FIORENTINA-PARMA 1-1: HIGHLIGHTS, TABELLINO E DIRETTA LIVE A CURA DI ILARIA MAZZONI

FIORENTINA-PARMA 1-1 –CLICCA QUI PER GLI HIGHLIGHTS

FIORENTINA-PARMA 1-1 – IL TABELLINO

Marcatori: 40′ pt Gervinho, 22′ st Castrovilli

FIORENTINA –  Dragowski; Milenkovic, Badelj (cap.), Ranieri, Castrovilli, Boateng (40′ st Pedro), Ghezzal (9′ st Vlahovic), Venuti, Chiesa, Dalbert, Pulgar. Allenatore: Montella
A disposizione: Terracciano, Sottil, Cristoforo, Eysseric, Ceccherini, Lirola, Benassi, Zurkowski, Hasmussen, Terzic

PARMA – Sepe; Iacoponi, Dermaku, Karamoh (29′ st Sprocati), Hernani Jr, Scozzarella, Gervinho (cap.), Kucka, Darmian, Kulusevski (38′ st Gagliolo), Pezzella (24′ st Barillà). Allenatore D’Aversa
A disposizione: Colombi, Alastra; Cornelius, Brugman, Camara

Arbitro: Sig. Luca Pairetto di Nichelino

Assistenti: Sigg. Mauro Vivenzi di Brescia e Valerio Vecchi di Lamezia Terme 

IV Ufficiale: Sig. Alessandro Prontera di Bologna

V.A.R: Sig. Michael Fabbri di Ravenna

A.V.A.R.: Sig. Filippo Valeriani di Ravenna

Ammoniti: Pezzella, Kucka, Dalbert, Pulgar

Recupero: 1’+4’

Calci d’angolo: 5-2

Spettatori: 32.479 (28.026 abbonati, 279 ospiti)

serie a fiorentina arma 03 11 2019 undici crociato

LA DIRETTA LIVE DI ILARIA MAZZONI

I Crociati sono chiamati a cancellare la sconfitta, anche se immeritata, rimediata in settimana contro il Verona e lo proveranno a fare sul campo della viola, al Franchi di Firenze. Calcio di inizio alle ore 18, queste le formazioni schierate in campo dai due allenatori:

terreno di gioco, manca davvero poco, ormai, all’inizio di questo match dell’undicesima giornata di serie A

01′ è iniziato lo scontro al Franchi, sono i padroni di casa a portarsi immediatamente in avanti: Chiesa prova a trovare lo spazio giusto. Gigliati che si dimostrano subito molto aggressivi; Iacoponi si rifugia in corner, nulla di fatto, il pallone sarà rimesso in gioco da Sepe

03′ tenta una prima risposta all’aggressività viola il Parma con un’incursione di Pezzella. Il cross del calciatore viene, però, fermato dall’intervento del direttore di gara. Rimane intanto a terra Karamoh che zoppica sul terreno di gioco. Il calciatore sembra aver un problema al ginocchio, vedremo se riuscirà a riprendere il suo posto in cambio o se D’Aversa sarà costretto ad effettuare la sua prima sostituzione

06′ conclusione della Fiorentina: il sinistro di Dalbert, che cerca di sorprendere Sepe da fuori area, termina abbondantemente in alto

07′ bella iniziativa di Kulusevski interviene, però, Ghezzal. Intervento provvidenziale e molto preciso che impedisce ad Hernani di provare il tiro, peccato, era certamente una buona occasione per i gialloblù

08′ prova a rientrare in campo Karamoh, speriamo che il suo problema fisico sia risolto anche perché la rosa crociata è già stata falcidiata

9′ i ritmi si sono abbassati al Franchi, le due formazioni sembra che si stiano ancora studiando

10′ buon contropiede crociato: Karamoh serve Hernani il brasiliano, però, da una buonissima posizione non riesce a trovare il colpo vincente

12′ la Fiorentina prova ad impostare la propria azione offensiva con Venuti che cerca di servire Boateng, traversone troppo potente, però, l’occasione, per la viola, sfuma

13′ grandissima occasione per il Parma: Gevinho vede il portiere viola fuori dai pali e cerca di segnare un eurogoal dalla grandissima distanza. Il tiro non è assolutamente dei più convincenti, forse lo stesso calciatore non credeva nell’occasione. Nulla di fatto

14′ grande errore della difesa dei padroni di casa ma non si fa trovare pronto Gervinho: l’attaccante ivoriano, infatti, si fa rimontare e non riesce così nemmeno a provare il tiro verso la porta avversaria. Peccato, poteva essere l’occasione giusta per sbloccare il risultato al Franchi

16′ bel recupero di Kucka che contiene la linea viola e guadagna un calcio di punizione per i suoi

18′ iniziativa dei gigliati sulla destra che riescono infine, con Venuti, a far entrare un cross in area crociata, arriva Badelij che tenta il colpo al volo dopo che la difesa gialloblù era riuscita ad allontanare. Il suo impatto con il pallone, però, non è decisamente dei migliori: pallone che termina di molto a lato della porta difesa da Sepe

21′ Pezzella conquista un corner per i gialloblù. Resta in zona d’attacco la squadra di D’Aversa che prova ad imporre il proprio ritmo alla gara

23′ calcio di punizione per i padroni di casa dopo che Demarku ha irregolarmente interrotto la ripartenza di Boateng

24′ momento della gara favorevole allo schieramento di Montella. Cerca, la viola, di sfruttare questo momento con Castrovilli che da una distanza di circa venti metri prova a bucare la rete crociata. Sulla traiettoria interviene Hernani che, di fatto, mura la conclusione avversaria

25′ prova a guadagnare terreno Gervinho con una delle sue proverbiali progressioni, è bravo, però, ad intervenire sull’ivoriano Venuti che si rifugia in fallo laterale

28′ prima ammonizione dell’incontro: il direttore di gara mostra il cartellino giallo a Pezzella. Il crociato è intervenuto in modo troppo irruento su Ghezzal e finisce quindi sul taccuino dell’arbitro

29′ calcio di punizione per i gialloblù che non sfruttano però l’occasione. Superata, nel frattempo, la mezzora di gioco

34′ i padroni di casa provano a palleggiare cercando di trovare la manovra giusta per entrare nell’area crociata, i viola non riescono a trovare gli spazi giusti e partita che, specialmente in questi minuti, sta regalando ben poche emozioni

35′ calcio d’angolo per i padroni di casa: Kucka sovrasta tutti e, di testa, allontana il pallone dalla propria area

36′ giallo anche per Darmian

40′ ripartenza micidiale per i gialloblù che non lascia scampo alla Fiorentina: Scozzarella è scaltro a rubare il pallone a Chiesa, la sfera giunge poi a Kucka che lancia lungo per Gevihno. Il calciatore ivoriano, con un cucchiaio, insacca il pallone in rete. GOOOOOAL! Parma che riesce a portarsi in vantaggio e raggela il Franchi

41′ rete confermata anche dal VAR dopo un breve check

42′ impiega due minuti la Fiorentina a reagire, ci prova con Boateng che, di testa, non riesce a deviare il pallone in rete

45′ un minuto di recupero; il primo tempo si concluderà con la squadra crociata in avanti il Parma, infatti, conquista una punizione che non viene però sfruttata dalla squadra di D’Aversa.

Termina la prima frazione di gioco, i crociati rientrano negli spogliatoi in vantaggio grazie alla rete messa a segno con il più classico dei contropiedi da Gervinho. Un Parma che ha subito poco l’avversaria e che speriamo possa riconfermarsi anche nel secondo tempo.

45′ le due formazioni sono rientrate sul terreno di gioco, pronte ad animare quest’ultima frazione di gara. Nessuna delle due contendenti ha operato cambi durante l’intervallo si riparte, quindi, con gli stessi 22 interpreti dei primi quarantacinque minuti

47′ Parma che prova immediatamente a graffiare la viola con Karamoh. Gioco fermo per fallo in attacco di Kulusevski “pescato” in posizione di fuorigioco da rientro

48′ crociati che sembrano essere ripartiti meglio rispetto ai padroni di casa i tifosi viola presenti allo stadio iniziano, infatti, a dimostrare piccoli segni di impazienza

49′ viola in avanti ma poi il Parma riconquista la sfera e si lancia, ancora una volta, in contropiede, ancora con la sua freccia nera, Gervinho, che prova poi il tiro da fuori area. Conclusione che termina lontana dai pali ma bella azione supportata anche da Karamoh

51′ prova a reagire la Fiorentina: tiro da fuori area di Badelj che termina direttamente in curva

52′ prima vera occasione per la viola di rimettere in equilibrio il match: Chiesa serve Ghezzal il quale scarica però su Boateng. Quest’ultimo non centra la porta, era buona la sua posizione. Brivido per i tifosi gialloblù

55′ primo cambio per Montella: Ghezzal lascia il posto a Vlahovic

56′ prima ammonizione anche per la squadra toscana: Dalbert interviene in ritardo su Karamoh

57′ nonostante la pressione della viola si sta facendo sempre più aggressiva il Parma continua a rimanere pericoloso: ora si lancia in contropiede, a guidarlo l’accoppiata Kulusesvki-Gevinho. Conclude poi l’ivoriano che si è trovato a tu per tu con il portiere viola che in quest’occasione, però, non si fa cogliere impreparato

58′ ancora Parma! Dribbling e tiro in porta di Kulusevski. Blocca sicuro, però, il portiere polacco della squadra di casa

60′ la squadra gigliata cerca di costringere i gialloblù nella propria area di gioco e con Pulgar guadagna un corner

61′ altro pallone rubato dalla formazione di D’Aversa, questa volta è Scozzarella a scippare la viola e servire Gevinho. L’ivoriano però è in posizione di offside. Parma, comunque, vicino in più di un’occasione alla rete del doppio vantaggio

63′ calcio di punizione per la viola: Ranieri cerca di deviare di testa, conclusione che non centra la porta, pericolosa, però, la Fiorentina

67′ esplode il Franchi: Castrovilli pareggia i conti. Disattenzione della difesa crociata che concede a Dalbert di effettuare il cross vincente per la testa del compagno

68′ sostituzione Parma: entra Barillà che rileva Pezzella sembra, tra l’altro, un cambio dettato da un problema fisico

69′ accelera la Fiorentina. Grande occasione per Vlahovic, con il serbo che salta un difensore e va alla conclusione, per fortuna Sepe c’è

71′ ammonizione per Pulgar che, con un brutto intervento, ferma il contropiede crociato entrando in modo scomposto su Kulusevski

72′ ribaltamento di fronte: gran bella giocata di Chiesa poi, per fortuna, sul più bello non gli riesce il passaggio penetrante in area di rigore

73′ altra occasione per la viola che sembra, in questi minuti, aver preso possesso del match. Crociati, forse, ancora storditi dopo aver subito la rete del pareggio e che devono ritrovare il proprio bandolo della matassa

74′ abbandona il terreno di gioco anche Karamoh, al suo posto: Sprocati. Nel frattempo si scampa, a bordo campo, anche Gagliolo

77′ spreca Kulusesvki l’occasione di servire Gervinho

78′ calcio di punizione per la Fiorentina che avrà così nuovamente l’occasione di rendersi pericolosa. Rincorsa breve di Pulgar, bella la sua conclusione a giro che, però, è troppo centrale: reattivo Sepe. Il portiere crociato, in due tempi, blocca il pallone a terra

79′ prova la ripartenza Gevinho che accusa, però, la stanchezza e non riesce ad essere incisivo come di consueto

83′ ultimo cambio per il Parma: entra Gagliolo fuori Kulusevki

84′ occasione per Federico Chiesa bravo ad anticipare il neo entrato crociato (Gagliolo). Per fortuna del Parma non riesce poi a trovare il contatto con la sfera

85′ secondo cambio per Montella: esce Boateng, al suo posto Pedro

87′ tiro da fuori area di Pulgar, para Sepe ma Fiorentina che, in questi ultimi minuti, sta davvero pressando efficacemente la formazione crociata che, dal suo canto, appare invece un pò “sfilacciata”

88′ assedio della viola che tenta i tutti i modi di scardinare le porte del fortino crociato. Alla fine il Parma riesce a guadagnare un prezioso calcio di punizione che permetterà alla squadra ducale di respirare per qualche istante. Mancano due minuti al termine del tempo regolamentare e il Parma deve necessariamente stringere i denti

90′ comunicati i minuti di recupero: 4 ancora da giocare

91′ Parma che sta vivendo il suo momento più brutto del match caratterizzato anche da un calo fisico giustificato, però, dopo la prestazione del primo tempo su un campo appesantito dalla pioggia che non ha mai smesso di scendere dal cielo fiorentino

92′ il Parma guadagna un preziosissimo calcio d’angolo, dalla bandierina prova a concretizzare l’occasione Scozzarella che serve quindi Gervinho; deviazione poi di Kucka che non trova, però, lo specchio della porta viola

94′ manca un minuto al Franchi; prova l’ultimo assalto la Fiorentina

Triplice fischio dell’arbitro: il Parma riesce a conquistare un punto importantissimo contro la Fiorentina, una partita che è riuscita a condurre, grazie alla rete messa a segno da Gervinho con un bellissimo tocco da sotto, sino al 67′ quando Castrovilli ha riportato il risultato in parità. Appuntamento a Domenica prossima: al Tardini, sempre alle 18, i crociati attendono i giallorossi romani.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

20 pensieri riguardo “FIORENTINA-PARMA 1-1: HIGHLIGHTS, TABELLINO E DIRETTA LIVE A CURA DI ILARIA MAZZONI

  • 3 Novembre 2019 in 17:53
    Permalink

    Forza Parma!

  • 3 Novembre 2019 in 18:01
    Permalink

    Forza ragazzi

  • 3 Novembre 2019 in 18:05
    Permalink

    Vamos Ragazzi

  • 3 Novembre 2019 in 18:50
    Permalink

    Primo tempo come a Milano. Perfetti.

  • 3 Novembre 2019 in 18:55
    Permalink

    Ritmi bassissimi speriamo che riescano ad addormentare la partita avanti così

  • 3 Novembre 2019 in 18:56
    Permalink

    Excelente lavoro Ragazzi ….
    Avante cosi’

  • 3 Novembre 2019 in 19:56
    Permalink

    Peccato per il secondo tempo, ma va benissimo così.

  • 3 Novembre 2019 in 19:58
    Permalink

    Bravo Ragazzi
    Un bel punto ….

    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

  • 3 Novembre 2019 in 19:59
    Permalink

    Buona partita http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

  • 3 Novembre 2019 in 19:59
    Permalink

    La sto guardando in TV, scandalosa cronaca casalinga, cui la Morace partecipa con veemenza, tutti e due tesi ad attendere il gol della Fiorentina come se il Parma fosse solo un inutile ostacolo. A go piaser toh, e chi vagon a cagher tut du!

  • 3 Novembre 2019 in 20:00
    Permalink

    buon pareggio,però vorrei tanto vedere un terzino sinistro.e per Sprocati uovo sbattuto a volontà..figa cmè tsi mol al me ragas..

  • 3 Novembre 2019 in 20:12
    Permalink

    Avrei firmato per il pareggio ergo sono soddisfatto.
    Buona gara nel complesso. Scozzarella sta giocando bene, più da intenditore che da regista ma va bene cosi. Tutto dire…
    Siamo praticamente in 11-12 contati non si può pretendere di più.

  • 3 Novembre 2019 in 20:55
    Permalink

    Sono d’accordo con tutti …
    ci stava il colpaccio …3 punti …e nessuno avrebbe avuto da ridire ..
    ..
    bene così..
    nessun problema …


    AS POL FER ED MEJ ..TAL DIG MI

  • 3 Novembre 2019 in 20:56
    Permalink

    Bravissimi e se quel ca..o di guardalinee non avesse fermato preventivamente Gervinho su due azioni dubbie, saremmo a commentare tre punti. La regola dice che bisogna far finire l’azione e poi valutare, ma si era in casa loro, quindi, come sempre, 2 pesi 2 misure.

  • 3 Novembre 2019 in 22:44
    Permalink

    Siamo sicuri dietro, siamo forti davanti. A centrocampo Scozzarella il nostro Pirlo e Kucka guerriero indomabile, se solo avessimo il Grassi dell’anno della Spal l’obiettivo sarebbero i 50 punti. Bravo Faggiano e bravo D’Aversa. Ora sotto con un paio di svincolati a centrocampo e in difesa, speriamo che Rodwell e Paletta diano un po’ di profondità alla rosa.

  • 3 Novembre 2019 in 22:46
    Permalink

    Per quei 50 ignoranti che continuano a criticare il mister che con una squadra in sanatorio e un mercato ancora cannato dal Ds fa i miracoli. Grande mister. E che la Morace vada in Via San Leonardo a pulire i marciapiedi. Insieme a Guidolin.

    • 4 Novembre 2019 in 07:48
      Permalink

      Quando gioca bene lo ammetto.
      Ma non ho cambiato parere su questo staff tecnico, ce ne vuole ancora per farmi cambiare idea.

    • 4 Novembre 2019 in 11:43
      Permalink

      Carolina Morace è stata una giocatrice di assoluto valore mondiale e merita rispetto. Sa spiegare le partite molto meglio della maggioranza dei commentatori tecnici uomini e lo ha fatto anche ieri. Lei e Guidolin ti stanno evidentemente antipatici, per rivolgere loro un invito offensivo che non ha senso alcuno.

      • 4 Novembre 2019 in 13:29
        Permalink

        peccato che abbia fatto cronaca e commenti tutti favorevoli alla Fiorentina ed in attesa dei suoi gol. Anche il Parma merita rispetto come qualsiasi avversario.
        buon linguaggio, ottima presenza scenica ma manca la professionalità anche se è stata grande giocatrice (che non c’entra nulla con l’equità).
        pulire i marciapiedi non è un offesa, c’è gente che lo fa di mestiere ed ha la stessa dignità di questa MaraDonna

  • 4 Novembre 2019 in 07:50
    Permalink

    Concordo al 100% sul due pesi due misure dell’arbitro. Con gli altri l’azione finisce dopo, con noi invece si ferma subito. E non è l’unica boiata, vedi ad esempio la gestione dei cartellini.
    Nonché la squalifica per bestemmie che mi è rimasta qui… guarda a caso in questa giornata nessun squalificato, sono diventati tutti dei santi.

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI