PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / LUCI A SAN SIRO O BUIO PESTO?

luci a san siro

Luci a San Siro di quel POMERIGGIO
che c’è di strano siamo stati tutti là,
ricordi il gioco dentro la nebbia?
Tu ti DIFENDI ma io CI PROVO e TI ASPETTO là.
Ma stai GIOCANDO, tu stai CORRENDO,
così non vale, è troppo facile così
PROVARE a SEGNARTI, giocare il PRIMO tempo
sull’erba morta con il freddo che fa qui

Milano scusa stavo scherzando,
luci a San Siro non ne accenderanno più…

* PROLOGO *

mauro morosky moroni(Mauro “Morosky” Moroni) – Auspico che non sia la terza gita di classe: due in due mesi sono già troppe! Dimentichiamoci la vittoria dell’anno scorso, presumo che, difficilmente capiterà di nuovo anche perché, Dimarco gioca con loro, ma, a parte le battute, quest’anno, da quelle parti tirano delle brutte arie, facile prendere il raffreddore ma pure la “roszeda” (per i diversamente parmigiani, alla lettera significa rugiada, ma, nel gergo può pure significare un passivo pesante! Mio malgrado, anche se spero di sbagliarmi!).
Decisamente, coi fatti e classifica alla mano, i nerazzurri sono l’anti Juve per eccellenza e devo dire che sono partiti fortissimo con un Mister in panca fornito di esperienza, conoscenza, cattiveria agonistica e grande personalità: uno di spessore che serviva a rinvigorire quei giocatori affetti da carenza inguinale, grinta e continuità!
Dimentichiamoci anche della sonante vittoria contro il Genoa: godiamoci risultato, punti e classifica con una consapevolezza, per chi vorrà condividerla, la qualità delle seconde linee è nettamente migliorata e si vedono pure i benefici: l’esempio calzante, in primis, il sostituto di Alves, Dermaku, seppur all’esordio in Serie A, si è ben disimpegnato, molto forte dal punto di vista aereo, molto strutturato fisicamente, ha giocato pulito, senza sbavature né cedimenti (compagni di reparto e la manifestata pochezza del Genoa lo hanno aiutato al buon esordio); in secondo luogo, in occasione dell’infortunio di Inglese è subentrato Cornelius che ha trovato la giornata di grazia, 5-6 tiri, tre gol (non voglio citare chi non c’è più, ma se fosse successo l’anno scorso, sicuramente non c’era il sostituto ideale, con caratteristiche similari, per sopperire all’assenza di Una bomber Bobby).

Corazzata Inter *

Che dire di questa “partitella tra “amici” (non solo di Maria): una specie di dejà vu a Bari, a Siena, al calciomercato: insomma una scampagnata a Milano Centro, un po’ di shopping e poi allo Stadio, ma, chi giocherà nel 3-5-2 di Antonio? (Vota Antonio, Vota Antonio…)

HANDANOVIC (Cap.)

  DE VRJ   SKRINIAR   BASTONI

CANDREVA   GAGLIARDINI   BROZOVIC  BARELLA   BIRAGHI

LAUTARO   LUKAKU

In rosa, tra gli altri, ci sono anche: Padelli, Ranocchia, Asamoah, D’Ambrosio (infortunato), Dimarco, Borja Valero, Vecino, Sensi (infortunato), Lazaro, Sanchez (recentissimo, pesante e lungo infortunio), Politano, Esposito (questo diventerà un buon giocatore!)

Seconda in classifica, 21 punti, 8 gare, 7 vittorie e 1 sconfitta casalinga con la capolista: 18 gol siglati e 7 subiti; in casa vantano 3 vittorie e l’unica sconfitta con 7 gol fatti e 2 subiti!

E’ superfluo aggiungere che sarà una gara di sofferenza, anche se, giocando alti, lasciano molti spazi di campo aperti per scorribande e contropiedi: la gara di Sassuolo docetGervi e Dejan, deve essere la vostra gara! Dietro sono molto lenti e macchinosi: bisogna puntarli ed entrare in area: il rigore ci scappa in automatico, credetemi, anzi, fim a ment!

Facciamogliela sudare fino al 98° per favore, senza mollare!

Filo diretto con Roberto*

Cosa temere di costoro ?

  • difesa strutturata fisicamente e molto arcigna
  • centrocampo molto tecnico che fa girare palla da un lato all’altro per ampiezza e poi verticalizza verso la profondità
  • esterni macina chilometri sulle rispettive fasce laterali, dei quinti che fanno sia le ali (in primis) che i terzini (all’occorrenza): qui sarà fondamentale contrapporsi a uomo ( Darmian e Pezzella potrebbero essere idonei a tale compito, più difensivo che propenso all’attacco, ma questa sarà una gara di grande sacrificio, il nostro!) questi, se li lasci giocare, mandano in area una quantità industriale di cross e/o di passaggi verticali per i tagli delle punte. Occhio Mister, se lo so io, lo devi sapere pure tu, a “marcmand” (mi raccomando)
  • attacco molto ben assortito, “ un curt e un long” (uno svelto, tecnico e rapace, l’altro, il classico centravanti boa che gioca per la squadra, difficile da spostare – se prende posizione – e pure da menare!)

Insomma, per farla breve: una gara molto delicata ed impegnativa per noi. Servirà grandissima attenzione, impegno massimale e tanta corsa per arginare questi avversari: non bisognerà sbagliare nulla, in nessuna zona del campo e, se fosse possibile, cercare di non farsi schiacciare troppo nei nostri 25-30 metri difensivi; come ha fatto la Juve, bisognerà cercare di limitare Brozovic facendolo seguire a uomo (in fase di non possesso) in modo tale da ridurre al massimo le sue geometrie per fare avanzare la squadra!

Roberto, si giocherà sabato pomeriggio e loro mercoledì sera hanno  avuto la gara casalinga col Borussia D. (2-0, ciapa su e take away a Dortmund), non proprio il “roccacamporella” con una partita molto dispendiosa di energie fisiche e mentali: cosa ti suggerisce tutto ciò ? So che hanno una rosa ampia (mentre noi siamo contati 17!) e potranno fare rotazione, ma non tutte le seconde linee sono all’altezza dei primi 15-16!).

Con tutto il rispetto, coi timori e l’assoluta consapevolezza del fatto che l’impegno ha un coefficiente di difficoltà molto elevato, io dico che, se si gioca da squadra, stretti e compatti, si possono tenere la partita ed il campo: la davanti, quei due (la doppia elle Lautaro-Lukaku) sono parecchio pericolosi, ma non voglio che si parta battuti sulla carta; confido in una preparazione di partita meticolosa (come sempre, meno quelle due là), attenta, scrupolosa: mi raccomando, fa “daraszon”, loro devono vincere a tutti i costi (la Juve giocherà a Lecce 3 ore prima!) e, a me basterebbe un punticino, quello che “sburla” avanti la classifica, piano piano ma costante!

Mister, non fare complimenti: se hai bisogno io ci sono… La gara preferisco guardarla dall’alto, in panchina siete troppo “schiacciati” rispetto al campo e non si può notare bene la disposizione “dinamica” dei vari interpreti, avversari e non (lo so che in Tribuna ci sono gli “analistiPiccioni e Greco, ma loro sono impegnati a filmare, contare i passaggi sbagliati, segnalare i recuperi palla, le giocate non viste, ecc ecc): questo, in qualsiasi momento della gara, in qualsiasi fase di gioco, con e senza palla (credetemi, a volte è molto più difficile ed impegnativo giocare senza palla che con!); tu hai il mio numero, chiama pure, anche per i cambi, non ci sono problemi (a proposito, fai scaldare Karamoh a fine primo tempo (sempre ammesso che non lo schieri all’inizio, chissà mai ci scappi questa sorpresona, vista l’ecatombe) e, al primo minuto della ripresa lo mandi in campo, in base al punteggio ed alle fasi di gioco ti suggerirò poi chi fare uscire): adotta anche tu un aiuto allenatore “poli funzionale”, costa poco, ha tempo, non è a dieta, non fuma, sano di mente, capace di intendere e volere, autoINsufficiente, parla “quasi correttamente” l’italiano, spicca un po’ d’inglese scolastico (the pen is on the table, the cat is near the window ma, se il gatto si sposta a sema bèle in breghi ed tela), un petit peu de francais, vernacola il dialetto parmense e non dal sass, che altro? Potrei farlo anche gratis ma, giusto per gratificare il mio passionale operato, mi accontenterei di un piccolo contratto, il minimo sindacale per la Serie A, facciamo 80.000 netti annui, vitto e alloggio e non se ne parla più, qua la mano, accetto, dove c’è da firmare ??

Mister, ma che fine ha fatto Emerson Espinoza, nella sua Under 21 era difensore centrale e Capitano: sarà mica già tornato a casa? Saudade? Oppure al catè la morosza a Paerma ed è già infortunato all’inguine? Mo che lavor!

E di Karamoh cosa mi dici? Praticamente non l’abbiamo mai visto, che sia questa la volta buona vista l’assenza di Cornelius, oppure come scrive Schianchi giusto stamane non è ancora maturo e gli preferirai Sprocati? Questa potrebbe essere l’occasione buona anche da ex che voglia suscitare rimpianti, anche perché Dejan Kuliu mi sembra quasi “indispensabile” per come è entrato da subito nel clima Serie A, per come corre, gioca e vede le linee di passaggio filtranti, pulite, rasoterra, dei veri inviti, assist gol, per compagni lungimiranti! In tutti i casi, per ora va bene così: quando si vince si cerca di essere moderati, ottimisti e le problematiche si tende a dimenticarle: io no, anche se tutto vuole tenuto sotto controllo, bisogna cercare sempre di migliorare la qualità del proprio lavoro, di quello dello staff e del gruppo stesso che lavora con te, giusto?

Se il capitolo infortuni non ci perseguiterà in modo esagerato (ricordo ai lettori che quelli traumatici, Laurini e Inglese, sono robe di campo, incidenti del mestiere, occasionali e fortuiti, quello muscolare di Cornelius propia adesa angvoleva miga), se lo spirito del gruppo è quello visto anche domenica scorsa (indipendentemente dall’avversario di giornata), se le brutte partite con Lazio e Spal verranno tenute a mente come prestazioni da non ripetere, tutto ciò premesso, potremo toglierci altre soddisfazioni: la gente vuole vedere l’impegno, la voglia di provarci, quel sano e “cattivo agonismo sportivo ” che, a fine gara, ti consente di non avere recriminazioni perché hai dato tutto, fino all’ultima energia, dopo di ciò si può anche uscire a testa alta! Che si vinca o che si perda…..! ( no dai, non posso fare quella rima la, dopo il Direttore mi censura!).

Adesa fag la formasiò…

 

Indisponibili & introvabili* (tipo la figurina di Pizzaballa)

  • Adorante (in Primavera, derby col Milan)
  • Emerson Espinoza
  • Laurini
  • Bruno Alves
  • Inglese
  • Grassi
  • Cornelius (certo che la sfaiga ci vede benissimo! Non solo il primo, ma pure il secondo bomber si è fermato ai box!)

SEPE

DARMIAN   IACO (Vice Capitano)   DERMAKU   Ricki GAGLIOLO Thor

SCOZZA

KUKO ………….  ANTONINO

<<<<<<<<<<   DEJAN.K   >>>>>>>>>>( il mio mito )

   GERVI (Capitano)   SPROCATI (preferirei KARAMOH ma Schianchi disa clè mia madur)

 pam parsut cornelius e lambrusch

Marcador Croszè *

 (utente: 1.TiRa//In.PORTA – pass: Andreas.Evald.1993, 1.95 long vehicle) 

  • 4 Cornelius (pan, parsut, Cornelius e lambrusc!)
  • 2 Inglese, Kulusewski
  • 1 Gervinho, Gagliolo, Barillà, autorete Bourabia, Kucka

(per un totale di 13 reti siglate)

borsino 22 10 2019

Le gare del 9° turno *

(Oggi mi va di scherzare, metto pure il risultato: chiamali se vuoi i Pronostici del Profeta!) 

(1-1) Verona-Sassuolo (Venerdì 25/10 ore 20.45)
(1-2) Lecce-Juventus (Sabato 26/10 ore 15.00)
(1-1) Inter-Parma (ore 18.00) (la speranza di un pareggino c’è…)
(0-0) Genoa-Brescia (ore 20.45)
(0-0) Bologna-Sampdoria (Domenica 27/10 ore 12.30)
(3-0) Atalanta-Udinese (ore 15.00)
(0-1) Spal-Napoli
(1-1) Torino-Cagliari
(2-2) Roma-Milan (ore 18.00)
(2-2) Fiorentina-Lazio (ore 20.45)

Giornata altamente impegnativa per Verona, Sassuolo, Lecce, Parma, Genoa, Brescia, Bologna, Sampdoria, Udinese e Spal: che sia per gli scontri diretti, che sia perché giocano contro le big, saranno partite dure per tutti: diciamo che mi accontenterei di un pareggino magrooo, striminzitoooo, piccolo piccolo! Voi no? Volete vincere vero? Bravi, pure quelli dell’Inter lo vogliono!

Da qui in avanti ci sarà molta materia per Davide, ti aspetto per l’analisi della situazione!

Dalle zone nobili del Ponte Caprazucca (Feudo U.P.I.) e dalla continua movida in centro città  (Via Mazzini, Piazza Garibaldi, Via Farini, i Portici del Grano, Via della Repubblica con le insegne illuminate che avvolgono lo shopping delle signore), alle zone degradate (come cita Davide, zona San Leonardo, Zona Piazzale della Pace (già Piazzale dello Spaccio), Via Imbriani, Via Bixio, Strada d’Azeglio e Via dei Mille che sono diventati i primi avamposti della micro-delinquenza, dello spaccio, della prostituzione, a piedi, in bici, in alcova e in ogni dove, come citava Candido Cannavò a proposito della Gazzetta dello Sport).

C’era una volta*…!!!! Una Parma che, un tempo, era chiamata la Petite Paris, amarcord, e mi steva a Besganola, con Macheri, al Biond, Antonelli, Dadà, Fabio, Celso, la Dafne, l’Arca (con Masmott incorporè), Banden, al Baffo, i Bonzanini Brothers, i Dall’Oglio Brothers (custi si chieren difensor, gamba o balon mo ded li nes paseva miga facilment!) , questi, sicuramente erano bei tempi, avevamo 40 anni di meno ma si viveva meglio, in campagna sicuramente, forse pure adesso! Amarcord !!

I tempi cambiano * Il nostro bar storico l’hanno comprato i cinesi: la clientela, a parte qualche vecchietto, in parte è ancora rappresentata da quei giovani che sono diventati uomini, padri, nonni e, in gran parte da gente “foresta” – multietnica che, come conseguenza, rispecchia l’andazzo della città e della Nazione; si fatica a sentire parlare il dialetto e, spesso, pure l’italiano, ma non è questo il problema, il problema è legato al fatto che diventa difficile l’integrazione nei confronti di persone che NON SI VOGLIONO INTEGRARE (etnie come gli indiani lavorano col bestiame nelle stalle, etnie come i filippini lavorano molto spesso nelle imprese di pulizie, etnie dell’est trovano lavoro come badanti, le etnie orientali-cinesi lavorano in conto proprio, nei loro ristoranti, nei loro negozi, coi loro prodotti ed il loro personale: poi ci sono altre etnie, parecchi nell’edilizia, alcuni nei ristoranti, alcuni nel commercio al dettaglio, porta a porta, sempre a piedi, in bici, take away oppure direttamente a casa, a seconda della vasta clientela che alza sempre la domanda e quindi, come da regola del commercio, per calmierare il fabbisogno notturno, quotidiano, settimanale o mensile, si devono fare molti sacrifici, molte ore in sella, sempre di corsa, con una concorrenza spietata, sia da parte degli altri commercianti, sia da parte dei cittadini residenti nelle zone di cui sopra e sia da parte delle Competenti Istituzioni che devono controllare le regolari aperture di partita iva, iscrizione alla C.C.I.A.A., insomma tutto l’iter burocratico del commercio stesso!

I tempi sono cambiati, in peggio: è una triste realtà, meglio pensare al calcio!

Un cordiale saluto,

Mauro “Morosky” Moroni

Stadio Tardini

Stadio Tardini

11 pensieri riguardo “PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / LUCI A SAN SIRO O BUIO PESTO?

  • 25 Ottobre 2019 in 17:05
    Permalink

    Mauro complimenti per il pezzo, tra l’altro le deiezioni che abbondano nelle zone degradate da te citate sono una metafora dei rischi connessi a fare campagne acquisto incomplete, con giocatori mezzi rotti e rose corte. Il cinese del tuo bar ad Besnagola è il cinese di Crespo che ha raggiunto l’accordo coi 7 proprio ricevendo in cambio quel bar li, oltre a quel negozio che c’è tra la stazione e Via San Leonardo dove riparano i cellulari e vendono i pc usati. Però non dirlo in giro che non siamo più la Petite Paris o al Ponte Caprazzucca si offendono e non ti mandano l’agenda per Natale.

  • 25 Ottobre 2019 in 21:22
    Permalink

    Veh, le “deiezioni” che tu citi (che poi è il termine pateticamente ricercato: si chiamano merde, suono anche onomatopeico se vogliamo) mica sono metafore, se le pesti te ne accorgi che sono olezzamente materiali.
    D’altra parte le facciamo tutti (un po’ meno gli stitici, un po’ di più gli Schianchi), dipende dove…

  • 25 Ottobre 2019 in 21:42
    Permalink

    Così, tanto per dire …
    VERONA-SASSUOLO ….primo tempo 0-0

    …solo 5 ammoniti per il Verona e 2 del Sassuolo
    …se magari ci fosse qualche diffidato nel cioppo dei 5…
    non è sportivo ma, aiuta ….

    • 25 Ottobre 2019 in 21:50
      Permalink

      Mamma mia Mauro ..
      5 ammoniti di Verona ….. in 45 minuti ….. insomma la Verona e’ una squadra de Legneri ?
      Pierluigi Collina

  • 25 Ottobre 2019 in 21:59
    Permalink

    DUNCAN e OBIANG
    li cambierei volentieri con un paio dei nostri centrocampisti.!!!

  • 25 Ottobre 2019 in 22:14
    Permalink

    Il Verona, al centro della difesa, ha un certo Kumbulla, ragazzo del vivaio…classe 2000 …!!!

    Devo sottolineare, però, che quella dei veneti E’ UNA SQUADRA ROGNOSA E FALLOSISSIMA …considerando che gioca in casa …
    non oso immaginare cosa faranno in trasferta …
    boh..

  • 25 Ottobre 2019 in 22:21
    Permalink

    Non so cosa succederà martedì sera ma, questo Verona corre, lotta, ha una grinta pazzesca e non merita di perdere ..
    al 77° …0-1

    l’infrasettimanale sarà complicato ..
    lo preannuncio …
    anche se oggi perdono …hanno giocato bene e dimostrato carattere

  • 25 Ottobre 2019 in 23:56
    Permalink

    Penso che domani giocheremo con Sprocati, Kulu e Gervinho in avanti. Non credo che D’Aversa cambi modulo anche in assenza dei 2 centravanti titolari.

  • 26 Ottobre 2019 in 13:55
    Permalink

    Leggendo il tuo articolo la mia attenzione più che sulla partita scontatissima se le cose purtroppo vanno come penso, si è soffermata sulla parte etnico socio culturale economico e il mio pensiero è andato all’ineluttabilita dei cambiamenti in atto nel nostro paese, cosa che in altri paesi è in corso già da decenni. Se ti fai un giro alla maternità come ho fatto io ultimamente, troverai tanti nuovi italiani con il volto più o meno colorato tanti nomi esotici, e pochissimi cognomi italiani che finiscono con la i. Questi saranno quelli che completeranno l’integrazione frequentando quotidianamente i nostri pochi nipoti nelle scuole e sul lavoro, come fecero i figli dei nostri immigrati dopo la guerra in giro per il mondo. É chiaro che se il batterflay effect genera uno tsunami in qualche parte del mondo, quello che abbiamo seminato da più di un secolo a questa parte non poteva che essere quello che stiamo raccogliendo. La speranza, anche se credo che della Petit Paris non fregherà più a nessuno, è che qualcuno faccia il tifo per il Mitico Parma.

  • 26 Ottobre 2019 in 14:49
    Permalink

    Ti capisco, s.ono d’accordo ed ho anche l’umiltà di NON SAPERE COME RISOLVERE IL PROBLEMA ( siamo in tanti sul treno )..

    detto questo …
    CHE TIFINO CASABLANCA, TUNISI, PECHINO,
    TIRANA, ….GHANA, SENEGAL NIGERIA ..
    AL PARMA, 13.000 abbonati , come minimo, resteranno sempre …
    tutti i nuovi arrivati tiferanno bianconero ….è un classico !!
    ..
    una signora straniera, sul bus, mia ha detto che tra 50 anni comanderanno loro perché fanno figli mentre, al contrario, noi italiani non procreiamo ..

    ed io ho replicato dicendo …CREDO DI NON ESSERCI ..
    per fortuna ..

    razzismo …NO, DIFESA DELL’EDUCAZIONE CIVICA, del territorio, delle tradizioni e del rispetto ….per chi vive in un luogo diverso dal tuo,
    STRANIERO NON INVITATO ma …spesso, arrivato clandestinamente
    ( INDIPENDENTEMENTE DALLE MOTIVAZIONI )

    …meglio chiudere il discorso socio – politico ..si potrebbero inasprire coloro dai contorni sinistrorsi …
    ed io di politica NON VOGLIO PARLARE …
    ..
    cmnq è stato un piacere disquisire …
    moro

  • 26 Ottobre 2019 in 14:49
    Permalink

    Ma quindi i nostri padroni di Zang e Ausilio prendono già a gennaio quello che era il nostro colpo estivo ovvero Darmian?Se così fosse sarebbe una roba ridicola da vergognarsi come dei ladri. Nemmeno una società satellite, ma una squadra B dove fare guarire infortunati, cedere esuberi per fare plusvalenze e prendere punti. Che schifo

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI