BLUEMONDAY TRISTE PER I PARMIGIANI, MA IL 2-1 CON LA JUVE E’ UN RISULTATO BUGIARDO, di Tiziana Salsi

TATIANA SALSI(Tiziana Salsi, da TifoBlog.it) – Il Parma è sceso in campo con la massima attenzione, il reparto difensivo ha infatti totalmente anestetizzato e neutralizzato l’attacco avversario per 40 minuti. Indubbiamente non un bello spettacolo a livello tecnico e tattico, ma la gara sembrava sotto controllo da parte di entrambe le squadre.

Al 43°esimo, come spesso accade in sfide con questa inerzia, arriva la fortunosa rete di Ronaldo che incappa nello scarpino di Darmian trasformando un tiro in porta, su cui Sepe aveva già impostato la parata, in un pallone imprevedibile e imprendibile. Sepe a mio avviso uno dei migliori in campo. Insieme a lui Hernani che ha saputo trovare il giusto mix per l’uno contro uno affrontando l’avversario senza troppa arroganza, con la giusta dose di prudenza.

Prendere un gol a pochi minuti dall’intervallo non fa mai bene al morale e come se non bastasse, a gettare benzina sul fuoco due minuti più tardi, arriva anche l’infortunio del neo recuperato Inglese.

cornelius esultanza juventus parmaIl déjà vu della sfida contro il Genoa è inevitabile sentendo dell’imminente ingresso in campo di Cornelius. Allora l’attaccante in prestito dall’Atalanta ne fece tre e credo che la mente di molti tifosi si sia aggrappata a quel ricordo per non perdere l’entusiasmo. Neanche a dirlo al 55°esimo segna proprio il danese, ma la gioia del gol viene spenta in 180 secondi dal ritrovato Ronaldo dei tempi migliori che con un diagonale rasoterra in pieno contropiede ammutolisce i 40 dissidenti presenti allo Stadium.

Il Parma forse quando capisce di non avere nulla da perdere inizia a giocare aprendosi e andando a conquistare un paio di ottime occasioni: senza la pezza di Szczesny ora staremmo ancora festeggiando. La certezza è che aver tenuto una gara aperta fino all’ultimo contro la capolista qualcosa vorrà dire… ora non resta che ripartire da questa consapevolezza. E se ci fosse stato in campo Gervinho e quindi un attacco randomico ed imprevedibile per 90 minuti…

In fondo anche l’andata si è chiusa con il vantaggio di misura e un gol fortunoso (deviato) di Chiellini… Che questa Juve non sia da scudetto già cucito sulla maglia?!?

Juventus-Parma commento parmigiano

La presenza in campo e lo spirito non mancano. I giocatori da recuperare al più presto per non assistere più a gare prevalentemente difensive sono Karamoh e Gervinho.  Cornelius per me è già una garanzia. Kurtic per prestazioni e movimento è arrivato come ossigeno. Gli errori da non commettere sappiamo quali sono: stagione scorsa docet.

Fossi nei panni del mister (e credete mi piacerebbe ogni santa domenica) mi concentrerei anche sulla situazione di alcuni giocatori per deciderne le sorti una volta per tutte: fermo restando che vedere in campo Siligardi non mi sembra cosi male.

Kulusevski-Juventus: come ha giocato lo svedese?

Inevitabile arrivare a questa sfida senza puntare l’occhio di bue sullo svedese: la stranezza del calcio, infatti, ci permette di assistere a giocatori in campo che militano con una maglia, ma di fatto hanno già firmato un contratto con l’avversario.

Ora non voglio dare giudizi assoluti né tanto meno in malafede, mi limito semplicemente ad osservare come nelle gare del nuovo anno abbia perso un po’ di smalto.

È un giocatore giovane e questo rende forse più semplice accettare l’incostanza. Di lui vi abbiamo già parlato quando ancora lo si conosceva poco e ora tutti sono a lodarne le qualità. Ho un po’ la lacrimuccia nel sapere che fra sei mesi non sarà più nostro.

Io come tifosa gialloblù mi riservo di tenerlo come osservato speciale fino a Marzo/Aprile per poi farmi un’idea più precisa e poter parlarne con cognizione di causa. Certo è che la prima palla toccata del match è stata una palla persa e in molti avranno sobbalzato immaginando l’epilogo peggiore.

Parma: perché tanti infortuni?

Nei precedenti articoli mi sono limitata a porre un aleatorio interrogativo, ora però credo sia giunto il momento di fare nomi e cognomi accompagnati da qualche considerazione oggettiva.

Luca Morellini e Danilo Massi sono i due preparatori atletici del Parma Calcio. Credo di essere in buona compagnia se a gran voce dicessi che vorrei rilasciassero un’intervista in grado di spiegare l’attuale sovrappopolamento dell’infermeria. Insomma Collecchio non ha condizioni climatiche paragonabili al polo artico. I giocatori, fatta eccezione per qualcuno, non sono neanche cosi avanti con l’età. Non credo ci sia un problema di sovraccarico di prestazioni perché non siamo né la prima né l’ultima squadra ad operare (per necessità) pochissimo tournover e non abbiamo partite di coppe europee. Insomma mi piacerebbe andare a fondo alla questione per capire se questa tendenza si potrà arrestare una volta recuperati tutti gli attuali degenti o se saremo destinati ad avere sempre la coperta corta. Tiziana Salsi, da TifoBlog.it

Stadio Tardini

Stadio Tardini

11 pensieri riguardo “BLUEMONDAY TRISTE PER I PARMIGIANI, MA IL 2-1 CON LA JUVE E’ UN RISULTATO BUGIARDO, di Tiziana Salsi

  • 21 Gennaio 2020 in 15:06
    Permalink

    “Capitolo a parte: la ‘polemica’ De Zerbi-tifosi. Il mister ha puntato il dito contro la tribuna dopo la vittoria e nel dopo-gara ha spiegato il perché: “Mi ha dato fastidio uscire tra i fischi tra il primo e il secondo tempo, una squadra che aveva 19 punti, tanti punti di vantaggio sulla terzultima posizione, una squadra che non meritava di perdere con Napoli e Genoa e uscire tra i fischi con tanti infortunati vuol dire che dobbiamo aiutarci da soli e vuol dire che non tutti hanno capito che questi giocatori stanno dando tutto, non mi sembra il giusto comportamento per stare vicino alla squadra”.
    Come si vede chi dice che il pubblico a Parma bla bla bla bla non va bene, bla bla bla, pretenzioso, bla bla bla, si guardi un pò intorno e si renderà conto che il “tifoso” del popolino di qualunque squadra media (Scansuolo compreso che non mi risulta essere squadrone con palmeres) è come l’intestino retto, quando è gonfio emette qualcosa che, bene che vada, è una scoreggia (ma può scapparci anche la “bolletta”) e non una poesia o un trattato da leguleio avvocatone o dottorone.

  • 21 Gennaio 2020 in 15:22
    Permalink

    Io stravedo per Inglese quindi
    NON TOCCATEMELO .
    Chi lo critica per l’infortunio è un deficiente.
    Quest’anno forse qualcuno gli ha fatto il malocchio
    ma il prossimo anno sarà devastante.
    Per lui campionato finito se a lui ci si vuole bene.
    Se ci si vuole male, si cerca di recuperarlo
    rompendo definitivamente alla PEPITO.
    Quest’anno Bobby English ha vinto il premio
    C I C I R O T T I.
    un premio che nessuno ma proprio nessuno vuole.
    Vi do la classifica
    1) Bobby English. Medaglia d’oro
    2) Grassi. Medaglia d’argento
    3) Karamoh. Medaglia di bronzo
    4) Gervinho. Medaglia di legno

    • 21 Gennaio 2020 in 22:49
      Permalink

      VELENOSO.
      Nessuno sta criticando Inglese, ti devi mettere nella testa che è un giocatore (PURTROPPO) botato…. È da l’anno scorso che lo dico, in società già sapevano che rischiavano, tanto è vero che è stato acquistato con una clausola ben precisa per quanto riguarda i suoi problemi di salute a livello di cartilagine della caviglia sinistra. Anche io vorrei vederlo in campo perché è fortissimo…

  • 21 Gennaio 2020 in 15:28
    Permalink

    Mi permetto di rettificare:

    1) non era lo scarpino bensì il culetto lato dx

    2) prima si è fatto male Inglese poi, 11..contro 10. ..sono andati in vantaggio….

  • 21 Gennaio 2020 in 16:21
    Permalink

    Cornelius va coccolato e gestito come un cucciolo di unicorno. Se si ferma lui ce l’abbiamo nel deretano. Ergo URGE una puntaccia che lo faccia rifiatare e sia pronta alla bisogna per toglierli un pò di minutaggio. Non giovani di belle speranze col cartellino strisciato da “valorizzare” per conto di Marotta o Paratici, ma maturi mestieranti che costano anche meno e non pretendono nulla. Le “valorizzazioni” per conto terzi lasciamole fare a Carnevali. Nota a margine Klopp Gasperini dopo le “manite”, i balletti, le parculate agli avversari in 8 giorni è stato battuto da Iachini (non da Guardiola) con tanto di sacrosanti insulti a Fierenze dove non si fanno abbindolare dai salotti e dalla Spal. Forse gli conviene fare meno il bullo e tornare a volare basso (e andèr anca dal barbèr al pèr Anedda).

  • 21 Gennaio 2020 in 16:51
    Permalink

    2 partite con gli innominabili e zero punti. siamo sicuramente a credito con la fortuna.
    Inglese buon tranquillo rientro per l’ ultima.
    a questo punto ribadisco che vedo bene Donnarumma Brescia oppure 1 o 2 sconosciuti che posti abbiamo da campionati esterni.
    alti, forzuti e cattivi. magari con i piedi storti ma per il vice Cornelius (grande rivelazione in questa stagione e la prossima che avrà continuità e minutaggi sarà pure meglio) vanno benissimo per noi e per le casse societarie.
    Matri e pensionati vari lasciamoli alle terme per favore!
    unica alternativa 1 sconosciuto come sopra dal campionato XYZ ed Esposito senza smenarci euri però.
    rimane poi da sostituire Sprocati. senza grande clamore anche con un Edera o giocatori di B similari.
    siamo a posto e ci giochiamo il settimo posto all’ ultima che intanto porta soldi e magari aprirà le porte dell’ Europa.

  • 21 Gennaio 2020 in 17:24
    Permalink

    Inutile tergiversare.
    I centravanti del Parma sono due
    INGLESE e CORNELIUS.
    Si è fatto male Bobby e bisogna andare
    sul mercato con grande intelligenza.
    Io avrei un’idea.
    Se si prende MATRI il prossimo anno in
    quel ruolo avremo tre attaccanti e mi
    sembra un po’ troppo.
    Se invece si va sul diciassettenne ESPOSITO
    con un prestito secco alla KULUSEVSKY.
    L’Inter ci gudagnerebbe perché
    gli valorizziamo alla KULUSEVSKY un giocatore
    che all’Inter non potrebbe fare quel salto di
    qualità se gioca ogni morte di Vescovo e il Parma
    ci guadagnerebbe perché nel girone di ritorno
    senza Bobby questo Esposito ci darebbe sicuramente
    una mano dando il cambio a CORNELIUS.
    Alla fine della stagione poi Esposito rientrerebbe
    all’Inter con più esperienza e con più chance di
    essere schierato da Conte
    e noi ritorneremo ai nostri due bombe che sarebbero
    BOBBY ENGLISH.recuperato che con CORNELIUS
    sarebbero ancora i due centravanti del Parma

    Sarebbe un affare per due

  • 21 Gennaio 2020 in 18:01
    Permalink

    Io preferisco Pinamonti a Esposito: ha già dimostrato di saper segnare in serie A sia con il Frosinone che, poco, con il Genoa. Ma fare goal nel Genoa quest’anno è un’impresa titanica, quasi impossibile .

  • 21 Gennaio 2020 in 18:55
    Permalink

    Penso che Pinamonti sia più vicino al profilo di attaccante tipo per il gioco del mister. Esposito è troppo leggero è più una seconda punta. Non so con che formula possa arrivare perché la sua situazione contrattuale è molto complicata.

  • 21 Gennaio 2020 in 19:02
    Permalink

    In effetti è ora che i due preparatori spieghino qualcosa. è da 2 anni che andiamo avanti a ranghi ridotti per tutto il campionato. Ora basta.

  • 21 Gennaio 2020 in 20:21
    Permalink

    Bravo, intervieni tu!

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI