PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / DOPO I GIORNI DELLA MEL… MA

La Prestazione *

morosky 50 puntiu capppelino slide(Mauro “Morosky” Moroni) – Iniziamo col dire che c’erano quasi 4.000 laziali, d’altronde è il loro momento e, oltre alla squadra, pure la tifoseria al seguito sta volando sulle ali di ben 18 giornate di imbattibilità, frutto di 14 vittorie e 4 pareggi: speravo che si fossero stancati di più a rincorrere i gialloblu veronesi (visto anche che hanno giocato tutti i “titolari” ): le nostre assenze le conosciamo mentre loro hanno dovuto fare a meno di Radu, centrale difensivo sinistro  e Milinkovic Savic, interno destro, entrambi squalificati, sostituiti rispettivamente da Patric (a destra ) e Parolo, il quale rimane ancora un bel giocatore, nonostante i suoi 34 anni!).

Ecco le situazioni salienti:

  • 8° gran bella punizione di Kurtic messa in corner
  • 11° gran tiro di Immobile dopo un loro contropiede
  • Nella prima mezz’ora la Lazio ha attaccato di più ma con sterilità offensiva, mai pericolosa al cospetto di un buona prestazione dei Crociati
  • 34° ammonito Kuko
  • 40° da un azione proveniente dalla loro destra, cross al centro di Luis Alberto (una sorta di immarcabile, almeno ieri ), presunto fallo di mani di Immobile (non rilevato nemmeno con l’ausilio del Var – due minuti di consultazione), palla che rimane vagante a 7-8 metri da Colombi, il più lesto a sbatterla in gol è Caicedo (sveglia sia Iaco che Bruno) 0-1!
  • 53° gran tiro di Gagliolo
  • 55° due angoli consecutivi portano al tiro, ancora Gagliolo e Kurtic che sfiorano il pareggio
  • La solita girandola di sostituzioni, chi per proteggere il vantaggio e chi, naturalmente, per cercare di andare a riprendere il risultato: escono Marusic per Lazzari, Brugman per Kulusewski, Caicedo per Correa, Leiva per Cataldi, Gagliolo per Pezzella, Caprari per Sprocati
  • 66° era stato ammonito Caprari
  • 69° ancora Kuko poi Gagliolo, occasionissime per il pari, emulati al 88° da Sprocati, senza esito positivo
  • 90° intervento falloso, in piena area , di Acerbis su Cornelius, presunto fallo di rigore, molto evidente ma l’arbitro, anche in questa circostanza (poco prima non era stato fischiato su Bruno Alves), non va a consultare la tecnologia (che vede tutto, da tutte le angolazioni e prospettive, pure i millimetri di un pelo di…) e sfuma il risultato con grande recriminazioni da parte Crociata e parecchia incazzatura generale da parte di tutti i nostri, e i gan sol che ragion!

Da parte mia, sempre con molta calma, cercando l’uso del buonsenso, tutto questo senza accusare nessuno di complotti e nemmeno protestare sguaiatamente nei confronti della Direzione Arbitrale, e nemmeno dell’uso del Var, CONSIDERANDO CHE SONO IN QUATTRO IN CAMPO E 2 nei locali preposti al controllo tecnologico, mi sembra molto grave il fatto che, in questi due ultimi due episodi, DECISIVI AI FINI DEL PUNTEGGIO FINALE, non ci si sia avvalsi, appunto, nemmeno dell’ opportuna e tacitante consultazione, ergo, ci avrebbero assegnato il rigore poi, ci avrebbe pensato Kuko, con un “morbido pallonetto ai 250 all’ora”, stangato sotto la traversa, di brutto e con “C A T I V E R I A”  (cit. “Gianni Barone copyright” ).

  • Nel complesso della gara, a me il “Paerma” è piaciuto molto, mi ha soddisfatto il gioco e pure le numerose occasioni proposte, purtroppo senza essere finalizzate con la palla in rete: detto questo, abbiamo ben contenuto una Lazio importante, una squadra imbattuta da fine settembre, record di vittorie, record e sequenza gare imbattuti, 53 gol siglati e 20 subiti (secondo attacco e prima difesa, con l’Inter!).
  • Per i nostri, tra i migliori Darmian, Iacoponi, Gagliolo, Brugman, Kuko e pure Cornelio (che ha giocato ancora non al 100% ma ha lottato e giocato parecchio però, stavolta l’ha miga tirè in porta!)

* Cartlen Geld *

  • 4 Darmian
  • 3 Hernani (alla nona ammonizione scatta la seconda squalifica)
  • 3 Gervinho, Grassi,
  • 2 Kulusewski, Scozzarella, Iacoponi, Pezzella, Laurini, Kuko, Bruno Alves
  • 1 Sepe, Cornelius, Dermaku, Inglese, Kurtic, Caprari (verif. con Samp)

Marcador Croszè (totale siglati: 31)

  • 8 Cornelius Sbregaa la rete, “Cornelio” sbrega la rete!
  • 5 Kulusewski
  • 4 Gervinho,
  • 3 Kucka
  • 2 Inglese, Iacoponi, Gagliolo
  • 1 Barillà, (autorete Bourabia), Karamoh, Sprocati, Grassi

Bombers castiga.Paerma 2019-2020 * (totale subiti: 30)

Chiellini, Lasagna, Ceppitelli (2), Simeone, Immobile, Marusic, Ansaldi, Belotti (rig), Petagna, Pinamonti, Candreva, Lukaku&VAR, Lazovic, Castrovilli, Palacio, Dzemaili, Hernandez, Milik, Balotelli, Gomez, Freuler, Gosens, Ilicic (2), Ronaldo (2), Joao Pedro, Simeone, Caicedo

* I Risultati del 23° Turno *
(quarta di ritorno)

  • 2-3 Roma-Bologna (Venerdì 07/02 ore 20.45) Non so la Roma, ma il Bologna, in grande ascesa, sta giocando da “Sinisa”, tecnica, corsa e molta, tanta densa intensità.
  • 1-2 Fiorentina-Atalanta (Sabato 08/02 ore 15.00) Uno dei miei pochi pregi, oltre che visionare 7 gare di Serie A ogni fine settimana, sta anche nell’ascoltare coloro che ne masticano: se per Pep Guardiola, incontrare i bergamaschi, è come andare dal dentista, IO L’HO SUBITO PRESO ALLA LETTERA; ribadisco che non sono fenomeni, non hanno inventato il calcio, ma, con un settore giovanile importante, con una rete di osservatori INTERNAZIONALI che setaccia, interplanetariamente il mondo, dagli allievi nazionali alle seconde linee.giovani, delle prime squadre, è evidente che ci sarà un perché e quindi, c’è solo da imparare , punto e basta!
  • 1-3 Torino-Sampdoria (ore 18.00) Mi dispiace per Longo, cuore granata, allenatore capace ed in gamba che, al suo debutto, si prende lo stracottino di tre pere condite e rimane fermo al palo: Sampdoria che, dopo il cambio di allenatore, è lievitata alla grande!
  • 2-1 Verona-Juventus (ore 20.45) La settimana precedente questa gara avevo fatto tutto il possibile per gufare al massimo (riti voodoo, spilloni infilzati nelle magliette dei titolari, danza della pioggia, stra-gufate per conto terzi, 24 ore su 24, manifestazioni propiziatorie alla jella), praticamente la lieta sorpresa di giornata che non t’aspetti: dopo il vantaggio Juve, propiziato da una sontuosa giocata di Ronaldo, i miei “picciotti”, Borini e Pazzini hanno riportato la giustizia del calcio, dall’Inferno al Paradiso: già mi stavo contorcendo di rabbia nel momento in cui la decisione Var ha annullato il gol di Kumbulla per fuorigioco di mezzo millimetro (per la valutazione è stato usato un micro calibro professionale che, solitamente si usa nella meccanica quantistica di altissima precisione, cavolo, grazie Verona, grazie, Juric, grazie a tutti gli altri “bravi picciotti”, semisconosciuti, che hanno riportato la giusta giustizia sui corretti binari, oh, come godo, oh come godo!)
  • 1-2 Spal-Sassuolo (Domenica 08/02 ore 12.30): buon risultato anche in ottica classifica del Parma
  • 1-1 Brescia-Udinese (ore 15.00)
  • 1-0 Genoa-Cagliari
  • 2-3 Napoli-Lecce
  • 0-1 PARMA-LAZIO (ore 18.00) as manca du gir ed Var, miga ed bar!
  • 0-0 Inter-Milan (20.45): se devo esser sincero (da ex interista, auspicando che vinca lo scudetto soffiandolo agli zebrati, spocchiosi zebrati) questa partita la temevo parecchio: essendo fuori a cena non ho visto nulla, mi sono collegato alla fine del 1° tempo: 0-2 a favore Milan! Cena un po’ indigesta e mille pensieri negativi!
    Solo dopo mezzanotte, una volta tornato a casa, ho acceso Sky: 4-2 (Rebic, Ibra, Brozovic, Vecino, De Vrij e bomber Lukaku (gigante buono, fortemente voluto da Antonio).

* Borsino Morosky *

borsino morosky dopolazio

Alta classifica ribaltata: 54, Iuve e Inter a braccetto, Lazio a meno 1 e dietro, il vuoto, 42 Atalanta, 39 Roma, 34 Verona, 33 Bologna e poi, ci siamo pure noi a 32, dietro a Cagliari e Milan (per ora, seppure a pari punti!)
In fondo, l’unico superstite all’esonero, è stato esonerato: stavolta è toccato a Mister Semplici (subentra Di Biagio, ex Mister Under 21);  importanti vittorie per Genoa, Lecce e Sampdoria, con la prima di costoro (terzultima) che assottiglia il nostro vantaggio a 13 punti sulla zona retrocessione, ma non sarà certo questo un argomento che ci può interessare ancora, non credete!

Foto legenda *

parrucchiere hernani junior bruno alves maglia parruchiere

  • Queste due gran belle “camisetas” sono esposte nel Salone del nostro Coiffeur by Biagio e Roberto (Galleria Panorama: beh, nostro, a dire il vero io ci vado solo per chiacchierare con loro (sono tifosi del Napoli), che altro potrei andarci a fare? Le basette o l sopracciglia?

Senza nomstefano fornitore ufficiale materiale tecnico morosky

  • Il ragazzo a fianco è il mio “pusher”, Stefano M. (in foto con la sua ultima creazione, “camiseta souvenir in Giallo Parma  2020” Piazza Ghiaia lato Lungoparma), fornitore ufficiale di materiale tecnico sportivo personalizzato e griffato Morosky

bretella

  • Questa è la nuova “bretella” che collegherà il Centro Sportivo di Collecchio (con una sorta di corsia preferenziale riservata) alla città, giusto per consentire ai calciatori sbadati di arrivare in tempo nei previsti orari di allenamento, giornaliero e settimanale (mezz’ora prima della seduta di lavoro)!

beppe rifugio schia

  • L’ultima e poi chiudo: lui è il mio amico “Beppe”, è il nuovo gestore del Rifugio Rosa Croce a Schia: non solo neve, non solo sci, ma anche la possibilità di un fine settimana respirando aria buona, sugli Appennini, ma pure nella sua oste-pizzeria (colazioni, aperitivi, cinghiale, polenta, pappardelle, fuori la neve e dentro un caldo camino acceso!): ci stanno aspettando, con o senza neve!

Dopo 50 sfumature di rosso, in diretta live, dal Cantinone di Puianello, tgnemos vist ragass e salutim Gervais,

stì bè bombè,

Mauro “Morosky” Moroni

Stadio Tardini

Stadio Tardini

14 pensieri riguardo “PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / DOPO I GIORNI DELLA MEL… MA

  • 11 Febbraio 2020 in 09:23
    Permalink

    Parolo sarà ancora un bel giocatore, ma in quanto ad essere str…o non lo batte nessuno. Devo capire cosa gli abbiamo fatto http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_negative.gif

  • 11 Febbraio 2020 in 12:33
    Permalink

    Parolo va inserito nella hall of fame di cui fanno parte i vari Pagliuca & C. e quando viene al Tardini dargli l’accoglienza che merita.

  • 11 Febbraio 2020 in 17:15
    Permalink

    a Sassuolo per vincere Si o Si ….
    ni se ni ma …..
    Best ,
    Rocky Marciano

  • 12 Febbraio 2020 in 00:46
    Permalink

    Singolare l’immagine della giustizia selettiva che emerge da questo pezzo.

    Sui favori, evidenti, ricevuti dalla Lazio a danno del Parma si mettono da parte teorie del complotto e dietrologie che pure avrebbero senso di esistere, considerata l’entità degli errori commessi dall’arbitro. Ma quando il discorso cade sulla Juventus, evidentemente l’ossessione di tanti da queste parti, giustizia e complotti diventano improvvisamente di nuovo argomenti centrali, sensibili, a patto però che si ignori l’ennesimo gol in fuorigioco realizzato dall’Inter. Mi fa sempre più schifo seguire questo carrozzone marcio e ipocrita che una volta era il campionato più bello del mondo.

  • 12 Febbraio 2020 in 03:44
    Permalink

    Puoi sempre leggere il quotidiano di Napoli ,,,

    LA GARA DELL’INTER NON L HO VISTA , c’è pure scritto …però ho

    visto, COI MIEI OCCHI, quella della Juve e, SICCOME SONO +

    ANZIANO DI TE, sono 45 anni che conosco il SISTEMA

    BIANCONERO …coi suoi fatti e misfatti, orologi, arbitri, schede

    sim svizzere, capistazione, triadi, arbitri CHIAVATI nello

    spogliatoio, gol annullati dalla panchina, palloni oltre la riga di 70

    ….ogni punizione contro, accerchiamento dell’arbitro di turno da

    parte dei vari masnadieri BONUCCI, CHIELLINI, BARZAGLI,

    tutti quelli + grossi, con la mano rigorosamente davanti alla

    bocca, pressioni mediatiche, proteste su proteste, ammonizioni

    pilotate sui giocatori della squadra che sarebbero andati ad

    incontrare il turno successivo,

    HAI MAI SENTITO PARLARE DI MOGGI, GIRAUDO,

    AGRICOLA,

    GUARINIELLO e ZEMAN …

    all’Inter, nel frattempo, erano dei dilettanti al confronto:

    passaporto di RECOBA, telefono di VIERI sotto controllo ?

    Juliano, Ronaldo, Ceccherini, ti dicono niente ??

    il gol di Muntari, non assegnato, tirato fuori da Buffon,

    altro pezzo di ragazzo che , andando in Piemonte, alla casa di bengodi, ha disimparato le buone maniere …oltre a non avere ancora imparato l’italiano, se non per frasi fatte, CICLOSTILATE COME I MIEI ARTICOLI …

    Luca, ti ho sempre stimato, NON CADERMI SU STRONZATE SIMILI ….

    mauro morosky moroni

    • 12 Febbraio 2020 in 10:00
      Permalink

      Io mi ricordo una storia di prescrizioni…di uno scudetto vinto tra gli OH NOOO dei tifosi avversari…di una Champions conquistata col contributo decisivo di un difensore avversario futuro interista…e tante altre belle cose che stridono con l’onestà tanto sbandierata dagli interisti. Queste non sono stronzate, ma dati di fatto. Come le numerose foto di Moggi insieme a Maradona ai tempi in cui era dirigente del Napoli biscudettato…e ancora oggi i tifosi del Napoli, alla pari di quelli interisti, sbandierano una superiorità morale che fa a cazzotti con controlli antdoping elusi, monetine di Bergamo e mano de dios assortite.

      In Italia, calcisticamente parlando e non solo, il più buono c’ha la rogna. Compresi gli interisti, mica solo gli juventini. Però l’ossessione è una brutta cosa.

  • 12 Febbraio 2020 in 04:00
    Permalink

    IO NON SONO UN GIORNALISTA ….

    non sono un collega ..

    quindi, da sportivo, posso scrivere ciò che penso, ciò che mi sta sui coglioni e ciò che vedo di ingiusto in questo CALCIO ..che solo voi giornalisti avete definito il campionato + bello del mondo..

    se parliamo di MILAN,….qualcosa ha vinto…NEL MONDO …
    per il resto…..secondo IO, meglio lasciar perdere ….

    sono parecchi anni che FACCIAMO FIGURE MAGRE ….

    il Parma ha vinto l’ultima Coppa Europea

    l’inter ha fatto il triplete …POI CHE ALTRO ..?

    guarda un po’ di calcio inglese, tedesco e spagnolo ….
    …..
    non esiste solo PARMA e NAPOLI …..open your mind ragazzo ..

    E, CON QUESTO, TI STIMO MOLTO …DA SEMPRE

    ciao e TOLA SU DOLSZA ….( prendila con serenità …le opinioni degli altri, SEPPUR DI PARTE, VOGLIONO RISPETTATE: a me…il mondo juve fa letteralmente schifo: hanno la società + forte, la squadra + forte e, ciò nonostante, continuano a giocare sporco, gli piace vincere facile …

    colpo di testa di Kumbulla, sullo zero a zero …
    VAR…c’era un MILLIMETRO MA GLIELO HANNO ANNULLATO …
    a noi ci hanno penalizzato ma ..
    NON MI PIACE MAI PIANGERE PER LA MIA SQUADRA ..
    accetto sempre, senza polemizzare molto, l’operato della classe arbitrale ….
    qualche volta viene a favore ..altre volte no ..

    1) gol annullato a Ronaldo la prima giornata…è il primo che mi sovviene ..
    ..
    ma ci sono stati episodi a favore e pure alcuni contro …
    O SI ACCETTA TUTTO ….OPPURE BISOGNA EVIDENZIARE ANCHE QUANDO CI VIENE CONCESSO ED ABBUONATO ..

    …sta ben ragazzo …buona vita !!!!

  • 12 Febbraio 2020 in 11:21
    Permalink

    Mauro i tomaccari e buslotari di Strada al Ponte Caprazucca siccome antropologicamente non cacciano una ghella dal 1949 potrebbero almeno (senza fare passi più lunghi della gamba) fornire ai tifosi della Tribuna qualche lattina ti tomacche scadute da tirare ai vari Di Bello quando a fine gara, una volta fatto il loro dovere nei confronti di Lotito e Nicchi rientrano con le mani sporche di marmellata.

  • 12 Febbraio 2020 in 13:12
    Permalink

    Amico mio grazie dei video. Ovviamente una volta lanciate le tomacche ai vari Di Bello andrebbero raccolte e riportate all’UPI.

  • 12 Febbraio 2020 in 15:56
    Permalink

    L’unico anno col sorteggio integrale (e non pilotato) degli arbitri vinse lo scudetto il verona

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI