venerdì, Luglio 19, 2024
ColumnistNews

IL COLUMNIST di Luca Russo / SE CONTE NON RICONOSCE I MERITI DELL’AMICO D’AVERSA…

russo 1(Luca Russo) – Magari sbaglio, ma fino a qualche anno fa gli allenatori delle grandi storiche del calcio nostrano erano piuttosto eleganti in termini dialettici e decisamente equilibrati nei loro giudizi post partita. Certe cadute di stile e certe uscite prive di autocontrollo, un tempo potevamo aspettarcele e ascoltarle dai tecnici di squadre di secondo piano, non da quelle chiamate a contendersi gloria e trofei in campo nazionale ed internazionale. Evidentemente il calcio è cambiato – migliorando sotto certi aspetti, peggiorando in altri – e gli addetti ai lavori lo hanno seguito o giocoforza vi si sono dovuti adeguare, perché in un modo o nell’altro la pagnotta a casa la si deve pur portare. Il Parma che abbiamo ammirato a San Siro sabato scorso – quando cioè ha tenuto testa alla lanciatissima Inter protagonista di un ottimo avvio di campionato e ulteriormente caricata dal successo ottenuto in Champions League ai danni del Borussia Dortmund -, una decina di anni orsono avrebbe incassato seduta stante gli elogi del coach avversario. Oggi le cose vanno diversamente. E così c’è ben poco da stupirsi se Conte, dopo il 2-2 che gli ha negato il sorpasso sulla Juventus di Sarri, ha dichiarato che “i loro due gol sono stati facilitati da noi” e che “per gioco e occasioni create, avremmo meritato di vincere”. L’Inter fa, l’Inter disfa, dunque. Come una Penelope qualunque. E con buona pace dei meriti della rivale di turno, ridotta a comparsa ininfluente ai fini del risultato. Alla faccia dell’eleganza e delle valutazioni equilibrate. Che avrebbero dovuto invece suggerire all’allenatore salentino dichiarazioni di tenore diverso. L’ex CT della Nazionale poteva, per esempio, rimarcare l’intelligenza del Parma nello spingere fuori dal gioco Brozovic – disinnescato dall’esuberante Kulusevski, eccellente in copertura come in costruzione – che nella storia del match ci è entrato solo per aver dato il là al primo e al secondo gol Crociato; o soffermarsi sulle felici intuizioni di D’Aversa, abile a capitalizzare il turnover contiano e a sguinzagliare la velocità di Gervinho e Karamoh contro la lenta retroguardia a 3 neroazzurra, ai nastri di partenza capitanata dall’ancora spaesato Godin e priva dell’indispensabile e collaudatissimo De Vrij. Niente di tutto questo: a sentire l’ex juventino, l’Inter i gol subiti se li è fatti da sola e alla fine, sebbene dal campo si sia avuta la netta percezione di un Parma se non dominante sicuramente non dominato, il pari gli sta addirittura stretto. Punti di vista. Il calcio è bello perché è vario: ce ne offre di diversi di domenica in domenica. Ma lo sarebbe di più se invece di sminuire i meriti dell’avversario, se ne riconoscesse la bravura. Anche e soprattutto quando il risultato finale non ci strizza l’occhiolino. Luca Russo

19 pensieri riguardo “IL COLUMNIST di Luca Russo / SE CONTE NON RICONOSCE I MERITI DELL’AMICO D’AVERSA…

  • GIANNI IL FRANCESE

    Loro hanno subito due gol su errori loro, mentre noi su doppia deviazione il primo e il secondo lasciamo perdere. Un po’ di signorilità non guasterebbe, in perfetto stile Juve

  • Sinceramente non me ne importa di cosa dicono gli allenatori avversari di noi. Non ho la smania di vedere riconosciuti dei meriti perchè conosco il valore della mia squadra.

  • Conte si è sicuramente infastidito perché almeno sabato l’ allievo (e anche amico) ha superato il maestro. Caratterialmente non è simpatico come Mazzarri ma la pasta è quella.
    contro il Verona sarà durissima. giocare in casa questa partita con tutte queste assenze non aiuta. l’ importante è non perdere. se uscirà uno 0-0 poco male almeno sarebbe un risultato neutro.
    se confermata l’ assenza di Scozzarella (in tal caso mi piacerebbe che venisse applicato lo stesso metro su tutti i campi e di positivo ci sarà che l’ ufficio del giudice sportivo creerebbe diversi posti di lavoro con parecchie assunzioni) preferirei Hernani e non Brugman dall’ inizio.
    oltre a tale avvicendamento avremo staffetta Sprocati e un giovane penso per le 2 frecce nere che difficilmente avranno altri 90 minuti nelle gambe.
    direi cambi obbligati.

  • mangia piccante in questo periodo.. non dice nulla di sbagliato conte non ha fatto un analisi oggettiva ma sappiamo bene che per sua stessa ammissione quando non vince brucia per cui probabilmente questa analisi deriva dall’arrabbiatura e dal nervosismo per il risultato, io lo assolvo e piu in generale credo che al di la dei difetti sia un grande allenatore

  • Sono d’accordo ALBANO:
    – al 1° posto dei simpaticoni c’è MAZZARRI
    – HERNANI pure io ( e si vede dalla formazione )
    – per i cambi restano SPROCATI e BRUGMAN che, se dovessero servire, andrebbero a sostituire chi avrà problemi di tenuta nel secondo tempo !!!
    Non penso che venga gettato nella mischia, ALLO SBARAGLIO, il giovane e bravo CAMARA ..( non è proprio la gara giusta )..
    ….
    in tutti i casi, KUKO e ANTONINO, sempre in emergenza, possono scalare sulla linea difensiva……il resto non creerà grossi problemi …
    classica partita da 0-0, giornata uggiosa, a loro un punto andrebbe di lusso, a noi un pò meno ma, in queste condizioni, non sarebbe da disprezzare , tutto questo solo DOPO AVER DISPUTATO LA GARA, COME SI DEVE MA, PURE COME SI PUO’..
    sono fiducioso ….

  • Concordo con Morosky, un punto anche se amaro e in emergenza andrebbe accettato senza polemiche.
    Il vero problema, e chi ha giocato a calcio lo sa, è il riscaldamento.
    Con la giornata di oggi, l’umidità e temperature “strane” per gli scattisti è tempo di stiramenti e guai muscolari.
    SCALDARSI BENE (Maldini docet – lui faceva ore di riscaldamento tra mattina e pomeriggio per presentarsi perfetto alla sera e senza mai grossi problemi muscolari);
    IL RISCALDAMENTO PER CHI UTILIZZA SPESSO LE FIBRE MUSCOLARI PER I RIPETUTI SCATTI E’ FONDAMENTALE.
    Non vedo mai le nostre frecce scaldarsi in modo corretto. Prego prestare attenzione a questa fase delicata.
    Per il resto FORZA GIALLOBLU’ SEMPRE E SOLO…..
    N.B.: non smetterò mai di elogiare D’Aversa per il lavoro che fa tutti i giorni.
    REMEMBER
    1) 2 derby vinti
    2) 2 promozioni consecutive
    3) 1 salvezza in A
    Che cavolo volete….

  • A me un punto va ala grande. Ma spero che ci di dovere si renda conto dell’errore madornale di una rosa risicata. Il Verona ne ha 24 in rosa. Non il Real Madrid, ma il Verona di Setti e Alfredone Aglietti. Ieri sera da Brugnoli Piovani ha già mezzo detto che Grassi fino a gennaio non sarà disponibile…e visto il fisico mi sa che anche Inglese andrà su quella strada li (sempre che non gli venga poi l’influenza a gennaio) non serve commentare oltre.

  • questi allenatori di top club sono abituati a rilasciare dichiarazioni il più delle volte senza senso ne logica ma hanno sempre l’appoggio di certa stampa “tifosa”. Con la rosa che ha certe partite le deve portare a casa e lui lo sa bene, perciò effettua esercizi di fine equilibrismo dialettico per dire tutto e non ammettere che la colpa è solo sua: mettere 3 difensori lumaca contro 3 velocisti è un errore tattico; ha rischiato e gli è andata male.
    Stasera penso che il Verona verrà per vincere: un’occasione così con il Parma senza 6 titolari quando mai gli ricapita??? Noi costretti a giocare sotto ritmo almeno il primo tempo perchè senza cambi non si può rischiare di finire il gas troppo presto. Perciò tutti uniti stasera a sostenere la squadra in una delle partite più complicate degli ultimi anni.
    Buona giornata a tutti.

  • Certo che squalificare Scozzarella lo vedo molto più blasfemo che la frase detta.
    Se mettessimo nei contratti di lavoro un giorno a casa a chi bestemmia sul lavoro, sai quante madonne volano?
    Ma per piacere dai…

  • luca tegoni

    di “biastume” se ne sentono anche sull’autobus, per fortuna non ci sono registi televisivi che ti inquadrano non appena metti un dito nel naso. Al posto di Scozza farei giocare Brugman, Hernani centrale di regia proprio non lo vedo

    • Concordo in pieno in regia ci vuole Brugman non Hernani che è un interno. Personalmente un primavera di difesa lo avrei portato xké se si fa male un centrale sono cavoli amari (si potrebbe accentrare Darmian ma poi chi mettete a destra?).
      Stasera sarà la partita più difficile di quest’anno x cui restiamo concentrati ed affamati.
      Sempre e solo forza Parma

  • Ieri il tizio che è venuto a spomare il cesso dove lavoro ha tirato almeno 6 biastume in stecca

    • Una volta anche un Testimone di Geova a biastumato perché è scivolato sul marciapiede davanti a casa mia con tutti i quadernetti e volantini per le pecorelle smarrite…

  • ha volevo scrivere naturalmente (maledetta tastiera, porco….)

  • Beh sai,

    la fase di “spomatura” di un servizio igienico contempla il fatto che, scendendo nel torbido, visto che in giro ci sono grandi stronzi, mesda e rimesda l’e facil clà spusa e alora ( anca slè al so mester ) , ag vena dal fiss anche nell’aere !!
    Chi di mer.. ferisce …di emme perisce ..se no as nesza !!!

  • comunque non si può avere 4 difensori contati, da quel che si legge non saranno recuperabili nemmeno nella prossima e quella dopo. Io andrei sul mercato degli svincolati per prendere un difensore e una prima punta/seconda di scorta.

  • Anch’io ma evidentemente non hanno i soldi è una situazione ridicola

    • Ma che senso ha prendere uno svincolato ora che se va bene è da maggio che non gioca una partita e che avrebbe bisogno almeno di un mese per entrare in condizione. Nell’arco di un paio di settimane Alves e Laurini ritorneranno di sicuro.
      Poi sempre il tema di chi prendere. Qualcuno ha fatto il nome di Paletta, premesso che mi è sempre piaciuto, ma se si allena in C con il Monza qualche dubbio mi viene.

      • E’ chiaro come l’aqua ….. Bravo LG ….

        http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

I commenti sono chiusi.