PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / WHAT LA THOR IN TAL VAR

morosky previdorm(Mauro “Morosky” Moroni) – KKG, splendide luci a San Siro. Direttamente dai nostri agenti segreti in missione a Milano (Karamoh, Kulusewski, Gervinho), ovviamente presenti nella mia formazione ipotizzata con le motivazioni tecniche che il Parma ha messo bene in campo  (leggasi i due colored esterni larghi e Red Dejan.K col fiato sul collo di Brozovic, diciamo pure che nel primo tempo non l’ha mai vista!), torniamo a casa con un punto condito da gioco, impegno, corsa e grande sacrificio da parte di tutti .

* La Prestazione *

Buon Parma, ottimo primo tempo, buona prestazione globale, “risultato forse giusto” , ma pesantemente condizionato da una decisione Var estremamente lunga e molto dubbiosa (e oggi devo ripetere, incavolato,  vatla a thor in tal var!).

Un bravo a tutti i singoli componenti, tra i migliori in campo, a mio avviso:

Karamoh, (1 gol bellissimo, un’azione travolgente ultimata con l’assist per Gervinho e un paio di recuperi difensivi di grande utilità per la squadra) Kulusewski e Scozzarella! 

Filo diretto Morosky >> D’Aversa *

Ciao Roberto, bravo tu e complimenti a tutti: con l’Inter mi siete piaciuti, dal primo all’ultimo minuto, mi siete piaciuti in ogni frangente e sotto ogni punto di vista considerando la forza ed il valore della squadra nerazzurra!

Rileggiti cosa avevo scritto nell’articolo uscito venerdì:

  • formazione (sbagliato il solo Hernani al posto di Barillà)
  • disposizione tattica (marcatura di Brozovic a uomo)
  • risultato previsto (1-1 contro il 2-2 finale)
  • gestione oculata di Karamoh: ha esordito nel suo stadio, ha fatto un primo tempo strepitoso, è stato disciplinato, non ha “boffato” , ha corso ed è solo calato un po’ nel secondo tempo, ma ci poteva stare!

Sono molto contento per lui (alla faccia di chi scriveva che non era ancora pronto-maturo-inquadrato) e per il Parma: io per primo, ho condiviso il fatto che quando ha sbagliato sia stato “bastonato e multato”, ma, come scrivevo proprio ieri rispondendo ad una domanda postami da un lettore, il calciatore era sicuramente pronto anche tempo fa, era allenato, preparato ed in forma e sabato speravo, per tutta questa serie di motivazioni, che facesse proprio un esordio così, diciamo “stellare”, per importanza delle sue giocate (in entrambe le azioni dei gol si è bevuto Godin come bersi un bicchiere d’acqua): ora deve solo continuare ad allenarsi, a migliorare e a giocare per la squadra, la stoffa c’è, fatti un bel vestito!

Mister, ci sentiamo dopo, in fase di presentazione della gara di domani sera contro il Verona (ti anticipo che sarà molto più dura di quella di oggi, credimi, hanno tutti una grinta pazzesca, smisurata!. Ma ti let bele dit prima in conferensa, battendomi sul tempo…)

Risultati del 9° turno *

(a destra, tra parentesi le mie previsioni di venerdì)

0-1 Verona-Sassuolo (Venerdì 25/10 ore 20.45) (1-1)
1-1 Lecce-Juventus (Sabato 26/10 ore 15.00) (1-2)
2-2 Inter-Parma (ore 18.00) (1-1) QUESI CIAPE’
3-1 Genoa-Brescia (ore 20.45) (0-0)
2-1 Bologna-Sampdoria (Domenica 27/10 ore 12.30) (0-0)
7-1 Atalanta-Udinese (ore 15.00) (3-0)
1-1 Spal- Napoli (0-1)
1-1 Torino- Cagliari (1-1) CIAPE’
2-1 Roma- Milan (ore 18.00) (2-2)
1-2 Fiorentina- Lazio (ore 20.45) (2-2) QUESI CIAPE’ ris

 * BORSINO, su e szò, CASA TRASFERTA *

borsino (2)

Le capoliste pareggiano e la sola Atalanta ne approfitta, recupera due punti e si piazza quindi a tre lunghezze dalla vetta; nelle zone basse, tutto sommato, giornata positiva anche per i Crociati che si tengono dietro circa una decina di squadre: Sampdoria, Brescia, Spal, Genoa, Lecce, Verona e Sassuolo sono le attuali sette squadre in lotta per non retrocedere.

raffronto ieri oggi

Cartlen geld *

  • 4 Hernani (in diffida)
  • 2 Kulusewski, Barillà, Gagliolo
  • 1 Grassi, Gervinho, Iacoponi, Laurini, Scozzarella, Sepe, Darmian

Marcador Croszè (totale siglati: 15)
(utente: 1.TiRa.In.PORTA – pass: 2.anca.da.fora.area)

  • 4 Cornelius (con chi 4 gol chi tè bele radopiè al to valor)
  • 2 Inglese, Kulusewski, Gervinho
  • 1 Gagliolo, Barillà, (autorete Bourabia), Kucka, Karamoh

Bomber castiga.Paerma 2019-2020” (stica..i)

Chiellini,  Lasagna,  Ceppitelli (2), Simeone, Immobile, Marusic, Ansaldi, Belotti ( rig ), Petagna, Pinamonti, Candreva , Lukaku & VAR  (tot. subiti: 13) 

Le conferenze memorabili, quelle sincere (e mai banali) *

I Mister, solitamente sono degli ex calciatori che negli anni di carriera, intervista dopo intervista, hanno imparato a parlare tanto non dicendo proprio nulla: ecco alcuni frammenti standard delle loro frasi abituali (un po’ come i miei ciclostyle) al cospetto dei media:

  • In prepartita in attesa del confronto casalingo con una squadra di bassa classifica: “stimo molto il Mister che dispone molto bene in campo una squadra che non merita la classifica che ha, sarà una gara difficilissima nella quale prevarrà il miglior approccio ed atteggiamento con la maggiore voglia di portare a casa il risultato”
  • Post gara, in conferenza stampa
  • in caso di vittoria: i ragazzi hanno interpretato bene la gara mettendo in campo tutto ciò che avevamo provato in allenamento e quello che avevo chiesto loro di fare: come dico sempre, col giusto approccio ed atteggiamento, con la fame di portare a casa un risultato positivo, ce la possiamo giocare con tutti, soprattutto per il nostro pubblico che ci sostiene sempre, dall’inizio alla fine !”
  • in caso di sconfitta: alcuni episodi ci hanno condannato, nel secondo tempo però, quando abbiamo cercato di pareggiare, proprio nel nostro migliore momento, è arrivato il loro raddoppio e, li, non ci siamo più rialzati: siamo calati d’intensità, abbiamo sempre subito i contrattacchi avversari non riuscendo ad imporre il nostro gioco; da martedì analizzeremo cosa e dove abbiamo sbagliato (facendo tesoro dei nostri errori) e poi bisognerà voltare pagina andando subito a pensare alla prossima gara, molto difficile ed impegnativa contro una super squadra costruita per cercare di vincere lo scudetto!
  • il pareggio non è contemplato, per ora, o si vince o si perde, in egual misura!

P.S. a parziale rettifica di quanto sopra, dopo 4 sconfitte e 4 vittorie, nel caso del Parma, ma le frasi sopra ben si adattano a tutti i Mister, ecco il primo pareggio (a casa Inter è un ottimo risultato direi anche se, lo sottolineo nuovamente, il var ha dei grossi meriti nel pareggio interista : ma l’assistente di linea aveva veramente alzato la bandierina?). 

Le gare del 10° Turno – infrasettimanale * 

Parma-Verona (Martedì 29/10 ore 19.00)
Brescia-Inter (ore 21)
Napoli-Atalanta (Mercoledì 30/10 ore 19.00)
Cagliari-Bologna (ore 21.00)
Juventus-Genoa
Lazio-Torino
Sampdoria-Lecce
Sassuolo-Fiorentina
Udinese-Roma
Milan-Spal (Giovedì 31/10 ore 20.45)

* Il Verona targato Juric *

3-4-2-1 il sistema di gioco per una formazione neopromossa che sta ben figurando in classifica: aggressiva, pimpante e sbarazzina, bada al sodo cercando di giocare un calcio veloce con palla a terra!

SILVESTRI

RRAHMANI   KUMBULLA   GUNTER

FARAONI   AMRABAT   PESSINA   LAZOVIC

VERRE   ZACCAGNI

DI CARMINE

Tra gli altri giocatori in rosa: Adjapong, Bocchetti, Crescenzi, Dawidowicz, Empereur, Vitale, Badu, Bessa, Henderson, Veloso, Di Gaudio, Pazzini, Salcedo, Stepinski, Tutino.

9 punti in classifica, 2 vittorie, 3 pareggi e 4 sconfitte, 6 gol siglati ed 8 subiti;

in trasferta, dopo 4 gare, 4 punti con 1 vittoria, 1 pareggio e 2 sconfitte: 3 gol siglati e 5 subiti.

La chiave di lettura di questi numeri: segnano e subiscono poco ma hanno grande carattere, tanta applicazione e tanta grinta, quella che aveva in campo Juric e che ha trasmesso al gruppo: attento Parma, attento a costoro!

Filo diretto col Mister (2) *

Partita di Milano finita da poco, ti preparo subito la formazione per martedì sera (salvo complicazioni ulteriori):

SEPE

DARMIAN   IACOPONI   DERMAKU   PEZZELLA

SCOZZARELLA

KUKO   BARILLA’

DEJAN.K

KARAMOH   GERVINHO

So perfettamente che non ho scoperto l’acqua calda, ma Gagliolo non è disponibile e quindi:

  • uomini contati per il reparto difensivo (in caso di emergenza grave, uno come Antonino può andare in fascia difensiva sinistra, Kucka potrebbe fare il centrale difensivo, insomma, con 4 giocatori per 4 ruoli bisogna non farsi trovare impreparati se dovessero incombere altre calamità)
  • centrocampo assolutamente da confermare: poi che parta Antonino oppure Hernani non ha importanza: entrambi danno discrete garanzie, il primo con più grinta e corsa, il secondo con più tecnica e fisicità, tranquillo Mister, ci sono sempre i tre cambi per supportare la squadra in questo trittico di 3 gare in una settimana!
  • attacco pure: la prestazione ed il risultato fanno passare in subordine l’assenza dei due “bomber pillolonie, stavolta, non abbiamo giocato contro l’ultima della classe bensì contro una squadra che potrebbe anche vincere lo scudetto!
  • i 14 che hanno giocato a Milano, salvo acciacchi-indisponibilità, meritano tutti la piena riconferma e quindi penso che tu condivida questo ultimo punto (anche perché ormai abbiamo raschiato il fondo del barile e non ci restano molte scelte).

A PROPOSITO, DICO UN’ERESIA SE AFFERMO CHE ABBIAMO GIOCATO MEGLIO IN DIFESA SENZA IL CAPITANO? Non voglio assolutamente alimentare nessuna polemica, ma mi sono posto questo dilemma anche se, comunque, andiamo molto bene così, si provveda a continuare su questa falsariga anche se, LASCIATEMI DIRE CHE LE GARE CON LA LAZIO E CON LA SPAL, mi stanno ancora molto sul gozzo, soprattutto alla luce di quelle giocate con diverso piglio! Ca$$o!

Del Verona cosa potrei dirti che non conosci già?

  • Giocano con una sola punta (a volte Di Carmine, a volte Stepinsky),
  • due mezze punte molto mobili, veloci e tecniche (Verre e Zaccagni)
  • faro di centrocampo di solito è Veloso (ex Genoa), supportato dai vari Pessina, Faraoni, Amrabat e Lazovic
  • in difesa il perno centrale è un 2000, tale Kumbulla e gli altri due difensori non mi sembrano imperforabili: ciò che si deve temere è la loro foga, corrono tutti, mordono tutti, si battono e lottano per tutta la gara, sono parecchio fallosi ed aggressivi nel recupero palla!
  • Roberto, stai più sereno in panchina, c’è Sky che ti becca sempre quando ti mangi la mano destra dall’incaz….ra e pure quando salti come un grillo ai nostri gol: tola su dolsa, in campo ci sono loro e, dalla panca non si riesce a fargli fare il tiro perfetto, l’assist preciso, il recupero pulito quindi, tieni molto larghi sia Gervinho che Karamoh e fai fare lo stesso tipo di gioco a Kulusewski (in questo caso su Veloso il quale ha un sinistro sopraffino, tira punizioni e rigori e pure fuori dall’area si disimpegna molto proficuamente).

Giocando con una punta sola ci sarà da stare molto attenti ai due fantasisti, Zaccagni è una specie di seconda punta e Verre è un peperino molto pericoloso (pure lui mancino): a me basterebbe che, di squadra, si facesse una gara come col Genoa e come a Milano, in tutti i casi sappi, ti ricordo che quella veneta è una squadra molto rognosa!

Abbiamo fatto 13!

Dalla postazione Sky.Box del soggiorno di Casa Moroski, col fido Alberto che mi assiste per le gare in trasferta (nel solito rito del taglio del salame con il giusto Valdobbiadene),  a voi Stadio Tardini!

Un cordiale saluto,

Mauro “Morosky” Moroni

Stadio Tardini

Stadio Tardini

21 pensieri riguardo “PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / WHAT LA THOR IN TAL VAR

  • 28 Ottobre 2019 in 18:16
    Permalink

    bè mo veh, fet al godù?
    sempre fotografato con leggiadre fanciulle
    a son invidios
    mi son circondè da fighi inversi!

    • 28 Ottobre 2019 in 19:20
      Permalink

      Pen … e’ normale …penso Io ..per Mauro ,…. quando ero a Parma la scorsa stagione con Mauro …no possiamo andare per strada in Città’ senza molti saluti de le donne …eranno belle …. se puo dire che Mauro e’ un Tipo ” Casanova ” ..
      Best ,
      Stra’

      • 28 Ottobre 2019 in 20:54
        Permalink

        Voglio fare come i gabbiani: star dietro alla nave aspettando che gettino gli scarti!

  • 28 Ottobre 2019 in 19:56
    Permalink

    Squalificato pure Scozza…per una presunta bestemmia! Non è che iniziamo a dare fastidio a qualcuno?

    • 28 Ottobre 2019 in 20:01
      Permalink

      Ho già risposto su questo tema a un altro lettore sotto altro articolo: niente vittimismi, resta singolare il fatto che venga punito Scozzarella quando di “smadonnatori” in campo in tv se ne vedono a bizzeffe…

  • 28 Ottobre 2019 in 20:46
    Permalink

    Da parte mia nessun vittimismo…come sempre !
    Se devo esser sincero, visto che non ero allo stadio ( Sky tv ..replay in casa ) avevo visto questa BLASFEMATA labiale ma, non mi ricordavo chi fosse l’autore: per me era una cosa da non prendere nemmeno in considerazione …così come quella profferita da baby ESPOSITO….dopo quel gran tiro al volo che è andato fuori di mezzo metro !!!
    ..
    Oggi come oggi vedi gli attori protagonisti parlare fra di loro con la mano davanti alla bocca…
    PER ME SEMBRANO ANORMALI ..e mi fanno sbellicare dalle risate…
    BASTA PARLARE IN DIALETTO e vedi un po’ chi cavolo ti capisce ….
    mo co dziv dabon ??
    dai la …scarserema miga an ??
    SCOZZA, non preoccuparti, ti conosco da tre anni, non sarà una parola blasfema ( di rabbia, sconforto, disperazione, arrabbiatura) a farmi cambiare idea sul fatto che sei un bravo ragazzo, umile, pulito, EDUCATO e sempre disponibile ..oltre che aver dimostrato di poterci stare anche in Serie A…
    oltre al var ..adesso mando a thor in tal var anche chi ha fatto la SPIA …..ma in una partita terminata finita e MEZZA RUBATA DA QUEL CAVOLO DI VAR SOGGETTIVO….
    cosa dovevano andare a studiarsi ?
    SQUALIFICARE SCOZZARELLA per una blasfemata …
    ma andate a fare ….in tal ..
    …vergognatevi ..
    da chi ha fatto delazione a chi ha preso il provvedimento ..
    giusto a termini di regolamento ma…
    ASSURDO ED ANACRONISTICO ….
    …mo andi a cagher tutt ..

    • 28 Ottobre 2019 in 21:58
      Permalink

      Forza Scozza ( Nostro Pirlo )…a morte con Te ….
      Grazie di cuore il lavoro che stai facendo …
      Forza Parma

  • 28 Ottobre 2019 in 20:54
    Permalink

    Chissà come gode Schianchi

  • 28 Ottobre 2019 in 21:49
    Permalink

    Se mi permetti, non lo voglio proprio sapere…

  • 29 Ottobre 2019 in 03:39
    Permalink

    Si fa in tempo a fare ricorso?

  • 29 Ottobre 2019 in 06:54
    Permalink

    Bar Sport mortifero alle 21.20 a letto sarà l’età???

    • 29 Ottobre 2019 in 09:35
      Permalink

      Propongo alla conduzione Stefano Pileri di Anteprima tg Parma così ci facciamo un unica dormita

  • 29 Ottobre 2019 in 08:55
    Permalink

    Ragazzi cosa volete che vi dica, andare in campo nelle emergenze derivate da infortuni e/o squalifiche è un pò la nostra mission che ci accompagna dalla Lega Pro in avanti ( molte volte il virus ha colpito un intero reparto !! ) proprio come oggi:
    – in difesa 4 disponibili per 4 ruoli
    – a centrocampo 4 per 3 ruoli
    – ed in attacco, fuori i due BOMBER CENTRALI …ma questo è il reparto che mi preoccupa di meno …perchè il trio K.K.G.
    mi intriga parecchio…tutto velocità e CONTROPIEDE
    …cativ e agresiv ..

    ad ogni modo 14 ci sono per andare in campo :

    …………………………………..SEPE
    ……………DARMIAN IACO DERMAKU PEZZELLA
    …………………..KUKO HERNANI BARILLA’
    ………………………………DEJAN.K
    ….KARAMOSKI …………( bei lereg )……………………..GERVAIS

    A disposizione: Colombi, Alastra, Brugman, Sprocati, Camara, Adorante ( si fa per dire !! )
    ..
    ps. in casi estremi sono disponibili TAROZZI, PICCIONI, LUCARELLI, MORFEO, MELLI, OSIO, BIA, GIANDEBIAGGI, BARBUTI, SARTOR, PIASER, IDEO BERTOZZI, PARI, COLZATO e SCARPA !!!!

  • 29 Ottobre 2019 in 10:06
    Permalink

    Gianni concordo con te. Qaundo sento Stefano Pileri che anticipa le notizie che troveremo sulla rudarola del giorno dopo devo bere due redbull e prendere 4 caffè per non indormentarmi. L’espressione e il tono funereo tra l’altro sarebbero appropriati per un discorso di commiato.

  • 29 Ottobre 2019 in 11:25
    Permalink

    Finalmente leggo un pò di saggezza, diffusa, tra i molteplici commenti ( considerando anche altri articoli )..

    Oggi come oggi è inutile piangersi addosso o recriminare sulla campagna acquisti, cosa fatta, si va avanti così:

    – immagino che i due fuori lista ( in questo frangente farebbero comodo ma, niente ma..!! ) siano in tale condizione perchè non hanno accettato probabili trasferimenti a LORO NON GRADITI, e per la squadra, forse per la categoria ( B ) e, sicuramente per l’INGAGGIO ..probabilmente non garantito in altra sede ..!!

    siamo qui, 9 gare, 13 punti, una classifica lusinghiera, SOLO 2 GARE CANNATE DI BRUTTO….

    noi ci lamentiamo ma..a parte stasera,
    nella prox gara di FIRENZE, i padroni di casa mancheranno di
    RIBERY squalificato
    CACERES e LIROLA infortunati
    ..quindi, pure per costoro, sono 3 TITOLARI MOLTO IMPORTANTI …..

    MI LA TOG SU DOLSA….ed ho fiducia..

  • 29 Ottobre 2019 in 12:02
    Permalink

    …………………..DISCORSO INCREMENTO ROSA

    Ritengo che, alla luce degli infortuni e della loro lunghezza prevista per i rispettivi recuperi,

    GRASSI
    INGLESE
    CORNELIUS
    LAURINI
    ALVES
    GAGLIOLO

    la Direzione Tecnica potrebbe prendere in considerazione il tesseramento di 1../ ..2 ..svincolati in modo da fronteggiare l’emergenza per i prossimi due mesi e mezzo ( 8 gare ): è evidente che dovranno pensarci molto e bene anche perchè, o fai un contratto al 30/06/2020 oppure si va a rischiare di portare a casa un altro over 30 non sapendo in quali condizioni fisiche sia !!!!

    Pure io ho riguardato la lista dei suddetti e i nomi che mi sembrano i prospetti migliori potrebbero essere ( supposto che sia aggiornato il sito Transfermarket ):

    COENTRAO …
    DONATI
    PALETTA ?????? mmmmmmmmmmmm an so miga !
    ABATE .
    BEHRAMI lui è ancora buono anche se datato
    ROLANDO ..non mi dispiacerebbe

    per il nostro fabbisogno ( stoppa.bus ) secondo me gli ultimi due ci darebbero una mano per arrivare al 30 giugno 2020 ..poi si vedrà !!!!

    • 29 Ottobre 2019 in 12:54
      Permalink

      Egregio dottor Moroni,
      mi consenta di esprimerLe il mio più sincero apprezzamento.
      Lei mi ha proprio colpita: sa, in un marasma mediatico fatto di innumerevoli proposte on line, è facile dire sempre le stesse cose trite e ritrite, usare le stesse espressioni dette e ridette, ed anche le testate più seguite, a ben guardare, sono quello dove il lavoro di approfondimento lascia spesso il tempo che trova, a vantaggio di un cumulo di informazioni trangugiate e mal presentate. Lei va invece con coraggio in un’altra direzione, e questo sentiero alternativo cattura, anche per la delicatezza, con il quale viene tracciato. Lei è stato scelto dalla nostra redazione, assieme ad altri nove autori per la top ten, della quale fa parte honoris causa anche il prof. Avv. Malvisi, degli autori che concorreranno al premio “Le emozioni del calcio” edizione 2019, con le premiazioni programmate per il 23 dicembre a Cortina.
      Ossequi
      Anna

    • 29 Ottobre 2019 in 13:33
      Permalink

      Innanzitutto complimenti per la selezione al premio. Poi a proposito di svincolati la prima cosa che mi viene da pensare, è, perché sono svincolati? Perché nessuno li ha voluti anche se a parametro zero? In molti casi sono avanti con gli anni, in altri hanno avuto stagioni deludenti, noi principalmente abbiamo bisogno di un centrale difensivo, l’unico su cui farei una scommessa è Donati in quanto ex under21 e avente fatto alcuni campionati anche da titolare in Bundesliga sia come esperienza ed età ancora relativamente giovane. Altrimenti aspetterei gennaio

  • 29 Ottobre 2019 in 12:07
    Permalink

    Mauro i due fuori lista oggi non servirebbero a una benedetta mazza (cit.). Servirebbero un difensore e un centrocampista con caratteristiche ben diverse da Munari. Sulla composizione della rosa anche mia nonna si sarebbe resa conto che è corta, bsta confrontarla con quelle di Verona e Lecce (non Juventus). Non capisco perchè vengano sempre fatte le cose col freno a mano tirato e a metà. Cosa avrebbe mai comportato prendere un centrale di medio livello e magari un centrocampista in più?Non parlo di De Ligt e Pogba.Sono ragionamenti da Ponte Caprazzucca che se vuoi stare in serie A non devi fare.

    • 29 Ottobre 2019 in 12:51
      Permalink

      Caro Davide io non sono d’accordo sullo spreco, inconcepibile per i principi dell’UPI, di avere due calciatori non in lista (pur con posti liberi a disposizione) e presentarsi per due gre di fila abondantemente sotto numero di calciatori in panchina. Se penso che questo avviene per logiche legate a operazioni di mercato non accettate dai calciatori – che comunque non avevano puntato la pistola alla gola a chi li ha tesserati – e dunque per ripicca lo trovo piuttosto assurdo.
      I due, secondo me, avrebbero dovuto essere reintegrati già prima della partita con l’Inter per avere un numero decente di calciatori in panchina, al di là delel caratteristiche degli stessi.
      Peraltro Munari, oggi, avrebbe potuto comunque essere utile per fare numero in un centrocampo contatissimo, e lo stesso Siligardi, che l’anno scorso comunque aveva tolto le castagne dal fuoco non poche volte e che godeva della stima dell’allenatore e del presidente (ma evidentemente non del direttore sportivo per le ragioni di cui sopra), poteva valere lo Sprocati unica alternativa in attacco, del resto come oggi, non essendo certo Adorante in condizione di poter fare la differenza. Per me era assurdo non averli inseriti prima, ancor di più ora. Anche perché la lista attualmente in vigore dura fino al mecrcato di Gennaio e poi può essere completamente stravolta. Davvero senza senso.
      http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif

  • 29 Ottobre 2019 in 13:21
    Permalink

    Considerato l’arco dei due mesi …

    se tra gli svincolati si individuassero un paio di giocatori già pronti
    ( subito e non fra un mese ) …
    sarebbe opportuno fare il sacrificio ( valutato e ponderato ) economico …

    tutto dipende da chi si va ad individuare, dal costo e dalla inseribilità immediata dei soggetti …

    …ALTRIMENTI SI RISCHIA PARECCHIO….

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI