INTER-PARMA 2-2 (FINALE) / HIGHLIGHTS, TABELLINO E DIRETTA LIVE DI ANDREA BELLETTI

INTER PARMA 26 10 2019

INTER-PARMA 2-2 – CLICCA QUI PER VEDERE GLI HIGHLIGHTS

INTER-PARMA 2-2 – IL TABELLINO

Marcatori: 24′ Candreva, 26′ Karamoh, 30′ Gervinho, 6′ Lukaku

INTER – Handanovic (Cap.); Godin (21′ st De Vrij), Gagliardini (39′ st Politano), Lukaku, Martinez (27′ st Esposito), Barella, Biraghi, Skriniar, Brozovic, Candreva, Bastoni. All. Conte
A disposizione: Padelli, Berni, Ranocchia, Asamoah, Lazaro, B. Valero, Dimarco.

PARMA – Sepe; Iacoponi, Dermaku, Karamoh (26′ st Sprocati), Hernani Jr, Scozzarella, Gervinho (cap.) (39′ st Barillà), Gagliolo (21′ st Pezzella), Kucka, Darmian, Kulusevski. All. D’Aversa
A disposizione: Colombi, Alastra, Brugman.

Arbitro: Sig. Daniele Chiffi di Padova

Assistenti: Sigg. Giorgio Schenone di Genova e Giovanni Baccini di Conegliano 

IV Ufficiale: Sig. Maurizio Mariani di Aprilia

V.A.R: Sig. Gianpaolo Calvarese di Teramo 

A.V.A.R.: Sig. Pasquale De Meo di Foggia

Ammoniti: Barella, Candreva, Esposito; Sepe, Darmian

Calci d’angolo: 11-4

Recupero: 0’+7’

LA CRONACA LIVE DI ANDREA BELLETTI

Senza attaccanti ma pieni di entusiasmo i crociati si apprestano ad affrontare questa ostica trasferta in casa dell’Inter. I due allenatori, stretti da una lunga amicizia, cercheranno di sgambettarsi a vicenda, per dare un volto vincente e maturo alle proprie compagini. Nel Parma sono fermi per infortunio Bruno Alves, Laurini, Inglese e Cornelius. Al posto del portoghese al centro della difesa ci sarà Dermaku reduce dal positivo esordio contro il Genoa. In attacco vedremo finalmente Karamoh che ha vinto il ballottaggio con Sprocati. Come prima punta giostrerà il duttile Kulusevski. Turno di riposo per Barillà che lascia il posto ad Hernani. Tra le fila nerazzurre c’è spazio per l’ex Bastoni chiamato a sostenere l’azione dei compagni di reparto Skriniar e Godin.

 

PRIMO TEMPO

8’Cross di Scozzarella, Karamoh lasciato solo in area, di testa, non riesce ad inquadrare la porta

10’Bolide da fuori area di Dermaku Handanovic devia in angolo

12′ Sponda di Martinez per Gagliardini, rasoterra insidioso, Sepe tiene in corsa i suoi

14′ Kucka serve Kulusevski in mezzo all’area, quest’ultimo ci arriva con la punta ma è sbilanciato e l’azione sfuma

15′ Primo quarto d’ora di personalità per il Parma che sembra in grado creare non pochi pensieri ai nerazzurri

23′ GOL DELL’INTER Tiro da fuori di Candreva deviato prima da Kulusevski poi da Dermaku per Sepe nulla da fare

25′ GOL DEL PARMA Karamoh si rende protagonista di una grande giocata: sfrutta un errato disimpegno di Brozovic dal limite dell’area, scocca un  che si va ad insaccare alla destra di Handanovic

30′ GOL DEL PARMA Ancora Karamoh protagonista: lascia sul posto Godin, s’invola verso l’area serve Gervinho in mezzo all’area, il numero 27 crociato con un preciso rasoterra non lascia scampo ad Handanovic

42′ Martinez trova spazio in area e di testa provoca un brivido a Sepe.

SECONDO TEMPO

Dopo un primo tempo estremamente convincente il Parma dovrà mostrare la maturità utile per portare in porto il risultato. Karamoh ha dato la scossa, le sue accelerate si sono rilevate sempre indigeste per la difesa nerazzurra. Nella ripresa rientrano in campo gli stessi effettivi del primo tempo

4′ Bolide di Skriniar, centrale

5′ GOL DELL’INTER Azione da valutare al VAR per Chiffi prima di convalidare un gol di Lukaku in girata. Sospetto fuorigioco di Candreva in occasione dell’assist per il gigante belga

10′ Adesso il Parma soffre bisogna fare il fortino dalle parti di Sepe

20′ Sostituzione Inter esce Godin entra De Vrij

20′ Sostituzione Parma esce Gagliolo entra Pezzella

24′ Il Parma sembra giostrare ancora con ordine, guidato da un ottimo Scozzarella, partita aperta.

25′ Sostituzione Parma: standing ovation per Karamoh, applaudito anche dal popolo nerazzurro, al suo posto Sprocati.

27 Sostituzione Inter esce Martinez entra Esposito

30′ Candreva si accentra calcia con la dinamite la palla finisce in curva

38′ Sostituzione Inter esce Gagliarini entra Politano

38′ Sostituzione Parma esce Gervinho entra Barillà

43′ Girandola di angoli per l’Inter c’è da soffrire per il Parma

44′ Testa di De Vrij, pallone fuori per pochi millimetri

45′ Sette minuti di recupero

47′ Gran conclusione al volo di Esposito che non trova la porta per una spanna

52′ Triplice fischio di Chiffi che premia un Parma intraprendente efficace e volenteroso. Un plauso agli uomini di D’Aversa che hanno giocato da protagonisti a San Siro. Complimenti all’allenatore che ha messo in campo una squadra spuntata per gli infortuni, ma vogliosa determinata e ordinata. I crociati hanno concesso poco ai nerazzurri e in contropiede sono riusciti a colpire i nerazzurri. Andrea Belletti

 

 

36 pensieri riguardo “INTER-PARMA 2-2 (FINALE) / HIGHLIGHTS, TABELLINO E DIRETTA LIVE DI ANDREA BELLETTI

  • 26 Ottobre 2019 in 18:05
    Permalink

    Forza Parma!

  • 26 Ottobre 2019 in 18:06
    Permalink

    Vamos Ragazzi

  • 26 Ottobre 2019 in 18:48
    Permalink

    Super. Ora non molli e timorosi come molti nostri secondi tempi.

  • 26 Ottobre 2019 in 18:52
    Permalink

    Questo è il Parma che voglio !!!!
    Che corre e che si impegna. Poi vada come vada. Io ero già soddisfatto di come giocavamo sullo 0-0 per assurdo senza punte vere Inter senza riferimenti.

  • 26 Ottobre 2019 in 18:59
    Permalink

    Be ….??? Lasciare fuori un Karamoh così? Siamo pazzi ? Ma chisenefeega se mand a cagare il mister ogni tanto…. ottimo modulo da riproporre in trasferta! Grande Kulusevski un armadio a muro granitico !

  • 26 Ottobre 2019 in 19:57
    Permalink

    Leggende cazzo! Sempre così! Dai!

  • 26 Ottobre 2019 in 19:58
    Permalink

    BRAVI BRAVI BRAVI.
    E 2-2 che per me è un gentile regalo della Terna arbitrale e di quelli al VAR . Altrimenti si vinceva.
    Questo è il Parma che mi piace.

  • 26 Ottobre 2019 in 20:00
    Permalink

    E per una volta dirò bravo a D’Aversa….. bravino… senza quelli rotti Karamoh non giocava.
    Discorsi però già fatti.
    Godiamoci questo bel pareggio.

  • 26 Ottobre 2019 in 20:02
    Permalink

    Complimenti Ragazzi …. Mister … Dani ( grazie abbiamo panchina .) un bel punto ….

    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

  • 26 Ottobre 2019 in 20:11
    Permalink

    Grandi, con degli attributi giganteschi, è come se aveste vinto grazie ragazzi

  • 26 Ottobre 2019 in 20:19
    Permalink

    I giocatori bravi vanno fatti giocare! Karamoh e Dermaku quando avrebbero giocato senza gli infortunati?

    • 26 Ottobre 2019 in 22:27
      Permalink

      Il problema è che per far giocare loro bisognava tener giù qualcuno e molto probabilmente i candidati erano Alves e Gervinho, non è semplice. La stagione è lunga e ci sarà spazio x tutti come dimostra la partita di oggi

  • 26 Ottobre 2019 in 20:41
    Permalink

    Schianchi dove sei?

  • 26 Ottobre 2019 in 20:42
    Permalink

    Via D’Aversa via prendiamo Andreazzoli come mugugnano i soliti ignoranti

  • 26 Ottobre 2019 in 21:22
    Permalink

    Questa è la dimostrazione che, se cambiano gli interpreti, questo è un Mister con le palle! Ora che abbiamo recuperato anche Karamoh, faremo un gran bel campionato! AVANTI COSÌ!!

  • 26 Ottobre 2019 in 21:35
    Permalink

    Martedì asfaltiamo il Verona

    • 26 Ottobre 2019 in 21:51
      Permalink

      Calma, piedi saldi a terra

  • 26 Ottobre 2019 in 22:07
    Permalink

    Ma il dott. Schianchi non aveva scritto qualcosa ieri?Mi hanno detto che lo fanno socio onorario dell’UPI per l’idiosincrasia verso la squadra cittadina (determinata da motivi di piocioneria per quanto riguarda i confindustriali, da una sorta di saccenza, voglia di distinguersi e tifo strisciato per quando riguarda il noto oslone del malaugurio).

  • 26 Ottobre 2019 in 22:22
    Permalink

    Questa partita è la prova provata della crescita del mister e della squadra. Oggi si è giocato molto meglio dello scorso anno quando avevamo vinto contro però un Inter nemmeno paragonabile a quella di quest’anno che al di la della rosa migliorata ha in Conte un valore aggiunto notevole.
    Il primo tempo è stato strepitoso ed avremmo meritato almeno due gol di vantaggio. Poi calo fisiologico nel secondo con regalo del VAR.
    La partita è stata preparata ed interpretata in modo perfetto, nonostante tutte le assenze che avevamo, senza punte e solo 4 giocatori di movimento in panchina. Non dimentichiamoci chi c’era oggi in difesa, Iacoponi, Dermaku e Gagliolo, giocatori che lontano da Parma hanno giocato solo in B o C, oppure Scozzarella che oggi è stato monumentale. Questi sono fatti che testimoniano il valore di questo allenatore che in questi anni è cresciuto tantissimo.
    Vorrei fare un plauso anche al direttore Faggiano xké ha portato un Dermaku a costo zero, karamoh che potrebbe diventare il nuovo Gervinho e poi Kulusevski che vedrete tra molto poco arriverà a giocare in un top club d’Europa ( peccato che sia solo in prestito).
    Sui singoli nulla da dire tutti bravi, nessuno escluso, con una nota di merito per Dermaku, Scozzarella e Kulusevski.
    Avanti così, testa bassa, e puntiamo ai 40 punti il prima possibile.
    Sempre e solo forza Parma

    • 27 Ottobre 2019 in 11:07
      Permalink

      Gagliolo aveva già 31 presenze in A col Carpi.
      Per quanto riguarda la VAR in questa stagione è già successo altre volte casi di annullamenti o convalide di goal per pochi cm. Stessa situazione in Parma Juve con Ronaldo, quindi nessun regalo.

      • 27 Ottobre 2019 in 22:10
        Permalink

        Gagliolo ha fatto un solo anno di A con il Carpi, prima di venire al Parma, anno peraltro dove è retrocesso, quindi non lo definirei un giocatore di caratura di serie A prima di Parma.
        La rete convalidata all’Inter è molto diversa rispetto a quella di Ronaldo, infatti il portoghese, seppur per pochi centimetri, era oltre la linea, mentre nel caso di Candreva la linea tirata dal Var lo attraversa ed i piedi, per pochissimi centimetri (se non millimetri) sembrerebbero posizionati prima. Il tronco e la testa, che è una parte con la quale si può giocare il pallone, sono oltre. Aggiungo inoltre che è tutta una questione di fotogrammi, se si fa il fermo immagine un fotogramma dopo sicuramente anche i piedi di Candreva sarebbero oltre la linea, a mio avviso spesso si stoppa l’immagine troppo presto, la palla deve staccarsi completamente dal piede di chi fa il passaggio, mentre adesso si ferma l’immagine al momento dell’impatto.
        Nel mio commento non ho gradito alla scandalo perché non è questa la situazione, ma bensì di un regalino perché è difficile sostenere con sicurezza entrambe le tesi (fuorigioco e non) per cui quando si fa una scelta inevitabilmente si avvantaggia un po una squadra e si danneggia l’altra. Non è retorica ma avrei voluto vedere a squadre invertite quale sarebbe stata la decisione.
        Non dimentichiamoci che i giocatori hanno sostenuto che il guardalinee ha alzato la bandiera e questo può avere inconsciamente frenato i nostri difensori e dalle immagini lo si capisce benissimo.

  • 26 Ottobre 2019 in 22:44
    Permalink

    Per me gli infortuni servono per il percorso di crescita professionale di D’Aversa, oggi per esempio ha capito che può ruotare uomini e tattica senza paura di farsi male, almeno spero serva per il futuro quando saranno tutti disponibili.
    Oggi migliori Karamoh Kulusevski e Dermaku , due panchinari fissi fra i migliori devono trovare spazio.
    E spostare Kulusevski in mediana con licenza di uccidere? Visto la scarsa vena di Hernani….col Verona sarà più dura ma se si Vince…..

    • 26 Ottobre 2019 in 23:13
      Permalink

      Scarsa vena di Hernani? Scusi, ma per quali motivazioni tecnico, tattiche, fisiche ha visto una scarsa vena di questo giocatore.?
      A mio parere oggi è stato molto positivo

      • 27 Ottobre 2019 in 01:32
        Permalink

        È stato ridicolo hernani, è monomarcia, a prescindere da partita e avversario

        • 27 Ottobre 2019 in 08:03
          Permalink

          É proprio vero che ognuno vede la partita con occhi diversi e a secondo degli impulsi che gli manda il cervello che possono essere anche retaggi di partite passate e giudica gli interpreti in maniera soggettiva, penso che ieri Hernani abbia fatto la migliore partita da quando è a Parma probabilmente quello è il suo ruolo è calandosi nella realtà Italiana e prendendo confidenza non può che migliorare mi aspetto da lui anche qualche gol da fuori. Per quanto riguarda la sua nota lentezza varia da partita a partita, sicuramente non sarà mai un fulmine di guerra, ma è passato davanti a Gagliardini il quale sembrava fermo, e costui gioca nell’Inter, pertanto penso che nel Parma ci possa stare benissimo.

        • 27 Ottobre 2019 in 10:46
          Permalink

          Commento che si “commenta” da solo. Mi tolga una curiosità: ma la partita l’ha vista?

    • 27 Ottobre 2019 in 08:11
      Permalink

      Se ti riferisci al cambio di Karamoh, penso che lo abbia preservato per la partita di martedì visto il minutaggio che aveva nelle gambe dall’inizio del campionato. Certo è che quando togli o non metti dall’inizio o a partita in corso uno come lui rinunci a un tipo di giocatore che in fatto di velocità e imprevedibilita ti può dare tanto.

      • 27 Ottobre 2019 in 21:44
        Permalink

        A te fat un discors complichè veh

      • 28 Ottobre 2019 in 07:20
        Permalink

        At ghe ragio’ l’o l’era na e

  • 27 Ottobre 2019 in 11:01
    Permalink

    Complimenti a tutti

  • 27 Ottobre 2019 in 14:09
    Permalink

    Scozza no e’ Pirlo …..
    pero e’ Nostro Pirlo ….

    Forsa Paerma

  • 27 Ottobre 2019 in 16:58
    Permalink

    Perché oggi sul foglio di carta igienica rosa Schianchi non ha illuminato il mondo con un suo pezzo? Spero che Brugnoli lo inviti a Bar Sport domani. Già pregustava una goleada della sua amata strisciata nero azzurra…magari aggiunta a una rissa scatenata la sera prima in ritiro da Karamoh…

  • 27 Ottobre 2019 in 22:42
    Permalink

    Rispondo su Hernani, mica ce l’ho con lui , ma la catena di sx è stata inferiore a quella dx perché Hernani non ha giocato male ma fa più errori dei compagni ed è il più lento del centrocampo, questo è un dato di fatto poi ognuno vede la partita come vuole.
    Su Karamoh preservato per la prossima partita e quindi sostituito….ma ha 19 anni! Finora solo 20 minuti in campo….giocherebbe anke domani! vedremo se con tutti i titolari disponibili troverà la quadra per farlo giocare .

  • 28 Ottobre 2019 in 09:25
    Permalink

    At ghe propria ragio tornerà a fare cinque minuti a partita si e no, a gennaio chiederà di andare via e noi ci terremo stretto quel fenomeno di Sprocati.

I commenti sono chiusi.