FAGGIANO A TUTTOSPORT: “PRIMA DI ALZARE L’ASTICELLA SERVONO TRE O QUATTRO SALVEZZE DI FILA E CONSOLIDARSI A UN CERTO LIVELLO, STANDO SEMPRE ATTENTI AL BILANCIO”

Screenshot_20200123-132922(Luca Russo) – In un’intervista concessa al collega Stefano Lanzo di Tuttosport, e pubblicata oggi giovedì 23 gennaio 2020, il nostro diesse Faggiano ha fatto il punto della situazione a proposito delle eccellenti condizioni tecniche e societarie in cui versa il Parma, spaziando tra passato, presente e futuro. Ossia, rimarcando il valore degli obiettivi fin qui conseguiti, esprimendo soddisfazione per il settimo posto della squadra e tracciando le linee guida per le stagioni a venire. Senza però trascurare le questioni di mercato, tormentone che ci terrà compagnia (o disturberà, a seconda dei punti di vista) sino alla fine del mese di gennaio. Il direttore, rispetto all’ipotesi di un Parma che, al lume dei risultati centrati l’anno passato e durante quello in corso, sembrerebbe potenzialmente già pronto per alzare l’asticella e puntare non più “soltanto” alla salvezza, ha gettato acqua sul fuoco e ricordato che per una realtà come la nostra, reduce dalla botta pesante dovuta al fallimento di 5 anni fa, prima di raggiungere un livello più elevato è fondamentale fare un passo alla volta, possibilmente non più lungo delle gambe di cui disponiamo, e centrare tre o quattro salvezze di fila, sì da consolidarsi in massima serie. Una continuità che è indispensabile per preservare l’equilibrio del bilancio, alla cui buona salute Nuovo Inizio sta concorrendo muovendosi con tutta la prudenza del caso alla voce spese, ma senza lesinare sforzi in relazione agli investimenti necessari per supportare la crescita sostenibile del club. Quanto al campo Faggiano, pur riconoscendosi qualche merito per aver creduto in Kulusevski e in genere per l’attuale ottimo posizionamento in classifica dei Crociati, ha sottolineato che l’incredibile valorizzazione del ragazzone svedese e la settima piazza sono figlie del lavoro eccezionale, per qualità e quantità, finora realizzato da D’Aversa, svelando inoltre che il tecnico abruzzese, che definisce “sempre sul pezzo”, non di rado gli scrive fin dalle prime ore del mattino, “favore” che gli ricambia contattandolo se e quando serve anche alle due di notte. Inevitabile, poi, che il discorso si focalizzasse sul recente guaio fisico occorso a Roberto Inglese, infortunatosi alla fine del primo tempo della sfida contro la Juventus di domenica scorsa, per il quale il diesse ha espresso dispiacere, rammentandone la grande utilità nel gruppo gialloblu e specificando che questo imprevisto giocoforza costringerà la società a un cambio di rotta in sede di calciomercato, obbligandola a sondarlo per cercare nuove forze da sommare a un reparto sul quale s’immaginava di non dover intervenire. Su Pinamonti ed Esposito, che radiomercato ha accostato alla casacca Ducale, molto dipenderà dalla loro voglia di rimettersi in discussione; Millico del Torino è un profilo che piace, ma non è ancora chiaro se i granata siano disposti a privarsene. In materia di uscite, Karamoh e Gervinho non si muoveranno da Parma, parola di Faggiano. E non lo farà nemmeno il direttore stesso, che alla domanda con oggetto il suo futuro (indiscrezioni delle ultime ore lo hanno associato all’Inter di Conte, che farebbe carte false per assicurarsene bravura, capacità, competenze e conoscenze) ha replicato in questo modo: “Il mio futuro si chiama calciomercato di gennaio e la partita di campionato contro l’Udinese. Sono felice, ho la possibilità di lavorare bene e con serenità all’interno di una società importane e solida. Più di così…”. Luca Russo

21 opinioni su “FAGGIANO A TUTTOSPORT: “PRIMA DI ALZARE L’ASTICELLA SERVONO TRE O QUATTRO SALVEZZE DI FILA E CONSOLIDARSI A UN CERTO LIVELLO, STANDO SEMPRE ATTENTI AL BILANCIO”

  • 23 Gennaio 2020 in 14:55
    Permalink

    Non avendo avuto modo di leggere l’articolo sul quotidiano dell’amico Jacobelli (avendoci solo lui sostenuto vs Pecoraro, Catapano, Terzi, Da Col, Spezia e Zamparini nell’estate de 2018) chiedo se l’espressione idiomatica Upina “passo più lungo della gamba” sia stata usata letteralmente da Faggiano. In caso affermativo il potere dell’Associazione guidata dal pipante professorone mantellato è tale da condizionare anche a livello verbale i residenti del Territorio. In attesa dell’importantissimo convegno a Palazzo Soragna del 28 pv sulla brecsit che file di serissimi dottoroni pelati col vestito e le scarpe di cuoio stanno preparando speriamo che Faggiano sia affacendato nel trovare rapidamente una punta e un difensore, passo lungo, corto, di lato che sia.

    • 23 Gennaio 2020 in 17:01
      Permalink

      Faccia zoom sull’Immagine, Davide, così si renderà conto che l’espressione attribuita a Faggiano è un virgolettato, per cui si presume che abbia effettivamente detto quella frase.

  • 23 Gennaio 2020 in 15:12
    Permalink

    Non prendiamo Cerri che è rotto, io prenderei invece Donnarumma

  • 23 Gennaio 2020 in 15:41
    Permalink

    Se è rotto arriva Cerri.

  • 23 Gennaio 2020 in 15:47
    Permalink

    Anca mi ..subit

  • 23 Gennaio 2020 in 17:17
    Permalink

    Sono molto gettonati Matri Llorrente e Guazzo ma ho sentito voci che parlano di Ceravolo dicono sia molto forte…

  • 23 Gennaio 2020 in 17:30
    Permalink

    Vi propongo un giochino:
    Scrivete qualche nome di centravanti a caso non ancora detti e vedrete che in un giorno o 2 i siti riguardanti il calciomercato li scriveranno nelle loro “news”. Ho come l’impressione che non siano più ormai i giornalistoni (detto alla Davide) a scrivere ma dei bot che fanno crawling sui vari forum generando notizie random con nomi random per squadre random.

    Provate e vedrete.

  • 23 Gennaio 2020 in 18:22
    Permalink

    Mi raccomando direttore, la punta a gennaio http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

  • 23 Gennaio 2020 in 18:24
    Permalink

    Arriva guazzo dal borgo san Donnino

  • 23 Gennaio 2020 in 18:54
    Permalink

    Un sondaggio col Ravenna per riprenderci Noccioloni?Mi sembra in salute quindi va bene.

  • 24 Gennaio 2020 in 09:33
    Permalink

    FAGGIANO A TUTTOSPORT: “PRIMA DI ALZARE L’ASTICELLA SERVONO TRE O QUATTRO SALVEZZE DI FILA E CONSOLIDARSI A UN CERTO LIVELLO, STANDO SEMPRE ATTENTI AL BILANCIO””

    ma per favore…..si arriverà a giugno ad una perdita di bilancio
    pari a 90 milioncini (sono stato stretto di manica),
    e questo è stare ATTENTI AL BILANCIO?
    Ma per favore…..

    • 24 Gennaio 2020 in 17:21
      Permalink

      Sig. Tortelli, già nei giorni scorsi L’avevo invitata a documentare in maniera circostanziata la sua fake news (a mio avviso falsa e tendenziosa) di una (a suo dire) perdita di bilancio di 90 milioncini (stando stretto di manica).

      Posto che il bilancio del Parma si aggiri sui 50-60 milioni a stagione: come cazzo (mi scusi il francesismo, ma quando ci vuole ci vuole) fa a perderne 90? Ma che conti fa lei?

      Il suo commento, con cifre spazzatura, dovrei cestinarlo come merita. Siccome le cazzate si divulgano che è un piacere, mi faccia il santo piacere di non sfruttare come cassa di risonanza questo spazio. D’ora in poi ogni suo commento contenente falsità su bilanci e affini sarà cestinato e in caso di reoterazione Lei bannato.

  • 24 Gennaio 2020 in 09:38
    Permalink

    Visto, cosa vi dicevo.?
    Foggiano non ha smentito il suo passaggio all’Inter a fine stagione
    per una ragione semplice.
    Se l’Inter lo vuole, lui VA ALL ‘INTER
    Se aveva intenzione di rimanere avrebbe detto
    “Ringrazio l’Inter ma ho un contratto ancora per qualche anno con il Parma e intendo rispettarlo, tra tre anni chissà, ora sono è sarò del Parma”
    Non l’ha detto e se uno aveva intenzione di andare all’ Inter avrebbe risposto come…..in effetti lui ha risposto, per non destabilizzare l’ambiente.
    Ricordatevi quello che vi dico ogg venerdì 24 gennaio 2020
    alle ore 9,37 del mattino.
    FAGGIANO A FINE STAGUONE AL 100% ANDRÀ ALL’INTER.
    A giugno andrà all’Inter e fortuna che l’Inter ha CONTE altrimenti
    ci soffiava anche D’Aversa che se vorrà anche lui andare,all’Inter dovrà accontentarsi essendo il Genio amico di Conte, di fare il vice allenatore.
    Peccato ma se c’e qualcuno che pensa che Foggiano a giugno non andrà all’Inter son certo sarà uno che crede ancora a Babbo Natale o alla Befana.

    • 24 Gennaio 2020 in 13:07
      Permalink

      Watch out Vele ….
      You now sound like the “ Toxic “ troll that you were …
      Don’t spread negativismo …
      Cordialmente
      Rocky Marciano

  • 24 Gennaio 2020 in 11:48
    Permalink

    Ma chi se ne frega di dove va Faggiano, Carra o altri di quelli. Gli unici insostituibili sono i proprietari, tutti gli altri sono dipendenti e come tali vanno e vengono. Faggiano che pensi adesso a smummiarsi che siamo al 24 gennaio e parole sue doveva allungare la rosa, ad oggi come l’anno scorso con Kucka dopo Kurtic non ha battuto chiodo. Farà tutto come sempre giovedì tra casini, lanci di contratti, pocci e Diabatè e Schiappa.

  • 24 Gennaio 2020 in 13:12
    Permalink

    il Faggianone andrà in una big come è giusto che sia. in questi anni ha fatto benissimo sbagliando davvero poco se commisurato con le risorse che aveva, con la piazza esigente e con le varie note.
    D’ Aversa se continua in questa sua crescita fra 1 anno e mezzo avrà lo stesso destino.
    se si è meritevoli solitamente si viene premiati. non trovo nulla di strano.

  • 24 Gennaio 2020 in 13:28
    Permalink

    Faggiano non va all’Inter, ma all’UPI. Continuando anche stamattina a parlare di gambe, passi, bilanci e bagget si è guadagnato le attenzioni di Ponte Caprazucca che lo vorrebbe come portavoce o “spicher”.

  • 24 Gennaio 2020 in 13:59
    Permalink

    Spero che i nomi dei vari Favilli, Milico, etc. siano delle bufale. Ci manca anche che iniziamo a valorizzare i giocatori per Cairo e Preziosi e poi siamo a posto. E intanto siamo alla terza partita dopo la sosta e continua a giocare Sprocati per mancanza di alternative. Che Faggiano pensi meno ai passi, alle gambe e ai bagget e si smummi giù perchè gli altri dietro non stanno dormendo.

    • 24 Gennaio 2020 in 14:53
      Permalink

      Fammi il nome di una punta che possa acquistare il PARMA, che “possa” significa con i costi adeguati alla conduzione seria di questa società (alla ricerca di un acquirente solido e duraturo nel tempo) e dal rendimento utile alla squadra, quindi in ordine con costi e ricavi, poi ne riparliamo.

  • 24 Gennaio 2020 in 16:53
    Permalink

    Paloschi tanto x dirne uno. Poi esiste anche il mercato estero o dobbiamo essere la cantera delle strisciate?

  • 24 Gennaio 2020 in 21:19
    Permalink

    Paolschi: 3 reti negli ultimi 3 anni o 10 reti nelle ultime 90 partite?

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI