IL COLUMNIST di Luca Russo / SE CONTE NON RICONOSCE I MERITI DELL’AMICO D’AVERSA…

russo 1(Luca Russo) – Magari sbaglio, ma fino a qualche anno fa gli allenatori delle grandi storiche del calcio nostrano erano piuttosto eleganti in termini dialettici e decisamente equilibrati nei loro giudizi post partita. Certe cadute di stile e certe uscite prive di autocontrollo, un tempo potevamo aspettarcele e ascoltarle dai tecnici di squadre di secondo piano, non da quelle chiamate a contendersi gloria e trofei in campo nazionale ed internazionale. Evidentemente il calcio è cambiato – migliorando sotto certi aspetti, peggiorando in altri – e gli addetti ai lavori lo hanno seguito o giocoforza vi si sono dovuti adeguare, perché in un modo o nell’altro la pagnotta a casa la si deve pur portare. Il Parma che abbiamo ammirato a San Siro sabato scorso – quando cioè ha tenuto testa alla lanciatissima Inter protagonista di un ottimo avvio di campionato e ulteriormente caricata dal successo ottenuto in Champions League ai danni del Borussia Dortmund -, una decina di anni orsono avrebbe incassato seduta stante gli elogi del coach avversario. Oggi le cose vanno diversamente. E così c’è ben poco da stupirsi se Conte, dopo il 2-2 che gli ha negato il sorpasso sulla Juventus di Sarri, ha dichiarato che “i loro due gol sono stati facilitati da noi” e che “per gioco e occasioni create, avremmo meritato di vincere”. L’Inter fa, l’Inter disfa, dunque. Come una Penelope qualunque. E con buona pace dei meriti della rivale di turno, ridotta a comparsa ininfluente ai fini del risultato. Alla faccia dell’eleganza e delle valutazioni equilibrate. Che avrebbero dovuto invece suggerire all’allenatore salentino dichiarazioni di tenore diverso. L’ex CT della Nazionale poteva, per esempio, rimarcare l’intelligenza del Parma nello spingere fuori dal gioco Brozovic – disinnescato dall’esuberante Kulusevski, eccellente in copertura come in costruzione – che nella storia del match ci è entrato solo per aver dato il là al primo e al secondo gol Crociato; o soffermarsi sulle felici intuizioni di D’Aversa, abile a capitalizzare il turnover contiano e a sguinzagliare la velocità di Gervinho e Karamoh contro la lenta retroguardia a 3 neroazzurra, ai nastri di partenza capitanata dall’ancora spaesato Godin e priva dell’indispensabile e collaudatissimo De Vrij. Niente di tutto questo: a sentire l’ex juventino, l’Inter i gol subiti se li è fatti da sola e alla fine, sebbene dal campo si sia avuta la netta percezione di un Parma se non dominante sicuramente non dominato, il pari gli sta addirittura stretto. Punti di vista. Il calcio è bello perché è vario: ce ne offre di diversi di domenica in domenica. Ma lo sarebbe di più se invece di sminuire i meriti dell’avversario, se ne riconoscesse la bravura. Anche e soprattutto quando il risultato finale non ci strizza l’occhiolino. Luca Russo

19 pensieri riguardo “IL COLUMNIST di Luca Russo / SE CONTE NON RICONOSCE I MERITI DELL’AMICO D’AVERSA…

  • 29 Ottobre 2019 in 06:42
    Permalink

    Loro hanno subito due gol su errori loro, mentre noi su doppia deviazione il primo e il secondo lasciamo perdere. Un po’ di signorilità non guasterebbe, in perfetto stile Juve

  • 29 Ottobre 2019 in 07:33
    Permalink

    Sinceramente non me ne importa di cosa dicono gli allenatori avversari di noi. Non ho la smania di vedere riconosciuti dei meriti perchè conosco il valore della mia squadra.

  • 29 Ottobre 2019 in 08:43
    Permalink

    Conte si è sicuramente infastidito perché almeno sabato l’ allievo (e anche amico) ha superato il maestro. Caratterialmente non è simpatico come Mazzarri ma la pasta è quella.
    contro il Verona sarà durissima. giocare in casa questa partita con tutte queste assenze non aiuta. l’ importante è non perdere. se uscirà uno 0-0 poco male almeno sarebbe un risultato neutro.
    se confermata l’ assenza di Scozzarella (in tal caso mi piacerebbe che venisse applicato lo stesso metro su tutti i campi e di positivo ci sarà che l’ ufficio del giudice sportivo creerebbe diversi posti di lavoro con parecchie assunzioni) preferirei Hernani e non Brugman dall’ inizio.
    oltre a tale avvicendamento avremo staffetta Sprocati e un giovane penso per le 2 frecce nere che difficilmente avranno altri 90 minuti nelle gambe.
    direi cambi obbligati.

  • 29 Ottobre 2019 in 09:07
    Permalink

    mangia piccante in questo periodo.. non dice nulla di sbagliato conte non ha fatto un analisi oggettiva ma sappiamo bene che per sua stessa ammissione quando non vince brucia per cui probabilmente questa analisi deriva dall’arrabbiatura e dal nervosismo per il risultato, io lo assolvo e piu in generale credo che al di la dei difetti sia un grande allenatore

  • 29 Ottobre 2019 in 09:14
    Permalink

    Sono d’accordo ALBANO:
    – al 1° posto dei simpaticoni c’è MAZZARRI
    – HERNANI pure io ( e si vede dalla formazione )
    – per i cambi restano SPROCATI e BRUGMAN che, se dovessero servire, andrebbero a sostituire chi avrà problemi di tenuta nel secondo tempo !!!
    Non penso che venga gettato nella mischia, ALLO SBARAGLIO, il giovane e bravo CAMARA ..( non è proprio la gara giusta )..
    ….
    in tutti i casi, KUKO e ANTONINO, sempre in emergenza, possono scalare sulla linea difensiva……il resto non creerà grossi problemi …
    classica partita da 0-0, giornata uggiosa, a loro un punto andrebbe di lusso, a noi un pò meno ma, in queste condizioni, non sarebbe da disprezzare , tutto questo solo DOPO AVER DISPUTATO LA GARA, COME SI DEVE MA, PURE COME SI PUO’..
    sono fiducioso ….

  • 29 Ottobre 2019 in 09:43
    Permalink

    Concordo con Morosky, un punto anche se amaro e in emergenza andrebbe accettato senza polemiche.
    Il vero problema, e chi ha giocato a calcio lo sa, è il riscaldamento.
    Con la giornata di oggi, l’umidità e temperature “strane” per gli scattisti è tempo di stiramenti e guai muscolari.
    SCALDARSI BENE (Maldini docet – lui faceva ore di riscaldamento tra mattina e pomeriggio per presentarsi perfetto alla sera e senza mai grossi problemi muscolari);
    IL RISCALDAMENTO PER CHI UTILIZZA SPESSO LE FIBRE MUSCOLARI PER I RIPETUTI SCATTI E’ FONDAMENTALE.
    Non vedo mai le nostre frecce scaldarsi in modo corretto. Prego prestare attenzione a questa fase delicata.
    Per il resto FORZA GIALLOBLU’ SEMPRE E SOLO…..
    N.B.: non smetterò mai di elogiare D’Aversa per il lavoro che fa tutti i giorni.
    REMEMBER
    1) 2 derby vinti
    2) 2 promozioni consecutive
    3) 1 salvezza in A
    Che cavolo volete….

  • 29 Ottobre 2019 in 10:01
    Permalink

    A me un punto va ala grande. Ma spero che ci di dovere si renda conto dell’errore madornale di una rosa risicata. Il Verona ne ha 24 in rosa. Non il Real Madrid, ma il Verona di Setti e Alfredone Aglietti. Ieri sera da Brugnoli Piovani ha già mezzo detto che Grassi fino a gennaio non sarà disponibile…e visto il fisico mi sa che anche Inglese andrà su quella strada li (sempre che non gli venga poi l’influenza a gennaio) non serve commentare oltre.

  • 29 Ottobre 2019 in 10:15
    Permalink

    questi allenatori di top club sono abituati a rilasciare dichiarazioni il più delle volte senza senso ne logica ma hanno sempre l’appoggio di certa stampa “tifosa”. Con la rosa che ha certe partite le deve portare a casa e lui lo sa bene, perciò effettua esercizi di fine equilibrismo dialettico per dire tutto e non ammettere che la colpa è solo sua: mettere 3 difensori lumaca contro 3 velocisti è un errore tattico; ha rischiato e gli è andata male.
    Stasera penso che il Verona verrà per vincere: un’occasione così con il Parma senza 6 titolari quando mai gli ricapita??? Noi costretti a giocare sotto ritmo almeno il primo tempo perchè senza cambi non si può rischiare di finire il gas troppo presto. Perciò tutti uniti stasera a sostenere la squadra in una delle partite più complicate degli ultimi anni.
    Buona giornata a tutti.

  • 29 Ottobre 2019 in 11:27
    Permalink

    Certo che squalificare Scozzarella lo vedo molto più blasfemo che la frase detta.
    Se mettessimo nei contratti di lavoro un giorno a casa a chi bestemmia sul lavoro, sai quante madonne volano?
    Ma per piacere dai…

  • 29 Ottobre 2019 in 12:43
    Permalink

    di “biastume” se ne sentono anche sull’autobus, per fortuna non ci sono registi televisivi che ti inquadrano non appena metti un dito nel naso. Al posto di Scozza farei giocare Brugman, Hernani centrale di regia proprio non lo vedo

    • 29 Ottobre 2019 in 14:01
      Permalink

      Concordo in pieno in regia ci vuole Brugman non Hernani che è un interno. Personalmente un primavera di difesa lo avrei portato xké se si fa male un centrale sono cavoli amari (si potrebbe accentrare Darmian ma poi chi mettete a destra?).
      Stasera sarà la partita più difficile di quest’anno x cui restiamo concentrati ed affamati.
      Sempre e solo forza Parma

  • 29 Ottobre 2019 in 13:00
    Permalink

    Ieri il tizio che è venuto a spomare il cesso dove lavoro ha tirato almeno 6 biastume in stecca

    • 29 Ottobre 2019 in 14:35
      Permalink

      Una volta anche un Testimone di Geova a biastumato perché è scivolato sul marciapiede davanti a casa mia con tutti i quadernetti e volantini per le pecorelle smarrite…

  • 29 Ottobre 2019 in 14:36
    Permalink

    ha volevo scrivere naturalmente (maledetta tastiera, porco….)

  • 29 Ottobre 2019 in 15:02
    Permalink

    Beh sai,

    la fase di “spomatura” di un servizio igienico contempla il fatto che, scendendo nel torbido, visto che in giro ci sono grandi stronzi, mesda e rimesda l’e facil clà spusa e alora ( anca slè al so mester ) , ag vena dal fiss anche nell’aere !!
    Chi di mer.. ferisce …di emme perisce ..se no as nesza !!!

  • 29 Ottobre 2019 in 17:16
    Permalink

    comunque non si può avere 4 difensori contati, da quel che si legge non saranno recuperabili nemmeno nella prossima e quella dopo. Io andrei sul mercato degli svincolati per prendere un difensore e una prima punta/seconda di scorta.

  • 29 Ottobre 2019 in 17:27
    Permalink

    Anch’io ma evidentemente non hanno i soldi è una situazione ridicola

    • 29 Ottobre 2019 in 18:20
      Permalink

      Ma che senso ha prendere uno svincolato ora che se va bene è da maggio che non gioca una partita e che avrebbe bisogno almeno di un mese per entrare in condizione. Nell’arco di un paio di settimane Alves e Laurini ritorneranno di sicuro.
      Poi sempre il tema di chi prendere. Qualcuno ha fatto il nome di Paletta, premesso che mi è sempre piaciuto, ma se si allena in C con il Monza qualche dubbio mi viene.

      • 29 Ottobre 2019 in 18:54
        Permalink

        E’ chiaro come l’aqua ….. Bravo LG ….

        http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI