PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / ARMATA LAZIO IN ARRIVO, MA PRIMA TANTA CARNE AL FUOCO: PIA LA GRIGLIA…

* Qatar Airways Gervinho’s Story *
Collecchio-Doha, andata & ritorno

gervinbho bar regina(Mauro”Morosky” Moroni) – Qualsiasi cosa possa succedere (molto arduo prevedere gli sviluppi), per me RIMANE NO: chi ha sbagliato – Pagliuca? Il Parma? La società qatariota? – chi pagherà le conseguenze?
Gervais ha sicuramente sbagliato tempistica, comportamento, atteggiamento con mancanza di rispetto e, per tutto questo, deve pagare, in solido: per come ci è stata comunicata la cosa, il Parma ha subito due volte, con l’abbandono unilaterale del calciatore e con il mancato incasso della sua sfumata cessione!
La società, qualsiasi tipo di iniziativa o provvedimento intenda prendere, deve tutelare la propria immagine, giusto per non farsi delegittimare dal gruppo formante la rosa in essere: così come ha sbagliato e “pagato” Karamoski (multa salata e parecchia panchina punitiva) così deve “pagare” Gervinho, con l’aggravante che ha fatto saltare un introito di oltre 5 milioni: ergo, proposta Morosky: tre giorni fuggiasco lontano dal campo di allenamento? 50 mila euro di multa/giorno = 150.000 tondi tondi, questo come primo provvedimento, poi vediamo! Altro che inserimento in lista, no, “at ve a girer lomo! Ciapa pur ed l’aria”.
Fermo restando quanto sopra, cosa converrebbe o meglio, cosa può fare il Parma ora? Giusto per non rimetterci, ma pure per non subire danno e beffa? In the middle of “chapettes” per due volte?

Ultime da Collecchio, martedì 04 c.m. *

IMG-20200204-WA0016Come da comunicato ufficiale del Parma Calcio, Gervais, alias “Giuda Isqatariota”, seppur inserito nella lista dei 21, da ieri è “fuori rosa” (è solo una mia supposta-deduzione, parole non presenti nella nota che cita “svolgerà un programma di allenamento individuale agli ordini dello staff tecnico fino a nuova comunicazione (in parole povere non partecipa alle attività del gruppo): se dovessi proporre una similitudine sarebbe come “andare a morosa, ma lei non te la da”.

Rimanendo in tema, colgo l’occasione per proporre l’aggiornamento della nuova lista post mercato invernale (in minuscolo corsivo, gli Under)

  1. COLOMBI
    Radu (1997)
    Corvi (2002), grande Edo, sono felice per te, lo meriti il tuo sogno!
  1. DARMIAN
  2. LAURINI
  3. IACOPONI
  4. DERMAKU
  5. BRUNO ALVES
  6. REGINI
  7. GAGLIOLO

Pezzella (1997)

  1. KUKO
  2. GRASSI
  3. SCOZZARELLA
  4. BRUGMAN
  5. KURTIC
  6. HERNANI
  7. BARILLA’

Dejan K. (2000)

Karamoski (1999)

Adorante (2000)

  1. SILIGARDI
  2. CORNELIO
  3. CAPRARI
  4. SPROCATI
  5. GERVINHO
  6. SEPE

INGLESE (fuori lista, ergo, STAGIONE FINITA!)

Riflessione: visto l’arrivo di Radu, pensavo che , dopo Inglese, pure Sepe potesse andare temporaneamente fuori lista, questo per “lasciare un varco libero, slot” per l’eventuale, possibile, ingresso di un attaccante svincolato (toglietegli tutto, ma non il suo Matri! sono convinto che, prima che compia 40 anni riusciamo a portarlo a casa, soprattutto per ciò che leggerete qui sotto!

All’allenamento di ieri pomeriggio (sempre martedì) erano assenti, (non) visti con i miei occhi:

  • CORNELIO (le ultimissime pervenutemi parlano di lesione di 1° grado. bla bla bla, ma omenica non ci sarà, ca$$arola e pure zio faust, vaca szana impesteda; fichi, chi a ghè la moria di szugador!
  • BRUGMAN
  • BRUNO ALVES
  • SEPE
  • INGLESE
  • ADORANTE ( stanno procedendo per il recupero dai rispettivi infortuni)
  • GERVINHO, vedi sopra, fino a nuova comunicazione (cit.) ma, dal Qatar o da Paerma Voladora?                                                                
  • SCOZZARELLA
  • KULUSEWSKI (hanno eseguito un differenziato, in campo a parte, col preparatore di recupero degli infortunati)

Da segnalare inoltre che, dopo 15-20 minuti dall’inizio della seduta, successivamente alla fase di riscaldamento, sono usciti anzitempo (immagino a scopo precauzionale) sia Regini che Laurini.

Ma leggiamo insieme quanto sostiene, in merito, il bollettino ufficiale:
Yann Karamoh ha lavorato con i compagni. Gaston Brugman, Riccardo Gagliolo e Vincent Laurini hanno svolto un programma di lavoro differenziato. Dejan Kulusevski e Matteo Scozzarella hanno svolto un programma di lavoro differenziato e terapie. Andreas Cornelius è stato sottoposto ad accertamenti diagnostici che hanno evidenziato una lesione di I grado al muscolo piriforme: il calciatore ha già iniziato le terapie del caso. Terapie per Andrea Adorante, Roberto Inglese e Luigi Sepe. Assente, in permesso, Bruno Alves.

* Cucù, cucù, il cinese non c’è più *

maglia lizhang

La notizia ufficiale pervenuta dal comunicato diramato dalla Società (grande Marco Ferrari, vero patron del Parma dopo la nomina a presidente di Nuovo Inizio), proprio lunedì scorso, annuncia che, a causa delle ultime (non certo le prime) inadempienze contrattuali (leggasi mancato versamento della quota relativa all’aumento di capitale sociale), previste nei patti sociali, l’ex partner-socio cinese “perde” la propria residua quota del 30% all’interno della Società Parma.Calcio 1913: la medesima quota viene pertanto “assorbita” dal socio di maggioranza Nuovo Inizio che, in questo modo, va a detenere il 99% delle azioni col rimanente 1% (di proprietà inalienabile) in mano a Parma Partecipazioni Calcistiche!
Non avrei mai creduto che la questione finisse in questi termini anche perché, dal punto di vista prettamente economico, Mister Lizhang “ci ha smenato 23,6 milioni di euro”, contento lui, a son content anca mi. Game over!

* 50 sfumature di punti *

morosky cappellino 50 punti

La foto la dice lunga sulla profezia partorita a fine luglio 2019, all’epoca la misi nero su bianco, ora l’ho messa giallo su blu e, come da vecchio proverbio : foto canta e qualcuno dorme !!! Anzi, ha dormito! (ogni riferimento all’innominato è puramente voluto! Criptico? Ma no dai, è di facilissima lettura!).

majo upi

Per chiudere in bellezza, per la gioia del Dott. Davide, devo segnalare che sono andato in missione col nostro Direttore a Palazzo Soragna: come potrete verificare dalla foto (scattata dallo scrivente: Davide, per problematiche legate alla «praivasi» non è voluto apparire, purtroppo, ma lo capisco, lui è la nostra talpa segreta all’interno dell’Associazione U.P.I.M. e, sicuramente non vogliamo rischiare di mettere in pericolo la sua copertur : ci hanno accolto con grande entusiasmo, c’è stato un mega buffet di quelli da non dimenticare, con ogni ben di «Cesare» sul grande tavolo quadrato, quello della Sala Riunioni Vip, insomma una giornata memorabile, molto oculata, sfarzosa il giusto, ma mai coi passi più lunghi della gamba: ringrazio ancora l’amico Davide per l’invito e soprattutto grazie all’Associazione per la gradita accoglienza riservata a Stadio.Tardini.it!

Un cordiale saluto

Mauro “Morosky” Moroni

Stadio Tardini

Stadio Tardini

32 pensieri riguardo “PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / ARMATA LAZIO IN ARRIVO, MA PRIMA TANTA CARNE AL FUOCO: PIA LA GRIGLIA…

  • 5 Febbraio 2020 in 01:42
    Permalink

    Eh si ragazzi,

    Stadio.Tardini ci mette ancora il naso, annusa, fiuta, inala e

    produce, partorisce news, idee, curiosità, piccoli scoop nostrani,

    senza nessuno che ci dia la giusta dritta, noi si va a naso, si

    osserva, si profetizza, a volte ci si prende, altre volte PURE,

    promozioni anticipate alla partenza del campionato, massimo a

    ottobre e puntualmente ribadite dalla SOCIETA’, dalla

    SQUADRA, un corpo unico, coeso e indissolubile,

    anche se gli attori protagonisti cambiano, anno per anno, LE

    DUE SUDDETTE RIMANGONO, così come rimane l’ENNIO, il

    CENTRO DI COORDINAMENTO, la CURVA NORD, i BOYS, i

    DANE’, Demo, il Dido, il Berga, Simone, Franco Fuschetto, il

    LUPO, Paolo Conti, il Frambo, Marco e Leonardo ( mitici ragazzi,

    figlio e padre che non sbagliano una trasferta ), ELISA, DARIA,

    MIRELLA, GIULIANA, ANGELO baffo MANFREDINI ( come ti ho

    goduto luned’ sera a Bar Sport ), la MANU, la DEBO, la LUCI, la

    FRA, la szia, la nona, la NINA, la PINTA e la SANTAMARIA, tot

    su e scapa via, an tò miga dit ca tal tir via, però, fa pian ca son to

    szia: detto questo un saluto anche a LUCA, mitico speaker

    all’americana, grinta, enfasi, trascina, scandisce e ci fa

    emozionare, esultare ad ogni gol crociato …

    il phatos da stadio è coinvolgente, fa lievitare l’adrenalina,

    elettrizza, conivolge , per certi versi fa sballare….

    grazie PARMA.CALCIO 1913 ….cerchiamo tutti di continuare a

    vivere questo bel SOGNO, un PERCORSO COSTELLATO ,

    ogni anno, di nuove e calde emozioni ..

  • 5 Febbraio 2020 in 02:04
    Permalink

    Fia….Direttore,

    a seguito della foto scattata.LE, nella quale ELLA appare al TOP,

    massimo del suo fulgido splendore GIORNALISTICO, mi sono

    pervenute numerose richieste da parte di importanti TESTATE

    per interviste, talk, serate a cachet, alcune a saridon-moment,

    altre a bere del wiskye al Roxi Bar ( c’è pure Vasco da Zocca,

    solo se c’è la GNOCCA, tal pò dir ..fort bombè )

    .. insomma MI DICHI LEI cosa devo fare ?

    accetto ?

    prendo ?

    lascio ?

    raddoppio ??

  • 5 Febbraio 2020 in 08:48
    Permalink

    Serve una punta. Ora, adesso, Faggiano smummiati o rompiamo anche Cornelius. A proposito come per Kucka iniziamo a non piocionare, adeguiamogli il contratto e diamogli più grana perchè è fortissimo o a giugno se ne andrà. Oltre a prendergli un Matri di turno per farlo rifiatare e preservarlo. Tenendo anche conto che Inglese sarà bene che vada il nostro Diego Perotti (la cui storia clinica è la medesima di Inglese e che quando sta bene in una stagione gioca al massimo 9 partite).

  • 5 Febbraio 2020 in 09:13
    Permalink

    Grande Mauro ” Il Profeta ” di 50 punti …
    ….. pure nella ” Zona Straje’ ”
    Come la Targa in bronzo de la grande ascensione ..
    Ci Crediamo …
    ormai de la salivazione ….. che e’ vicino ….
    ni la parte sinistra 10 posto di Vele ….
    Per la sesto posto …
    Difendiamo il sesto posto …
    Cordialmente …
    Rocky Marciano ?
    Mike Tyson ?
    Mohammed Ali ?

  • 5 Febbraio 2020 in 09:28
    Permalink

    Mauro pensa quanti bar sulla Via Emilia e sulla prov
    e negozi di riparazione per cellulari, orrendi minimarket puzzolenti di plastica e ristoranti “oll iu chen it” avrebbe potuto aprire con 23,6 milioni di Euro!

  • 5 Febbraio 2020 in 10:05
    Permalink

    Mauro ma c’erano le tartine con le acciughe col sugo piccante, due scaglie di grana e 4 fette di parsùt (osteggiato da Tramp e Boris Gionson)?

  • 5 Febbraio 2020 in 12:07
    Permalink

    Certo, c’era ogni ben di Cesare:

    fluttini di brut millesimato

    tartine coloratissime e gustose, stuzzichevoli

    acciughine “rizzoline”, riccioli di burro e crostini caldi

    parmigiano vacche rosse, 36 mesi ( c’erano anche bionde e brune, naturalmente )

    parsut ed Cascinapiano …( ed gosen autoctoni, allevati a

    stabulazione libera fora dal stabi ….pasciuti e ben curati, come le

    szane, scrofe di una volta ..)

    per ciò che concerne Tramp, lù al ne magna miga al parsut,

    second mi al magna ed la….fi….

    così, a occ e crosza, ac son sven bombè..!!

    So che in questo commento ( dedicato ) sono stato un pò

    monello, chierichetto goloso…

    sat sais cmè le bon al ven dal pret !!!!!

    anca la fiola ed la perpetua lè bona, bona a botta !!

    sarebbe stato meglio che me la dava,

    prima la buonaseraaa e poi la mano…ooooo

  • 5 Febbraio 2020 in 12:22
    Permalink

    La notte mi ha portato consiglio..

    GERVINHO STORY: presumo che si vada verso questa direzione,

    1) due…..3 settimane di allenamento individuale, fuori rosa temporaneamente, lontano da Collecchio

    2) conferenza stampa mirata, costruita nei minimi dettagli ( a tavolino ) per fargli DIRE PAROLE MIRATE, studiate da chi ne sa più di me ..

    SCUSE GENERALI, verso la SOCIETA, LO STAFF TECNICO, I COMPAGNI DI ROSA e, naturalmente , ai TIFOSI, idealmente anche alla CITTA che lo ha accolto come giocatore, come uomo, che lo ha amato, idolatrato, applaudito ed osannato ..

    SARANNO PAROLE, non sue, che dovra pronunciare sommessamente, con lentezza, tono basso ed umile, sguardo basso, qualche lacrima agli occhi ( frutto della cipolla sezionata, che ha in mano )..

    parole accorate, SINCERE, di scusa e, nel contempo, come richiesta di PERDONO…

    indi verrà reintegrato, si allenerà col gruppo, farà ancora un paio di settimane ovattato, in semi castigo, poi andrà una volta in tribuna, un paio di gare in panchina….

    e, fra un mesetto, 40 giorni circa…rientrerà in campo..

    alla prima sfrecciata sotto la Tribuna Est o sotto la LOGGIA VIP…
    alla prima giocata sprintosa delle sue, lo applaudiremo, giustamente ….

    ma prima, forse al primo pallone toccato, si deve anche aspettare qualche fischio, forse inpietoso ma, giusto, nostrano, di rabbia, di incazzatura verace ….giusto per fargli capire che NON CI SI COMPORTA COSI’,

    a PAERMA NO…altrove non mi importa…
    a PAERMA bisogna RIGHER DRITT e fer miga al BAGOLO’..
    et capì cmè l’è la fola ??
    IMPERA L’EDUCASION e vola bas, tola su dolsa, e in camp corra, sfrisziona, sgomma, fa gnir nuvel fa ciaper la basza ai tersen ….a voi chi staghen tri gioren . dopa la partida …a SERCHEROT …et capì lomo ???

    • 5 Febbraio 2020 in 15:07
      Permalink

      Moro vuoi che finga?
      Che dica che si è pentito?
      Vuoi che ti racconti una balla?
      Vuoi che faccia l’attore in odore di Oscar
      Scommetto si porterà anche una cipolla
      che di nascosto se la metterà sugli occhi
      per dare l’impressione quasi di piangere
      consapevole di quello che ha fatto.
      Caro Moro, certo lo perdono ma a un patto
      Mi firma che in caso di fuga vigliacca a fine
      campionato dovrà versare,alla,società tutto
      lo stipendio preso quest’anno è inoltre dovrà pagare
      una multa per aver finto l’ ultimo infortunio
      che non aveva preservando così i.suoi muscoli
      e per aver saltato tre allenamenti senza motivo.
      Vedrete non firmerà mai perché lui non
      è pentito anzi se potesse……
      Non vi siete mai chiesto come mai l’ivoriano
      non è mai venuto a una qualsiasi festa nelle cene nei vari
      club della provincia
      Semplice di noi se ne è sempre fregato.
      Stare in mezzo a i tifosi non lo ha mai intusiasmato.
      Per cui 👎👎👎👎👎👎👎👎👎

  • 5 Febbraio 2020 in 13:49
    Permalink

    Ciao Mauro!

    La questione Gervinho la trovo parecchio spinosa…ora a tenerlo fuori lista c’è solo da rimetterci…o lo si vende in russia, dove il mercato è ancora aperto..o bisogna attendere la fine della stagione (ormai è impensabile tenerlo oltre), nel secondo caso…tenerlo fuori rosa potrebbe voler dire darlo via a zero…metterlo in campo può però guastare l’umore di uno spogliatoio che sta facendo la differeza con la propria unità di intenti…
    Come si diceva…questione spinosa che dovrà dirimere il buon DS, massima fiducia…certo sarebbe un peccato dover rinunciare a 5 mln…potrebbe valere un investimento su di un buon giovane motivato.

    Capitolo Matri…secondo me…se esce Gervinho entra Matri (al quale farai almeno 18 mesi di contratto…), motivo per cui Gervinho risulta in lista Serie A…ma dal momento che il nostro gioco si sviluppa anche sul centravanti boa offensivo e…Inglese è KO, Cornelius anche (seppur per un periodo più breve)..onde evitare di chiedere a Kucka di fare cose non sue…Matri potrebbe tornare utile…

    Per il resto c’è molta fiducia da parte mia nei confronti della società…l’obiettivo minimo è vicino e con un gruppo cosi si può fare molto bene. Qui il merito va al Mister, che ho sempre criticato ma che trovo evoluto, maturato…e sicuramente capace di creare un ambiente giusto.

    Per il resto ci aggiorniamo ai prossimi eventi…speriamo che stasera gli aquilotti si stanchino più del necessario…pur vincendo (tenedo dietro il verona http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yahoo.gif)

  • 5 Febbraio 2020 in 14:52
    Permalink

    Rettifico precisa do che la FRECCIA. NERA è in lista ma…temporaneamente FUORI ROSA

  • 5 Febbraio 2020 in 15:12
    Permalink

    Inglese infortunato
    Il suo vice,Cornelius anche lui infortunato
    Adorante la terza scelta anche lui infortunato
    Kucka sarà il nuovo centravanti fino a quando
    s’infortunera anche lui.
    Tranquilli però c’e Radu che può fare il
    centravanti.
    All’eta di 6 anni nei pulcini faceva il centravanti.

  • 5 Febbraio 2020 in 16:21
    Permalink

    Mi sembra che le dichiarazioni fatte oggi su Gervinho durante la presentazione di Caprari denotino un ammorbidimento della situazione… lo strappo si sta ricucendo, mi auspico di poter presto riavere disponibile la pantera nera e puntare tutti insieme ad obiettivi più ambiziosi. Abbiamo una grande squadra ed un grandissimo allenatore per cui ci sono tutte le condizioni per poter sognare, insieme si può.
    Sempre e solo forza Parma

    • 5 Febbraio 2020 in 18:29
      Permalink

      Sono perfettamente d’accordo, le dichiarazioni di Faggiano vanno in una direzione diversa da quella giustizialista da molti qui sopra richiesta, è una questione di buon senso e di obiettivi.
      Forza Parma

  • 5 Febbraio 2020 in 17:22
    Permalink

    Faggiano ha perdonato gervinho, se c’ è bisogno la freccia nera gioca

  • 5 Febbraio 2020 in 17:36
    Permalink

    Faggiano è stato chiaro, niente punta svincolata ( e chi poi?) e strappo con Gervinho che verrà ricucito piano piano.

  • 5 Febbraio 2020 in 19:02
    Permalink

    Gervinho può essere ancora un buon “partito” per il Parma: anche a giugno avrà un certo valore e per venderlo devi farlo giocare; altrimenti cosa facciamo lo paghiamo fino al 2022 come da contratto e lo facciamo stare tra tribuna e collecchio? se vogliamo fare i forcaioli facciamo così, se si vuole pensare, oltre che da tifosi, anche da imprenditori che cacciano la pila si deve cercare di ricucire lo strappo. Io mi auspico questo, in tutta sincerità: il gruppo, siccome alla fine sono tutti uguali (chi non va via è perchè non ha un mercato e/o prospettive interessanti) lo riprende perchè con lui sanno che qualche punto in più lo fanno e alla fine una buona classifica vale soldi per la società ma anche per i giocatori che hanno premi ad obiettivo. La multa, salata, arriverà, senza pubblicità o prime pagine sui giornali o tweet a casaccio, come uso e costume della società.

  • 5 Febbraio 2020 in 20:44
    Permalink

    Perdonare l’ ivoriano!?
    Se avesse avuto veramente voglia
    di scusarsi si sarebbe già
    presentato spontaneamente appena
    terminato il mercato.
    Non l’ha fatto perché non ha nessuna
    voglia di scusarsi e se lo farà lo farà solo
    PER UN SUO INTERESSE PERSONALE.
    Per GERVINHO la società, compagni di squadra,
    l’ allenatore, i direttore sportivo, i tifosi
    sono solo MERDA
    Ma poi spiegatemi una cosa diciamo che un
    giocatore qualsiasi dopo essere stato
    acquistato da una società, dopo un anno
    vuole andarsene dalla squadra che l’ha acquistato
    e magari n lanciati nonostante,abbia firmato un
    contratto diciamo per 4 anni.
    Ammettiamo che questo giocatore costato
    una ventina di milioni, dopo.aver firmato il contratto dopo un anno vuole andarsene prendendo molto di più dalla sua nuova società
    La sua nuova società farà in modo di pungolarlo in modo che vista la volontà FERREA ( alla,GERVINHO) del giocatore, venga ceduto alle condizioni della sua nuova società prendendolo quasi gratis.
    Ma la firma dell’ivoriano vale
    ZERO virgola ZERO?
    Cinque o sei milioni per l’ivoriano non ha,senso
    Ecco perché l’avvocato Malmesi deve studiare
    qualcosa perché cosi non va proprio

  • 5 Febbraio 2020 in 20:50
    Permalink

    Bell’intervento, non c’è che dire. Ciascuno dovrebbe prendersi le responsabilità dei propri comportamenti. Tutti uguali tranne quelli che, privilegiati, hanno ad esempio un piede buono. Per questi le regole fanno eccezione. Senza volere hai fatto un intervento di alto valore sociologico. Ci sono gli uguali ed i diversi. Non giusto ma vero oppure, come dicono quelli che hanno studiato, “pragmatico”. Tutti supini, la vita è così. Bravo

    • 5 Febbraio 2020 in 23:50
      Permalink

      Saro’ all’antica, ma Gervinho non dovrebbe piu’ indossare la maglia del Parma. Fosse per me andrebbe ceduto in Russia alla squadra piu’ prossima al circolo polare artico, o al Vladivostok. Immaginate di comportarvi come ha fatto lui sul posto di lavoro e traete le conseguenze…

  • 5 Febbraio 2020 in 21:58
    Permalink

    Domenica chi mettiamo in attacco? Meno male che secondo Faggiano l’attaccante non era proprio una priorità.

    • 5 Febbraio 2020 in 22:48
      Permalink

      Domenica ….Kucka di 9 ……
      Carprari – Kucka – Kurtic ( secondo tempo Karamoh )

      • 5 Febbraio 2020 in 23:26
        Permalink

        Hernani – Grassi – Brugman
        Iacoponi – Dermaku – Alves – Gagiolo
        Colombi

          • 6 Febbraio 2020 in 11:54
            Permalink

            fai tu un line up

          • 7 Febbraio 2020 in 00:37
            Permalink

            bastava guardare il mess. precedente, PISTOLA, aveva già ipotizzato il suo attacco personalizzato …

            devo riconoscere che mi sembra una formazione assurda ma, rispetto Douglas, in questi giorni gli insegnerò un po di tattica in situazioni di emergenza (SCHERZO AMIGO )

  • 7 Febbraio 2020 in 00:56
    Permalink

    ad ogni modo penso che ….ANCHE SE NON SONO D’ACCORDO :

    ……………………………………..RADU
    …….DARMIAN IACOPONI BRUNO ALVES PEZZELLA
    ……………………………HERNANI BARILLA’
    ……………………..SILIGARDI …..KUKO……KURTIC …
    …………………………………….CAPRARI ………………..

    legenda:

    ) lo so, qui si entra nel torbido, in un tema delicato

    ( ZOMMERS – BASSI – FRATTALI docet )….non saprei che dire,

    per me sarebbe corretto che giochi COLOMBI ma, come ho già

    scritto, TUTTO DIPENDE DA COSA E’ STATO DETTO E

    PATTUITO AL MOMENTO DEL SUO TESSERAMENTO, così come E’ STATO DETTO E PATTUITO, sia con l’INTER che con RADU…..

    queste parole suoneranno male ma, le faccende stanno in questi termini, ergo, SE DOVEVA FARE IL number 12°, sarebbe sicuramente rimasto a GENOVA e….se è venuto qui per FARE IL NUMBER ONE ( in attesa che rientri SEPE ) ….non so come la metteranno con COLOMBI …
    se devo essere sincero ….SONO SEMPRE ROBE PARTICOLARI…ripeto, se ci sono stati accordi verbali con entrambi …..ognuno deve stare e rimanere nella propria posizione , ASSOLUTAMENTE SENZA CREARE PROBLEMATICHE ….punto e basta…

    dimenticavo, avremo disponibile anche KARAMOSKI…
    mezz’oretta , eventualmente nel secondo tempo…quando gli altri avranno la lingua fuori …
    con un paio di sfrizionate velocissime …..dai lomo …FRECCIA DUE …vai , sburla e colpisci …

    2) se GAGLIOLO non sarà disponibile, giocoforza, giocherà Pezzella …

  • 7 Febbraio 2020 in 05:55
    Permalink

    Scusate ma dove sono finiti quelli che dicevano che Darmian sarebbe andato certamente all’inter a gennaio (non so penso a velenoso) voi si che ne capite di calcio

  • 7 Febbraio 2020 in 08:43
    Permalink

    Buongiorno Mauro ,
    Mi piace il tuo ” lineup ”
    ho dimenticato Darmian … grande sbaglio mio …
    Mi piace molto tu idea di mettere Caprari como 9 ….
    Vediamo se ” Karamoski ” e’ pronto …. per il secondo parte cambio per Siligardi …. cosi cé’ piu profundidad , dribbling , fantasia ….magari un golazo

  • 7 Febbraio 2020 in 13:31
    Permalink

    allora caro Luca, fu il dottorino (Davide) a sostenere senza tema di smentite che Darmian sarebbe andato all’Inter subito in gennaio.
    Il Drektor, che sul tema non si fa più vivo, lanciò la scommessa di una cena, Davide pagante (!) e invitati coloro che si prenotavano, oltre ovviamente allo stesso Direttore. Io mi prenotai e anche un altro, se ben ricordo. Finito tutto in Pavana perché qui ciascuno può starnazzare come vulole ma col presupposto di non assumersi le responsabilità di quanto detto.
    In ogni caso i più vecchi non possono non fare il parallelo di qualche anno fa col Grande Boni che mostrò la maglietta della salute con scritto “Macheda”, dandolo per sicurissimo al Parma. Due trombini ma Boni lo rivorrei in questo panorama piatto. manca ora.

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI