NAPOLI-PARMA 1-2 (FINALE). HIGHLIGHTS, TABELLINO E DIRETTA LIVE DI ILARIA MAZZONI

NAPOLI-PARMA 1-2 CLICCA QUI PER VEDERE GLI HIGHLIGHTS

NAPOLI-PARMA 1-2 – IL TABELLINO

Marcatori: 4′ Kulusevski, 19′ st Milik, 48′ st Gervinho

NAPOLI – Meret; Allan (18′ st Mertens) M. Rui, Callejon, F. Ruiz, Zielinski, Di Lorenzo, Insigne (cap.) (34′ st Lozano), Koulibaly (5′ pt Luperto), Manolas, Milik. All. Gattuso
A disposizione: Ospina, Karnezis, Llorente, Elmas, Hysaj, Younes, Gaetano, Leandrinho

PARMA –  Sepe; Iacoponi, Hernani, Cornelius (16′ pt Sprocati) (33′ st Pezzella), Barillà (22′ st Grassi), B. Alves (cap.), Gervinho, Gagliolo, Darmian, Kulusevski. All. D’Aversa
A disposizione: Colombi, Alastra, Dermaku, Laurini, Adorante

Arbitro: Sig. Marco Di Bello di Brindisi

Assistenti: Sigg. Matteo Bottegoni di Terni e Davide Imperiale di Genova 

IV Ufficiale: Sig. Livio Marinelli di Tivoli

V.A.R: Sig. Michael Fabbri di Ravenna

A.V.A.R.: Sig. Filippo Valeriani di Ravenna

Ammoniti: Gervinho, Gagliolo, Mertens

Calci d’angolo: 9-1

Recupero: 2’+4’

LA CRONACA LIVE di Ilaria Mazzoni

Una partita che sembrava in bilico dopo la nottata di pioggia che è trascorsa; al San Paolo sono infatti caduti nottetempo dei pezzi della copertura sugli spalti. Per fortuna il bel di tempo di oggi ha consentito di intervenire rapidamente in modo da consentire il normale svolgimento del match (fischio di inizio posticipato alle 18.30). Il Napoli attende il Parma al San Paolo, alla sua guida, dopo l’esonero in settimana di Ancelotti, Gennaro Gattuso; vedremo se una delle due contendenti, che ora hanno gli stessi punti in classifica, riuscirà a superare l’altra.

Piccolo ritardo al fischio di inizio: il direttore di gara ha richiesto ad alcuni crociati di applicare del nastro adesivo alla caviglia per coprire una piccola porzione nera del calzettone che si confonderebbe con quello dei giocatori del Napoli

01′ le formazioni si stanno disponendo sul campo: partiti

02′ avanzano i padroni di casa con Di Lorenzo; crociati che si chiudono bene ma il pallone rimane tra i piedi dei napoletani sino all’intervento efficace di Darmian che arresta la manovra azzurra

03′ grave errore della difesa di casa che lascia spazio a Kulusevski; il crociato finta con il sinistro e poi insacca il pallone alle spalle di Meret. GOOOOAL

05′ fuori Koulibaly, autore dello sfortunato intervento che ha propiziato poi l’azione offensiva vincente del Parma. Entra Luperto

06′ Parma che dilaga mentre il Napoli accusa la rete dello svantaggio. Cornelius sbaglia il passaggio per Gervinho, peccato era una buona occasione per la squadra di D’Aversa che si mangia, invece, l’occasione di incrementare il proprio score

09′ primo cartellino del match: ad essere ammonito è Gervinho che entra in modo irregolare su Di Lorenzo. Un intervento non cattivo ma che viene comunque sanzionato dal direttore di gara

11′ sinistro di Milik da dentro l’area; la pedina azzurra prova a rimettere in equilibrio il risultato ma il suo tiro viene ribattuto fuori da un difensore crociato. Una partita che ha preso vita ed è divenuta ora frizzante

12′ bella la discesa sulla fascia destra di Di Lorenzo che mette poi in mezzo un pallone invitate per Insigne che però, da ottima occasione, con il suo destro, non centra la porta difesa da Sepe. Prima vera occasione per i padroni di casa

13′ Zielinski ci prova da lontano, la palla termina abbondantemente a lato ma la squadra di Gattuso sta crescendo e, dopo i primi dieci minuti infernali, sta cercando di prendersi il possesso del campo

17′ ancora sfortunato il Parma, colpito dall’ennesimo infortunio della propria stagione; D’Aversa è obbligato a sostituire Andreas Cornelius che lamenta un problema alla coscia sinistra, a sostituirlo è Sprocati

19′ brivido per i tifosi crociati: il Napoli serve bene Insigne ma, grazie all’intervento reattivo di Gagliolo, il pallone viene allontanato dall’area gialloblù. Parma che, in questo momento, si è chiuso nella propria metà campo e aspetta, compatto, l’incursione dell’avversaria

20′ ottimo traversone del Napoli; pallone che raggiunge Milik che tenta la conclusione. Pallone deviato e calcio d’angolo per i padroni di casa

22′ possesso palla del Napoli i cui tentativi offensivi, almeno per ora, rimangono sterili: il Parma è infatti schiacciato all’interno della propria metà campo ed è difficile per i calciatori azzurri trovare gli spazi per bucare la difesa gialloblù

23′ Zielinski getta al vento l’opportunità di portarsi sul pareggio dopo che Insigne se ne era andato lungo la fascia sinistra. L’attaccante spara la sua conclusione altissima sopra la traversa della porta presidiata da Sepe. Poco attenta, in quest’occasione, la difesa del Parma che poi riparte con Gervinho all’attacco. L’ivoriano prova la conclusione a rete; respinta di Meret

26′ cross dalla sinistra di Mario Rui, Milik attacca bene il primo palo ma la conclusione non è altrettanto precisa. Non riesce, infatti, ad inquadrare la porta

29′ calcio di punizione per i padroni di casa che sono imbrigliati da un ottimo Parma che sta dimostrando di sapersi adattare al nuovo assetto tattico; inizia a piovere qualche fischio dalle tribune del San Paolo

30′ contropiede crociato alimentato dalla freccia nera, Gervinho, che viene, però, arrestato da un ottimo intervento di Manolas che sventa il pericolo per il Napoli

33′ palla di Milik in verticale per Insigne che, solo davanti a Sepe, dopo aver bruciato il tentativo disperato di Darmian di recuperarlo, sbaglia la conclusione e non trova lo specchio della porta da una distanza veramente ravvicinata. Un grave errore dell’attaccante azzurro che si divora l’occasione per riportare la sua squadra in parità. Parma che non deve, però, concedere queste occasioni a giocatori dal calibro di Insigne

34′ calcio di punizione per il Parma dopo il tocco di mano di Mario Rui

35′ Napoli che, in questa porzione di gara, riesce ad arrivare al tiro con grande facilità; a provarci ora è Milik. Il suo sinistro dalla distanza è fuori misura

37′ Parma che ora prova a premere sul Napoli con un pressing alto e guidato da Kulusevki. Crociati che ora stanno cercando di mantenere alto il proprio baricentro, chissà se riusciranno ad incrementare il proprio vantaggio e ritornare negli spogliatoi con un risultato più amplio

40′ Napoli sotto pressione che fatica ad impostare la propria azione, il Parma è veramente molto aggressivo ora

43′ il Napoli attacca ma rischia tanto sulle ripartenze dell’avversaria; crociati vicinissimi al raddoppio con Gervinho; nega la rete l’intervento spettacolare di Meret che devia il pallone il quale poi colpisce il palo interno

45′ comunicato il tempo di recupero: ancora due minuti al termine della prima frazione di gioco

46′ calcio di rigore assegnato dal direttore di gara alla squadra di casa: è caduto in area Zielinski dopo un presunto contatto con Hernani all’interno dell’area di rigore. L’arbitro parla con i propri assistenti alla VAR mentre i gialloblù protestano. Guardando le immagini sembra che il calciatore sia incespicato su se stesso. Ora il direttore di gara va a rivedere sul monitor le immagini mentre il Napoli ha già posizionato il pallone sul dischetto di fronte a Sepe. Gioco fermo mentre si attende la decisione arbitrale: decisione annullata, sarà calcio di punizione. Il tocco c’è stato ma fuori dall’area di rigore

47′  si prepara a battere la punizione Lorenzo Insigne che  si sistema il pallone sul terreno di gioco, respinge il suo tiro la barriera crociata poi ci prova Manolas ma interviene Sepe che fa suo il pallone

Finisce ora il primo tempo di questo incontro, Gialloblù che vanno negli spogliatoi in vantaggio per una rete a zero, rete firmata da Kulusevski, la 500° del Parma in trasferta.

46′ tornano a disporsi le due formazioni sul terreno di gioco, nessun cambio operato dai due tecnici nel quarto d’ora di riposo. Napoli che riparte immediatamente all’attacco con Insigne, crociati che si lamentano per una presunta posizione di fuorigioco, ma è tutto regolare

48′ rete di Insigne ma, questa volta, l’attaccante del Napoli è in netto fuori gioco: goal annullato

49′ ancora un tiro di Insigne: destro da fuori area. Para Sepe senza particolari problemi ma inizio tonico e propositivo dei padroni di casa

52′ calcio di punizione per il Parma dopo il fallo di Di Lorenzo su Barillà. Sul pallone Alves che dirige il pallone verso la metà campo del Napoli all’indirizzo di Kulusevski, Parma che prova a manovrare la propria azione difensiva ma respinge Manolas

53′ Parma molto aggressivo in fase di non possesso, corner ora per il Napoli

54′ Fabian Ruiz va al tiro dalla distanza, conclusione potente ma troppo centrale, in due tempi Sepe riesce ad arginare l’offensiva

55′ Gagliolo anticipa puntualmente sul secondo palo Callejon che aveva provato l’inserimento in area a seguito del cross dalla sinistra di Insigne

57′ calcio di punizione per i padroni di casa dal lato corto dell’area dopo un intervento falloso di Mattia Sprocati. La squadra di Gennaro Gattuso sta crescendo nel corso di questi minuti. E’ Insigne a calciare verso la porta crociata, grande intervento di Sepe che salva il risultato per i gialloblù. Sta diventando sempre più arduo, per il Parma, difendere la propria rete di vantaggio

58′ ancora un bell’intervento di Sepe, che ora nega la rete a Milik il quale libera il tiro colpendo il palo esterno (dopo la deviazione dell’estremo difensore del Parma). Gioco che poi viene fermato dal direttore di gara per consentire agli addetti del San Paolo di riparare la rete che si era discostata dopo l’intervento del portiere crociato

60′ in difficoltà ora il Parma che si affida ora al tentativo di Gervinho di ripartire in contropiede

61′ corner per il Napoli, su tutti svetta Milik che con un gran colpo di testa prova a bucare la rete; la palla sbatte a terra poi allontana, ancora una volta, Sepe

63′ mossa di Gattuso: entra Mertens per Allan

64′ ammonito per proteste Gagliolo che entra nella lista dei diffidanti del Parma

65′ Mertens aggira Gagliolo poi mette in mezzo una palla al bacio per Milik che non si lascia sfuggire l’occasione per rimettere in parità il risultato e batte, con un colpo di testa, Sepe. Mertens letale e da subito decisivo. GOAL! 

66′ seconda sostituzione per Roberto D’Aversa; ad abbandonare il campo è Barillà a cui il tecnico fa subentrare Grassi

67′ Parma che ha abbassato troppo il proprio baricentro in questa ripresa, ne ha approfittato la squadra avversaria che ora pressa con vigore i crociati che devono assolutamente ritrovare gli spazi verso l’area napoletana

68′ bell’azione del Napoli, sciupa tutto, però, Mario Rui che, liberato da un colpo di tacco di Insigne, tira alle stelle. Ma ora ci crede tutto il San Paolo che incita la propria squadra cercando di spingerli verso la vittoria

69′ attacca il Parma; lampo di Gervinho che si “beve” quattro azzurri con quattro dribbling l’uno dopo l’altro e dimostra tutte le sue qualità, gli nega la gioia del goal Meret con una spettacolare opposizione effettuata con i piedi. Azione incredibile dell’ivoriano gialloblù

72′ Milik imbuca per Callejon che però viene ripreso dai gialloblù. Possesso palla ducale

73′ Gagliolo a terra: brutto movimento con il ginocchio per il crociato

74′ Zielinski prova la conclusione che termina direttamente in tribuna

75′ contropiede del Parma con Kulusevski che serve Sprocati, quest’ultimo devia il pallone sul sinistro poi interviene la difesa azzurra, palla che rimane in possesso della formazione ospite. Pallone che infine raggiunge Gervinho; nulla da fare sarà rimessa dal fondo per il Napoli

78′ ultima sostituzione per la squadra ducale: dentro Pezzella per Sprocati (che era stato il primo a subentrare per sostituire Cornelius)

79′ cambio anche per Gattuso: abbandona il campo Insigne, a prendere il suo posto è Lozano. Termina quindi anche Gattuso i propri cambi

80′ cartellino giallo all’indirizzo di Mertens che entra fallosamente su Brugman il quale gli aveva appena scippato il pallone dai piedi

81′ ammonito anche Milik che interviene in netto ritardo su Gagliolo

83′ Brugman cerca, trovandolo, Gervinho ma interviene Luperto: perde il pallone il Parma e così il Napoli riprova ad attaccare, si allarga Mertens poi il pallone viene messo in messo da Rui. Alla fine la squadra campana riesce a conquistare un corner

85′ grande apprensione per i tifosi ducali: il Napoli continua a mettere in mezzo una quantità industriale di palloni senza però, fortunatamente, riuscire a concretizzare queste occasioni

86′ errore di Sepe, prova ad approfittarne Lozano ma ci mette una pezza Brugman che oggi ha condotto una partita di grande intelligenza calcistica

87′ Mertenz prova a piazzarla, ruba il tempo alla difesa crociata e libera il destro. Pallone alto

88′ il Parma rompe l’assedio azzurro con un bel contropiede della coppia Kulusevki-Gervinho; Parma che però, in fase finale, si dimostra poco lucido, peccato questa era certamente un’ottima occasione per riportarsi in vantaggio. Ottengono comunque un calcio d’angolo che permette almeno ai crociati di riprendere fiato

89′ Mertens scende lungo la fascia sinistra poi si accentra e tenta il tiro: il suo destro termina a lato di poco

90′ parma vicinissimo al goal del k.o; ancora il duo Kulusevki – Gervinho. E’ l’ivoriano a concludere verso la porta napoletana: alta sopra la traversa. Gran Parma che, nonostante le assenze e la sofferenza, riesce comunque a rendersi protagonista. Comunicato intanto il tempo di recupero: sono quattro i minuti che mancano al termine di questo incontro

92′ fase finale caratterizzata da ribaltamenti continui

93′ bellissimo contropiede crociato dopo un brutto errore della difesa di casa, porta avanti il pallone Kulusevski che serve poi Gervinho; la freccia nera, questa volta, non sbaglia, Meret non può nulla: GOOOOAL! tripudio per i tifosi ducali presenti allo stadio, il San Paolo si è raggelato e Gattuso osserva, inerme, la prima prestazione dei suoi

E’ finita a Napoli!!Parma che conquista un’importante vittoria contro una squadra blasonata come il Napoli dimostrando grande forza mentale; la squadra di Gattuso, sempre più in crisi, viene sorpassata in classifica proprio dai crociati che raggiungono ora quota 19. Appuntamento a Domenica prossima, al Tardini, per l’ultimo appuntamento di questo 2019: i ragazzi di D’Aversa proveranno a chiudere in bellezza questa prima parte di campionato cercando la vittoria contro il Brescia.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

13 pensieri riguardo “NAPOLI-PARMA 1-2 (FINALE). HIGHLIGHTS, TABELLINO E DIRETTA LIVE DI ILARIA MAZZONI

  • 14 Dicembre 2019 in 18:33
    Permalink

    Forza ragazzi!

  • 14 Dicembre 2019 in 19:28
    Permalink

    Domanda per Majo: alla luce di 3 anni di continui infortuni, in società stanno cercando di individuare le cause o giustificano il tutto con la sfortuna? Si vuole porre rimedio?

  • 14 Dicembre 2019 in 19:44
    Permalink

    Finora super. Dai!

  • 14 Dicembre 2019 in 19:47
    Permalink

    Vamos Ragazzi

  • 14 Dicembre 2019 in 20:28
    Permalink

    Pazzeschi

  • 14 Dicembre 2019 in 20:30
    Permalink

    Complimenti …Ragazzi , Mister , Faggiano , Societa’ Parma Calcio 1913 ….
    Siete Veramente Magico ..

    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

  • 14 Dicembre 2019 in 20:30
    Permalink

    Vi amo. Semplicemente perfetti.

  • 14 Dicembre 2019 in 21:12
    Permalink

    Complimenti Grazie 💛💙💛💙💛💙

  • 14 Dicembre 2019 in 22:11
    Permalink

    Grazie ragazzi!!!!
    FORZA PARMA!!!!

  • 14 Dicembre 2019 in 22:25
    Permalink

    Davvero complimenti, partita grandiosa!!! Non scordiamoci che il Napoli, pur essendo in difficoltà, ha una rosa costruita per vincere lo scudetto.
    Squadra concentrata, sempre sul pezzo e sempre pericolosa. Bravi tutti e un grandissimo elogio al mister.
    Non ci avrei mai scommesso di avere 24 punti con ancora 3 partite alla fine del girone di andata, adesso siamo a 11 punti dalla terz’ultima, un abisso.
    Restiamo affamati e non sbagliamo le partite con Brescia e Lecce che vanno giocate come abbiamo fatto a Bologna.
    Nel girone di ritorno recuperando tutti gli infortunati chissà….
    Sempre e solo forza Parma

  • 15 Dicembre 2019 in 09:58
    Permalink

    BRAVISSIMI.
    Nulla da eccepire, vittoria meritata.
    Ammetto che dopo il pareggio temevo il patatrac, invece siamo rimasti compatti.
    Stiamo facendo non bene, benissimo. C’è finalmente una squadra tenace che non molla mai, quello che da sempre chiedevamo.
    E si noti che giocando con questo piglio nessuno si lamenta nemmeno quando perdiamo, Milan e Verona sono stati considerati due incidenti di percorso, proprio perchè si vede che stiamo migliorando di continuo.
    Ho criticato aspramente D’Aversa, ma tutte le volte che lo ha meritato gli ho fatto i complimenti, cosa che faccio anche oggi, perchè i giocatori in campo sapevano quello che dovevano fare, e lo hanno fatto perfettamente. Inoltre in completa emergenza, che ormai è la prassi. quindi doppiamente bravi.
    Inoltre c’è un altro dato quasi storico: giocavamo contro un Napoli in piena crisi e con l’allenatore nuovo, solitamente il Parma queste partite le sbaglia e rivitalizza tutti. Oggi non è andata così e godo il doppio.

    Adesso arrivano le due partite chiave del campionato, in casa: Brescia e Lecce in casa. Per me ci giochiamo il campionato qui, due partite da non sbagliare.

  • 15 Dicembre 2019 in 14:47
    Permalink

    sono SavoMilosevic e rientro per una confessione.

    Sono da sempre stato critico del “GIOCO” di D’AV, già dalla serie B; l’anno scorso ho criticato anche il poco possesso palla, la squadra troppo chiusa in difesa e la mancanza di schemi offensivi capaci di concretizzare le occasioni create, inoltre ho criticato la incapacità di apportare correttivi durante la gara.
    non ho mai spinto sull’esonero del Mister, per il semplice fatto che ha SEMPRE raggiunto gli obiettivi societari, nè criticato la persona che giudico piacevole da ascoltare e spesso obiettiva nei giudizi a fine gara, ma se ricordate bene ho sempre auspicato la crescita del Mister sia sotto l’aspetto tattico e di gestione della gara. Oggi devo constatare che vedo parecchi miglioramenti, e ne sono felice, forse ancora con il concetto di “BEL GIOCO” che intendo io non ci siamo, ma vedo più organizzazione, più schemi, più giocatori che sanno quello che devono fare e questo è l’aspetto di crescita più evidente rispetto gli anni scorsi, ciò a prescindere dal materiale tecnico a disposizione, perchè gli stessi giocatori fanno cose diverse rispetto a prima, e questo è solo frutto del lavoro svolto.

    a Cesare quello che è di Cesare.
    quindi,
    BRAVO MISTER
    BRAVO D’AV!
    COSI’ SI CRESCE E CI SI MIGLIORA.
    COMPLIMENTI !

    sono certo che migliorando alcun movimenti, gestendo meglio il possesso palla, sincronizzando alcuni fraseggi di spinta sulle fascie, quest’anno possiamo crescere ulteriormente e toglierci delle belle soddisfazioni.

    GRANDE D’AV.
    quando ci vuole, ci vuole.
    Savo
    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

  • 15 Dicembre 2019 in 15:01
    Permalink

    Partita da incorniciare, squadra che, definire in emergenza è un eufemismo, ha dimostrato grande personalità e spirito di sacrificio incredibili. Applausi a scena aperta a tutti i protagonisti di questa vittoria straordinaria, davanti avevano giocatori di grande qualità, anche se in difficoltà, ma tecnicamente superiori.
    Anch’io ho spesso criticato D’Aversa fin dalla Serie B ora è il momento di applaudirlo, la squadra ha una identità ben precisa anche in emergenza assoluta, Veramente tutti bravi.
    Continuiamo con questa intensità e concentrazione, sopratutto nelle prossime due partite molto importanti.
    Sempre Forza Parma

I commenti sono chiusi.