IL PRIMAVERA CORVI – CON L’AD CARRA E I CALCIATORI DELLA PRIMA SQUADRA KUCKA E KULUSEVSKI – ALLA FESTA DELLO STORICO PARMA CLUB GOLESE AL BAR HARLEM

 

MANFREDINI CORVI PARMA CLUB GOLESE 01 10 2019

(www.parmacalcio1913.com)  Serata di festa, martedì 1° Ottobre 2019, per lo storico ParmCONSEGNA MAGLIA PARMA CLUB GOLESE 01 10 2019a Club Golese al Bar Harlem di Via Savani a Parma: della delegazione Crociata presente alla cena di pura tradizione parmigiana (prosciutto, salame e anolini) del sodalizio aderente al CCPC fondato nel lontano 1986, assieme all’Amministratore Delegato Luca Carra e ai calciatori della prima squadra Jurai Kucka e Dejan Kulusevski anche il portiere della formazione Primavera Edoardo Corvi che è stato protagonista di un ricordo pronunziato dal presidente del Centro di Coordinamento Parma Clubs Angelo Manfredini,il quale lo ha ricordato tra i Giovanissimi Under 15 del Parma che il 28 Giugno 2015 giocarono la finalissima di Chianciano con l’Inter (4-3) ultimo atto del già fallito Parma F.C. “Edoardo, poi, fu uno dei pochi a scegliere di restare nel nuovo Parma ripartito dalla D – ha sottolineato Manfredini – dimostrando grande fedeltà e affetto per i nostri colori”, tra gli applausi convinti di tutti i presenti.

Stadio Tardini

Stadio Tardini

3 pensieri riguardo “IL PRIMAVERA CORVI – CON L’AD CARRA E I CALCIATORI DELLA PRIMA SQUADRA KUCKA E KULUSEVSKI – ALLA FESTA DELLO STORICO PARMA CLUB GOLESE AL BAR HARLEM

  • 3 Ottobre 2019 in 08:28
    Permalink

    Una sfilata di giovani fenomeni. Grandi ragazzi! http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

  • 3 Ottobre 2019 in 13:23
    Permalink

    Il prosciutto almeno per il pieno degli anolini l’ha offerto Parmacotto nell’ambito del massiccio contributo alla causa crociata che sta dando?

  • 4 Ottobre 2019 in 09:35
    Permalink

    Oggi è un giorno nero per l’UPI, le tomacche (e i bussolotti), il parsùt e il formaggio. Solo le acciughe sono per ora in salvo (se il Governo non decide di tassarle perchè il sale e la salsina piccante fanno male alla pressione).L’uomo con la pipa chiuso nella sala ovale di Ponte Caprazucca sta cercando un piano per sconfiggere Trump, riunioni fiume si susseguono da ore. Agenti segreti sono partiti dal Langhirano alla volta di Washington DC – si dice – con un paio di cesti carichi di prelibatezze per convincere il tycoon a rivedere i dazi. L’ecsport è in pericolo, il Primo Cittadino sta pensando di tagliare spese inutili come la manutenzione dei cessi del Tardini e noi siamo qui a pensare alla Spal?

I commenti sono chiusi.