IL COLUMNIST di Luca Russo / L’ARBITRO VALERI E LA CULTURA DEL SOSPETTO: EPPURE LE STATISTICHE DICONO CHE…

russo 1(Luca Russo) – Il match tra Parma e Milan di domenica prossima al Tardini è molto più delicato di quanto non ci illustri la graduatoria di A. Dovessero vincere, i Crociati superebbero la fatidica quota dei 20 punti in larghissimo anticipo rispetto al giro di boa, il che detto tra noi equivarrebbe a ipotecare un pezzettino di salvezza e a inguaiare ulteriormente i rossoneri, già troppo a ridosso del pericolo retrocessione. Se, al contrario, i 3 punti finissero ai ragazzi di Pioli, questi ultimi potrebbero fare un bel balzo in avanti in classifica, allontanarsi dalla zona calda, tirare un sospiro di sollievo e affrontare con un pizzico in più di serenità i prossimi due incroci in salsa emiliana (Bologna e Sassuolo). Naturale che, al lume di quanto appena detto, la direzione di una gara di tale spessore e importanza venisse affidata all’esperto Paolo Valeri. La cui designazione, però, non ha riscosso paolo-valerimolti consensi tra i tifosi gialloblu. In soldoni, qualcuno teme che la giacchetta nera della sezione di Roma nel dubbio fischi a favore del Diavolo. Il ragionamento, su social e affini, grosso modo è il seguente: Bonaventura e soci sono in grande difficoltà, a caccia di punti e quindi gli mandano in soccorso un arbitro amico. Una cultura del sospetto che onestamente non fa onore ad una piazza, quella Crociata, che, sebbene conservi un dna da provinciale, in passato di grande calcio sì che ne ha visto e masticato e che dunque, avendo già sperimentato quali e quanti sforzi si debbano sostenere per essere – se non vincenti – almeno competitivi a determinati livelli, cosa non realizzabile coi soli aiuti e aiutini arbitrali, non dovrebbe prestarsi ad alcuna dietrologia. Ma accade anche questo dalle nostre parti. E succede a dispetto di statistiche che tracciano una realtà profondamente diversa da quella che emerge dalle convinzioni, tutt’altro che condivisibili, di parecchi tifosi Ducali. In 26 precedenti con Valeri, il Milan ha raccolto 15 vittorie, 4 pareggi e 7 sconfitte. Nelle 15 occasioni in cui è stato arbitrato dal fischietto capitolino, il Parma ha collezionato 6 vittorie, 7 pareggi e 2 sconfitte. Per i rossoneri, con Valeri, il 27% di sconfitte. Per i gialloblu appena il 13%. Numeri in qualche modo sorprendenti perché, volendo seguire certi strani ragionamenti, il Milan è pur sempre il Milan, mentre il Parma non è più il Parma delle sette sorelle. Non solo: ieri, i sportparma valericolleghi di SportParma, nella fattispecie Antonio Boellis, a proposito della designazione arbitrale di Valeri, oltre a ricordare che si tratta dello stesso fischietto dello scorso campionato, hanno evidenziato alcuni precedenti a favore o contro entrambe le prossime contendenti, statistica che certifica che non si può certo definire Valeri un anti-Parma: “Casualità e strane coincidenze: per la seconda volta consecutiva l’arbitro di Parma-Milan sarà il romano Paolo Valeri. Lo stesso fischietto che ha diretto l’ultima sfida dello scorso campionato tra gialloblù e rossoneri (risultato finale 1-1), non senza polemiche e contestazioni. Il 20 Aprile scorso al Tardini, Valeri giudicò regolare il contatto in area di rigore tra Ceravolo e Donnaruma; decisione che scatenò l’ira del Tardini, ma avallata anche dal Var, anche se i sospetti non furono cancellati; anche perché in caso di rigore ci sarebbe stata anche l’espulsione del portiere del Milan in quanto ultimo uomo. Ma non fu l’unica contestazione, perché sempre in quella partita dell’Aprile scorso, i rossoneri protestarono a lungo per una spinta in area di Iacoponi su Piatek, ma il Var disse di no. Nell’ottobre 2013 Valeri arbitrò un altro Parma-Milan: finì 3-2 per i Crociati con doppietta di Parolo e rete di Cassano. Anche quella volta ci fu uno strascico di polemiche velenose, perché Parolo, in pieno recupero (94′), calciò la punizione del definitivo 3-2 otto metri più avanti rispetto rispetto al punto in cui era stato fischiato il fallo; quell’episodio portò a un duro botta e risposta tra l’allora ad rossonero Galliani e il presidente dell’Aia Nicchi”.
Tanto dovrebbe bastare per spegnere sul nascere qualsiasi piagnisteo preventivo, di cui noi di Stadiotardini.it fatichiamo a comprendere il senso: se fossimo convinti della scarsa “pulizia” del calcio nostrano, al di là di spiacevoli eccezioni che talora emergono, eviteremmo volentieri di occuparcene e di scriverne. Luca Russo

2 pensieri riguardo “IL COLUMNIST di Luca Russo / L’ARBITRO VALERI E LA CULTURA DEL SOSPETTO: EPPURE LE STATISTICHE DICONO CHE…

  • 30 Novembre 2019 in 01:44
    Permalink

    Vedremo domenica. Tendo a no fidarmi di un arbitro molto arrogante come Valeri.

  • 30 Novembre 2019 in 18:31
    Permalink

    La quota per la vittoria del Milan è passata da 2.65 a 2.10 nell’immediato la mattina della designazione, ci saranno anche altre statistiche evidentemente da considerare, le agenzie non si basano sugli umori dei tifosi ma su dati statistici.

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI