo subito la farsa di oggi e guardiamo avanti sperando in qualche intuizione che ci faccia cambiare marcia a partire dalla partita con il Sassuolo, visto che a Roma, se va bene, ne prenderemo 3.

    • 16 Settembre 2019 in 06:59
      Permalink

      Lo ha detto il mister quando si diventa propositivi si rischia di più. Ma questi difensori vanno bene solo per il catenaccio,se sono arrivati in serie A così tardi ci sara un motivo, state certi che non c’è stato nessuno che ha avuto una svista sulle loro capacità.

  • 15 Settembre 2019 in 21:50
    Permalink

    Certo che il Cinese ricco dell’Inter con Karamoah ha dato a Faggiano una bella i….a. Se di aggiungiamo Adorante e la messa in forma di Darmian dovrebbero come minimo farci fare 6 punti ma mi sa che faranno 6 gol.

  • 15 Settembre 2019 in 22:22
    Permalink

    Mo andí a cagher tut!

  • 15 Settembre 2019 in 22:39
    Permalink

    Karamoh non è un caso: con la Juve è entrato a 5 minuti dalla fine, a lui ha preferito Siligardi che sembrava una ameba. Ora Siligardi è stato messo fuori lista (forse per tutelare un investimento da 15 milioni per la metà) e lui preferisce far giocare Sprocati, perché a suo dire non è ancora pronto, o le balord o al ghe antipatic anche perché, se avessimo vinto avrebbe ragione, ma non è andata così. Probabilmente dovremo aspettare che si faccia male Gervinho per vederlo in campo, forse.

  • 15 Settembre 2019 in 22:42
    Permalink

    Domenica giochiamoci il jolly della maglia nera e andiamo giù in treno da Reggio Emilia Av con foto su Instagram di routine. Tanto sappiamo già che finirà dal 3 a 0 in su. Al di là delle banalità che ci propineranno in settimana anche i tomaccari strisciati sanno già il risultato di Lazio Parma. Ergo ragioniamo sul Sassuolo e cerchiamo di mettere Inglese almeno in condizioni accettabili.

  • 15 Settembre 2019 in 22:44
    Permalink

    E’ dura commentare la sconfitta con il Cagliari in quanto è coincisa con una delle migliori (se non la migliore) prestazione del Parma targato D’Avesa in termini di gioco espresso. Tutte le statistiche della partita sono nettamente a favore del Parma, dai tiri in porta, al possesso palla, ai passaggi riusciti sino ai corner.
    Certamente è una cosa su cui occorre riflettere, quando questa squadra prova a costruire gioco viene penalizzata la fase difensiva e si perde le partite, stessa cosa è successa nel primo tempo di Udine, poi nel secondo tempo il Parma è ritornato alla sua consueta strategia di difesa bassa e contropiede e da li è stata costruita la rimonta.
    Probabilmente quello che oggi ha fatto più la differenza è stata la fame: il Cagliari a zero punti e dopo due sconfitte in casa ha dato l’anima, noi eravamo un po appagati dopo la vittoria esterna di Udine.
    Gli episodi sono stati tutti sfavorevoli (dal palo di Alves, il VAR, le deviazioni fortuite, etc) e nel calcio di oggi conta tantissimo. Qualcuno dirà che abbiamo compensato un pizzico di buona sorte avuta ad Udine e ci può stare,
    Anche il metro arbitrale non mi è piaciuto, il Cagliari faceva sistematicamente falli tattici per rompere le nostre azioni a fronte dei quali sono stati estratti solo 5 gialli, veramente troppo pochi.
    Non mi hanno convinto neppure i cambi del mister, personalmente avrei inserito la doppia punta (Inglese + Cornelius) per dare più peso all’attacco magari togliendo Gervinho che oggi non era in partita. Inglese è lontano dalla forma migliore ma deve giocare per riuscire a trovarla il prima possibile, lui è un giocatore dalle grande capacità occorre aspettarlo fiduciosi.
    In ogni modo questa sconfitta può farci più bene che male, in quanto deve farci capire che occorre lottare e sputare sangue dal primo all’ultimo minuto di recupero per vincere le partite e non si può cullarci sulle nostre capacità.
    Resto ancora molto ottimista e fermamente convinto che il Parma quest’anno potrà fare un eccellente campionato per cui lavoriamo uniti per l’obiettivo.
    Sempre e solo forza Parma

    • 16 Settembre 2019 in 08:02
      Permalink

      Tra il primo è il secondo tempo di Udine non c è stata discontinuità in fatto di occasioni da gol subite nonostante il cambio da propositivo a difensivo, 4 occasioni delle 13 (tiri nello specchio od appena fuori) sono venute da colpi di testa in area a difesa piazzata e questo la dice tutta sul momento confusionale dei difensori, molto probabilmente non avvezzi al cambio di gioco per caratteristiche personali, se in più mettiamo un centrocampo lento che non filtra il quadro é fatto.

  • 16 Settembre 2019 in 00:09
    Permalink

    Mi e’ piacuto il carattere de la squadra …. vedo fame di vincere …prestazione c’e’ …purtroppo ha vinto il Pecorino …
    Aspetto il ritorno …per mangiare un piatto de Risotto con burro e Parmigiano ..
    Buona Notte.

  • 16 Settembre 2019 in 00:12
    Permalink

    LG una delle partite più belle del Parma?
    Per me è stata una delle più brutte partite
    in cui gli errori erano decisamente troppi.
    La difesa fa acqua ormai in modo industriale
    da tutte le parti.
    Prendiamo gol che nemmeno
    IN PARROCCHIA si prendono.
    Siamo disposti male in campo
    sfilacciati e slegati.
    I nostri difensori quando hanno la palla
    non sanno cosa fare.
    Ilportiere oggi non ha fatto una parata.
    Ha solo raccolto le palle finite
    in fondo alla rete.
    Prendiamo caterve di gol in contropiede
    e su corner e punizioni.
    Il centrocampo non fa filtro
    per la difesa e da poche palle
    agli attaccanti e quelle poche che
    Inglese & Co riescono ad,avere
    le sbagliano tutte perché quando
    i nostri attaccanti possono calciare
    dalla paura SI CAGANO ADDOSSO.
    L’attacco è quasi nullo.
    Eppure i giocatori ci sono
    ma se li impieghi male perdi.
    Oggi in campo eravamo disposti male
    Domenica a Roma entreremo in campo
    senza lottare, molli come lumache
    sicuri di in’altra batosta.
    Abbiamo il complesso D’INFERIORITA.
    SOAMO PICCOLI UOMINI.
    Abbiamo paura di tutti.
    Rispetto allo scorso anno abbiamo
    dopo 3 giornate 3 punti in meno
    infatti col Cagliari vincemmo al Tardini per 1-0
    P.U.R.T.R.O.P.P.O. con questi schemi difensivi
    SEPE che per me è un modesto portiere
    raccoglierà spesso il pallone in fondo alla rete.
    Ritorniamo al passato. quando correvano
    e pressavano in modo operaio.
    Ora gigioneggiamo per il campo lenti
    senza voglia come ZOMBIES.
    E domenica con la Lazio ci vorrà ancora il
    pallottoliere.
    Ci vuole sempre quando si va a fare una gita
    FUORI PORTA.

    • 16 Settembre 2019 in 07:33
      Permalink

      In termini di gioco prodotto le statistiche (numeri oggettivi) dicono che è stata una delle migliori prestazioni…

  • 16 Settembre 2019 in 07:54
    Permalink

    È una sconfitta che brucia molto perché fra 3 partite potremmo ritrovarci ultimi, dato che 2 in trasferta contro squadre più forti ed in casa con il Sassuolo da tripla. Nel girone di andata dobbiamo vincere altre 6 partite e quella in casa con il Cagliari doveva essere vinta. Spero che in società qualcuno si svegli ed imponga l’utilizzo di Pezzella per Gagliolo, che al massimo può fare la riserva. In più prenderei un centrale svincolato. Nei cambi, D’Aversa ha dimostrato di non averci capito più nulla ma ormai ce lo dobbiamo tenere fino al 2022 perché non si trova uno che guadagna di meno. Il Bologna ne dà 3 a mihajlovic, e si capisce il perché.

  • 16 Settembre 2019 in 08:44
    Permalink

    la rosa è sicuramente più competitiva rispetto allo scorso anno.
    il fatto che Fiorentina e Sampdoria siano in fondo alla classifica non va bene perché la quota salvezza anche per questa stagione si preannuncia elevata.
    io credo che le partite del Parma di quest’ anno saranno da 1X2 con quasi tutte le squadre. quindi a Roma non darei per scontato le solite 3 pere.
    cose che non mi sono piaciute :
    Iacoponi centrale lo vedo parecchio in difficoltà. quindi dalla prossima mi aspetto Gagliolo;
    Brugman per me è ancora poco decifrabile. in questa fase intanto in campo o lui o Hernani. con entrambi in fase difensiva si va costantemente in apnea;
    i cambi del Mister e il relativo argomento Karamoh.

  • 16 Settembre 2019 in 08:58
    Permalink

    Allora, tanto per cominciare non capisco perchè i moderatori di questo spazio commenti lascino sempre spazio a pessimisti cosmici e polemici a prescindere; Deve essere una figura clichè tipica della tifoseria del Parme quella del bastian contrario a tutti i costi. Forse cercano di darsi un tono facendo sempre il contrario degli altri? Forse ne sanno più di tutti noi miseri mortali? non saprei, ma sinceramente non sono più tollerabili o leggibili. La critica ci sta tutta e ieri ci sono stati diversi temi su cui criticare la squadra ma onestamente sarebbe meglio un parere costruttivo anzichè la solita tiritera di clichè. Poi davvero la gente si stufa di leggere e non bazzica più da queste parti.
    Detto questo provo ad analizzare la partita di ieri: Prima del palo di Brunone Alves la squadra ha espresso un buon gioco con un terzino finalmente di ruolo a spingere (Darmian) ed una buona intesa con Kulusevski. L’attacco oggi sembrava avulso dalla manovra, Gervinho in debito d’ossigeno ha centellinato le sgroppate mentre Inglese era in forte difficoltà per la marcatura del Cagliari e per le poche palle pulite che gli sono state date. Il problema vero e proprio è la difesa che continua a creare condizioni in cui Alves deve chiudere le diagonali da solo. Il problema è che in velocità Brunone non è dei migliori e gli attaccanti del Cagliari ieri molto bravi ed efficaci lo hanno fatto a fette. Chi è al fianco di Alves deve garantire velocità e copertura ma purtroppo Gagliolo e Iacoponi ieri non sono riusciti a fare questo raddoppio. I gol presi sono errori difensivi pesanti, passi il primo che deriva da un rimpallo fortuito, il secondo è un evidente errore di Iacoponi mentre il terzo parte da un errore di Gagliolo. Così come quello annullato. Da qui deve ripartire D’Aversa, dalla sistemazione della difesa. Per il resto hanno inficiato molto la nostra imprecisione sottoporta (Gervinho 2 gol letteralmente mangiati) e l’arbitro con una direzione abbastanza negativa. Si può nettamente migliorare, ieri dopo il gol di Barillà ho visto una nostra reazione veemente per pervenire al pareggio con un Kulusevski eccellente in quel frangente. In ultimo una considerazione per questo ragazzo, non deve cantare e portare la croce poichè ha solo 20 anni, sarebbe meglio che ci fosse qualcuno in grado di aiutarlo a liberarsi a centrocampo ma ieri sia Brugman che Hernani sono stati a tratti ectoplasmici. Qualcuno sa come sono messi Kucka e Grassi? ora come ora sarebbero fondamentali.

    • 16 Settembre 2019 in 09:58
      Permalink

      Ognuno è responsabile dei contenuti che esprime. Non si esercita “censura” a prescindere qui. Poi è chiaro che alle volte dobbiamo farlo, Ma se pullulano i negativisti anziché i positivisti non è colpa dei moderatori. Evidentemente raccogliamo quello che ci meritiamo.
      Cmq i positivisti controbattano alle tesi dei negativisti…

  • 16 Settembre 2019 in 09:02
    Permalink

    Karamoh non è un caso…….
    si si il caso di non averlo ancora pagato…..

    • 16 Settembre 2019 in 10:15
      Permalink

      Era meglio che con quei soldi prendessimo due bei centrali

  • 16 Settembre 2019 in 09:13
    Permalink

    Inglese ieri sembrava
    la brutta copia di Ceravolo
    INGUARDABILE.
    Rispetto all’anno scorso
    sembra un altro
    Siamo sicuri di aver
    fatto un affare
    prendendo lui invece di
    BALITELLI?
    Ne dubito
    Forse abbiamo fatto un’errore
    MADORNALE
    puntando su di lui.
    Questo mi dispiace perché io
    sono quello che STRAVEDOEVO per lui
    ma l’inizio della stagione
    e la partita di ieri mi hanno
    fatto capire che se continua così
    giocoforza Bobby sarai costretto
    ad accomodarsi in panchina
    lasciando il posto a Corneliuson.
    Ieri abbiamo giocato in 9
    perché anche GERVINHO era
    impegnato a contendersi con
    Bobby il posto di peggiore in campo.
    Inglese se ci sei ancora
    BATTI UN COLPO già a Roma
    Non andare anche tu nella già
    programmata.
    GITA FUORI PORTA e
    in porta……. mettiamo Colombi

  • 16 Settembre 2019 in 10:30
    Permalink

    Buongiorno, e meno male che abbiamo perso così i corvi che per 3 settimane sono dovuti rimanere sul loro trespolo, possono riprendere il loro volo.
    se stiamo in difesa non va bene, se attacchiamo non va bene; ormai contestiamo anche Gervinho e Inglese per una partita storta…
    Il Cagliari è una bella squadra hanno giocato in 10 sotto la linea della palla e fatto catenaccio e contropiede: poi si dice che Brugman e Hernani non possono giocare insieme: probabilmente è vero ma ieri c’erano solo 3 centrocampisti disponibili e nessun cambio da poter fare. Forse dovevamo giocare in 10??? Pensa un pò se, seguendo i consigli dei corvi, ieri si toglievano Gervinho e Inglese cosa si sarebbe letto…..
    Però è bello leggere tante amenità, alcune volutamente forzate….altre proprio riportate in modo convinto. E difficilmente giocheranno Alves e Gagliolo centrali: sono 2 mancini e in una difesa a 4 non si può proprio.
    Buona settimana a tutti

  • 16 Settembre 2019 in 11:25
    Permalink

    Che ALVES sia mancino lo scrive lei !
    E’ un destro puro ma…può giocare in entrambi i ruoli da centrale..
    ..
    ma il problema, ovviamente non è quello !!
    i problemi sono stati altri e pure grossolani …

    • 16 Settembre 2019 in 13:48
      Permalink

      I problemi nascono dalla mancanza di concentrazione. Abbiamo preso tre goals evitabilissimi.
      Sui primi due Barilla’ non ha fatto le scelte di gioco giuste, prima doveva fare fallo, anche prendendo un giallo, per impedire il cross. Dopo non doveva assolutamente farlo, l’avversario stava retrocedendo e non c’era pericolo immediato per la nostra porta.
      È vero che Ceppitelli ha colpito indisturbato, ma il tutto è nato da una punizione per un fallo inutile.
      Il pasticcio di Gagliolo non si può commentare, da tanto è stato sorprendente.
      Però ad un certo punto l’inerzia della partita è cambiata e sembrava che si potesse recuperare il risultato, stavamo assediando il Cagliari. Dopo avere accorciato le distanze, D’Aversa ha modificato l’assetto in campo. La mossa non ha funzionato, sarebbe stato più opportuno sostituire gli attaccanti, perché stavamo riuscendo a fare arrivare con buona continuità la palla in area, senza sguarnire il centrocampo.
      Riassumendo, abbiamo giocato una partita senz’altro sufficiente che abbiamo inopinatamente perso per colpa nostra ed un po’ di sfortuna. Dobbiamo trarne lezione

  • 16 Settembre 2019 in 11:27
    Permalink

    Avere piocionato sui centrali è stato un errore. Iacoponi e Gaglioso sono evidentemente non adeguati per un atteggiamento più propositivo. Con il baricentro leggermente più alto vengono fatti a pezzi.

  • 16 Settembre 2019 in 12:09
    Permalink

    A difesa siamo corti in quantità e qualità ma Faggiano disse che andava bene… se poi hai Pezzella, terzino puro, ma adatti un centrale modesto, te la vai a cercare. Abbiamo giocato bene ma fatto errori. Bisogna giocare offensivi, Pezzella terzino e bisogna prendere un centrale svincolato. In questo modo ci salviamo tranquilli. Sono convinto che la società non dia più crediti infiniti a D’Aversa. Se andiamo in B, è un disastro economico perché poi ci sono gli obblighi di riscatto, quindi saranno molto meno pazienti.

  • 16 Settembre 2019 in 12:14
    Permalink

    Caro Moroni, mi sono espresso male: Alves preferisce giocare centro sinistra, poi essendo forte dove lo metti sta, ma se segui i suoi movimenti tende sempre a spostarsi verso sinistra quando imposta, ma giustamente come dice lei il problema non è questo. Personalmente centrale preferisco iacoponi che, anche se è tutt’altro che un fenomeno, fa le giocate semplici e in sicurezza. Speriamo di poter pescare tra qualche svincolato tipo Silvestre, che però non so se è ancora libero. Ieri è mancato come il pane Kuko e anche Grassi che danno equilibrio alla squadra, senza lasciare il povero Barillà preda dei centrocampisti altrui.

    • 16 Settembre 2019 in 15:54
      Permalink

      Si, si, vero per quanto concerne Alves si sposta a sinistra ma solo perchè, dall’altra parte c’è già Iacoponi ….nelle circostanze in cui ha avuto Gagliolo o Bastoni, faceva le medesime cose a destra…

      Per il resto d’accordissimo…sia sul centrale , POSSIBILMENTE VELOCE e sul recupero dei centrocampisti citati…

      Ieri, alla fin fine abbiamo REGALATO il secondo ed il terzo gol in modo clamoroso ……

      sul primo , nella fase finale dell’azione sono stati bravi CIGARINI E POI nandez …DOPO ERA TARDI

  • 16 Settembre 2019 in 12:25
    Permalink

    Pezzella è stato cercato come fosse Marcelo ergo mi aspetto sia un fenomeno e che giochi titolare. Sulla difesa lo stesso mister si era espresso in modo negativo dicendo che serviva un puntello, ma abbiamo dovuto aiutare Ausilio con 20 milioni (Kara+Adorante). Proviamo a pensare chi avremmo potuto prendere in difesa con quei soldi li…..

  • 16 Settembre 2019 in 12:51
    Permalink

    Non so chi sollevava il tema ingaggi. Certo i 12 milioni a Conte o i 3 a Sinisa per venire a realtà più piccole sono l’evidenza che più spende meno spande. A me il Bologna sono mesi che impressiona a fronte di una qualità media di squadra che non è eccelsa.

  • 16 Settembre 2019 in 16:13
    Permalink

    ma Inglese siamo sicuri che stia bene? a me sembra un pò troppo magro rispetto all’anno scorso…spero proprio di sbagliarmi!

  • 16 Settembre 2019 in 17:25
    Permalink

    hai ragione l’è megar me un pic

I commenti sono chiusi.