CARMINA PARMA, di Luca Savarese / KARAMOH–GERVINHO E QUEL CUORE OLTRE GLI OSTACOLI: COSI’ IL DAVERSISMO IMPEDISCE AL CONTISMO DI IMPORRE LA SUA LEGGE

luca savarese san siro 26 10 2019(Luca Savarese) – “Quella col Parma, sarà una gara più difficile”. Ipse dixit Antonio Conte in calce ad Inter-Dortmund di mercoledì sera. Come dire: va bene il successo contro i tedeschi, ma occhio al Parma… Antonio, ci aveva visto lungo. “Dobbiamo dare gli schiaffoni”, qualche settimana fa esclamò sempre il tecnico salentino. Stavolta, dopo la bomba di Candreva, che Conte sta riportando alla sua vera dimensione, ecco che improvvisamente l’Inter, di schiaffoni, ne prende due ed in rapidissima successione. Brozovic, fa la figura del pivellino alla prima partita. Perde, uno dopo l’altro, due palloni, sanguinosissimi. Karamoh, è un felino, che vuole divorare i topi. Prima il numero 7 Crociato, se la trova sui piedi, quindi flemmatico, avanza, treccine corte rasta rilegate con coda, su capelli che ne raccontano tutta l’esuberanza, poi giù un destro tanto fresco quanto maligno, Handanovic, non uno qualsiasi, uno che contro il Dortmund aveva preso tutto, non lo vede nemmeno. Non esulta Yann, perché con la maglia nerazzurra e nella stessa porta, contro il Bologna, due anni fa, avetifosi parma a san sirova segnato la sua prima rete italiana e chiede scusa. Il Parma, zittisce il Meazza neroblu. E qui, in questi minuti, decide di ballare la sua football dance: giocate veloci, tagli improvvisi, e lo spettacolo è servito, dai due oste scelti, Karamoh e Gervinho. Il francesino, croccantissimo nel suo ex teatro, va via sulla destra, poi quando è quasi alla fine della sua corsa, nota Gervinho, si ricorda che è un suo compagno di scorribande offensive, capisce che non hanno ancora duettato come sanno, non vede l’ora, lo serve: Gervinho, di destro, fredda Handanovic. L’Inter, in casa, in campionato, aveva preso solo due gol e dalla Juve. In pochi minuti, ne prende due, dal Parma. Però quei due lì, mettono a IMG-20191026-WA0004ferro e fuoco la Milano nerazzurra, come facevano nel 2003 con Prandelli in panca e sempre qui a Milano contro l’Inter, Mutu ed Adriano. Con la strana coppia, il Parma, compie la remuntada fulminea, che lascia di ghiaccio i 67.076 presenti a San Siro. Lukau ed un secondo tempo da sturm und drang interista, porterà al 2 a 2 finale, ma il primo tempo del Parma va registrato alla voce “chicche della stagione”. “Ho dei ragazzi con dei valori morali superiori a quelli tecnici e questo mi fa enormemente piacere”, sottolinea D’Aversa in conferenza stampa, dove arriva prima di Conte, come Karamoh su quei due palloni. Eh si, va bene che la necessità aguzza l’ingegno, ma davvero questo Parma non si fa schiacciare ma si esalta nelle difficoltà e trae fuori il meglio. Insomma, lui semina alla grande ma i suoi ragazzi sono bravi a farsi plasmare. Cornelius, Inglese, Bruno Alves, Laurini, formazioni appuntiGrassi. Una lista infortunati che avrebbe terrorizzato anche Don Rodrigo ed invece il Parma ha fatto dell’emergenza la sua sostanza, lanciando, nelle mancanze, quella prima linea dove oltre ai due colored da futebol bailado, si è aggiunto Kulusevski, svedese di origine macedone ma brasiliano, per come tocca e fa girare la palla. Questo, è certo merito degli interpreti, ma un plauso, grosso, va fatto al mister capace di far credere che giocare a calcio si può, indipendentemente dall’avversario, al netto di pesanti defezioni.“Sapevo che Karamoh sentiva questa gara più di altre, adesso però sta a lui mostrare il suo valore”. Questo il D’Aversa pensiero sul francesino. Infine, il tecnico abruzzese, fa giustamente il pompiere : “Siamo soddisfatti di quello che stiamo facendo ma non possiamo permetterci di abbassare la guardia”. Mastica invece amaro Conte, che ammette: “Peggior primo tempo della mia gestione, poi nel secondo, abbiamo messo il Parma in un angolo”. Del resto, Antonio, lo aveva detto di stare attenti al Parma. Forse i suoi giocatori, lo hanno capito troppo tardi. Stanotte è cambiata l’ora. Karamoh – Gervinho, forse il Parma ha trovato due lancette nuove del suo orologio, capace di dare un fastidio tremendo ai gangli della clessidra skillata di Antonio Conte. Luca Savarese

12 pensieri riguardo “CARMINA PARMA, di Luca Savarese / KARAMOH–GERVINHO E QUEL CUORE OLTRE GLI OSTACOLI: COSI’ IL DAVERSISMO IMPEDISCE AL CONTISMO DI IMPORRE LA SUA LEGGE

  • 27 Ottobre 2019 in 00:51
    Permalink

    Ora avanti così che con questa grinta, questo impegno e questa voglia non temiamo nessuno.

  • 27 Ottobre 2019 in 09:54
    Permalink

    Karamoh ora deve avere più spazio. Con Sprocati non c’è paragone

  • 27 Ottobre 2019 in 13:40
    Permalink

    Eh sì, il Parma ha ballato la sua Football dance, proprio contro l’Inter!!…
    E ha trovato due nuove lancette del suo orologio, proprio ieri sera nella San Siro nerazzurra!…

    Ancora un saluto a Maio,
    Maria Teresa

  • 27 Ottobre 2019 in 13:48
    Permalink

    Ottima prestazione e giusto atteggiamento. Speriamo sia un cambiamento di rotta e non un fuoco di paglia (“tanto contro l’Inter non abbiamo nulla da perdere”).
    Va bene fare l’“Impresa” a San siro o allo stadium juventino ma l’atteggiamento deve essere lo stesso anche a Ferrara, Verona, Bologna, Lecce, ecc dove i punti valgono doppio.

  • 27 Ottobre 2019 in 14:56
    Permalink

    Al netto di una prestazione a dir poco spettacolare dei Crociati nei primi 45′, non si può non considerare un approccio a dir poco supponente da parte dei nostri avversari, talmente superiori da far loro pensare “… tanto questi li battiamo quando vogliamo!”. Non credo che il più sfegatato tifoso gialloblù, dopo la fortunosa carambola di Candreva, potesse ipotizzare di ribaltare la situazione – di fronte ad una signora difesa, non dimentichiamolo! – in pochi minuti e con pienissimo merito. Dopo la prevedibile sfuriata di Conte nell’intervallo, ecco che ci hanno schiacciati: probabilmente il pari sarebbe arrivato ugualmente, ma riuscire a lasciare il dubbio su quel fuorigioco malefico (con inevitabile interpretazione a favore del più forte…) lascia un po’ di amaro in bocca.
    Onore al Mister ed ai sostituti: campionato e stagione lunghi, infortuni sempre dietro l’angolo, non è un luogo comune che nella stagione ci sia spazio per tutti.

  • 27 Ottobre 2019 in 16:03
    Permalink

    ora però come ambiente non commettiamo errore dello scorso anno.
    Proviamo a entrare nel giro europa: se va male rimani comunque in linea salvezza, ma così stimoli la squadra a non sedersi e tentare qualcosa di importante senza avere l’obbligo di riuscirci. provare a restare attaccati al treno europeo può essere un pungolo importante sia per la squadra che per il pubblico

  • 27 Ottobre 2019 in 16:05
    Permalink

    se non ci si riesce nessun problema perchè comunque l’obiettivo minimo sarebbe comunque raggiunto

  • 27 Ottobre 2019 in 16:05
    Permalink

    scusate, ho scritto un comunque di troppo

  • 28 Ottobre 2019 in 08:22
    Permalink

    Hai scritto banalità di buon antico senso

  • 28 Ottobre 2019 in 12:23
    Permalink

    L’importante è NON rifare gli stessi errori dello scorso anno!!

    L’abbiamo già fatto con la SPAL

    Domani arriva il Verona e dobbiamo giocare bene almeno come Sabato !!

  • 28 Ottobre 2019 in 13:49
    Permalink

    col Verona forse non sarà la stessa cosa. Giochiamo meglio con le squadre che ci assalgono, aperte.

  • 28 Ottobre 2019 in 16:00
    Permalink

    Col Verona a me va bene anche un punto come abbiamo fatto l’anno scorso col Chievo e il Real Frosinone in casa (a proposito che giocatore Ciano!Ho visto il big match con l’odiosa Cremonese e Mbappè non è nessuno).

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI