CATTIVO CITTADINO, di Gianni Barone / UN GIORNO TRA LE LINEE A COVERCIANO (VIDEO CON VISITA VIRTUALE DEL CENTRO TECNICO GRIFFATA FRANCO RICCI-COACH 6100)

gianni barone coverciano(Gianni Barone) – Il sogno di varcare la soglia dell’ingresso del Centro Tecnico Federale di Coverciano, che nell’imaginario collettivo vuole dire NAZIONALI di calcio ad ogni livello, maglia azzurra che diventa talvolta anche verde, è riservato a pochi e non a tutti, e soprattutto quando lo si effettua negli orari non consentiti, quando cioè l’accesso è riservato solo ad atleti, tecnici e osservatori federali, potrebbe dare anche un emozione particolare. E’ ovvio che per chi segue il calcio questo dovrebbe essere motivo di soddisfazione: entrare dal cancello principale e non ricevere il diniego a farlo, sempre in orari non consentiti, da un particolare senso di orgoglio e restituisce, oltre all’emozione, la consapevolezza di meritare tale privilegio chissà per quale merito. Retorica a parte per me arrivare a Coverciano insieme a due persone che lo hanno già, chi per lavoro e chi per diletto e passione, frequentato più volte, devo dire che non ha dato alcun effetto particolare: il solito materialista, si direbbe: sarà anche così, qualcuno più acuto, mi ha semplicemente etichettato come esaurito. Ma esaurito di cosa. E per cosa ?  Forse nel corso della giornata trascorsa a margine del Torneo dei Gironi riservato a calciatori Under 17, svoltosi da venerdì scorso 22 Novembre 2019 fino a domenica 24, qualche spiegazione potrebbe anche arrivare. Cronaca, come direbbe Ciotti, e come piacerebbe a chi predilige l’attualità all’eternità (beato lui) arriviamo nell’abitato di Coverciano e varchiamo il cancello carraio del Centro Tecnico Federale, alle undici in punto, proprio nel momento mauro sandreani torneo dei gironi 22 11 2019in cui arrivano gli ultimi pullman dalla stazione ferroviaria, che trasportano gli atleti convocati, da ogni parte d’Italia, e appartenenti a quasi tutte le società professionistiche. Dopo aver parcheggiato l’auto nel cortile sterrato del centro, ci dirigiamo verso la palazzina comando: però non siamo in una caserma, entriamo liberamente, nessuno ci pone ostacoli, troviamo un gruppetto di tecnici e/o osservatori: la differenza sta nel colore delle loro maglie, azzurre per i primi e grigie per i secondi, però alcuni indossano ancora la giubba sponsorizzata, quindi l’identificazione precisa è preclusa. Nel gruppo di volti, nella maggior parte sconosciuti, spicca quello di Mauro Sandreani, conosciuto per i suoi trascorsi televisivi, anche se il suo  curriculum consta di panchine in serie A, e B, e attività di osservatore alla Juve e alla NAZIONALE nello staff Antonio Conte. Attualmente ricopre l’importante carica di Responsabile Scouting Figc. E infatti tutti si rivolgono a lui con deferenza e rispetto e noi, nel nostro discreto anonimato, ci adeguiamo alla situazione. Procediamo all’interno della palazzina e incontriamo numerosi giovani calciatori, che dalle stanze si dirigono, a gruppi sparsi, verso l’Aula Magna per la riunione tecnica che sarà presieduta da Maurizio Viscidi, vero deus ex machina di tutto l’ambaradan azzurro giovanile. Scoprirò solo dopo il valore alto della rivoluzione da lui apportata nel meccanismo delle valutazioni e delle selezioni dei giovani calciatori e di conseguenza delle convocazioni nelle varie rappresentative giovanili. Tgabriele majo gianni barone coverciano 22 11 2019utti i ragazzi che incontriamo, chi con sguardo basso e chi no, ci salutano e solo pochi si chiederanno: ma questi qua, presenti nel centro, in orari in cui è consentito solo agli addetti ai lavori, chi pene sono? Perché scopriamo che anche gli osservatori delle società, i direttori sportivi, i genitori, e i pochi giornalisti accreditati, potranno accedere solo nel pomeriggio dopo le quattordici e trenta. In buona sostanza: qualcuno si domanda chi diavolo siamo, ma nessuno ha il coraggio di chiedercelo… La nostra visita continua nei locali del Bar, con una sbirciata al salone ristorante, dove di li a poco sarà servito il pranzo per i calciatori. Terminata la riunione escono tutti alla spicciolata, e noi riusciamo ad individuare l’unico calciatore del PARMA, convocato – Vincenzo Farucci – che sarà oggetto dei nostri servizi fotografici, audiovisivi e giornalistici del pomeriggio durante lo svolgimento delle due partite in programma alle quindici e alle diciassette. Esauriti, quasi quanto noi, i preliminari, ci accingiamo ad uscire dal Centro, per recarci a pranzo nel locale posto quasi di rimpetto all’entrata. Optiamo per un menù a prezzo fisso per la modica cifra di 10 euro che diventeranno 30 cadauno per l’improvvida aggiunta di piatti extra fuori-lista di convezione, tra cui la finocchiona che non poteva certo mancare. Ci rammarichiamo tra di noi per il surplus inatteso incolpandocicoach 6100 franco ricci coverciano 22 11 2019 vicendevolmente per non aver saputo far breccia nel cuore dell’ostessa. Soprattutto quello di noi tre che Madre Natura (non quella di Bonolis) ha dotato di occhi azzurri… Ma, alleggeriti nella tasca ed appesantiti nello stomaco e dunque felici, proseguiamo la nostra visita… Pomeriggio di partite, arrivano al centro tutti gli esterni: osservatori muniti di taccuino, procuratori e padri di procuratori. tipo Francesco Romano, che aveva giocato nel Napoli insieme a MARADONA (ca quando a Careca); arrivano i genitori che non potevano mancare a questo appuntamento, e iniziano le partite in cui sono schierati, in quattro squadre, i migliori giovani Under 17, nati cioè nel 2003, del nostro Paese. Io conservo le liste nella speranza di vedere qualcuno di loro, fra un po’, speriamo non molto, esordire in serie A o in Nazionale. Siamo in fase di ricostruzione ad ogni livello, quindi in questi campi dedicati ai C.T. più rappresentativi, quelli che hanno avuto percorsi federali tipo Valcareggi e Bearzot, vediamo all’opera, oltre agli atleti, anche chi come i tecnici e gli osservatori federali devono selezionare il meglio in virtù dei nuovi sistemi di valutazione, non più soggettivi, come un tempo, ma decisamente più oggettivi, perché legati a valori da attribuire alle varie caratteristiche. Il cosiddetto sistema TIPS, introdotto da Viscidi sul modello olandese e svizzero, il cui acronimo sta per Tecnica, Intelligenza calcistica, personalità e componete atletica. Ad ogni caratteristica va attribuito un valore da 1 a 10, accompagnato da un francesca coverciano 22 11 2019colore: rosso per chi probabilmente non sarà più seguito, giallo per chi è ancora acerbo nonostante le potenzialità, celeste per chi è quasi pronto per la Maglia Azzurra, e azzurro infine per chi è già convocabile. Statisticamente quando un giocatore supera i 35 punti (media del 7) è in Nazionale. Quindi tutti gli 80 e passa calciatori che sono e saranno in campo, sono sull’Azzurro come colore e oltre il 35 come punteggio. Un livello che dovrebbe essere alto, anche se a me non pare proprio così, ma i miei parametri forse sono altri, mi dicono; o per meglio dire: capto in giro che il calcio è un mix di tecnica e forza fisica messo in atto con potenza, velocità e soprattutto intensità, che pongono il singolo nella condizione di percepire, analizzare, decidere e realizzare. D’accordo: tutto molto chiaro, mi adeguo, mentre osservo con gli occhi il campo in cui l’intensità non manca, e con le orecchie i commenti di chi mi è vicino e svolge il proprio lavoro di osservatore – non federale ma di società -: sono commenti non da tifoso e non da giornalista. Rilevo che le informazioni che vengono scambiate sono un po’ criptiche, però rivelano conoscenza approfondita, almeno credo sia così. A lato in un settore riservato siedono, tra le linee, come direbbe Sandreani, che troneggia in mezzo a tutti, i componenti dello staff Scouting Figc, che compilano le loro schede con numeri e colori che dovranno garantire il futuro del nostro calcio. Io, nel mio piccolo, annoto gli schieramenti, individuo i giocatori, da giornalista pubblicista quale sono (sarei anche allenatore con tanto di patentino, ma tant’è, qui sono tutti ancor più patentati), le lovincenzo farucci slide italia u 17 covercianoro squadre di appartenenza e mi limito a cercare di capire chi veramente vale e chi veramente farò strada, impresa molto, ma molto ardua, perché da una partita non si riesce a stabilire granché: mi rendo conto della difficoltà di chi deve analizzare e giudicare, chi per la Nazionale e chi per il proprio club. Tutti questi ragazzi sperano, ma solo pochi ce la faranno e arriveranno. Intanto con questi pensieri in mente, porto a termine il mio lavoro e la stessa cosa fanno i miei compagni di viaggio e di visita: il Coach 6100 – Franco Ricci – ha terminato le riprese (e qui sotto ci farà virtualmente visitare Coverciano), mentre MAJO inizia la sua intervista a bordo campo a Farucci (clicca qui per vederla). La visita è finita, andiamo in pace, rendiamo grazie al dio del pallone. Siamo proprio esauriti.  O no? Gianni Barone

VISITA VIRTUALE AL CENTRO TECNICO FEDERALE DI COVERCIANO

VIDEO GRIFFATO FRANCO RICCI (COACH 6100)

L’ARRIVO DEL PULLMAN DELLA SELEZIONE “A” UNDER 17 A COVERCIANO

FUORI DALL’AULA MAGNA DOPO LA RIUNIONE TECNICA

SELEZIONE LEGA PRO U 17 VS SELEZIONE “A” U 17, INGRESSO SQUADRE IN CAMPO, CERIMONIALE D’INIZIO

ITALIA UNDER 17 VS SELEZIONE “B” U 17, INGRESSO SQUADRE IN CAMPO, CERIMONIALE D’INIZIO

ITALIA UNDER 17 VS SELEZIONE “B” U 17 2-0, HIGHLIGHTS – SINTESI A CURA DI FRANCO RICCI (COACH 6100)

INTERVISTA A VINCENZO FARUCCI DI GABRIELE MAJO, RESPONSABILE UFFICIO STAMPA E COMUNICAZIONE DEL SETTORE GIOVANILE E DELLE SQUADRE FEMMINILI DEL PARMA CALCIO 1913

Gianni Barone

Gianni Barone, al secolo Giovanni Battista, nasce a Casale Monferrato (Alessandria) nel 1958 e si trasferisce a Parma nei primi anni 60. Qui matura la sua grande passione per il calcio, prima in qualità di calciatore dilettante fino alla Prima Categoria e poi, di allenatore, direttore sportivo, radio-telecronista, conduttore e opinionista di talk show sportivi. Giornalista pubblicista dal 1990, inizia con Radio Emilia nel 1983, prosegue con Onda Emilia (dal 19849 e Radio Elle (dal 1990). In Tv cura i collegamenti da Parma per "Il Pallone nel 7" (1991-92) di Rete 7 (BO) e collabora con la redazione di Retemilia. Negli anni Novanta effettua telecronache e servizi per il TG sulla squadra Crociata per Teleducato. Dal 2002 al 2008 produce servizi dal Tardini per Telenova di Milano all’interno della trasmissione "Novastadio". Nel 2009 commenta per La7 digitale terrestre e per Dahlia Tv, le partite del Parma Calcio in Serie B. L’attività di telecronista, conduttore e opinionista lo vede nel tempo collaborare anche con San Marino Tv e 7 Gold. Dal 2016 è titolare della rubrica «Cattivo Cittadino» sul quotidiano on line Stadiotardini.It, di cui è vicedirettore esecutivo. Attualmente, per il service Edirinnova, commenta le partite di serie D del Lentigione trasmesse da Telereggio ed è frequentemente ospite di Bar Sport su 12 Tv Parma. Allenatore UEFA B, istruttore qualificato Scuola Calcio, è stato direttore sportivo di settore giovanile alla Langhiranese Val Parma dal 2010 al 2013, e al Juventus Club Parma dal 2014 al 2015. E' autore del libro «Il metodista (Storia della tattica calcistica) edito da Edizioni Progetto Cultura, Collana Sempre Sport (Anno 2006).

One thought on “CATTIVO CITTADINO, di Gianni Barone / UN GIORNO TRA LE LINEE A COVERCIANO (VIDEO CON VISITA VIRTUALE DEL CENTRO TECNICO GRIFFATA FRANCO RICCI-COACH 6100)

  • 27 Novembre 2019 in 12:19
    Permalink

    Quindi i fenomeni del domani sono? Comunque bel reportage http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI