PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / La porti un bacione a Firenze. Viola vs Violetta: 1-1. Ma si ferma Karamoh…

IMG-20191105-WA0012(Mauro “Morosky” Moroni) – L’importante era crederci e poi provarcilasciamoci dietro le problematiche, inutile recriminare sugli infortunati – anche se proprio oggi è arrivata la brutta notizia della tegola Karamoh! – sui guai muscolari, sui rotti (a proposito, i prossimi tre acquisti saranno Giancarlo Bottas , Michele Botti,  e Daniele Bottati, già “prelazionati” per il mercato invernale!), sui gol sbagliati, sui gol subiti; anche quest’anno il fenomeno è presente, ma la squadra, proprio nelle emergenze più strette, ha dato risposte positive, è bene ancorata al centro classifica e ben lontana dalla zona calda della retrocessione (diciamo 6-7 punti sopra?).
Ribadisco che abbiamo sbagliato solo due gare (con la Lazio ci poteva anche stare, mentre con la Spal abbiamo regalato 3 punti doppi. Pazienza: si guardi avanti!): gli errori, le lacune, le mancanze (se parliamo di allestimento rosa, oltre alle critiche verso giocatori che non hanno ancora dato il meglio di se stessi, dobbiamo tenere conto anche di coloro che, nel corso degli ultimi due campionati, sono stati azzeccati, rivitalizzati e resi importanti per la nostra categoria di squadra che punta alla salvezza, ripeto, PUNTA ALLA SALVEZZA: giocatori come Sepe, Darmian, Iacoponi, Gagliolo, Dermaku, Alves, Kucka, Scozzarella, Barillà, Gervinho, Karamosky, Cornelius e Kulusewski sono stati scelti dal nostro D.S, alcuni sono stati recuperati da campionati esteri e rivitalizzati, alcuni provengono dalle serie inferiori e sono con noi da tre anni, alcuni sono delle intuizioni che, per ora hanno dato buoni risultati: non tutte le scelte sono andate a buon fine, parecchie scommesse giovani sono state “perse” ,ma per molte di queste ha inciso parecchio l’uomo più che il calciatore: io, ad esempio, credo che uno come Hernani, una volta trovata la sua condizione migliore e l’adeguato affiatamento-inserimento, essendo ancora 25 enne, potrà diventare molto utile ed importante per il nostro gioco!
Il lettore, tuttavia, ha il sacrosanto diritto di criticare e/o esporre le proprie perplessità, però io ritengo che questo sia un esercizio da fare prima, non dopo: per me questa squadra è stata assemblata con raziocinio e criterio saggio seppur con un paio di mancanze quantitative (difensore e centrocampista!): su tale concetto devo dare atto a Davide, oltre a qualche altro lettore, di avere esposto queste lacune da subito, appena dopo la campagna acquisti! (Anche durante, a dire il vero…).
E’ altresì evidente che, se si infortunano in contemporanea elementi dello stesso reparto (Alves-Laurini-Gagliolo, Grassi-Kucka, Inglese-Cornelius e ora pure Karamoh!), non potendoci permettere il lusso di avere in rosa 30 giocatori (mi sembra normale e c’è anche da rispettare la lista degli Over, va beh che abbiamo per scelta non so quanto condivisibile alcuni posti rimasti liberi, direi inutilmente, visto che tanto poi dopo il mercato di Gennaio la lista può esser totalmente cambiata senza limiti), si va in difficoltà, così come andrebbero in difficoltà parecchie altre squadre del nostro livello (leggasi salvezza non troppo sofferta).

La prestazione 

La gara è stata ben giocata, soprattutto nel primo tempo: tra i migliori, a mio avviso, Scozzarella, Kucka, Iacoponi e Gervinho che, oltre ad avere portato in vantaggio i crociati, si è “sgagnato”, prima e dopo, un paio di palle gol (auto procuratesi) molto favorevoli! Un buon Parma che ha tenuto bene il campo, rischiato quasi nulla in fase difensiva, ma le palle gol create vogliono capitalizzate al massimo cercando di mettere il risultato in banca; in caso contrario si può anche subire il ritorno delle squadre avversarie: nessun problema (nel bel mezzo dei problemi vari), abbiamo raggiunto lo score dell’anno scorso, 11 gare con 14 punti ed ora, forti delle esperienze pregresse, bisognerebbe non ripetere gli errori precedenti con un girone di ritorno (anche se mancano ancora 8 gare) in crescendo e non in calando come quello 2018-19!

* I risultati dell’ 11° turno *

2-1 Roma-Napoli (Sabato 02/11 ore 15.00)
1-2 Bologna-Inter (ore 18.00)
0-1 Torino-Juventus (ore 20.45)
0-2 Atalanta-Cagliari (Domenica 03/11 ore 12.30)
1-3 Genoa-Udinese (ore 15.00)
2-2 Lecce-Sassuolo
2-1 Verona-Brescia
1-1 Fiorentina-Parma (ore 18.00)
1-2 Milan-Lazio (ore 20.45)
0-1 Spal-Sampdoria (Lunedì 04/11 ore 20.45)

Borsino Parmaland, di tutto un po

Le due “capolista strisciate” (un gentile omaggio a Davide) continuano a marciare imperterrite e dietro succede l’imprevedibile con le battute d’arresto di Atalanta e Napoli: salgono prepotentemente i gradini della classifica Roma e Cagliari piazzandosi rispettivamente terza e quarta con 22 e 21 punti (in coabitazione con Lazio ed Atalanta); in attesa dello scontro tra le ultime due (Spal e Sampdoria), sono sempre le stesse che lottano per la salvezza, Sassuolo e Lecce (10), Genoa (8), Brescia e Spal (7) con la Sampdoria fanalino di coda a 5 punti (dopo lo contro diretto, vinto a Ferrara, i fanalini sono diventati i ferraresi col Brescia che ha già cambiato allenatore esonerando Corini e affidandosi a Fabio Grosso).

Una piccola osservazione: Cagliari e Verona, che ci hanno battuto al Tardini, sono davanti a noi: meritevoli o meno non voglio dire né intervenire: dei sardi non mi stupisco (costoro hanno sopperito ai gravi infortuni di Cragno e Pavoletti ingaggiando Olsen e Giovanni “Cholito” Simeone; hanno preso Rog, Naigoolan e Nandez, rispolverato tale Oliva, un mediano uruguagio niente male); dei veronesi, invece, mi stupisco anche molto (qui, il manico dell’allenatore si sente parecchio, soprattutto alla luce del fatto che hanno tanti giovani, nessun fuoriclasse, ma tanti lottatori che corrono e giocano alla morte fino all’ultimo minuto!

Concludendo: buona giornata, buon pareggio e buona classifica alla faccia di infortuni, decisioni federali, var o miga var; non ho mai fatto piagnistei di professione, non ho mai accampato scusanti, alibi o quant’altro. Mi prendo il buono ed il meno buono di questa squadra e, oggi come oggi, sono ancora sereno e positivo, forse ci mancano un paio di punticini, ma se deve andar male, vada pure avanti così! FORZA PARMA CALCIO 1913!

Cartlen geld *

  • 4 Hernani (in diffida)
  • 2 Kulusewski, Barillà, Gagliolo, Gervinho, Darmian
  • 1 Grassi, Iacoponi, Laurini, Scozzarella, Sepe, Pezzella

Marcador Croszè (totale siglati: 16)
(utente: 1.TiRa.In.PORTA – pass: 2.anca.da.fora.area) 

  • 4 Cornelius
  • 3 Gervinho
  • 2 Inglese, Kulusewsk
  • 1 Gagliolo, Barillà, (autorete Bourabia), Kucka, Karamoh

“ Bomber castiga Paerma 2019-2020” (stica..i)

Chiellini, Lasagna, Ceppitelli (2), Simeone, Immobile, Marusic, Ansaldi, Belotti (rig), Petagna, Pinamonti, Candreva, Lukaku&VAR, Lazovic, Castrovilli (totale subiti: 15)

Filo diretto col Mister 

Ciao Roberto, cosa ti avevo detto? Nell’emergenza ci siamo saltati fuori alla grande: pareggio a Milano, sconfitta in casa e vittoria, ops, scusa, pareggio a Firenze, 3 gare e 2 punti in tasca, ma cosa vogliamo di più?

Due pareggi ed una sconfitta interna, ma le gare sono state altamente positive (sto continuando l’esercizio di scindere i risultati dalle prestazioni: risultati che non ci hanno corrisposto in proporzione a ciò che si era espresso in campo, ma lesa fer, sono tranquillo e positivo. Ok Mister, continua così, andiamo benino, tal dig mi!)

Premetto che non voglio alimentare polemiche così come non voglio aprire nessun caso a “Chi l’ha visto ?”,  ma 

Emerson ESPINOZA in do liv nascost ? Dov el andè a fnir ?

Vorrei saperlo, effettuo statistiche, devo relazionare i lettori, devo rendicontare alle tifose interessate, insomma, me lo dite che fine ha fatto il ragazzo? E’ in collegio? In Via Burla? Al Don Gnocchi? 

Emerson.Espinozamente vostro, in attesa di buone news!

Dalla Tribuna Centrale dell’Artemio Franchi, «la porti un bacione a Firenze»,

un cordiale saluto,

a voi StadioTardini!

Mauro “Morosky” Moroni

Stadio Tardini

Stadio Tardini

23 pensieri riguardo “PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / La porti un bacione a Firenze. Viola vs Violetta: 1-1. Ma si ferma Karamoh…

  • 6 Novembre 2019 in 07:49
    Permalink

    Tra poco toccherà a Traoré dell’Under 17. Sono tutti rotti, cacchio! Speriamo che almeno Cornelius recuperi per domenica.

  • 6 Novembre 2019 in 09:14
    Permalink

    Espinoza si è nascosto a Palazzo Soragna in Strada al Ponte Caprazucca e si è reso disponibile per la campagna delle tomacche estate 2020 perchè ha paura di mettere piede a Culèc, non vuole rompersi anche lui. Preferisce guardare e tifare le strisciate (rimaste ahimè solo due, la terza strisciata, quella rossonera è messa male molto e prevedo sarà messa male per parecchio, consiglio agli industrialotti rimasti rossoneri e che non vogliono diventare bianconeri di buttarsi sul neroazzurro tanto di moda, che per altro sono anche i nostri padroni indiretti ordinando a Faggiano quello che vogliono) in TV con i vertici confindustriali. Inglese, Grassi e Laurini invece sono stati avvistati in sulla via per Lourdes, dopo aver provato un paio di medgoni.

  • 6 Novembre 2019 in 09:31
    Permalink

    Caro Mauro parlando seriamente ancora non riesco a capire la leggerezza e superficialità con cui non si è ultimata la rosa in estate. Era evidente anche a mia nonna che mancassero un centrale e un centrocampista, conoscendo per altro l’età di Alves e le condizioni di Grassi che definire precarie è un eufemismo. Conoscendo anche la storia clinica di Inglese manca probabilmente anche una punta (Adorante non lo considero nemmeno). Cosa ha detto il Mister in confeenza sabato?Quando si compra bisogna studiare la storiua clinica di un giocatore. Se non era un riferimento a Faggiano questo…Ora che Faggiano la pianti lì con la lagna del “baget” e che rimedi ai suoi errori, che per altro sono i medesimi del gennaio scorso

  • 6 Novembre 2019 in 10:53
    Permalink

    quasi tutte le squadre di A compreso qualche big (vedi Esposito all’ Inter) portano in panchina e fanno giocare qualche minutaggio i giovani.
    io negli ultimi anni non ricordo di aver visto qualche ns giovanotto in campo nemmeno per 10 minuti. ritengo questa una anomalia innegabile. sono tutti brocchi i ns under??

  • 6 Novembre 2019 in 11:55
    Permalink

    Esatto questo è quello che ha detto il mister qualche settimana fa.

  • 6 Novembre 2019 in 12:06
    Permalink

    Non dobbiamo dimenticare che il ns settore giovanile è stato azzerato completamente dal fallimento, quando qualche prospetto probabilmente esisteva. Ricostruire un settore giovanile dal nulla richiede anni e anni di lavoro, si deve investire (e parecchio) su centinaia di giocatori sperando che 1 o 2 al massimo, queste sono le medie, riesca a giocare in serie A. Poi se ti capita che ti nasca in casa, come il caso di Barella a Cagliari, allora cambia tutto: fai cassa e rifai la squadra e ti permetti giocatori che altrimenti non potresti permetterti. Ma questo non capita tutti i giorni. Nel 2015 avevamo Cerri e Mauri da “monetizzare” svaniti nel nulla. Io ho visto giocare Adorante negli allievi ed era forte, speriamo non si sia perso per strada.
    Poi ognuno è libero di giudicare come meglio crede, ma un minimo di memoria storica è sempre bene averla. Ormai al giorno d’oggi, con il mercato globale, devi investire su ragazzini di 11/12 anni, perchè a 15 i forti costano già parecchio; devi avere osservatori che girano il mondo e perciò investire anche in questo segmento. Considerando che tutte le squadre al mondo vanno alla ricerca di talenti, molto spesso con budget molto importanti a disposizione. Al momento abbiamo Camara e Adorante: arrivassero a giocare in prima squadra sarebbe un successo enorme, sempre in rapporto ai nostri obiettivi.

  • 6 Novembre 2019 in 12:30
    Permalink

    Torniamo sui banchi di scuola e facciamo qualce esercizio alla lavagna di proporzioni:

    L’Inter sta al Parma come il Parma sta al Trapani (ingaggiato anche Biabiany).

    Ausilio e Giuntoli stanno a Faggiano come Faggiano sta a Rubino.

    Il PPC sta al Parma Calcio come Pizzarotti quello elegante con il baracchino a tre ruote elettrico sta a Pizzarotti quello che comanda

  • 6 Novembre 2019 in 14:25
    Permalink

    Ciao Davide,

    sei un PERSONAGGIO INTELLIGENTE e LUNGIMIRANTE, OLTRE CHE SEMPRE MOLTO BEN INFORMATO ( a tal proposito non ho dubbi in merito ):

    a seguito di questa tua provocazione potrei dire che, sulla carta, HAI RAGIONE e, da questo vado ad esplicarmi :

    – premesso che tu sei un convinto fautore della PIOCCIONERIA DI NUOVO INIZIO, figlia di mamma UPI ( consentimi di usare il tuo lessico, sempre molto esplicito ), ritengo che, una volta arrivati in SERIE A, si possa anche aver bisogno di AMICIZIE, LIASON, JOINT VENTURE del tutto normali, alla luce del sole ( + O MENO ) ..tutto questo serve per RI-partire : SIAMO POVERI ? SIAMO UNA PICCOLA SOCIETA’ NEW ENTRY ? mi sembra evidente che le relazioni tra D.S possano e debbano portare a dei vantaggi per entrambi, altrimenti, SE IL BUSINESS E’ UNILATERALE , così come asseriva Marco Ferrari al tempo dei nuovi arrivati CINESI, NON E’ UN BUON AFFARE …

    .. a mio avviso, le relazioni con INTER e NAPOLI ci hanno dato anche buoni frutti ( nonostante i CASI CLINICI Grassi & Inglese ),
    …… e, di pari livello e spessore, quella dei Crociati col CTRAPANI…….
    era così anche tempi addietro, LE BIG DI SERIE A …hanno sempre avuto SOCIETA’ SATELLITE, AMICHE, che, per effetto dei buoni uffizi, facevano giocare i loro giovani, crescendoli, maturandoli e, nel contempo, beneficiavano di prestiti, bonus, incentivi ,,
    DIREI TUTTO MOLTO NORMALE ED ALLA LUCE DEL SOLE !

    ..sull’ultimo item, circa PPC, non saprei cosa replicare, c’è, ha il suo 10%, ….anche questa è una forma nuova di tesseramento, inclusione e, appunto, PARTECIPAZIONE …
    ……
    di fatto, CHI COMANDA ha il 60%: credo che sia auspicabile, nel BREVE TEMPO POSSIBILE, recuperare quel 30% non andato a buon fine …
    ..

    per concludere …AD GHE’ , 10 pesci, ragione
    sta ben
    moro

    • 7 Novembre 2019 in 20:28
      Permalink

      Ma dai Moro. Cinque anni che scrivi di questo circo e ancora mi cadi su NUOVO INIZIO figlia di “mamma” UPI? La munifica UPI che attraverso PPC ha messo nel Parma quattro sacche di tomacche, per la gioia di Davide? Suvvia. L’Upi si fa le foto sulla Gazza ma col Parma – a questo giro – ci azzecca ben poco. Già al giro di prima, ci azzeccava di più.

  • 6 Novembre 2019 in 14:38
    Permalink

    ……APPELLO personale MOROSKY al MUSEO DEL PARMA …..
    ……………SOS …TARGA DOUGLAS ABDELL ………

    Buongiorno ai vertici del MUSEO in oggetto,
    a distanza di un anno e, pure su richiesta dell’autore dell’opera, sono a richiedere notizie della targa in oggetto: che fine ha fatto ?

    ……………SI TROVA TRA LE ALTRE OPERE DEL MUSEO ??

    E’ POSSIBILE AVERE UN RISCONTRO TANGIBILE ?
    ..
    Ringrazio tutti coloro che vorranno fornire notizie dell’opera anche a nome dell’autore che, CON GRANDE PASSIONE, SACRIFICIO E AMORE VISCERALE PER LA SQUADRA
    CROCIATA , si è prodigato per tale opera !!
    Grazie
    Mauro morosky Moroni

  • 6 Novembre 2019 in 18:29
    Permalink

    influencer primo violino: dr. Davide, influencer violino di spalla: il pubblicologo sig. Morosky.
    La musica è stucchevole, tipo Al Bano e Romina.

    Insieme al Velenoso formavano un trio che cantava la Gigiasa in tal canel (the big Gigia in the channel, for stranger people).

    Oggi spidocchiano in due.

    • 7 Novembre 2019 in 14:03
      Permalink

      Non ho repliche nè commenti da aggiungere ..

      …………………..MI VAG PAR LA ME STREDA……………….

      ………………..i lettori sono liberi e ben accetti …

      ………………( tratto dal Vangelo del Direttore Majo )

      Moro

  • 6 Novembre 2019 in 23:43
    Permalink

    Amico mio la Gigiasa in tal Kané ovvero il monte Kanate a Pellegrino

  • 6 Novembre 2019 in 23:45
    Permalink

    Col gambi pr’aria (in the air)

    • 7 Novembre 2019 in 08:31
      Permalink

      Quando si esce dallo spartito a sema un po’ schers a batudi an l’omo?

  • 7 Novembre 2019 in 05:57
    Permalink

    Adesa am ricord miga: in quant i gh’erh ados?

  • 7 Novembre 2019 in 11:36
    Permalink

    Seven or eight

  • 7 Novembre 2019 in 15:20
    Permalink

    Adesso c’e’ un posizione per persona …
    Voglio dire …ogni tifoso e’ un mondo …..
    La Magica storico di Parma …. insieme con una realtà Existenziale ….
    https://www.youtube.com/watch?v=M_Ld8JGv56E

    P.S. … Probably Pen knows this song …as he has mentioned different U.S.A. songs in his commentaries … to make his point

  • 7 Novembre 2019 in 16:56
    Permalink

    in set o in ot

  • 7 Novembre 2019 in 17:36
    Permalink

    I’m a country ex boy, I know “o mare nero o mere nero o mare ne” only. By Battisti – Mogol of course

    • 7 Novembre 2019 in 19:37
      Permalink

      Pen ….. check this out …it’s not “o mare nero o mere nero ” pero
      tiene su gracia …. from Spain …. it’s a bit old …. had it’s moment … ” A ba ni bi a bani be ”
      Chaval de la Peca

      https://www.youtube.com/watch?v=Nyc1lBmvIOY

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI