DECENNIO CROCIATO, I TOP E I FLOP DEL PARMA CALCIO, di Claudio Mastellari

Storia di una squadra che dopo il fallimento è tornata in serie A alla velocità della luce

TOP E FLOP DI UN DECENNIO DI PARMA CALCIO 

di Claudio Mastellari, da TifoBlog.it

claudio mastellariTifare Parma non è per deboli di cuore, l’abbiamo sempre detto e continuiamo a ripeterlo. Negli ultimi 10 anni abbiamo visto tutto ed il contrario di tutto, sia in campo che (ahimè) fuori. Abbiamo gioito tanto e versato lacrime, ma sempre con la maglia crociata stretta in un pugno vicino al cuore.

Nessuno ha mai mollato dopo il fallimento e nessuno si è mai sentito appagato dopo il ritorno nella massima serie.

Il futuro ora sembra finalmente sorriderci, ma ciò che succederà è ancora tutto da scrivere.

Vediamo quali sono stati nel decennio appena concluso i momenti Flop e Top del Parma Calcio.

▼ I momenti Flop del Parma Calcio

5) 22/11/2016 – Esonerato Apolloni, si dimette Scala

E’ la seconda stagione dopo la rinascita societaria, il Parma è in Lega Pro dopo avere vinto la Serie D. La squadra c’è, ma non gira come dovrebbe. I risultati stentano ad arrivare e dopo l’ennesima figuraccia in casa (contro il Padova, ndr.) la proprietà decide di sollevare dalla guida tecnica Luigi Apolloni.
Il presidente Nevio Scala non gradisce e rassegna le dimissioni.

4) 24/5/2015 – Parma-Verona, l’ultima al Tardini prima del limbo

Da più di due mesi il Parma F.C. è ufficialmente fallito. La squadra continua comunque a giocare a calcio e arriviamo all’epilogo del campionato. Nessuno al termine di quella partita aveva idea di quando avremmo rivisto il Parma al Tardini. In quale categoria, con quale proprietà, con quali giocatori. Fu davvero toccante e triste il saluto alla squadra al termine della partita.

3) 9/11/2014 – Juventus-Parma: 7-0

Gli stipendi tardavano ad arrivare, la società traballava, l’aria era pesantissima. Si conoscevano già i problemi societari. Si va a Torino, ma la testa della squadra resta a Parma. La Juve infierisce con ignominia colpendo 7 volte un avversario già al tappeto e per il Parma arriva la più pesante sconfitta in serie A.

2) 9/4/2017 – Parma-Ancona, il dubbio di Pozzuoli e la furia di Lucarelli

E’ ancora il campionato di Lega Pro, girone di ritorno. Il Venezia di Inzaghi viaggia a vele spiegate. Il Parma alterna partite discrete a prestazioni imbarazzanti. La sconfitta contro l’Ancona (fanalino di coda, ndr.) e un flusso di scommesse considerato “anomalo” a Pozzuoli porta la Procura Federale ad aprire un’indagine per presunta combine. Lucarelli indice una conferenza stampa in cui sfoga tutta la sua rabbia e tutta la sua fiducia nei suoi compagni di squadra. L’indagine sarà poi archiviata in quanto non sono emerse fattispecie di rilievo disciplinare.

1) 19/3/2015 – Il fallimento e l’arresto di Manenti

Il giorno peggiore per ogni tifoso crociato. Si arrivava da mesi difficili, in cui ogni giorno succedeva qualcosa o qualche personaggio a caso si proponeva come salvatore del Parma Calcio. Alla fine è finita come tutti già sapevamo. La speranza è finita quel maledetto 19 marzo.

Giampietro Manenti prima dell’arresto (fonte laroma24.it)

▲ I momenti Top del Parma Calcio

5) 17/6/2017 – Parma-Alessandria, la promozione in serie B

Come detto in precedenza, il campionato 2016/2017 è stato tutt’altro che semplice. Dopo l’arrivo di D’Aversa le cose sono leggermente migliorate, ma il primo posto non è mai stato alla portata dei crociati. I play-off sembravano una montagna insormontabile, con alcune squadre degli altri gironi all’apparenza ben più brillanti della nostra. Ma il Parma stupisce per compattezza e tenacia, la finale a Firenze è un successo. Il Parma continua la scalata e conquista la promozione in serie B.

4) 2/2/2019 – Juve-Parma 3-3 e 11/4/2015 – Parma-Juve 1-0

Due stagioni diversissime, a quattro anni di distanza le stesse emozioni. Nel 2015 eravamo già falliti/retrocessi, ma un fendente da fuori area di Mauri trafigge Storari e vendica la dignità derisa dal 7 a 0 dell’andata. Lo scorso anno, da neopromossa, il Parma va a Torino con aria spavalda. In vantaggio di due reti i bianconeri sembrano gestire la partita, ma non tengono conto di Gervinho, che li sodomizza per ben due volte!

3) 19/5/2019 – Parma-Fiorentina, la salvezza è nostra

Il primo anno in serie A è caratterizzato da un girone di andata al di sopra delle aspettative. Addirittura qualcuno durante la sosta parla di Europa. Purtroppo il girone di ritorno ci mostra un’altra realtà. Molti infortuni, un calo mentale e alcune incomprensioni tecniche portano il Parma in caduta libera nella zona pericolosissima della classifica. Serve assolutamente una vittoria che arriva al Tardini contro una Fiorentina in crisi nera.

2) 19/12/2016 – Reggiana-Parma, un derby non si gioca, si vince!

Tanto per cambiare siamo ancora nella stagione 2016/2017, Lega Pro. I cugini (abituati alla categoria) sono davanti in classifica e godono dei favori del pronostico. Questo derby è atteso da 20 anni da entrambe le sponde dell’Enza. Il Parma è concentrato e non sbaglia. Ci pensano Giorgino e Baraye (Baraje per chi legge da Reggio) a ristabilire le gerarchie. Dopo 20 anni il Parma vince, ancora, il derby dell’Enza.

1) 18/5/2018 – Spezia-Parma, come noi nessuno mAi!

Da Wikipedia: “Parma Calcio è l’unica squadra ad aver conseguito tre promozioni consecutive nei campionati nazionali di calcio organizzati sotto l’egida della FIGC, passando dalla Serie D alla Serie A in soli tre anni (2015-2018).”
Dopo soli 3 anni il Parma torna nella massima serie. La promessa di Lucarelli è stata mantenuta, il Parma torna in serie A. Per ogni tifoso crociato penso che non ci sia mai stata gioia più grande. Abbiamo vinto coppe in Italia, in Europa, ma dopo ciò che abbiamo passato, la paura di non ritornare più, il pantano delle categorie minori, questa è indubbiamente la gioia più grande. Una gioia che resta nel cuore. Con la maglia crociata stretta in un pugno.

Capitan Lucarelli mantiene la promessa: il Parma è in serie A (fonte calcioweb.eu)

Ci sono stati tanti altri avvenimenti importanti antecedenti al campionato “maledetto”, come la fantastica cavalcata nell’anno del centenario, culminata con la qualificazione sul campo all’Europa League (poi non concessa per i noti motivi), oppure le vittorie contro le big, la salvezza con Colomba, i gol di Amauri e Cassano e tanti altri bei momenti. Ma il fallimento e la rinascita sono stati i punti cruciali di questo decennio, il periodo in cui ogni tifoso ha temuto di perdere per sempre ciò che ha amato, la differenza tra l’esistere e il non esistere, il momento che ha cambiato la storia per più di una generazione di tifosi crociati. E tutti noi siamo fieri di fare parte di questa storia. Unica. Del resto, come noi nessuno mAi… Claudio Mastellari, da TifoBlog.it

Stadio Tardini

Stadio Tardini

3 pensieri riguardo “DECENNIO CROCIATO, I TOP E I FLOP DEL PARMA CALCIO, di Claudio Mastellari

  • 4 Gennaio 2020 in 01:25
    Permalink

    Scelgo Parma-Alessandria come momento del decennio. Fu importantissimo vincere ed essere promossi perchè altrimenti rischiavamo di rimanere a lungo nel limbo della Lega Pro.

  • 4 Gennaio 2020 in 08:58
    Permalink

    Udite udite: io dico il cambo diApolloni e dello staff tecnico.
    Sì, proprio io che ho tanto criticato D’Aversa, individuo in quel cambio la chiave di tutto.
    Ci voleva molto coraggio a buttare per aria tutto già a Novembre, ero stato d’accordo allora e secondo me se adesso siamo in serie A molto dipende da quella decisione.
    Non ho la controprova, ma dubito che con Apolloni, che comunque stimo, saremmo arrivati in B.

  • 4 Gennaio 2020 in 15:31
    Permalink

    Come momento top la vittoria dei play off di lega pro (con la magia di Calaio) dopo una stagione sofferta nonostante i due derby vinti. Venire in A dalla B è stato paradossalmente più semplice.
    Il momento peggiore ovviamente il fallimento ed in generale quella stagione dove siamo stati umiliati da tutti, sono ancora convinto che non si doveva scendere in campo rompendo cosi la ruota, citando una famosa serie televisiva.
    Sempre e solo forza Parma

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI