IL COLUMNIST di Luca Russo / ANCHE LA CHAMPIONS CONFERMA CHE QUESTA E’ LA STAGIONE DI CHI SA FAR GRUPPO E GIOCARE DA SQUADRA

luca russo 06 01 2020(Luca Russo) – In attesa che l’andata degli Ottavi di Finale di Champions League si completi e che il turno di ritorno esprima le grandi 8 che accederanno ai quarti, le due gare disputate ieri sera (Borussia Dortmund-Paris Saint Germain e Atletico Madrid-Liverpool) hanno confermato una volta ancora ciò che si era intuito un paio di mesi fa: questo può essere l’anno delle formazioni in grado di farsi gruppo e di giocare da squadra. Da squadra hanno vinto (2-1) i tedeschi al cospetto dei francesi; e da squadra si sono imposti (1-0) gli spagnoli sui Campioni d’Europa in carica. Il talento resta comunque indispensabile a certi livelli – e le reti a raffica del giovanissimo Haaland ne sono una dimostrazione plastica – ma può rivelarsi effimero o addirittura inconsistente in assenza di organizzazione. Dall’Europa, insomma, segnali incoraggianti a proposito della buona riuscita della stagione del Parma. Perché, limitandoci all’Italia, a Parma più che altrove succede ciò che ci hanno mostrato ventiquattro ore fa Atletico e Borussia: e cioè che gli undici titolari e i tre cambi giocano da squadra senza sfilacciarsi mai, indipendentemente dal momento più o meno favorevole del match; e che non è la squadra ad essere al servizio del singolo, ma i singoli al servizio della squadra e dei suoi meccanismi. Lo dimostra la capacità dei Crociati di esaltarsi e di moltiplicare le proprie forze pur dovendo fare i conti una domenica sì e l’altra anche con una lunga lista di indisponibili. Un’emergenza, di fatto sistematica, che non ha sottratto punti e bellezza alla classifica gialloblu, che anzi pare quasi essersi nutrita dei problemi in termini di infortuni e squalifiche via via incontrati, ma agevolmente fronteggiati e risolti, da D’Aversa. Come se i Ducali avessero bisogno di ostacoli sempre più alti e ampi per certificare l’altezza delle proprie ambizioni e l’ampiezza delle proprie doti. E allora non può spaventarli lo stop di Darmian, che si va ad aggiungere a quelli di Adorante, Barillà, Kucka, Inglese e Sepe. Il difensore ex Torino – che in granata ha collezionato 133 presenze e 3 gol tra campionato e coppe – in occasione della sfida col Sassuolo di domenica scorsa è stato sostituito alla fine del primo tempo per l’acutizzarsi di una tendinopatia achillea sinistra. Gli accertamenti cui è stato sottoposto hanno escluso lesioni muscolotendinee, ma il ragazzo non sarà utilizzabile nel prossimo turno di campionato allo stadio Grande Torino. Rischio che potrebbe essere corso da Kulusevski e Scozzarella, alle prese con noie nuscolari. Quale che sia l’elenco dei convocati da opporre agli uomini di Moreno Longo, al Parma le preoccupazioni non sono di casa perché alberga la convinzione che la squadra pure nella Torino granata si comporterà e giocherà da squadra, restando fedele alla filosofia del “tutti per uno, uno per tutti” che la ispira dall’arrivo di Roberto D’Aversa in plancia di comando. Luca Russo

13 pensieri riguardo “IL COLUMNIST di Luca Russo / ANCHE LA CHAMPIONS CONFERMA CHE QUESTA E’ LA STAGIONE DI CHI SA FAR GRUPPO E GIOCARE DA SQUADRA

  • 19 Febbraio 2020 in 14:40
    Permalink

    Ho scoperto chi è Iacoponi e il perché non viene
    convocato in Nazionale ma dopo quello che vi dirò
    capirete che non può ASSOLUTAMENTE essere
    convocato in Nazionale pena squalifica della squadra.
    Non vi siete mai chiesti come mai nonostante
    il preparatore atletico che abbiamo,. JACOPONI.non si
    è mai infortunato nemmeno una volta?
    Una cosa questa che ha dell’incredibile visto che nel Parma
    i giocatori chi prima, chi poi si sono sempre infortunati chi
    una chi due chi tre chi quattro e più volte.
    Lui invece MAI SI È INFORTUNATO E MAIINFORTUNERA’
    e questo fatto dovrebbe.mettervi sulla giusta,strada.
    Dovete sapere che Iacoponiè un alieno e gli alieni
    non s’infortunano mai e anche la per questo essendo
    IACOPONI di un altro pianeta.non può ovviamente
    gareggiare nell’Italia…..purtroppo.

  • 19 Febbraio 2020 in 22:16
    Permalink

    Sarà contento Barone della vittoria del “cholismo”.

  • 19 Febbraio 2020 in 22:28
    Permalink

    Perché noi non possiamo giocare la Cempions?Siamo la capitale della cultura, si mangia bene, parsùt, formai e tomachi, c’è la autoriti e la fud vallei.

  • 19 Febbraio 2020 in 23:04
    Permalink

    Mi assumo la completa responsabilità di quel che sto per scrivere: se una a caso tra Inter, Milan e Juventus corresse con la stessa intensità e la stessa continuità dell’Atalanta, che tolte un paio di domeniche sta andando a mille dall’inizio della stagione, l’italiano medio darebbe sfogo alle peggiori dietrologie possibili. Ma si tratta dell’Atalanta e allora deve essere per forza una favola. Nel calcio c’è ancora tanto da fare sotto certi aspetti, come insegnano altre discipline.

    • 20 Febbraio 2020 in 08:20
      Permalink

      Ma dici questo perchè il preparatore atletico della Dea è quel Danese che collaborava con Agricola al tempo della Juve?

      • 20 Febbraio 2020 in 09:50
        Permalink

        No, queste cose le lascio dire a Pistocchi. Mi son limitato a dire che se ci fosse stata l’Inter al posto dell’Atalanta, il tifosotto medio avrebbe dato sfogo alle peggiori dietrologie possibili. È lo stesso meccanismo per cui su una Lazio scudettata non aleggerebbe l’ombra di una classifica senza errori arbitrali, sebbene di favori ne abbia incassati a ripetizione, cosa che non accadrebbe in caso di Juventus o Inter campione d’Italia. È il doppiopesismo tipico di questo paesuncolo pieno di omuncoli.

        • 20 Febbraio 2020 in 14:01
          Permalink

          io ti posso assicurare che l’associazione per la quale la Dea corra così tanto e il preparatore di Agricola qui a Milano si senta da un pezzo, poi non so se sia stato Pistocchi o chi altro ma io ho sentito diversi tifosi far riferimento a questa situazione.

  • 20 Febbraio 2020 in 09:35
    Permalink

    dipende anche da come corri, se sei organizzato e corri “bene”

  • 20 Febbraio 2020 in 20:12
    Permalink

    Luca Russo
    Le statistiche dicono che nel ns campionato la classifica di chi corre di piú vede prima l’Inter e 2a il Parma.
    Quindi?? Fammi capire dove vanno a finire le tue allusioni

  • 21 Febbraio 2020 in 00:25
    Permalink

    Quante cacate di colombi ..
    ci sono sul balcone..
    quante parole nel vuoto …

    …quante illazioni …

    …se vi sta sulle palle l’Atalanta …LO AVETE DETTO …punto, adesso pensate alle vostre squadre …e fatevi i ..c…avolacci vostri …


    ATALANTA…. da un paio d’anni è la squadra che gioca meglio a calcio, fa divertire, non solo il proprio tifoso ma pure gli appassionati di calcio …che se ne fregano di colorazioni, strisciate e robe GEO POLITICHE ….

    NON RIESCO A CAPIRE QUESTO LIVORE ACCESO ED ACCANITO..

    a me, ad esempio, della Reggiana, NON ME NE STRAFOTTE UNA MINCHIA DI NIENTE …
    ..
    dei derby, men che meno…
    A ME STA SUL CAPPERO COLEI CHE …SONO 50 ANNI CHE RUBA, CHE USA IL POTERE….CHE COMPRA, CHE PAGA, CHE FA PASTICCI, BROGLI ED INTRALLAZZI …

    la storia ha lasciato la traccia …

    ma che vi ha fatto l’Atalanta …
    Percassi, per caso, oppure Gasperini ….hanno rigato qualche macchina …o forse è stato il PAPU GOMES ? ILICIC ?
    ZAPATA ??
    PALOMINO ????

  • 21 Febbraio 2020 in 08:49
    Permalink

    Balla balla Gasperini. Per me Gasperini potrebbe anche vincere la Cempions con il Pordenone che resterebbe un uomo di quella materia organica anfibia comunemente chiamata….
    Chi avesse voglia di andare oltre le chiacchere dei salotti tv e dei giornalistoni sempre pronti a cavalcare le mode, si vada a fare una piccola ricerca sulle testimonienze (oggi ovviamente censurate) che girano sul conto dell’ex strisiciato bianconero ballerino. Basta anche fare una telefonata a qualche amico doriano.

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI