PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / A ROMA CI HAN SPESSO “TABARRATO”: E’ POSSIBILE INVERTIRE LA TENDENZA?

morosky tabarro

morosky hernani(Mauro “Morosky” Moroni – Il “tabarro” (acciò che tu mi creda, io ti lascerò in morosky fratello karamohpegno questo mio tabarro, Boccaccio) è un ampio mantello di lana pesante che si usava tempi addietro; nel mio dialetto, il termine “tabarrato” sta a significare una sonora batosta, battuta, strapazzata (et capi’?). Sinceramente non mi aspettavo la sconfitta casalinga per opera dei rossoblu sardi: abbiamo giocato anche una gara discreta, ma gli errori sono stati pagati molto cari: sia in fase difensiva (squadra e singoli), sia in attacco dove pali, gol non gol, rigore si rigore no e un paio di errori clamorosi sotto porta hanno condannato i Crociati ad una sconfitta che poteva (doveva) essere evitata.

Tra le note positive l’ottimo inserimento di Darmian, giocatore tecnico, esperto e di gamba, la conferma di Kulusewski, la crescita di Hernani (che si è meritato di bere un cappuccino con me, così come avevo pure invitato Karamoh, alla faccia di chi mi dà del Klux Klan, mì che non son gnanca culàn, e allora mi son accontentato ed so fradel e dal fradel d’Gervinho: del resto buon sangue non mente…) ed il moto perpetuo e concreto di Antonino Barillà che si è fatto trovare pronto anche sotto porta!

Tatticamente *

morosky fratello gervinhoSe il mister avrà coraggio, una volta che Pezzella sarà ben inserito nel “meccanismo difesa – spinta in avanti, il posto da centrale, al fianco di Bruno Alves, sarà conteso da Gagliolo e Iacoponi per una maglia sola! Questo ipotetico nuovo assetto andrebbe contro i suoi solidi dettami tattici (ovvero, quanto gli piacciono i tre difensori centrali!),  ma, d’altro canto, per costruire meglio, serve anche l’aiuto delle fasce, di gente capace di proporsi, dettare il passaggio o l’imbucata (Hernani–Darmian–Barilla ed ecco servita l’azione dell’1-2): dovranno studiare bene i movimenti e le coperture adeguate in modo da non farsi trovare sguarniti e non protetti se qualcuno perde palla (Gagliolo con Simeone). A centrocampo dovranno necessariamente rientrare in condizione sia Kucka che Grassi ed allora avremo più solidità e protezione difensiva ma, nel contempo, anche qualche inserimento in percussione verso l’attacco: attacco che, contro il Cagliari, ho trovato molto spuntato nei due nostri uomini gol, Gervinho ed Inglese!
Credo che sia una disamina realistica, nessun processo e nessun dramma: a Udine abbiamo raccolto di più del meritato e col Cagliari molto di meno ma, come dicono gli esperti, questo è il calcio; la cosa altamente positiva è legata alla buona prestazione offerta globalmente anche se farcita da parecchi errori, questo è quanto !

cattivo cittadino houstonRicollegandomi a quanto scritto da Gianni Barone, vorrei allargare il discorso sottolineando che il Parma, paradossalmente, a parte Udine (dove ha vinto), ha giocato due buone gare, sia con la Juve che col Cagliari, ma non ha racimolato punti: premesso che tale situazione non è da mettere in relazione – gioco/risultato -,  la nuova apertura alla manovra non è da condannare né da biasimare, tutt’altro, ma questo cercare di migliorare la qualità (per me molto positivo) non deve andare a discapito della resa in termini di risultati, di punti e di solidità difensiva; diciamo che con la Juve ci poteva stare anche un pareggio, a Udine siamo stati graziati così come col Cagliari non è successo (ricordo che in Friuli, nella loro parte di gara migliore, Sepe ha parato l’imparabile e domenica, Olsen, ha fatto la medesima prestazione, se poi aggiungiamo a questo i gol “sgagnati” e i gentili regali concessi, la frittata ben si spiega in termini pratici e concreti.

Al di la delle mie rosee previsioni estive, dopo aver visto parecchie gare, devo ammettere che parecchie squadre, di quelle considerate da zona retrocessione, hanno sovvertito i pronostici e, per ora, a parte Sampdoria e Fiorentina, hanno tutte rialzato la testa a quota 3 punti, proprio dove siamo noi.
MARAN PARMA CAGLIARI 15 09 2019Ad oggi, quella che mi sembra la lacuna più evidente, è l’assenza di un centrale difensivo veloce (ad esempio Izzo del Torino o lo stesso Bonifazi, sempre dei granata) oltre al fatto di ritrovare il vero Inglese che vorrei vedere giocare faccia alla porta (non sempre spalle) e tirare più spesso verso la medesima, sit o an sit mia al centravanti? Sei o non sei il centravanti?
So che ci sono molti margini di miglioramento (squadra e mister) e, per il momento, sono abbastanza soddisfatto di come giocano i Crociati, ci poteva stare un punto in più, ma, giustamente, come ha affermato Maran, certe gare dipendono anche da chi si porta per primo in vantaggio e di conseguenza possono prendere pieghe diverse, non sempre a favore, a volte, anche no!

* Le Gare del 4° turno *

Cagliari-Genoa (Venerdì 20/09 ore 20.45 )
Udinese-Brescia (Sabato 21/09 ore 15.00)
Juventus-Verona (ore 18.00)
Milan-Inter (20.45)
Sassuolo-Spal (Domenica 22/09 ore 12.30)
Bologna-Roma (ore 15.00)
Lecce-Napoli
Sampdoria-Torino
Atalanta-Fiorentina (ore 18 a Parma)
Lazio-Parma (ore 20.45)

La classifica, sopra e sotto *

Osservando l’alta classifica emerge la mini fuga solitaria dell’Inter, troviamo l’“intruso” Bologna a quota 7 punti (tutti meritati), e, per il resto, tutto nella norma mentre, nelle zone basse, continuano le difficoltà di Sampdoria e Fiorentina, ancora alle prese con partite molto complicate (rispettivamente col Torino in casa propria e proprio a Parma i viola contro la nostra “coinquilina” Atalanta); primi punti per il Lecce, corsaro a Torino e per la Spal che ha matato la Lazio; nel mezzo un folto gruppo a 3 e 4 punti Crociati compresi.

 Per quanto mi concerne, relativamente alle gare che ho visto, le squadre che mi sono piaciute di più sono Bologna, Napoli, Atalanta, Roma e Genoa; poi, è evidente che i potenziali di Inter e Juve sono fuori portata per tutte quante le altre, partenopei compresi (ritengo che il fattore Conte, Antonio, possa dare un valore aggiunto ad una squadra piena di talento mentre, in altro campo e diversa sede, l’omonimo Conte Giuseppe, ha molte più gatte da pelare, sicuramente!).

borsino dopo parma cagliari 15 09 2019

L’avversaria di giornata, Lazio *

Per quanto riguarda la prossima gara, i precedenti non ci dicono molto a favore, ma tutto è lecito attendersi ed essere moderatamente fiduciosi: i laziali vengono dalla sconfitta di Ferrara e, in casa loro, sono obbligati a fare partita e gioco quindi, quale occasione migliore per giocarcela secondo le modalità consone al Parma “D’Aversiano”?

Più compatti e meno ingenui dietro, grinta e lotta a tutto campo e, se ci scappa qualche verticalizzazione buona (non dalla bandierina Brugman, ma verso la porta devi metterlo il passaggio in profondità, almeno lungo linea se in fascia, poi se lo accomoda Gervi se è in nottata giusta, leggasi ore 20.45).

Il problema, come solitamente succede, è che avranno sempre palla loro per gestire la contesa: da destra verso sinistra, sulla linea di mezzo, potete leggere qui sotto chi saranno gli avversari, tutti molto tecnici e di gamba tosta: si prevedono i duelli Lulic-Darmian e Lazzari-Pezzella/Gagliolo mentre nelle altre zone si contenderanno a specchio campo e palloni.

Disposta da Simone Inzaghi col 3-5-2, la squadra capitolina schiera solitamente la seguente formazione tipo:

STRAKOSHA

LUIZ FELIPE   ACERBI   RADU

LEIVA

LAZZARI   MILINKOVIC SAVIC  LUIS ALBERTO   LULIC

IMMOBILE   CORREA

Compongono la rosa, tra gli altri: Proto, Bastos, Lukaku, Patric, Berisha, Cataldi, Marusic, Parolo, Anderson e Caicedo.

Dopo 3 gare hanno totalizzato 4 punti, 1 vittoria, 1 sconfitta ed 1 pareggio  (0-3 a casa Samp, 1-1 nel derby interno con la Roma e sconfitta a Ferrara 1-2), 5 gol siglati ed 3 subiti: sono assestati a metà classifica ma credo che anche quest’anno giocheranno per l’Europa League!

Situazione cartellini gialli *

2 Hernani
1 Kulusewski, Grassi, Barillà

Marcatori Paerma: shave like a bomber *

1 Gervinho, Gagliolo, Inglese, Barillà

 * FORMAZIONE MOROSKY *

SEPE

DARMIAN   IACOPONI (Gagliolo)   BRUNO ALVES   GAGLIOLO

(KULUSEWSKI 1)   HERNANI  BRUGMAN BARILLA’

(KULUSEWSKI 2)

(KULUSEWSKI 3)  INGLESE   GERVINHO

La tripla posizione del rosso svedese Dejan è frutto dei suoi movimenti perpetui a tutto campo, pertanto, a seconda di come si posiziona, lo si può interpretare come 4-3-3, 4-4-2 ma pure 4-3-1-2 e, alla fin fine, ciò che conta è che corra e che giochi bene come ha fatto finora anche se, qualche volta, anche per troppa generosità, si scarta da solo! Comunque, grande Dejan!

Trittico gare *

Promemoria: la partita contro i laziali aprirà la trilogia di gare ancora molto impegnative con il doppio impegno casalingo, mercoledì 25 col Sassuolo e lunedì 30 col Torino; in bocca al lupo ai Crociati, recuperiamo qualche acciaccato e diamoci sotto, come avete visto, Davide può ancora battere l’UPI, ah no…  Golia (Torino-Lecce 1-2) e tutto può succedere, Forza Parma !!

P.S. tre gare in otto giorni le disputeranno pure le altre squadre quindi, se ci sono dei cambi da fare si facciano e non si accampino scuse banali!

Dai Parma che siamo sulla strada giusta, dopo due campionati in cui abbiamo visto solo lanci lunghi e via pedalare, da quest’anno, con la qualità aumentata, qualcosa di meglio si è già visto in campo; avanti tutta che ritorneremo anche ai risultati: da non sottovalutare (anche se vale pure per gli avversari) che tutte e tre le gare si giocheranno in notturna con temperature più fresche! A parte che ci ha già pensato il meteo con ben 10° in meno oggi rispetto a due giorni fa….

L’auspicio migliore sarebbe fare almeno 4 punti, 1 vittoria e 1 pareggio: riusciranno i nostri eroi nella mission? E’ quello che sapremo domenica sera 30/09 p.v. , magari, forse, anche prima!

Riepilogando:

  • siamo cresciuti in modo vistoso sul numero di palle gol create, con la Juventus pochine, con l’Udinese 4/5, col Cagliari una decina direi e questo senza guardare le statistiche né il possesso palla di cui non mi importa più di tanto;
  • siamo migliorati nel gioco (vedi sopra il conseguente potenziale creato)
  • al Mister chiederei solo di cercare di leggere meglio e prima la partita nel senso che, in determinate situazioni (sotto di 0-2) bisogna osare, non dico buttare il “prete nella emme”, ma tentare subito di riparare, migliorare, intervenire ove e come serve (come dice spesso lui, liddove qualcuno sta facendo poco o nulla portando la maglietta in giro per il campo).

Karamoh-ritardo *

Non ci sono altre parole da aggiungere ai fatti: ciò che mi dispiace è che stia buttando via parte del suo talento (ancora tutto da dimostrare, peraltro) con questi gesti comportamentali puerili, bambineschi e fuori luogo, ma, a parte questo, oltre a danneggiare l’immagine di se stesso, sta danneggiando squadra e società non avendo rispetto delle semplici regole basilari alle quali deve attenersi un professionista super monetizzato!

Per me va in nomination!

Cominciamo con una pesante multa tale da fare capire al portafoglio come si fa a stare al mondo, poi, dopo aver stigmatizzato e catechizzato a dovere il ragazzo, la società dovrà adottare le adeguate misure per tutelare l’investimento e il proseguimento o meno del rapporto di lavoro!

COMPUTO GARE DELL’ANNO SCORSO: VINTE PARI PERSE (CASA E TRASFERTA)

ville nulle perse

Per i lettori ecco, sopra, il prospetto relativo alle performance dei Crociati nel campionato scorso dal quale si evincono le gare vinte, nulle e perse, rispettivamente in casa ed in trasferta: una piccola panoramica che, possibilmente, in questa nuova stagione, bisognerà cercare di migliorare.

Dalla Panchina Principale del Parco Ferrari, con la partecipazione di una decina di risorse di varie etnie, stiamo assistendo ad una sorta di commercio equo-solidale dei migliori prodotti farinacei provenienti dalla Colombia nonché dalle piantagioni dell’America Centrale della “canna” (da zucchero) mentre, appena poco distante, all’interno del folto boschetto, lato asilo, si può assistere al Convegno Internazionale indoor inerente i massimi sistemi di misurazione under 5 grammi: due occasioni molto importanti per entrare nel vivo del mercato mondiale, fai qualcosa pure tu, adotta una risorsa e dona il tuo contributo, non ignoriamoli, se ci sei batti un colpo (fort bomben, in tant ca teg si!).

 Un cordiale saluto,

Mauro “Morosky” Moroni

Stadio Tardini

Stadio Tardini

50 pensieri riguardo “PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / A ROMA CI HAN SPESSO “TABARRATO”: E’ POSSIBILE INVERTIRE LA TENDENZA?

  • 20 Settembre 2019 in 08:06
    Permalink

    Le partite si vincono a centrocampo
    e il nostro centrocampo titolare come da
    PRASSI CONSOLIDATA NEL TEMPO
    è tutto in infermeria per cui prevedo
    LA STUCCHEVOLE GITA FUORI PORTA.
    a Roma anche perché come da
    PRASSI CONSOLIDATA NEL TEMPO
    quando incontriamo squadre in crisi
    noi le guariamo (vedi Cagliari) e
    domenica………………… ( vedi Lazio)
    Gita fuori porta in arrivo.

  • 20 Settembre 2019 in 09:37
    Permalink

    Ciao Vele,
    mah, saperlo ! ???
    Questi laziali non mi sembrano in un gran momento: hanno perso a Ferrara ed hanno riperso ieri sera in Romania..

    Considerando anche gli assenti ( centrocampo dimezzato ), in queste prime 3 gare, i Crociati, sostanzialmente non mi sono dispiaciuti: è chiaro che bisognerebbe fare risultato partendo da un’altra prestazione fisicamente gagliarda ma molto + attenta in tutte le zone del campo !!
    …..
    Io ho fiducia in un pronto riscatto anche perchè se andiamo a vedere il percorso degli avversari..
    – hanno battuto la Samp
    – pareggiato con la Roma
    – perso a Ferrara ……
    non mi sembra che siano partiti in modo irresistibile …
    perciò credo che si possa uscirne anche indenni..
    vediamo dai

    • 20 Settembre 2019 in 21:24
      Permalink

      Caro Morosky
      proprio perché attualmente la Lazio perde orrmai in maniera oserei dire industriale, con noi ritroverà il sorriso.
      Noi aiutiamo il prossimo specialmente se questo è in difficoltà
      Lo abbiamo nel nostro DNA
      LA LAZIO CON NOI PURTOPPO RISORGERA’

  • 20 Settembre 2019 in 10:11
    Permalink

    Mauro Italo sta partendo da Reggio Emilia A/V destinazione Roma Termini. Come da tradizione la prestazione (con maglia nera) sarà simil Scansuolo vs Roma (ovvero 5 minuti iniziali promettenti giocati a buona lena, disattenzione, gol tra il 10 e 15 minuto e 3 a 0 all’intervallo con gol della bandiera nella ripresa di un carneade inatteso). Lazzari lo scorso anno nella Spal ci ha massacrato sia all’andata che al ritorno, per non parlare di Correa (epico Cicirotto nel match di andata nel passaggio a loro da calcio da fermo a dare il là all’azione).E’ inutile stare a parlare di centrocampi, tattiche o altro. E’ uno di quei casi (insieme alla analoga trasferta contro i giallorossi, a Napoli, a San Siro contro la strisciata rossonera del mazzo matto Giampaolo (ricordiamo quando sparì per 48 ore ai tempi del Brescia) in cui si sa già come andrà a finire. Speriamo di fare 3, spero 4 punti nelle prossime 3 partite o iniziano ad essere c….i amari.

  • 20 Settembre 2019 in 10:51
    Permalink

    Ribadisco che in questo momento loro non sono al 100 %,
    anche essi hanno avuto problemi in casa ..
    vediamo

  • 20 Settembre 2019 in 11:22
    Permalink

    La speransa d’i mel visti’…

  • 20 Settembre 2019 in 11:24
    Permalink

    Perché tanto pessimismo cosmico sono sicuro che il daversiano culo da trasferta non ci abbandonerà e andremo a Roma a fare una bella stornellata a sti burinazzi.

  • 20 Settembre 2019 in 11:44
    Permalink

    con la spal hanno perso male con conseguenti polemiche interne ed esterne, ieri hanno fatto ampio turnover, contro di noi daranno sicuramente il massimo e a parere mio sono una squadra costruita molto bene, con valori medi importanti e qualche ottima individualità. sarà molto difficile fare punti ma si sapeva che il calendario di inizio stagione è impegnativo. Al di là del risultato spero di vedere una quadra con l’elmetto e non con le pantofole come domenica scorsa

  • 20 Settembre 2019 in 12:54
    Permalink

    Correa e Immobile vs Iacoponi e Gagliolo con Lazzari che in due partite l’anno scorso ci ha distrutto.

  • 20 Settembre 2019 in 13:37
    Permalink

    partitona di Sepe, 2 pali della Lazio, 2 tiri ns in porta e finisce 0-1.
    tre punti fuori programma!

    • 20 Settembre 2019 in 13:52
      Permalink

      ci sto, firmo subito !!!

      • 20 Settembre 2019 in 15:20
        Permalink

        Anch’io Ragazzi ….

        http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

  • 20 Settembre 2019 in 13:44
    Permalink

    ..GO GERVINHO GOL!

  • 20 Settembre 2019 in 13:51
    Permalink

    All’andata, seconda di campionato, a Bologna, anche il Mister ci mise del proprio schierando GOBBI da quella parte,
    reato grave reiterato anche il turno dopo contro la Juve, partita nella quale gli andò anche peggio trovandosi di fronte QUADRADO e BERNARDESCHI mentre, nel secondo tempo, trovò DOUGLAS COSTA ….
    peccati di gioventù spero

  • 20 Settembre 2019 in 14:24
    Permalink

    Beh se domenica metti Gagliolo non vedo una gran differenza…ma al di là dei singoli non c’è proprio antropologicamente una squadra in grado di fare un’impresa in un campo ove essere asfaltati è routine come il festival del prosciutto. Vedo gente infortunata a inizio stagione e i sani che dovrebbero fare la differenza sono fuori forma. Non vedo quella cattiveria che ha il Bologna ad esempio, nè quella adrenalina che ti fa fare l’impresa. Treno, banalità alla conferenza stampa, buon avvio, goal di Immobile, 20 minuti di sbandamento in cui viene asfaltato, reazione quando ormai la partita è persa, ti sbilanci e fanno il terzo, alla fine golletto della bandiera, altre banalità e lunedì si inizia a preparare la partita con lo Scansuolo sperando almeno Kucka torni tra i vivi.

  • 20 Settembre 2019 in 14:30
    Permalink

    Cmq ho visto la Cremonese col Pisa…la partita di Ceravolo..un ectoplasma anche in B. Pensare che ci siamo salvati schierandolo in almeno la metà delle partite è stato un miracolo

    • 21 Settembre 2019 in 15:07
      Permalink

      Non pensiamo troppo a quella promozione, si sono verificate tante di quelle coincidenze positive, che se dovessimo restituire il favore alla dea bendata dovremmo tornare almeno in lega pro senza passare dal via. Lo ripeto fino alla noia, questo tecnico ha raccolto avendo molta fortuna da quando è arrivato a Parma, ora che ha in mano una squadra normale per cercare di salvarsi, farà molta fatica, perché non è un allenatore da serie A e nemmeno da serie B.

  • 20 Settembre 2019 in 15:12
    Permalink

    La Lazio è sotto pressione quindi mi immagino che se si regge i primi 30 minuti anche con il fattore C è fatta. Ci sarà il ns goal su punizione o calcio d’ angolo. poi prima del finale primo tempo contropiede ns e fallo da ultimo uomo e rimangono in 10. da soffrire fino alla fine comunque questo è assicurato ma 3 dico 3 punti!
    forza ragazzi!!!

  • 20 Settembre 2019 in 15:13
    Permalink

    La tua analisi partendo dal presupposto che vada sempre così è giusta, ma nonostante la sconfitta con il Cagliari si è vista una squadra in crescita e dal punto di vista fisico e del gioco, probabilmente l’essere stati fermi due settimane senza neanche una amichevole per mantenere il ritmo ci ha fatto mettere un po’ di rugine soprattutto mentale che ci ha portato a non avere la cattiveria giusta per affrontare la gara. Io sono fiducioso siamo una squadra da trasferta loro non sono in formissima chissà…

  • 20 Settembre 2019 in 15:17
    Permalink

    con tutto il tempo che sono Tifoso di Parma ( che son parecchi ) a Roma …con la Roma o il Lazio …. ricordo che abbiamo preso pochi punti …ansi pochissimi ..
    Magari che questa volta facciamo bene ….
    Cosi’ …Faccio una pasta a la Carbonara …classico Romano con Guanciale ecc. …pero uso Parmigiano – Reggiano no il Pecorino Romano …. e bevo vino ” Otello Nero Di Lambrusco ..
    Cordialmente ,
    Mimmo Corcione

    • 20 Settembre 2019 in 17:24
      Permalink

      Haiaiai!! Farò la spia al Pizza che non bevi Monte delle Vigne

  • 20 Settembre 2019 in 17:20
    Permalink

    Io avrei voluto che andassero giù con uno dei vecchi rimorchi sbuffanti che usano i tomaccari per portare il prezioso rosso carico negli opifici di trasformazione. Almeno anche partendo oggi non sarebbero arrivati in tempo per le 20.45 di domenica evitandoci questo cilicio che peggiorerà la già pessima domenica sera. Se non fosse per la “temperatura” citando Giordano ormai sto bene solo in estate a leggere di calciomercato e calendari, lontano dalle sofferenze e strazi settimanali.

  • 20 Settembre 2019 in 20:32
    Permalink

    Non so cosa abbia fatto la tomacca al Davide che la odia visceralmente. E se passasse alla patata? Staremmo meglio tutti, no?

  • 20 Settembre 2019 in 20:41
    Permalink

    Ragazzi, sono stato in video collegamento direttamente dalla cucina di Douglas: prima assoluta di stasera , madame, sua eccellenza, la CARBONARA
    ..
    il guanciale a piccoli cubetti
    il parmigiano
    uova sale pepe
    ….
    bellissimo vedere saltare il tutto in padella…
    una boccia di TEMPRANILLO …
    …quasi quasi sentivo il profumo, lo immaginavo, lo sfregolio del guanciale, il perfetto connubio col condimento…
    al dente, cremoso e con la giusta mantecatura rispetto alla pasta ..

    … che sballo …altro che la cappella di GAGLIOLO che si è impappinato col pallone tra i piedi ….però, ciò nonostante, ti perdono Richy perché sei un guerriero, lottatore indomito che non molla mai ….
    ti riabiliterai….tranquillo biondo
    ..ciao anche a te Douglas che mi hai emozionato, ingolosito e fatto venir una fame della ….madosca

  • 21 Settembre 2019 in 00:33
    Permalink

    Se l’atteggiamento è quello dimostrato contro il Cagliari non siamo sconfitti in partenza contro la Lazio. Carica crociati!

  • 21 Settembre 2019 in 10:30
    Permalink

    Giulini non ha piocionato e nonostante due infortuni di due titolarissimi ha speso ancora e i risultati arrivano. Spendere vuol dire salvarsi piocionare retrocedere. Il freno tirato è mortale

    • 21 Settembre 2019 in 14:45
      Permalink

      Per vincere occorre avere le mani bucate, spendere e spandere a go go, come se non ci fosse stato un domani. E se proprio ci fosse questo cavolo di “domani” bè, pasensia, peggio per dipendenti e fornitori (Parma docet).

  • 21 Settembre 2019 in 13:36
    Permalink

    Aspettiamo il rientro di grassi

  • 21 Settembre 2019 in 13:40
    Permalink

    Ragas, ho appena terminato una mangiata di funghi best in the world!!
    E se, mi vien da pensare, invece di inseguire le patate ci dessimo alla funghe?
    Che ne dicono lo Strajè ed il dr. Davide?

    • 21 Settembre 2019 in 14:46
      Permalink

      ” funghi best in the world!! ”
      Pencroff stiamo parlando di Funghi Porcini ….. ?
      Ricordo la prima volta che ho provato in un risotto che ha fatto
      la mia Famiglia de Cassio Parmense ..proprio di la … hanno preso i funghi proprio vicino …. Sono d’accordo sono il migliore del mondo ….
      Si …vince i porcini di goleada ..
      Forsa Paerma

    • 21 Settembre 2019 in 15:40
      Permalink

      Li conosco solo al maschile ed hanno una brutta forma

      • 21 Settembre 2019 in 15:42
        Permalink

        P.s. patate forever

  • 21 Settembre 2019 in 15:10
    Permalink

    I fungaioli fanno parte dell’UPI?O la lavorazione del porcino è troppo poco tecnologica per le mirabolanti macchine delle tomacche e delle acciughe? Conferenza pre Lazio come volevasi dimostrare festival della banalità.

  • 21 Settembre 2019 in 16:01
    Permalink

    In ordine di apparizione su Parmaland:

    la tomacca
    la patata
    la funga
    la gnocca
    la nina, la pinta e la santa maria
    tot su e scapa via e
    salutom to szia

    ………………………………..SEPE
    …….DARMIAN IACOPONI ALVES GAGLIOLO
    …………HERNANI BRUGMAN BARILLA’
    ……………..DEJAN BOBBY GERVAIS

    nel secondo tempo potrebbero entrare …..
    SPROCATI …..

    ADORANTE
    ESPINOZA

    SILIGARDI
    MUNARI

  • 21 Settembre 2019 in 16:17
    Permalink

    o, forse, anche KARA ? no !!!

    però ha chiesto scusa,
    ha pagato la multa entro 5 giorni ,
    quindi ha ottenuto 1/3 della pena pecuniaria,
    si è confessato da Padre D’Aversa,
    ha mangiato l’ostia elargita da Don Faggiano e,
    per ben 3 allenamenti è arrivato in anticipo e ha sempre obliterato il badge all’ingresso del Centro di Allenamento, amen

    ..la panchina sia con te e con il tuo sosia !!!
    scambiatevi il 5 della pace …

  • 21 Settembre 2019 in 17:15
    Permalink

    Se a gennaio non si migliora la squadra è dura. Fa cascare le p…e leggere il mister parlare di Inglese fuori forma. È da marzo che si allena e basta come si fa ad avere i crampi????Ma li cerchiamo noi col lume tutta sta gente da sanatorio?

  • 21 Settembre 2019 in 17:41
    Permalink

    Cosa volete che vi dica, a me questo giocatore non piace, fin da subito. Come ho detto in altri post, se sei Maradona e quindi ci fai vincere comunque, fai quello che vuoi e pace. Ma se non lo sei torna da dove sei venuto. Lo dissi anche per Balotelli, che dinnanzi al Pibe non è nulla, fora dal bali!

  • 21 Settembre 2019 in 18:04
    Permalink

    Mi riferivo a Karamou o come cavolo si scrive, non ad Inglese, a scanso di equivoci.

  • 21 Settembre 2019 in 19:49
    Permalink

    Cara Mo

  • 22 Settembre 2019 in 13:26
    Permalink

    Va beh, appena finito il primo tempo di SASSUOLO-SPAL,

    per ora 2-0 , due perle di Caputo, cavolo, questo è un centravanti, ha la porta ed il gol nel sangue, la porta la guarda sempre ed il gol è il suo pane, antipasto, primo, secondo, contorno e dessert..

    altro che spizzate, sponde e spalle alla porta !!!

    ma le differenze, OLTRE AL GIOCATORE, sono frutto della MENTALITA’ DELL ‘ALLENATORE ….
    il quale fa giocare a calcio, PALLA A TERRA , VERTICALE E PROFONDITA’, pochi concetti, mai buttarla via a casaccio ma giocarla….giocarla ..giocarla…

  • 22 Settembre 2019 in 13:36
    Permalink

    Vi consiglio di guardare giocare anche il Verona: si, ha perso a casa Juve ma non meritava ma, al di la di questo…..sembrano indemoniati, corrono e pressano altissimo, a tutto campo, quasi uomo contro uomo ….

    eh si, dopo queste poche giornate, condivido con chi ha detto che, probabilmente, la quota salvezza si andrà ad alzare ….

    confermo che vedo malissimo la Sampdoria ( prima della gara interna contro il Toro ), maluccio il Lecce anche se non gioca male ( oggi avrà il Napoli ) e…pure la Fiorentina che giocherà al Tardini in ” CASA DELL’ATALANTA” …
    tre squadre che se non trovano punti importanti …stanno già in acque pericolose

  • 22 Settembre 2019 in 17:00
    Permalink

    Mauro il Lecce ha speso più di noi e ha un monte ingaggi più alto. Il Brescia ha preso un centravanti che il nostro presidente aveva definito troppo caro è un sogno. Queste sono le neopromosse quest’anno.

  • 22 Settembre 2019 in 17:26
    Permalink

    Io, sinceramente, di chi ha speso di + e di chi ha il monte ingaggi + elevato, non ne sono proprio al corrente !!!

    Per ora ho guardato il campo e, anche se noi abbiamo migliorato rispetto allo scorso anno, non ho ancora ben decifrato questo nuovo Parma: NON SI DEVE PERDERE STASERA altrimenti ci si schiaccia in fondo alla classifica in vasta e nobile compagnia…

    Di quelle viste, per ora, coloro che rischiano di + per la salvezza dovrebbero essere :

    LECCE, UDINESE, SPAL, SAMPDORIA, FIORENTINA …a seguire, PARMA, BRESCIA, VERONA e GENOA

  • 22 Settembre 2019 in 19:14
    Permalink

    A vag in cesa

  • 22 Settembre 2019 in 20:07
    Permalink

    Adesa sta miga esagerer…
    Però.. se vince il PR ag ven anca mì

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI