L’insostenibile leggerezza del pallone, anno secondo / DAL MANCATO GOL DI INGLESE ALLA RETE DI PELLEGRINI, SENZA PASSARE DAL CORNER…

(Luca Tegoni) – Partita persa senza poter recriminare su scelte sbagliate o errori arbitrali. La Roma ha giocato con un po’ più di determinazione del Parma che non ha fatto granché per vincere la partita. Senza il rigore causato dal fallo di mano di Barillà, sempre benemerito, la partita era ancora aperta, ma, proprio perché il Parma ci metteva poca convinzione, sul due a zero si è definitivamente chiusa.

Primo tempo combattuto, ma senza generare emozioni, pochi tentativi di segnare e senza pericolosità. Nel secondo tempo il Parma schiera Inglese al posto di Cornelius e, proprio grazie ad un suo appoggio, dopo aver ricevuto la palla da Siligardi, all’altezza dell’area di rigore, a ritroso, calcia forte Kuko. La palla è forte e, vista al replay, nello specchio della porta, ma sbatte contro un difensore che la devia in angolo.

L’arbitro e il guardalinee non se ne avvedono e concedono la rimessa di fondo alla Roma. Da questa rimessa nasce il goal del vantaggio romanista. Al limite dell’area Pellegrini scambia con l’attaccante in area per ricevere la triangolazione, Scozzarella perde la marcatura e così Pellegrini si trova libero in area, senza opposizione per piazzare la palla nell’angolo più lontano.

roberto inglese parma roma coppa italia 16012020

Non c’è una reazione vera e propria, anche se, da un’altra iniziativa di Siligardi sulla destra, Inglese riceve la palla in area si gira ma tira contro il portiere, una buona occasione che, se sfruttata, avrebbe dato, auspicabilmente, più vigore ai crociati.

Invece ad un quarto d’ora dal termine dei tempi regolamentari Florenzi si avvicina all’are da destra, Barillà lo affronta correttamente con le mani dietro la schiena ma, quando parte il cross, Barillà allarga la sinistra regalando così il rigore alla Roma. Pellegrini trasforma. Come già detto, partita chusa.

A memoria è la prima volta che si gioca una partita di Coppa Italia alle 21, 15. Sarebbe interessante capire la motivazione dell’orario anche perché in televisione la partita, come tutte le altre di Coppa Italia è trasmessa dalla RAI e non da pay tv o tv commerciali.

Ottocento romanisti o poco più hanno inibito l’utilizzo del parcheggio scambiatore per tutta la giornata, feriale e lavorativa, un grazie a chi? Senza parlare poi del consueto stato d’assedio che blocca la città. Se una tifoseria ospite è considerata pericolosa non la si fa arrivare in città.

Altrimenti se andassimo in europa lig o in ciampions cap e dovessimo giocare contro uligans cativ c’me ‘l vlen co’ fema? Coprifuoco?

Roma passa il turno battendo il Parma al Tardini due a zero. Luca Tegoni

Stadio Tardini

Stadio Tardini

One thought on “L’insostenibile leggerezza del pallone, anno secondo / DAL MANCATO GOL DI INGLESE ALLA RETE DI PELLEGRINI, SENZA PASSARE DAL CORNER…

  • 17 Gennaio 2020 in 18:37
    Permalink

    Nonostante l’occasione creata, a me Inglese continua a non piacere. Troppo lento e macchinoso. Speriamo sia solo la condizione fisica precaria.

I commenti sono chiusi.