IL COLUMNIST di Luca Russo / UNA ROMA DA MAL D’AUTO…

il columnist luca russo(Luca Russo) – Una partenza al rallenty, uno stop, ancora uno scatto, di nuovo una frenata e infine l’accelerata decisiva. A stargli dietro si rischia di tamponarla, a stargli accanto come passeggero ci si potrebbe beccare il mal d’auto. La Roma che domenica prossima verrà a farci visita, dopo un avvio promettente ma non eccellente, scarabocchiato dal pari interno col Genoa alla prima e dalla sconfitta sempre casalinga contro l’Atalanta di qualche settimana dopo, adesso viaggia a velocità sostenuta. E senza sbavature né indecisioni alla guida. Il mal d’auto è un ricordo già lontano. Come i testacoda di inizio stagione che ci avevano fatto credere che la Magggica non fosse dotata della corporatura, della tempra e della preparazione necessarie per ambire a qualcosa in più del pur sempre prestigioso quarto posto. Se fino a tre giornate fa poteva immaginarsi al massimo iscritta alla lotta Champions League, le vittorie convincenti e meritate raccolte al cospetto di Milan, Udinese e Napoli – seguite, tuttavia, dal brutto passo falso in terra tedesca (2-1 dal Borussia M’Gladbach, con gol alla Cesarini  del figlio d’arte Thuram, di quel Lilian oggi protagonista all’Ipsia di Parma contro il razzismo) che potrebbe compromettere la qualificazione ai sedicesimi di finale di Europa League – la proiettano in una dimensione…scudetto. Non tanto per le distanze che la separano da Juventus (7 punti) e Inter (6) che appaiono comunque considerevoli in relazione alle appena undici giornate disputate, quanto per il modo col quale ci si è avvicinata. E gli ostacoli che ha dovuto superare per scalare una classifica prima solamente interessante e che ora invece mette addosso emozione. Mentre nelle battute iniziali del campionato la Roma faceva risultato una domenica sì e l’altra no a causa della filosofia iperoffensiva del suo tecnico che non gli garantiva quegli equilibri difensivi indispensabili per tener testa a un calcio come il nostro, adesso vince con regolarità proprio perché Fonseca ci si è saputo adattare: propositivi sì, ma con italianità. Non il Foggia di Zeman quale modello di riferimento. Il che non significa trasformarsi nel Milan di Capello – avaro solo in termini di spettacolo offerto, generosissimo in materia di titoli conquistati -, ma semplicemente tendere alla gestione controllata della potenza del Parma di Prandelli, per fare un esempio a noi noto, o, per restare ancorati all’annata in corso, del Cagliari di Maran. Attaccare, non sbracare. Difendere, non arroccarsi davanti alla linea di porta. Incidere con la stessa precisione di un chirurgo, non squarciare con la tracotanza di un macellaio. Cercare il gol, ma senza mai perdere di vista quei tre o quattro avversari che potrebbero farcelo. La marcatura preventiva come strumento per difendersi lontani dalla propria porta e concedersi il lusso di tenersi in prossimità di quella avversaria senza troppe preoccupazioni. Proporsi con coraggio e intelligenza, coprirsi senza indietreggiare. Così la Roma da spettatrice quasi disinteressata del duello tricolore tra Juventus e Inter, ne sta diventando il terzo in comodo. E se tra i due litiganti fossero i lupacchiotti a godere? Ipotesi al momento poco probabile, proprio in ragione dei distacchi di cui sopra, ma non del tutto remota. Perché Fonseca ci sa fare: ce ne ha dato una dimostrazione modellando le sue convinzioni calcistiche in funzione del contesto in cui si è calato, quindi rinunciando all’integralismo tattico tipico di altri allenatori; sapendo gestire in assoluta serenità l’emergenza infortuni; e, spronato dalle tante assenze, valorizzando calciatori finiti nel dimenticatoio o giunti nella Capitale tra troppi mugugni. Non è stata una passeggiata al parco dover fronteggiare l’indisponibilità, talvolta pure contemporanea, di elementi del calibro di Dzeko, Mkhitaryan, Under, Spinazzola, Perotti, Cristante e Kalinic. Quale altro coach di massima serie, nella stessa finestra temporale, se l’è vista con un’infermeria ai limiti della capienza come quella giallorossa? In proporzione, solo il nostro D’Aversa. Che, come il portoghese, è venuto fuori con la disinvoltura dei grandi da una situazione perlomeno ingarbugliata, non cercando alibi, non mettendo le mani avanti, ma nutrendosene per concepire soluzioni alternative. In tal senso, il suo amico Conte farebbe bene a chiedergli qualche lezione. Bobby si è inventato il Parma senza Inglese alla pari del già citato Maran che ha forgiato il Cagliari in mancanza di Pavoletti. Paulo ha rigenerato Pastore, relegato ai margini dalle precedenti gestioni; rimotivato Dzeko, ex borussia romapromesso sposo dell’Inter; trasformato Mancini in un jolly, cioè in un difensore che sa stare anche in mezzo al campo; e fatto ricorso alla romanità di Florenzi solo part time. Una decisione, questa, non semplicissima da prendere per un tecnico ai primi passi giallorossi, specie al lume dello sconquasso ambientale e mediatico provocato dagli addii di Totti prima e De Rossi poi. Ma è il mare agitato che illustra la vera natura di un comandante. Paulo e Bobby, e lo stesso Maran, lo hanno affrontato col polso fermo e la mente lucida: segno che le onde alte non sono abbastanza alte per loro. Luca Russo

One thought on “IL COLUMNIST di Luca Russo / UNA ROMA DA MAL D’AUTO…

  • 9 Novembre 2019 in 00:47
    Permalink

    Fonseca si era dimostrato bravissimo già allo Shakhtar. La Roma ha preso un grande allenatore.

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI