IL COLUMNIST di Luca Russo / PARMA SECONDO NELLA CLASSIFICA DI CHI SPENDE MENO E VINCE DI PIU’ IN SERIE A

russo 1(Luca Russo) – Prima un bilancio con un volume di affari che dalle nostre parti non vedevamo da un pezzo. Poi la consapevolezza di avere il rendimento migliore in relazione al monte ingaggi. E infine la scoperta che ogni punto, fin qui, ci è costato “appena” 600 mila euro lordi (sempre in relazione agli stipendi). È quanto emerge dall’analisi della classifica del rapporto costi-benefici pubblicata ieri dal Corriere della Sera. Una graduatoria che, per citare il quotidiano RCS, “premia non chi spende meno o vince di più, ma chi spende poco e vince lo stesso”. Il Parma è secondo, ovvero penultimo, solo all’Atalanta alla quale ognuno dei suoi 31 punti è costato poco più di mezzo milione di euro. Buone le performance di Verona e Cagliari che si barillafermano rispettivamente a 650 mila e 750 mila euro. Spendono bene anche la Lazio, 1 milione a punto, e l’Inter, 1,65 milioni. Il dato più significativo, però, è proprio quello dei gialloblù, sia per l’aspetto numerico/matematico in sé che per il contesto in cui il dato in questione si è formato. Un risultato eccellente determinato dall’ottimo lavoro compiuto dalla società in fase di “progettazione” e proseguito, con altrettanta efficacia, dall’area tecnica e dalla squadra in quella di esecuzione. Sulle doti gestionali della dirigenza speriamo che, giunti a Gennaio con la salvezza nel mirino, nessuno nutra più dubbi, anche perché sono i fatti che ci illustrano meglio di qualsiasi altra cosa la bontà delle scelte effettuate dall’attuale proprietà: dagli investimenti sostenuti per il Centro Sportivo di Collecchio all’arricchimento faggiano-rinnovodell’organigramma con l’innesto di nuove professionalità al servizio del club, passando per il no secco e deciso rifilato alla Juventus nell’affare Kulusevski (che i bianconeri avrebbero voluto portare subito a Torino) dopo che per anni, e con reggenze apparantemente ben più toste, ci eravamo ripetutamente genuflessi alle richieste della Vecchia Signora, divenendone di fatto gli scendiletto; e per la futura ristrutturazione dello Stadio Tardini, con copertura delle curve, rifacimento generale di tutti i settori, creazione di un parcheggio sotterraneo e apertura di negozi e chioschetti nell’area antistante l’impianto così che si dia il la alla nascita di un vero e proprio nuovo quartiere cittadino. Il tutto accompagnato dall’oculatezza e dalla sana preoccupazione di non fare mai il passo più lungo della gamba che animano le mosse del Parma dal giorno della sua rinascita. Un’attenzione all’equilibrio tra conti e punti ben visibile kulusevski juvenell’allestimento della rosa: il diesse Faggiano è riuscito a far quadrare le finanze e allo stesso tempo a consegnare a D’Aversa un gruppo valido e in grado di spingersi, almeno per ora, a un settimo posto francamente poco pronosticabile alla vigilia del campionato. E qui veniamo ai meriti, indiscutibili, dello staff tecnico e segnatamente dell’allenatore abruzzese, bravo a capitalizzare quanto di buono apparecchiatogli in estate dalla società. In presenza di una rosa definita corta dallo stesso Faggiano 8oltre che dall’allenatore), e ulteriormente ridotta all’osso dagli infortuni in serie che hanno cadenzato la nostra prima metà di stagione, il tecnico nato a Stoccarda non si è scomposto, non ha cercato alibi – pure per non darne alla squadra – e anzi di volta in volta è riuscito a escogitare la soluzione e la formazione migliori per affrontare l’avversario di giornata. I capolavori affrescati dai Crociati a Udine, in casa contro la Roma, a Genova sponda Sampdoria e al San Paolo di Napoli, ci hanno mostrato quanto sia ormai superata e infondata la teoria per cui nel calcio l’allenatore conti non più del 20%. Ma la pennellata d’artista, D’Aversa, se l’è risparmiata per la gestione del caso Kulusevski: al netto degli evidenti meriti del ragazzino ragazzone di 19 anni nel non lasciarsi distrarre dalle sirene di mercato, se l’ex Brommapojkarna ha continuato a sfoggiare prestazioni di altissimo livello, un grazie lo dobbiamo anche a Bobby. Luca Russo

corriere della sera classifica punti

(Fonte: Il Corriere della Sera)

11 pensieri riguardo “IL COLUMNIST di Luca Russo / PARMA SECONDO NELLA CLASSIFICA DI CHI SPENDE MENO E VINCE DI PIU’ IN SERIE A

  • 3 Gennaio 2020 in 21:39
    Permalink

    È una notula di Ponte Caprazucca?Manca il passo mai più lungo della gamba e le spese oculate però

  • 3 Gennaio 2020 in 21:46
    Permalink

    I MAGNIFICI 7 ora sono diventati 9
    Nuove eccellenti persone si sono
    aggiunte a loro.uuj
    FAGGIANO detto HOUDINI il mago e
    D’AVERSA detto IL GENIO quindi
    i magnifici,7 sono diventati
    I MAGIFICI 9
    Avessimo i soldi della Juventus con la gente
    onesta e competente che abbiamo in società saremmo
    CAMPIONI DEL MONDO
    altro che europa leagle o Champions
    Aveva ragione Sacchi
    Diceva che prima viene l’uomo è poi viene il giocatore.
    Condivido pienamente.
    Parole sante
    Dejan Kuvulevsky ne è la prova lampante.

  • 4 Gennaio 2020 in 01:22
    Permalink

    Ora però che siamo arrivati veramente all’osso e forse oltre è d’obbligo rinforzare la squadra in questo mercato. Speriamo che si inizi da Kurtic, centrocampista con la c maiuscola.

  • 4 Gennaio 2020 in 10:50
    Permalink

    Ritorno ancora una volta su Kulu e poi chiudo
    La beffarda e irriverente Juventus ci ha fatto.un
    favore prendendo Kulu e ora vi spiego il perché
    La società con la,Juventus non ha rapporti e
    oltre tutto tra le dirigenze e tifoserie non corre
    buon sangue per cui decidiamo noi su quello che
    vogliamo fare, e quello che non vogliamo fare,
    non è certamente lei a imporci qualcosa
    anche perché noi siamo legati all’Inter
    rivale della Juventus per lo scudetto
    e quindi siamo sua nemica
    vista l’amicizia di D’Aversa con Conte.
    E qui viene.il punto della,questione.
    Se Kulu fosse andato all’Inter Conte avrebbe
    preteso di avere subito il giocatore è D’Aversa
    per amicizia, per non disintegrare i rapporti
    con Conte glielo avrebbe dato.
    Su questo mi ci gioco le palle.
    Ecco perché la,Juventus ci ha fatto un favore
    acquistando il giocatore
    Inoltre è anche qui mi gioco le pelle
    Kulu nel girone di ritorno giocherà ancora meglio
    perché vedendolo giocare nel Parma, la Juventus capirà se
    nella prossima,stagione Kulu partirà titolare inamovibile
    alla CR7 o semplice riserva.
    In Juventus Parma farà Kulu farà un partitone facendosi così
    apprezzare dai suoi futuri tifosi che non lo conoscono
    e in PARMA – Inter darà ancora di più per togliere punti all’Inter
    aiutando così indirettamente la Juventus, la sua futura squadra a
    vincere lo scudetto.
    Ed ora basta con Kulube pensiamo al mercato
    Abbiamo bisogno di un centrocampista valido
    PAROLO O KURTIC
    e poi di un attaccante buono e di un difensore.
    Ci pensi bene D’Aversa a dar via DERMAKU.
    Quando ha giocato è sempre stato tra i migliori in difesa.
    Dia piuttosto via,Sprocati che non mi piace per niente.
    Un caro abbraccio a tutti e ora sotto con l’Atalanta.
    Molti iuventini che mai hanno seguito il Parma saranno
    davanti alla,TV per capire chi è Kulusevsky pagato a peso
    d’oro dalla loro squadra e che conoscono poco
    Un motivo più per Kulu di fare…….quello che sa fare
    aggiungendovi anche…..QUALCOSA DI PIÙ.

  • 4 Gennaio 2020 in 11:05
    Permalink

    Intanto si ricomincia come si è finito ovvero andando a Bergamo senza uno straccio di attaccante. E tra 7 giorni arriva il Lecce nella partita più importante dell’anno. Il resto, la pseudo reisistenza, il circo, i discorsoni, sono aria fritta simile ai paroloni che i tomaccari venderanno al (secondo loro) popolino bove all’inaugurazione in pompa magna di Parma 2020.

  • 4 Gennaio 2020 in 17:44
    Permalink

    Robe da matti.

    • 5 Gennaio 2020 in 08:14
      Permalink

      http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif
      Qui si legge di ogni!!!!!!

  • 5 Gennaio 2020 in 20:24
    Permalink

    Scrivono molti cornacchioni incipriati col culo sui cuscini. Sempre inversi anche quando fingono positivitá grondando di ipocrisia. Dei civettoni che solo qui hanno spazio, emarginati dalla societá umana.
    Ma va bene cosí, questo è il taglio di Stadiotardini nel quale taluni articolisti incoraggiano questi figuri

  • 5 Gennaio 2020 in 20:26
    Permalink

    Comunque grande merito complessivo al Direktor, e sono sincero (come sempre)

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI